strizzacervelli & inc.(ulano la gente)


Per i casi strani (e storti) della vita
(dato che la vita produce casi umani strani)
pensavo, con l'amaro in bocca,
che gli strizzarcervelli spesso et volentieri
trattano i pazienti
come se fossero Sbrodolina in un allevamento
di vacche.
Prescrivono merde
fanno dire:
"me la cavo bene ho molti amici"
"sono contento è tutto al top"
giusto perché i familiari si sentano tranquilli
e via, verso un altro caso da demolire
facendo finta di aiutarlo.
Perchè sono convinto
che di certa merda
(i farmaci, non gli analisti)
(anal - isti)
non ci sia spesso bisogno,
basterebbe (!) solo un po' di calore.
Davvero difficile in un mondo così freddamente
tiepido.


"io prendo il sole
prendo pure la la luna,
oltre queste sbarre
mi vedrai volare
CI SEI SOLO TU
CHE MI PUO' SALVARE
"
(Ci Sei Solo Tu, Litfiba 1988)


13 commenti:

  1. Assolutamente d'accordo al 100%.

    Odio gli psicologi che non fanno altro che farti sentire a disagio e diverso dagli altri, quando in fondo non è vero o non comporta problemi.

    E' proprio andare dallo psicologo che ti rende "un caso" e ti fa sentire strano.

    Se mai mi capitasse di andarci lo farei solo per prendermelo per il culo: nessuno conosce me stesso meglio di me.

    Mi dispiace solo per chi ha un carattere debole e magari pensa di trovare aiuto...

    RispondiElimina
  2. Probabilmente, lo psicologo è a volte una figura che prende per culo, perchè la gente , spesso per andare avanti HA BISOGNO di queste prese per culo e vuole essere presa per culo.

    Non per nulla, ci sono psicologi e psicologi.

    Io come ho sempre detto, vorrei parlare con quelli che siedono al grande tavolo del marketing e che impostano gli spot e quant'altro.

    Il problema è che lo psicologo in se stesso, non è che la punta di iceberg ben più grande per il dolce sonno della gente...

    RispondiElimina
  3. Bisognerebbe informare le persone sulla differenza fra "psicologia" e "psichiatria"... la prima una scienza molte volte risolutiva, la seconda una associazione criminale legalizzata.

    RispondiElimina
  4. ;__; io sono uno psicologo...

    Sono buooonooo! Giurooo!

    RispondiElimina
  5. Per me non c'è nessuna differenza tra psicologo e psichiatra: il primo è una persona che paghi per farti ascoltare, perché nessuno altro ha voglia di farlo; il secondo è un medico mal riuscito. Entrambe, però, hanno come oggetto di studio un'entità di cui conosciamo solo l'11% (il cervello)...è come se andassi da un aborigeno a farmi aggiustare il carburatore della macchina.

    RispondiElimina
  6. Quoto Captain Tomatohead.

    Quello che ho scritto nel post precedente lo penso degli psicologi, dei psicoterapeuti, degli psicanalisti e degli psichiatri.

    L'unica riserva che potrei fare è il fatto che gli psicologi non possono prescrivere farmaci...per il resto per me è uguale.

    RispondiElimina
  7. Voglio chiarire.
    Io dico semplicemente che una persona potrebbe "guarire" con qualcuno che le stia realmente vicino, con un pò di calore umano.

    Se un medico riesce in questo, scordandosi per un attimo che si tratta solo di un paziente (ovvero Sbrodolina in un allevamento di vacche), e cosniderando la persona come un essere umano, le cose possono andare molto meglio.

    E non ci sarebbe (spesso) bisogno di quelle merde di medicinali che ti rincoglioniscono e ti fanno diventare un robot che dice frasi fatte tanto per gradire.

    Ma tanto il mondo va da tutt'altra parte, e allora il calore umano non esiste e questa gente debole è costretta a farsi drogare di parole e medicine.

    Miki-

    RispondiElimina
  8. Nulla cambia.
    Quanti e quanti altri strizzacervelli spremono la lingua a chi crede di aver problemi. E'come se avessero un tassametro,
    più son bravi nel farti dire caz**te e più soldi vogliono perchè credono di meritarli, più parli e più credi di avere davvero un problema,
    più tu ti convinci che hai un problema e più loro guadagnano.Altro che sedute, alla fine (economicamente parlando) ti sdraiano completamente!

    Comunque sia sono spiacente per tutti quelli della categoria che hanno la coda di paglia, ma è una parte del mio pensiero a riguardo.
    Lo dico perchè ho un amico che non ha fatto nient'altro che perdere tempo; il suo vero problema è che credeva di averlo..

    Stay Vain!

    RispondiElimina
  9. Visitate le cliniche dove curano l'anoressia e la bulimia prima di discutere sul valore di uno psicologo.

    RispondiElimina
  10. Ripeto: in questi casi non si tratta di una cosa da curare, tipo un dente cariato, o un osso rotto, che ti fai l'intervento e via, sei come prima.
    Qui c'è di mezzo il cervello, la persona e un calore che manca a questo cazzo di mondo di merda.

    Se lo psicologo fosse anche e soprattutto, cazzo sì: soprattutto! un amico, o meglio, qualcuno che non dialoga giusto perchè deve prendersi quei soldi, allora le cose potrebbero cambiare.

    In ogni caso, mi scuso personalmente delle varie incompresioni che possono scaturire: questo post è nato da un fatto preciso che ho visto pochi giorni fa, giustamente l'argomento è universale ma è filtrato dalla cosa momentanea.

    Miki-

    RispondiElimina
  11. Porc...ieri avevo scritto un commento ma mi è saltata la connessione! >_<
    Vediamo se mi ricordo...
    Io ho molto rispetto per la psivologia, perchè è una scienza con tanto di verifiche in laboratorio, non una filosofia o una teoria campata in aria.
    Prima di tutto bisogna capire che la psichiatria e la psicologia in Italia seguono percorsi molto diversi: lo psichiatra e lo psicologo hanno percorsi di studio e professionali davvero differenti per molte cose.
    Inoltre bisogna evitare l'abuso. Non si capisce che andare dallo psicologo significa non potersi aiutare da solo o non riuscire a guarire nonostante c'è chi ti stia vicino. Io ad esempio ho sofferto 10 anni di insonnia e ho gli attacchi di panico a volte, ma non sono mai andata dallo psicologo e non perchè non li consideri utili. Semplicemente perchè non sono arrivata mail al punto di non riuscire ad andare avanti a causa di certi piccoli disturbi.
    Non sono daccordo con Miki: lo psicologo non deve essere un amico, perchè è uno che fa il suo lavoro e basta, un professionista. Gli amici sono un'altra cosa. Totalmente diversa. E se una persona non ha amici non può sostituirla con lo psicologo...
    Inoltre non condanno in assoluto l'uso dei farmaci. Condanno l'abuso, questo sì.
    Le malattie mentali sono MALATTIE e come tali vanno curate. Avete mai avuto a che fare con uno schizofrenico non curato (perchè i genitori insistono sul fatto che il figlio non ha niente...-_-)? Ecco, io sì. Spesso. E vi assicuro che è molto meglio che si curi.

    RispondiElimina
  12. Sono d'accordo con Cris, per esperienza diretta l'aiuto di persone competenti e l'uso controllato di farmaci possono migliorare situazioni che potrebbero diventare molto gravi.

    Chiya

    RispondiElimina
  13. Cris forse hai frainteso le mie parole: intendevo dire che appunto lo psicologo fa il suo lavoro, e una persona per lui è "solo" un paziente da curare. Nulla di male.
    Io mi lamentavo del fatto che spesso ci sono gli amici che possono fungere da psicologi quando una persona non riesce ad essere lo psicologo di se stesso.
    Peccato che gli amici spesso scompaiono misteriosamente.

    Miki-

    RispondiElimina