> Miki e... lo scoutismo

 #SCOUTINGFORMOZ


TASSO DI VOLGARITA': 30%
TASSO DI RAZZISMO: 0%
TASSO DI CLASSISMO: 20%


Rifarei tutto ciò che ho fatto nella vita, cazzate annesse.
Perché io sono quel che sono proprio per ciò che ho fatto.
Ma c'è una cosa, su tutte, che ancora oggi, a distanza di molti anni,
sento che è proprio quella che mi ha dato di più.
Lo scoutismo.

Mi conoscete bene, e sapete altrettanto bene quanto io possa essere una femminuccia rompipalle.
Niente schifezze, tutto pronto, tanti vizi e poca praticità.
E quindi potreste pensare che la vita da Esploratore non sia esattamente nelle mie corde.
Beh, vi sbagliate.
Perché sono stato Esploratore e lo sono stato dando il tutto per tutto, e ricordando oggi quell'esperienza con tanta positiva nostalgia.

Lo sappiamo tutti che, sugli Scouts, girano le solite voci denigratorie: idioti in divisa (che in realtà è una uniforme), adulti vestiti da cretini, e via dicendo.
Lo sappiamo, lo sapevo anche io. Eppure ho accettato di entrare a far parte di questa fantastica famiglia di cretini in uniforme.
Per di più, cattolici.
La religione è comunque un discorso a parte, e sempre personale.
Però, per dirvi quanto tutto questo sembrava dover essere distante da me.
Invece non è stato affatto così.

Entrare nel Reparto, quegli anni, era complicato: c'era una coda kilometrica dovuta alla moda che voleva molti ragazzini figli di papà desiderosi di un'esperienza lontana dai lussi della città.
Insomma, dopo un po' di attesa, a sorpresa, un pomeriggio di novembre anche il figlio di papà qui presente fu chiamato nella sede.
Ricordo la moltitudine di camicie azzurre e fazzolettoni marroni con bordo bianco: la miscela di colori più armonica che abbia mai visto nella mia vita.
Il fazzolettone più fico che esista.
Come il cappello magico a Hogwarts, una serie di domandine decretò la squadriglia a cui mi sarei unito: i mitici Falchi.
E, da amante di Berserk, non poteva proprio essere altrimenti. E' il Karma.
I Falchi sono io. E' impossibile pensare che sarei potuto essere un Gheppio, un Puma, un Panda.
E' come i Grifondoro per Harry Potter, continuando con questa metafora di facile accesso.

Iniziò la scoperta di un mondo nuovo: catene telefoniche, riunioni di Reparto, riunioni di Squadriglia, specialità, Quaderno di Caccia, la prima Uscita di Reparto.
Si doveva andare in una radura e si sarebbe mangiato il pane twist: massa da prepararsi la sera prima a casa che si lascia cuocere sul fuoco arrotolata su un bastone.
Ero eccitato e spaventato. Era il banco di prova che mi ero scelto.
Un ragazzo mi spinse a terra durante l'escursione dicendomi "hai voluto la bicicletta? Ora pedala!".
Inoltre, gettarono della terra sul mio pane twist.
Insomma, avevo voluto la bicicletta, era ora di pedalare davvero.

E venne poi il primo campo con pernottamento, le uscite di Squadriglia, la Fiera del Dolce, il finanziamento con la giornata delle Palme, il primo Campo Estivo dove tenni la Promessa.
Insomma, il rodaggio era stato fatto, le mie pedalate ora erano di pari passo, bene o male, con quelle degli altri.

Ricordo con nitidezza diversi episodi della mia vita da Esploratore, come quando giocando a scaricabarile, finii al pronto soccorso perché mi si strappò via un neo sulla schiena: da allora ho questa paranoia e mi da fastidio se mi toccano dalle spalle in giù.
O ricordo le misteriose scie luminose che si vedevano sfrecciare nel torbido cielo notturno che sovrastava la spiaggia su cui ci trovavamo.
Oppure ancora i giochi, i canti, gli incontri e pure qualche casta storia da batticuore.

Insomma, tra gente che arrivava e gente che usciva, passarono mesi ed anni e giunse il tempo in cui dovetti guidare i Falchi nel mio ultimo campeggio.
La ribellione sottopelle di quell'epoca mi aveva reso più insofferente.
Troncai così, dopo l'estate, pur continuando per qualche tempo a frequentare quel gruppo di amici.
Forse troncai con qualche scusa, forse per egoismo, forse perché sentivo che quel percorso era finito.
Ho incontrato qualche anno fa un mio squadrigliere, e mi ha rassicurato dicendomi che era stato bene con me alla guida, e s'era divertito persino, specie rispetto agli anni successivi.
Mi ha rincuorato.

Perché davvero è la parentesi di vita a cui sono più legato; è l'esperienza che mi ha insegnato tanto, mi ha insegnato a gestire me stesso e me stesso in relazione con gli altri, ad essere sempre (o quasi) pronto, mi ha insegnato a capire che bisogna mettersi in gioco, e giocare cantando anche quando sei nella merda fino al collo, perché la felicità non ti arriva se non la vai a scovare.

Rischio di sembrare retorico, o quantomeno nostalgico.
Ma ringrazio la vita per avermi fatto sperimentare tutto ciò, per avermi fatto Promettere di impegnarmi ad essere preparato, per avermi fatto vivere l'Avventura.
Tutte cose che mi sono sempre tornate utilissime.
Parola di boy scout.
Buona Caccia.

49 commenti:

  1. Leggere questo post mi ha fatto ricordare tante cose...
    Io il mio percorso l'ho continuato, sono stato un capo scout ma purtroppo per lavoro ho dovuto lasciare tutto...
    Ma ho tanti amici che sono ancora lì e che continuano a informarmi, magari un giorno tornerò.
    Anche io ho iniziato nella Squadriglia Falchi, poi l'anno successivo hanno creato una nuova squadriglia, le Tigri, quella che nasceva già come sconfitta ma che invece ha vinto tutto!
    Beh, sono loro che mi hanno dato il nome Orso Chiacchierone!

    RispondiElimina
  2. @Orso:
    GRANDE!
    Sei un fratello esploratore anche tu!! ;)
    E sei stato anche un Falco... con questo ti sei guadagnato di stare tra i blog amici del Moz o'Clock ù__ù

    Ora capisco il tuo amore per escursioni eccetera! Eheh!
    Quindi il tuo nickname è il tuo Totem Scout... incredibile!
    Meglio sorvolare sul mio, perché ricordo che me lo diedero solo per come mi comportai (male!) all'ultimo campo... ma volevano cambiarmelo... Ma non ce ne fu tempo :p

    In ogni caso, anche ciò che hai scritto tu dimostra che è un'esperienza che ti resta dentro ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Eh sì, questo è il mio Totem, o nome di caccia... l'ho scritto da qualche parte anche nel mio blog!
      Però devo dirti che i tuoi capi (e lo dico da ex-capo) non si sono comportati bene: il nome di caccia resta per tutta la vita, non dovrebbe essere offensivo o dato per un particolare avvenimento.
      Il mio per esempio è perfetto, sono stati davvero bravi a sceglierlo, anche perché... non si può cambiare! O almeno così dovrebbe essere!

      Elimina
  3. Mai fatto la Scout....ho solo letto le su Topolino le avventure delle "Giovani Marmotte"

    RispondiElimina
  4. @Fiorella:
    sai che io ho comunque sempre avuto una passione per la vita all'aria aperta, scoutistica se vogliamo, e questa derivava anche dalle GM?
    Ricordo che alle elementari mi regalarono il Manuale delle GM e l'ho letteralmente CREPATO, sbrindellato a furia di sfogliarlo :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho conservo ancora anche io, ma del mio tempo, primi anni '70.....come ho tantissimi fumetti di Topolino, e che ne dire del corriere dei piccoli e il corriere dei ragazzi.....alcuni di questi sono riuscita a conservarli!!

      Elimina
  5. Credo sia lo stesso, la mia sarà una sorta di ristampa :)
    Le illustrazioni sono proprio tipiche degli anni '70..

    Per le riviste... anche io le amo molto, certo quelle mie e tue saranno diversissime (dato il gap generazionale)... ma magari qualcuna di queste la conosci:
    http://mikimoz.blogspot.it/2012/02/revival-le-riviste-di-una-volta.html

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehmmmmm si alcuni ne ho letti alcuni visti ....ma nell'83 ero già sposata......sai il GAP generazionale......

      Elimina
  6. @Fiorella:
    aahha, beh, almeno mentalmente il GAP non c'è, visto che ti considero super giovane e moderna :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buono....con nonna Abelarda...ehh si bisogna essere rispettosi con gli anziani!! ;-)))

      Elimina
  7. @Fiorella: ahahha, dai dai che sei ancora una ragazzina! Già l'avere un blog è da ggggiovani :)

    Moz-

    RispondiElimina
  8. Un'esperienza molto comune quella dello scoutismo, ma che drena molte considerazioni soggettive sulla vita e forse sui rapporti interpersonali.

    In passato me ne hai già parlato in qualche misura, non ho molto da aggiungere in merito sia perchè non ho vissuto tale esperienza e sia perchè è ciò che hai ripensato, analizzato e compreso.

    Sarà ormai un logoro luogo comune, ma sono sempre più convinto che il total gaudio nasca dalla comun azione. Forse perchè si nutre la convinzione che condividere qualcosa appiani le divergenze e le differenze dell'essere.

    Difatti come dici chiaramente nel post, a volte si cerca un pretesto per distaccarsi da qualcosa che ha completato un nostro ciclo. Anche se questo spesso può rendere scontenti gli altri.

    Come diceva qualcuno, la felicità a volte necessità dell'infelicità altrui.

    Maturo anche un concetto di emozioni elaborate, sofisticate e nobili, che il nostro ego in risposta alle esperienze ci impone, rispetto alle primordiali emozioni di cui tutti necessitiamo e che forse, in ultima analisi risultano essere quelle cardine in ogni epoca della vita.

    Ad ogni modo credo che, vi siano persone che indipendentemente dalle esperienze e dal lignaggio, possano condividere qualcosa che esuli da molti espetti della vita.
    Quello che è certo, è che risulta sempre necessario mettersi in gioco e spingersi a nuove esperienze, benchè offrano spunti edificanti.

    Condividere qualcosa è una delle poche cose che davvero ci avvicina. Alcune saranno condivisibili da pochi, nonchè motivo di esclusione, ma forse ci si deve attenere anche alle leggi della natura.

    RispondiElimina
  9. Non sono mai stata uno scout, ma mi ha sempre attirata. Poi un ragazzo con cui sono stata per un po' di tempo era uno scout e mi continuava a dire quanto gli piaceva, lo adorava proprio *---*
    Una sola cosa... il tasso di volgarità al 30% io non ce lo vedo D:

    RispondiElimina
  10. @Marik:
    condivido in pieno il tuo discorso, che getta luce su un argomento che presto avrei voluto trattare, ossia l'associazionismo e il vivere esperienze in gruppi circoscritti, circoli ecc...

    Che dire? E' proprio così, come dici... anche l'andar via da un gruppo poi ha molteplici significati, sia per sé che per sé in relazione con gli altri...

    @Anto:
    Beh, credo che ti resti nel cuore, sempre e comunque... anche io continuerò a dire che è stata una delle cose migliori che ho vissuto!

    La questione della volgarità (e del classismo e razzismo) nasce ovviamente in modo ironico per sottolineare tali parametri presenti nel post... con la mente di un dodicenne! ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  11. Mia figlia Giulia andrea si é divertita un sacco a suo tempo..aveva sei anni quando ha iniziato. Mio figlio Marco ha mollato presto, poca disciplina come la madre.

    RispondiElimina
  12. @Duran:
    eh, diciamo che il divertimento e la disciplina, in questo caso, vanno a braccetto... anche se non è che sia una cosa rigidissima (non l'avrei tollerato), anzi... è una disciplina che aiuta praticamente ad incanalare bene le tue forze :)

    Gente, ne approfitto per dare il benvenuto sul Moz o'Clock a un carissimo amico, una persona che invero conosco da pochissimo ma è come se ci conoscessimo da sempre... Si è presentato nel post precedente, ma è giusto dargli maggiore visibilità... è la "collaborazione scoiattolosa" di cui vi parlavo nell'altro articolo, è -manco a farlo apposta -anche lui un fratello Esploratore, e queste sono le sue parole:

    Giovanni La Porta ha detto...

    Salve,io sarei l'"amico scoiattolo" e ogni tanto farò delle intrusioni nel blog di miki..tema? Colonne sonore della vita ;)


    Insomma, pare proprio che il MoC crescerà ancora...

    Benvenuto a bordo :)

    Moz-

    RispondiElimina
  13. Sapevo che Orso sarebbe corso su questo post!

    Comunque voi scout vi mimetizzate bene, eh!
    Ovunque mi giri ne salta fuori qualcuno, a volte anche tra le persone più impensabili X°D

    Tipo, te, mio caro Moz, non ti ci avrei mai fatto scout, veramente!!

    A parte tutto, deve essere qualcosa che segna davvero, leggere la tua esperienza è stato un po' come sentire i tanti racconti che molti amici mi fanno di questo pezzo di vita (:

    Ma tanto per rovinare il romanticismo del mio commento, sì.
    Qui da noi si dice che gli scout sono "Idioti vestiti da bambini, e bambini vestiti da idioti".
    :D
    Però si dice eh, io mica lo dico.
    GIURO.
    E ho sempre adorato i panta-gonna femminili, lì.
    Magari senza calzettoni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo ammetto, quando ho letto che avrebbe parlato di scoutismo, non ci stavo più nella pelliccia! XD

      Elimina
  14. @Nana:
    hai ragione, ci mimetizziamo bene! Nemmeno io immaginavo il torbido e scoutistico passato di Orso, credevo fosse solo un grande appassionato di natura ed escursioni (come me, dopotutto).

    Eheh, quella frase che riporti è una cosa che, in genere, si dice.
    Qui dovrei fare un discorso più ampio, che comunque -come ho risposto a Marik qualche commento più sopra- prima o poi farò.
    Si tratta di associazionismo, quindi ci sono dei dettami da rispettare, diciamo...
    In questo caso, è l'uniforme a rendere tutti gli associati... "uniformi" appunto.
    Ti assicuro però che è comoda e pure elegante (la camicia fa sempre effetto :p)

    P.s. davvero non mi ci avresti mai fatto scout? ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  15. suppongo tu fossi con l'agesci.
    io da ex coccinella quindi f.s.e. (perchè se non sbaglio l'agesci aveva solo i lupetti) ricordo ancora il gruppo ROMA5 con il suo bel fazzolettone blu e bianco.
    ricordo il San Giorgio, il maxiraduno scout, la "sestiglia" e il tremendo trauma del passaggio alle guide.
    La prima notte in tenda, i giochi notturni, le canzoni...San Francesco e Baden Powell infilati in ogni discorso.
    Io ANTILOPE non mi ci son mai sentita, litigavo spesso con la vice della squadriglia.
    Volevo essere una PANDA! (animale a cui somigliavo tanto in aspetto all'epoca)

    ho lasciato lo scoutismo di punto in bianco smettendo di frequentare, dopo la promessa con le guide e perchè volevo il cappellone e invece mi diedero solo uno stupido basco...

    molti li ho ritrovati su fb, hanno continuato, han fatto carriera, due si son pure sposati ed hanno messo al mondo un lupetto e una coccinella...trovo tutto ciò meraviglioso!

    cipcip uccellin
    ci sveglian al mattin
    su su coccinelle che è già sorto il sol!!! :°D

    RispondiElimina
  16. mi chiedo se facevate pure voi i gridi di squadriglia...

    CORRENDO PER LE SAVANE
    SALTANDO PER I FOSSI
    OVUNQUE ANTILOPI!

    chiunque li abbia inventati era un genio!

    RispondiElimina
  17. @Nabiki:
    LOL mamma mia, sì... BP lo ficcano ovunque, però una sua frase è davvero il mio motto: getta il cuore oltre l'ostacolo!

    Avevi l'occhio nero, che volevi essere una Panda? Oppure avevi il 4x4? :p

    Beh, a posteriori ti direi che anche io avrei voluto continuare, ma è andata così e così me la tengo, conservando questo magnifico ricordo.

    Il grido classico dei Falchi era:
    FALCHI
    DOMINIAMO
    LE ALPI!
    (cosa ci sia di alpino in Puglia non l'ho mai capito...)

    @Orso:
    Ahaha, torbido era per scherzare!
    Sul totem: hai ragione... e infatti il mio è Condor Lamentoso (perché credo di aver rotto abbastanza i coglioni durante l'ultimo campo estivo), ma non era indicativo di tutti gli anni passati lì... infatti mi fu assegnato ma senza vero e proprio disegno su legno ecc, era una sorta di cosa momentanea che volevano cambiarmi... ma poi uscii dal Reparto (prima di fare i Passaggi) e quindi amen...
    Come puoi vedere, tanto, il vero mio totem me lo sono creato: è Sherby, la Volpe Ochialuta che appare a lato dx del mio blog :)

    Orso Chiacchierone è un totem BELLISSIMO.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella scelta!
      Beh, il mio totem è bellissimo perché rispecchia appieno la mia personalità e il mio aspetto ed è giusto per me adesso come 12 anni fa!

      Elimina
  18. @Orso:
    quindi immagino che sei un orso tenerone (tipo quelli dell'immaginario gay come i Village People) che parla in continuazione!! :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul chiacchierone ci siamo, l'Orso però è riferito al mio aspetto ma anche al fatto che sono un po' burbero!

      Elimina
  19. Ciao, grazie per aver visitato il mio blog e per aver lasciato un bellissimo commento. Anch'io adoro tutte le sfumature e i colori della neve..con il tramonto e le primi luci nelle case e di una magia pazzesca.
    Riguardo il tuo post, devo dire che lo scoutismo è senza dubbio utile ai ragazzi per farli crescere sani, dentro e fuori. n sola mia figlia ha frequentato per qualche anno l'associazione.
    Buona serata a te e buona Domenica dell'Epifania. :)

    RispondiElimina
  20. @Saray:
    e di che, mi ha fatto piacere che sei passata di qui, e mi ha fatto piacere leggere il tuo post sulla neve (una cosa che davvero amo da morire!)

    La penso come te sullo scoutismo: di certo aiuta a crescere "meglio", perché è un'esperienza, come dico sempre, per se stessi e per se stessi con gli altri...

    Buon sabato sera e buona Befana anche a te, a presto ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  21. Io li ho sempre trovati pallosi, devo dire la verità. Per me era già tanto andare all'ACR XD e poi in montagna cammino come se stessi calpestando uova, quindi sarei precipitata da qualche parte LOL
    Però questo post mi ha quasi commosso...si legge proprio che l'hai scritto con un pezzetto in più di cuore :)

    RispondiElimina
  22. Anche io ho avuto la mia parentesi scoutistica... e devo dire che ho letto questo post con crescente emozione, perchè trovo che tu abbia ragione sul tipo di esperienza formativa e che ti resta dentro.

    Il Manuale delle GM era tra le letture preferite, mie e di mio fratello da bambini... e mio cugino adesso è un capo scout e continua, laureato e mentre fa il master a Roma, a farsi i campi appena può scappare!

    Mi piacerebbe conoscere il tuo Totem... non so perchè ma conoscendoti immagino che tu te lo sia altamente meritato!!! :-P

    Falco Ribelle... adesso ti ho trovato un Totem da affiancare a Mago di Oz!!!!

    ps scusa se ho ritardato ma stavo preparandomi x il giro notturno sulla mia scopetta... notte Miki!!!!! XD

    RispondiElimina
  23. @Around:
    sono felice che si sia percepito l'amore con cui ho parlato dell'argomento (pensa tu: ho decurtato tantissime cose, il post director's cut era almeno il triplo!)
    Ti posso assicurare che non sono pallosi, e che avresti imparato a camminare meglio, tra i monti ;)

    @Orso:
    secondo me sei un tenerone, altroché :)

    @Scarlett:
    e io torno con il mio famiglio a quest'ora, dopo un sabba :p
    Ehehe, cara Befanuccia, anche tu una insospettabile esploratrice!
    Il mio totem -che ripeto essere ufficioso infatti non mi hanno mai consegnato l'ambaradan perché volevano cambiarmelo- è Condor Lamentoso.
    Dai, non mi rende giustizia... rende giustizia solo ad una piccola parte di me, quella che ho disegnato sottoforma di Mowe, l'amico della Volpe Occhialuta Sherby! :)

    Tu hai un totem?

    Moz-

    RispondiElimina
  24. Moz ciao, sei stato fichissimo nel fare quella scelta1 Non perchè io sia stata una scout......si scrive così vero!? Ma perchè hai scelto tu ed eri giovane, noi siamo il risultato di quello che abbiamo fatto attraverso le nostre scelte e vedi te che ricordi bellissimi ti sono rimasti. E' stato un banco di prova positivo hai imparato a cadere e rialzarti da solo!!! Buona domenica..........E poi "Falco", è un fantastico nome, ti senti un po' falco.....?!

    RispondiElimina
  25. @Lulù:
    hai ragione... è stata una delle mie prime scelte individuali, nel senso che ho voluto andarci (magari sotto proposta dei miei, non ricordo) e mi son proprio detto: qua ce la faccio da solo.
    Potrei scrivere almeno altri due post ricchi di aneddotti per me importanti (le prime tre frasi che m'han detto; io e l'emmenthal -c'entrano gli scout, sì!-; diversi ricordi sparsi...) per quanto questa esperienza è stata formativa.

    Non so se sarei stato diverso, perché comunque sono sempre me stesso, però è vero che ho vissuto una cosa che mi ha aiutato molto.

    Un Falco? E' il mio rapace preferito, tra gli animali del cielo è quello che gradisco maggiormente... non poteva esserci una Squadriglia migliore dove capitare :)

    Buona domenica anche a te :)

    Moz-

    RispondiElimina
  26. vada per il Condor ma Lamentoso non ti si addice... sei sempre pronto a ridere e a cantare, anche nelle difficoltà!

    No, non ho mai avuto un Totem, ma se avessi potuto sceglierlo avrei voluto il nome di Lupacchiotta! :-)

    Buona domenica

    RispondiElimina
  27. Devo ammettere di essere uno di quei superficialoni che reputano gli scout un branco di cretini in uniforme...
    Io, cmq, personalmente non ce l'avrei mai fatta in un ambiente del genere...sono purtroppo troppo insofferente alle scomodità della natura...e non mi piace il "branco"...poi chissà...magari mi avrebbe aiutato a cambiare certe limitazioni del mio carattere!

    Grazie per la visita...La tua foto profilo, però, non mi è nuova...ma non riesco a capire dove l'abbia già vista...

    RispondiElimina
  28. @Scarlett:
    Beh, allora te lo metto io, il Totem! Lupacchiotta Sagace ;)

    Lo so che il lamentoso non mi si addice, infatti era riferito al solo comportamento dei solo 15gg di campo estivo, dove -lo ammetto- feci il cagacazzi in maniera assurda.
    Per questo non è da considerarsi ufficiale, però oh... se è andata così, significa che così doveva andare... e in fondo un poco condor e un poco lamentoso lo sono :)

    @9dropsofink:
    beh, già che dici "uniforme" è una grande cosa... tutti tendono a parlare di "divisa" :)
    Guarda, anche io (o meglio, una parte di me) è insofferente a certe cose, diciamo che ci si abitua, o ci si mette in gioco :)

    La mia foto profilo? Umh... sono io da piccolo, quel bambino... non so dove tu possa averla vista... la uso come avatar msn ma non credo di averti come contatto msn... forse l'avrai vista nei commenti di qualche altro blog :)

    Moz-

    RispondiElimina
  29. Preferivo le Giovani Marmotte :P All'epoca creai un rifugio nel bosco vicino casa con altre due amiche..e trascorrevamo i pomeriggi lì...bei tempi ;D Ora sono diventata grande e sono un'attivista WWF =) ..gira e rigira sono sempre in mezzo alla natura :P ..sono cose che trasmettono tanto =)Dai, al prox raduno..ti darò una paccata sulla schiena..scherzu :P In ogni caso gli scout non li ho mai amati..un gruppo lasciò delle vere e proprie schifezze vicino casa e ci rimasi davvero male..ci sono scout e scout, ma questa cosa mi è rimasta impressa...ormai appena vedo uno scout, ripenso a quella scena..

    RispondiElimina
  30. @Anas:
    strano, perché lo scout ha come principio quello di lasciare il luogo meglio di come l'ha trovato...
    Poi, beh, siamo umani, e il fascino di gettare carte per terra è diabolicamente irresistibile :p

    A parte scherzi, mi dispiace molto che quell'episodio rovini la visione che hai dello scoutismo... Ma ora, sapendo che il qui presente Moz è (stato) un giovane esploratore, potresti cambiare idea!!
    In ogni caso, penso ti potrebbe piacere, visto il tuo impegno col WWF e il tuo piacere di stare in mezzo alla natura :)

    Moz-

    RispondiElimina
  31. ...tranqui, ho anche parlato con alcuni scout per delle cose...non li ho bollati xD ..però mi viene spontaneo pensarci..:P ..dai puffiamo la natura!xD

    RispondiElimina
  32. @Anas:
    ahaha, ormai quando getterò una carta a terra penserò a te :p

    Moz-

    RispondiElimina
  33. Lupacchiotta sagace... mi piace! XD

    RispondiElimina
  34. Io si, sono stata ma per poco una scout! :)All'oratorio mi hanno insegnato a ricamare :( ma preferivo giocare a calcio con la "libertas" femminile di como. Ero una maschiaccia, centrocampista d'attacco alla "Antognoni" per intenderci, ...il mio idolo, il primo amoreeee! :)
    "Notte Moz! ;)

    RispondiElimina
  35. @Scarlett:
    ehehe, bene! Anche il tuo "falco ribelle" mi si addice :)

    @Sara:
    ahaha, da vero e proprio maschiaccio! Beh, ma che male c'è?
    A volte è più femminile un calcio al pallone che un punto croce XD

    Moz-

    RispondiElimina
  36. Moz ciao, siiiii, raccontaci i tuoi ricordi e le tue esperienze più significative e che ricordi, ovviamente! Il Falco, lo scrivo in grande perchè è un animale che adoro, ho visto le aquile in montagna ma di falchi no, falchetti ne girano per il mio cielo......ma non sono i Falchi, con quegli occhi acuti e penetranti e quel becco che se ti beccano ti mozzano una mano e poi sono forti...Buona settimana a te....

    RispondiElimina
  37. @Lulù:
    beh, ti/vi racconto qui altri aneddoti:

    L'accoglienza nei Falchi fu bellissima, tranne che per il riso sotto i baffi di uno squadrigliere che però abbandonò dopo l'estate.
    Il capo squadriglia, vedendomi spaesato, mi disse "non preoccuparti, stai tranquillo, ti conosco, ti vedo tutti i giorni sul pulman per andare a scuola".
    Uno squadrigliere più piccolo invece mi porge la mano e dice "sono Giuseppe, se hai bisogno di qualcosa, conta su di me"
    Mentre il Vice Capo, una persona a me tuttora molto cara, che mi ha insegnato tantissimo, riferendosi a tutti gli altri ragazzi, di ogni squadriglia, disse "questo (cioè io) guai a chi me lo tocca!" :)

    Sul formaggio:
    ne parlai già una volta, un anno fa, qui... in poche parole: io amo il formaggio, ma non mi piaceva l'emmenthal.
    Un giorno, durante un campeggio, facemmo un'uscita giornaliera che si prolungò non ricordo perché, così il cibo era poco e consisteva solo in pane, pomodori e emmenthal.
    Avevo famissima, e quindi me lo feci piacere. Riscoprendone il sapore.
    Da allora, l'emmenthal non manca mai nel mio frigo :)

    Moz-

    RispondiElimina
  38. Moz ciao, che bello sentire che ti sei fatto piacere l'emmental.......Pensa che detestavo la pizza ma non l'avevo mai assaggiata, e mia madre, dai Luisa prova, ne ho assaggiato uno spicchio e ora la mangio sempre volentieri....Ti volevano bene, mi piace quando una persona per proteggerci dice: guai a chi tocca questo bambino...........Grazie dei racconti...........Mi piace quando dici che avevi "famissima"......buon pomeriggio!!!

    RispondiElimina
  39. @Lulù:
    oh, quindi ti chiami Luisa :)
    Beh, diciamo che non avevo capito quanto l'emmenthal fosse buono, tutto qui! :)

    Sì, quella frase ha fatto piacere anche a me, anche se poi ho avuto comunque la mia dose iniziale di nonnismo XD

    La pizza??? Mamma mia, è la cosa che non mi stuferei mai di mangiare, assieme alle piadine! Ahahah!
    A che gusto la mangi, ora?

    Moz-

    RispondiElimina
  40. ... cantando anche quando sei nella merda fino al collo, perché la felicità non ti arriva se non la vai a scovare ... queste parole le hai scritte pensando a me, dì la verità! :-))) hai proprio ragione Moz, ma dipende tutto dalla personalità, se non si riesce a fare quello che tu dici allroa sei nella merda fino al collo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza che post sei andata a riesumare...!
      Ahaha, quelle parole le ho scritte pensando a B.P., che le ha dette.
      E mi rispecchiano. Evidentemente rispecchiano anche te!! ;)

      Con l'acqua fino al collo? Generazione a rischio... #cit.

      Moz-

      Elimina