> i ricordi

Sotto la pelle c'è quello che cerco,
gli sguardi lucidi parlano di quello
che non mi vuoi dire
per non ferire...
(Frank, Litfiba 1999)
                                               POST A PAROLACCIA ZERO

Ho una memoria di ferro. Ricordo i particolari, i dettagli.
Ricordo i ricordi.
A volte la memoria può fare cilecca, e capita che non ricordi bene cose che dovrebbero essere importanti.
Ma può darsi, forse, che non siano poi così importanti, almeno per me.
Sono attratto maggiormente dalle piccolezze che dalle cose più semplici da ricordare.
Ah, non ricordo quasi mai le date: perdonatemi ma sarà difficile che io vi faccia gli auguri di buon compleanno.

I ricordi che ho del passato sono sempre legati a sensazioni.
Ricordo giornate spese a giocare in cortile, e giornate interminabili passate a scuola, specie alle elementari, quando le ore sembravano non finire mai e i pomeriggi erano un miraggio al di là del tempo e dello spazio.
Ricordo che quei pomeriggi servivano a svolgere i compiti per casa, e magari ci scappava qualche cartone in tv. Nel migliore dei casi potevi invitare un tuo amico a giocare, ma se l'amico in questione non era in classe con te le cose si facevano difficili.

Ricordo momenti precisi come quando mi sono reso conto di saper leggere, e ricordo perfettamente dov’ero, con chi ero, cosa ho letto e dove l’ho letto. Affianco ad un caminetto, sotto una finestra, con mio padre.
Ricordo anche quand’è stata la prima volta che ho capito che poteva interessarmi il confronto tra l’italiano e le altre lingue. Ricordo anche qui dov’ero. Nel bar di un albergo. Tra "impossible" e "impossibile" non c'era poi tanta differenza.

Ricordo tutta la gente che incontro. A volte però mi succede che, tra i tanti, solo una persona mi colpisca così profondamente che poi... ricordo solo questa. Succede quando mi innamoro. E' raro, ma capita.
Ricordo facilmente anche le cose che studio. Mi basta leggere una volta, magari scrivermelo in fretta, e lo registro nella mente. Magari, se devo ricordarlo per un esame di cui non mi importa niente, posso ricordarmelo da 30 e scordarmelo dopo aver preso 30.
Ma è tanto tempo che non prendo un 30. Però è successo.
Perchè ricordo a tutti che non ho mai avuto troppa voglia di studiare, che io ricordi.

APERITIVO DEL RICORDO
-carota tagliata a rondelle;
-salsa rosa;
-Crodino;
-vodka alla fragola;
-una fetta d'arancia.
Tagliate la carota a rondelle, preparate la salsa rosa e gustate questo abbinamento sorseggiando il Crodino con un goccio di vodka alla fragola guarnito da una fetta d'arancia.



20 commenti:

  1. Questo è uno di quei discorsi infiniti...io ho dimenticato tante di quelle cose...che poi la mia memoria si divide in memoria a breve e a lungo termine..io la breve proprio non ce l'ho...diventerò rinco prima del tempo. Te l'ho già detto che diventerò rinco presto?:D

    RispondiElimina
  2. Incredibili! Perché dico incredibile? Perché proprio ieri sera ho scritto un post sui ricordi, che probabilmente posterò questa notte...e tu oggi ne parli. ^^
    A volte penso che le 'cose' siano nell'aria, e qualcuno le capta...

    Io anche ho molti ricordi, ma la mia memoria è imbattibile solo a lungo termine, ovvero ricordo gli eventi del passato remoto, l'infanzia, i momenti, i profumi...ma per i ricordi a breve termine sono un disastro. Sono capace di chiederti la stessa cosa dieci volte nel tempo, oppure per esempio, era una settimana che dovevo rimettere il credito sul cellulare, e ogni volta che andavo in tabaccheria per altre cose, me ne dimenticavo...tant'è che mia madre, disperata ^^, me l'ha ricaricato lei il cellulare.
    Mettiamo che di ritorno all'iper mercato debba passare a fare carburante...automaticamente me lo scordo. ^^ Mi salvano i promemoria del cellulare.

    Se incotro qualcuno, lo ricordo? Dipende chi incontro, ma già dopo due giorni non ricordo dove l'ho incontrato...ecc...eh eh! Saranno i precursori dell'Alzheimer? ^^
    Spero di no, credo sia solo il mio essere perennemente distratto, con la testa fra le nuvole, ma ci sono dei detti sulle persone distratte:

    - Mi piacciono le persone distratte, perché significa che hanno idee e che sono buone. Gli stupidi e i cattivi hanno sempre presenza di spirito.
    Charles Joseph

    - Sembra quasi che noi abbiamo conquistato e popolato mezzo mondo in un momento di distrazione mentale.
    Sir J. R. Seeley

    Poi ci sono studi che affermano che le persone distratte abbiano il cervello più grosso...^^ Io mi crogiolo in queste affermazioni...ma so che rimarrò un perenne distratto e dimenticherò sempre tutto, tranne i VERI RICORDI.

    Ispy

    RispondiElimina
  3. che bello, un post sui ricordi...
    da quanto tempo non scrivevi qualcosa a riguardo!
    si vede che stiamo tornando in sè, piano piano..... ;-)

    Miki mi rispecchio molto in ciò che hai scritto: anche io "ricordo i ricordi", ricordo una persona ed un luogo ed una situazione in virtù delle sensazioni che ho provato.

    Oppure se sento una canzone che ho ascoltato in una situazione particolare, mi ritorna in mente tutto di quella situazione, ciò che provavo in quel momento.

    Per il resto anche io, come Ispy sono molto distratta, se mi presentano qualcuno resetto nome e faccia dopo un'ora, inoltre spesso dimentico gli impegni - quelli che mi seccano soprattutto - e poi perdo anche le cose....e questo è un guaio, perchè a volte mi succede nei posti sbagliati e non riesco più a recuperare nulla!

    Avere una memoria di ferro è davvero importante, soprattutto negli studi io lo vedo con mio fratello che all'università ha una marcia in più, invece io ho solo una "memoria fotografica" ed ho dovuto un pò faticare con le materie!

    Mentre leggevo il post e pensavo ai ricordi, mi è venuta in mente un film di Anna Magnani, la grande attrice che ho amato in "Anna dei miracoli" (un vecchio film in bianco e nero che secondo me è un capolavoro italiano): l'attrice si trovava su di un treno e conversava con un viaggiatore, parlando della guerra e della miseria dalla quale lei stava tentando di fuggire...non ricordo bene cosa le avesse chiesto l'uomo, forse se aveva perso il marito in guerra, ma mi colpì tantissimo la sua risposta:
    "Dio non è stato buono con me: mi ha lasciato i ricordi!
    Io ricordo tutto di lui, di noi..."

    Questa frase mi ha colpito molto, ed infatti tantissime volte ho maledetto i miei ricordi, quelli che ricordo da anni e che non vogliono proprio abbandonarmi...
    sì, i ricordi sono come la vita: un pò inferno, un pò paradiso! :-)

    RispondiElimina
  4. @Around:
    ahaha!
    Ma guarda, ovviamente anche io ho dimenticato molte cose... però sono convinto che le cose importanti restano per sempre nel nostro cuore e nel nostro cervello ;)

    @Ispy:
    in realtà il post non è nuovo, ha già qualche mese ed era stato scritto come inedito del MoC Mag uscito in estate. L'ho ripreso e ampliato.
    Comunque sì, una strana coincidenza!
    Hai ragione, i VERI RICORDI non si scordano... :)

    @Scarlett:
    Conosco il film ma non mi sembra avesse a che fare con la Magnani... almeno credo.
    In ogni caso... sì, è vero anche questo: spesso i ricordi sono un peso da sostenere. Ma penso anche che quelli così, del passato, non dovrebbero poi pesare tanto, no?
    Perché ce ne sono altri più recenti e più belli, magari.

    Ecco, sono tornato ottimista.
    Ma non è che sia tornato proprio in me... semplicemente sto accettando le cose come stanno, poco a poco, perché tutto comunque va avanti e l'avanti sicuramente riserva delle novità, dei... nuovi ricordi!
    Come si dice... "chi vivrà vedrà" e io voglio vivere e vedere.

    Moz-

    RispondiElimina
  5. oh merda!
    sì la grande attrice di "Anna dei miracoli" è Anne Bancroft.... chiedo venia, mi sono confusa!!! -.-

    Il film di cui ti ho citato la frase era con Anna Magnani, invece, ma non ricordo il titolo!

    sì hai ragione, ci sono ricordi più belli e recenti che annullano quelli più vecchi e dolorosi... e menomale, il tempo cambia le persone, e non è vero che ci sono cose non cambiano mai... tutto si trasforma e si evolve, in bene ed in male!

    Sono contenta che tu stia recuperando forza e ottimismo; ogni giorno che nasce porta con sè un nuovo miracolo, l'opportunità di un nuovo inizio... ed ogni giorno ci è dato distruggere una galassia per costruirne di nuove: ecco il bello della vita, reinventare noi stessi!

    Fare, disfare...oggi quello, domani l'altro... ma un punto fermo, una stella guida in mezzo al mare della vita... io ce l'ho! :-)

    RispondiElimina
  6. @Scarlett:
    grazie mille per le tue parole, perché mi infondono sempre ottimismo.
    La vita va presa come viene, cercando di lottare per trarre maggiori benefici da quel che ci viene offerto.
    A volte si vince, a volte si perde. Ma si può anche pareggiare, guadagnandoci sempre qualcosa.

    Moz-

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. E comunque io adoro i puzzle..ma anche il Didò con le formine. Se tu sei fermo a 12 anni io mi sa che son ferma ai tempi dell'asilo! XD

    RispondiElimina
  9. @Around:
    il didò piace anche a me, specie per l'odoreeee! XD

    Moz-

    RispondiElimina
  10. Ho sempre nutrito la convinzione che avere una memoria ferrea fosse indice di intensità caratteriale ed emozionale.

    Ogni istante della vita viene, spesso inconsapevolmente, reso importante a tal punto da essere sempre presente nella mente.

    Credo esista una capacità di immagazzinamento di informazioni, e una capacità di ricordare i momenti o le sensazioni della vita(discorso che si può allacciare, forse anche ai neuroni cardiaci).

    Non sono sicuro esista un'esatta correlazione tra le cose, ma potrebbe anche darsi che vi siano casi in cui le possibilità coincidano.

    Senza dubbio la capacità di ricordare è direttamente proporzionale all'interesse che proviamo verso qualcosa.

    Posso comprendere esattamente l'entità del post poichè come sai anche la mia memoria è pressochè attendibile al 99.8% su ogni evento vissuto. :)

    Sono certo che non ricordi ancora la domanda "zero" che ti posi riguardo a Ganishka nel maggio del 2006 nonostante ne abbiamo parlato almeno tre volte. :)

    Sono ad ogni modo convinto che ricordare ogni evento, sia arricchente, perchè ci consente di maturare e ponderare delle idee che altrimenti non avremmo.

    Ricordare permette di comparare esperienze di vita multiple di varie estrazioni temporali inducendo e scaturendo l'inevitabile raffronto delle emozioni che ne derivano.

    Credo che, chi ha un ottima memoria, ami la vita.

    RispondiElimina
  11. Yami...sono Ispy!! Sono mesi che cerco di contattarti, che fine hai fatto? Passa per il mio blog, mi mancano i tuoi commenti!! Rifatti vivo!!
    Ti aspetto!

    Ispy

    RispondiElimina
  12. @Marik:
    per caso mi chiedesti se Gani fosse un mago oltre che Apostolo? :p

    In ogni caso, ti do ragione sulla tua ultima frase: chi ricorda ama la vita.
    E il tuo commento mi fa venire in mente una cosa... i ricordi come bagaglio personale per comparare nuovi aspetti.
    E se questi ricordi fossero... falsi ricordi?
    Nel senso di "viziati" da noi stessi, come se ci fossimo fatti dei film... chissà ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  13. Miki hai ragione
    i ricordi sono "viziati" dalla nostra percezione, dal nostro modo di viverli... anche quando ricordiamo, l'essere umano procede creando un "arco di distorsione" che può variare in base a tantissime cose: il proprio stato d'animo - se era emozionato, agitato, irato, indifferente - il grado di coinvolgimento emotivo, il livello di attenzione...

    per questo motivo, credo che i ricordi siano tra le cose più soggettive che esistano...

    RispondiElimina
  14. @Scarlett: esatto.
    La cosa bella (e forse a volte amara) è che i ricordi non sono nè uguali per tutti, nè sono frammenti di situazioni percepite da tutti alla stessa maniera.

    Io spero solo che alcuni miei ricordi in particolare siano belli e paritari sia per me sia per una seconda persona ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  15. sì, capisco cosa intendi dire... è una speranza che tutti abbiamo! :-)

    RispondiElimina
  16. @Scarlett:
    la speranza non si spegnerà ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  17. boh, dopo ieri sera credo che la speranza sia l'ultima cosa che mi è rimasta, almeno per adesso!

    cmq sia, a proposito dei Tarocchi: preferisco che le domande che hai e il tiraggio li facciamo in separata sede, rispetto al blog!

    Se sei d'accordo, prendo il contatto msn e ti faccio un invito... ok?

    RispondiElimina
  18. @Scarlett: ma certo!
    I contatti msn e twitter sono pubblicizzati apposta nel caso qualcuno avesse piacere di dialogare oltre il blog ;)

    Ti aspetto :)

    Moz-

    RispondiElimina
  19. Ohhhh finalmente posso commentare!:P
    Miiii purtroppo io ricordo TUTTO!Infatti questa cosa ha sconvolto molti miei amici..mauahauh..ricordo cose importanti e cose futili..anche relative ai tempi dell'asilo!:P Tra l'altro ho sempre avuto un'ottima memoria visiva..ora però credo di averla un pò persa..chissà..lo scoprirò tra qualche anno!;D

    Anas:"mamma ti ricordi quando eravamo in canada ed io mangiai la bababa al parco giochi perchè tu non volevi riportarla a casa?"
    Mamma:"Cosaaaaa?!Ricordi certe cose..."

    Ah, i Diabolik non li ricordo così bene..soltanto quelli vecchi..dipende...se non mi colpiscono tendo automaticamente ad eliminarli dalla memoria =)

    Mh..quando mi innamoro è tragica!Il ricordo diventa ossessione..LOOOOOOOL!

    Detto questo scappu a cena,
    buona serata!;D
    Anas*

    RispondiElimina
  20. @Anas: quando ero più piccolo, fino ai miei primi 100-150 Dk, riuscivo a ricordare il titolo dell'episodio semplicemente guardando la quarta di copertina col personaggio XD

    Anche io ricordo molte cose di quando ero piccolo^^

    Moz-

    RispondiElimina