questioni di marche...ting

Accendete la tv nel pomeriggio.
Oggi, domani.
In questa capricciosa prima metà
di giugno.
E mettete un canale
dove trasmettono programmi
per ragazzi.
Cosa trovate, tra gli spot?
Astucci, zaini, cartelle, diari...
...e la scuola è finita da UN giorno!
Già pubblicizzano queste cose?
Le teorie del complotto potrebbero
indicare la questione come
"lavaggio del cervello" per
non far perdere mai l'ottica scolastica
nemmeno nei tre mesi di vacanza.
Le altre teorie vedono il lato economico
della faccenda,
perchè tanto i prodotti portano
già le firme degli ultimi film,
cartoni, telefilm.
Io, invece, sono della teoria
che per tre mesi gli zaini debbano essere
usati per metterci i teli del mare,
o il sacco a pelo.
Buone Vacanze.




7 commenti:

  1. Eh Già..Sarebbe Figo studiare all'uni lo psico-markrting...

    Per capire bene quali subdole espedienti si adottano in modo pratico..

    Eppure è vero in questi casi come per gli spot degli zaini (pre o post??) scolastici non credo vi siano dubbi..

    Consumismo e immagini di cartoni famosi devono per forza essere in prima linea..

    Scuola o non scuola, genitori premurosi o bambini capricciosi..Bisogna vendere..

    RispondiElimina
  2. Secondo me pubblicizzare zaini è un msg subliminale... tipo: è estate, ma siamo sempre pronti a mettervela nell...astuccio :P

    RispondiElimina
  3. sinceramente non credo si tratti di subdoli statragemmi o cose del genere. Iniziano a martellare con la pubblicità a giugno e finiscono a settembre, il bambino vedrà talmente tante volte quella pubblicità che solo vedendo spiderman lui l'associerà allo zaino, questo è tutto.La pubblicità subliminale non esiste.

    RispondiElimina
  4. Vendere, vendere e vendere, non ci sono santi. Non ha mai avuto senso pubblicizzare un prodotto come zaini ed astucci, quando poi la scuola è finita da pochi, non esiste. La clsa grave è che se ne approfittano influenzando i più piccoli e questa è una cosa grave, perchè sanno che i bambini, in queste cose, sono i primi ad applicare il consumismo. Dire che queste pubblicità siano uno stratagemma per ricordare al fanciullo l'importanza della scuola è sbagliato, per quello esistono i famosi compiti per le vacanze.
    Ciao Moz^^

    RispondiElimina
  5. sto post mi ha fatto ricordare un vecchio servizio di studio aperto...il servizio era sulla nebbia a milano ma nelle immagini non se ne vedeva nemmeno l'ombra...il giornalista diceva: "le auto più che vederle, possiamo solo sentirle", quando alle sue spalle si vedevano nitidamente!!!l'analogia con questo post???è che in questi giorni non ho visto nemmeno una publi di zainetti o articoli scolastici...nn montiamo "casi" anche dove non ce ne sono...abbiamo così tante cose di cui lamentarci che non c'è bisogno di inventarcele ^^ :P

    RispondiElimina
  6. Si vede che non guardi BimBumBam.

    MikiMoz-

    RispondiElimina
  7. Purtroppo dall'immaginario collettivo è quasi del tutto scomparso il caro vecchio invicta... dentro ci portavi tutta una vita e sopra ce la descrivevi con gli uni posca.
    Purtroppo la libertà di pensiero stona con tutto questo.
    CiauZ

    RispondiElimina