°Papi, mi compri un paio di calze turchesi?

"Di notte voglio entrare
nella televisione,
staccare tutti i fili
con la tua benedizione!"
(Maudit, Litfiba 1992)

Io sono sempre stato contro Facebook.
Lo considero l'ultima frontiera della povertà umana.
La fine della privacy, il trionfo del più basso voyerismo, peggio del Grande Fratello.
E non venitemi a dire che "serve per rivedere l'amichetto delle elementari, quello che una volta mi ha fatto dare un morso al panino con la mortadella!" o che "serve a tenersi in contatto con la gente che altrimenti non sentirei mai!".
E' il trionfo della futilità.
*
Ma ora ho un alleato, in questa mia crociata contro la povertà umana!
L'Informazione di Regime!
Dovendo distogliere l'attenzione sulle malefatte di qualcuno, tra festini e puttanelle, ora che certi Lodi sono stati bocciati, ora che l'autogol con la nemmeno troppo velata minaccia ad un giudice è realizzato -con calze turchesi e sigarette dal barbiere...- , bisogna correre ai ripari.
E quindi, attaccare Facebook, che nei suoi "gruppi" a cui affiliarsi, c'è quello che incita ad uccidere (ma come, poi?) una certa persona. Così come ci sono quelli che incitano ad ucciderne (ma come, poi?) altre mille. O che inneggiano al Duce, o al Kinder Pinguì. O all' "ancora due minuti e poi mi alzo".
*
Che importa il motivo? Che importa se serve a distogliere lo sguardo su ciò che davvero avviene in Italia, confondendo le menti di chi guarda il Tg4 tra la prima e la seconda parte di Tempesta D'Amore?
L'essenziale è che ora posso dare inizio al mio piano di controllo di tutti coloro che sono iscritti su Facebook, e nessuno potrà dirmi niente!! Perchè ai Piani Alti sono con me!
Vi taggherò a morte tutti quanti, fottuti stronzi! RA-TA-TA-TA-TA-TA!!!

13 commenti:

  1. "E non venitemi a dire che "serve per rivedere l'amichetto delle elementari, quello che una volta mi ha fatto dare un morso al panino con la mortadella!""

    Ahahahah

    Comunque è vero, FB è la più grande trovata coesiva per la massa. Ed è vero che svende la privacy di tutti.

    Come dici, mi rendo conto che moltissime persone si iscrivono "giusto perchè è in", e sono consapevole che su FB esistono i mitomani che ammetono migliaia di "amici" giusto per avere un numero elevato di fruitori della propria privacy.

    Però non lo condanno in modo così netto come fai te, poichè (se solo potessi iscrivermi XD) ne ricontatterei di p......e XD

    Alla fine sta a ogniuno quanta vita privata riversarci, e via discorrendo. C'è chi addirittura inserisce foto di neonati per dire...

    Insomma come ogni cosa la dose fa il veleno.

    C'è naturalmente quella fetta di utenti di FB che si iscrive per vivere nel passato, poichè nel presente non ha nulla, e trova congeniale quel metodo per immergersi nel grande "revival".

    Discorso riallacciabile a programmi come "i migliori anni della nostra vita" di conti o altre cose nostalgico-malinconiche che servono per l'italiano medio o l'italiano con uno scarso e triste presente.

    RispondiElimina
  2. Miii facebook non l'ho mai sopportato..non ci sono..non c'è il mio nome..ma soltanto alcuni omonimi..:p Preferisco ricordare alcuni amici teneramente..e non calvi e con la denteria..altri meno teneramente..xDxDxD Non mi va di sapere con chi sta Tizio..o delle nuove meches di Tizia..nè di scrivere tivibì a chi..mi ama virtualmente ed odia realmente.....concordo con tutto ciò che hai scritto..purtroppo il 99% delle persone che mi circondano non la pensano così..

    ..resto legata al blog, al myspace..xD buona domenica :D
    Anas*

    RispondiElimina
  3. "Gruppi che inneggiano al Kinder Pinguì" XDDD
    Io non ho Facebook, non che non ci abbia pensato e come dice Yami dipende da come lo usi, se non metti foto o non scrivi nulla sul tuo profilo non è detto che la gente debba necessariamente sapere qualcosa di te. Del resto anche MSN può diventare invasivo a modo suo. Io non ho Facebook perchè in una parola, m'inquieta, come dice Yami c'è gente che mette foto di minorenni e non si rende conto di quanto possa essere "poco opportuno"; una cara amica ungherese usa Flickr per mandarmi le foto aggoirnate della famiglia e dei suoi bimbi, io sono contenta ma sono sempre tentata di dirle che la trovo una cosa sbagliata, anche se mi rendo conto non sono affari miei. Diciamo che non mi sono votata a FB perchè ho paura sia un tipo di "potere" che potrebbe ritorcesi contro di me.
    Forse un domani mi passerà questa paura...
    Chiya

    RispondiElimina
  4. Ti sei fatto facebook sì o no?
    A me mi state tutti sul cazzo, comunque, che c'avete da ridire sui social network, ma nel senso che ve la prendete con la parte "network" e non con quella che compone la parte "social" (le bellissime persone). Ci sta poco da fare: finché la gente è cretina, cretini saranno i siti, cretini saranno i contenuti che ivi verranno condivisi, cretini saranno i commenti, cretino sarà tutto.
    Se ci pensi è solamente la versione moderna del diario delle medie, solo che non è sulla carta.
    Per quanto riguarda la questione della privacy, nuovamente: facebook non ti costringe a condividere col mondo le tue mutande a pinguinetti, se lo fai su facebook l'avresti comunque fatto in qualche altro modo. E poi, paradossalmente, una cosa che non so se - da non-fruitore di facebook - sai: ha il sistema di personalizzazione della privacy più avanzato di tutto il resto dei siti. Puoi letteralmente scegliere chi può vedere cosa, impedire a specifiche persone di vedere specifici tuoi contenuti, e, se ti pare, impedire a tutti quanti di vedere qualsiasi altra cosa che non siano, che ne so, la tua data di nascita e posto in cui vivi. Potresti benissimo essere su facebook a mo' di rubrica, in questo modo, letteralmente soltanto per avere disponibili e chiari i contatti della gente che conosci. Che poi uno tra gli amici ci metta cani e porci, ripeto per la quindicesima volta, è perchè sceglie di metterci cani e porci.
    Ma in ogni caso, se alla privacy tanto ci si tiene, si può benissimo salvaguardarla. Fidati che niente e nessuno, figurarsi internet, te la viola. Non vuoi le tue foto su internet? Non ce le metti, chiedi agli altri di non mettercele.
    Vuoi metterci le foto di tuo figlio neonato (cito YamiMarik) per farle vedere ai parenti in Sardegna? Benissimo, crei l'album, ci metti le foto dello sgorbio, imposti la privacy in modo che solo zio e zia Sardegna possano vederlo.

    Quindi io personalmente 'sta demonizzazione di "facebook!!!" non la comprendo. Comprendo ancora meno la gente che la sera non fa altro che farsi foto l'un l'altro e giurare di taggare tutti, invece che pensare a fare una bella serata e non rompere i coglioni, e ancora meno di questo comprendo chi sente il bisogno di creare 12 gruppi mongoloidi al minuto, ma d'altronde puoi benissimo cancellare queste persone dalla lista di amici o cliccare un tasto che dice "nascondi" e non riceverne più notizie.
    Come sempre: non è il mezzo, è l'uso che se ne fa.

    Detto ciò, io facebook ce l'ho e talvolta mi piace utilizzarlo per le stronzate (ma se non ci fosse facebook, stai tranquillo, troverei altre stronzate in cui convogliare lo stato d'animo fancazzista), ma specialmente perché è l'unico modo che ho di sentire il mio migliore amico che sta "a l'Austraglia" e che ha il pc solo a lavoro e niente msn.
    Mi ha fatta iscrivere lui, poi che io ci metto le foto dei miei disegni è colpa mia.

    RispondiElimina
  5. Rispondo in maniera generale a tutti voi.
    In realtà, avete prestato più attenzione alla parte cazzara del mio post (la mia -comunque giocosa- avversione per FB) che alla frecciatona che ho rivolto all'informazione di regime, che è il vero senso del post, cioè come creare un nuovo "nemico" quando l'"amico" è nei guai.

    Inutile dire a chi mi riferisco, ci arrivate da soli e comunque è scritto chiaramente nel post.

    Una persona influente perde punti, per svariate questioni (escort, festini, minorenni, "papi", rogne giudiziarie e autogol clamorosi sui suoi canali informativi...) e allora gli stessi suoi organi informativi creano una "deviazione" per far parlare d'altro.
    E, da diverse sere, attorno all'ora di Sturm der Liebe (staaaaay!), si sente demonizzare FB perchè tra i suoi gruppi ha quello "uccidiamo il tizio di cui sopra". Senza ovviamente accennare al fatto che ci sono gruppi tipo "ucciadiamo altro tizio" e "altro caio". Quindi, è una palese e bassa manovra di tentativo (spero mal riuscito) di distogliere l'attenzione su quanto avviene davvero in Italia e su quanto sta avvenendo al tizio di cui parliamo.

    Che poi io abbia voluto prendere tutto nel mezzo (come però HO SEMPRE FATTO nel mio blog, attaccando -ma sempre molto acidamente e ironicamente- quante più cose possibili), è solo puro divertimento.

    Ciò non toglie che quel che penso, davvero, di FB, sia che è davvero una trappola.
    Tra le altre cose: un amico si era cancellato, e, dopo i tristi fatti del sei aprile duemilanove, ha dovuto -per motivi di università- ri-registrarsi... scoprendo che il database di FB NON LO AVEVA MAI CANCELLATO, ma era rimasto tutto come prima!

    Oppure, ancora, amici che, facendo test e quiz incrociati, si sono ritrovati annunci e spot molto particolari (che riguardavano loro forti passioni, come moto, auto, ecc). Insomma, sudbole indagini di mercato.

    O ancora, la possibilità di essere rintracciato (è vero, puoi rifiutare l'amicizia, ma fino a che punto?) in tre diversi modi: per nome, per luogo, e tramite i contatti di altri.

    Poi, è chiaro che ogni cosa, usata come si deve (anzi, sfruttata) può dare frutti positivi. Ma questo riguarda pochi, mi sa. L'85% invece pare sia quello che ti deve tagghare e deve avere mille amici a tutti i costi.

    Ma tanto, questa povertà umana non durerà, se metteranno FB al banco degli indagati. Assieme al tizio di cui sopra, PER il tizio di cui sopra.
    Ah, l'ultima frase è acida, ed ironica. ;)

    Buona Domenica. Anzi,Domenica 5.

    Miki-

    RispondiElimina
  6. Dai fatti facebook, così metti le foto di Fiocco e io clicco "mi piace" e mi gaso tantissimo.

    RispondiElimina
  7. ahahaha! Ma quelle te le passo su messenCer! ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  8. Si, è come dici. Alla fine è facile demonizzare determinate piattaforme per "autovittimizzarsi" quando le pressioni di merda iniziano a insozzare la propria immagine.

    Ma come sai non è la prima volta che accade una cosa del genere.

    Circa i "gap" di FB, bè mi pare ovvio che una volta iscritti non ci si cancella mai davvero, basti pensare che riiscriversi è facilissimo e immediato. Stesso discorso su badoo ecc.

    Quindi...

    RispondiElimina
  9. Hai ragione Miki, non ho risposto al vero post, ho scelto la parte cazzara, senza offesa era più semplice rispondere, probabilmente. Non solo tramite FB accadono le cose che dici, semplicemente andando su internet e cliccando alcuni siti ti ritrovi non si sa come con pubblicità spam relativa ai siti che frequenti. Per la qustione della cancellazione di FB sapevo, ma potrebbe non essere attendibile, che nessuno viene mai cancellato dal database.
    Comunque, imputato e condannato FB, passeranno ad un altro "innocente" da accusare.

    Chiya

    RispondiElimina
  10. hi.. just dropping by here... have a nice day! http://kantahanan.blogspot.com/

    RispondiElimina
  11. Ciao Miki! Madò, quanto tempo che manco da questo spazio...In realtà manco un po' dalla mia vita social-virtuale, ma vabbè...
    Su FB ti ho sempre detto quello che penso: FB è niente più niente meno che un medium e come tale c'è chi lo usa e lo subisce senza metterci un minimo del suo cervello e c'è chi lo usa come usa msn e i forum. Alla fine non è molto diverso...Ha solo l'interfaccia più carina!
    Tutta questa paura io non ce l'ho, tanto nell'era del villaggio globale la parola privacy assume nuovi connotati...
    E poi oltre a servirmi a ritrovare un paio di persone (che poi puntualmente riperdo, che diciamocelo, l'effetto "quanto tempo!" dura davvero poco...) ci gestisco bene la parte della mia vita dedicata al cosplay.

    RispondiElimina
  12. Ma in verità in verità ti dico:
    per lungo tempo ebbi fb, una di quelle che lo usava spesso, immagina tutta la mia voglia di scrivere incanalata in fb poichè non avevo ancora un blog...hai presente? Hai finito di inorridire? Ok.

    Un giorno, al tempo in cui volevano chiudere wikipedia Italia in quanto er nano voleva sta legge bavaglio del cavolo, ero appunto su fb e chattavo con un mio caro amico che si trovata dall'altra parte dell'Europa e che era ignaro di cosa stesse succedendo qui in Italia. Al che gli spiego SULLA CHAT PRIVATA "Oh ma lo sai che quel mentecatto vuole chiudere wikipedia per via della legge bavaglio?" sempre sulla chat privata mi appare scritto ( e non lo aveva scritto il mio amico che tra l'altro manco lo vedeva ) " La tua conversazione è stata ritenuta offensiva e quindi bannata " ho fatto immediatamente un copia incolla e l'ho postata sulla bacheca pubblica...gia mi ero rotta le scatole di fb li mi hanno dato solo conferma di tutto quello che pensavo. Per quanto riguarda la frase nella chat si cancello automaticamente dopo un minuto circa.

    Ma te rendi conto?

    RispondiElimina
  13. Ammazza, quindi scusa... altro che chat privata!!! Oo
    C'è una sorta di filtro che riesce a leggere le parole scomode oppure proprio monitorano le discussioni??

    Moz-

    RispondiElimina