> take me to autumn side

Se poi ripenso a quello
che arriva sul più bello
mi sento mistico,
quasi fantastico...
(Canto di Gioia, Litfiba 1999)
                                                                             POST A PAROLACCIA ZERO
Figli delle stelle in ascolto, eccoci qui.
Si torna alla routine, alla quotidianità, alla normalità.

Il caldo, il troppo caldo, ha lasciato spazio all'aria frizzante dell'autunno, i ventilatori sono stati riposti negli sgabuzzini e dagli armadi abbiamo già tirato fuori i maglioncini e i giubbini di mezza stagione.
Come l'estate appena terminata, questo settembre sarà un settembre diverso.

Innanzitutto perché qualcosa nella mia vita è cambiata, per sempre. Poi perché sono cambiate delle piccole cose che ormai erano quasi dei capisaldi, tappe fisse settembrine.
Ovviamente però, altre ne sono arrivate. Tutto si trasforma.

Questo è il primo settembre dopo anni e anni in cui non comincerà una nuova stagione del mio telefilm italiano preferito. Potrei anche guardare Squadra Antimafia, è vero, ma non è lo stesso.
E' da un anno che uso Twitter.
Bilancio? Se dovesse mancarmi non cambierebbe poi molto, ma è un piacevole plus e a volte è stato un canale preferenziale per sapere alcune cose.
Mi diverte usarlo e poi ultimamente sembra essersi ravvivato parecchio. Pensate che un mio hashtag è arrivato in prima posizione in tutta Italia. Sono soddisfazioni.
Ma non vorrei che questo rappresentasse i miei quindici minuti di gloria, perché altrimenti me li sarei giocati così, con un #TiOdioPerché.

E' vero che io amo l'estate, perché è il periodo dove hai meno imposizioni. Il periodo delle ferie e del divertimento.
Insomma, il mio periodo. Ci sono anche nato, dopotutto.
Ma l'autunno ha qualcosa di magico. I colori, le giornate che si accorciano, il fresco.
E i pomeriggi che passi con gli amici a giocare a qualcosa, a chiacchierare al caldo, mentre fuori piove.
Le passeggiate col sole sempre più tiepido, le foglie che cadono, le luci dei lampioni che riempiono di arancio splendore i viali e i giardinetti, mentre le grida dei ragazzini che rincorrono una palla sembrano già l'eco lontana di ciò che accadeva un mese prima.

La scuola è ricominciata, e pure l'università. Ho ripreso a studiare e a fare esami, gli ultimi. Anche se gli esami non finiscono davvero mai.
Il premio per un esame passato con un bel voto, però, arriva sempre: c'è qualcuno che festeggia un compleanno e ti riempie di pizzette e dolci, nonché di gioia per qualche ora.
In fondo è tutto qui.

L'atmosfera che mi piace è anche questa. Mi torna alla mente quando, anni fa, mi recavo in alta Italia coi miei, per una settimana post ferragosto sulle Alpi. Ricordo che all'epoca non vedevo l'ora di rivedere quei colori caldi dell'autunno, di tornare sui libri, di tornare a fare sport, di rivedere la pioggia e il freddo, con i pomeriggi passati a guardare cartoons facendo una buona merenda.
E' da pazzi, forse. Ma io, quando sono in una stagione, sento la mancanza di ciò che non ho sul momento.
Perché sono insoddisfatto, forse. Sono umano.
E ora che che ho le foglie che cadono, che ho la frescura, che avrò la festa di Halloween e di San Martino, già lo so che desidererò i due metri di neve dello scorso inverno.

PIADINA DELL'ADDIO ALL'ESTATE
-una piadina;
-tonno;
-pomodoro;
-peperone verde;
-maionese.
Tagliate a dadini il pomodoro, e a pezzetti piccoli alcune strisce di peperone. Riscaldate la piadina, poi farcitela con queste cose più il tonno rigorosamente ripulito dall'olio. Aggiungete maionese, wrappate la piadina e mangiate: l'autunno è arrivato.




14 commenti:

  1. A me sembra più una piadina estiva :P
    Penso che al posto del peperone metterò strisce di pomodoro verde...non ti offendi vero? :P
    A me l'estate non piace più di tanto.
    Preferisco le altre tre...l'estate passa e non te ne accorgi nemmeno, mi lascia sempre un po' di tristezza...la percezione che il tempo scorre troppo veloce. Le altre stagioni invece ho sempre il tempo di gustarmele per bene :)

    RispondiElimina
  2. Harry, I'm gonna let you in on a little secret.
    Every day, once a day, give yourself a present.
    Don't plan it, don't wait for it, just let it happen.
    Could be a new shirt,a catnap in your office chair or two cups of good, hot, black coffee.
    Like this.
    - A present. Like Christmas?
    - Yeah.
    Man, that hits the spot.
    Nothing like a great cup of black coffee.

    La foto è tratta da Twin Peaks!!!!!!xD
    Su, Miki non pensare sempre alle stagioni future..goditi quella presente...prrrrrrrr ;D C'è un tempo per tutto..anche per le stagioni..mi piacciono tutte per la loro fugacità..che ti consente di assaporarle e non annoiarti..perchè poi arriverà un'altra :P

    RispondiElimina
  3. @Around:
    beh infatti è una piadina per salutare l'estate :)
    Non vedi che fuori è tornato il caldo? Wah!^^
    In ogni caso, è vero che l'estate scorre veloce, proprio perché ha molti meno freni, paletti, limiti dettati dalla quotidianità.
    A me piace anche per questo. E' la mia stagione preferita ma non la vorrei per 12 mesi, sarebbe troppo e finirei per odiarla, sicuramente...
    Però l'estate, proprio perché è così fugace, è per me una sfida riuscire a gustarmela bene! Quest'anno è stata diversa dalle altre volte, ma non mi lamento ;)

    @Anas:
    certo, è una foto tratta da TP (che mi ricorda sempre tanto l'autunno anche se il tutto si svolge tra fine inverno e primavera...).
    L'interno del RR, ehehe :)
    Bellissimo il dialogo che citi, perché è una cosa a cui credo davvero: un piccolo regalo ogni giorno, una cosa da niente, eppure potrebbe renderci felici.
    Questa antifona l'han capita con l'ovetto kinder, e infatti hanno fatto successo XD

    In ogni caso io mi godo sempre tutto il presente, ma ho anche sempre (ahimé) la mente proiettata al dopo, a ciò che si potrebbe fare, a ciò che posso organizzare anche l'estate prossima, per dirti...
    Che devo fare??^^

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. @Ispy:
    in realtà anche io mi ero prefisso (anzi, avevo sperato) qualcosa per settembre, in realtà non succede ancora niente e niente succederà.
    Perché comunque è sbagliato ragionare a mesi, entro il 30 deve succedere qualcosa sennò amen. Magari quel qualcosa succederà a ottobre.

    In realtà mi do molto poco da fare nella vita, anzi diciamo che le uniche cose per cui mi do da fare sono i divertimenti XD

    La frase sul caffè che dici è proprio quella di cui parlavamo qui sopra io e Anas.
    Ho capito che non bevi il caffé, ma ogni tanto allora concediti un ginseng, o un cioccolatino. Eì una frase retorica anche questa :)

    Moz-

    RispondiElimina
  6. Non bevendo il caffè mi concedo un ottimo tè all'arancia e cannella *.* gnammeteeeeeee xD

    RispondiElimina
  7. Ogni stagione porta con sè una atmosfera propria, una particolare firma, una nota di profumo che non somiglia a nessun'altra...

    Io amo l'estate, e tremo al pensiero dei primi freddi e della neve: vorrei piuttosto ammirarla scendere lentamente e posarsi sulle cose, piano piano, ma non essere fuori casa a sentire freddo!!

    Del resto, anche io nasco ai primi di settembre, quindi amo e riesco a sopportare il caldo e le temperature molto elevate, al contrario sento freddo dai 20 gradi in giù.... -.-

    Ma amo anche l'autunno: i suoi colori arancio ed ocra, la luce seppiata, certi profumi nell'aria mi ricordano le età passate e inevitabilmente il tutto i trasporta dal passato al presente!

    PS anche io ho il mio piccolo "istante magico" durante il giorno e spesso è quello in cui prendo il mio ginseng con una spruzzata di cannella di sopra... ahhh che meraviglia!

    RispondiElimina
  8. @Anas: è proprio ciò che intendo. Il caffè è una metafora (manco io lo bevo) di una piccola cosa gustosa e piacevole durante l'arco della giornata. Un regalino a noi stessi che ci dia un istante di sorriso... ;)

    @Scarlett: io sopporto sia il caldo che il freddo, amo entrambi.
    Così come amo, e tanto, l'autunno.
    L'istante magico allora vedo che ce lo abbiamo (quasi, vero Ispy?^^) tutti, io forse anche più d'uno al giorno.
    Il segreto forse è davvero nelle parole di Dale Cooper ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  9. ... dopo una giornata di studio come questa le tua parole mi strappano un sorriso .. e come tu sai è raro per me! Io odio questa stagione, come ben sai, e odio ancor di più quella che arriverà. Non so perchè i tuoi pensieri trapelano un velo di nostalgia per qualcosa che forse non tornerà, ora Moz mi ti metti a fare il nostalgico rubandomi la scena! e noooooo!!!! Stai cambiando o sei solo in sintonia con la stagione, fresca, malinconica!:*

    RispondiElimina
  10. @Denebola:
    la malinconia è presente ogni qual volta qualcosa termina. Ma, dal mio canto, comincia già il gasamento per il nuovo.
    Io sono di quelli "una fine è un nuovo inizio", e infatti mi sto gustando alla grande questo inizio d'autunno che ci ha regalato ancora un po' di sole. Così come mi gusterò i due metri di neve che arriveranno, e anche quando verrò a spalarti la strada :p

    Moz-

    RispondiElimina
  11. Welcome to, to the autumn side,
    welcome to, to the autumn side..

    Buon inizio autunno, cara dolce mia metà ;)

    RispondiElimina
  12. @Sandrino:
    anche a te un welcome to the autumn side, che ci sta regalando ancora qualche giorno di tiepido sole tutto da gustare! XD

    (dolce metà... perché tu sei un hotdog e io un tiramisù? :p tirami su l'hot dog XD)

    Moz-

    RispondiElimina
  13. .... ed io dalla finestra della mia camera ti osserverò in tutto il tuo altruismo!!!! :D

    RispondiElimina
  14. @Denebola:
    magari quest'anno al posto di fracicarti la testa sui libri, potresti scendere a dare una mano al mio altruismo (che in realtà è puro egoismo: mi serve come arma da tirar fuori per rinfacciare qualcosa al Comune semmai ce ne dovesse essere bisogno! XD)

    Moz-

    RispondiElimina