IL PRIMO POST sul Moz o' Clock


Come, direte voi, il primo post sul Moz o' Clock adesso?
Che importa? Il tempo lo possiamo cavalcare senza ingannarlo.
Ora quindi, per due minuti, sarà metà settembre.
L'ondata di freddo ancora non investe l'Italia, siamo in giro con le maniche corte.
I corsi non sono iniziati, la sera possiamo ancora tirare tardi.

DIN DON
Vi presento ufficialmente il Moz o' Clock - Ghiandole Surreali.

E' il mio nuovo blog, forse leggermente più introspettivo del precedente,
perchè forse qualcosa è cambiato. Ma spero di riuscire a mantenere quello che, a quanto dicevate, vi piaceva del °°PoP CoRNeR°° (dò per scontata la vostra sincerità).

Il tema portante è il TEMPO. Sarà sempre tutto molto pop, forse meno strillato, dato che, non so se avete visto, ora "pop" è il contrario di "chic" nell'ennesima merda defilippiana. Sono stato previdente, forse. Ora, per tutti, "pop" significa "che balla roba moderna e veste senza fronzoli".

Voglio ringraziare assai il mio amico SandroArmy, che gentilmente -e senza che glielo chiedessi!- mi ha creato anche questa head (dico anche perchè era sempre lui l'ideatore della precedente). Grazie mille, Sandrino!
Voglio ringraziare altrettanto assai voi tutti lettori e in primis amici che pazientemente leggete le mie divagazioni da due anni (lo fate per dovere d'amicizia, ditelo!)

Le nuove sezioni che troverete sono:
-miki2o, due atomi di Moz (pericolosissimi) e uno d'ossigeno (per riprendervi). In pratica sono i post "classici", dove si parla di tutto e di più. Presto questa etichetta ospiterà anche l'angolo Revival, ovvero la riproposizione, in forme diverse, dei vecchissimi post. Come sono cambiate le cose?

-mikipresenta, come lascia intendere il nome di questa etichetta, io ospiterò uno alla volta tutti i miei amici bloggers, che qui sul Moz o' Clock presenteranno loro stessi e il proprio spazio. Idea simpatica, no?

-miki e... , ovvero Moz contro un argomento preciso, raccontato anche con aneddoti personali ripescati negli annali della memoria.

-mikigiudica, ossia le recensioni di film-libri-fumetti-serial-album-echipiùnehapiùnemetta. Giudizio severo e impietoso, sperando di esservi utile, anche se poi vale sempre il "de gustibus..."

Chissà se prima o poi altre etichette si aggiungeranno a queste, tipo un "mikipedia"... vedremo.

Oggi (sì, oggi-oggi, non un oggi di metà settembre ma oggi di quasi metà ottobre) ho capito di essere innamorato delle pale eoliche. Non c'è nessun riferimento freudiano-sessuale in questo.
Le amo come i tralicci, forse anche di più. Un impatto alieno alla vista.
Tra la terra brulla o su collinette verdi, si stagliano come oggetti extraterrestri e ruotano, ruotano, ruotano. Ruotando fanno WUN WUN WUN. Producono energia.
Sono bellissime, surreali, lontane.

DIN DON
L'ondata di freddo ancora non investe l'Italia, siamo in giro con le maniche corte.
I corsi non sono iniziati, la sera possiamo ancora tirare tardi.
E il mio cuore è ancora piuttosto calmo.
Ma settembre finirà presto, poi verrà ottobre, poi il resto...

WUN WUN WUN...

"Ti vorrei insegnare l'equilibrio
sopra un mare che è sempre tempesta,
per vivere il mio tempo
e starci bene dentro...
Sorridi ora..."
(Vivere il Mio Tempo, Litfiba 1999)

19 commenti:

  1. Ottima idea quella di dare maggiore importanza al tempo... buon proseguimento^^

    RispondiElimina
  2. Quel miki2o potrebbe essere abbreviato in "m2o"... =P lol

    Comunque, per quanto riguarda le pale eoliche, per me vale lo stesso anche per altre cose di questo stesso tipo: i tralicci con i fili elettrici che tu stesso prima citavi, le zone industriali viste da lontano con gru, scale e comignoli...
    Sono tutte cose a cui (quasi) nessuno da peso, ma che invece danno un certo "feel" ad un ambiente.

    Cosa sarebbero- ad esempio, tanto per tirarla lì - i manga senza un classico scenario cittadino con tutti i cavi elettrici che si intrecciano, le vedute aeree dei quartieri di periferia le vie con i muretti e i giradinetti ecc.

    Insomma, non so se mi sono spiegato, ma penso che tu capisca cosa intendo ^^

    RispondiElimina
  3. Mi fa piacere che implementi le etichette e i comparti della tua poppy lair.

    Le pale eoliche, si sono un elemento singolare, non sputtanate.

    Magari ad averle nel proprio paesaggio sempre forse perderebbero anche di significato bho.

    Alla ricerca del raro.

    Bhè buon niu star

    RispondiElimina
  4. Io voglio la mikipedia! Ti prego!
    Senti, al mio paese stanno costruendo un'enorme centrale eolica...Per strada in macchina incontro enormi camion che trasportano le eliche giganti...Figata!
    Trasferisciti qui!!!^^

    P.S.: purtroppo il tempo è l'unica cosa di cui l'uomo non può disporre a proprio piacimento. Purtroppo è metà ottobre e questa cosa niente la può cambiare. Il tempo scorre e se ne fotte di tutto...Per questo è figo!

    RispondiElimina
  5. ..waaaa..un altro amante dei pali eolici..ehehe..prrrrr...xD ...(l'altro è mio fra :P) ...questa volta hai postato una delle mie canzoni preferite dei Litfiba..*.* YUUUUUUUUUUUPPI DUUUUUU!;D
    buona serata!=)
    Anas*

    RispondiElimina
  6. @Ire: grazie mille e buon proseguimento anche a te col tuo nuovo spazio^^

    @Arm: più che agglomerati stile periferia cinese, a me piacciono proprio i paesaggi coi tralicci e le pale. Nella campagna ad esempio, proprio in ambienti dove risultano alieni...

    @Marik: raro non molto, per fortuna. Si stanno espandendo. Ma appunto, sembra una invasione extranormale... anche i tralicci... il fatto che producano o trasmettano energia, li rende vivi.

    @Cris: vero, il tempo corre e basta, senza farci respirare. Però appunto, secondo me possiamo provare a capirlo, e viverlo meglio e appieno, giungendo a un compromesso tra date di scadenza e ticchettii delle lancette.

    @Anas: Vivere il Mio Tempo, del periodo litfibiano 90's, è la mia ballata preferita. Splendida.
    Ah, e con tuo fratello e Armhan siamo già in tre! Lui cosa ci trova nelle pale?^^

    Miki-

    RispondiElimina
  7. Finalmente, Michelozzo è tornato davvero in forma!
    A me piacciono molto le pale eoliche della gola di Popoli, quando vai verso Pescara e le vedi in cima alla collina colpite dal vento che si incanala nella gola.

    Chiya

    RispondiElimina
  8. Valè...e tu che ci vai a fare fino a Popoli??
    Comunque non conosco quelle pale, quelle che vedo sempre sono le pale visibili sull'autostrada verso l'Abruzzo...(ma ancora in Puglia, mi pare)
    Quelle a cui mi riferisco nel post, invece, le ho viste ad Orsara di Puglia, erano TANTISSIME e ti circondavano... era una cosa surreale!^^

    Moz-

    RispondiElimina
  9. Ti sarai sentito come Don Chisciotte o Sancho? Beh le pale eoliche sono un pò come mulini a vento del futuro, no?! ^_^
    A Popoli ci passo quando vado a Pescara.

    Chiya

    RispondiElimina
  10. Moz, è sempre un piacere per me esserti d'aiuto (e/o collaborare).
    Come ben sai, il design è stato frutto di un tuo modo di concepire il blog e di una mia concretizzazione (spero fedele) di questo tuo pensiero. Eppure suona strano dirlo: Non è servito troppo tempo per idearne la grafica; tempo (inteso come tempo cronologico) per il tempo, un tempo (inteso come periodo) per avere un tempo, tempo (inteso come tempo meteorologico) per un certo tempo.

    La mia concezione di tempo è sfasata ed incompleta; se il tempo funziona ad ingranaggi e bulloni tutto ciò appare spanato, perchè?

    Darò una risposta nel prossimo disegno (sempre se vuoi e sempre se avrò na risposta), nel frat"tempo" il Moz scandirà gli eventi cronologici sicuramente spaccando il secondo.

    Lunga vita, oops, lungo tempo al
    "Moz'o'clock"

    Sandro Army

    RispondiElimina
  11. @Vale: come ... Donkey Shot, semmai!! :p
    Oh, am che vai a fare a Pescara? Io a Pe ogni tanto ci vivo anche, passa a trovarmi!^^

    @Sandro: sei stato perfetto. I colori, lo sfondo della head, tutto.
    Aspetto la tua risposta, se arriverà, e per ora continuiamo a spaccare il culo ai secondi!!^^

    Moz-

    RispondiElimina
  12. @Miki: certo, possiamo imparare a capire e vivere meglio il tempo. Ma non possiamo fare proprio niente per disporne a nostro piacimento.
    E' per questo che fin dall'antichità ha preso la forma degli dei più misteriosi e iperscrutabili...

    RispondiElimina
  13. ..lui(..oltre a fare l'architetto)le VENDE!!!!!=P ..si è innamoLato delle pale..xDxDxD ..beh..devo dire..chein montagna..d'estate..sono uno spettacolo..wuuuuuuuuuuu wuuuuuuuuuu wuuuuuuuuu :P
    che le pale siano con te :P
    buon weekend Miki!!!!!!;D
    smack!:*
    Anas*

    RispondiElimina
  14. @Cris: è vero, il tempo corre inesorabile. Però credo che, capendone meglio i meccanismi, e di conseguenza sfruttarlo al massimo e viverlo con serenità, equivalga un po' al piegarlo al nostro cospetto.

    @Anas: DAVVEEEEERO? Vende le Pale??
    *____*
    Hai ragione, queste Pale sono spettacolari!!
    Un abbraccio :)

    Moz-

    RispondiElimina
  15. Come promesso eccomi qua a dare una sbirciatina al tuo 'nuovo' blog. Interessante l'immagine delle pale, curioso come ti porti a riflettere.....come l'immagine che suggerisci.....quella di una campagna tranquilla, apparentemente inanimata, quasi brulla, nel cui contesto si muovano nel relativo silenzio, queste gigantesche pale, che paradossalmente nel Disegno, producono e rappresentano la più viva energia, il movimento.........è come riflettere sul tempo, sulla sua inarrestabile corsa, sulla sua stoccata o beffa all'apparenza di immobilità........la vita, il tempo corrono inutile credere alle apparenze.....possono scandire i nostri passi e qui si può avere l'illusione, parafrasandoti, di piegarli al nostro cospetto e uso o, immancabilmente, irretiti da un'apparente immobilità, possono destabilizzarci o finanche travolgerci, perchè mai in nessun caso essi si arresteranno........e quando lo faranno....non sarà un bel momento..speriamo almeno una fine degna dell'inizio, il mentre ed il termine stesso:)
    Mary

    RispondiElimina
  16. @Mary: grazie mille per essere passata dal Moz O' Clock!!^^
    Dunque... hai ragione... il tempo di certo non si arresta, non si ferma per nessuno, manco per Dio...
    ..ed è altrettanto vero che prima o poi i meccanismi si fermeranno, ovviamente per i singoli. Tutti abbiamo una data di scadenza, una deadline, ma l'importante, per me, è appunto rendere grandioso il tempo fino a quel momento, per un gran finale mozzafiato...
    ...ma il più presto possibile, lo auguro a tutti :)

    Moz-

    RispondiElimina
  17. .......volevi dire più 'tardi' possibile vero?!? :)
    ....altrimenti non è carino il tuo augurio:P

    :)

    Mary

    RispondiElimina
  18. Ahahaha sì, scusate...
    Insomma, per evitare incomprensioni...
    VI AUGURO UNA LUNGA E FELICE VITA!^^

    WUN WUN WUN...

    Moz-

    RispondiElimina
  19. Ciao grazie per essere passato, la donna bacarozzo apprezza XD! ^^

    Annathetekken ^^

    RispondiElimina