l'italiano medio (il trionfo dei clichè)


Torna a casa la sera dopo aver lavorato,
giusto in tempo per vedersi la finale del Grande Fratello
o de La Fattoria.
Se resta a casa, guarda Uomini e Donne per vedere
chi sceglierà il tronista Tizio entro Maggio 2008.
Nei sabati e domeniche di libertà, via al
centro commerciale, dove compra
l'ultimo Gigi D'Alessio o Vasco Rossi, perchè quello non lo prende
dal marocchino, e poi a cena fuori.
Se è un ragazzo, ha l'auto bardata come un albero di Natale,
va in discoteca e magari sniffa.
Se ha visto in tv "Il Capo dei Capi" elogia la figura di Totò Riina,
perchè l'ha assimilato come un eroe che è partito da zero
ed è arrivato dove è arrivato (poverino, in carcere).
Se ha un po' di soldi, si da arie da intenditore di champagne,
di cibi stranieri, di armi, di auto, di moto e località turistiche.
Se non ha soldi spera che suo figlio sposi qualcuno della famiglia Berlusconi,
che ovviamente vota e fa votare:
è l'unico che salvaguarderebbe i suoi interessi.
Altrimenti chi trasmetterebbe, poi, Amici di Maria De Filippi?
essì.
"Si può vincere una guerra in due,
e forse anche da solo.
Si può estrarre il cuore anche al più nero assassino,
ma è più difficile cambiare un'idea."
(Apapaia, Litfiba 1987)

9 commenti:

  1. 80%? =P
    Cmq ognuno è artefice di se stesso e del suo futuro.
    Penso che alla fine ognuno faccia quello che cazzo gli pare, e io non posso dire niente.

    Questo però non cambia l'idea che IO ho di loro.

    Ma chi se ne fotte dela MIA idea?

    Armhan

    RispondiElimina
  2. Eh purtroppo un cliscè o una corrente è determinata dalla debolezza umana miki.

    L'Italiano medio segue la massa perchè non è capace di stare in piedi con le proprie gambe.

    E' un appoggiarsi a vicenda in modo molto apatico e stanco.
    Si segue gli altri perchè non si vuole pensare a una propria strada.

    Tuttavia bisogna scegliere come comportarsi sempre. E comunque anche se è raro, a volte ci si può divertire nella mediezza^^

    RispondiElimina
  3. l'italiano medio:
    - si svena per comprare un vestito
    - mangia pane e cipolle perché ha comprato il vestito
    - si fa i debiti per comprare la macchina
    - dice che non è razzista "ma in italia i negri non ci devono stare. al massimo solo quelli che lavorano"
    - legge il codice da vinci e si vanta in giro perché "io c'ho cultura"
    - ha la terza elementare ma questo non gli impedisce di parlare di politica ("che berlusconi c'ha un sacco di soldi e pensa quello che può fare pe' l'italia")
    - si va a fare le vacanze a sharm el sheikh ("perché io viaggio. c'ho cultura")
    l'italiano medio spero che muoia sotto la sua stessa mercedes del cazzo o per un attacco cardiaco dovuto alla cocaina.

    RispondiElimina
  4. L'italiano medio che fa più danni è quello che si è arrichito (fortuitamente, illegalmente, furbescamente). Quello che magari è cafone di origine (nulla di male, sia chiaro, ANZI!), ma rinnega le origini e pensa che coi 4 soldi che ha può comprare tutto, in primis -ED E' LA COSA PEGGIORE- un po' di (finta) cultura.

    Dove sta dove sta come sta la verita?

    Moz-

    RispondiElimina
  5. La tua descrizione mi ricorda più l'italiano tamarro che l'italiano medio...E' più medio il piccolo imprenditore veneto che fa lavorare a nero i clandestini ma vuole sbattere fuori tutti i clandestini che non lavorano per lui, il siciliano che vota lombardo sperando nella raccomandazione per il figlio, il tassista romano che sa di avere le tariffe più alte d'Italia ma che non accetta la concorrenza, l'operaio che fa lo straordinario non pagato e vota l'imprenditore più ricco d'Italia, il figlio di papà in mercedes che disprezza i neri ma va con le prostitute africane perchè dice che sono brave, il commerciante milanese che non vuole fare lo scontrino....Insomma, non sono solo tamarri, non vedono tutti uomini e donne e nemmeno il grande fratello. Non hanno la macchina come l'albero di Natale. Spesso sono eleganti e vivono in villette a schiera. Ma piccoli piccoli nel cervello.

    RispondiElimina
  6. ...non mi sento nella categoria dell'italiano medio ma in quella dell'italiano col dito medio alzato...sono stufa...perché davvero una gran fetta di chi si lamenta di questo sistema di merda è proprio colui che lo ha concimato...Beppe! Qui ci vuole un altro Diluvio Universale,và!

    Mate

    RispondiElimina
  7. Quanti luoghi comuni moz... non è da te... l'italiano medio non esiste, esiste l'uomo medio e l'idiota totale... il primo fa un sacco di cazzate ma se ne rende (poi) conto... il secondo è convinto di fare un sacco di cose intelligenti e non si rende conto di fare solo un sacco di cazzate^^

    RispondiElimina
  8. Per la cronaca: il post è davvero un pieno di luoghi comuni (lo dico sin dal titolo...) , e probabilmente non è riuscito come volevo: era un post su (chi vota) Berlusconi ma non come clichè, quanto più sul modello dorato che immagina dell'Italia, fatto di gente leccatina tipo tronisti, fatto di mode, di soldi e di festini.
    Un modello pressochè qualunquista, molto annacquato, del cittadino italiano.

    Moz-

    RispondiElimina
  9. Bhe Miki di cosa ti lamenti? Cos'è che non va nella repubblica italiana? Funziona come tutte le democrazie. Ogni popolo è rappresentato dal suo governo, e gli italiani hanno il loro che li rappresenta a dovere. Sono rappresentati da pregiudicati perchè gli italiani si svegliano la mattina e come primo pensiero hanno quello di cercare di fottere gli altri. Sono rappresentati da leghisti e fascisti perchè cercare qualcuno con cui prendersela è lo sport nazionale.
    Qello che indichi come italiano medio vale per la maggioranza degli italiani. L'italiano medio è la maggioranza degli italiani, che hanno quindi i loro rappresentanti al governo. Non si può cambiare la maggioranza degli italiani. Non sarebbe più una democrazia. Allora non rimangono che due soluzioni: cambiare forma di stato o cambiare stato.
    Dato che non mi è consentito cambiare forma di stato, io sto cercando di cambiare stato.
    ©

    RispondiElimina