> RERUN - leggende urbane




In America lo sai che i coccodrilli vengon fuori dalla doccia?
Ma noi non siamo mica gli americani, constatava Vasco, e quindi niente alligatori nelle fogne e nei cessi: dobbiamo accontentarci di altre leggende metropolitane più caserecce.
Questo appuntamento riassume due post scritti da me nell'ottobre del 2012. Un resoconto delle nuove mitologie folkloriche di questi tempi moderni e sfrenati.
Un refresh in attesa di una terza ideale parte che sto componendo poco a poco.
Buona lettura, e attenti tutti che Paul, Elvis, Adolf e forse anche Micheal sono ancora vivi!

Negli anni '80 andava assai di moda la storia dei negozi i cui camerini contenevano delle botole. Una bella ragazza vi entrava per misurarsi i jeans et voilà, finiva nei sotterranei, pronta per essere schiavizzata e immessa nel giro della tratta delle bianche.
Una storia così radicata che persino City Hunter se n'è occupato in uno dei primissimi episodi dell'omonima serie tv animata.

Sempre in quegli anni potevi ricevere delle telefonate: audizioni per bambini, ruoli per qualche astruso film. La famiglia, baldanzosa, si presentava nel luogo accordato ma zac! ecco che si cercava di rifilare un'enciclopedia! E le doti recitative andavano a farsi benedire.

Una moda degli anni '90 erano gli ex (?) tossici che ti piombavano in classe. Vendevano i loro quadretti pitturati durante i compitini nelle comunità di recupero. La maestra sganciava i soldi e tu, scolaro, il giorno dopo dovevi portarle 1000 lire. Mentre i tossici si erano già, quasi sicuramente, fatti un nuovo buco.

Restiamo sulla droga per raccontare l'isteria attorno alle figurine: lo ricorderete sicuramente, da piccoli ci terrorizzavano dicendoci che gli spacciatori mettevano delle sostanze stupefacenti negli stickers e nei tatuaggi trasferibili, così da garantirsi una futura clientela. Anche questa faccenda ha fatto così tanta presa sulla collettività che uno dei primissimi episodi di Distretto di Polizia riguarda un caso similare.

In un supermercato una brutta e cattiva vecchia zingara ha rapito una dolce e bella bambina ariana, l'ha camuffata sporcandole il viso, e l'ha nascosta sotto il suo gonnone a fiori per poter uscire indisturbata.
In quale supermercato non è mai dato saperlo. Perché è avvenuto in ogni parte d'Italia.

Una minaccia incombente erano poi i satanisti. Cioè, è già grave per me credere in YHWH, figurarsi il complicarsi la vita sbattendosi per adorare la controparte cornuta e malvagia. Ma tant'è: croci capovolte, 666, stelle a cinque punte, caproni... e rapimenti di certi bambini che servivano per i loro oscuri riti. Bambini che sono sempre gli amici dello zio della sorella della vicina di casa di un cugino.
Walker Texas Ranger si è occupato della questione in un episodio a tema. Ovviamente ha rotto i denti agli adoratori di Satana a furia di calci volanti e cazzotti.

Gli scivoli dei parchi acquatici di ogni angolo della Terra sono stati sabotati da qualche pazzo che ha inserito, tra una giuntura e l'altra, delle lamette.

In ogni zona di campagna ove vi si è insediato un circo, sicuramente è scappato un puma o una tigre.
O un boa.

Se un'ape vi rompe i coglioni, basta dire ripetutamente aceto aceto aceto aceto e essa volerà via da voi.

Se siete mestruate, mi raccomando, non toccate i fiori e le piante nei vasi! Questi appassiranno irrimediabilmente. Quindi, per quei giorni, smettetela con l'hobby del pollice verde e pensate a gioire del fatto che non dovrete sparare via un figlio!

Le babysitter frustrate cucinano i bambini nel forno. A volte con le patate.

A San Giovanni Rotondo si racconta di come una giovane coppia, anni fa, alloggiò in un albergo durante il soggiorno per far visita al Santuario di P. Pio.
Qui, i due novelli sposini ebbero modo di parlare più volte con una bambina, figlia dei proprietari della pensione. Per poi scoprire, attraverso un dipinto alla reception, che quella bambina era morta anni prima.
Una leggenda che si racconta ovunque, non solo da P. Pio. Così stra-abusata che la si ritrova persino in un film d'animazione giapponese!

In ogni caso, guardatevi bene dal recitare l'Ave Maria al contrario davanti ad uno specchio, che vi appare il diavolo (e poi deve intervenire Walker a prenderlo a calci in culo....!).

Se invece piazzate delle bottiglie di plastica piene d'acqua fuori dal vostro portone, i gatti non pisciano più.

Raccogliendo scontrini, carte argentate, tappi e valori bollati, aiuterete la gente meno fortunata: non si sa come, né perché, ma regalerete qualcosa di utile tipo una sedia a rotelle (!).

Se gli scout si perdono nei boschi troveranno aiuto in altri due scout che, al ritorno dal campeggio, si scoprirà essere fantasmi di ragazzi morti anni prima...

Chi interpreta Giuda nelle recite pasquali resta impiccato davvero e nessuno se ne accorge, è così perfetto che vogliono portargli anche l'Oscar.

Un bambino espianta gli organi alla sorellina per sperimentare dal vivo uno dei suoi giocattoli preferiti.
L'imitazione è una brutta bestia: alcuni ragazzini si lanciavano dal balcone per copiare le imprese di Mazinga, Superman e via dicendo.

Donne! Non scopate mai senza protezione con gli sconosciuti affascinanti, manco se fossero la copia di Brad Pitt o Leonardo di Caprio. Il giorno dopo lui sarà sparito lasciandovi una rosa nera e un biglietto che vi avvisa di aver contratto l'aids.

Dulcis in fundo, la Croce Nera. Un furgoncino tipo ambulanza che si aggira indisturbato nelle nostre città, non viene segnalato da nessuno e la polizia non se ne accorge. Ma lì, dentro quel furgoncino, ci sono uomini cattivi appartenenti a chissà quale losca associazione, pronti a rapire bambini e venderne gli organi al mercato nero.

Insomma, paese che vai... (stesse) storielle che trovi. Perché queste leggende incarnano le paure del nuovo millennio; sono nuovi miti pronti a diffondersi a macchia d'olio, magari poi avveratisi sul serio e tutti siamo pronti a giurare che qualcosa è successo davvero: alla pronipote del medico di famiglia del nonno dello zio della vicina di ombrellone di mia cugina.
Che, per inciso, è quella bambina che fu rapita dagli zingari, poi scappata dal campo nomadi e divenuta un essere spettrale tutto bianco con gli occhi sbarrati.
La scorgo proprio dietro di voi, in questo momento.
Aceto aceto aceto aceto...

Se ti è piaciuto, leggi anche
Leggende urbane locali e culinarie
Leggende urbane nei mezzi di comunicazione

72 commenti:

  1. terribili i miti degli anni 90!
    Credo che un ragazzino di oggi farebbe una bella pernacchia (o una grassa risata) ascoltando queste m***ate!
    Eravamo una massa di ingenuotti.. ma in fondo - è stato bello così :)
    [Bella la canzone.. non la ascoltavo da tempo]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I ragazzini di oggi credono alle medesime cazzate, diffuse però via Facebook... I tempi cambiano, ma non cambia poi molto :)

      Un MozAbbraccio :p

      Moz-

      Elimina
  2. Ciao Moz, DOMY
    Su richiesta tassativa di una delle mie cognate conservo tappi di plastica di ogni genere. In cantina ne ho un bustone colmo. Chissà se per incanto,nell'attesa di consegnarlo,si trasformerà in una sedia a rotelle nuova di zecca!!...Ti farò sapere. ;)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davverooooo?? :)
      Ma sai che alcune associazioni, sulla base di questa leggenda metropolitana, DAVVERO hanno creato una raccolta simile? Quindi magari la raccolta di tua cognata è reale!
      In ogni caso tienimi aggiornato :)

      Un MozAbbraccio al gusto di tappo di plastica :p

      Moz-

      Elimina
  3. quello delle donne mestruate che zizzanniano i fiori non la sapevo!
    bel post: mi hai strappato un bel po' di sorrisi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contento di averlo fatto!^^
      Mi raqccomando, non toccare i fiori, quindi :p

      Moz-

      Elimina
  4. Moz non ne conosco diciamo tre quarti, però ti posso dire che quella dei bambini da provinare e dell'enciclopedia è vera ( o quasi). In pratica anni fa facevano queste chiamate in cui ti invitavano a degustazioni vini, presentazioni pentole o ti dicevano che eri stato sorteggiato per una vacanza. Una volta una mia compagna del liceo andò e in effetti il viaggio c'era ( seppur poco conveniente perchè molte cose dovevi pagarle da te) ma c'era anche una presentazione di libri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì... diciamo che la leggenda, in quel caso, è nel fantomatico film che si sarebbe girato, non nella truffa in sé... purtroppo VERA :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ho scordato di aggiungere che da me si narra che le donne in ciclo non possono toccare fiori e POMODORI ESSICCATI (da mettere sott'olio). Non so perchè ma pare che poi vada tutto a male! Queste impure XD

      Elimina
    3. Aahaha questa mi mancava!!
      Ci manca solo che fanno impazzire la maionese e siamo apposto! :p

      Moz-

      Elimina
    4. a me i pomodori secchi sono effettivamente andati quasi tutti a male, ma sin'ora pensavo fosse colpa di YHWH che m'aveva rubato il sole. e magari invece soffro di mestruazioni, mio dio! ma noi cosi bozzuti ci riproduciamo per scissione, com'è possibile?

      Elimina
    5. Beh, possono essere mestruazioni figurate.
      Sai quando uno è nervoso e non gli va bene niente? Ecco :p

      Moz-

      Elimina
    6. e con questa abbiamo inaugurato la rubrica delle domande di Top Girl sul Moz O'clock nel migliore dei modi...

      Elimina
    7. Ahaha!
      Caro Cioé, se i mestruati figuratamente bevono la Coca Cola cosa succede? :p

      Moz-

      Elimina
  5. allora intanto ora prendo appunti e aceto aceto aceto lo provo. Cmq alcune sono vere... ricordo la notizia di una processione in cui un giuda si era impiccato davvero... ricordo la leggenda della lametta negli scivoli sinceramente un po' di ansia da giovane l'avevo.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti nel post originale di un anno fa avevo specificato che poi la storia del Giuda morto era avvenuta sul serio... ma solo DOPO ANNI ED ANNI di leggende metropolitane! XD

      Moz-

      Elimina
  6. fantastico Moz! ti dico quella che si diceva a Torino, noi che abbiamo le fontane con la testa di toro: guarda che mi ha detto mio cugino che un suo amico ha visto un tossico che beveva dalla fontana e poi baciava il toro in bocca con la lingua... Non bereeeee!!!!

    Invece ho frainteso per un attimo quella degli ex tossici che vendono quadretti in classe: pensavo fossero gli ex di qualche tua compagna che si intrufolavano nelle scuole con la maestra compiacente.... :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Waaao! Come perversioni sessuali ero rimasto ai pastori sardi che si inculavano le pecore, ma questa dei tossici torinesi che slinguazzano i tori di pietra mi mancava!! :)

      Ahaha rido immaginando la storia che avevi frainteso XD

      Moz-

      Elimina
  7. Ahahh grandi le leggende metropolitane. Troppo forte quella che cucinano con le patate! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari a volte sono carote! :D

      Moz-

      Elimina
  8. al giorno d'oggi le leggende metropolitane hanno avuto una svolta epica e vanno per la maggiore i gomblotti di sinistre entità aliene per conquistare e schiavizzare la razza umana.

    che poi io sono alieno e non me ne faccio niente di schiavizzare esseri inutili e vili come gli umani, al massimo li sterminerei e ci metterei campi di patate ovunque, che sono così buone, le patate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Specie al forno. Da fare coi bambini per cui voi alieni extraplanetari arrivati col gommone fate da babysitter :)

      Moz-

      Elimina
    2. beh, a proposito, c'è la famosa leggenda secondo cui i cinesi non sono esseri umani ma una razza aliena mutaforma che prepara la conquista della Terra e lo sterminio degli esseri umani. Questa era ancora anni novanta.
      E a proposito di cinesi c'era la mitica storia del tizio entrato nel negozio di cineserie che veniva immobilizzato, legato, rinchiuso in una scatola e spedito in cina.
      E poi c'è quella dei cinesi che fanno spedire i corpi a sepellire in cina o nei ristoranti...
      Che poi noi di fuori sappiamo benissimo che gli alieni mutaforma che tramano per la conquista della Terra non sono i cinesi, bensì i giapponesi...

      Elimina
    3. Ahaha, hai un campionario di storielle sui cinesi?^^
      Ma i cinesi e i giapponesi (e i coreani) non sono tutti uguali? :p

      Moz-

      Elimina
  9. E quella del ragazzo che va in vacanza in Brasile ,alla sera conosce 2 ragazze,va in un locale a bere e...poi si risveglia alla mattina in spiaggia senza un rene?
    Ma quante ce ne sono di bufale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tante, troppe, e non sono mozzarelle.
      La storia dell'espianto degli organi andava fortissima negli anni '80 e '90... mamma mia, ci hanno terrorizzato con questa faccenda.
      Un saluto caro, ti rispondo da una vasca da bagno piena di ghiaccio... noto adesso che ho una piccola cicatrice sulla schiena... mah!^^

      Moz-

      Elimina
  10. Madonnina!
    Il 90% delle cose scritte le ho sentite anch'io!
    A scuola dicevano sempre:"Stai attento a quello che ti danno i tossici che ti fanno entrare nel tunnel!"
    Io andavo in giro con il terrore di incontrare un tossico, e che mi offrisse la droga.
    Poi venni a scoprire che i tossici non ti regalano niente, se vuoi sballarti devi andarli a cercare!
    E rimanendo in tema di leggende metropolitane:
    http://www.youtube.com/watch?v=AFW81wHXcbE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha! E' vero, tu sei fan degli EELST! :)
      Comunque... sì... col cazzo che gli spacciatori ti regalano qualcosa... :p

      Moz-

      Elimina
    2. Per il Grande Arbitro: nei mitici '90 girò brevemente la leggenda secondo cui il tipico odore delle magic appena sfornate dalla bustina fosse dovuto a una sostanza atta a creare dipendenza. non so chi tirò fuori sta cosa e quanto si propagò.

      Elimina
    3. Sicuramente lui l'ha inalata :P

      Moz-

      Elimina
  11. Se a Capodanno esci e incontri una donna vestita di nero difficilmente arriverai al 31 dicembre.
    Voglio essere cattivo.
    Ciao Miki.
    Complimenti per il post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh chi non esce a capodanno? E chi non incontra una donna vestita di nero -che il nero snellisce ed è elegante, e lo indossano tutte?-
      Non arriveremo al 31 dicembre: del 2073 :)

      Moz-

      Elimina
  12. Io scrivo righe e righe di commenti e la connessione mi salta. Ottimo -_-"
    Riassumendo: maaaa quante ne sai??
    Io ricordavo quella della bambina dell'albergo, della botola nei negozi...quella della rosa nera è così vecchia che era scritta sui diari delle medie insieme alle frasi di Jim Morrison! LOL
    Ma da te c'erano i Beati Paoli, dei tizi vestiti di bianco col cappuccio a punta e volto coperto..una croce rossa sulla veste...che se non facevi il bravo ti rapivano? :D Tempo fa qui ancora qualcuno si vestiva a carnevale.
    Per il fatto dei bambini rapiti da zingari, non li nasconderanno più sotto la gonna, ma ci sono ancora casi recenti (l'ultimo un paio di mesi fa) di rapimenti... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, la storia della Rosa Nera è roba delle medie... una volta delle amiche più grandi me la raccontarono, io non capii il perché del "benvenuta nel mondo dell'aids" LOL

      I Beati Paoli da me non ci sono (ma so cosa sono...) Però similarmente ti può rapire l'Uomo Nero XD

      Gli zingari davvero rapiscono i bambini? Li mettono sul tagadà?

      Moz-

      Elimina
    2. LOL eri ancora innocente XD

      Riguardo gli zingari, si...purtroppo è vero. Li rapiscono per avere qualche "soldato" in più, nel loro esercito di bimbi che chiedono l'elemosina. Ovviamente abbastanza piccoli da non poter neanche provare a tornare a casa. E' forse l'unico popolo che mi fa essere davvero molto razzista, quando penso a certe cose.

      Elimina
    3. In realtà, dai dati della polizia, sarà successo pochissime volte che gli zingari rapissero bambini italiani... se rapiscono bambini sono di nazioni povere, anzi spesso vengono venduti loro.
      Non è praticamente mai successo -tranne che nelle leggende- che gli zingari hanno sottratto bambini italiani (col rischio di restare in Italia?).
      Loro rubano, fanno rapine e anche casini... ma i bambini non li rapiscono XD

      Moz-

      Elimina
    4. Ripeto, qui l'ultimo caso risale a neanche due mesi fa, ma non è che se non lo dicono al tg non è successo :P
      Mica ho detto che succede ogni giorno....raramente, ma da raramente a leggenda c'è un po' di differenza :P

      Elimina
    5. Sarà anche successo, ma sono casi isolati (come sperano di farla franca, poi?), e non rientrano nel cliché dello zingaro-rapitore. Inoltre, notizie simili fanno comodo nei giornali e nei tg, ci si fionderebbero a pesce... se non le sentiamo, è perché sono leggende, nate in questo o quel posto.
      Una volta da una catenina che una zingara rubò a un bambino, arrivarono a dire che stava prendendosi il neonato: l'accusatrice poi ritirò tutto...
      Insomma... sicuramente sarà successo... ma, per me, come anomalie del reale modus operandi criminale dei rom^^

      Moz-

      Elimina
  13. Bellissimo post miki!!!! Aceto aceto aceto è veramente da provare al più presto! Non si sa mai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E le donne mestruate a casa di nonna potevano anche evitar di aiutare a far il maiale l inverno...mai sia toccare la.carne cruda!!!

      Elimina
    2. Male che va poi metti l'ammoniaca ammoniaca ammoniaca :p

      Moz-

      Elimina
    3. Quello della carne cruda non lo conoscevo... Cosa succedeva? Diventava cotta? :p

      Moz-

      Elimina
    4. La carne andava a male...grande riposo x le.signorine durante quei giorni di lavoro!!!

      Elimina
    5. Oltre a gioire per non dover cacare il figlio, ci si poteva anche riposare dalle fatiche del mondo rurale! XD

      Moz-

      Elimina
  14. vado a random sennò me perdo:
    mio fratello dice sempre aceto aceto aceto quando vede un ape.
    una volta ho messo le bottiglie d'acqua fuori dalla porta (sotto consiglio di una vicina) e i gatti hanno veramente smesso di pisciarci sopra.
    negli anni 80 chiamarono quelli di teleroma 56 per far fare un concorso regionale canoro a mio fratello (il vincitore passava le selezioni x lo zecchino d'oro) al ritorno mia madre aveva comprato la treccani e mio fratello cantò 44 gatti in tv.
    qualche anno fa un giuda rimase veramente impiccato, c'è anche il video che fecero vedere al tg, ricordo perfettamente il nome di quel ragazzo urlato dalla fidanzata "Renato"

    manca quella dei negozi cinesi che una signora c'è entrata e non è più uscita e il marito l'ha trovata nel retrobottega addormentata nuda e cerchiata col pennarellone dove dovevano asportarle gli organi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inizio dalla fine: la storia dei cinesi che rapiscono le donne è la versione del 2000 (dopo l'invasione gialla in Italia) della storia dei camerini con la botola. Puntualmente rispuntano adattandosi ai tempi: così come i bambini non si gettano più dal terrazzo imitando un desueto Superman ma un moderno Pokémon.
      Queste cose sono comunque già in cantiere per la terza parte del ciclo sulle leggende metropolitane, che metterò ad ottobre :)

      44 gatti che costano una Treccani... mortacci! :p
      Del Giuda veramente impiccato lo sapevo, la cosa assurda è che si è verificato (ma devo indagare... :p) anni DOPO della effettiva leggenda!

      Moz-

      Elimina
  15. Sai Miki, mi hai aperto un mondo,quando hai spiegato che mettendo le bottiglie d'acqua, i gatti non fanno pli plin, mi chiedevo a cosa servissero quelle bottiglie posizionate accanto ai cancelli dei miei vicini, io non avevo mai osato chiedere spiegazioni!:-))
    Chissà se ripetere aceto aceto aceto serve anche ad allontanare le persone che ti "rompono"!!!
    Mi hai fatto ridere tanto.
    Buonanotte.
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto? Leggere il MoC è illuminante XD
      Scherzi a parte, cara Dani... chissà... possiamo provare a pensare "aceto aceto aceto..." quando ci troviamo accanto gente molesta XD

      Moz-

      Elimina
  16. Alloraaaaa......diciamo che alcune di queste leggende girano pure qui e per anni son state usate contro di me xD Solo che c'era sempre qualche variante! Per esempio,qui si diceva che la storia della botola nei camerini servisse per rapire le persone e immetterle nella tratta degli organi tant'è che sotto il negozio,chissà perchè,c'era sempre una qualche "saletta operatoria" dove ti sbudellavano alla bene e a meglio :P
    Per il fattore "audizioni per bambini" stile Io Canto devo dirti che effettivamente una cosa simile successe proprio a me e la mia famiglia! Solo che non ci appiopparono alcuna enciclopedia ma cercarono di farci scucire molti più soldi proponendomi di fare un book fotografico e un video da far vedere a qualche regista poichè "sembravo la piccola Shirley Temple" (credo che domandarono circa 5 o 6 milioni di lire post provino nell'Hilton di Giardini Naxos).
    Sui tossici posso dirti che la storia delle figurine con LSD al posto della colla faceva presissima e tutte le mamme la usavano ad ogni nuova raccolta di figurine mentre i "tossici e i quadretti" qui erano i "tossici e i libri in carta riciclata" che,realmente,spuntavano in classe proponendo tutti questi grandi classici (pinocchio,le favole dei Grimm,Guerra&Pace...) al modico prezzo di 10mila lire.
    Infine,la storia della bambina rapita al supermercato era lo spauracchio di tutti giacchè si estendeva a qualsiasi esercizio commerciale,luogo pubblico e strada del paese.
    Per il resto...non ne conoscevo nessuna (tranne la storia delle mestruazioni -credenza ancestrale-) ma la storia dell'imitazione di Superman sappi che l'ho vissuta in prima persona :D
    Solo che io volevo imitare Trilly buttandomi dal balcone di casa di mia zia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la leggenda dei camerini è diffusissima sin dagli anni '70 credo: ai tempi era per la tratta delle bianche, poi per gli organi. Oggi sono i cinesi a rapire le donne per gli organi (cosa se ne dovrebbero fare... non si sa! Magari metterli in brodo con le ossa dei cani che mangiano XD)

      Ora non so se chiamarti Shirley o Trilly, sappi che entrambe mi sono sempre state antipatiche! Ahaha!

      Secondo me i tossici che vendevano libri o quadretti sono parte di un'organizzazione simile alla SPECTRE, una sorta di sindacato del crimine... altrimenti non me lo spiego! :p

      Moz-

      Elimina
    2. u.U Guarda che ero una bellissima bambina dai boccoli rosso rame! E da qualche parte dovrei avere ancora il video del "provino" che mi fecero fare all'Hilton! u.U
      In più lo devo dire;ho comprato dei libri dai tossici ma non li ho leccati,va bene? :P

      Elimina
    3. Ahaha! Beh, magari qualche residuo di LSD c'è ancora! :)
      P.s. sappi che semmai tu ritrovassi il video, è obbligatorio che lo posti! XD

      Moz-

      Elimina
    4. Aahah, ti tartasserò fino alla morte XD

      Moz-

      Elimina
  17. perbacco che storie! comunque, a proposito delle donne mestruate, ne esistono di ogni... e non fare la maionese che sennò impazzisce, e non fare il bagno al mare che sennò attiri gli squali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaah! Quella degli squali non la sapevo!
      Che poi, manco fossimo nelle spiagge della California! XD

      Moz-

      Elimina
    2. Scusate se mi intrometto,ma la mia bisnonna mi diceva che "in quei giorni lì" non si doveva nemmeno fare il pediluvio con l'acqua fredda (o lavarsi i piedi con l'acqua fredda) perchè se no non solo si bloccavano e una poteva morire,ma si comprometteva pure la fertilità! xD
      Insomma,mi sa che questi detti son stati inventati proprio dalle donne per avere qualche scusa per oziare alla grande (in questo caso anche per puzzare) xD

      Elimina
    3. Oddio! Oo
      Certo che le mestruazioni devono aver colpito l'immaginario così tanto da far nascere questi detti!
      E' una cosa terribilmente naturale che fa di voi il regolamento per essere delle perfette macchine sforna-figli, evidentemente il sangue genera complessi e fantasie...

      Moz-

      Elimina
  18. Schiatto XD
    Quella della lamette mi accompagna ad ogni gita nei parchi acquatici dall'età di 8 anni, quella della droga nelle figurine idem come sopra, stessa cosa vale per la questione specchio/diavolo (anche se quella che raccontavano a me era più difficile: trattavasi di recitare AL CONTRARIO l'Ave Maria davanti allo specchio. Non ho mai capito come si facesse a recitare al contrario una preghiera, che sbattimento!!) mentre per l'enciclopedia ci avevano provato davvero, fortunatamente li abbiamo mandati a spigolare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì, ma infatti l'ho scritto che era al contrario: anche io mi sono sempre chiesto come cazzo fosse possibile farlo. Unica soluzione, secondo me, è entrare nella Loggia Nera e lì si parla al contrario di default :p
      Però magari al posto del demonio, lì ti esce Dio.
      Credo che avrei davvero più paura :p

      Moz-

      Elimina
  19. Guarda Moz continuo a ridere come una cretina, e mi succede di rado, non di esere cretina ma di ridere!!!!
    Dovrei rileggerlo almeno dieci volte per assaporarlo al meglio...
    aceto aceto ,aceto...
    Formidabile!:::)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella, sono contento che il mio post ti abbia divertito! :)
      Un abbraccione!

      Moz-

      Elimina
  20. Ah ah ah!!! Qualcuna mi mancava, come aceto aceto e le lamette negli scivoli. Per quanto riguarda le mestruazioni c'è gente che ci crede davvero! Dalle mie parti qualcuno credeva anche che non potessi fare la conserva se fossi stata mestruata, andava tutto a male: io odiavo fare la conserva ma purtroppo mia madre rideva in faccia a questa credenza :(
    Invece la storia dei fantasmi la sapevo così: un amico ha incontrato una ragazza che aveva bisogno di un passaggio, lui glielo dà in vespa, quindi le presta il suo giubbotto per il freddo, il giorno dopo torna allo stesso indirizzo per riprendere il giubbotto e ops! la ragazza è morta svariati anni o decenni prima :)
    Belle però le leggende metropolitane, no?
    p.s. mia sorella da bambina aveva un vero e proprio terrore di essere rapita dagli zingari!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, dai commenti qui sopra ho scoperto anche la variante della conserva... e degli squali... pensa te!
      Il fantasma autostoppista è un grande classico di cui io ho una variante paesana niente male, ma che scoprirete ad ottobre, quando la trilogia del MoC sulle leggende urbane avrà termine! :)
      Ora vado a farmi rapire dagli zingari :p

      Moz-

      Elimina
  21. Noi Jene siamo tanti, quindi abbiamo vissuto un pò tutti i decenni che citi, anche i famosi anni 60.
    Attendiamo con ansia la classifica dei miti cazzata del 2000 perchè ci sarà senz'altro da ridere!
    Bellissimo post e per piacere non essere Lions, sii Jena!

    RispondiElimina
  22. Alle Jene: dato il mio segno zodiacale e il mio portamento, mi toccano i Lions :p
    I miti del 2000 sono simili, cambiano i protagonisti (a seconda degli extracomunitari che spavantano di più) e i mezzi di diffusione (fb la fa da padrone), ma siamo lì...^^

    Moz-

    RispondiElimina
  23. Da Buoni Italiani del Sud, qui da me vanno per la maggiore le superstizioni.
    Una che mi viene detta almeno una o due volte al mese, è quella che se regali una spilla, un ago o qualsiasi cosa appuntita a qualcuno, con questa persona ci litigherai a sangue.
    Per la gente è assiomatico crederci e tutte le volte che al negozio non mi faccio pagare qualcosa del genere, ci manca poco mi lancino addosso l' acqua Santa. :-P
    Ma quelle delle palle da Golf e da Tennis che se le aprivi usciva una sorta di Gas venefico la dicevano solo a me? Sospetto di sì. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le superstizioni credo siano ovunque... Quella che citi la conosco anche io (pure nella variante delle spille-coltelli-similia come regalo sciagurato di nozze).
      Il gas mortale nelle palle... no, mai sentita Oo
      Ahaha^^

      Moz-

      Elimina
  24. Eccolooo! grande Miki.
    Ti impegni molto e sei davvero bravo!
    un baciotto e buon fine settimana! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sara! :)
      Un abbraccio e buon week end anche a te^^

      Moz-

      Elimina
  25. No guarda: sono tutte vere! Me l'ha detto mio cugggino...
    Alcune le sapevo, la maggioranza no. Son sempre utili, però, le leggende metropolitane: ci si possono fare su delle storie bellissime ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, che poi sarebbero adattissime proprio per il genere di microstorie che scrivi! :)

      Moz-

      Elimina