°London Calling, un po'(st) razzista

Girovagando in rete, su Crimeblog, leggendo della strage di Erba, di un agguato mafioso, ma non -ahimè- di Lili Paravidino, ho trovato una notizia che mi ha colpito più per la foto che per il contenuto.
O meglio, per la foto connessa col contenuto.
In pratica, è successo che nello scorso settembre, un signore omosessuale è stato pestato a morte da quei tre ragazzi che vedete in foto.

L'articolo completo lo trovate qui.

Comunque, torniamo alla foto e al contenuto della notizia.
Mi ha stupito che, a compiere questo gesto razzista-sessista, sia stata proprio una persona che, legata -come si vede dall'immagine- ad un certo colore, in teoria proprio non dovrebbe minimamente pensare di poter fare quel che ha fatto.
E infatti, credo, tale persona non dovrà stupirsi se in carcere sarà protagonista di qualche evento spiacevole, considerato il colore. E, la stessa persona, non avrebbe dovuto stupirsi nemmeno se, in passato, fosse stata protagonista di eventi spiacevoli nella sua vita da libero cittadino londinese.
Anche io sicuramente avrei da ridire. Direi a quella persona che quel colore fa schifo, che dovrebbe vergognarsi; che, come persona -o meglio, animale- è un'offesa per l'evoluzione.
Che questa scimmia mentale sta infangando lo stadio di Homo Sapiens Sapiens.
Cioè, dico, nel 2010, come si può anche solo pensare di indossare quell'orrenda sciarpa rossa su una giacca di pelle nera?
Non è un'offesa per l'evoluzione stilistica? Quel colore non fa, effettivamente, schifo, abbinato al resto?

Ah, ok. E' chiaro che anche per gli altri due avrei da dire qualcosa.
Quella di mezzo, con la faccia da cattiva delle fiction, la metterei in un'ala maschile del carcere.
Ce la vedo bene in mezzo a fusti tatuati, con quel sorrisetto.
Il nipote di Zio Tom invece lo metterei ai lavori forzati, per ricordargli come i suoi avi si siano spaccati il loro culone per farlo vestire come un avvocatino.

6 commenti:

  1. ahahahahah XD

    Bhe, oltre al danno la beffa (del destino) direbbe qalcuno :D

    ummm vediamo

    il primo soggetto, la bionda con la sciarpa rossa con lo sguardo teutonico mi pare piena di frustrazione, forse il suo ex era gay XD

    per la signorona al centro fisserei un appuntamento con Jack lo Squartatope, giusto per rimanere nella ormai(poco) vittoriana londra :D

    mentre per il nostro piccolo donald trump super abbronzato ci vorrebbe una bella lezione di storia, dove la sua cara vecchia inghilterra aveva le colonie dove probabilmente suo nonnno è morto per cogliere l'ultimo chicco da una piantagione XD

    quello che c'è d(i)e[n]tro non è mai quello che sembra :)

    RispondiElimina
  2. ciao moz hai perfettamente ragione,le ultime tre righe mi hanno fatto davvero riflettere è tutto verissimo!!

    RispondiElimina
  3. Vogliamo parlare del taglio di capelli della tipa al centro? Totalmente fuori moda! Dovrebbe essere insultata in pubblica piazza durante la settimana della moda a Parigi!!!
    Scherzi a parte, io mi chiedo: una città come Londra, uno degli agglomerati urbani più grandi d'Europa, una città multietnica da secoli, come può ancora essere teatro di questi episodi?
    Ci sarebbe molto da dire, purtroppo viviamo un'epoca molto confusa. Mi ricorda molto l'epoca fra le due guerre mondiali. Brividi.

    RispondiElimina
  4. Sono di passaggiuuuuuuu..per augurarti un buon weekend :D
    bacione:*
    Anas*

    RispondiElimina
  5. Buon weekend :D
    un bacione:*
    Anas*

    RispondiElimina
  6. ..ma il protocucciolo?:p
    buon weekend Miki!:D
    Anas*

    RispondiElimina