> MOC Goldies - stagione 1, #2

Continua il viaggio agli albori del Moz o' Clock, con l'appuntamento bimestrale che ripropone, per voi, i sei post più rappresentativi della prima stagione di vita del mio blog.
Come sempre in formato originale e con una breve nota a margine dove annoto ricordi e dettagli.


MOOZIK - SIAMO UNA SQUADRA FORTISSIMI (CHECCO ZALONE)

VENERDI' 1 DICEMBRE 2006

Sono convinto che il calcio vero, pulito
ormai è solo quello dei ragazzini nel cortile
sotto casa.
La Cupola avrà contaminato A, B, C1, C2, D, Promozione...
...anzi, forse la mafia calcistica parte proprio dal basso.
Ma nel basso c'è qualcosa di fenomenale.
Qualcosa di puro, di sentito, di spirituale.
La tifoseria nelle partite di paese.
Basta che gli avversari vengano anche solo
da una zona a 500 metri di distanza
che si scatena un odio razziale tale da far impallidire
Hitler.
E' qui che si vede l'amore per il proprio paese più che per il calcio.
E' qui che intervengono i Carabinieri a sedare le immancabili risse.
E' qui che si può gridare all'aLbitro (si chiama così, nelle partite di paese)
che gli restano tot minuti di vita quanti sono i rimanenti minuti di gioco.
E' qui che le folle inferocite di tifosi (o meglio, patrioti)
si dedicano all'arte del bestemmiare,
dell'insultare, dello spacconeggiare contro gli ospiti.
Un match casereccio è così. Se non vi piace, l'aLbitro vi ammonisce.
Alla prossima, siete fuori.

NOTA DI MOZ: scrissi questo post sull'onda lunga degli scandali di serie A e la successiva vittoria ai Mondiali (po po popopopo-po!). Oggi non si parla più di Cupola nel calcio, ma non vinciamo nemmeno più qualche titolo... Speriamo bene quest'anno.
Comunque, le mie parole osservano il mondo di provincia, dove l'italiano è stentato (e sdentato), dove ci si fomenta per la squadra in cui gioca tuo cugino e si è capaci di scendere in piazza più per questi motivi che perché non si arriva a fine mese. Un mondo pittoresco, slabbrato, infuocato, che ho frequentato per un po' da osservatore esterno forse col mio solito classismo. Ma erano davvero belle domeniche!
Stay Gold!

62 commenti:

  1. Scivolo nel banale se dico che hai ragione...
    Ma è tristemente così. Spesso voi maschietti vi identificate nella squadra fino ai punti del ridicolo, tirate fuori le balls giusto quando si parla di rigori e fuorigioco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, nelle squadra paesane sì, molto più che nella Juve o Milan...
      Le squadre di paese generano situazioni di questo tipo^^

      Moz-

      Elimina
    2. E' un mondo che non comprendo. Tanta passione investita in uno sport che vende partite taroccate. Io ho la fortuna di avere un padre totalmente immune al fascino della palla che rotola, rincorsa da dei rozzi veramente troppo pagati per il “mestiere” che fanno. Mia madre da qualche anno invece è più tifosa che mai, ovviamente tifa Roma.
      Per quanto mi riguarda, adoro le gare di auto e moto, anche se non le seguo con continuità, le trovo molto meno noiose della palla che rotola.

      Elimina
    3. Ma infatti nel post stesso stigmatizzo il fatto che siano cose spesso decise, e la gente ci si ammazza. Ma appunto, io noj seguo il calcio, ma ho seguito le partite paesane di cui parlo ;)

      Moz-

      Elimina
  2. Le cose peggiori le stiamo vedendo ora, col calcio semiminore (la farsa della Nocerina insegna che al peggio non c'è mai fine). Sono d'accordo con Malagò che vuole sbattere tutti dentro. In Inghilterra funziona. Vai a vedere una Finale interplanetaria con bimmbi e popcorn come al cinema, nello stesso clima che dovresti assaporare in una sfida interpaesana tra il Cucuzzullo e la Zangrolese. A me il calcio piace, e molto, ma sono per la mano pesante contro l'imbecillità. Quanto alle "cose decise" che stigmatizzi, magari fossero solo nel calcio Moz, magari...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me il calcio non piace.
      Ho sempre preferito il basket.
      E' solo che ho seguito un paio di annate della squadra del mio peasino, tra rutti e bestemmie, risse e divertimento.
      Lo schifo so bene che non è solo nel calcio... Ma non è affar mio, sinceramente :)

      Moz-

      Elimina
  3. Ho fatto caso solo ora che anche te c'hai il comunicato come dal dentista: si riceve il mercoledi, sabato e domenica (il post di domenica solo su appuntamento..), sarà più ordinato ma che brutto omologarsi al quotidiano... e se c'è fila allo sportello? ahah..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello del sabato ad essere solo su appuntamento, perché in certi casi può saltare XD
      In realtà ho sempre avuto, da ormai 3-4 anni a questa parte, delle scadenze. Anzi, diciamo un ritmo.
      Ovviamente stravolgibile, eh. Non è come pagare le tasse o come timbrare il cartellino, altrimenti non mi piacerebbe né mi divertirei più.
      Diciamo che vedo di rispettare quei giorni per dare un'idea di "ecco, ci sono" :)

      Moz-

      Elimina
  4. Non vedo perché si pretenda un calcio pulito quando la sporcizia ha invaso tutta la società.
    Moozick, costa vai dicendo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma non pretendo nulla, anzi.
      A me il calcio manco piace: si scannassero tra loro, col loro reality show.
      Io parlavo del contorno umano(ide) delle partite di paese.

      Moz-

      Elimina
  5. Risposte
    1. E' pericoloso il fatto che "odi", ancor più che non ami il calcio... ;)

      Elimina
    2. Nyu, a me semplicemente non piace, ho sempre preferito il basket.
      Tifavo Milan, da piccolo, ora me ne sbatto allegramente.
      Seguo i mondiali perché m'appassionano, sono un italiano medio che si sente il tricolore in queste occasioni da divano, Peroni e clacson :)

      Moz-

      Elimina
    3. Ribadisco che ODIO il calcio.. perchè se da piccola mi era indifferente, col tempo è diventata una cosa davvero odiosa!

      Elimina
    4. Ahaha, hai eliminato ogni dubbio, dunque^^

      Moz-

      Elimina
  6. Personalmente non amo il calcio, non l'ho mai seguito e quindi non so cosa dire...
    secondo me è un mondo troppo corrotto, dove girano troppi soldi, andrebbe esautorato del suo potere e cancellato.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, c'è sicuramente del marcio su ampia scala.
      Nemmeno a me il calcio piace.
      Praticamente non l'ho mai seguito se non per i mondiali.

      Moz-

      Elimina
  7. E' un mondo che conosco bene e sono d'accordo con quel che dici. Non ho mai amato il calcio ogni tanto, però, accompagnavo mio padre, tifoso juventino, allo stadio e mi vedevo qualche partita. Era più che altro un occasione per stare con lui. Ora non so nemmeno chi sia l'allenatore, sigh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma addirittura le cose in grande! Cioè, andavi a vedere la Juve!
      Io parlavo di squadrette di paese tipo la Real Vergate sul Membro :p

      Moz-

      Elimina
  8. Miki, non mi parlare dicalcio...
    Io sono stata piuttosto appassionata un tempo, tra l'adolscenza e la giovinezza (diciamo tra fine anni '80 e per tutti gli anni '90) poi man mano l'entusiasmo è andato scemando perchè è cambiato tutto e troppo per i miei gusti.
    Troppe partite, anticipi e posticipi qausi in ogni giorno della settimana, troppi giocatori stranieri (non è razzismo, è che su certe cose sono fin troppo patriottica...è il campionato italiano, no? e allora??), troppi giocatori in generale (altro che panchina lunga...qui ci sono panchine lunghissime!), scarpe di colori diversi per ogni giocatore a seconda degli sponsor personali, numeri di maglia mai visti prima (34, 60, 99...ma dove sono finiti i bei numeri dall'1 all'11?).
    Non so...adesso partecipo un pò agli eventi "importanti", ma non li vivo più come una volta.
    Buon weekend caro, un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un mondo che non mi è mai appartenuto.
      Penso di essere d'accordo con te, sì, anche se la cosa non mi riguarda né mi ha mai riguardato... il calcio non l'ho mai seguito.
      Ripeto, giusto i mondiali, l'album Panini da bambino, e magari qualche supermatch tipo Juve-Milan o le finali di Coppa, ma sempre in maniera disinteressata XD

      Buon weekend, bacione!^^

      Moz-

      Elimina
  9. Sono una fedele del Toro, senza isterismi.
    Bello il tuo post, rende l'idea.
    Cristiana

    RispondiElimina
  10. Ragazzi, forse c'è stato un fraintendimento: il mio post NON parla di calcio, perché a me il calcio nemmeno piace e non ho, appunto, manco diritto di parlarne.
    Io parlo di squadre di paese, da oratorio, e della fauna umana che va a seguire i loro match :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco appunto, ogni tanto i commenti sfociano in qualcosa di simile ma diverso dall'idea di cui parla invece il post :-)
      Io non sono molto pratica di squadre di paese, ma secondo me, dopo la partita si torna amici come prima. Poi ci sono anche le rivalità fra paese e paese che sono tanto ridicole quanto eterne, usanze medioevali che purtroppo sopravvivono ai giorni nostri.

      Elimina
    2. Eh, infatti... io di quelle rivalità parlo: ho visto partite con risse sedate dagli spari dei Carabinieri; con gente che si è picchiata, insultata, minacciata; con arbitri (aLbitri, anzi) costretti ad uscire scortati...
      NON E' SUBLIME? *____*

      Moz-

      Elimina
  11. A me ciò che mette tristezza è il fanatismo che cresce attorno agli sport. Sono un modo di vivere meraviglioso. Ma la gente rovina sempre tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io certi episodi poco sportivi li trovo fantastici... si sente la ruspantezza della provincia XD

      Moz-

      Elimina
  12. Per fortuna mi sto staccando un po' dal calcio. Forza Inter <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mai cagato in vita mia, se non per gli album Panini ;)

      Moz-

      Elimina
  13. Ciao Moz,DOMY
    Più che seguire la squadra di calcio del mio paese,seguivo i tornei di calcetto organizzati da amici nei campi degli oratori o nei campetti che si affittano a ore. L'atmosfera era la stessa che descrivi tu,con la differenza che gente dello stesso paese, molto amica fuori dal campo, se ne diceva di ogni,e non mancavano le piccole risse. Io mi divertivo molto. A volte finiva a tarallucci e vino,a volte discutevano x ore. :)
    Che belli questi tuoi post,che mi fanno tornare in mente cose passate molto divertenti.
    Ah dimenticavo , sempre e solo forza Juve! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, ecco, il calcio unisce ma riesce anche a dividere!! :p
      Sono contento che il post ti sia piaciuto, anche se molto datato^^

      W Milan, però :p

      Moz-

      Elimina
  14. Sicuramente il calcio -con i soldi che girano- non è pulitissimo,lo so benissimo:ma quando guardo un bella partita con grandi campioni non posso fare a meno di appassionarmi e dimenticarmi tutto il resto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco perfettamente. Io non amo il calcio né lo seguo, ma quando ci sono i mondiali tifo anche io! :D

      Moz-

      Elimina
  15. Ricordo piccolina quando mio padre mi portava sempre allo stadio Marassi per il suo Genoa( e noi dovevamo, pena la scomunica) essere assolutamejte rosso-blù...
    Quante giornate, lui era da giovane un ex giocatore di questa squadra, quante lotte, quanti insulti e quante botte mi sono vista...altro che film d'azione...
    Questi genoani, me compresa , sono proprio tifosi sfegatati...
    Viva sempre il grande storico Grifone!
    Ciao Mozzino, palla al piede!!!+++++

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era uno degli scudetti che più amavo, quello del Genoa, nell'album Panini!
      Insomma, hai un passato da ultrà, pensa te :P

      Moz-

      Elimina
  16. come si fa a fare tutto questo "baccano" e tutto questo giro d'affari intorno a degli uomini che corrono in mutande dietro ad un pallone ancora lo devo capire Bah!!!
    ovviamente è riferito al calcio in genere e non al tuo articolo, un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo comprendo nemmeno io, ma ciò che succede nelle basse categorie mi piace, perché tremendamente umano^^

      Moz-

      Elimina
  17. Niente, non ci posso fare niente: il tifo calcistico proprio non lo capisco!!
    Comunque il 2006 è proprio tanto tanto tempo fa, dannazione! O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erano gli albori del Moz o' Clock :)

      Moz-

      Elimina
  18. Ho dovuto chiedere a mio nonno, mi ha detto che le partite di calcio tra squadre di paese erano molto vissute, si scatenavano delle "guerre", l'arbitro veniva insultato da tutti e se non era veloce a scappare le prendeva pure. Poi ritornavamo amici fino alla partita successiva.
    Post molto Mozziano :)
    Ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, le tifoserie sentono moltissimo l'appartenenza, perché è la squadra del paese e non una irraggiungibile Inter, Juve, Milan.
      Post molto mozziano? Direi forse super mozziano, visto che è uno dei primissimi del blog^^

      Moz-

      Elimina
    2. Super il prossimo... forse :)
      Xav

      Elimina
    3. Il prossimo sarà super per davvero, domani dalle 23.
      Perché parla dei... Power Rangers! :)

      Moz-

      Elimina
    4. Accidenti, non li conosco... mi dovrò documentare cazzarola!!!

      Elimina
    5. La mia guida è abbastanza esauriente, sia per chi è già un fan (ho inserito alcune curiosità che non tutti sanno) sia per chi non li conosce o li conosce solo di fama (ho riassunto a grandi linee la trama e lo spirito) ;)

      Moz-

      Elimina
  19. ovvio che non è un post sul calcio, ricordo partite paesane in cui si giocava a thai boxe con la palla, oppure splendidi match di lotta nel fango...

    RispondiElimina
  20. Qui da noi basta andare a una partita tra ragazzini per sentire di tutto e di più. Violenza nelle parole e urla. Le peggiori sono le mamme. Pazzesco. Come vuoi che crescano i figli? A me ha fatto impressione sentire le offese e le parolacce, i gesti. Figurati nel calcio dei grandi. O_o Buona domenica a te ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quello specifico caso la colpa spesso è dei genitori, che si gasano e credono di avere Maradona in casa...
      I genitori sono, a volte, la cosa più sbagliata che esista XD

      Moz-

      Elimina
  21. Io il calcio l'ho smesso di seguire proprio per questo...poca passione, solo numeri, soldi, violenza. buona domenica! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mai seguito, ma ogni tanto il desiderio di vedere qualche match di paese mi torna, ovviamente per assistere a quel che ho descritto! Buona domenica! ;)

      Moz-

      Elimina
  22. Penso che fra qualche tempo farò uscire un post sul calcio.
    Vorrei farlo dal punto di vista della persona che ama lo sport, lo gioca amatoriale, festeggia per la sua squadra, ma condanna tutte le cose che non vanno.
    Penso che lo farò un giorno di questi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me francamente il calcio non piace, e nemmeno mi interessano le cose che non vanno... quelle se le vedono i tifosi, per me è come per lo spettatore del GF :P
      Preferisco il basket, di gran lunga. Del calcio, appunto, mi piace solo quello che ho descritto... un sub-mondo umanoide ma sincero.
      Certo, in quanto sport lo apprezzo, è uno sport di squadra che appassiona sia il giocatore che lo spettatore ;)

      Moz-

      Elimina
  23. E' vero, si diceva proprio aLbitro! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...anche oggi in certi frangenti si chiama così! :)

      Moz-

      Elimina
  24. Ho riso un sacco a leggere. Mi hai fatto venire in mente quando da ragazzina andavo a guardare gli amici che giocavano nella squadra del paese, eccellenza.
    Una volta erano contro alla squadra della provincia rivale, gli ultras preparatissimi a tutti. Avevano preparato pure le coreografie.
    All'ingresso un poliziotto mi bloccò e mi disse che non era la partita adatta ad una signorina. "io la faccio entrare, ma lei esce almeno mezz'ora prima della fine".
    L'ho fatto davvero perché ero terrorizzata che mi succedesse qualcosa.
    Poi, non mi ricordo come andò ma io la faccia del poliziotto non me la scorderò mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Madonna, ma erano partite o guerre civili? *__*
      Inutile dire che amo questa cosa... lo so, è brutto dirlo, ma amo questi submondi con le proprie regole assurde XD
      Secondo me sono delle reminescenze di mondi postapocalittici vissuti in un passato futuribile XD

      Moz-

      Elimina
  25. Quando ho letto "E' qui che si può gridare all'aLbitro (si chiama così, nelle partite di paese)" sono morta dal ridere. E' esattamente così! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzitutto benvenuta sul MoC! :)
      Quanto all'albitro (che taglia le salcicce col cortello...) è uno degli errori più frequenti :P

      Moz-

      Elimina
  26. eccomi, qui Moz! Con il piacere di leggerti e di esserti accanto. Perché di calcio non capisco e non ho alcuna passione. Ma mi piace molto il modo con cui usi il calcio per parlare della provincia e di quest'Italia che continua a essere un mosaico di province. Sarà mai un Paese con la maiuscola? Faccio appello alla tua saggezza di eterno dodicenne e spero di ricevere risposte confortanti:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se potrò essere confortante... da un lato c'è la bellezza dell'unicità di ogni provincia, città, regione. Dall'altra un campanilismo che in certe occasioni può eccedere... ma ch'io trovo sempre molto pittoresco nella sua particolarità ;)
      Un abbraccio e... benvenuta sul MoC! :)

      Moz-

      Elimina