> i miei 90's

SOTTOTITOLO: IL PERIODO SOSPESO
Cambia la rabbia dal mio corpo
quando ci sei,
e ogni problema
è un labirinto fantastico!

(Spirito, Litfiba 1994)
                                                   POST CONTENENTE UNA PAROLACCIA
Questo post chiude idealmente la trilogia iniziata con il post del 21 febbraio 2011 e continuata con quello del 19 maggio dello stesso anno.
Ora che il tuffo negli anni novanta è stato effettuato, posso parlare personalmente di questo periodo. I miei novanta.
Sì, perché per come la vedo io, per come io l'ho vissuto, è stato un periodo come sospeso nel tempo, magico. 
Quello a cavallo tra le scuole medie e il ginnasio.

Parlerò quindi di questo periodo, che esiste certo per tutti. Solo che il mio è scandito da prodotti tipici di quegli anni: magari, il vostro, non avrà Certe Notti di Ligabue come sottofondo ma, chessò, La Gasolina o la Lambada.
Ma non è questo che conta. Perché per me, per te, per voi, questa parentesi di vita, con pur tutte le problematiche varie ed eventuali, è l'ultima frazione veramente spensierata.
Sei ancora troppo incosciente per metterti seriamente sui libri e pensare al futuro. Sei ancora troppo immaturo per l'amore, eppure il cuore comincia a batterti e cominci a provare interesse concreto verso quell'argomento che chiamano sesso.

Niente è così davvero magico come lo si vede in Beverly Hills, Dawson's Creek oppure O.C.; nessuno parla come se si recitasse a teatro, ma nascono le prime "passioni": cerchi di elevarti musicalmente, ascolti i Nirvana che Cobain è morto pure da poco ed è già un mito; cerchi di apparire più adulto, e quindi ci scappa la sigaretta o una boccata di spinello; devi crescere e quindi ti spingi sempre un po' oltre coi tuoi gusti.

Diventi improvvisamente competitivo, da un lato. Dall'altro, ti rincoglionisci sempre più. E' una ribellione frenetica che non sai dove vuole portare, e se debba poi portare a qualcosa. Alcuni non ne sono mai usciti, ne ho continuamente la prova. Pomeriggi passati in cameretta a pensare a chissà cosa. Tutto, tranne studiare. Che tu prenda 4, il giorno dopo a latino, beh... sticazzi. Non arrivi a preoccuparmi minimamente per le conseguenze. Giugno è così lontano, si può sempre recuperare.
E' meglio uscire con l'amico che ha lo scooter, e visto che è ancora caldo, si può scorrazzare finché non cala la sera.
La radio passa continuamente Bella di Jovanotti o Menta e Rosmarino di Zucchero.
Lo sport che praticavi fino a qualche mese prima ora ti sta stretto: meglio far qualcosa coi nuovi amici e iscriversi tutti assieme in palestra, o a basket.
E io ho fatto proprio così: ho marinato la scuola, ho detto un mucchio di bugie sui miei bassi voti, andavo tutte le sere a un club di amici, con le prime birre e le prime uscite tutti assieme.
Ma questi giorni li ricordo anche perché cominciai la mia avventura scoutistica, una delle poche cose di cui ho nostalgia. E cominciai la lettura del mio fumetto preferito #1 ossia Berserk, nonché la collezione concreta del mio fumetto preferito #2 ossia Diabolik.

Cominci a seguire la moda, ti interessi di marchi e firme. La Energie con me ha fatto i soldi neri, e tuttora devo ammettere che è rimasta una delle mie case d'abbigliamento preferite, per lo meno nel catalogo più urban e meno tamarro.
Al cinema era come una festa ma senza il sapore magico che si avvertiva quando, da piccolo, andavi a vedere l'ultimo classico Disney. Anche se Indipendence Day è rimasto uno dei miei film che ho più a cuore in assoluto.
La mia televisione raccontava le vicende di Molder e Scully, e si poteva arrivare anche a vedere il programma di seconda serata.

Insomma, che abbiate anche voi avuto o meno questo sfondo, il risultato non cambia. Sono pronto a scommettere che, seppur con qualche differenza, il vostro "periodo sospeso" è molto simile al mio.
Poiché l'inizio dell'adolescenza è un casino per tutti.

TRAMEZZINO 90'S
-pan carré;
-senape;
-prosciutto cotto;
-formaggio tipo fontina.
Da gustare sia freddo che riscaldato sulla piastra. Una Pepsi è l'ideale.



20 commenti:

  1. Oddio la Gasolina, quanto la odio!!
    I Nirvana...e i Doors? Jim Morrison era il mito delle frasi dei diari! LOL
    "Se un giorno ti svegli e non trovi il sole, o sei morto o sei tu il sole!"
    è la prima che mi viene in mente tra tutte..
    Oddio...mi hai ricordato le prime puntate di X-Files...quelle si che erano belle..un'estate fece così caldo che riuscivo a vedere le puntate delle 3 di notte..indimenticabili!
    Ricordo la Energie..avevo la mia maglietta preferita!! E quando ho avvuto il primo walkman davano certe notti.... eeeh *sospiro*
    Ma ti ricordi anche le canzoni dance? Corona, La Bouche, Robert Miles..

    Troppo bello questo post! :))

    RispondiElimina
  2. Io sono sempre più convinto che il passato è bello perché è passato, perché appunto dimentichiamo le macchie di quegli istanti o semplicemente perché eravamo troppo piccoli e immaturi per identificarle come tali.

    Io non sono un tipo molto nostalgico, perché per me non ci sarà passato finché non vivrò bene il presente tanto da poterlo ricordare con affetto e nostalgia.

    Gli anni '90 li ho vissuti dal '95 in poi... prima ero troppo piccolo per ricordare, e sono stati anni in cui vedevo il mondo con una lente speciale: la lente del bambino.
    Ora lo vedo con un'altra lente, ma va benissimo anche così, perché comunque sono giovane e posso vivere chissà quante emozioni nel consumare questa vita. ^^

    Ispy

    RispondiElimina
  3. Miki anche io ho vissuto gli anni 90 come "sospesa", incastrata tra la realtà e la fantasia della mia mente sempre molto immaginifica; sebbene fossi già adolescente, leggendo questo bel post mi sono venute alla mente tante cose, alcune bellissime ad altre un pò meno...

    quando finisce l'infanzia? questa è una risposta soggettiva, perchè c'è qualcuno che (purtroppo) diventa un adulto molto prima di avere compiuto 18 anni, come c'è chi ne ha 30 e passa e non lo è (ancora) diventato!

    Ieri sera ho visto l'ultimo capolavoro del maestro Miyazaki, che ha avuto il tempo di lasciarci La Collina dei Papaveri: e vedendo questo bellissimo film d'animazione ho compreso (se ce ne fosse bisogno) che il nostro passato da protetto e difeso ogni giorno, perchè noi siamo un individuo ma anche un popolo ed una nazione e dobbiamo essere orgogliosi del passato e delle nostre radici!

    "Un uomo che non metta radici è un uomo morto..."

    un bacio!

    RispondiElimina
  4. @Around:
    la gasolina, mamma mia che cesso di canzone ahaha!
    Le frasi sui diari delle femmine sono spettacolari... ed èvero, Jim è sempre il più citato (penso lo sia tuttora)
    X-Files io l'ho visto tutto, ma è vero che i primi episodi avevano quel non so che (forse proprio perché primi, o forse proprio perché eravamo più piccoli noi).
    Le canzoni dance segnavano l'estate: io ricordo Living on my Own di Freddie Mercury, Scatman, Corona, Usura Datura ecc... :)

    @Ispy:
    è vero, il passato è bello solo perché passato... quando lo vivi come presente fa sempre schifo perché pensi ai problemi (piccoli o grandi) che hai, e non a ciò che di bello c'è in giro. Dopotutto è sempre così, è tipico dell'uomo -per tornare a due post fa- vedere sempre più il lato negativo e lamentarsi.

    Però sinceramente io non so se tornerei ad un mio passato, tipo quello dal 2004 al 2008, per dirti. Perché comunque non ricordo questi grandi divertimenti topici, o forse perché semplicemente è sin troppo vicino.

    In ogni caso non volevo parlare degli anni 90 in sé (lo feci già in passato) ma parlare di questo "periodo sospeso", in cui sembra non fregartene di niente o fregartene di tutto, in cui sei un ribelle senza causa e in cui cominci ad appassionarti a delle cose... potrebbe essere successo negli anni 70, 80, anche nel 2000 :)

    @Scarlett:
    beh io sono quello che a 30 anni ancora non diventa adulto :p
    Mio fratello è un grandissimo fan di Miyazaki e ha tutta la filmografia (alcuni film, di quelli che ancora non si trovavano nella nostra lingua, li ha in inglese) e perciò ho avuto la fortuna di poterli vedere nonostante non sia al 100% ciò che cerco (l'unico film di Miyazaki che figura nella mia cineteca è Lupin III - Il Castello di Cagliostro).
    Però ammetto che è geniale nel descrivere quel mondo rurale e passato... ecco, forse Miyazaki davvero riesce sempre a trovare il "periodo sospeso"!

    Moz-

    RispondiElimina
  5. “Welcome aboard
    relax your mind
    you are protected
    you a-re pro-tec-ted
    we are starting the journey
    towards the unknown
    destination infinity, infinity, infinity...”
    Niente da fare, gli anni '90 erano meglio, persino nella musica da discoteca :) e nessuna spiegazione razionale o sentimentale mi convincerà mai del contrario...
    "E non ho mai capito un'altra cosa: perchè le femmine, di colpo, piangevano?"
    Questo l'ho preso dall'altro post... è vero, l’avevo rimosso, si comincia a piangere di brutto :) ... ma perché poi?

    RispondiElimina
  6. @Nina:
    ahaha, ti sei letta anche l'altro post?
    Beh, il perché del piangere di colpo me lo dovete spiegare voi donnine... io ricordo le mie amiche in terza media/ginnasio che di botto riempivano i Tempo di lacrime.
    Ma così, senza alcun apparente motivo.
    Ahahaha. Secondo me era per l'amùr.

    Sulla musica: quella degli anni 80/90 è stata superba. Dal 2000, come una magia di maledizione, si è rovinata diventando eccessivamente truzza. Forse solo attualmente sta tornando un po' più melodica :)

    Moz-

    RispondiElimina
  7. Mah... nel periodo sospeso ci sono ancora e chissà per quanto tempo ci resterò, volente o nolente :P
    Comunque mi viene in mente Baywatch che faceva verso le sei, quando finivano i cartoni. Sabato Disney, che preferivo sempre al catechismo nelle umide case di Isola "vecchia", Domenica Disney e tanto altro.
    E compravo più penne e pennarelli di quelli che mi servivano a scuola. Ah, poi c'era il rientro e l'odore di inverno all'uscita di scuola.

    Ruby Rubacuori :D

    RispondiElimina
  8. @Ruby:
    non ho capito chi sei ma vabbé, posso arrivarci :)
    Beh, allora benvenuta nel periodo sospeso... in fondo l'ho sempre detto che l'adolescenza è eterna, e noi siamo sempre in preda ai suoi umori :)

    Moz-

    RispondiElimina
  9. ...muahuahuah..la Gasolina!xD ...ah, io guardavo anche "Non è la rai" :P LOOOOOOL!xD All'epooca c'era Ambra con "t'appartengo ed io ci tengo
    e se prometto poi mantengo
    m'appartieni e se ci tieni
    tu prometti e poi mantieni
    prometto, prometti" mauhauaha :P Alle elementari era un tormentone insieme a Corona e in seguito alle Spice Girls. Molti impazzivano per Raz Degan e i Backstreet Boys e altre band maschili scomparse nel nulla. Ti ricordi i "Neri per Caso"?LOOOOOOL!E "Brutta" di Alessandro Canino?!?mauahauah..ok, basta con le canzoni!

    Ricordo che in quel periodo si usava il tamagotchi e il calcolatore dell'amore!Li odiavo!Sai che il mio nome non era compatibile con gli altri nomi?mauahauha xD Comunque l'adolescenza non è il massimo..>.< Dopo le medie bisognerebbe passare ai 19 anni :P E' stato come rinascere :D

    Le raagzze piangevano per gli sbalz e per attirare l'attenzione!Al ginnasio c'era una che piangeva come una fontana tutte le mattine!-.-" Forse l'1% piangeva perchè voi maschi non scrivevate tivibì sui loro diari..prrr xD

    RispondiElimina
  10. @Anas: sì, il tamagotchi è parte proprio di quel periodo... tutti rincoglioniti a dar da mangiare al cucciolo virtuale.

    Grazie per aver svelato il segreto del pianto femminile XD
    TVB (almeno non piangi)
    Prometto, prometti. Giura.

    Moz-

    RispondiElimina
  11. ..ma LOOOOOOOOOL!xD Sei sempre il solito :P In ogni caso, il pianto faceva molta scena...anche il tipo più duro dopo un pò si inteneriva..ah, le ragazze!xD Beh, c'è chi piange ancora oggi...forse dovrete aspettare l'arrivo della menopausa :P Dopo piangeranno per altri motivi...ok, lasciamo stare!:P Comunque ogni volta che entro nel tuo blog mi perdo nei ricordi..ho ritrovato una canzone che adoravo alle elementari..LOOOOOOOL!Questa ragazza era davvero simpatica...vedi che combini!xD

    http://www.facebook.com/video/video.php?v=171758022926968

    RispondiElimina
  12. @Anas: LOOL e chi è? l'unica ragazza di NonèlaRai a non aver avuto successo? :p

    Non la ricordo questa canzone, forse mai sentita... ma il sottofondo sembra Io con te vorrei essere già sull'autostrada FREEWAY! (dei Beehive :p)

    Moz-

    RispondiElimina
  13. Io gli anni novanta non li ho effettivamente vissuti, perchè nata all'inizio di quei dieci anni che hanno sospeso un pò tutti: finisce il secolo 900 e inizia il nuovo millenio.

    Però ammetto che ho recuperato dopo. Ricordavo vagamente le canzoni dei Queen che sentiva mio padre quando io ero piccola, Beverly Hills me lo sono sciroppato nei pomeriggi dei compiti delle medie, con le nuove messe in onda. E poi ho vissuto gli ultimi anni del walkman, delle polaroid e di quando l'hula hoop si faceva ancora nelle feste tra i ragazzini. Ora invece vedo mia sorella e mi accorgo del cambio dei tempi.

    Bel post come sempre :)

    L8D

    RispondiElimina
  14. @Lady8Dark:
    grazie mille :)
    Beh, diciamo che i tuoi anni 90 sono come i miei 80. Io sono figlio degli ottanta e li ho anche vissuti (me ne son perse tre, però, di annate) ma ovviamente non con eccessiva coscienza.
    Però per come sono, per come mi sento di essere, sono profondamente calato in quel contesto (di cui gli anni 90, almeno la prima metà, sono una continuazione effettiva).

    Hai ragione: oggi le cose sono diverse. Anche negli anni 80 e 90 si diceva che la nuova generazione (la generazione x) era rincoglionita, così come lo diciamo noi oggi.
    Evidentemente anche noi non riusciamo a comprendere i nuovi arrivati. Sarà così?
    Oppure sono davvero diversi, figli di una modernità eccessiva che non abbiamo avuto (social, virtuale ecc)?
    Secondo me in fondo siamo sempre tutti uguali... cambia qualche sfumatura :)

    Ohi, ti aspetto oggi per il compleanno... e, ovviamente, aspetto TUTTI VOI per il compleanno :)

    Moz-

    RispondiElimina
  15. Boh, non so che fine abbia fatto..ho indagato su Wikipedia e sembra che sia rimasta in tv per un pò..:P http://it.wikipedia.org/wiki/Francesca_Gollini ...che bei ricordi!I miss Bim Bum Bam <3 Happy birthday Moz!:*

    RispondiElimina
  16. @Anas:
    beh, diciamo che ha cercato di riciclarsi ma... oddio, penso che si occupi di altro... io non me la ricordavo affatto :p
    Chiederò a una mia amica esperta di Non è la Rai :)

    Grazie per gli auguri... passa a prendere la torta virtuale oggi alle 17 :)

    Moz-

    RispondiElimina
  17. Alle 17 sarò sul treno, LOOOOOOOOOL!xD Wow, hai un'amica epserta di "Non è la Rai"..:P un bacioneeeeee

    RispondiElimina
  18. @Anas:
    sì, e spero sia tornata sana e salva da quel buco di culo mediorientale dove i giudei stanno facendo un casino assurdo dall'altro ieri...

    Se hai la connessione al telefono, puoi seguire anche su twitter con l'hashtag #6xMoz (diciamo che è una prova generale per un post interattivo^^)

    Moz-

    RispondiElimina
  19. E' vero, anche i miei anni 90' sono stati abbastanza simili a quelli che hai descritto; indubbiamente le colonne sonore danno sempre il sapore ad un periodo, e altra musica che era ricorrente era ad esempio Aqua, Celine Dion per via del Titanic (visto integralmente in terza media prima degli esami, con VHS pirata e con tutte le ragazzine che piangevano a fine film. I Queen erano più frequenti anche in radio nella prima metà degli anni 90'. Secondo me a quell'età si cercano e non si cercano tante cose, che in qualche modo ho già spiegato posts addietro, ma, credo che due siano le componenti predominanti: accelerare la marcia sino allo stadio adulto e diventare parte di qualcosa.

    RispondiElimina
  20. @Marik:
    accelerare. Hai detto bene.
    Per raggiungere qualcosa più in là, ma solo perché la condizione attuale (l'adolescenza) ci sembra una cosa che sta davvero stretta :)

    Le ragazzine andarono a vedere in massa anche La Maschera di Ferro, per la presenza di Di Caprio. Io, che arrivo venti anni dopo, vedrò il nuovo film di Tarantino con Di Caprio negriero cattivo.

    Moz-

    RispondiElimina