Luca era gay (anzi frocio, come disse Mauro Belli)


Ultimamente tratto troppo spesso argomenti con tematica frocesque.
Evidentemente sono argomenti tornati di moda e io non posso che sguazzarci dentro come farebbe Bruno Vespa di fronte ad un nuovo delitto di Garlasco.
*
Il fondo era stato toccato con la signorina Tatangelo, che ci raccontò delle mirabolanti imprese di un suo amico, che infelice e contento si barcamenava tra lacrime, fondotinta e un po' di invidia (per chi? Per Gigi e Anna?).
*
L'ora cominciamo a scavare, invece, ci riporta sul palco dell'Ariston, dove pare che Povia, che ricorderete come cantore dello stupore dei bambini e del becco degli uccelli (e non è un doppio senso...), porterà un brano che spiega le cause dell'omosessualità - felicemente superata- di un certo Luca.
Luca era diventato gay (che parola squallida, da lobby: io ne uso altre, senza offesa) per motivi famigliari.
Povia e Luca tengono a sottolineare che se i genitori sono troppo premurosi e ti viziano, diventi culattone (per gli amici di Milano e del nord che mi seguono).
Povia e Luca ci dicono che se i genitori divorziano o litigano diventi ricchione (per gli amici di Napoli e del sud che mi seguono).
E dicono che se vivi con sorelle e giochi con le loro bambole, se ti manca un padre e cerchi un modello maschile forte, diventi frocio (per gli amici di Roma e del centro che mi seguono).
*
Quindi, che tu sia troppo amato, o troppo odiato; se sei magro o grasso, alto o basso; se mangi tanto o poco, se preferisci vedere un film o un cartone, se giochi a basket o calcio, se vai in moto o in bici..., diventi un peccatore (per gli amici fondamentalisti d'Italia che mi seguono).
Insomma, si sbaglia sempre, sbagliamo tutti.
Ci vediamo all'inferno.
*
Luca (Benvenuto) era gay, sì.
Il primo poliziotto omosessuale della tv non è piaciuto alla Polizia di Stato (quella vera!), così questo personaggio è stato anestetizzato e sterilizzato.
Luca era gay, ora è quasi etero, presto sarà commissario.
Con buona pace di Mauro Belli, che si rivolta nella tomba.
Anzi, pare sia proprio scappato dal cimitero.

8 commenti:

  1. Dopo i bimbi e gli uccelli pensavo fosse arrivato il turno dei preti (giusto per restare in tema di clichè), invece povia (volutamente in lettera minuscola..) ci infila i gay. Ovviamente dopo un trans che vince l'isola dei famosi, una schiera di travestiti che inonda le reti mediaset e non risparmia nemmeno la rai non poteva mancare l'omosessualità a san remo con il povia di turno. Schematizzare un gusto sessuale riconducendolo ad una malattia (ovviamente non genetica altrimenti sarebbe colpa del Creatore, e ovviamente Lui non sbaglia mai...) o meglio ad una perversione, una sorta di malattia dell'anima in puro stile ratzingeriano è tra le cose più stupide partorite dalla mente umana quindi perfettamente abbinate ad un programma da prima serata rai uno.
    Abituare il popolino a ciò che pensano i padroni è compito delle televisioni di stato, peccato che in Italia i padroni si siano scelti da soli, ma noi italiani ci abituiamo a tutto! Si pensa che la specie umana si sia evoluta ed abbia sopraffatto le altre specie proprio per la sua maggiore capacità di adattarsi all'ambiente. Noi italiani siamo l'esempio dell'evoluzione della specie umana!

    ©

    RispondiElimina
  2. Io credo che le perversioni abbiano svariate origini, ma penso che molte ubbidiscano alla matrice genetica, in parole povere se ci sono, vengono "risvegliate" da precisi eventi.

    L'Omosessualità, come tante altre viene sempre vista con stupore in tv, come fosse un fenomeno da baraccone, è una cosa nuova da vedere "dall'altra parte dello schermo" che dovrebbe rappresentare un mondo ideale costellato di perfezione e tette sublimi.

    Il popolo mediatico, la vedrà sempre come il "fenomeno" distante quasi, dalla realtà.
    Sembra assurdo ma le persone hanno metabolizato questo doppio modo di ragionare, che io sintetizzo quando sento dire: Che brutta quella; allora io penso che se incontrassi una tipa così me la potrei sposare dato che la tv ci spinge a pretendere sempre l'impossibile.

    RispondiElimina
  3. Esiste una sua forma ancora più scandalosa: che salta fuori la polemica televisiva al fine di catturare l'ennesimo cog**one di turno, pronto a "emettere suoni senza senso" sulla questione.

    La canzone, da quanto ho capito, narra la storia di un ragazzo che, come dice il titolo "era" gay mentre ora non lo è più.

    Ma "essere stato gay" cosa significa? Da quando in qua "Essere stato gay" significa "Essere guarito da una malattia"?

    Io non vedo altro che questo: UN CAMBIAMENTO. Il resto che vi è intorno è solo la consueta inutile deprimente chiacchiera pre-sanremese.

    Vedrete poi nel Dopo-Festival! Altro che deprimente e consueto!

    Comunque, © che dice: "Invece povia, volutamente in lettera minuscola" è in assoluto il miglior commento di sempre!
    Ahhahahahaha!

    RispondiElimina
  4. Procede procede xD
    ...ho già esaurito 10 euro di evidenziatori..mauhaauahau..ora stoo perdendo la voceeeee...per ripetere tutte quelle cose..inutili..=P
    ...miiiiiiiiii forzaa che sei arrivato!!!!!;D la tesii..*.*
    ora torno a studiare..stasera vadu al cinemaaaaa..yuhuuuuuuuu!!!
    ...mi raccomandoooo...iniziamo il conto alla rovescia per Sanremo..seeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee =P
    baciuzzoliiiiiiiii:*
    Anas*

    RispondiElimina
  5. Credo che sia uno dei post più belli che abbia mai letto.
    E il titolo con foto abbinata è a dir poco geniale e azzeccatissimo XD
    Comunque non penso che abbiano fatto guarire il commissario Luca Benvenuto, hanno solo deciso di ignorare la cosa sperando che il pubblico italiano non si ricordasse della sua frociaggine XD
    Mah, per il resto sai come la penso e te lo ripeto: Povia, i suoi bambini e i suoi piccioni, può infilarseli allegramente dove non batte il sole XD
    Baciuz! *O*

    RispondiElimina
  6. Complimenti per l'ironia sopraffina ed azzeccatissima, Miki^^ Riguardo alla questione, trattare l'omosessualità come una malattia (curabile o meno) è squallido. Questo a prescindere essa sia 'causata' da questioni genetiche o una semplice scelta in base a gusti personali e sottolineo sacrosanti e legittimi!
    La scelta 'politically correct' da parte dell'entourage di Distretto di Polizia, è frutto di questa mentalità malsana che purtroppo è espansa a macchia d'olio. Una marea di stupidi clichè e beninpensanti che si sprecano per voler classificare semplici persone che dovrebbero essere giudicati per altro che esuli chi amano stringere sotto le lenzuola!
    ...ora torno alle mie scartoffie Miki, ciao

    Mary

    RispondiElimina
  7. Moz, e che ca**o basta cn questo post!

    Sarei felice domani se aprendo stò "maledetto" blog leggessi qualcos'altro! Datti una mossa!

    Ahahahaha! Stò scherzando, era solo una stupida occasione per salutarti! A presto MOZzicone!

    Stay Vain!

    RispondiElimina
  8. Cucùùùùù!xD
    Sono passata per augurarti una buonanotteeeeeeeee...un buon risveglio..un buon inizio settimana..buon inizio mese..carnevale e dtao che ci sono..buon sanremo..prrrr...skerzu:P
    ciauuuuuuuuuu Moz!;D
    baciuzzi:*
    Anas*

    RispondiElimina