> (in)spiegabile?

#COSESTRANE

TASSO DI VOLGARITA': 2%
TASSO DI RAZZISMO: 0%
TASSO DI CLASSISMO: 2%



Sapete che sono un tipo razionale. Se mi apparisse la Madonna che piange Pepsi cantando Like a Virgin, io non crederei mai in un miracolo ma cercherei in tutti i modi di spiegare l'evento coi mezzi (limitati) che ho.
Magari darei la colpa alla peperonata.
Se vedessi un ufo atterrare in giardino lasciando un crop circle, spiegherei il tutto semplicemente dicendo che innanzitutto un giardino non ce l'ho.
Se mi apparisse Satana, cambierei semplicemente canale.
Eppure, in trent'anni di vita, qualcosina di particolare è successa anche a me. Niente di inspiegabile, ma che mi ha fatto restare basito, almeno un po'. Più del me stesso proveniente dal futuro che avete conosciuto anche voi qualche mese fa, qui sul MoC.

Dato che le stigmate le ha avute già un mio famoso compaesano, dato che il folletto l'ha già visto la sorella di una mia ex compagna di scuola, io devo accontentarmi di altre piccole cose.

- lo schiaffo immaginario: ero piccolo, circa 5 anni, in vacanza in nord Italia, probabilmente. Ero coi miei in un ristorante, aspettavamo le prenotazioni. Ad un certo punto forse mi sono appisolato un attimo, tipo colpo di sonno, e ho sentito uno schiaffo. Non fortissimo, un buffetto. Non fortissimo, ma distinto. Sciaf! Credevo fosse stato mio padre per svegliarmi. Tanto che gli dissi "perché mi hai dato uno schiaffo?". Non era stato lui, mia madre. Lui si mise a sogghignare, dicendo che me l'ero immaginato. Eppure la guancia mi "bruciava".
La spiegazione scientifica esiste, lo so. Era una sorta di paralisi nel dormiveglia;

- il respiro: una volta era nel letto. In camera non ero da solo, per lo meno credevo ci fossero anche i miei. Sentivo il respiro di qualcuno, e io stavo per alzarmi. Quando cerco di capire chi ancora dormiva, vedo che tutti già si erano svegliati. Allora mi domando di chi fosse quel respiro che sentivo, forse il mio?
Sì, sicuramente era il mio, che in uno stato di pre-sveglia sentivo ancora ritmicamente... Però m'è venuto un colpo;

- la buca nella strada: nevicava, e tanto. Io e un mio amico, Federico, ce ne stavamo in giro a cazzeggiare, quella sera. Nessuna auto in giro. Sulla strada, in piena via principale, notiamo un buco, anche abbastanza profondo. Proprio al centro della carreggiata. Il diametro del buco, perfettamente rotondo, permetteva l'inserimento di un tubo di quelli arancioni, tanto che pensammo che fu fatto per qualche lavoro interrotto poi dal maltempo. Lo riempimmo di neve, pressandola così tanto da livellarla al pari della strada.
Quando, qualche giorno dopo, la neve si sciolse, il buco non esisteva più. La cosa strana è che non c'è mai stato alcun segno di "ricoprimento" del buco, tipo asfalto di colore diverso. Quel buco non è mai esistito, riempito dalla neve di Moz e Federico. Tutt'oggi non sappiamo spiegarci cosa cazzo fosse quella buca.

- la telefonata misteriosa: era l'estate del 2008, prima mattina. Saranno state le 8, 8 e 30. In ogni caso, dormivo.
Sento il mio cellulare squillare. Un numero che non ho in rubrica. Rispondo.
"ciao, sei Michele Capuano?". E' una voce asessuata. Nel senso che, in quell'attimo in cui ero ancora frastornato dal sonno, mi sembrava una voce sia femminile che maschile, come fosse di un ragazzo che non ha ancora fatto lo sviluppo.
Io rispondo "sì, chi sei?", e la voce mi fa "ah, no, non sei tu il Miki che cerco!". E io, sempre rincoglionito, credendo che fosse uno scherzo di qualcuno, dico "ah, va bene!" e mi rimetto a dormire.
Dopo diverse ore, ormai sveglio, ripenso alla cosa. Trovo questo numero sulla lista delle chiamate e capisco che la questione non me l'ero sognata, provo a chiamare per sapere chi fosse ma non risponde nessuno. Però ammetto di aver continuato a pensare che fosse lo scherzo di un amico appena conosciuto, di cui ancora non avevo il numero di telefono. Ma lui mi ha giurato, più volte, di non saperne niente.
In ogni caso, non so perché ma era come se la cosa dovesse non interessarmi, e non ci pensai più, in quei giorni, fino a che il registro chiamate si riempì di altre telefonate e quel numero sparì dalla lista. Poi, quando non ho potuto più ritrovarlo, mi è preso questo tarlo di capire chi fosse. A distanza di cinque anni ancora non so di chi sia quella voce, e chi sia il Michele Capuano, detto Miki, che cercava.

Forse la Morte, che scelse un altro Miki.
Forse un angelo custode, che si accorse che io sono già custode di me stesso.
Forse la Madonna, che avrebbe voluto cantarmi Material Girl ma io non le avrei creduto e quindi all'ultimo momento deve averci ripensato.
"Perché noi viviamo in un mondo materiale", e io sono un Material Moz.

E voi? Vi è successo mai di vivere qualcosa che, ad oggi, non riuscite a spiegarvi o che comunque vi ha lasciato un senso di inquietudine?

Volo, girando, io vedo l'Univers. Prendi la mia mano e vieni via, ti porterò lontano... (Litfiba)

106 commenti:

  1. Ma quante cose inspiegabili ti sono capitate?
    Sei una persona che stupisce, con i tuoi racconti, extra, extra.
    Ti racconto la mia inspiegabile- chiamiamola-"sensazione"
    La mia mamma è mancata da dieci anni, circa un anno dopo, e per più di una volta, mi sono svegliata improvvisamente, sentendo una carezza nei capelli e sulla testa,la stessa carezza che la mia mamma mi faceva quando ero ragazza ed ero triste per qualcosa oppure preoccupata.
    Una sensazione che mi commuoveva tantissimo.
    Forse era davvero lei?
    Ciao Miki,
    Buonanotte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho annunciato a inizio post, io sono fortemente razionale, forse così razionale da avere il cuore di pietra XD
      Lascio aperte molte porte, però... c'è sicuramente una spiegazione a quel che ti è successo!
      Io comunque credo che siamo fatti di energia, e non è detto che questa energia svanisca del tutto, non di colpo, almeno! :)

      Notte!

      Moz-

      Elimina
  2. Oddio.
    A me una cosa successe, però allora promisi di non dirla perché non ero sola e l'altra persona credeva e crede tuttora parecchio in queste cose.
    Comunque, vero o non vero, secondo me è roba parecchio affascinante.
    Ma sai che da piccola, la tua mogliettina voleva fare la strega di professione? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhh, sai che ora mi hai incuriosito?
      Non puoi nemmeno accennare senza svelare troppo?^^

      P.s. la strega? Beh, tutte le donne un po' lo sono :p
      Tié! :p

      Un abbraccio stregato :)

      Moz-

      Elimina
  3. Oh Miki contattiamo Giacobbo se vuoi, tanto alla fine so Templari e Sacri Graal, che te frega.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oppure Rennes le Chateau! :p

      Moz-

      Elimina
    2. Quando uscì quella ciofeca del Codice, si erano fissati su Renlesciatò!!! Lo mettevano in mezzo sempre e comunque, senza logica!! :)

      Moz-

      Elimina
    3. La ciofeca del Codice, oltretutto, è una scopiazzatura pure mal riuscita de "Il Pendolo di Foucault" di Eco.

      Consiglio ampiamente la lettura di Eco e di dimenticare libro e film relativo al Codice da Vinci. Lo scoglio, però, è arrivare indenni a pagina cento! :P

      Elimina
    4. Baby, il Pendolo campeggia nella mia libreria :)

      Hai ragione, è un sacco... pesante :p

      Moz-

      Elimina
  4. Bene, la mia foto scattata al porto a qualcosa è servita, e son contento che sia servita proprio a te in questo post, uno dei migliori da quando ti leggo.

    Dunque, io su queste cose mi ci rifaccio come un cecio, vado con ordine: lo schiaffo immaginario è senz'altro una paralisi nel sonno, molto comune soprattutto quando ci si addormenta di giorno, o su un divano, sul treno, e quindi ci viene più facile svegliarci per fattori esterni, ma se la mente cerca di svegliarsi e trova ancora il corpo dormiente, si scatena qualcosa, qualsiasi reazione rinchiusa nel subconscio umano, come un allarme, per far sì che ci si svegli, quindi si avvertono schiaffi, scosse, tremori, urla ecc... ovviamente è tutto nella nostra mente. :)

    Il respiro: anche qui parliamo di un fenomeno che si scatena durante il sonno ma più precisamente in uno stato di dormiveglia e si tratta sicuramente di un'allucinazione del sonno, chiamata ipnagogica se avviene durante il primo stadio dell'addormentamento, altrimenti si chiama ipnopompica se avviene durante il risveglio. ;) E' curioso constatare come la maggior parte delle stranezze che riteniamo tali, accadono sempre alle porto del sonno e del sogno. ;)

    La buca nella strada: Questa è sicuramente l'aneddoto più curioso se espresso solo in quelle righe, ma credo che l'arcano sia legato alla neve; sicuramente il manto bianco avrà giocato un effetto di disorientamento, magari facendovi confondere un tratto di strada con un altro, e quando questa si è sciolta non ricordavate precisamente il punto in cui avevate ricoperto quella presunta pozza. Qui è molto importante sapere anche quanti anni avevi. :)

    La telefonata misteriosa: be', tutti noi siamo stati vittime di scherzi telefonici, così come tutti noi ne abbiamo fatti. Ora se ne fanno molto meno, perché il cellulare lo si usa molto più per il web, foto e video che per telefonare; abbiamo skype, whatsapp, facebook, twitter... siamo sempre in contatto. Comunque l'equazione è facile: in Italia siamo 60 milioni, e se togliamo una media ufficiale di 6 milioni di bambini al di sotto dei dieci anni (non che questi non facciano o ricevano scherzi, ma ci mettiamo anche un 2 milioni di neonati e infanti), tutti abbiamo ricevuto e fatto scherzi più di una volta, quindi il numero di incappare in uno scherzo telefonico curioso anziché no è molto alto per tutti. ;)

    (continua...)

    Ispy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per avermi concesso la tua foto, ho pensato che indicasse bene lo stato che volevo trasmettere col mio post :)

      1) oggi mi do questa spiegazione proprio perché conosco il fenomeno, ma all'epoca ero troppo piccolo e subìre quel buffetto in un ristorante mi sembrò una cosa davvero stramba e inquietante...

      2) anche in questo caso, oggi conosco il fenomeno ma non all'epoca, quindi il senso di terrore derivò dalla non conoscenza della questione;

      3) la strada ce la ricordiamo bene, persino il punto esatto perché ci sono insegne di negozi e non possiamo sbagliarci assolutamente... Avevo 19, 20 anni.
      Impossibile che ci sbagliamo entrambi e in ogni caso in quel tratto di strada il buco non c'è stato, nemmeno a qualche metro di distanza...
      Questa cosa è ufficialmente la più strana che m'è successa, ma ovviamente ci sarà una spiegazione pure qui :)

      4) non credo fosse uno scherzo perché non ne aveva l'aria né il senso. Di scherzi telefonici ne ho fatti e ne ho subiti, e dire una cosa del genere non porta al risultato che si vuol raggiungere con uno scherzo (divertirsi, molestare, infine svelarsi...).
      Ho sempre creduto che fosse qualcuno che voleva conoscermi, a cui avevano dato il mio numero, e poi c'ha rinunciato vedendo che magari non ho mai richiamato.

      Moz-

      Elimina
  5. Cosa è capitato di così tanto strano al sottoscritto? Uno che è stato a Medjugorje per dieci giorni essendo rimasto ateo e scettico, credo che possa dare spiegazione a tutto, quindi in verità mai nulla mi ha colpito a tal punto da pormi domande del tipo: chi era? Cos'era? Perché?... Ma una cosa curiosa, e non strana, mi è accaduta proprio qualche giorno fa. Nel 1999, credo fosse stato giugno, ero in spiaggia con mia madre in una giornata molto ventosa e il mare era a dir poco burrascoso, tanto che dovetti accontentarmi di giocare sulla riva e non in acqua, e così feci. Un'onda alta un paio di metri si spinse a velocità spietata verso la battigia e mi travolse letteralmente, giungendo addirittura alla prima fila degli ombrelloni appena piantati in quella nuova stagione estiva. Ne fui ovviamente sommerso e mi ritrovai a bere acqua salata vicino al cartello 'limite acque sicure' che quel giorno era un biglietto di morte certa visto il mare grosso e la corrente marina così risucchiante. Quel giorno, visto il tempo, la spiaggia era quasi deserta, e mentre io gridavo aiuto essendo certo di morire da lì a poco, compare un ragazzo (che per me 14 anni fa credevo fosse un adulto visto che io avevo solo 7 anni e mezzo) che si getta a recuperarmi ,sprezzante del pericolo di quel mare grosso. E mentre stavo per bere, forse, l'ultimo singulto d'acqua, me lo ritrovo vicino e che mi solleva da sotto le braccia, mentre ormai stavo annegando sott’acqua, e mi carica come un sacco sulle spalle chiedendomi di aggrapparmi al suo collo mentre mi riporta a riva combattendo contro il mare mostruoso di quel giorno. Non ho mai saputo chi fosse, così come non lo ha mai saputo mia madre che era lì a disperarsi, e l'ho scoperto solo quattro giorni fa, all’età di ventuno anni. Il ragazzo che ho scoperto essere 19enne 14 anni fa, ora di anni ne ha 33, e mi ha descritto come erano andate le cose e che anche lui, esperto nuotatore, credeva che sarebbe morto insieme a me durante quell'estremo salvataggio. Mi si son riempiti gli occhi di lacrime quando mi ha raccontato tutta la vicenda, che anche oggi ricordo bene, ma sentirla raccontare da chi veramente mi ha salvato la vita fa tutto un altro effetto, e visto che non lo conoscevo, gli ho stretto la mano e l'ho ringraziato, forse non come dovrebbe fare una persona con chi appunto lo ha fatto partecipare alla vita ancora un po', ma sono ancora commosso e colpito ancora ora. ;)

    (fine)

    Ispy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo questo racconto, davvero!
      Anche io sono stato salvato in mare (non in modo così critico, al massimo da Tortoreto -dove mi trovavo- mi sarei ritrovato sbattuto a Pescara, ahaha) però capisco le sensazioni che si provano.
      Cavoli, bellissimo aver ritrovato il tuo salvatore!
      Minimo dovevi offrirgli qualcosa da bere... dopo tutta l'acqua salata bevuta assieme anni fa! XD

      Moz-

      Elimina
    2. Mi infilo qua per dire solamente: gran bella foto, Ispy!

      Davvero bravo!!!!

      Mist

      Elimina
    3. Vero che è figa? Gliel'ho subito chiesta da poter usare per un post, non sapevo quale, poi su questo ci stava precisa! Perché mi sembra come se parlasse di due mondi, uno leggermente più crespo, ma che riflette comunque la realtà :)

      TUM TUM TUM, bussano sul muro, è un demonio, io esco.
      Buona serata :)

      Moz-

      Elimina
  6. Fatti inspiegabili. Io tanti, voglio raccontartene uno: Valeria è morta il 31 marzo di un po' d'anni fa- A un mese esatto dalla sua morte sulla scrivania, proprio dalla parte dove si metteva lei a fare i compiti, trovai una letterina: "Mamma e babbo sono io che vi scrivo, volevo dirvi che vi voglio bene." La porto sempre con me, ora è un po' stropicciata. Forse era già là e io pulendo non l'avevo trovata. Forse...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so che dirti, Lucia...
      Non sapevo nemmeno che avevi vissuto un lutto simile.
      Hai ragione, forse.
      Forse tutto.
      Io sono razionale e propendo per il "non l'avevi trovata prima", ma, nonostante questo, credo negli eventi e nell'inevitabile, e le cose dovevano proprio andare così, dovevi trovare quel bigliettino DOPO la sua scomparsa. Perché serviva in QUEL momento. E' un dono della vita.
      In questo senso, sì, è un miracolo.

      Un abbraccio.

      Moz-

      Elimina
  7. guardando i tuoi episodi sotto l'aspetto razionale,concordo con quanto detto da Ispy;eppure devo dire che esistono cose per le quali la ragione non sempre riesce a dare spiegazioni. Non so se le mie esperienze (e sono 4) possano avere un qualche risvolto logico o paranormale,ma rimanendo comunque fedele al pensiero che,essendo noi dei sistemi composti da pura energia elettrochimica,"rimangano" delle particelle cariche nei luoghi o su gli oggetti di uso quotidiano...non sono riuscita a darmi risposte a quanto visto.
    Se ti va di leggere un commento lungo quanto un post,posso raccontarti le mie 4 esperienze (per una ho trovato una giustificazione emotiva,ma essendo stata la prima è stata anche quella che più m'ha turbata),altrimenti mi vedrai insieme ad Adam Kadmon a Mistero! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anzi,sai che ti dico? Ne faccio un post nel blog! :D

      Elimina
    2. Anche io concordo con Ispy, sui primi due punti: è l'unica spiegazione possibile a certi eventi ed è ciò che penso. Sugli ultimi due, invece, la mia spiegazione (come puoi leggere dalla risposta) diverge.
      Non penso che ci sia qualcosa di paranormale, figurati, penso che qualcosa sia semplicemente andata diversamente oltre le possibilitá elencate ;)

      Moz-

      Elimina
    3. Ok, allora leggo il tuo post!!! :)

      Moz-

      Elimina
    4. Ho acceso adesso il pc, corro a vedere!!! :)

      Moz-

      Elimina
  8. Risposte
    1. Eggià, ma io aspetto news su quella cosaaaaa :)

      Moz-

      Elimina
  9. Non sono assolutamente razionale caro Moz, quindi avrei proprio l'imbarazzo della scelta a raccontare fatti inspiegabili che mi sono successi, talmente presenti che ormai fanno parte della mia normalità!
    Un caro abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se vuoi puoi riportarne qualcuno, così proviamo a vederlo sotto la lente della miz-razionalità ;)

      Moz-

      Elimina
    2. L'ho lasciato in risposta sul mio blog , mio caro Moz...
      Premia il mio coraggio, perchè non l'ho mai rivelato a nessuno e stento a tutt'oggi a non ricordarlo....
      Un abbraccio...

      Elimina
    3. Sono onorato, allora!! :)

      Corro a leggere!!^^

      Moz-

      Elimina
  10. Concordo con il tuo approccio iper-razionale e credo anche io che per i fatti che non riusciamo a spiegarci prima o poi ci sarà una spiegazione scientifica soddisfacente (come è sempre stato, nella storia dell'uomo). Per quanto mi riguarda, ho avuto da piccola un'esperienza simile a quella del "respiro" vissuta da te: stavo dormivegliando nel mio lettino e ho sentito una voce da vecchia chiamare il nome di mio padre, poi avvicinarsi a me e mandarmi dei baci... come per te, immagino sia stato un fenomeno semi-onirico, ma all'epoca mi terrorizzò!! L'esperienza però più assurda di cui ho notizia è capitata al mio consorte, quando aveva 17-18 anni: sognò di essere vittima di una sparatoria e al risveglio nel letto ritrovò un bossolo di proiettile. Inutile dire che in casa sua non erano mai entrate armi! Ancora lo conserva... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, la storia successa a tuo marito va oltre l'asssurdo!! Mentre sulla vecchia nel sonno la spiegazione esiste scientificanente (la pensiamo proprio uguale, io e te, sui progressi...), per il proiettile... non saprei cosa dire Oo
      Tu che spiegazione ti sei data??? E lui???

      Moz-

      Elimina
  11. Un post davvero divertente, bravo Miki.
    Quando ci si sveglia o si e' in dormiveglia si possono percepire le cose piu' assurde, e' naturale. E dal telefono ci si puo' aspettare di tutto; per quel che ne so, potrebbe averti chiamato anche qualcuno dei servizi segreti o della cia, e sarebbe una spiegazione assolutamente razionale!
    Purtroppo ti devo sfatare anche il mito della buca. Trattasi di smottamento del terreno:
    la terra era si era sfaldata e un pezzo circolare d'asfalto era andato giu'. La protezione civile ha quindi tolto la neve che avevate messo voi cazzari, a ritirato su l'asfalto, ha riempito la buca con terra o bitume e ha rimesso il cerchio d'asfalto in modo che combaciasse.
    A quel punto non si vede piu' niente, perche' l'asfalto utilizzato e' lo stesso di prima. Sono cose che succedono comunemente, io l'ho visto piu' volte. se vuoi un esempio, guarda
    http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/13_gennaio_2/via-console-flaminio-lambrate-voragine-asfalto-smottamento-2113376554953.shtml

    Spero di non averti rovinato il post, per ora ti saluto e torno nell'ombra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quale rovinato il post, anzi!!! Ti ringrazio per la delucidazione, è successo sicuramente proprio questo e io non ero a conoscenza della questione!!! Hai risolto un tarlo che va avanti da dieci anni!! :)

      Thanks!!

      Moz-

      Elimina
  12. Una volta stavo guardando uno slalom di Tomba. Ero emozionatissimo e il cuore batteva forte. Ho cominciato a sudare. Ero solo in casa e verso le 18 mi sono ritrovato al letto. Non so come ci sono arrivato e il mio corpo era gelido.
    Un vuoto di memoria?
    Ciao Miki.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sei spaventato?
      Non so che dirti, magari è stato proprio un vuoto di memoria causato da influenza (sudore e ipotermia...) tu che spiegazione ti sei dato?
      Per inciso, quando guardo la tv fino a tardi e mi addormento con l'apparecchio acceso, mi è successo che mi svegliassi (nel cuore della notte o la mattina seguente) senza ricordare quando ho spento il televisore... E io lo spengo dal pulsante, senza lasciarlo in stanby quindi solo allungando la mano e premendo il bottone posso spegnerlo... ;)

      Moz-

      Elimina
    2. No, spaventato, no. Diciamo che il cuore che batteva forte era una fibrillazione ventricolare. Insomma, il cuore non pompava e sono morto. Il posto del morto è il letto e poiché a casa non c'era nessuno che poteva portarmici è chiaro che ci sono andato da solo. Confermo la morte. Ero gelido. E sono ancora morto solo che sogno di essere vivo e di scrivere sul blog di Moz.
      Hola.

      Elimina
    3. Ohh, quindi sei un fantasmino che è apparso qui?
      Figo! :)

      Moz-

      Elimina
  13. Ok, un fatto inspiegabile è che continuo ad approdare sul tuo blog da blog diversi e ogni tanto mi permo a leggere i tuoi post sempre incuriosita... Per cui tanto vale unirsi ai tuoi follower!
    Un altro fatto inspiegabile è che la tua foto del profilo assomiglia dannatamente a quella del mio vicino di casa... No, non è morto... È solo un bambino che ti somiglia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, grazie mille Clyo!
      Ricambio sentitamente! :)
      Mi trovi ovunque perché ho stretto un patto con Satana :p

      Quindi, io da piccolo assomiglio al tuo vicino di casa? Un mio sosia!
      Ma è un ragazzino inglese (ho visto che sei ubicata a Londra, provincia di Roma) o italiano?

      Moz-

      Elimina
    2. Io sono un'immigrata e lui è un ragazzino inglese, grosso modo è questo qui: http://clyoparecchini.blogspot.co.uk/2013/05/chicken-little.html

      Elimina
    3. Rispondo con un altro disegno:
      http://mikimoz.blogspot.it/p/about-mi.html

      Questo ero io quando avevo 12 anni... in ogni caso, sì, Chicken Little somiglia a me quando ero piccolo XD

      Ah, allora ti dico: hi there! Benvenuta ufficialmente sul Moz o' Clock! :)

      So essere un gentleman inglese anche io, specie all'ora del té! :p

      Moz-

      Elimina
    4. Eh chi lo sa come diventerà Chicken Little da grande?
      Magari si vestirà in giacca e cravatta come te ( a dodici anni?)

      Metto su il té :-) ... A dopo ( futuro prossimo venturo)

      Elimina
    5. Nooo!
      Io mai messa giacca e cravatta, nemmeno nelle mie discussioni di laurea!
      Mi vesto sempre da dodicenne, un'eleganza semplice e sportiva :p

      Moz-

      Elimina
  14. Una volta mi son svegliato in piena notte e ho visto un riflesso tipo di luce lunare con la faccia di un caprone sul muro affianco al letto, che è anche il muro con la finestra (quindi Giacobbo sa che non poteva essere un riflesso lunare), la cosa inquietante è che non è rimasto lì solo un istante, ma un pò di tempo, ovviamente ero in dormiveglia,
    ma la mia spiegazione è comunque questa: il dio Cernunnos è venuto a trovarmi per dirmi qualcosa di molto importante, ma poi si è reso conto di non esistere ed è scomparso.

    Poi da piccolo sentivo le voci, da sveglio, ma poi hanno smesso, e purtroppo non mi hanno mai ordinato di dare fuoco alla scuola.

    Ma queste son bazzeccole, il vero mistero per me rimane quello del topolino dei denti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello del caprone è la classica visione che resta impressa per un poco e poi scompare dalla vista: io, con questo fenomeno, ho visto Micheal Jordan nella mia cameretta, un vecchio seduto su una sedia quando dormivo in una stanza d'albergo, e non ricordo cos'altro.
      Secondo me vale come per Cernunnos quando qualcuno dice che ha visto la Madonna.
      Sullo stesso piano, se sente le voci della Madonna e mette fuoco alla scuola o fa fondare una chiesa convincendo la gente che il sole balla.

      Il topolino dei denti da me non è mai passato: sono un bambino ricco senza bisogno di questi trucchetti (magari!! :p)

      Moz-

      Elimina
    2. eeh, sai quante erbe allucinogene ci sono nelle nostre campagne? secondo me le madonne provengono in gran parte dalle insalate di gente distratta.
      Anche se poi per le madonne esiste una spiegazione scientifica più precisa che prescinde dalle mie opinioni: questa

      Elimina
    3. Ma guarda che pure i peperoni fanno questo effetto! XD

      La spiegazione dei racconti dell'Ispettore è giusta. Dopotutto anche per il termine "dio" o "signore" facciamo lo stesso sbaglio :)

      Moz-

      Elimina
  15. hai avuto delle dinamiche di vita veramente ai limiti dell x.files oh...

    RispondiElimina
  16. Du du du du du duuu (sigla di X Files).
    Guarda, mi manca solo di essere rapito dagli alieni e partorire un coniglietto scuoiato, poi ho vissuto tutto! XD

    Moz-

    RispondiElimina
  17. Sarai anche razionale.. ma io ci vedo molto di spirituale sai.. sembreresti un sensitivo...
    Io presterei più attenzione e ascolterei di più, potresti scoprire che c'è tanto di più di quello che immagini! Fidati!!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarò sensitivo a modo mio, forse so già ascoltare.
      Però sono un tipo che prima di credere a cose con fondamento instabile... le cerca tutte.
      Si deve cercare, cercare, cercare. L'ignoranza altrimenti farà brutti scherzi :)
      Comunque, proverò a lasciarmi andare di più, anche se quello è già un altro lato del mio carattere ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Si, sai ascoltare se ti sei ricordato tutto e ancora ci pensi! Il mio "ascoltare" era inteso proprio a quello...

      Io credo al sovrannaturale.. ho avuto tante esperienze che ho smesso di raccontare perché presa per matta!
      Fai bene a cercare cercare e cercare ancora!
      Il mio motto è: si deve capire tutto altrimenti toccherà credere a tutto!!
      Ciao Moz!!

      Elimina
    3. Se ti va, puoi raccontare qualcosa qui.
      Io ovviamente da grande scettico cercherò di trovare la spiegazione più logica possibile XD

      Al sovrannaturale ci credo anche io, ma per me è una cosa naturalissima... Semplicemente si tratterà di qualche fenomeno per ora inspiegabile o spiegabile a tratti...

      Hai ragione, credere a tutto non sarà certo la prospettiva migliore, anzi!

      Moz-

      Elimina
  18. Una delle tante è stata quella notte, più di una in verità, che sola in casa, vado a letto e quando son sdraiata al buio sento qualcuno che si siede sul letto e si sdraia... io accendo la luce e vedo il segno della pressione sul materasso... mi son spaventata e sono uscita dalla stanza.. poi son ritornata e non c'era più nulla... Le volte dopo non ho accesso nulla e ho detto a chi c'era di andarsene! Non mi ha mai ascoltato perché è tornato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, cazzarola se è inquietante.
      Io sarò razionalissimo ma ti assicuro che se vedessi una cosa del genere chiamerei i preti di ogni religione possibile per far esorcizzare la stanza Oo

      oppure, più semplicemente, mi tengo il mio lettino a una sola piazza, così l'eventuale fantasma stronzo, se vuole sdraiarsi, farebbe un tonfo a terra! XD

      Moz-

      Elimina
    2. La prima volta è stata dura, ma poi ci si abitua anche a loro! A vole è una carezza tra i capelli o un bacio a fior di guancia... dopo queste tutto sembra meno spaventoso!!
      Un salutone!!
      :-)

      Elimina
    3. Se sono sensazioni, sono da annoverare tra le paralisi notturne... però cose materiali, tipo materasso sprofondato, beh quelle non hanno spiegazione...

      Moz-

      Elimina
  19. La mia storia la racconterò in un post! Ovviamente ti citerò, dato che la cosa è partita da te.
    Comunque la storia dello schiaffo è parecchio inquietante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di leggerlo! ;)
      Sì, in quel momento mi sentivo frastornato... ;)

      Moz-

      Elimina
  20. Eccomi, ultima questo giro, ma la giornata è stata piena, e ho dovuto lottare con quel robo che hanno acceso in cielo, e che mi fa tanto male agli occhi!!! (Ma non era molto meglio quando pioveva???)

    Sorvolo sul primo accadimento strano della mia vita perché è già in scaletta per un post, quindi lo leggerai prestissimo, ti elenco alcuni eventi, che possono sicuramente avere delle spiegazioni razionali, ma anche no. Tutto dipende da quanto ci si vuole arrampicare sugli specchi, da quanto si ritiene razionale Jung, da quanto si crede nella fantasia. Non riporto tutte le cose che mi sono capitate, perché ci metterei una vita, ma solo alcune particolarmente strane. Ci tengo a precisare che in tutti e tre i casi ero perfettamente sveglia e consapevole.

    1) Scrittura automatica. Amica trans ipovedente, assolutamente convinta nell'esistenza di demoni, angeli, spiriti ed altre amenità simili, convinta che io sia una sorta di "porta" mi convince a tentare. Risultato positivo. L'entità in oggetto però era alquanto monotona, continuava a dire solamente: "tu devi morire". Ora lo sappiamo tutti che prima o poi si deve morire, è un destino comune a molti, forse anche a me, se mi avesse fornito i numeri vincenti del super enalotto le avrei prestato sicuramente più attenzione. Spiegazione para-scientifica: inconscio collettivo di Jung. Spiegazione razionale: suggestione mia. Spiegazione irrazionale: possessione *_*

    2) Stessa amica trans ipovedente di prima. Adorava che io le leggessi i libri che per lei erano uno scoglio insormontabile. Ultimo acquisto della fanciulla: "Il libro dei Demoni di Re Salomone" (Si, lo so, era fissata!!!) Libro riportante le istruzioni per evocare un certo numero di entità demoniache XD
    Tutto prosegue bene fino alla lettera B di Belial (il Signore delle Mosche). Mentre leggevo il paragrafo che riguardava questo simpatico alter ego di Satana il cane della mia amica ha iniziato ringhiare in direzione della parete, e dopo poco abbiamo sentito provenire dalla suddetta dei colpi, come se bussassero. Va specificato che la mia amica stava in un seminterrato, e quella parete dava sulla terra. Qua a parte la suggestione non avrei spiegazioni da fornire, soprattutto alla reazione del cane, che non c'è stato verso di placare. Fifa tanta. Da quel giorno ho continuato a leggere, per lei, ma solamente romanzi gialli! :P

    3) Ultimo fatto significativo, mia nonna è morta in questa casa, fra le mie braccia. Le sue ultime parole sono state: "tu sei la mia bimba e non smetterò mai di prendermi cura di te." Da allora, saltuariamente, sento distintamente l'odore della sua colonia alla lavanda (che nessuno con meno di 110 anni userebbe più), e sempre quando sto facendo qualcosa che lei disapproverebbe. Probabilmente un mio senso di colpa, ma visto che sono anche una bimba troppo cresciuta e credo all'esistenza dei draghi, mi piace credere che la sua energia sia ancora qua attorno, e venga a farsi sentire quando faccio la "cattiva".

    Ciau, Moz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1) propendo per le prime due soluzioni. Certo, suggestione a parte, sei proprio funerea. Io avrei scritto "Moz, sei il migliore. E comunque devi morire!" :p

      2) ansia. Mamma mia... il cane che ringhia potrebbe essere una coincidenza di quelle che rendono più figa la vita, però il TUM TUM TUM contro il muro... boh!
      Pensa, mia nonna mi ha raccontato di un ticchettio che sentivano sempre provenire da un mobile...
      Non so trovare una spiegazione razionale.
      Magari Belzebù (dovrebbe essere lui il Signore delle Mosche) si stava facendo la doccia e gli avete rotto abbastanza le palle... :)

      3) qui penso che sia suggestione tua legata a una sorta di ricordo olfattivo o deja-annusato.
      Certo, magari è un campanello d'allarme (per nulla paranormale) della tua coscienza ;)

      P.s. no, è ora che arrivi l'estate, che io tra poco ho la festa di inizio estate da fare!! :p

      Moz-

      Elimina
    2. Non voglio puntigliare, ma "Il signore delle mosche" è Baal, parola Fenicia, Babilonese o giù da quelle parti, che poi tradotta ha assunto le due diverse connotazioni di Belzebù e di Belial, che poi dovrebbero essere la medesima entità :P

      Riguardo il punto uno e tre ci troviamo ampiamente d'accordo. E' il due che proprio non mi so spiegare. E il ticchettio di tua nonna neanche. O meglio... c'è una casistica di orologi che riprendono a ticchettare per qualche secondo senza venire caricati, ed è dovuto alla dilatazione dei metalli degli ingranaggi causata dalla variazione termica, ma se nel mobile non c'era nessun orologio tale spiegazione non ha senso.

      E poi a me fare finta di credere nella magia. Non uccidiamo la fantasia, almeno non del tutto :P

      Elimina
    3. Vedo che sei esperta di demonologia... Mi piaci! ;)
      In ogni caso, io tifo per Astaroth!

      Il ticchettio di mia nonna lei lo spiega come "mobile che era poggiato contro una parete cui, al di là, c'era la camera da letto con comodino e quindi sveglia". Me lo ha rivelato solo di recente, sta storia del mobile, perché sto mobile ora ce l'abbiamo in casa in campagna ed è un mobile che mi ha sempre attratto nella sua semplicità contadina! XD

      In ogni caso viva la fantasia, è una cosa che non costa niente e ci fa star bene!! :)

      Moz-

      Elimina
  21. Ma in che blog sono capitata? Credevo fosse quello di Mikimoz e invece è quello di x-files... :D
    A pate le battute, ma sai che io non ho ricordi di nessuna cosa strana o inspiegabile che mi sia successa?? Leggendo i tuoi fatti narrati e quelli nei commenti degli altri prima di me mi viene quasi il nervoso: ma perchè a voi si e a me no???
    Davvero, guarda...almeno un fenomeno paranormale vorrei averlo da raccontare e invece...nisba :-(

    Ma se mi capitasse lo scriverei subito sul blog, così sareste tutti aggiornati!

    Intanto...buon fine settimana caro Miki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maris, guarda... alla fine a me son capitate cose strane ma comunque spiegabili.
      Delle tre cose, l'unica che non sapevo che fenomeno fosse era la buca nel terreno, poi smisterizzata da Kingo...
      Come vedi, niente di sovrannaturale.

      L'unica cosa che potrei annoverare fra le stranezze sono Le Due Muse, che ogni tanto appaiono qui sul blog :)
      E il viaggiatore del tempo (il me dal futuro) che venne qui a dire delle cose rivelatesi giuste... :)

      In ogni caso, buon fine settimana anche a te e i tuoi cari e... semmai dovesse succederti qualcosa da X-Files, non esitare a scriverlo! :)

      Moz-

      Elimina
  22. Certo che te ne sono capitate ci cose eh. L'ho sempre pensato che sei un po' alieno eheheeh. Però a me è capitata solo una cosa strana, quando ero incinta della mia prima figlia, una notte mi sono svegliata di colpo sentendo che una mano dietro a me mi spingeva forte giù dal letto, ero sveglia terrorizzata e come paralizzata, sentivo solo queste mani sulla schiena che premevano, mi sono girata per chiedere aiuto a mio marito, ma non riuscivo a parlare, ero sveglia perchè sono riuscita anche se con fatica ad accendere la luce del comodino. Quella terribile sensazione di essere spinta con forza la ricordo ancora oggi. Quella notte non ho dormito e per ore ho sentito quella forza che premeva sulla schiena per ore, era troppo reale. Mio marito poveretto mi ha vista così spaventata che è andato a dormire in un'altra camera. Avevo paura solo a sentire qualcuno vicino a me.
    Ciao Moz :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Saray,
      in realtà, come puoi constatare, le 4 cose successe sono normalissime... diciamo solo leggermente extra XD

      Quel che è successo a te è una classica paralisi notturna, ossia la mente si sveglia prima del corpo che rimane intorpidito.
      Pertanto ti sembra di vedere e sentire delle cose, di provare delle sensazioni (vedi il mio schiaffo), è una cosa normalissima però.
      Preso ne farò un post adeguato, perché il discorso è ampio e abbraccia più culture :)

      Moz-

      Elimina
    2. Certamente è così, però comprendo bene quel sentire come reale (nel tuo caso lo schiaffo) la spinta il movimento delle mani e la forza sulla mia schiena. Come è successo a te non lo dimenticherò mai.
      Passa un bel week-end in compagnia e allegria. Bacioni *_*

      Elimina
    3. Ovviamente è un'esperienza così forte che non la puoi dimenticare! A me è successo più volte e continua a succedere... anche adesso che SO che tipo di fenomeno è, mentre lo vivo (la mia mente è sveglia, quindi capisco) non sono mai del tutto sereno... anzi, spesso voglio proprio svegliarmi ma niente... brrr! XD

      Grazie mille e buon weekend anche a te!

      Moz-

      Elimina
  23. Miki ciao, innanzitutto sono istintiva e poco razionale, quel che basta per stare in equilibrio con me stessa. Cose strane, inspiegabili forse perchè non riusciamo ancora a vedere qualche altra dimensione parallela, ogni tanto ci facciamo un capativa veloce, ma..........A me son successi dei Déjà vu, ci ho pensato per giorni poi ho mollato!!! Secondo me succedo delle cose o situazioni alle quali non riusciermo a dare una spiegazione ma proprio perchè io credo che esistano tante realtà in questa dimensione.............Siamo ancora indietro per poter percepire certe sensazioni........io volo con il pensiero indi per cui mi fermo e ti dico buona serata........Sei di una spontaneità disarmante........grande!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La parte di me meno razionale potrebbe darti ragione sul multiverso.
      Forse è vero.
      O forse è vero che ci sono dei mondi sovrapposti al nostro (ma parte dello stesso mondo...)

      I deja vu affascinano anche me, sono bei meccanismi della mente!

      Buona giornata, carissima!! :)

      Moz-

      Elimina
  24. Ammazza...
    Te ne sono capitate di cose!
    Cmq... non sono mai scettico per queste cose.
    Magarì c'è chi ti prende per culo: io credo che ogni cosa abbia un perchè
    Magari anche queste :)
    Una volta pensai di vedere un UFO, invece era una lanterna cinese.
    Ci rimasi male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, in fin dei conti non ci sono certezze per queste cose... e appunto gli ufo sono lanterne cinesi.
      Io cerco sempre la spiegazione razionale prima di cominciare a parlare di fenomeni che non conosciamo.
      Per ora, ho sempre spiegato tutto :)

      Buona giornata!!

      Moz-

      Elimina
  25. domenicorenna@gmail.com

    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Danke, baby!
      Nelle prossime ore ricevarai istruzioni.
      Questo messaggio si autodistruggerà fra 10, 9, 8... :p

      Moz-

      Elimina
  26. Miki sai che anche a me sono successe - in modalità e tempi diversi - le cose che ti sono capitate?
    Non parlo della buca nel terreno ma delle prime due esperienze... si vede che non sono poi così straordinarie come noi pensavamo anni fa, ma anzi mi sa che sono cose comunissime... come hai compreso bene anche tu, a giudicare dal titolo!

    Bel post! ;)

    buon fine settimana Miki

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eggià, si tratta di comunissime esperienze (di cui comunque avrò modo di parlare più approfonditamente, perché riguardano tutte le culture) di paralisi nel sonno :)

      A me continuano a capitare, specie quando mi appisolo il pomeriggio :)

      Grazie e buon weekend anche a te!!

      Moz-

      Elimina
  27. l'altro giorno non trovavo le chiavi dell'aula.
    le avevo depositate nel solito cassetto in segreteria prima di uscire per lavoro.
    mentre ero fuori la mia collega le aveva cercate senza trovarle. quando rientro la segretaria mi chiede se mi sono portata via le chiavi per sbaglio, ma io sono sicura di averle messe nel cassetto. le cerco, niente. setaccio la borsa, niente. vado in macchina, le cerco sotto i sedili, nel cortile, niente, ma sono sicura che non possono essere lì. torno a scuola, svuoto la borsa, torno in segreteria, guardo nel cassetto, ma ci avevano già guardato in tanti, perchè nel frattempo molti colleghi erano venuti a conoscenza della mia disgrazia (tranne la direttrice, che mi avrebbe linciata)
    la mia amica mi suggerisce: dì un gloria a sant'antonio! e mi aiuta nella recita, chè m'ero un po' arrugginita nei gloria ai santi. rifaccio tutta la caccia al tesoro ex novo, un paio di volte, già immaginandomi la scenata del capo;
    quando torno in segreteria apro il cassetto, così, senza speranza, ed eccole lì, in bella mostra. touchè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, quindi... se l'era fregate Sant'Antonio?? :p
      O più probabilmente la tua amica che voleva condizionarti a credere nel potere dei santi? ;)

      Potrebbe essere successo, invece, che qualcuno le abbia prese e per evitare la figuraccia o spiegaizoni, fingendo di guardare nel cassetto, le abbia rimesse lì di nascosto...

      ...insomma, sì, sono ultra-razionale XD

      Touché...ndi dalle stelle, o re del cieeeelooo :)

      Moz-

      Elimina
  28. Adoro queste storie, quindi è stato bellissimo leggervi tutti quanti.
    Nonostante sia sempre stato alla ricerca dell' inspiegabile egli non si è mai lasciato trovare.
    Mi hai fatto venire voglia di fare qualche Post su qualche Urban Legend della mia città, visto che ne girano di leggende su Case stregate et similia ( una la cosiddetta Casa Del Diavolo è nel mio quartiere, le foto si trovano anche su Google).
    Tornando a me, personalmente non mi è mai capitato nulla di che, eppure da ragazzino insieme ad altri amici andavamo a cercarceli gli eventi inspiegabili facendo sedute spiritiche, entrate serali al cimitero, sortite in case che si dicessero fossero stregate e altre amenità varie, che comunque venivano fatte con poca serietà, assomigliavano più a prove di coraggio che una vera e propria ricerca del paranormale.
    Comunque nonostante non sia credente, le uniche stranezze che mi hanno lasciato piuttosto perplesso le ho vissute in un pellegrinaggio circa una ventina di anni fa, fatto con i miei alla Madonna Dello Scoglio qui in Calabria.
    Ebbene durante quelle funzioni un buon 30% di fedeli sveniva di botto ed entrava in una sorta di Trance, ricordo che ragazzino com' ero io mi mettevo a ridere quando li vedevo crollare come pere cotte, ma ripensandoci di notte trovavo la cosa veramente inquietante.
    Ovviamente ci furono anche coloro che ricevettero delle grazie, delle guarigioni, ma non entro nel merito delle storie credibili o meno che ho visto e sentito quel giorno, se sono guariti tanto meglio. ;-)

    La seconda è una semplice frase che mi ha detto il mio nipotino quando aveva sei anni, che non ho mai detto a nessuno, praticamente è l' unica cosa che ho sempre preferito non razionalizzare.
    Mia madre è mancata circa una decina di anni fa ed ero invitato a pranzo da mia sorella, qualche mesetto dopo.
    mentre andavo a prendere posto nella sedia, il mio nipotino mi ferma e se ne esce con questa frase:
    " Ah, zio mi ero dimenticato di dirti una cosa, ti saluta Nonna.
    al che rispondo: " Nonna? Ehm, non c'è più nonna, lo sai."
    Ed il monellaccio mi rispose così: " Ma non lo sai che noi bambini possiamo parlare con i morti? ".
    Non gli risposi nulla, andai semplicemente a prendere il mio posto a tavola, ma stranamente molto più rinfrancato, grazie ad un bambino di sei anni. ;-)
    Ovviamente ci sono mille spiegazioni plausibili ma ho sempre cercato di evitarle, è l' unica cosa come ho detto sopra che ho sempre evitato di razionalizzare.
    Salutoni Moz. ;-)



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wè Pirkie!
      Anche io un tempo facevo le cose che hai elencato... case stregate, ricerca del folklore ecc (pensa tu, ho voluto che la festa estiva che organizziamo ogni anno fosse legata a questo genere di cose, antichi rituali catto-pagani, creature folkloristiche e credenze di una volta...)
      Addirittura attrazione per il paranormale.
      Ma poi, quando mi succede qualcosa di apparentemente strano, cerco tutte le risposte probabili (e le trovo).

      La cosa che hai visto al pellegrinaggio è un chiaro (e semplice) caso di autoconvincimento e isteria collettiva, la stessa cosa che succede ai tarantolati (da terrone come me dovresti sapere di cosa si tratta^^), oppure le cose che faceva Milingo o che fanno i santoni americani che si vedono in tv.
      E' inquietante, ma solo perché sono inquietanti i meccanismi della nostra mente... che potrebbero far ammalare o guarire le persone, sostanzialmente!

      Sull'altra storia, la frase di tuo nipote, vale -per me, ovviamente- quel che ho risposto, più su, a Lucia Nadal.
      In questi casi fai bene a non chiedere oltre: è una sorta di regalo che la vita ti ha voluto donare, una coincidenza, una frase che il bambino avrà detto tanto per (oppure no, chissà) ma che ti è servita IN QUEL MOMENTO e ha assolto il suo compito.

      Salutonissimi^^

      Moz-

      Elimina
  29. Ma così al momento non mi viene in mente nulla di particolare...Solo una cosa ma non credo centri granchè...Pochi giorni dopo che era mancato mio padre, lo sognai che mi diceva di passare il filo interdentale tra DUE denti. Nel sogno io passai il filo per farlo contento. Da sveglia raccontai il sogno a mia madre che mi disse di giocare il numero due al lotto sulla ruota di Torino, cosa che io non feci perchè non credo molto in queste superstizioni. Il numero due però il sabato (allora si giocava solo per il sabato) uscì sulla ruota di torino. Confesso che ci rimasi un pò così ma poi non ci pensai più, in fondo avevo sognato il mio babbo e quello mi bastava.
    Altri episodi come quelli raccontati da te, non mi vengono proprio in mente, forse se ci penso un pò...
    Buona domenica caro amico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sono Annamaria, sono tornata al mio nick iniziale. Lo amo troppo, con questo ho conosciuto persone stupende: gigi, angela, bruno e ho deciso di tornare ad usarlo.

      Elimina
    2. Beh, si dice di solito che i numeri in sogno vanno giocati!
      Anche se non sei superstiziosa, avresti dovuto farlo giusto per toglierti lo sfizio^^

      In ogni caso, se ti viene in mente qualcosa, scrivilo o qui o sul tuo blog che leggo molto volentieri queste esperienze! :)

      Buona domenica!

      Moz-

      Elimina
    3. P.s. eheh, ho visto!
      Ma ho notato che comunque ti piace cambiare spesso il nome, lo fai anche col tuo blog! Anima inquieta e istrionica?^^

      Moz-

      Elimina
    4. Diciamo che sono un'anima che cerca di sfuggire a certe forme di cattiverie gratuite. Purtroppo sul web è difficile difendersi da certi attacchi.
      Nella realtà grazie al cielo non sono così, perchè vedendo in faccia la controparte posso affrontarla come ritengo opportuno.
      Amo la pace e spesso mi chiedo: "tutti vogliono la pace nel mondo, ma come si fa ad ottenerla se non si ha la pace nel proprio cuore?"
      Morirò sicuramente senza avere capito...
      Abbraccio, macine e un baciobacio da una nonnetta

      Elimina
    5. La pace è sempre la cosa che sfugge di più. Bramata da tutti, ma forse è inconsciamente più bramata la guerra!! ;)

      Abbraccio, macine, ritornello e pan di stelle!

      Moz-

      Elimina
  30. Diciamo che anche io sono abbastanza scettica MA mi sono successe un paio di cosette a cui non saprei dare una spiegazione. Parto subito dal fatto che la casa dove ho vissuto fino ai 17 anni era infestata u.u non sto qui a snocciolare tutti i particolari se no verrebbe un commento chilometrico però ti racconto di una serata in particolare che ricorderò sempre. Era notte, credo di aver avuto 15 anni all'epoca, ad un certo punto mi sveglio di colpo, mi sentivo agitata, descrivere la sensazione del momento risulta difficile, comunque, giro leggermente la testa e proprio accanto al letto vedo un mezzo busto (o forse era un pigmeo non saprei dirti). Era un'ombra davvero molto scura e accanto al mio letto non c'era nulla che aveva quelle forme, quindi non avrei potuto dire "Ah vabbè è solo la sagoma di quest'oggetto". Sono rimasta paralizzata dall'ansia/paura per un bel po'!

    Comunque sia la storia della buca che dello schiaffo sono strane forti!! :O

    xx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa che hai descritto è annoverabile tra le visioni che possono succedere durante una paralisi nel sonno (notturna, in questo caso).
      Succede spesso, come anche ho detto nei commenti, vidi un vecchio seduto, poi una cosa che ricondussi a Micheal Jordan e una volta addirittura mio fratello (ma non era proprio lui) sedersi sul letto accanto.
      E' lo stesso principio dello schiaffo che ho raccontato, solo che lì "sentii" una cosa su di me.

      Penso che tu abbia vissuto una cosa similare, almeno in questo caso... :)

      Moz-

      Elimina
  31. Sì mi è successo, anche se non sono cose così assurde... però quando ero piccola sapevo cose nello specifico che nemmeno i miei genitori sapevano e anche adesso mi capita di sapere delle cose prima di averle mai sentite :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, bello questo... superpotere!! :)

      Spero non siano dettagli macabri ma cose belle^^

      Moz-

      Elimina
  32. Ciao Miki! Mi sono accadute tantissime cose inspiegabili..
    A sei anni avvertivo la presenza del mio fratellino scomparso sul fondo della mia tazza quando bevevo il latte al mattino (poi ho capito che si trattava semplicemente del riflesso del mio volto!).
    Dopo circa due anni ho avuto un presentimento: l'ascensore si sarebbe bloccato. E così fu.
    E tanti altri che non ti sto nemmeno a spiegare.
    Siamo tipi strani forse! boh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Asp, cioè... tuo fratello è scomparso?

      Moz-

      Elimina
    2. Scomparso nel senso morto.. parto prematuro! Mi fa strano parlarne online..
      Comunque solo da grande ho dedotto che mia madre non mi avrebbe mai detto che quello era solo il MIO riflesso sul fondo della tazza.. dolce mamma

      Elimina
    3. Avevo capito scomparso nel senso di sparizione...
      Capisco, molte volte ai bambini si lasciano credere delle cose per aiutarli dolcemente.
      E' la stessa cosa su cui si basano le religioni e la Fede :)

      Moz-

      Elimina
    4. Infatti.. non la biasimo :)
      L'ho capito da me e quando adesso ci penso rido da sola!

      Elimina
    5. Ahaha, beh comunque è un bel ricordo! ;)

      Moz-

      Elimina
  33. Secondo me dormi troppo e questi sono i risultati..ehehe!xD prrrrrrrrr =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dormo troppo poco, forse... queste cose succedono quando il sonno non è al top :)

      Moz-

      Elimina
  34. ciao!! è la mia prima visita sul mio blog e questo post mi ha proprio divertita!! :D
    continuo a girare :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lisa! Che piacere :)

      Ora corro a vedere il tuo Le Parole Dipinte!

      P.s. sei giusto in tempo per il ringraziamento corale che farò tra 4 ore circa :)

      Moz-

      Elimina
  35. Ahimè (o per fortuna) tutto quello che mi è capitato ha una spiegazione. e no, nè l estimmat enè i folletti fanno parte delle mie esperienze :-(!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh beh, allora comincia col mangiare peperonata a cena e poi vedrai! :)

      A parte scherzi, grazie della visita! :D

      Moz-

      Elimina
  36. pero caro miki.. non hai parlato di un fatto assai misterioso... accaduto in una notte d'estate... quando il mangianastri della panda, decideva di cambiare lato senza che nessuno gli chiedesse niente.,,.., e che lo faceva solo in un determinato punto...cit. woda woda!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha ma quanto cazzo sei scemo? :p
      E' vero che lo faceva solo in quel punto lì... ma ricordi che poi lo fece anche su per la costa, con in macchina altra gente? Si surriscaldava...
      Insomma, una enorme coincidenza che succedesse sempre con Acqua Acqua, ma... chissà :)

      Moz-

      Elimina