> Miki e... i Lego

#TOYSFORMOZ


TASSO DI VOLGARITA': 1%
TASSO DI RAZZISMO: 0%
TASSO DI CLASSISMO: 12%


Assieme ai Masters of the Universe sono il mio giocattolo preferito. L'unico a cui -se capita- gioco ancora oggi: i mattoncini Lego, bricks dai mille colori da assemblare come vuoi per dare sfogo alla tua fantasia.


Negli anni i Lego sono cambiati molto. Chi tra voi è negli anta saprà che un tempo tali costruzioni erano molto semplici: solo mattoncini di diverse dimensioni.
Poi sono sorte le varie linee e con la fine degli anni '70 e l'ingresso nei magici anni '80 e '90 queste sono andate sempre più moltiplicandosi.
Io, che sono figlio degli edonistici e consumistici 80's (TRULY OUTRAGEUS!) ho avuto (e conservo tuttora!) miriadi di pezzi Lego. Tra i più disparati.
Ho amato un po' tutte le linee, anche se quelle che ho collezionato maggiormente sono state Città, Castello e Pirati.
Senza contare i Fabuland: animaletti antropomorfi ognuno con un suo ruolo, che vivono avventure simpatiche nella loro bucolica cittadina fatta di parchi giochi, panetterie, mulini, cottage e alberghi.

Tutti i miei Lego Fabuland. Qui un post su di loro!

Ma torniamo alle serie classiche. Avevo passioni altalenanti. Un periodo mi piaceva la linea Castello, un altro periodio la linea Città. E quando è sorta quella sui Pirati, sono impazzito per quella lì.
Sulla serie Castello ho praticamente quasi tutto fino alla prima svolta fantastica, che non mi dispiacque (ma che poi divenne invasiva e, corrispondendo agli anni della mia crescita, mi fece abbandonare il prodotto).
Non ho mai avuto il primo mitico prodotto, il famoso Castello Giallo, una sorta di antesignano della linea più definita che sarebbe arrivata poi.
Ma lo ricordo in vetrina, in un negozio che sogno spesso.
La serie Castello è stata magnifica. Ne ricordo i minifumetti sul Topolino.
Amavo il Castello del Leone, che mi fu regalato dai miei nonni mentre ero al mare, e lo montai assieme a mio padre. Mi sembrava enorme. Tuttora campeggia sulla mia libreria.
La roccaforte degli antagonisti, le Aquile Nere, mi fu comperato a Teramo.
Poi ampliai il villaggio con la fucina e la locanda, che tuttora considero il set meglio riuscito.
Arrivarono dunque le fortezze del Dragone, poi la sub-linea su Robin Hood e quella sulla Banda del Lupo, un gruppo di briganti che si nascondeva in fortezze e costruite su grotte e corsi d'acqua.
E, infine, il folklore col fantasma, e il fantasy col drago e il mago di corte.
Ho visto che negli anni le cose sono precipitate: playset improbabili che sembrano usciti dal Signore degli Anelli, costruzioni troppo fantastiche e via dicendo. Per fortuna adesso hanno fatto dietrofront, e la linea è tornata ad essere quella che avevo amato.
Ricordo, nella trasmissione Ciao Ciao, una telepromozione Lego con un set stupendo: un ponte altissimo e boschi vastissimi. Il mio sogno era ricostruire quello scenario.

Il famoso Castello Giallo.
Così come volevo sempre riprodurre le città che si vedevano nei cataloghi.
Spesso infatti univo i miei pezzi con quelli di Leonardo, un mio caro amico, per costruire un set dotato di quante più cose possibili: stazione di pompieri, distretto di polizia, porto, aeroporto, ferrovia, case, boschi, fiumi, mare, ospedale ecc...
Proprio per l'ospedale ho un ricordo che mi lega ai Lego (!).
Mi schiacciai le dita nello stipite della porta, avevo cinque anni.
Mia madre mi portò in ospedale a fare i raggi. Non mi ero rotto niente, tranne che le palle per il fastidio.
Per fortuna, usciti dall'ospedale, andammo ad un negozietto di giocattoli e mamma mi comprò l'ambulanza Lego, per restare in tema.

Prima dell'arrivo dei Pirati, presi una cotta anche per le astronavi e le basi spaziali.
Ma una cotta passeggera, perché non ho mai troppo amato la fantascienza. Devo ammettere però che alcuni playset Space erano fighi.
Blacktron, Space Police, M-Tron con le loro calamite, per non parlare degli arancionati Ice Planet 2002, con le loro motoseghe energetiche.

E nel 1989 sbarcarono finalmente i Pirati. Il capitano Barbarossa, il giovane pirata Will, il comandante Rum contro le guardie imperiali del Governatore.
Introdotti da un bellissimo albo a fumetti, Il Medaglione d'Oro, esplosero con nuovi oggetti e ambienti.
Inutile dire che il pezzo più pregiato, che anch'esso risalta sulla mia libreria, è il Galeone Rosso, acquistato mentre stavo andando in Svizzera, ma che non ho potuto aprire fino al ritorno in Italia. Una tortura.
Comunque, da subito feci coesistere gli ambienti del Castello con quelli dei Pirati. Sono un viaggiatore del tempo, dopotutto.

Oggi, ogni tanto, prendo fra le mani qualche mattoncino Lego. Ho inventato giochi di società o giochi di ruolo con essi. Li assemblo, cerco di creare qualcosa ma non termino quasi mai il lavoro. Manca il tempo. I mattoncini non perdono mai il loro fascino. So che si sono evoluti tantissimo, pezzi nuovi e sempre più belli... non so dove possano arrivare, ma io spero sempre in una contaminazione con Masters of the Universe. Dopotutto ormai, targato Lego esiste di tutto: Harry Potter, Batman, Lord of the Rings, Lo Hobbit, The Avengers, Ninja Turtles...
...però, i Lego di una volta erano un'altra faccenda, forse.

Rimasugli di porto spagnolo di mia invenzione.

156 commenti:

  1. Il primo ricordo che ho dei Lego è, Porca Eva, quel pezzo che finisce sempre per restare a terra e su cui invariabilmente ci si va ad appoggiare il piede scalzo sopra, e che fa un male dannato!!!

    Non sono mai stata una maniaca dei lego. Amavo molto di più le biglie di vetro, rigorosamente molto colorate, le macchinine, il pallottoliere (!!!!) ed i soldatini, quelli minuscoli, alti mezzo centimetro, di plastica verde!!!!

    Guardo la foto del tuo porto spagnolo e rimembro le sbilenche catapecchie che costruivo io.

    No, decisamente l'architetto non era il mio mestiere :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, cazzarola, hai ragione: fa malissimo.
      Di solito è il mattone classico, giallo.

      Ammazza, sei un maschiaccio comunque! Le biglie le adoro, anche se il vero collezionista è mio fratello.
      So che anche Lo Scoiattolo le ama molto e ne ha tante.

      L'architetto nemmeno io, diciamo che coi Lego è tutto più semplice XD

      Moz-

      Elimina
    2. Adesso il colore non me lo ricordo, ma il male che faceva si!

      E si che sono un maschiaccio, lo dico sempre, ma so anche non esserlo, se e quando serve :P

      Elimina
    3. Di solito sono gialli! Perché sono quelli che possono confondersi maggiormente restando a terra (il rosso e il blu di norma li raccogli).

      Beh, è una grande cosa avere dosi di femminilità :)

      Moz-

      Elimina
  2. I lego hanno segnato la mia infanzia! Ancora oggi passando davanti un negozio di giocattoli rimango affascinato dalle vetrine piene di questi mattoncini colorati! :) A me piaceva la linea dei mezzi di trasporto..mi ricordo che avevo un aeroplano e ne andavo piuttosto fiero! Mi hai fatto tornare in mente tanti bei ricordi ;)

    lavaligiasottosopra.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando andai a Londra ho passato tre ore al negozio di giocattoli dei Magazzini Harrods: c'erano degli Harry Potter ad altezza naturale tutti fatti di Lego, treni Lego che giravano ecc ecc...
      *___*

      Moz-

      Elimina
  3. Mai visto un fabuland in vita mia...tu sicuramente eri più appassionato di me. Sempre odiato i set che ti imponevano di costruire le basi navali, quello o quell'altro....io costruivo molte + cose con la mia fantasia e sempre gli stessi pezzi. Faranno mai le confezioni di lego sfuse?
    Secondo me andrebbero a ruba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li fanno, si.
      Ci sono tipo dei secchielloni pieni di pezzi colorati.
      Io anche ne avevo un po', per ampliare le costruzioni.

      Però a me piace anche costruire ciò che ti dice il manuale: la fantasia la usavo per inventare le storie coi personaggi :)

      Una volta invece con il mio amico Leo feci una sorta di gdr per mio fratello, costruendo un villaggio fantastico tutto fatto di Lego, con avventure da far vivere agli omini :p

      Moz-

      Elimina
    2. INTEResSANTI questi due (.)(.).
      Bisognerebbe saper LEGGERE i progetti e realizzarli TALI e QUALI per comprendere il senso e anche, solo DOPO, poterli modificare. Se non si conosce BENE la struttura PRIMORDIALE come si possono poi apportare le modifiche?
      VALE anche per le STORIE.
      Altrimenti se si lascia troppo libera la FANTASIA ... si rischia di perdersi e non avere CHI è già passato in quegli UNI-VERSI.
      Si può dire qui ... T'amo pio bove ?

      Elimina
    3. Si può dire quel che ti pare!
      Io credo che la fantasia non debba avere freni, e se ci si perde in essa poco male, si costruisce sicuramente qualcosa :)

      Moz-

      Elimina
    4. Qualcosa di FANTASiOSO ... ma in ASTRATTO.
      Comunque sono stao invaso da notifiche di commeni e risposte su questa TUA CREATURA.
      Tolgo il disTURBO che mi proCURATE.
      A me piace MASSturbarmi ... non più materialmente e nemmeno nella FANTASIA.
      IO VIVO in un'altra DIMENSIONE che interagisce in OPERE con quella TERRENA.

      ANGELO

      Elimina
    5. Magari vivi in una dimensione fatta di Lego? :)

      Moz-

      Elimina
  4. Anche a me piacciono i MATTONCINI che si LEGANO ad inCASTRO, anche se ci lasciavo spesso strati di pelle DENTRO.
    Tu hai ragione da vendere sulla TUA FEDE e sono certo che il giorno che COMPRENDERAI LUI e non NOI ... capirai perché i credenti discutano di DIO e LITIGANO pure.
    Strano che il PADRONE de questo di GUS abbia pubblicato un commento del genere: "Io non credo in lui, ci sono altri mila cazzi a cui credere, prima... :)".
    Mentre non ha pubblicato, in passato, mie esclamazioni ... tipo: "dio cane".
    Per me tu sei più di un cane e spero che io sia meglio di un CORNETTO al CACAO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari io sono ottuso e non comprenderò mai, chissà ;)
      In ogni caso, per me "dio - cane" sono i titoli di due canzoni del Litfiba.
      Però magari per altri sono una bestemmia, una blasfemia.
      Sarà ciò che ha pensato Gus, non saprei...

      Contento (al gusto di cacao^^) di ritrovarti qui!

      Moz-

      Elimina
    2. Ma nemmeno lo conoscono il DIO CANE (egizio). Sono come TALEBANI a tal punto di darti del TALE e BANnO.
      Lasciamo perdere!
      Io vado d'accordo con TUTTI i COERENTI e non di chi parla per sentito dire.
      Io aprirei una discussione anche sul RETRO GUSTO di un GELATO e perchè IO lo ingoio subito senza assaporarlo ... visto che il punto del GUSTO lo ottengo nell'ingoiarlo.

      Ma il GELATO al GUSto di cioccolato del DODICInnnnn PUPO ... che CAZZO era se era un po' salto e lui stesso ha il dubbio pure che sia GELATO?

      Elimina
    3. Un dio-sciacallo. Anubi.
      Io preferisco il dio-gatto. Visto che è il mio animale preferito.
      Il problema è che io non sono cattolico, quindi nemmeno talebano... non so quindi quali siano i vostri parametri.

      Della serie: Mi chiamo Paul, fateveli da voi i vostri goal :)

      Moz-

      Elimina
    4. Cosa vuol dire non essere ... UNIVERSALE?
      Non c'era il MATTOncino doubleFACE?
      Ma quel DIO aveva la MASCHERA di CANE, sciacallo, coyote ... lupo, o il corpo di uomo?
      Io mi CHIAMO ANGELO e mi sono rotto i MATTOncini che si INCASTRANO da SOLI.
      Tolgo il collegamento con questo postO.

      Elimina
    5. Angelo, ma non è necessario avere il collegamento coi blog... ci credo che impazzisci, altrimenti!!! :)

      Moz-

      Elimina
    6. Aahahahahah COLLEGAMENTO INTERROTTO !

      Elimina
    7. Pare proprio di sì...

      Moz-

      Elimina
  5. Sono rimasta ai mattoncini tradizionali: nella "camera dei giochi" (prima era la camera delle mie figlie) c'è una cassa di vimini bianca piena di mattoncini....anche in gomma! I miei nipoti prima di costruire qualcosa che abbia senso, li buttano tutti in giro....nonna raccoglie! Loro a casa hanno gli omini, le macchinine ecc. Eh, i tempi cambiano! Bellissime le tue costruzioni! 'Notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luciaaaaa anche io avevo la stanza dei giochi che poi adesso è -dopo cinquemila traversie- la stanza (della casa in Puglia) dove dormo!
      Eh... raccogliere i Lego è una tortura... sai cosa facevo io per facilitare questo compito orrendo?
      Li svuotavo su una coperta, e poi dalla coperta li prendevo tipo fagotto e li rimettevo nel cestone XD

      Moz-

      Elimina
  6. Magnifici...
    Purtroppo gli ho scoperti troppo tardi.
    Solo nella parte finale della fanciullezza: collezionavo i Bionicle. Troppo tamarri, ma fichissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Bionicle li ha mio fratello, sono due robot filiformi ma con la testa a Charlie Brown con dentro una maschera di gomma.
      Questo vuol dire che sei di almeno tre anni più piccolo di me ;)

      Comunque ci sono Lego anche per adulti: alla Feltrinelli ad esempio ho visto delle scatole che riproducono le maggiori opere architettoniche :)

      Moz-

      Elimina
  7. Beh, io i Lego li compro ancora! :-)
    Non mi ripeto perché né ho già parlato troppo!
    Ho costruito dei robot con i lego che erano veri e propri capolavori di ingegneria, altro che quelli fatti da loro! Se ci avessi pensato prima avrei potuto mandare i progetti e ora sarei miliardario...
    Comunque, prossimo acquisto, Volkswagen T1!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei l'amico che mi manca!
      Sono sincero: non amo molto le cose tecniche (infatti avrò solo un paio di scatole di Lego Technic), e amo maggiormente i playset normali, System.
      Però apprezzo moltissimo chi ama costruire coi Lego!

      Moz-

      Elimina
    2. No ma quello non è un Lego Technic! Quelli no piacciono tanto nemmeno a me!
      Parlo di questo: http://www.wired.com/geekdad/wp-content/uploads/2011/09/Lego-T1-Camper-Van-2.jpg

      Elimina
    3. Ahhhh, l'avevo visto sul catalogo!
      Sei proprio un figlio dei fiori, Orsacchiotto! XD
      Sì, questi modelli sono stupendi, ma solo perché Lego.
      Se fossero B-Burago non li cagherei di striscio :p

      Moz-

      Elimina
  8. awwwwwwwwww l'ambulanza Lego ce l'avevo anche io! mi ricordo che uno dei portelli dietro non stava mai chiuso.
    che belli i Lego, ci ho giocato un sacco, ne avevo un bidone pieno (un bidone di latta della coca cola alto un metro)
    non ho la memoria che hai tu quindi non ricordo che playset avessi, peró qualcuno dovevo avercelo, magari ereditato da mio fratello.
    non hai mai giocato con il Lego Technik? mio fratello ci andava pazzo, ancora adesso che ha 36 anni ha costruito un camion dei pompieri e una nave.
    i nomi dei personaggi del playset dei pirati che hai citato (soprattutto Will) sono forse stati di ispirazione per I Pirati dei Caraibi?

    ciao biondo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Lego che amava tuo fratello io li ho sempre snobbati, come ho scritto a Orso poco sopra.
      Ho sempre preferito gli omini con cui creare avventure.
      Facevo assalti alle fortezze, intrighi di corte, oppure arrembaggi contro il vascello del Governatore!

      Sui nomi... non saprei, sono nomi da pirata qualunque, credo! XD

      Ciao negretta XD

      Moz-

      Elimina
    2. voglio tornare bambina e avere (anche) te come fratello!!!!

      Elimina
    3. Eehehe, sarebbe bello! :)

      Moz-

      Elimina
    4. Però qualche volta potrebbe succedere che ti maltratto, in quanto saresti la sorella minore!! XD

      Moz-

      Elimina
    5. ma io sarei una sorellina tanto dolce e cara che non riusciresti a maltrattare nemmeno volendo.

      basta che quando studi non bisbigli perché io veramente ODIO sentir bisbigliare in continuazione, tanto che sto per prendere la testa della mia collega e sbatterla violentemente e ripetutamente contro il monitor finché non muore.

      Elimina
    6. Naaah, manco ripeto! Io leggo e basta, mica ripeto ciò che ho letto! XD

      Moz-

      Elimina
    7. Mi sento cretino a ripetere XD

      Moz-

      Elimina
    8. mah, ci sono un sacco di modi di studiare, per molti ripetere aiuta a memorizzare le cose, come per altri scriverle in paginate e paginate di appunti e schemini!

      Elimina
    9. Ecco, io ad esempio prendo 3-4 fogli e scrivo delle piccole frasi, se proprio la mole di studio è (era, ormai :p) tanta!

      Moz-

      Elimina
  9. preferivo i puzzle
    Buon giorno Miki :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di quanti puzzi?
      Non mi sembri una PAZENTOSA da 5000 pezzi.

      Elimina
    2. Sara, i puzzle piacciono anche me!

      Buongiorno :)

      Moz-

      Elimina
    3. Angelo: domande lecite ma non frecciatine, eh! :)

      Moz-

      Elimina
    4. Miki, angelo e' leggermente euforico. Gli avranno dato la paghetta...finalmente. Ciao :)

      Elimina
    5. E" incazzato perché' non pubblico i suoi commenti....

      Elimina
    6. @Sara: ahaha fate i bravi dai! :)

      Moz-

      Elimina
    7. Avrai le tue buone ragioni per non farlo...

      Moz-

      Elimina
    8. Miki scusa l'intrusione! mi sento una stalker, ma leggendo i tuoi commenti apprendo tante cose e in ALCUNI casi mi faccio troppe risate :D

      Elimina
    9. Ahaha ma quale stalker :)
      Anche io mi appassiono a queste trame !!

      Moz-

      Elimina
    10. Eh....
      Puoi benissimo immaginare! :)

      Elimina
    11. Oddio, no, non voglio manco immaginare! XD

      Moz-

      Elimina
  10. Robin Hood! E i fantasmi, è vero! Quelli ce li avevo! Ricordo anche che avevo una nave precostruita, che mi divertivo a smontare e rimontare ampliandola con altri pezzi, tanto che sembrava una nave spaziale marina XD Poi avevo una caterva di pezzi che assemblavo di qua e di là... questi sì che sono giochi, che educano e stimolano la fantasia del bambino. Altro che la passività dei videogiochi, computer e telefonino a 10 anni... Che tristezza.
    Domenica scorsa a Ipercoop, ho voluto passare dal reparto giocattoli per comprare una confezioncina da 4-5 euro (a 26 anni suonati), giusto così, ma erano finite tutte :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io di recente, in un negozio di giocattoli con Sandro e Lo Scoiattolo, mi sono imbattuto in un reparto Lego e ho visto che comunque oltre alle confezioni da oltre 100 euro (un enorme distretto di polizia) ci sono cose molto economiche (tipo motorino con qualche altro dettaglio).
      La cosa che mi fa piacere è che comunque pare che i Lego vadano ancora, anche se ricordo ci fu un periodo in cui scesero parecchio per colpa dei merdagiochi.
      Ma adesso che anche la Lego li realizza, e mi paiono molto carini, le cose si sono riprese!

      Moz-

      Elimina
  11. Ci ho giocato di riflesso, nel senso che a parte i classici mattoncini, i Lego da te citati appartengono alla generazione successiva alla mia quando erano principalmente i miei cugini a giocarci.
    Io e i miei amici eravamo più tipi da Playmobil, anche se per giocarci bisognava andare a casa di uno di loro che ne aveva bustate intere. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eggià, tu sei un po' più grande di me...
      Diciamo che la medesima cosa è successa a me con mio fratello: conosco le linee post-Moz (Ninja, Indiana Jones ecc) perché le aveva lui.

      I playmobil non so se li amo o li odio. Lo devo ancora capire, dopo tutti questi anni XD

      Moz-

      Elimina
  12. Che ricordi =°) Anch'io giocavo spesso con i lego di mio cugino e inventavamo la qualsiasi! L'unica cosa che mi faceva venire il cimurro era l'assenza di personaggi femminili ed infatti quando introdussero i capelli,tutti i personaggi lego muniti di chioma diventavano donne! Poi,nacquero i Lego dedicati a StarWars e lì trovai le prime donne lego <3
    Oddio,ricordo pure che per un breve periodo inventarono i lego prettamente femminili,ma non era la stessa cosa giacchè i personaggi erano (appunto) tutte donne e alte il doppio di un qualsiasi altro omino dell'omonima marca! Anche adesso che li hanno rifatti son sempre più alte dei "maschi" (e poi son sempre più sessisti....il massimo come "mestiere" è il lavaggio cani -.- Mai una lego astronauta,medico o che so io!)
    Comunque ha ragione The Mist! Dolore nel mettere il piede scalzo sul mattoncino!

    p.s. 1989? Allora mentre tu fantasticavi sul Corsaro Nero io nascevo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ecco perché parli di donne alte il doppio!
      In realtà anche nei miei anni c'erano le donne Lego, solo che i volti erano quelli standard.
      Poi verso il 1992-93 fecero una linea città chiamata Paradisa, che era molto femminile, nel senso che aveva dei pezzetti rosa chiaro, che rendevano il tutto molto gay-liberty XD

      https://www.google.it/search?q=lego+paradisa&client=firefox-a&hs=rF6&hl=it&rls=org.mozilla:it:official&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=RlGbUdLEFsX5PLytgcAJ&ved=0CAcQ_AUoAQ&biw=1366&bih=658

      Moz-



      Elimina
    2. Confermo! E poi fecero quella line con la villa che tanto amavo.. una sorta di The Sims By Lego! :D

      Elimina
    3. Ah sì... poi ho visto le foto, tu parli di Belville...

      Moz-

      Elimina
    4. Belville! me lo ricordo! bellissimo!

      Elimina
    5. A me non piacevano proprio per via dei pupazzi enormi che descrive Manuela... Paradisa invece, che si basava sullo stesso concetto (spiagge e tipi fighi alla Miami Vice) era integrabilissimo con la linea città!

      Moz-

      Elimina
    6. Sì Belville.... come fate a ricordarvi tutto?? Ahahah a me quel mondo rosa piaceva troppo! Ho ancora due di quelle tipe bionde alte, l'altalena e il gattino. Il sogno della villa non sono mai riuscita a incoronarlo però :(

      Elimina
    7. Magari riuscirai a farti una villa sul serio, in stile Belville (anche se io preferisco Paradisa, era meno glitterato e più cool, quasi da California anni 80) XD

      Moz-

      Elimina
    8. col senno di poi ho iniziato anche io a preferire lo stile Paradisa. Oltretutto mi sto rivedendo le immagini online per rispolverare vecchie reminescenze e ho ricordato di avere qualche pezzo anche di Paradisa... la palma con i tronchetti mobili la ricordo bene :)
      Fa decisamente Miami .. hai ragione :)
      Chi l'avrebbe detto.. questo post mi ha portato così indietro nel tempo!!!

      Elimina
    9. Beh, è il senso stesso del Moz o' Clock, che sin dal titolo rappresenza il tempo... :)
      Sono contentissimo se riusciamo a rispolverare, tutti assieme, i nostri ricordi, vecchi, vecchissimi, a anche attuali!
      Per esempio, la linea Paradisa la ricordavo ma sono andato a rivedermela dopo i vostri commenti, non prima!
      Quindi, grazie anche a te e a voi tutti! :)

      Moz-

      Elimina
  13. Perchè non ti avevo come compagno di giochi da piccolo, perchèèèèèè XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti!!
      Secondo me ci saremmo divertiti un casino :)
      Io giocavo anche con le femmine, tranquillamente! Due mie amiche erano diventate pazze per i muscolacci di He-Man XD

      Moz-

      Elimina
    2. Ma quali muscolazzi, io costruivo e costruivo e ancora costruivo!! :D

      Elimina
    3. ahaha, una architetta in erba?^^

      Moz-

      Elimina
    4. Infatti io volevo fare l'architetto da piccola! :)

      Elimina
    5. Io l'archibattello, volevo costruire i battelli, non i tetti! XD

      Moz-

      Elimina
  14. Il legofilo è sempre stato mio fratello, ed era gelosissimo dei suoi mattoncini, tanto che quando è espatriato per l'università li ha conservati in una scatola che ha messo sull'armadio più alto della casa, per impedirmi di toccarli. Io avevo solo un elicottero che montavo e smontavo a ripetizione per il gusto di seguire il manuale di istruzioni daccapo... che amarezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahi, dev'essere stata dura!
      E scusami, ora non vivrai per sempre con la mancanza di non aver potuto giocare ai Lego, e vorrai sfogarla in qualche modo da serial killer? XD

      Moz-

      Elimina
  15. I lego?
    E' chiaro che hai ancora 12 anni.
    Ciao Miki.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sì, ma vedo che praticamente tutto il mondo è dodicenne, a questo punto! :)

      Moz-

      Elimina
  16. I LEGOOOO! Io li adoro.. appena trovo un Lego Store approfitto per comprare due o tre mattoncini col pretesto che su c'è inciso il nome di una città straniera.. In reaaltà vorrei tornare piccina picciò! :D
    Ho notato con PIACERE (perdonami) che anche tu sei importunato da uno stalker che pubblica commenti senza alcun senso nè nesso logico. Bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì, anche io ho qualche Lego del genere, visto che i miei andarono a Legoland qualche anno fa.
      Per inciso, da piccolo era il mio sogno, andare a Legoland.
      Non mi ci portarono mai.
      Poi se ne sono ricordati negli anni 2000 e ci han portato i miei fratelli... è___é
      Però mi hanno riportato un portachiavi Lego, mattoncini particolari e un altro Fabrik col nome stampato!

      P.s. sì, e secondo me di anonimo ce n'è più di uno, anche se ultimamente uno ha chiesto scusa ed è andato via... XD

      Moz-

      Elimina
    2. TUTTI BENEstanti qui?
      E costruzioni eseguite con pezzi di legno presi da cassette della frutta?

      Le costruzioni sono OTTIME per sviluppare l'intelLETTO ai SORDO-MUTI.

      ANGELO, sono sempre ANGELO.
      L'ANGELO che riconoscono anche quando non usa il collegamento con la PIATTAFORMA di appartenenza. Ma poi HO TANTE PIATTAFORME su dove costruire.

      Chi viaggia è colui che cerca nuove tecniche di evoluzione e non di SPASSAtempi.

      Elimina
    3. Beh, un tempo la crisi non c'era... :)
      Comunque sì, da piccolo ho praticamente avuto tante cose, non chissà che, ma comunque per fortuna sono uno che si accontenta sempre. Ma ripeto, ho avuto molte cose! :)

      Moz-

      Elimina
    4. Eccolo qui.. è tornato! :D
      Ciao Angelo!
      Sinceramente i miei genitori non hanno mai navigato nel lusso, ma all'epoca un pò tutti potevano permettersi qualche scatola Lego.
      La super villa Lego era da me tanto agognata.. ma non ce l'ho mai fatta ad averla!
      Miki ho tante foto da postare.. si tratta delle bellissime installazioni Lego (natalizie) a Berlino e ad Orlando! Penso che per quelle natalizie se ne parlerà l'anno prossimo.. ho caldo solo a pensarci! Magari tra un pò posterò quelle di Orlando (tema Disney ovviamente!) con tanto di cappello di Pippo (quello che ama il nostro amico Orso!)
      Un abbraccio!

      Elimina
    5. E' vero, siamo figli dei consumistici anni '80! Speriamo si possa tornare a quell'epoca, che una scatola di Lego me la ricompro volentieri!! :)

      Beh allora aspetto le tue foto! Non vedo l'ora di vederle!! XD

      Moz-

      Elimina
    6. Purtroppo oramai costano un occhio della testa! Avrei tanto voluto comprare La Casa Bianca e costruirla personalmente, ma è un salasso! Faccio prima ad andare a vederla personalmente :D

      Elimina
    7. Io ho visto un set bellissimo che davvero DESIDERO, e prima o poi la follia la faccio: http://thebrickblogger.com/2012/10/lego-christmas-winter-village-cottage/

      Dimmi tu se non è stupendo da tenere, anche come soprammobile, nel mese natalizio! *___*

      Moz-

      Elimina
    8. Noooo ma è stupendo! Lo voglio anche io il Winter village!!! Mi sto vedendo anche il video anche se il tizio parla velocissimo e riesco a cogliere qualcosa a tratti di quel che dice! Ahhh sono in venerazione *.*
      Questo gioiellino sarà alla modica cifra di...? 200 euro? ahahah

      Elimina
    9. Il prezzo non lo conosco, ma non penso arrivi a quella cifra... ho visto ultimamente una scatola abnorme, Lego Città, del distretto di polizia (tre piani, auto, elicottero, prigioni ecc) e costava poco più di cento euro...

      Moz-

      Elimina
    10. Io "purtroppo" a Berlino ho visto la famosa Casa Bianca e rasentava i 150 euro .. credo che sia roba da collezionisti! Nella collezione rientravano alche la Tv Tower di Berlino, La Torre Eiffel, L'Opera House di Sidney, Il Big Ben e molti altri emblemi di città famose.. Costavano tutti un occhio della testa -.-
      Però questo cottage è una vera chicca! :D

      Elimina
    11. Ho visto adesso che i pezzi della linea winter sono almeno 5.
      Il cottage, le poste, il treno, il negozio di animali e un altro che mi sfugge.
      La cosa bella è che creano proprio una piazzetta invernale niente male... con spazzaneve, pupazzi di neve, albero di Natale, persino pista da sci e gazebo...
      Sarebbe bellissmo averli... *___*
      Comunque il prezzo del cottage non lo trovo, ma gli altri sono attorno alle cento carte, più o meno...

      Moz-

      Elimina
    12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    13. io mi sono innamorata dell'igloo.. e pare che anche il tipo del video lo sia! Non fa altro che nominarlo e ripetere "it's very cool" .. :p

      Elimina
    14. Bhe, l'igloo è ... cool veramente :)

      Moz-

      Elimina
  17. indimenticabili lego!!!! ci passavo delle ore, però giocavo di più con Playmobil e Subbuteo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo traditore!! :)
      I Playmobil, come ho scritto sopra, non so dirti manco io se mi piacciono o meno... forse li consideravo meno versatili, boh!!

      Moz-

      Elimina
  18. Pure io adoravo i Lego! Ne avevo scatoloni pieni zeppi! Ci passavo intere giornate. Mi sento vecchia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi non li adora? Praticamente siamo quasi tutti cultori dei Lego, qui!! :)
      Mica li hai buttati??? Oo

      Moz-

      Elimina
    2. Adoro i lego, io mi divertivo insieme alle figlie a fare le casettine con le finestrine i terrazzi con i fiori. ;)
      I Lego non si buttano! Guarda ci giocherei ancora ;)
      Buona serata a te

      Elimina
    3. E' vero... è un reato buttarli! :D
      Un giorno costruirò il mio castello gigante, vedrete!!

      Moz-

      Elimina
    4. Una bella idea, credo sia un passatempo intelligente che favoriva la fantasia anche se non erano di legno.
      Oggi i bambini hanno già tutto pronto. Non devono inventarsi quasi nulla. Spero ci siano ancora genitori che comprano questo tipo di giochi per i loro figli.
      Intanto tu inizia il castello, poi finito ci metterai dentro anche la principessa ^__*

      Elimina
  19. Miki ciao, hai descritto il tuo amore per i lego! Azzolina quando ero piccola io, ce l'aveva solo una mia amica "borghese", mi lasciava giocare ed era già carini....I primi primi erano verdi credo e duri.....Pochi giocavano ai lego solo le famiglie benestanti, perchè costano ora ma costavano anche allora! Ho letto con passione della tua passione, anche le formine messe in bacheca sono splendide...........Buon gioco Miki, è bello ma bello pensare che ti metti ancora a giocare con il lego, significa che sei rimasto un bimbo dentro..........anche fuori....

    RispondiElimina
  20. Ahaha quindi io sarei borghese e benestante? :)
    Di certo sono rimasto un ragazzino, spero no del tutto immaturo XD
    Grazie mille per il tuo commento, un abbraccio,

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miki ciao, ma noooooooo, negli anni 70-80 solo i ragazzini figli di papà aveva i lego!!! Azzzolina se tu sei pieno di soldi, meglio per te accedenti.........E' la mente da borghese che non hai, fortunatamente........un bacione!!!

      Elimina
    2. Wè, pensa tu, mi trovavo proprio or ora sul tuo blog! :)
      Comunque, no, non sono pieno di soldi (magari!!), ma negli anni 80 stavo discretamente bene, non posso negarlo.
      Non da avere ville e chissà cosa, ma almeno i Lego me li hanno comperati senza problemi.
      Sì, lo dico sempre: sono stato un bambino fortunato.
      E anche felice, indipendentemente da questo lato materialista.

      Moz-

      Elimina
  21. Miki, aspettavo da te un post - bellissimo - sui Lego.
    Ed infatti.... eccolo qua.

    Come si fa a non amare i Lego? Io davvero sono stata una fanatica e ancora oggi, se posso, se mi capita, ci gioco.

    Qualche mese fa, ero in un negozio di PC - quando il mio portatile dava i numeri, ricordi? - e mentre aspettavo che fosse il mio turno, i miei occhi sono finiti su uno scaffale, dove tra tablet e chiavi USB si celava un cestino con... indovina? Tanti pezzi di Lego colorati!

    Li ho avvistati. Poi mi ci sono avvicinata. Li ho sfiorati.
    E come pensi sia finita? Ci ho giocato, fino a che mi sono rera conto che toccava a me!! :D

    ps cmq io andavo pazza per le Stazioni Spaziali: da piccola preferivo giocare con gli shuttle e le torri di avvicinamento coi radar e poi facevo tante missioni per salvare la Terra... ma del resto, Miki, io vengo dalla LUNA! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo post l'avete votato voi, in uno dei sondaggi dei mesi scorsi... e così eccomi qui coi Lego.
      Ho parlato di me e del rapporto che ho con loro, due delle foto che ho messo ritraggono cose mie.

      Hai fatto benissimo a giocare coi Lego durante l'attesa :)
      Credo sia una cosa irresistibile, dopotutto.

      Eggià, tu come Caparezza vieni dalla Luna... ahaha! Io ho amato a fasi altalenanti le cose spaziali, però M-Tron e Ice Planet 2002 mi piacevano davvero :)

      Moz-

      Elimina
  22. Il lego. Noi si gioca ancora con il lego che avevamo negli anni '60. È ancora perfetto. Il Lego originale è incredibile. Adesso ci sono dei surrogati del Lego, sembra uguale, ma dopo un po' iniziano a cedere. Il Lego originale costa di più ma un motivo c'è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero che sono sorti dei surrogati, sono più plasticosi... e permettono anche meno fantasia, secondo me.
      I Lego comunque penso siano una istituzione del gioco intelligente.

      Moz-

      Elimina
  23. Sai io ero di famiglia borghese e benestante ma non ho mai molto apprezzato questi giochi...preferivo le biie (palline colorate) e le figu (figurine) dei calciatori...Un maschiaccio con le sembianze da femminuccia con grande preoccupazione dei miei genitori.
    Ogni epoca ha i suoi giochi a prescindere dal portafoglio.
    Abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, vero...!
      Ahaha, non ti ci facevo amante dei prodotti da maschiaccio XD
      Le biglie comunque sono davvero belle, ne ho una boccia di vetro piena!! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ho un fratello più grande di me, e da piccolina giocavo con lui e i suoi amichetti...Detestavo le bambole, trovavo che fosse da sceme parlare con un bambolotto che non rispondeva...ihihihih...e poi i maschietti erano già allora galanti e soprattutto pazienti e protettivi con noi bimbe ed allora noi approfittavamo giocando con loro...
      buona giornata caro

      Elimina
    3. Eeeeehh, la sapevi lunga!
      Ma che poi, dai, i giochi da maschio sono sempre più fighi, c'è poco da fare!
      Non dico che le bambole siano brutte, però... i bambolotti hanno un che di sessista (della serie: abituiamo le bambine a fare le mamme) :p

      Moz-

      Elimina
    4. Non posso che darti ragione...
      Ricordo un episodio della mia gioventù quando mia madrina mi regalò Ciccio Bello un bambolotto che se gli toglievi il ciuccio si metteva a piangere...Nonostante che avessi solo una decina d'anni mi incazzai non poco e lo scaraventai contro il muro del salotto provocando un mezzo putiferio. Mio padre che rideva e poi cercava di spiegare il mio gesto alla madrina, mia madre che mi correva dietro per menarmi, la madrina che non sapeva nascondere la sua delusione, mio fratello (protettivo) che mi aiutava a parare le sberle di mia madre.
      Conclusione: mia madrina mi regalò, giorni dopo, il gioco del monopoli. Io e mio fratello fummo tutti e due contenti perchè potemmo giocare finalmente insieme.... ;-)

      Elimina
    5. Ahahah, immagino la scena!!
      Certo, immagino anche l'imbarazzo di tua madre e tuo padre (che tentava di spiegare la cosa...)
      Per fortuna la madrina ha compreso e ti ha regalato un grandissimo gioco! :)

      Moz-

      Elimina
  24. Sai miki con il lego hanno giocato tantissimo i miei figli, Sabrina ha anche partecipato ad un concorso per la "lego" su una costruzione libera, ha vinto il 1° premio, l'hanno tenuto esposto in un negozio di giocattoli per un bel po'.
    Ne avevamo due bidoncini, oltre ai miei figli ci hanno giocato ben 7 bambini di cui sono stata baby sitter, ora li ho regalati a Francy che ancora ci gioca. Sono stati una felice intuizione, per liberare la fantasia dei bimbi.
    Io giocavo moltissimo con le bambole e i giochi da tavola con le mie sorelle, io sono matusalemme:-))
    Ciao Miki

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhh, sarebbe bello se mettessi la foto della costruzione di tua figlia!
      Mi è tornato in mente un fatto: alle elementari, forse la quarta, nel sussidiario c'erano brani di antologia o simili accompagnati da foto o disegni. Una foto mostrava un bambino che ammirava una vetrina lego dove campeggiava gigante proprio Ricky, il procione dei Fabuland... *___*
      I giochi da tavola li amo, ora e sempre.

      Moz-

      Elimina
  25. Penso che chiunque abbia amato i Lego! Se esistesse qualcuno a cui non dovessero piacere lo estirperei io stesso! Io non ricordo esattamente che tipo avevo, perchè mi sa proprio che ereditai i mattoncini da qualche sorella! Ricordo che ne avevo anche una versione probabilmente sottomarca che non mi piaceva perchè aveva colori disparati! Però ci passavi le ore, forse per questo abbiamo tanta fantasia.... ora fai partire The Sims e costruisci quello che vuoi ( ad esempio), una volta impiegavi due ore e la tua immaginazione doveva creare tutto il resto!
    Ciao Mozzissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, io conosco qualcuno a cui non piacciono, o meglio, conosco qualcuno che probabilmente non ci ha mai giocato^^
      E' vero, comunque... prima la fantasia era molto più fisica, inoltre, oltre a costruire in sé qualcosa, c'erano gli omini e quindi potevi anche inventare storie.

      Ti dico che, dato che siamo negli avanzati anni '10 del ventunesimo secolo, non mi dispiacerebbe se ci fosse un programma virtuale per costruire i Lego che vuoi... mancherebbe la fisicità e sarebbe orrendo, però almeno il principio resta quello, sano, della fantasia corretta! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Che infanzia triste! Come puoi non aver giocato con i Lego!??!

      Probabilmente esiste! Fa una ricerca *-*

      Elimina
    3. Dovevano farlo, mi dicevano, ma ancora non lo fanno...!

      Moz-

      Elimina
  26. I Lego, quanti ricordi...
    Ebbene, li compro ancora oggi, soprattutto quelli dei supereroi, ma sono per i miei figli... purtroppo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, ma potrebbe essere un'ottima scusa per giocarci ancora! Dopotutto mio padre, che da piccolo aveva i suoi Lego, ha giocato con i miei aiutandomi a montarli eccetera.
      Anzi, il primo ricordo che ho di un regalo di mio padre è proprio una confezione Lego (l'aeroporto Fabuland) che mi riportò dall'università (io avevo due anni e mezzo) e che mi diede sul balcone della casa dove soggiorno adesso :)

      Moz-

      Elimina
  27. Dimenticavo... ho provato a scriverti per quella tua proposta di "dopo la mezzanotte", ma non trovo la tua email. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non ci si doveva prenotare via mail ma in questo post:
      http://mikimoz.blogspot.it/2013/05/pill-12-scaramanzie-prenotazioni.html

      Se vuoi ti aggiungo alla lista, che ormai però è molto lunga... tanto che il tuo turno sarebbe nell'estate 2015! Oo

      Fammi sapere, ti "congelo" il posto, in ogni caso!!

      P.s. benvenuto sul Moz o'Clock! :)

      Moz-

      Elimina
  28. Ciao Moz, ho spulciato il tuo blog, scoperto dopo il tuo commento sull'intervista fatta a me medesima (sic)..e l'ho trovato inusuale e divertente..Basta vedere il numero dei commenti!!!!
    Purtroppo non ho mai avuto la passione per i lego, ma da come ne parli tu , mi sembra una cosa fanrastica che dà libero sfogo alla fantasia, quindi ne dovrei essere attratta...
    Prometto che ci proverò , anche se sono a manualità zero...
    Per ora lascio la mia manualità all'iscrizione al tuo blog e sarei felice tu volessi ricambiare...http://rockmusicspace.blogspot.it/
    Grazie e magica giornata
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella! Innanzitutto benvenuta a bordo!
      Sai una cosa? Ieri o l'altroieri mi sono già iscritto ad un tuo blog, ma non quello che linki! Ho anche letto il post della ricetta "povera" che hai messo! :)
      Comunque passo anche all'indirizzo che mi hai linkato ;)

      I Lego... sì, ci vuole manualità, ma anche molta fantasia... diciamo che puoi seguire le regole e non seguirle. E addirittura creare delle regole tue. A me attirano ancora tantissimo!! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Mio caro, dove ti sei iscritto è un blog cumulativo dove io scrivo molto poco e solo musica, balletti o film...
      Ci sono tante persone che io non conosco neppure, ma ho accettato anche per stare assieme a due amici, che poi hanno allargato la cerchia...
      Mah! Surprise, surprise surprise...
      Felicissima che tu ti sia iscritto al vero!
      Un bacio super!!!!!!!

      Elimina
    3. Pensa tu che giro!
      Però apprezza la mia buona fede :p
      Mi sono iscritto volentieri, mi sembra un blog molto molto pop (anche se parla di rock! ^^) e quindi ci si sta sicuramente bene!!

      Moz-

      Elimina
  29. @Saray (lì sopra non mi fa rispondere... il blog si ribella al suo padrone! XD)

    E' vero, ma penso che i Lego siano ancora molto venduti, vedo tante nuove linee e prodotti, certo più accattivanti per i bambini moderni, però il principio è lo stesso: costruire, inventare, divertirsi.

    Il mio castello temo rimarrà un sogno, perché i miei Lego non sono qui con me...
    ... la principessa è meno complicata averla, e ho detto tutto! XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capita anche a me di non poter rispondere a volte, è un problema che poi passa.
      Che siano venduti ancora mi fa piacere, che siano anche comprati lo spero proprio, vedo che i ragazzini di oggi hanno giochi completamente diversi.
      Ok per la principessa, si accontenterà di un bellissimo trullo ;) Notte

      Elimina
    2. Ahaha :)
      Il trullo costa anche più di un castello...!
      Sì, comunque, penso che i Lego siano inscalfibili...!

      Moz-

      Elimina
  30. Io ci gioco ancora...con i lego ovviamente! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fai bene! :)
      Giocare è ciò che è giusto fare, l'uomo deve giocare: al lavoro l'ha condannato il peccato originale XD

      Moz-

      Elimina
  31. io ero drogato di Lego. Per me esistevano solo i Lego. Ero io stesso un Lego! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi sei un omino-Lego, non più un temibile pirata :)

      Moz-

      Elimina
  32. Io andavo matto per i lego. E infatti sono gli ultimi giochi d'infanzia che conservo ancora nel cassetto e guai a chi me li tocca. Andavo particolarmente fiero di una gru che si muoveva grazie a un sistema idraulico e di un castello nel quale mi sono immaginato delle serie epiche che in confronto Game of Thrones devi solo farti da parte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, ecco, è bellissimo immaginarsi storie coi Lego!
      Quando mi arrivarono il drago e il mago avevo mischiato ogni cosa, Robin Hood, i vari castelli, ecc ecc...
      Ricordo che avevo delle pietre su cui, col pennarello rosso, disegnavo il sangue per ricreare le carneficine XD

      Moz-

      Elimina
  33. Diavolo Moz, sei un intenditore! Io ne avevo, non così tanti però. Ricordo una stazione di polizia, forse il primo set regalatomi, ero in ospedale per febbre strana a 40 e ecco. Poi vediamo, ricordo una macchina del tempo, simile a una nave, la nave dei pirati vera e propria, il castello di Harry Potter, unico superstite attualmente, un po' di casette e cose così, e una marea di lego sparsi, macchinine, eccetera. Adoravo quando i miei tornavano a casa la sera con una scatolina piccola di lego. *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Febbre strana?
      Comunque ricevere regali è il lato positivo dello star male XD
      La macchina del tempo forse ce l'aveva mio fratello, se è tipo alata (con ali di drago nere) e guidata da un professorino con tuba e monocolo.
      Harry Potter anche robe di mio fratello (gli Harry e Ron che vedi nell'ultima foto sono presi dai playset di mio fratello, infatti!)
      Ma mica li hai buttati??

      Moz-

      Elimina
  34. ti manderò su twitter la foto della mia collezione..
    C'è il fruttivendolo, il grande emporio, la caserma dei pompieri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhhh waoo! :)
      La aspetto con ansia allora...!

      Moz-

      Elimina
  35. Arrivoooooooo!
    I Lego...peccato che mio fratello maggiore non li amava particolarmente, se no ne avrei avuti un sacco in eredità!
    Ci ho giocato poco, a dire il vero, ma in generale mi sono sempre piaciuti.
    E ti confesso che dopo aver letto il tuo post li trovo ancora più affascinanti :-)

    Buona serata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, grazie ;)
      Beh, posso assicurarti che i Lego hanno un fascino intramontabile. Potrebbero essere un gran bel passatempo -sano e stimolante- per i tuoi monelli, no?

      Moz-

      Elimina
    2. Assolutamente si, vedrò di proporglieli :-)

      Elimina
    3. Cresceranno sicuramente bene.
      Oddio, non prendere me come esempio, non faccio testo XD

      Moz-

      Elimina
  36. Miki dove sei?...sono alle prese con un castello..mi passi il mattoncino verde?..

    Miki svegliaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccoloooo! :)
      Era dietro il ponte levatoio :p

      Moz-

      Elimina
  37. ebbi in eredità dalla mia nemesi la potestà su qualche sparuta tribù di lego... ricordo qualche drappello di sbandati della banda di robin hood, qualche castellano con armature, lancie ed elmi, qualche pirata naufragato da non so dove, un'intera ciurma di gendarmi ammutinati con il loro galeone...passavano il tempo a duellare epicamente contro gli exogini e i dinosauri, quando non si affettavano tra loro.

    mi ricordo che, un bel giorno, non si sa bene da dove, un'orda di poveri popolani lego di vario mestiere e condizione fu condotta a me dentro una grande arca di cartone, a elemosinare uno spazio nella landa nota come "la mia cameretta", che all'epoca era, per la verità, una misera striscia di terra contesa tra me e la mia nemesi, che perdipiù poteva vantare antichi diritti di primogenitura.
    fatto sta che, per qualche congiuntura favorevole (la mia nemesi aveva scoperto la disponibilità di nuove terre mitiche, lontano dalla misera striscia di terra a noi assegnata dalle arcane potenze del perche sì), potei consentire a questi tapini di stabilirsi sopra l'antico Altopiano della Scrivania Ribaltabile, e di aiutarli a erigere la loro città, ottenendone in cambio venerazione perpetua e diritti divini su vita, morte e tutto il resto. le vecchie tribù si mescolarono ai nuovi venuti e li indirizzarono al culto della mia capricciosa volontà.

    Purtroppo le durezze dell'esodo gli avevano pogressivamente fatto scordare quel patrimonio di tecniche costruttive che i più anziani chiamavano "Libretto di istruzioni", e i risultati furono piuttosto scoraggianti: ricordo di un palazzo con vetrate, lampioni e ponte levatoio all'ingresso, prue di nave che spuntavano dai piani superiori e sul tetto una sorta base spaziale (era sicuramente qualcosa di spaziale, perchè era piena di vetri colorati e attrezzature informatiche); c'erano case dai muri multicolori che si alzavano per vari piani, con arredamenti disparati ma perlopiù privi di ogni elemento essenziale, sempre senza scale, sempre senza una parete (non avevano gran senso del pudore, anche se effettivamente non si svestivano mai), insomma, un classico esempio di speculazione edilizia.
    Ricordo che amavano le gare di formula 1, ma continuavano ad utilizzare spade, lancie e sciabole, per risolvere le questioni di vicinato.
    Nella città dei lego nessuno svolgeva un mestiere normale, tutti erano pirati, briganti o ladri, gendarmi o poliziotti, astronauti, piloti di formula 1, meccanici, a volte varie cose nello stesso momento (come il tizio con il camice della croce rossa, l'uncino, le bombole di ossigeno, i galloni da ufficiale, il casco da pilota, la gamba di legno, uno scudo e una spada; era il presidente del rotary club, se non ricordo male).

    Non ricordo come finì la città dei lego, se con una vera e propria catastrofe o una progressiva dismissione voluta dal ministero dei beni paesaggistici, so solo che a un certo punto imparai ad andare in bici :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te l'ho mai detto che ti amo? :)
      La tua nemesi penso sia il fratellone, no?
      Che fortuna, avere in regalo uno scatolone di Lego!! *__*
      Ho capito che dopo è subentrata la bici e quindi la conquista di nuovi e inospitali pianeti (o quartieri) ma non dirmi che hai gettato via i Lego...!

      Moz-

      Elimina
    2. ma no, non si getta via nulla nelle famiglie terrone, si genera una catena di sant'antonio tra cugini per cui lo scatolone di lego, la bici da ragazzino, la chitarra acustica da principiante, passano dall'uno all'altro all'infinito (almeno fino all'avvento delle nuove tecnologie).

      la nemesi è ovviamente il fratellone, va da sè...

      Elimina
    3. glisso sulle dichiarazioni d'amore perchè nel nostro asteroide la questione dei matrimoni gay è ancora controversa (sebbene sia ammesso il matrimonio con i concetti filosofici e con le fioriere) e potrebbe mettermi in cattiva luce presso i miei superiori :P

      Elimina
    4. Ahahaha, sei un grande!
      Io comunque anche essendo terrone non ho mai tramandato niente.
      Sono un terrone terribile :)

      Moz-

      Elimina
  38. ..adoravo i Lego..ci giocavo sempre con un mio amico..Yuri!:P Ed è molto utile ai bambini =P
    buon weekend Moz!;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, è uno dei giocattoli migliori mai realizzati!!
      Buon weekend anche a te, grazie! :)

      Moz-

      Elimina
  39. Ma perché: LA MORTE NERA?!
    E quando si calpestava scalzi un mattoncino di lego?!

    Che ricordi...

    RispondiElimina
  40. Il calpestare scalzi un mattoncino l'han citato come evento nelle prime risposte! La morte nera è uno dei playset più grandi in assoluto Oo

    Moz-

    RispondiElimina