> RERUN - altri mondi, altre vite


MOOZIK - SUONA FRATELLO (LITFIBA)

E anche il Moz o'Clock va in pausa (ma non io!), proponendo per questo appuntamento la replica di due post dei mesi di settembre e ottobre 2011.
Chi non ha mai letto o non ricorda quegli articoli potrà approfittare dell'occasione per fare un viaggio nei mondi e nelle esistenze che avrei voluto vivere o probabilmente avrei vissuto se fossi nato in altre epoche.
Buona lettura, arrivederci a sabato col ritorno dei post inediti e con la terza parte del MozConcorso dell'estate!


I mondi:
Vorrei vivere nel mondo dei filmati di Paperissima. Con quel sapore da primi anni '90, starei sempre a ridere, o a cadere a terra. E mi vedreste sgranato e un po' sfocato. Che bel mondo: è spesso Natale, si fanno gli scherzi con la neve... è spesso estate, ci sono sempre le piscine.
Difetto: gli animali. Vogliono stare sempre troppo vicinivicini.

Un altro mondo che vorrei vivere è quello di Diabolik. E' sempre tutto progettato direttamente in funzione di un colpo, e un colpo spesso indica la presenza di nobiltà e festicciole mondane. Bei palazzi, bei vestiti, belle donne che fanno il loro mestiere: le oche giulive adornate di gioielli, che a loro volta adornano i bei palazzi.
In effetti, questo mondo così sixties mi piace proprio. E l'avrei voluto vivere per davvero: la Dolce Vita, jet-set, festini. Magari avrei fatto il regista, il documentarista. Avrei diretto un mondo-movie. Per restare in tema di mondi.
Difetto: le pugnalate di Diabolik. Perché in quel mondo io sarei ricco e il criminale mi deruberebbe.

Altro mondo che mi piacerebbe vivere è quello illustrato nei rebus de La Settimana Enigmistica.
E' un universo dove convivono elementi bucolici, colonne e altari romani, odi e poemi originali di grandi penne, e tante buone cose da mangiare e bere: zuppe, verdure, tè, vino.
Difetto: c'è sempre troppo aglio. E poi chi le può baciare le belle morette che popolano quel mondo?

Le vite:
Nell'antica Roma sarei stato un politicante pacifista. Probabilmente dedito a pacati culti pagani;
Nell'antica Grecia sarei stato un poeta o un drammaturgo. E probabilmente avrei avuto una storia con qualche allievo;
Nell'Impero Romano mediorientale, sarei stato o un viaggiatore cronista (magari vi avrei raccontato anche la vera verità su Gesù...) o un governatore locale molto stronzo, specie con i tizi dalla striscia di Gaza in poi;
Nella Londra vittoriana sarei stato un dandy fallito, consumatore di assenzio ed oppio, e sarei morto di sifilide per via di qualche puttana;

Nel Giappone feudale sarei stato un consigliere politicamente molto chiuso, ma morbido sull'attuarsi delle leggi;
Nella Cina dei Dragoni, sarei stato o un tizio che apriva una baracca dove poter cuocere cose normali al posto di cani e merdume vario, o uno che avrebbe mandato tranquillamente a morte molta gente, senza porsi il problema;
Nel medioevo europeo, e qui posso gridarlo, sarei stato un torturatore al soldo della Madre Chiesa. Per rendere onore al mio nick (Mozgus), ma perchè lo sento davvero: un bastardo represso che si sarebbe sfogato arrecando dolore agli altri, ma protetto e giustificato da Dio;

Nell'Italia appena uni(fica)ta, sarei stato un letterato da salotto, con idee progressiste e poesie da comporre magari per la mia amata, che avrei scelto sicuramente tra i ceti medio-alti;
Nella Francia della Rivoluzione, sarei stato un ambiguo personaggio, sostenitore della ghigliottina... per tutti, nobili e anche chi tra i nobili aveva appoggiato la libertéegalitéfraternité;
Agli albori del cinema sonoro, sarei stato un documentarista in cerca di avventure per il mondo (civilizzato), avrei frequentato il jet-set e i festini più chic. E avrei avuto una marea di donne, da dimenticare magari il giorno dopo. E loro avrebbero dimenticato me (sapete, l'emancipazione...)

Ma alla fine, sono sincero... mi piace il mio mondo, mi piace la mia vita. Con tutti i limiti, i difetti e le grane che ho quotidianamente.
In fondo il segreto è tutto qui.

48 commenti:

  1. Quella del mondo dei Rebus è geniale! Io inciamperei continuamente in qualche lettera gigante messa a caso tra due oggetti... Bello, è un mondo davvero surreale!

    Però mi hai fatto venire in mente che scrissi anch'io un post su quello che volevo essere, per ciò ti becchi la riesumazione anche del mio post:
    http://clyoparecchini.blogspot.co.uk/search?q=Enzima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, è un mondo che mi ha sempre affascinato, specie perché ci convivono elementi di un tempo sospeso, indefinito.

      Rispondo e corro a leggere il tuo post!^^

      Moz-

      Elimina
  2. In Primis buone vacanze!
    E poi bellissimo post!
    Mi devo mettere a lavorare per questo rebus... speriamo che ci riesco questa volta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non c'è nessun rebus da risolvere! Te lo sei sognato :p

      Moz-

      Elimina
  3. Bellissimo il mondo dei rebus, pieno, tra le cose che menzioni, anche di musica(e pensa che io adoro anche l'aglio!)!!!
    Invece no, torturatore al servizio della chiesa no, mi rifiuto di crederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi ha proprio colpito, il mondo dei rebus!^^
      A me è sempre piaciuto, con quel tocco vagamente retrò, un po' campagnolo... sembra un tempo indefinito, mi piace per quello!

      Sul torturatore... non posso dirlo, l'uomo è ciò che i tempi sono... l'inquisizione esiste anche oggi, ha solo cambiato nome e forme, non possiamo condannare -ad esempio- i giochi dei gladiatori perché ci appaiono, oggi, brutali... Era una cosa di quel tempo :)

      Moz-

      Elimina
  4. Risposte
    1. Grazie mille, ma in realtà non è una vera e propria pausa...
      Ho evitato di scrivere il post del mercoledì per prendermi tempo sia per strutturare bene quello di sabato, sia perché sto iniziando a vedere per il video-parodia del compleanno :)
      Ma da sabato torna tutto nella norma!^^

      Moz-

      Elimina
  5. Ma in quanti mondi avresti voluto vivere Moz caro?
    Mi facessi la stessa domanda , proprio non saprei rispondere ..
    Forse nel proibizionismo, dove imperava l'illegalità,il charleston, le feste a go-go ,i mafiosi immortalati nelle pellicole importanti, dove il lusso e la miseria non avevano confini...o forse mi sarebbe piaciuto....
    Ma lasciatemi stare dove sto, non sto bene,.... ma sto comunque...
    Baciotto e buone ferie!!!:::)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, cara Nella, si sogna e si immagina!^^
      Che tipa... illegale che sei :p

      Tra tutti i mondi e le esistenze, quella di un regista italiano in giro nei festini della Bella Vita è ciò che più potrebbe appartenermi.
      Ma anche un'esistenza in qualche salotto esoterico...

      In ogni caso, anche io... passo e sto! :)

      Moz-

      Elimina
  6. non ti ci vedo come dandy...
    proprio no...
    come pacificamente dedito a riti pagani sottotono si però...

    RispondiElimina
  7. Non come dandy intentendo un elegantone, ma proprio come artista mezza calzetta oppiomane e sifilitico, che vive di stenti nei bar :p

    Moz-

    RispondiElimina
  8. Bellissimo il post! E bellissima la foto di apertura! Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Vale! Un bacione anche a te! :)

      Moz-

      Elimina
  9. I rebus..ogni volta che provo a decifrarne uno,mi vien in mente la mia Prof di Latino,una gran donna,la più bella donna di Teramo ai suoi tempi..In gita scolastica ci insegnò il trucchetto,o quello pensava lei, su come azzeccare i rebus e da allora ancora ci provo. Io la adoravo era un pò eccentrica e austera..ma va beh..:-)
    Alle volte mi vien in mente di fantasticare su epoche diverse..ma noi donne non abbiam mai avuto buona sorte..ecco,al limite una Mata Hari o una maitresse ma sempre una brutta fine fanno..Al limite in un'altra epoca sarei stata un uomo:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche la descrizione che hai fatto della tua prof, chissà perché, ma mi fa proprio pensare che sia precisa per il mondo dei rebus!^^

      E' vero, le donne sono sempre state un po' defilate, nelle varie epoche... Però secondo me ce ne sono state alcune che han fatto più degli uomini migliori del loro tempo^^

      Moz-

      Elimina
  10. Nell'antica Roma sarei stato un contadino, perche' se mio padre era un contadino col cacchio che io potevo diventare console.
    Nell'antica Grecia, se mio padre era contadino sarei stato un contadino, ma forse avrei potuto diventare filosofo.
    Nell'Impero Romano mediorientale, avrei voluto anch'io essere un governatore locale molto stronzo, ma al solito, quali erano le probabilita' di nascere cosi'? Molto piu' probabile nascere contadino.
    Nella Londra vittoriana non ci sarei proprio stato. probabilmente mi sarei suicidato.
    Nel Giappone feudale sarei stato un ronin, cioe' un samurai che ha venduto la katana, cioe' in pratica un conta.dino
    Nella Cina dei Dragoni, sarei stato un operaio che lavorava a costruire la grande muraglia. Oppure un contadino. Pero' cazzo, quanto mi sarebbe piaciuto nascere Imperatore.
    Nel medioevo europeo sarei stato un torturato dalla Madre Chiesa, e questo nonostante che fossi un contadino.
    Nell'Italia appena uni(fica)ta, sarei stato un poeta che nessuno ascoltava perche' ero nato contadino
    Nella Francia della Rivoluzione, sarei stato un contadino che dava fuoco alla Bastiglia.
    Agli albori del cinema sonoro, sarei stato uno di quei poveracci sottopagati che montava il set.

    Nel mondo di oggi, invece, sono KINGO. E per nulla, nulla, nulla, nulla al mondo scambierei il mondo di oggi con nessuna di queste cagate di mondi di ieri, perche' oggi, comunque nasci, di chiunque sei figlio, chiunque cazzo siano i tuoi amici, hai la possibilita' di essere e diventare chi cazzo ti pare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai una cosa?
      Il senso di quello che volevo dire è racchiuso proprio nelle tue ultime parole.
      Io anche sono contento di essere Miki, e di esserlo qui e adesso, fin quando sarà.

      Oh, accomodati nella mia sala delle torture :p
      P.s. hai mai pensato a metterti un piccolo orto? Oggi è una grande risorsa che sta tornando persino di moda!!

      Moz-

      Elimina
    2. Quando dici orto intendi proprio l'orto in cui si coltiva la lattuga?
      No, perche' quello ce l'ho, ma negli anni, grazie all'incuria piu' totale, si e' trasformato in una foresta di alloro, edera e sterpaglie varie.
      Eh no, oggi non potrei proprio fare il contadino!!

      Elimina
    3. Sì, intendevo proprio l'orto da zappare!
      E' una cosa assolutamente da aversi, secondo me, anche molto piccolo... Ci pianti pomodori, zucche, cose così.

      Moz-

      Elimina
    4. Qualche anno fa nel mio c'erano albicocche,olive, ortaggi vari... persino il tentativo di un'anguria (finito male, ahimé, dannato clima toscano...)

      Elimina
    5. Io penso proprio che mi ritaglierò lo spazio per un orticello... molti ortaggi e qualche frutto... ;)
      Ora mi è venuta invece voglia di mais...

      Moz-

      Elimina
  11. Miki, ma che post originalissimo! Bravo!!
    All'epoca della prima pubblicazione io non ti seguivo ancora, quindi mi sono goduta adesso questa lettura.
    In particolare...ma come sei andato a pensare al voler vivere nel mondo dei rebus della Settimana Enigmistica??? :-)))

    Buona pausa, dunque, e ci si rilegge tra un pò ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maris!! ;)
      Infatti questa etichetta vorrebbe proprio riproporre vecchi post che all'epoca lesse poca gente ;)
      Comunque... non so, è un mondo che mi ha sempre affascinato.... perché è in un tempo indefinito... boh!! ;)

      Ci sentiamo più presto del presto!!! :)

      Moz-

      Elimina
  12. Pensavo di avere letto questo post, e invece me lo persi anche io!! O.O

    buona pausa e goditi un pò di relax estivo!
    baciuzz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, probabilmente all'epoca ancora non ci eravamo incrociati!

      Comunque non vado in pausa, ci è andato solo il blog per permettermi di preparare i post che verranno :)
      Sabato tornano i post inediti^^

      Moz-

      Elimina
  13. magari le sei state veramente tutte quelle persone... chi può dirlo :)
    vero bella l'atmosfera Paperissima, piena di video con piscine che traspirano estate in ogni sequenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, magari può darsi che sono stato davvero quel che sento!
      Strano però che non abbia scritto IMPERATORE EGIZIANO :p

      I video di Paperissima mi fanno pensare ai primissimi anni '90.

      Moz-

      Elimina
  14. ..dove andrai in vacanza?Nella terra di mezzo?:P ..Il Molise ti aspetta..prrrrrrrrrrrr!:P gnè gnèèèè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono in vacanza*, semplicemente ho messo un post "di pausa" al blog per organizzarmi delle cose, sia del blog stesso, sia di divertimento mio :)

      *ricorda che io sono sempre in vacanza, e comunque fino a settembre non passerò per il Molise^^

      Moz-

      Elimina
  15. giusto. buon riposo miki. divertiti.
    io sono appena tornata.
    bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wè Sara!
      Sì, mi diverto, cerco di divertirmi ogni giorno con tante piccole cose!
      Ben rientrata!

      Moz-

      Elimina
  16. Mi piace questa idea del remake! Considera che nel 2011 non sapevo nemmeno cosa fosse un blog .. più o meno :D
    Ti riscopro adesso! :D
    Ciao Miki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh... l'idea l'ho usata spesso, in passato, nei mesi estivi: recuperare (con nuovo editing) vecchi post.
      Stavolta l'ho fatto per darmi respiro su alcune cose (il caldo mi spinge a uscire ancora di più, ho un progetto da fare e dovevo strutturare bene il terzo gioco del concorso).
      Però appunto, lo scopo è anche quello di far conoscere i post che ritengo carini a chi non c'era :)

      Moz-

      Elimina
  17. un mo amico santone va in giro predicando questa sua dottrina secondo cui quando moriamo ci reincarniamo, ma non in qualche cosa che nasce dopo di noi secondo le varie menate del karma, bensì in modo del tutto casuale in una qualsiasi delle creature che esistono/sono esistite in qualsiasi parte dell'universo (il mio amico santone sostiene che il tempo non scorre e ogni cosa è simultanea, solo che il nostro cervello la riordina in sequenza), compresi gli infiniti esseri completamente identici a noi che popolano l'universo (che sarebbe infinito)...

    perciò secondo lui tu vivrai/vivi/hai vissuto tutte quelle vite e pure infinite altre che nemmeno immagini, compresa quella in cui, da Adolf Hitler, salverai/salvi/salvasti la terra da un'invasione aliena garantendo a tutti pace e prosperità, o quell'altra in cui da sgrununfo smancipolfo di sprapania gromolerai/gromoli/gromolasti il crivullioio per peppenomonononoidi.

    e ovviamente vivrai/vivi/hai vissuto nel mondo dei rebus, dove le parole hanno un potere sulla realtà fisica delle cose stesse e perciò vanno usate con molta cautela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come Adolf Hitler salverei il mondo dagli alieni del pianeta Judas :p

      Sai che potrebbe essere una bella teoria? Ma a quel punto nessuno è reale, perché tutti potremmo essere proiezioni...

      Moz-

      Elimina
    2. ma no, ognuno è reale, solo che la coscienza è distinta dall'essenza/anima del singolo individuo, la quale invece è intrinseca e inscindibile dal corpo. la coscienza sarebbe una sorta di osservatore che attraverso la sua osservazione consente l'esistenza dell'essenza/anima individuale. O almeno è così che il mio amico santone la spiega al decimo giro di birra, mentre cerca di spiegare alla pulzella seduta al tavolo di fianco che, essendo che lui e lei vivranno/vivono/han vissuto la stessa vita nei due diversi corpi, tanto vale che vadano a riempirsi la nottata di vicendevole gioia da qualche parte...

      Elimina
    3. @___@
      Ottimo e originale modo per racimolare una scopata :)

      Moz-

      Elimina
  18. Libertè, egalitè, beyoncè! XD
    Che figata immaginare la propria vita se fossimo vissuti in periodi diversi..io non l'ho mai fatto, ma pensandoci non saprei davvero...
    Mi viene in mente il film Midnight in Paris, di W. Allen...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Odio Allen :)
      Io credo che le cose che ho elencato siano davvero le mie vite passate, perché le sento proprio mie.

      Moz-

      Elimina
  19. io credo che ancora non ci sia un posto nel mondo per me!!..ancora non l'ho trovato!! :((

    Troppo carina la parte de "I MONDI"
    sei geniale!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece, secondo me, c'è sempre un posto per tutti, ed è qui e adesso... e se ancora ti sta stretto, devi prendertelo a calci e morsi ;)

      Grazie mille, un abbraccio :)

      Moz-

      Elimina
  20. Risposte
    1. E' già finita, domani tornano i post inediti! :)

      Moz-

      Elimina
  21. festini e jet set.... si ripropongono in ogni era! divertiti Moz ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wè Kyra!^^
      Certo che mi diverto! :)

      Moz-

      Elimina
  22. Eccomi che aggiungo nuovamente bit a questo blog. :)

    Mi piace questo post, dai tanti spaccati di tante epoche. Eppure davvero sarei estremamente curioso, se il medesimo essere, in questo caso te, avrebbe vissuto tante vite completamente differenti, oppure l'essenza individuale, in quanto unica, ti avrebbe condotto a fare sempre scelte molto simili. Il mio vecchio discorso: si è o si diventa. Oppure si diventa qualcuno per una determinata occasione.

    Certo è che l'ambiente dello sviluppo è cruciale, però chissà se la nostra anima, o essenza o vita (o energia vitale) che forse passa da un corpo ad un'altro ci impone un carattere e delle scelte che esulano da ogni cosa.

    E' fuor di dubbio che ti preferisco in vesti nobili o controverse-sovversive, esercitando il tuo potere in modo più o meno sensato contro gente più o meno colpevole. Per il gusto di farlo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wè, bentornato^^
      Io penso che la base sia questa, infatti tutte le vite che ho indicato mi rappresentano, in un modo o nell'altro.
      E poi... è ovvio che io faccio le cose per il gusto di farlo XD

      Moz-

      Elimina