> avere trent'anni (anche le cose belle fanno male)



TASSO DI VOLGARITA': 21%
TASSO DI RAZZISMO: 0%
TASSO DI CLASSISMO: 9% 

 MOOZIK - LE COSE BELLE (FILIPPO GRAZIANI)

Avevo da un po' questo post nelle bozze, e ovviamente avrei dovuto pubblicarlo entro un certo periodo che poi sennò non ho più trent'anni e si perde il gioco di parole con il titolo del film del grande Di Leo.
L'input per la pubblicazione me lo ha dato l'ascolto, abbastanza fortuito, della canzone che vi ho allegato più su.
Avere trent'anni: cosa significa? Cosa significa averli oggi?

Dopotutto me lo ha detto anche qualcuno di voi, in passato e di recente, nei commenti: ho trent'anni, è ora ch'io maturi.
Ma perché?
Sono immaturo?
E, anche se lo fossi, dove sta scritto che io debbo maturare?

Io non mi pento della vita che vivo, e di certo non la calcolo per essere sempre free, gioiosa e spensierata. Non è certo un eterno Moz just wants to have fun, anzi forse nelle intenzioni lo sarà anche, ma non è sempre possibile -ahimé- divertirsi.
Purtroppo.
Ma non devo spiegare niente a nessuno: se non mi sono sposato e non mi sposerò a breve sono cazzi miei; se salto da una festa all'altra sono cazzi miei; se non ho figli e non ne avrò a breve sono cazzi miei (e in questo caso non solo miei).
Non devo dare giustificazioni, come a scuola.
Quando arriverà l'ora di crescere, crescerò anche io.
Mi adeguerò a questa società che è davvero immatura, che ti fa produrre per dilapidare, che ti costringe in certi ruoli sociali, che ti fa fare le cose meccanicamente: avete presente l'andare a messa per l'appartenenza d'inerzia ad una religione di cui non ti sei manco mai posto il senso? Ecco, esattamente così.
Una vita matura. Ma mortale.

Per ora lasciatemi vivere come mi sento di fare, risponderò io di ciò che faccio.
Sarò immaturo ma so prendermi le mie responsabilità.
Che tanto prima o poi ci si rivedrà nel mondo degli adulti, dove saremo tutti vecchi e consumati dal cancro della maturità a tutti i costi.

146 commenti:

  1. Moz, credimi vorrei avere anche solo metà della tua spensieratezza...
    Ho una perenne ansia da futuro-vita da grande...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda... non è che sono spensierato e basta, diciamo che ho sempre evitato di pormi problemi inutili o che vanno a complicare la vita che già non è semplice per niente :p

      Moz-

      Elimina
    2. ...e ti accorgi in un istante
      che saranno tempi duri
      e c'è solo una risposta
      a volte siamo un po' immaturi

      (Alex Britti, Immaturi)

      Elimina
    3. Eheh, e chi non lo è? ;)

      Moz-

      Elimina
  2. Che bello quel film, Miki! Grandissimo Di Leo, che assesta uno dei suoi soliti pugni allo stomaco mascherandolo da commedia erotica all'italiana. Non a caso ha scelto Gloria Guida e Lilli Carati.
    I trent'anni per me son già preistoria e fra un po' li doppierò senza per fortuna nessun rimpianto. Buona vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avere Vent'Anni campeggia nella mia cineteca, col suo blu intenso. Di Leo grandissimo, che altro dire. Film stupendo ma lui non ha mai sbagliato un colpo.
      Grazie mille Ivano, sai che ti facevo molto più giovane? :)
      Buona vita anche a te, devi goderti il meglio, adesso! :D

      Moz-

      Elimina
  3. Io ancora sono un po' lontano dai 30, non tanto, ma penso che il problema sia non sapersi prendere le proprie responsabilità. Quando la propria immaturità ferisce qualcuno ci sta crearsi dei problemi o farlo notare a sè o agli altri, ma se uno sta per i fatti suoi che problema c'è!? Nella società attuale 30anni> maturità> matrimonio non funziona più da un pezzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, lo penso anche io. E da sovvertitore delle regole amo vedere sgretolarsi questi vecchi ideali di nulla sgretolarsi o rovinarsi.
      Se Satana ha vinto, io ne sono il suo fiero portavoce: fate quello che vi pare! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ormai un'intera generazione ha sovvertito questa regola! Comunque ho scritto una frase centrale che non ha molto senso, anche se penso tu abbia colto XD Intendevo dire che il problema di maturità si pone quando ci sono questioni serie a cui far fronte, non quando uno fa il cretino qualche volta!

      Elimina
    3. Sì, avevo compreso!
      Ma rilancio? Non può esserci un modo immaturo per far fronte ai problemi? :D

      Moz-

      Elimina
  4. Credo che l'età è quella che uno si sente addosso. Almeno nella testa, il fisico, purtroppo, è un'altra cosa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, il fisico secondo me risponde anche un po' alla mente... non del tutto, ma più o meno sì, dai^^

      Moz-

      Elimina
    2. Sono d'accordo con voi! E sul fisico... be', non del tutto, ma un pochino sì!

      Elimina
    3. Un pochino purtroppo sì, dovrebbero inventare qualcosa che ci mantenga giovani anche fisicamente XD

      Moz-

      Elimina
  5. Ciao! io intendo il maturare semplicemente come un susseguirsi di esperienze quindi secondo me si matura dal momento in cui si nasce sino a quando si muore. Fai esperienze sbagli, impari, conosci il mondo, le persone, scopri cose nuove, torni sui tuoi passi e poi cambi ancora. Per me questo è il maturare, non certo il fatto di avere una vita programmata secondo tappe prestabilite e considerate "normali" dalla società.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso esattamente come te.
      Non credo di poter aggiungere altro: è così come dici.
      Le tappe sono uno schema ormai usurato, crollato sotto i colpi del tempo che passa: forse sono valori persi, o forse è libertà guadagnata.
      Di certo non siamo più fumetti che non sbordano dalle proprie vignette; il mondo andrà a rotoli anche per questo, ma che bello rotolare con lui! Let's rock! :)

      Moz-

      Elimina
  6. Sarò immaturo ma so prendermi le mie responsabilità.


    potrebbe diventare la mia citazione preferita

    RispondiElimina
  7. beccato anche stavolta il messaggio! :-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come la chiamo io... la fissazione! :)
      E poi, ho ammesso in qualche commento sopra di essere un portavoce di Satana, altro che messaggio nascosto XD

      Moz-

      Elimina
  8. Io i trentanni li ho bissati già da un po'. Però nonostante tutto cerco di prendere la vita (che mi rimane) con lievità. E' giusto non complicarsi la vita ponendosi problemi inutili, però quando i problemi arrivano davvero bisogna prenderli di petto e cercare di risolverli. A presto, caro eterno ragazzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono mai scappato di fronte ai problemi; è anche vero che probabilmente non ne ho avuti di drastici, o forse bisogna guardare alla mia sensibilità per capire come ho vissuto e affrontato certe cose, chissà... però di certo mi impegno per risolvere le cose, sempre :)

      Moz-

      Elimina
  9. E un tuo diritto vivere i tuoi anni come desideri, del resto non fai niente di strano o deplorevole ;) I miei trent'anni erano diversi certamente. Si metteva su famiglia molto presto e avevo già una figlia. Fai bene a vivere senza porti eccessivi problemi, tanto quelli arrivano ugualmente. L'importante è la consapevolezza della propria vita. Buonanotte Miki ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente erano tempi diversi, dopotutto a trent'anni mia madre aveva già due figli e io non sono nemmeno fidanzato XD
      Per ora sono consapevole, spero di non avere mai rimpianti!
      Buonanotte, cara!! :D

      Moz-

      Elimina
  10. Moz- io sono con te. Chi ti biasima per il tuo modo di vivere la vita è triste schiavo di falsi perbenismi, vittima di obsoleti condizionamenti sociali. La gente non si rende conto che deve cambiare e cercare di capire la propria vita evitando di essere inconsciamente invidiosa della libertà di pensiero altrui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io devo ammettere, comunque, di essere fortunato: per lo meno fino ad ora.
      Certo, anche a me sono successe cose sgradevoli se non proprio brutte, cose che magari altri non sarebbero riusciti a sopportare. Però in linea di massima sono fortunato.
      Detto questo, la penso come te... :)

      Moz-

      Elimina
  11. Io non ci voglio pensare,ancora..


    #cazzataperchépensoalfuturoehopanico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti ci facciamo i conti, giorno per giorno... è un mondo rock! :)

      Moz-

      Elimina
  12. Sono un po' più giovincello di te ma la penao allo stesso modo. C'è da dire però che il fatto di non aver mai vissuto da solo o lontano da casa mi fa sentire molto limitato :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io ho mai fatto lunghe esperienze in questo senso... diciamo che il culo al caldo ce l'ho sempre avuto XD

      Moz-

      Elimina
    2. Tu però stai vivendo da solo adesso. O comunque lontano da casa anche se hai i parenti vicino. E' già qualcosa, hai cambiato completamente ambiente rispetto a quello della tua infanzia.

      Elimina
    3. Non proprio: non vivo da solo, nel senso di dover fare le cose da me. Se cucino io, cucino perché mi piace, altrimenti ogni giorno ho il piatto pronto.
      Ho cambiato ambiente staccandomi dalla mia famiglia, questo è vero, ma non è stata un "cavarsela da solo" tout-court, devo essere onesto :)

      Moz-

      Elimina
  13. Vai benissimo così Moz!
    Non farti crucciare dalle opinioni altrui! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi crucciano le opinioni altrui, a dire il vero... e non è un post contro qualcuno, ci tengo a dirlo. Soprattutto non è riferito a fatti recenti, visto che l'ho scritto verso novembre XD
      Un bacione!! :*

      Moz-

      Elimina
  14. Io mi sto avvicinando ai 30...
    Moz non nego che un mo mi fanno paura!
    "Tagliati i capelli, trovati la ragazza e sopratutto un lavoro!"
    Cazzo, già mi sorge il panico se ci penso ...
    Ma ho 4 anni per prepararmi ai trenta! :)
    Bel post Moz, ne farò tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso dirti che non cambia niente. Certo, il prefisso sarà diverso, ma non c'è molta differenza: non è che con lo scattare del 30 automaticamente sei investito da altre responsabilità ecc... quindi vai tranquillo e goditela :)

      Moz-

      Elimina
  15. Io a trentanni ero bello che omologato, forse per questo a quaranta ho sparigliato le carte e poi a cinquanta ho cercato finalmente di capire cosa volessi fare da grande.. ;) l'importante è non curare mai la sindrome da Peter Pan (quando finalmente te la diagnosticano.. ) e tu sei sulla strada giusta.. non la mollare mai... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lampie! :)
      Quindi mano a mano hai stravolto la tua vita?
      Beh, questa cosa ti fa onore!
      Ora a che punto del percorso sei? Io ti auguro di divertirti sempre e comunque!! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Faccio il blogger a 360 gradi e me la diverto col nuovo giocarello... ;)) (anche seil mio vecchio portale di cinema - FilmTv - m'insidia di brutto... )

      Elimina
    3. E se ti diverti è cosa buona e giusta!
      Beh, non puoi implementare le due cose?
      Ma quel portale è ancora attivo? (sembra la frase di un film space-fantasy^^)

      Moz-

      Elimina
  16. Bè io sono rimasto a 16 anni e ne ho 25 quasi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questa è una cosa bellissima! :D

      Moz-

      Elimina
  17. Io trent'anni li ho passati e sono ancora "immaturo", ma dopotutto cosa vuol dire? Le persona quando sono felici devono essere lasciate in pace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo penso anche io: non voglio omologarmi per uno status, lo farò quando ne sentirò davvero la necessità, e lo farò con gioia.

      Moz-

      Elimina
  18. Spesso il discorso sulla 'maturità' viene fatto da chi desidererebbe ardentemente di poter vivere in modo più spassionato, non dico libero, ma almeno spensierato!
    Io la penso esattamente come te, inutile dirlo! :°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilissimo: ho sempre pensato che, tra l'altro, quelle stesse persone ci si sono infognate da sole con degli status che ora stanno stretti... :D

      Moz-

      Elimina
  19. 30 anni li avevo tanto tempo fa.Che bello! Vivili come meglio credi e non entrare anzitempo nel cancro della maturità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sto facendo, lo farò! Ogni mia tappa sarà fatta con gioia, fin dove possibile ;)

      Moz-

      Elimina
  20. Ciao Moz, purtroppo non mi ritrovo con il tuo discorso e penso che sia il modo in cui concepiamo la vita a determinare i nostri punti di vista diversi.
    Per me la maturità non dipende da status come il matrimonio, figli e nemmeno dall'età anagrafica.
    Prima di tutto è la nostra forma mentis a determinare quanto siamo maturi e poi anche come viviamo le esperienze: se siamo impermeabili come il goretex o abbiamo la superficialità dell'olio sull'acqua non ci si può aspettare di diventare o essere maturi.
    Maturare non significa diventare vecchi, significa lavorare su se stessi, responsabilizzarsi e sapere come affrontare le diverse situazioni senza mai scadere nel superficiale.
    Mi ha stupito leggere nei commenti come si pensi che la maturità escluda l'ironia e la giocosità: è un errore comune, anche chi è maturo sa affrontare la vita con ironia, forse meglio di chi è immaturo perchè ha dalla sua la capacità di non fuggire dal dolore, dalla paura e dalle responsabilità.
    Ad ogni modo, non mi vergogno di essere sempre stata una persona matura e di continuare a lavorare su questo lato di me, ma non mi stupisco di fronte a tanta paura della maturità del perchè il paese vada poi a rotoli.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io sono d'accordo con te: il senso del mio post, infatti, è proprio sottolineare come per la società attuale la maturità è il compiere delle tappe predefinite.
      In una società che da un lato queste tappe le perde, ma sono insite nella gente quasi come gabbie in cui rimanere presto incastrati: è un cortocircuito assurdo, praticamente.
      Fidanzarsi per darsi un tono di maturità ma poi presto venire a fare i conti con la voglia d'evasione immatura.
      Insomma, non è meglio avere un tipo di maturità più a lungo raggio?^^

      MozAbbraccio per te!

      Moz-

      Elimina
  21. Che te devo dì caro Moz..c'hai ragggggione da vendere a pancali.
    Che poi non uniformarsi e non attendere per forza alle aspettative preconfezionate di genitori e società non vuol dire essere immaturi per forza. Anzi, spesso la maturità sta proprio nel saper capire cosa sia giusto per noi e seguire la nostra strada.
    una buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, la penso esattamente come te.
      L'ho scritto appena sopra: trovo molto più immaturo dover maturare per forza sposandosi, per status, e far figli... e poi trovarsi nel pieno dell'immatura voglia d'evasione da una gabbia a cui ci si è costretti da soli solo per accontentare la parvenza.

      Moz-

      Elimina
  22. Mamma mia... com'è avere trent'anni?
    Boh... io tra un paio d'anni ne faccio 40 quindi se mi dici che a trent'anni ti senti super giovane , cazzaro e con la voglia di divertirti e che ti posso dire... Fai strabene...io mi sento uguale a quasi 40!
    Ma devo dire una cosetta...
    Essere maturi e allo stesso tempo ironici,casisnisti e con la voglia di divertirsi però è fattibile sai?
    Per dire...
    Io lavoro da quando avevo vent'anni ,
    ho iniziato a lavorare quando ancora facevo l'univerisità,
    ho sempre cenrcato di metter qualche soldo da parte per comprarmi una casa da sola , cosa che ho fatto a 33 anni...ho lavorato, studiato ,ho viaggiato tanto ,
    son stata forte quando c'era da esserlo, ho aiutato i miei genitori quando avevano bisogno e , insieme a questo ho fatto vacanze folli con le amiche, acquisti totalmente irresponsabili , qualche scelta idiota, avuto uomini cretini , passato nottate fuori fino all'alba a fare casino...
    Tutta sta filippica per dire che si può essere maturi e allegramente "coglioni " insieme..
    Io ne son la prova vivente!
    Buon inizio settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, la penso esattamente come te!!
      L'immaturità è ciò che gli altri vedono: non sei allineato in certi status. Ma è più immaturo, per me, allinearcisi per forza (e poi dover fuggire rovinando tutto).
      Hai fatto finora una vita che ti fa onore, quindi continua così (e mo c'è anche l'Ivano, il che è tutto dire *__*)

      Moz-

      Elimina
  23. Secondo me confondi l'essere maturo con l'essere rispettoso di certi cliche sociali (tipo sposati-fai-un-figlio). La maturità, a mio avviso, si misura dal modo in cui sai stare nel mondo, rispettando te stesso e gli altri e assumendoti la responsabilità delle tue azioni, qualunque esse siano. E divertirsi fa assolutamente parte della formula.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che lo confondo io, so bene che non è così: è la società stessa che da un lato ha perso questi status ma dall'altro ti vuole inglobato in queste gabbie: l'immaturità, per me, è proprio l'auto-imprigionarsi :)
      Quanto alla maturità, ovviamente la penso come te... si tratta di saper stare al mondo, misurarsi con le situazioni.
      Abbraccio!

      Moz-

      Elimina
  24. Ciao Miki, per me la canzone più appropriata al post è quella che fa "Domani smetto!"
    Non so se te la conosci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella degli Articolo 31, no?^^
      Sì, la conosco! Beh, anche io un domani smetterò :D

      Moz-

      Elimina
    2. Ma per ora resta pure così come sei.

      Elimina
    3. Sì, sì, non dovrebbero esserci problemi^^

      Moz-

      Elimina
  25. Vivere come si desidera ed esserne ovviamente soddisfatti è il massimo che un essere umano possa desiderare.
    L'importante è esserne veramente convinti .
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non vivo totalmente come desidero, perché se potessi vorrei avere molto di più, dalle cose materiali (sono nato nei consumistici anni '80, dopotutto :p) a quelle di altra natura. Ma se non si può non si può, ci si accontenta cercando di migliorare la propria condizione, senza che il non riuscire a farlo poi sia veicolo di frustrazioni :)

      Moz-

      Elimina
  26. Ne ho 32 e guardo anime, leggo manga e gioco con le Barbie.. lo faccio dopo le mie 8 ore di lavoro malpagato, dopo aver fatto pulizie in casa, dopo aver fatto cose da adulti.. :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fai bene! Anche se non sono quasi mai d'accordo coi manga che leggi!! :p

      Moz-

      Elimina
  27. Ci sono tanti "presunti maturi" che in realtà... non lo sono affatto. La maturità non te la dà l'età, lo status o il ruolo o chissà che altro. E' qualcosa che ti scatta dentro al momento giusto, o che hai semplicemente tu, in te, da sempre, e non c'è bisogno che scatti. Take it easy insomma ;)

    Ciao! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, la vedo così.
      Inutile auto-imprigionarsi in dei ruoli solo perché il sentire comune vorrebbe una data cosa. Ognuno matura quando è suo tempo :)

      Moz-

      Elimina
  28. Miki, vivi come cazzo ti pare e fregatene di chi ti rampogna, anzi fanculalo e grida osanna. Stare nel mucchio è stata da sempre la cosa che ho aborrito. Vivi la TUA vita, non quella dei baciapile, baciaculi, baciacazzi che stanno tutti ordinatamente in fila e in mostra. Meglio vivere un giorno da stronzo felice che cento anni da baciapile,culi e cazzi acclamato dalle folle ma infelice dentro di sé.
    E poi memento: inculati il mondo prima che lui si inculi te!!!
    Dal tuo amico sincero Enzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Vinz! :)
      Sì, la penso come te: tutti in fila, tutti uguali... no, non è per me.
      Crescere sì, ma con parsimonia, e continuano a mordere e fottere il mondo (ma sempre come piacevole gioco sessuale, per come la vedo io) che ogni tanto ci tocca anche stare sotto, per forza... e quindi almeno sarà un piacevole massaggio prostatico anche per noi XD

      Moz-

      Elimina
  29. Non hai mai scritto un post più bello di questo. E se lo hai fatto me lo sono persa.
    Sei stato te stesso al 100%.
    Sì, 100% Moz.
    Io mi sono rotta degli schemi sociali, della gente che dice di crescere, del dover appartenere a delle categorie, del dover risparmiare per la famiglia.
    Ma dai... viviamo in una società figlia dell'ipocrisia e ci vengono a fare ste paranoie?
    No, io approvo tutto quel che dici.
    Tu sei così, e non devi cambiare.
    Fossero tutti "leggeri" e immaturi come te! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu, che devo dirti... grazie! :D
      Mi fa piacere che questo post ti sia piaciuto tanto!!
      Ovviamente siamo d'accordissimo... spesso chi ti costringe in delle categorie è già frutto di ipocrisie o di frustrazioni passate... chissà.
      Non voglio fare il ribelle a tutti i costi, anzi oggi è assurdo pensare di ribellarsi sempre, ci si rimette e basta.
      Un bacione e... spero di continuare a scrivere post che ti piacciano come questo!!^^

      Moz-

      Elimina
  30. Boh. È che ognuno gli da'il peso che vuole al termine maturità. Secondo me lo sei, senza aver perso quello che definisci l'eterno dodicenne inside. :) è che ci vuole equilibrio. A me questa scuola di pensiero che vorrebbe quelli di una certa ingessati nei ruoli canonici non mi va' giù. Come l'ultima discussione con un amico sul vestiario tipico delle donne/uomini di una certa . Ma che sei scemo? :D possibilmente , con i jeans logori anche ad 80 anni! Naturalmente con gli anfibi! Ma che Angela la favolosa cubista non ci ha insegnato nulla?????? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, sai che una cosa del genere mi è successa quando ho comperato la t-shirt di Silver Surfer? Cioè, dico, è un t-shirt, estiva, che metti la mattina e togli la sera perché l'hai bagnata di sudore. Non è che ci devo andare al gran galà.
      Queste cose proprio non le capisco... e infatti poi ho comperato la maglia di Taz e mi hanno regalato quella di Hulk :p

      Moz-

      Elimina
  31. E poi dove sta scritto che per essere grandi e maturi sia necessario avere una famiglia e fare dei figli? Io credo che figli non ne avrò mai ma non penso che questo mi renderà meno matura di altre persone. Lasciamoci alle spalle l'idea che o si è come la maggioranza o non si va bene. Tu sei felice così? Benissimo. Io così? Benissimo! Ma questo non significa che né tu né io siamo inaffidabili o non siamo in grado di prenderci delle responsabilità.
    Ognuno ha le responsabilità che desidera, che cerca, che gli capitano.
    E va bene così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovvio, e DEVE andare bene così! :)
      Le nostre vite "irregolari" forse sono leggermente più spensierate di quelle degli altri.
      No, a me non va certo tutto bene, eh. Inutile negarlo. Però non la prendo male e cerco di andare avanti.
      Oh, i boyscout cantano anche (e soprattutto) nelle difficoltà :P

      Moz-

      Elimina
  32. Che te devo di???I prossimi sono i 40!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cambi prefisso ma non cambiare mai modo di affrontare la vita! :)

      Moz-

      Elimina
  33. 30 portati benissimo caro Moz, e se continui così t'invidierà pure Dorian Gray!
    Io trovo che tu non sia immaturo ma schietto, che son due cose diverse ;) e comunque chi l'ha detto che a 30 anni devi essere sposato con figli? Anche perché non è che tu da solo puoi metterti lì e dividerti per mitosi ;) ;)
    Ma in ogni caso, un consiglio (e qua cito la Littizzetto): se vuoi maturare, almeno non passare direttamente dall'immaturo al marcio! :P
    Daje Moz!

    Vale A

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, e Luciana ha ragione: spesso il passo può essere brevissimo. Dal maturare a tutti i costi al marcire è un attimo, forse. O forse siamo già marci dentro, chissà.
      Io comunque voglio continuare a giocare, a stare in questo mondo che va a rotoli, e rotolare e rockeggiare con lui. Mi fermerò (per sempre) quando sarò pronto :p

      Moz-

      Elimina
  34. Risposte
    1. Surreale per un mondo dai valori sovvertiti, ma che se non rispetti non vai comunque bene. E allora voglio sovvertire i valori sovvertiti, ma non per riportarli allo status originario.
      Devo fare meglio del diavolo! :)

      Moz-

      Elimina
  35. Ciao Moz, io sono uno di quelli che ti ha detto di maturare... ora rivedo le cose.
    Matrimonio, figli, età non determinano la maturità di una persona (Berlusconi è la prova vivente di tutto questo) il lavoro poi ancora meno dal momento che è difficilisimo trovare un lavoro che possa consetire di mantenersi da soli.
    Sulla tua maturità ho cambiato idea grazie al post del pesciolino arcobaleno, nelle tue risposte c'era molto di più di quello che solitamente lasci trapelare e mi sei piaciuto.
    Maturo è chi non scappa davanti alla prima difficoltà, maturo è chi si assume le sue responsabilità, maturo è chi affronta la vita con una gioiosa immatura MATURITA'.
    Xav

    p.s. tra te e il diavolo sarà una bella lotta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi dobbiamo ringraziare Cervello Bacato e il suo racconto sul pesciolino? Wow! :D
      In ogni caso ci tengo a precisare che quella frase non era riferita a te: il post l'ho scritto a novembre, certo poi ci ho aggiunto la correzione, ma fidati che non sei stato il solo. E comunque hai tutto il diritto di dirmi quel che ti pare, figurati! :)
      Io penso che alcuni vedano solo il senso negativo nella sentenza "diario di un eterno dodicenne". Non significa che non voglio crescere, significa che non voglio perdere la gioia di un tempo, non voglio che questa sia offuscata da una vita che la morale comune ti costringe a passare in certi determinati modi.
      Per il resto, la penso come te, riguardo alla maturità.
      Strizzata di coda, anche se non sei più un gatto :p

      P.s. prenderò il suo posto, un giorno :D

      Moz-

      Elimina
    2. God dice che Devil oltre ad essere cazzuto sia anche incazzoso... secondo me è propaganda di partito :)
      Xav

      Elimina
    3. Ahaha, ma perché li chiami in inglese? ;)

      Moz-

      Elimina
    4. Dovevi rispondere "I like it!", allora :p

      Moz-

      Elimina
    5. I could answer that I like it, but now I prefer answer that: parce que j'aime! :)
      Xav

      Elimina
    6. Beh, se sei francese è giusto così :)
      Io che sono spagnolo dico: me gusta!
      Ma non sono spagnolo :p

      Moz-

      Elimina
  36. Ciao Moz, DOMY
    Io a 45 anni suonati mi sento come te, non molto matura ma pronta ad assumermi le mie responsabilità. A quelli che mi chiedono: "come mai visto che convivi da così tanto tempo e non sei sposata? Come mai niente figli alla tua età ? sarebbe ora,Bla bla bla"....... Vorrei rispondere, sono fatti miei!
    Ma a volte mi trovo lì a giustificarmi e a spiegare il perché e il per come. Uffa! :(
    Poi pensandoci bene quelli che mi "criticano" e fanno tante domande sono i più insoddisfatti,si sono sposati,hanno fatto i figli troppo presto solo perché ad una certa eta',SI DEVE FARE.... Scorgo in loro un pizzico di invidia (godo) e mi chiedo: chi e' più "immaturo" tra me e loro? Io che ho fatto delle scelte ponderate,o loro che per seguire le usanze vivono abbastanza infelici e "omologati"? E poi chi decide a quale età si è immaturi,maturi o "sprusciunat" (marci) ? :)) L'equazione età che avanza= maturità non ha senso, secondo me. Quindi Miki, goditi i tuoi trent'anni matura quando ti pare (ma secondo me lo sei abbastanza) e, nà lì dà rett a nisciun! ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per come la vedo io non mi giustificherei, direi semplicemente: è così :)
      E sicuramente è proprio come dici! Ossia che chi ti critica poi spesso è insoddisfatto, invidioso e geloso.
      Grazie mille, Domy...e non temere, non darò retta a nessuno! XD

      Moz-

      Elimina
  37. Io mi divido tra i giorni in cui mi sento ancora una piccola peste che vuole strafare, fare male e fare senza pensare alle conseguenze, e della volte mi sento vecchia, responsabile, adulta e nel pieno dei miei anni.
    Insomma tutte cose belle e brutte a seconda dei casi, ma sono sempre e solo io che scelgo come e quando esserlo. E' questo il bello del sentirsi liberi. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, vero! Io per fortuna di giornare "low" ne ho poche, almeno finora. Quando ci sono, mi siedo e aspetto, e ne approfitto per riflettere :)
      E poi... si torna in pista :)

      Moz-

      Elimina
  38. Risposte
    1. Non credo possa esserci questo pericolo a breve ;)

      Moz-

      Elimina
  39. Ben detto, cugino!
    Ogni tanto rifletto anche io su queste cose ma, forse perché sono donna, ogni tanto mi piglia lo sconforto di non avere fidanzato, marito, figli... mi sembra sempre di essere una fallita e che tutti mi giudichino per questo, soprattutto quando il periodo è più nero del solito (tipo in questi giorni, guarda un po'!).
    Poi ogni tanto mi dico... cazzumene. Alla fine si sta bene anche così piuttosto che costringersi in una triste vita di coppia solo perché si deve. :)
    Farei lo stesso discorso anche per il lavoro ma purtroppo bisogna mangiare quindi tocca fare buon viso a cattivo gioco, sperando che prima o poi arrivi qualcosa di più soddisfacente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wè, cuginastra! :)
      I periodi neri ci sono, e so che si è un po' più sconfortati, ma io non la darò mai vinta agli altri XD
      Per il lavoro io sono per "tutto va bene" oggi come oggi, sperando poi in delle migliorie... ;)

      Moz-

      Elimina
  40. Condivido tutto di questo post! Ho quasi 45 anni e la penso ancora così. ;)))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, alla grande allora, Nick! :D

      Moz-

      Elimina
  41. Approvo, anche se ho sempre avuto il problema opposto. Tutti mi hanno sempre dato della "vecchia dentro" come se fosse una colpa non essere affascinata da ciò che viene di solito chiamato "trasgressione". Non per perbenismo, sia chiaro, solo per inclinazione personale.
    Se non altro, adesso che gli anni si avvicinano ad essere 34, invecchio con sollievo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, nemmeno io sono mai stato trasgressivo... il massimo della trasgressione è andare a mangiare il sushi, ora come ora XD
      Le inclinazioni personali è sempre bene assecondarle, che solo così si campa (e si invecchia) con sollievo^^

      Moz-

      Elimina
  42. Dovevi inserirci il tasso di messaggistica subliminale: 666%
    oppure meglio scrivere EEE%? Hahaha ;)

    RispondiElimina
  43. Un applauso fragoroso Mozzino mio...
    Non ho mai letto post più maturo di questo!!!!
    Clap clap clap+++++++

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, addirittura? :)
      Thanks, Nellina!

      Moz-

      Elimina
  44. Mi era appena venuta questa frase da Mr Loto: per sognare bisogna vivere. È l'augurio che ti faccio. Per il resto sono cz tuoi. (visto che è il termine più usato in questo post :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'augurio, caro Rick... Beh, io vivo, cerco di farlo sempre al massimo, cz! :p

      Moz-

      Elimina
  45. Sono una vecchiardella, termine che non scelgo a caso visto che mi definisco ne giovane ne vecchia e semimatura con ancora una sacco da imparare. Mi piace usare un termine frivolo per la mia età che non è certo "30", e poi frivolo non è tanto male. Al passo con la maturità ho sempre lottato per non perdere l'entusiasmo dell'inizio, dell'infanzia, della gioventù. L'ambiente vissuto, l'infanzia, i trascorsi però fanno crescere inesorabilmente, dico "inesorabilmente" poichè a volte è contro la mia stessa volontà.
    Molti dizionari definiscono la parola maturità come una condizione di completo sviluppo, come parlando di un frutto che ha raggiunto e concluso il suo naturale sviluppo, ossia il suo colore, il suo profumo tutto è compiuto.
    Perciò la maturità potrebbe essere sinonimo di perfezione visto che eccelle in completezza.
    Giungo alla conclusione che ne abbiamo da fare di strada per raggiungere la maturità completa.
    Diciamolo a quelli che già credono di essere maturi completamente.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, tocchi un punto interessante: a volte si deve crescere e maturare per forza, date le cose che avvengono. Però mi dispiace se questo comportasse anche la progressiva fine dello sguardo genuino con cui vedere le cose.
      Sull'ultimo concetto la penso come te: è un viaggio che termina forse solo alla fine, chissà. Molti non lo sanno, ma peggio per loro! XD

      Moz-

      Elimina
  46. Che poi... cosa vuol dire essere maturi? O immaturi, se è per questo...
    Io a trent'anni ero già sposato. Perché mi divertivo di più ad esserlo che non a stare a casa coi miei.
    Lavoravo. Ma la tesi è stata una liberazione: mi ero rotto di fare l'universitario.
    Non scambierei la mia vita di adesso con quella dei trenta o dei venti. Ci sono divertimenti diversi, ma la consapevolezza con cui vivo è di un'altro pianeta. Allora invece vivevo per inerzia. Proprio come dici tu. Ma per scegliersi una direzione, invece che subirla, ci vuole una forza che a quell'età io non avevo.
    Non sono tutte rose e fiori: mi sono divertito quando mi sono sposato. Quando ho divorziato un po' meno. Ma si supera. Si supera tutto. Non è la spensieratezza. È la curiosità, quella che salva. Come diceva qualcuno: il mondo non morirà per mancanza di meraviglie, ma per mancanza di meraviglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, e allora cerchiamo di non smettere mai di meravigliarci, no?
      E' quella la cosa che non dovremmo perdere. La facoltà di meravigliarci, di godere delle piccole cose. Se riusciamo in questo, allora saremmo immaturi per molti, ma felici :)

      Moz-

      Elimina
  47. Caro Moz, io lavoro all'ufficio complicazioni affari semplici e "invidio" un pò la leggerezza con cui affronti la vita, anche nelle sue difficoltà. non credo sia immaturità, ma la capacità di cogliere il meglio dalla vita. se uno ne prende coscienza si rende conto che non deve dare spiegazioni a nessuno. Grande Moz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrica! :)
      Affronto la vita con leggerezza ma, ti assicuro, non alla leggera. Ecco, appunto, io cerco di non complicare le cose, anche se sono polemico e spesso le cose si complicano anche da sé :)
      Un MozAbbraccio!

      Moz-

      Elimina
  48. Trent'anni è una soglia pazzesca. Prima dei trenta ogni anno era una nuova vita, una nuova scoperta, una nuova avventura. Ricordo perfettamente ciascuno dei miei primi trent'anni, ricordo le prime trenta vacanze, i primi trenta natali.... poi dopo i trenta la vita ha cominciato ad accelerare vertiginosamente. E in un attimo mi sono ritrovato a quaranta, chiedendomi come sia potuto succedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, caro TOM, questa è una cosa che vorrei evitare.
      Rallentare un po' il tempo, perché so che sarà come dici. Ma voglio almeno spostare l'asticella ai 40, per questa discesa libera. Ci riuscirò? Per ora posso dirti che ho quasi 31 anni e sento che sì questi mesi sono stati veloci, ma sono stato capace di cristallizzare degli eventi ^^

      Moz-

      Elimina
  49. Leggo qua sotto "Post più vecchio"...ah si, quello della piadina. 30 anni significa dover rinunciare a queste cose? A poter almeno pensare e scrivere ciò che si vuole? Assumere un ruolo, mettersi una maschera che la società ci impone? Secondo me no. Continua come hai sempre fatto anche domani, e il giorno seguente e quelli che verranno. L'importante è essere sempre se stessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione: essere sempre se stessi è la chiave.
      E se non fai nulla di grave verso gli altri (ma anche verso di te) allora è bene così, non bisogna dar conto a niente e nessuno, ma solo a se stessi :)

      Moz-

      Elimina
    2. Mikiz,opto " per la maturità più a lungo raggio" ^__^
      I tuoi trenta io li ho doppiati, ma sono felice della mia vita.
      Ciao ragazzo gioioso!
      Dani

      Elimina
    3. Bene, ovviamente anche io sono per la maturità a lungo raggio... ci si gode la vita e gli errori saranno di meno. Per i rimpianti ancora non lo so :)

      Ciao Dani! :)

      Moz-

      Elimina
  50. e comunque a trent'anni si comincia a camminare sull'acqua, a moltiplicare i pani e i pesci e, soprattutto, a modificare l'acqua in vino. i trentenni hanno poteri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! Mica ci avevo pensato... !
      Sarà per questo che ieri ho distrutto una città con la forza del pensiero?

      Moz-

      Elimina
  51. Vedi come sono bravo, mi cancello anche i commenti :)

    Ma a 33 c'è la battuta d'arresto finale... se non ci credete contattate Jesus figlio di God, su questo argomento ha tante cose da dire :)
    Xav

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha no prob, ho risolto la cosa ;)
      Comunque, spero di superare la crisi dei 33 anni: Gesù ha fatto come le star moderne... "muori giovane e lascia un bel cadavere".

      Moz-

      Elimina
  52. io li ho superati, ho ancora il tre davanti ma lo zero lo vedo da lontano. Cmq anni fa lessi il libro "La generazione del labirinto" ossia quelli nati tra il 1968 e il 1978... io ci sono dentro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io rientro nella generazione X, invece. Insomma, tra labirinti e X non stiamo messi bene ma si tira avanti :p

      Moz-

      Elimina
  53. Maturità per me è non accettare altre imposizioni se non quelle necessarie alla sopravvivenza, come alzarmi tutte le mattine per andare a lavorare (ma, attenzione, ancora per poco) cercando di fare del mio meglio senza strafare. Essere disponibile per gli altri ma non troppo, cercare di sdrammatizzare e trovare una via di scampo per tutto. Di non imporre i miei gusti agli altri ma fregandomene di quelli altrui.
    Soprattutto cerco di trovare il lato divertente delle cose e mi ingegno a vivere con leggerezza.

    Un saluto con simpatia da una trentenne due volte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, direi che la tua filosofia di vita è bellissima... vivi senza complicarti troppo le cose, e fai bene: è quello che cerco di fare anche io.
      Insomma, un mix di sano egoismo e presenza, nel senso che non bisogna mai annullarsi ma coltivare il culto del sé :)

      Moz-

      Elimina
  54. Ma chi l'ha detto che sposandosi o sfornando figli uno/a diventa maturo?

    Io credo che a trent'anni sarò come te. E credo che ancora non me ne fregherà un cazzo di queste due cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una parte della società lo dice.
      Quella perbenista.
      Ma non possiamo dargliela vinta, io voglio che ogni valore sia sovvertito XD

      Moz-

      Elimina
    2. Eviterei di associare maturità con figli, matrimonio,ecc.ecc.
      La maturità è più una forma mentis che uno stato sociale.
      Si può essere sposati, fidanzati, single, gay, etero, bianchi, gialli, rossi, blu come gli abitanti di Pandora o di Atlantide ed essere immaturi e maturi lo stesso.
      Sono le esperienze vissute e il nostro carattere a far di noi ciò che siamo, non certo le scelte di vita fatte.
      Penso lo stesso anche per quel che concerne l' età, 30 è solo un traguardo anagrafico, nient' altro.
      Che ognuno vivesse come vuole, sarò banale e retorico, ma è quel che penso.

      Elimina
    3. Ma anche io la penso come te: è la società, però, a pensarla -sottotraccia- diversamente.
      Anche se certi valori non sono più sentiti, se non hai altro (e bisognerebbe quasi capire come funzioni il meccanismo), se non segui certe regole non scritte sei immaturo.

      Moz-

      Elimina
  55. Io sono ancora (per qualche anno, non molti) sotto ai trenta e tutto il parentado femminile, si sente in dovere di ricordarmi che non sono sposata e non ho ancora figli (ma che diavolo, ho un lavoro fisso da quattro mesi!) XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E direi che questa cosa è quella principale, altro che matrimonio!
      Che senza lavoro il matrimonio voglio vedere come lo si fa! :D
      Certo, la fetta di gente che crede ancora in certi valori crede anche nella provvidenza :p

      Moz-

      Elimina
  56. moz, you MUST have to fun! fottersene della società non è facile, del giudizio come della necessità di dare spiegazioni ma se ci si arma di menefreghismo e ironia (e un filo di cinismo) ogni pretesa sembrerà un latrato, le responsabilità ci crescono attorno, non serve scansarsi, è naturale affrontarle ad ogni età ma tu hai hai scorza dura - parrebbe - e poi da un portavoce di satana mi aspetto tutto tranne giustificazioni :) ps: fai riferimento al il film di Di Leo con la scena dell'impalamento?, ricordo confusamente la trama ma è uno di quei momenti che ti segnano la mente e le budella (meglio vedere il film con lo stomaco quieto:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Partiamo dalla fine: la scena che dici, che poi è la conclusiva di questo gioiellino di film, è davvero tosta.
      Ma non ho messo alcun riferimento al significato di tale sequenza :p

      E' vero, comunque... non devo giustificarmi: l'ho scritto e lo ribadisco, io sono così e farò ciò che mi sento di fare quando me lo sento.
      Per il resto, voglio godermela XD

      Moz-

      Elimina
    2. sono io che son partito di testa vedendo la locandina e ripensando all'attrice bionda (carati si chiamava forse) però meglio rievocare altro, anzi magari ci farai una rubrica su quel filone di film tanto bistrattato e le scene rimaste nella mente (mi viene in mente il mitico deodato di hannibal holocaust e tanti altri) ... godi e falli evitare di godere quando non sapranno cosa pensare più di te:) ... buona giornata miki

      Elimina
    3. La bionda è Gloria Guida, e... hai ragione, tra le varie Moc Guide in programma, ci sono anche quelle che riguardano il cinema. Vorrei farne una al mese, anche se è faticoso (quelle sui Power Rangers è stata dura non renderla pesante).
      Buona giornata Chandie ;)

      Moz-

      Elimina
  57. caro il mio Moz un post paraculo, che mi è tanto piaciuto.
    Perché si prende le proprie responsabilità.
    Io non posso esprimermi [ancora per un anno] sull'argomento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha ogni tanto un po' di paraculaggine ci vuole :p
      Aspetterò, tra un anno, il tuo avere trent'anni! :D

      Moz-

      Elimina
  58. Mi hanno sempre detto che l'età che conta è quella che si sente e non quella effettiva, e questa è una verità.
    Ti conosco relativamente, ma da quel poco ho potuto tracciare una bozza di te, e ti dico non cambiare, ma se proprio devi mi auguro di conoscerti meglio prima. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, allora io effettivamente ho 12 anni :)
      Beh, io spero di non cambiare, e di avere sempre questo spirito mano a mano che crescerò! :)

      Moz-

      Elimina
  59. Wow quanti commenti!!
    Arrivo tardi (come a volte, mio malgrado, mi capita) ma arrivo: sai cosa ritengo più importante tra le cose che hai scritto nel post, Miki?
    "Sarò immaturo, ma so prendermi le mie responsabilità".
    Ecco, questo in realtà è comunque un "germe" di maturità, che poi verrà a maturazione (scusa il gioco di parole) a tempo debito, dato che io non credo ci sia un'età scritta e segnata in cui bisogna sentirsi cresciuti e arrivati. Anzi. Mai sentirsi arrivati. E poi...maturare, crescere, si...ma non necessariamente ciò cuol dire cambiare del tutto! La tua natura preservala Miki, è il tuo segno distintivo, la tua essenza. Ma non c'è bisogno che io te lo raccomandi, perchè sono certa che già lo sai e già lo stai facendo :-)
    Abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maris!
      Sì, è vero... lo sto già facendo -o meglio, cerco di farlo-, perché è la mia filosofia di vita.
      Secondo me sei arrivato quando la vita finisce... lì è il capolinea.
      Io temo invece l'invecchiamento precoce, ossia la maturità a tutti i costi che ti fa invecchiare mentalmente... non è una cosa che tollererei! :)

      Moz-

      Elimina
  60. Io guardo ancora i cartoni animati... i miei preferiti sono "scarafaggi", "Zig e Sharko", "Mucca e Pollo" e "gli amici immaginari di casa Foster", mi piacciono le caramelle e, pur sapendo che poi mi verrà mal di pancia, ne mangio tantissime e quando vado al mare se non faccio almeno un castello di sabbia al giorno non mi sento pienamente realizzata... tutte cose "immature" che faccio dopo aver svolto le mie attività "mature" quali svegliarmi alle 6 per andare in ufficio, tornare alle 19:30, lavare, cucinare, pulire e sistemare i conti di casa :D
    Chi dice "sei immaturo" è una persona che solitamente si sente triste della sua "maturità", l'importante è vivere ed essere felice sempre di tutto quello che si fa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, a parte i titoli dei cartoni, che proprio non mi piacciono, condivido in pieno il tuo pensiero! XD

      Moz-

      Elimina
  61. Siamo fortunati a vivere in questo presente: ci possiamo permettere di rimanere adolescenti per un po' più tempo rispetto ai nostri genitori!
    Anche io non ho fretta di crescere, mi dico sempre che per fare gli adulti ce n'è di tempo e che una volta partiti non si può più tornare indietro!
    E allora perchè non approfittarne fin quando si può? :P
    W gli eterni adolescenti!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lisa!
      E' vero, è un mondo molto "immaturo", o giovane, se vogliamo.
      Però è altresì vero che la società qualcosa ti impone ancora. La stessa società che è sovvertita, e che accetta sregolatezze solo da pochi.
      Ma a noi che importa?^^

      Moz-

      Elimina