> RE/WATCH #7 - programmi da brivido


MOOZIK - CENTO CAMPANE (NICO DEI GABBIANI)

Questo appuntamento REVIVAL, aperto da un'illustrazione del grande Aubrey Beardsley, vuol riscoprire tutti quei programmi che in un modo o nell'altro mi han fatto... scagazzare di paura (o quasi).

Iniziamo con una quaterna già trattata da me in precedenza, e su cui, pertanto, non mi soffermerò molto:

ULTIMO MINUTO - programma condotto da Mannoni e Martone, raccontava storie (vere) di gente che, come da titolo, riusciva a salvarsi giusto in tempo da una fine atroce. Ansia e corsa contro i minuti erano gli ingredienti di questa fortunata trasmissione tv, il cui menù viene riproposto tuttora da altri programmi dalla formula similare.


OROSCOPO RAI ANNI '80
- presentato dal barbuto Massimo Fornicoli, un astrologo col look da santone che mi ipnotizzava con la sua sequenza di segni zodiacali.


ALMANACCO DEL GIORNO DOPO - già solo la sua sigla era angosciante. Un qualcosa di rurale e antico, accompagnato da un titolo evocativo e perduto nel tempo, riusciva a creare un cortocircuito in quegli anni di modernità. Una rubrica bellissima e utile, che andava in onda prima del TG1.


MISTERI - programma di Raidue della metà anni '90, affrontava con piglio sicuramente meno ciaciarone del Mistero di Italia 1 tutti gli eventi (apparentemente?) inspiegabili. Certo, anche loro ci marciavano su cose abbastanza strambe, ma alcuni servizi non erano male. L'opening, una Regina della Notte remixata in chiave vagamente new age, risultava straniante ed onirica.


Bene, ora veniamo alle cose... "inedite", più o meno.
Riprendiamo con un'altra quaterna, stavolta di telefilm, alcuni dei quali vere e proprie pietre miliari del mondo delle serie tv:

I SEGRETI DI TWIN PEAKS (Twin Peaks) - impossibile non conoscere quest'opera, non solo per la superba trama (l'interrogativo "chi ha ucciso Laura Palmer?" è ormai nell'immaginario pop) tanto più per il fatto che questo telefilm mette un nuovo paletto per tutte le serie che verranno: inizia l'epoca moderna del fare televisione. Musiche notturne e conturbanti, a partire dalla opening; personaggi bizzarri e paradossali; situazioni da soap opera grottesca. Il malvagio BOB, il nano ballerino, la Loggia Nera, i gufi... avranno turbato i sogni di chiunque, a inizio anni '90.
Un nuovo mito dell'epoca moderna.
Leggi la guida speciale a Twin Peaks.


AI CONFINI DELLA REALTA' (The Twilight Zone) - peccato che oggi il termine twilight sia perlopiù associato a romanzetti e filmetti sui vampiri, nuovo fenomeno capace di succhiare soldi oltre al sangue. Ma, tra le altre cose, twilight è anche nel titolo di una serie televisiva al... crepuscolo che, in forma antologica, raccontava varie vicende tra il misterico e la fantascienza. Episodi singoli per storie davvero ai confini della realtà.


VOCI NOTTURNE - fiction tutta italiana dei primi anni '90, e che ogni tanto torna in replica in qualche slot... notturno e non. Due laureandi lavorano alla tesi su un antico ponte romano, il Ponte Sublicio. Uno di loro viene trovato morto sul greto del Tevere ma la sua voce, ogni notte e dall'America, telefona ai suoi cari. Quale oscuro segreto si cela dietro tutto questo? Un'indagine tra Storia, antichi rituali, musicologia e parapsicologia porterà alla verità: dimenticate le puttanate alla Dan Brown, qui siamo nelle mani di Pupi Avati e si fa sul serio.
Leggi la recensione della serie.


X-FILES (The X-Files) - un cult, un altro mito dell'epoca moderna. Otto stagioni e due film compongono l'intera mitologia che vede impegnati gli agenti dell'FBI Mulder e Scully a caccia di eventi inspiegabili e fenomeni paranormali. La trama principale ha a che vedere con invasioni e contatti alieni e con una teoria del complotto.
Imperdibile.


E ora i brividi destinati ai più piccoli. Agli inizi degli anni '90 andò di moda il genere, così sorsero ben tre programmi (due telefilm e un cartoon) che, sempre sottoforma di episodi a sé, raccontavano storie assurde e spaventose:

BRIVIDI E POLVERE CON PELLEOSSA (Tales from the Kryptkeeper) - serie a cartoni andata in onda all'interno di Bim Bum Bam, era la versione animata de I Racconti della Cripta. Simpatica la sigla della D'Avena, simpatico anche il cartoon e il suo protagonista-narratore, lo zombie Pelleossa.

HAI PAURA DEL BUIO? (Are you afraid of the dark?) - non è l'album degli Afterhours ma un telefilm canadese trasmesso per la prima volta nel programma Solletico di Rai1. Anche qui si tratta di un'antologia di racconti ai confini della realtà.


PICCOLI BRIVIDI (Goosebumps) - nata sulla scia del successo di Hai paura del buio?, questa serie ne riprendeva la formula (storielle grottesche o di terrore con protagonisti alcuni ragazzini) ma era tratta da alcuni racconti precedentemente pubblicati in America e arrivati anche in Italì.


Voglio chiudere questa carrellata con un'opera che, per ovvi motivi anagrafici, non ho potuto vedere in diretta. L'ho recuperata in dvd, e stando ai racconti di chi all'epoca la vide (era il 1971), dev'essere rimasta davvero impressa. Io l'ho vista e mi è piaciuta molto, certo si vede che è vecchiotta, ma ha ottime idee e una grande base narrativa ed esoterica:

IL SEGNO DEL COMANDO - un professore inglese giunge in Italia sulle tracce di una piazza citata da Lord Byron. Una piazza inesistente e che forse è esistita. In più, dovrà vedersela con una misteriosa ed affascinante donna e una locanda che appare e scompare. La chiave di tutto potrebbe essere un medaglione a forma di civetta... Din don, amore... cento campane stanno a di' de sì...

88 commenti:

  1. Pelle pellee pelleee&ossaaaa ossaaaaaa xD
    Da piccola li guardavo TUTTI (tutti quelli degli anni '90,ovvio!) e non mi spaventavo!
    Adesso,invece,prova a parlarmi di questi programmi e mi trovi chiusa nell'armadio -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, davvero?
      A me ormai invece non fanno né caldo né freddo! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Sì sì! Ora mi lasciano solo tanta angoscia e terrore!

      Elimina
  2. Dopo Nico dei gabbiani la mia concentrazione ha deciso di andare in vacanza... ma io torno a leggere, magari senza di lei! (qualora decidesse di non tornare più!) ;-)
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhh addirittura? Sei una fan?

      Moz-

      Elimina
    2. nooo.. nel senso che dopo aver sentito quella canzona mi è andato in pappa il cervello! La mia concentrazione non non si sentiva più bene... e ha deciso di lasciarmi!! Mica è tornata ancora sai!?!

      Elimina
    3. Ma questo perché ti piace Cento Campane?
      O perché ti ha ricordato lo sceneggiato Rai?

      Moz-

      Elimina
  3. L'almanacco angosciava anche me! Era qualcosa di opprimente, pare che mi stessero strangolando lentamente! Twin Peaks devo ancora vederlo ç.ç E' che ho abbandonato anche AHS per non volermi angosciare! Pelle e ossa lo adoravo, ed anche piccoli brividi. Il vero cagotto per me veniva con X Files! Non ci dormivo la notte!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'almanacco -ho constatato- angosciava molte persone.
      Secondo me per un motivo preciso: creava un cortocircuito incredibile. Mi spiego meglio: era l'epoca moderna, in pieno boom tecnologico, e veniva trasmessa rubrica dal sapore bucolico ed arcaico... che col suo titolo ti faceva tornare prepotentemente indietro, ma in modo indefinito.

      La sigla di X-Files angosciava anche me, nei primi anni^^

      Moz-

      Elimina
    2. Probabilmente! Uno strappo temporale da sturbo XD

      A me angosciava tutto X Files.

      Elimina
    3. Sì, io penso che fosse proprio una cosa simile. Per 10 min si ritornava prepotentemente in una dimensione agricola, di quelle che scomparvero con gli anni '70.

      I want to believe :p

      Moz-

      Elimina
  4. i racconti del brivido e dell'ignoto non me li perdevo (perdo) neanche uno, i qualsiasi salsa e... i gufi non sono quello che sembrano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gufi non sono MAI quello che sembrano, caro Vinz! ;)

      Moz-

      Elimina
  5. E bravo il telemoz, io non ho visto niente di queste cose che da piccolo di tv a casa se ne vedeva poca, ma anche di casa se ne vedeva poca :P

    Il segno del comando per me era solo un gruppo musicale, ora so da cosa hanno preso il nome...

    più che altro a me spaventavano molto certe atmosfere di alcuni film animati disney o giù di lì, ce n'è uno che mi aveva impressionato moltissimo che mostrava a un certo punto un ecatombe di topolini (che erano i protagonisti del film, peraltro), era davvero cupo e disperante, ma non ricordo proprio che fosse...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS ovviamente dovrò recuperare qualche visione, ai confini della realtà è sulla lista da tempo...

      Elimina
    2. Da come ho visto, questi Segno del Comando prendono a piene mani dal cinema bis italiano: l'album si chiama "e tu vivrai nel terrore" che è un famoso film di Fulci, mentre la copertina del disco che si vede lì nel video è Black Sabbath (ossia, in originale italiano, I tre volti della paura, di Bava, del 1963 se non erro...)
      Sono degli intenditori del cinema italiano, sicuramente...

      L'ecatombe di topolini non è Il Pifferaio Magico, della serie Silly Simphonies?
      Hai ragione, alcuni corti Disney mettono terrore (penso ad alcuni episodi di Fantasia...)

      Moz-

      Elimina
    3. P.s. recupera quantomeno Twin Peaks... :)

      Moz-

      Elimina
  6. Moz hai fatto un ottimo post di revival!
    Hai messo un sacco di cose che ricordo tutte :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, hai una buona memoria cult, allora :)

      Moz-

      Elimina
  7. Io adoro i film attuali, ma nelle "mie" canzoni (anni 80) sono nostalgica. Ho visto l' ultimo film, tratto da una storia vera, di indemoniati e esorcisti.:) mi sfugge il titolo. Sei hai tempo vai a vederlo ...merita. :))) davvero fatto bene.
    Ps sei un tesoro miki, o fingi benissimo o sei bravo davvero. Io voglio credere
    Baciotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fingo benissimo, perché in realtà sono uno stronzo coi fiocchi... ma il problema è che non lo nascondo! :)

      Sai, mi hanno parlato tutti molto bene del film che citi (immagino sia L'evocazione)... dicendo che è un horror quasi vecchio stampo... confermi?^^

      Moz-

      Elimina
    2. Esatto: l'evocazione! Miki, la storia VERA è di tanti anni fa e quindi,... ma proprio di vecchio stampo non direi!
      Avevo visto da ragazzina "l'esorcista", in versione integrale e mi aveva inquietato non poco! Questo ultimo film mi ha intrigato, mi piacerebbe approfondire!. :) Tutto ciò che è "paranormale" mi attira moltissimo. Certo che è difficile credere che tutte le immagini viste nel film sono accadute veramente!. L'esorcista mi è sembrato molto più eccessivo e fantasioso!
      A te intriga il paranormale?
      Ciao tesoro! :)

      Elimina
    3. Ok, sei un'altra persona che mi parla molto bene de L'Evocazione.
      Per quanto concerne la domanda... sì, a me il paranormale intriga.
      Ma... c'è un ma.
      Non credo nel paranormale.
      Me ne interesso, mi piacciono i cosiddetti fenomeni, ma io penso che tutto sia terribilmente umano, proprio dell'uomo, o di Madre Natura.

      Nulla di sovrannaturale, ma semplicemente fenomeni che ancora non riusciamo a capire e spiegare (dopotutto, voglio dire, fino a duecento anni fa manco sapevamo cosa fosse la forza di gravità!)

      Però, sì, il paranormale mi attira, ma per poterlo capire! :)

      Moz-

      Elimina
  8. Twin Peaks, il padre di tutti i telefilm :) Quello sì che inquietava, altro che Almanacco! Colonna sonora stupenda :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Colonna sonora di Badalamenti ( con cantato di Julee Cruise su testi di Lynch nei pezzi vocali)... davvero mitica, ormai cult, usata ovunque!

      Moz-

      Elimina
  9. Twin Peaks ha dato degli spunti per scrivere Alan Wake, che è uno dei miei giochi (e libro) preferiti.
    Ricordo vagamente Brividi e polvere, mentre X files e Piccoli brividi sono il simbolo degli anni '90.
    Tutti gli altri non li ho MAI sentiti nominare xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, non sono un videogamer ma conosco Alan Wake di riflesso, in quanto è un gioco che omaggia ripetutamente Twin Peaks :)

      Forse per gli altri sei troppo giovane XD

      Moz-

      Elimina
  10. me ne ricordo pochissimi.. X files e Piccoli Brividi senza dubbio! Mi mettevano addosso una paura atroce! Ahahah ero un pò idiota!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sono programmi fatti (anche) per spaventare... quindi non eri idiota, dai^^

      Moz-

      Elimina
    2. ahahah sì ma io ne avevo il terrore! Non so se ricordi la bambola assassina.. beh io ne ero terrorizzata!
      E devo ammettere che tuttora non ho un bel rapporto con gli horror

      Elimina
    3. Come no! Chucky! Ma ti assicuro che mi avrebbe spaventato di più una bambola di porcellana rispetto a quel pupazzo dai capelli rossicci! :)

      Moz-

      Elimina
  11. Sai Miki,, non ho mai guardato film dell'orror, non mi sono mai piaciuti, ora poi che la realtà supera la fantasia, sono contenta di essermeli risparmiati.
    Secondo il mio parere ti producono un assuefazione, una sorta di abitudine, una persona non riesce più a separare la finzione dalla realtà, nel senso che"abitua" la sua coscienza ad allegerire ciò che accade!
    Non ho mai guardato l'esorcista, che quando è uscito ero in verde età, dove la curiosità è forte.No!
    non mi interessano,so che dirai che "palle" questa è vecchia, è bigotta ecc...ecc. Ti lascio pensare ciò che vuoi , ma io sono così, e contentissima di essere così-
    Un abbraccio
    Miki
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani :)
      Guarda, sarò sincero: per me i film dell'orrore sono un genere come un altro. Un genere che è sempre esistito, ad esempio nella letteratura (i romanzi gotici, o tutti i racconti del mitico E. A. Poe)... quindi per me non sono niente di strambo :)
      L'Esorcista campeggia nella mia videoteca perché lo considero un cult (di recente ho anche riletto il romanzo, che è davvero molto bello) però capisco se il genere non ti piace... dopotutto io amo molto i poliziotteschi (ossia i polizieschi all'italiana) e so che non è un genere apprezzato da tutti :)

      Moz-

      Elimina
  12. Devo dire che un paio di telefilm e le serie per piccoli mi mancavano (I piccoli brividi li conoscevo solo cartacei) ma concordo sull'angoscia dell'almanacco e soprattutto ti ringrazio per l'oroscopo: l'avevo rimosso ma quell'uomo è mitologico!!
    Infine lo ammetto, non ho visto Twin Peaks, lo trovavo troppo inquietante e leggere il diario di Laura Palmer mi confermò la scelta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, quindi hai letto il Diario?
      Eheh!
      Beh, sì, TP secondo me non ha mai perso l'aura intrigante ed inquietante che aveva... certo, magari la sua forza e potenza sono inferiori a quando fu trasmesso nel 1990-91, però secondo me è una serie che è invecchiata molto bene...
      ti consiglio almeno i primi episodi e poi giudichi tu se andare o meno avanti... :)

      L'almanacco è un programma che riproporrei -stessa formula, stessa musica- e al tizio dell'oroscopo ci siamo risaliti proprio un anno fa qui sul blog e su twitter... nessuno lo ricordava...!

      Moz-

      Elimina
  13. ...io ne segnalerei anche altri...
    ma solo perché su 24 ore, ne passo per lo meno 15 davanti alla tivù...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Segnala, segnala... a patto che siano cose fino agli anni '90 :)

      Moz-

      Elimina
    2. "Amici" ma non quello dove cantano e ballano come scimmiette ammaestrate...
      quello dove la Maria aveva una cofana di tutto rispetto...
      poi mi piaceva un sacco "Select" su MTV, figata di quelle da polli 10+ con il Nongiovane che amavo alla follia, mostrando pessimi gusti in fatto di uomini...
      non mi hai tirato fuori perle come "Primi Baci", "Helen e i suoi amici", "La Tata", "Baywatch" e "Baysaid School" che sono la prima fase della mia droga da telefilm...

      Elimina
    3. Wè Pata, ma qui si commentavano cose brividose... quelle che citi sono commedie sentimentali, quasi tutte!
      Una cosa spaventosa sarebbe Amici ma versione moderna (quello che citi tu lo ricordo benissimo e ci andò una mia amica! Era un talk show coi giovani^^)

      Moz-

      Elimina
  14. Ma lo sai Mozzino mio che sei mostruoso?
    Allora io guardo ben poca televisione, (forse solo ora perchè proprio non riesco a dormire...), ma ricordo..
    L'almanacco del giorno dopo, molto ben descritto da te anche se a me dava un immenso fastidio...
    Twin Peaks che mi intrigava abbastanza per l'originalità di Lynch e dei personaggi(compresa la musica ..)
    X-file non ne ho visto una puntata , ma l'ho tradotto tutto per gli esami di inglese di un mio amico!(sob!!!)
    Il segno del comando che piaceva molto a mia nonna e mentre commentava i miei occhi si chiudevano e quindi l'ho visto a sprazzi...
    Eh, si confesso : sono una frana ..potrai mai perdonarmi?
    Bacionissimo stregato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, certo che sei perdonata! :)
      Non è certo un delitto... ma già il fatto che conosci Twin Peaks ti salva dalla mia furia omicida XD

      Scherzi a parte, una curiosità: come mai l'Almanacco ti infastidiva?

      Moz-

      Elimina
    2. Non ricordo benissimo...
      La musica , l'insieme del girotondo..che ne so..sono perduta nella notte dei tempi...
      samckkone+++++

      Elimina
    3. Ok! Però mi piace che ti ho spinta a ricordare^^

      Moz-

      Elimina
  15. "Ultimo minuto" lo guardavo sempre da piccolina sul letto di nonna, con mamma e mio zio. Mi piaceva un sacco!
    E "Piccoli brividi" lo adoravo! Ho un sacco di libri su in mansarda e quando scoprii che potevo addirittura guardarli in tv, rientravo a casa prima, lasciavo i miei amichetti da soli, e mi sistemavo sul divano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me Piccoli Brividi telefilm non piaceva perché mi sembrava la copia patinata di Hai Paura del Buio, o forse semplicemente quando fu trasmesso Piccoli Brividi già non mi interessavano più tanto queste cose... soft :p

      Di Ultimo Minuto ho ricordi impressi fortemente nella memoria... come se l'avessi viste ieri!

      Moz-

      Elimina
  16. Miki ciaooooo, sai adoro i film o telefilm che mi dà suspense, ora non ricordo nessun titolo ma ad esempio mi è piaciuta la serie di L'HOST o c'è un poliziesco pazzesco da brivido! Adoro i film che mi danno delle emozioni forti, le cose melense le lascio ad altri....Conosco Misteri quando lo conduceva Enrico Ruggeri.......Si ci marciano su certi programmi perchè poi diventano storie trite e ritrite, ti auguro una buonissima serata.......Azzzz, da piccola non ricordo di aver visto film come te, non ne facevano...!!! Si, ricordo Carosello meraviglioso e poi tutti a nanna.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poliziesco?

      No, comunque non mi riferivo a MisterO di Italia1 (condotto, è vero, prima da Ruggeri e ora non ricordo da chi...), ma MisterI di Raidue condotto da Lorenza Foschini.
      Il taglio dei due programmi è molto diverso.

      Buona giornata anche a te, e sinceramente anche io mi farei una settimana di "a nanna dopo Carosello", che per inciso, Carosello lo hanno riproposto di nuovo! :D

      Moz-

      Elimina
  17. Miki se conosci qualche postaccio: abbazia, castello, monastero, dove capitano cose paranormali fammi sapere: ci vado appena posso!
    Anzi vieni con me: esorcizziamo noi! :))
    Ps è strano, ma ho notato che le persone molto religiose temono il paranormale...non è strano per te??
    Tempo fa il mio medico mi ha detto che ha visto morire diverse persone, ma le più disperate erano molto credenti...un ateo muore più tranquillamente perché non crede a nulla... Boh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella riflessione, cara Sara...
      Una riflessione a cui però non saprei rispondere.
      Strano, un credente disperato... eppure i credenti sono più fortunati, perché credono nella vita eterna al di là di questa... Oppure erano disperati perché in vita avevano commesso così tanti peccati che credevano sarebbero finiti all'Inferno? XD

      Sulla domanda che mi poni... nelle mie due regioni ci sono piccoli posti dove si raccontano cose strambe... ma sono pressoché similari a tutti quei piccoli posti sparsi in Italia dove succedono cose strambe... niente di che, quindi^^

      Moz-

      Elimina
    2. Hai compreso benissimo l' essenza del mio...messaggio. :)
      Buona domenica.

      Elimina
    3. Mi sembra un buono spunto per un dialogo!

      In ogni caso, tu sei mai stata in zone particolari, stregate, ecc?

      Moz-

      Elimina
    4. No! Mi sa che i "demoni" quando mi vedono scappano! :-(
      Notte! :)

      Elimina
    5. Ahahaha perché?^^
      In ogni caso saresti una perfetta ghostbuster! XD

      Moz-

      Elimina
    6. perché? sto ingrassando e invecchiando! Ahaahh! C'è poco da ridere! :)
      baciotto
      Notte!

      Elimina
    7. Se ti può consolare... anche io!!! :)

      Moz-

      Elimina
  18. Ricordo Ultimo Minuto, l'Almanacco, X Files... hai paura del buio non riuscivo mai a beccarlo dall'inizio... Tutti gli altri nisba. Eppure il segno del comando dev'essere stato un bel telefilm.
    Io ancora devo finire di vedere la prima puntata di TP ^_^" (non uccidermi)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti ucciderò io, ma attenta a BOB... :p
      Il Segno del Comando è un ottimo sceneggiato anche se ha un ritmo davvero da paleotelevisione... Non che la cosa disturbi, anzi... ma oggi ne farebbero 3-4 episodi al posto di 5, per dire :)

      Moz-

      Elimina
    2. Vabè sono abituata a maratone di telefilm asiatici che la prolissità è un eufemismo in confronto. XD
      Ci vorrebbe un canale tv solo per i telefilm/cartoni must anni 80 e uno per quelli anni 90...ma solo quelli, e solo must.Forse vedrei più tv..
      Ancora sto rimpiangendo i Gummies e Teddy Ruxpin XD

      Elimina
    3. Un canale simile esisteva: si chiamava Cultoon, poi diventato Cooltoon per motivi di copyright sul nome. Era su Sky.
      Poi l'han chiuso e ora al suo posto ideale c'è Man-ga!

      In ogni caso io proporrei una cosa: la mediaset potrebbe creare un canale che replichi in tutto e per tutto (spot compresi) ogni giornata dal 1982 in poi... fino al 1996. Sarebbe bellissimo!

      Moz-

      Elimina
    4. Ti immagini lo fanno davvero? Alla fine ha costo zero, solo con gli spot non saprei come potrebbe funzionare.

      Oppure ancora, potrebbero creare un canale anni 80-90 riproponendo gli spot antichi dei prodotti ancora presenti sul mercato...! :)

      Moz-

      Elimina
    5. Ma per gli spot non c'era il carosello? Mh forse quello era per spot ancora più vecchi...però l'idea è la stessa.
      Effettivamente sarebbe a costo zero, e invece spendono fior di quattrini per uomini e donne e altra tv spazzatura...che idioti.. -_-"

      Elimina
    6. Spendono soldi per programmi idioti perché c'è gente (dalle capacità intellettive adeguate ai programmi) che guarda queste zozzerie...

      Moz-

      Elimina
  19. Ciao Moz, grazie per esserti iscritto da noi. Il tuo post è spassoso, non la finiamo più di ridere qui nella savana!
    A presto
    Jene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono iscritto perché mi era sembrato davvero un bel blog! Tornerò a visitarvi presto :)

      Moz-

      Elimina
  20. Mitico Miki! Grazie per questa "refreshata" :D
    Mi ero dimenticata dell'oroscopo con quella specie di santone barbuto!!!
    Buona domenica pomeriggio caro :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh! L'anno scorso abbiamo "fatto brutto" per risalire all'identità del tizio dell'Oroscopo Rai! Mamma mia quanto mi inquietava :)

      Buona domenica pomeriggio anche a te, Maris! ^^

      Moz-

      Elimina
  21. Bella carrellata di bei programmi, in cui spicca lo spettacolare Twin Peaks, manca però Ai Confini Della Realtà, che talvolta qualche bell' episodio Horror lo tirava fuori. :-)
    Io a dirla tutta, ho iniziato subito con grossi calibri come l' Esorcista, Phenomena, Profondo Rosso, Shining e Nightmare.
    Il motivo è semplice, li guardavo di riflesso dormendo in stanza con mio fratello e mia sorella e quindi fin da subito sono stato sdoganato a Film del genere. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come manca?
      Ho messo anche Ai confini della realtà (the twilight zone), appena dopo Twin Peaks!

      In ogni caso... viva i film horror, specie quelli fino agli anni '90! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Chiedo venia, mi era sfuggito durante la lettura. :-P

      Elimina
  22. l'almanacco del giorno daopo è molto peggio di qualunque colonna sonora dei Goblin! O_o!!!

    RispondiElimina
  23. X-files...La sigla per me è la rappresentazione sonora dell'angoscia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'inizio mi scagava, ora invece l'apprezzo molto :)

      Moz-

      Elimina
  24. cavoli X-files...troppo bella, anche se maledettamente inverosimile per come sono fatta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, anche io sono molto razionale come tipo, ma amo comunque il paranormale (anche se non credo nel paranormale) e i generi che lo circondano :)

      Moz-

      Elimina
  25. Oddio Ultimo minuto!!! Ricordo la parodia di Aldo Giovanni e Giacomo, quella della TV Svizzera con Rezzonico che "poteva rimanere oFFeFO!!" XDXDXD
    L'oroscopo, se Dio vuole, me lo sono persa, quanto a Twin Peaks, X-Files, Pelleossa e Piccoli brividi... ca-po-la-vo-ri! e alcune puntate dei prodotti per bambini facevano davvero paura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo una puntata di Hai Paura del Buio? che mi inquietò non poco... parlava di una casa di bambole...

      La parodia a Mai dire Gol è forse l'unica cosa di Aldo, Giovanni e Giacomo che mi ha strappato un sorriso... di certo almeno era carina, specie se paragonata agli spot wind :p

      Moz-

      Elimina
  26. bello questo post...

    non amo il genere e non ho mai seguito questi programmi...dici che mi sono persa qualcosa di interessante???
    Ciaoo Moz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, secondo me almeno Twin Peaks devi recuperarlo! :)

      Moz-

      Elimina
  27. Moz: tu non puoi capire i traumi che mi ha creato la sigla del l'almanacco del giorno dopo!!! Io davvero diventavo isterica con quella musichetta, ero piccolissima e sapevo solo frignare e chiedere ai miei disperatamente di cambiare canale o correre nell'altra stanza... Mio padre ancora mi sfotte dicendo "ecco la musica che piaceva tanto a Clyo"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa particolare è che per i programmi di una volta si divertivano molto -evidentemente- a utilizzare le sigle più cupe, angoscianti o stranianti possibile.

      Voglio ricordarti il tema di Blade Runner by Vangelis, usato per un rotocalco Rai... o la sigla di Mixer suonata dagli Azymuth.
      Per non parlare di Tg2 Dossier con la sfera in cui uscivano quei volti colorati... Oo

      Moz-

      Elimina
  28. Twin Peaks...ho giusto dormito in un Hotel che me l'ha ricordato..Giganti nani e homini strani compresi..brrr... Il telefilm cult per me, tanto che me lo son rivista su sky retrò..o era un altro canale?Mah..comunque l'ho rivisto..David Linch ha un modo di girare che è veramente assurdo..Rivederlo con gli occhi diversi,vent'anni giusti dopo, è stato come scoprirlo per la prima volta... Bello bello bello! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il mio telefilm preferito a pari merito con altri tre.
      Forse il canale sky era Horror, ma che importa?
      L'essenziale è averlo rivisto... è vero, è un telefilm assurdo, anzi forse assurdamente umano :)

      Moz-

      Elimina
  29. ultimo minuto io lo amavo!
    sarà perché alla fine si salvavano sempre...
    comunque twin peaks ha terrorizzato un intera generazione, specie la tua (che hai l'età di mio fratello piccolo) quindi all'epoca eri proprio "un regazzino" e pensa che io al bamboccio glie sparavo la sigla nelle orecchie col walkman mentre dormiva e lui piangeva disperato.

    quanto alla paura io avevo fifa di due cose:
    bem il mostro umano e la sigla di superclassifica show a cartoni animati (molto anni 70)
    gli occhi più blublublublublublublublublublù di Paul Newman brrrrrrrr

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha che stronza!
      Però ammetto che la sigla di TP -che oggi trovo superba, anche cantata da Julee Cruise- mi spaventava a morte!
      Non è un caso che oggi la usano (abusando) quando devono fare gli sciacalli su Sara, Yara e via dicendo, le nuove Laura Palmer, praticamente.

      Moz-

      Elimina