ritorno all'anormalità



l'estate sta finendo...
...e intanto le vacanze sono già finite.
si torna alla vita di tutti i giorni
che sarà routinaria anche se non sarà
di routine.
Si torna a lavorare, a studiare
e si riattivano i blog.
Ci ho pensato:
chissà quanti avranno capito che
ogni mio post contiene
una forte vena ironica?
Chissà quanti l'avranno apprezzata?
Chissà se tutti l'hanno capita?
Riconosco che non è ironia comune.
Oppure è comunissima e non la si riconosce
proprio per questo.
E dunque, buon ritorno ai compiti, ai lavori,
allo studio
ma anche ai divertimenti, all'autunno e alle veglie.
C'è da essere proprio ironici, ahahah.

12 commenti:

  1. Moz ritorna e fà riflettere.
    Stà per terminare l'odiata estate (parlo per me, voi non avete idea di cosa io concepisco quando penso al freddo), per lasciare spazio a questo "anormale blogger da 10 milioni di dollari" che sbanca al tavolo degli amici magari con un poker servito accompagnato da un buon bicchiere che riscalda, mentre la pioggia cade e scivola sui vetri..
    L'estate lascia spazio a ciò che ognuno di voi desidera, spero che per chi è come me l'armonia dell'autunno pervada il suo stato d'animo e lo induca a voler trascorrerlo diversamente, senza tralasciando i propri obiettivi..

    Grazie Moz delle serate passate con tutti noi, spero di dirtelo a nome di tutti (sai a chi mi riferisco).

    Moz, quando vorrai, noi ci saremo..

    RispondiElimina
  2. Si veglia come
    d'autunno
    sugli alberi
    Moz.

    RispondiElimina
  3. Bhè per certi aspetti il tuo è un Ritorno non ritorno...ahaha funny

    RispondiElimina
  4. io l'ho sempre capita l'ironia, celata o meno, dei tuoi post. Ad esempio in questo intervento l'ironia sta nel fatto che tu non hai mai fatto un cazzo e, estate o inverno, per te è sempre la stessa cosa.

    RispondiElimina
  5. Ed eccoci al quesito che appassiona milioni e milioni di forumisti... il CALDO cuore di Moz romperà ancora una volta gli schemi e tornerà a riscaldare le FREDDE pagine del Chro... o si lascerà vincere dal fottuto ORGOGLIO andando contro ciò che realmente vuole solo per non darla vinta all'opinione COMUNE?

    trova il messaggio subliminale se ci riesci :P

    fanculo l'estate, bentornato amato autunno :*

    RispondiElimina
  6. keep on the good work!

    RispondiElimina
  7. Rossè, c'è un errore di fondo: le pagine sono CALDE, il mio cuore è CONGELATO. E non è orgoglio, ci mancherebbe. E' il non avere più nulla da dire in quel posto, almeno per ora, forse per sempre...

    E fidati che già così sto dando ragione all'opinione comune, mio malgrado, perchè in realtà un ribelle come me dovrebbe fare sempre il contrario di ciò che suggeriscono gli altri.
    Vuoi vedere che, per andare contro l'opinione comune, dovrei tornare?
    Anche se non ho più nulla da dire, almeno per ora, forse per sempre...

    MikiMoz-

    RispondiElimina
  8. Salve miky, ci prostriamo dinnanzi al eterno padre FREDDO....e alle emozioni ke LUI c lascia redivive nella nostra anima,perke saranno indelebili..commovente e vedere un temporale cn tuoni,e saette..commovente e anke passeggiare lungo una strada,o parco pervaso di neve e udire la metafora silenzio assordante...adesso termino perke nn ultimerei più di esimiare qsta stagione... Un abbraccio e arrivederci a presto...


    da:
    Lord Joosef

    RispondiElimina
  9. Ti lasci congelare il cuore per così poco? Mi spiace per te.
    Ho avuto il cuore freddo in passato, ma certo era per cose più grandi di me.
    Uhm...il concetto di ribelle forse nella tua mente è un po' confuso...Si è ribelli non quando si va contro a tutti i costi (quella si chiama adolescenza e ci siamo passati tutti quasi indenni, per fortuna!^^), ma quando si compiono gesti grandi, generosi, che vanno al di là di quello che pensa questo o quello. Si è ribelli quando si ha coraggio, il coraggio di seguire fino in fondo le proprie idee e il proprio cuore. Ad ogni costo. A costo di apparire folli e senza speranza.
    Andare contro è troppo facile...Chi si ribella non si può limitare a questo. Ribelle era Che Guevara, perchè nonostante fosse un grasso ministro in un regime rivoluzionario, ha rinunciato a tutto andando a combattere e morire per le proprie idee. Tutti lo consideravano un folle. Ribelle era Peppino Impastato, che non si limitava ad essere antimafia, ma irrideva e sfidava ogni giorno la cultura mafiosa che c'è in ogni vero siciliano.
    Pensa che per me Beppe Grillo non è affatto un ribelle. Se lo fosse invece di sbraitare in piazza, aiuterebbe la gente che merita a fare politica, quella vera e pulita.
    Ho reso l'idea?

    RispondiElimina
  10. Cris, ma infatti io non sono affatto un ribelle, anzi. Chissà perchè però sono le persone che lo pensano, e in effetti ho capito che non tutti (o nessuno) colgono l'ironia nelle cose che scrivo (cfr. risposta a Rossella). Forse non sono un tipo ironico, o forse siete abituati all'ironia (?) dei Simpsons, o forse ancora dovrei infarcire le mie frasi di faccine...non so.

    Beppe Grillo ribelle? Ahahah! Nemmeno per me!

    Ma poi, la ribellione non significa comunque fare imprese titaniche, anzi. Già solo combattere in 25 metri quadri di casa è ribellarsi, ma questo non te lo devo certo dire io (ci farò un post su questo argomento, prima o poi...)

    Sciogliete il ghiaccio del mio cuore, babies ^__-

    MikiMoz-

    RispondiElimina
  11. L'ironia nella risposta a Rossella l'ho colta eccome (le parole in maiuscolo ecc.). Evidentemente tu non hai colto la mia nella frase iniziale.
    Zero a zero e palla al centro.
    Io non lo so se sono ironica o no. Sono gli altri a doverlo dire. Se l'ironia non si capisce vuol dire che non fa bene il suo mestiere. Se un comico fa una battuta e poi ride solo lui, vuol dire che non ha fatto la battuta giusta. Se una cosa è ironica solo secondo te, beh, non so che dirti. Ogni volta ti chiederò se sei ironico o no nei tuoi post. E non è perchè si è abituati a questa o quella ironia. Una cosa ironica si capisce e basta.
    Ma visto che non era la prima volta che ti sentivo definire "ribelle" o "stronzo" ho pensato che l'avessi detto sul serio.
    Lo so che per essere ribelli non si devono compiere imprese titaniche. Come hai letto sul mio blog a me è bastato combattere una battaglia piccolissima. E fino a ieri i miei articoli uscivano ancora sul giornale. Volvevo solo dire che ribelle non vuol dire andare contro a tutti i costi...Anzi...

    RispondiElimina
  12. Allora cara Cris, non hai letto proprio ciò che dico nel post principale. Lì dico chiaramente che ogni mio post su questo blog ha una forte vena ironica. Insomma, vi ho avvisati. Capisco che adesso ci siamo persi a parlare di cose che sono fuori tema (lo era anche il messaggio di Rossella), e infatti sono gli unici messaggi a cui rispondo.
    Torniamo all'ironia: magari, come dici, non so farla, magari è troppo (poco?) cinica, magari è lontana anni luce da quella normale, oppure è normalissima e non viene colta. Ma sono appunto cose che ho scritto proprio nel post che stiamo commentando.
    Ha senso ripetersi?

    MikiMoz-

    RispondiElimina