> RERUN - paure & co.



Prima replica estiva per il Moz O' Clock, che oggi vi propone la summa di due post del passato (ottobre 2011 e ottobre 2012) incentrati sulle paure più irrazionali che reali.
Ma io non sono mai del tutto in ferie: difatti oggi mi trovate qui a parlare della mia estate sostenibile! Venite a farmi visita!
Tornando alle paure... vediamo se ne abbiamo qualcuna in comune!

Ci sono delle paure che ti prendono da dentro, ti catturano.
O sono suscitate da cose che effettivamente raggiungono il loro scopo, ossia appunto l'incutere terrore, o sono elementi derivanti da mai superate fobie ataviche.
Per esempio, se guardo la Pubblicità Progresso de Chi ti droga ti spegne, dico: questa mi inquieta. Secondo me molta gente ha cominciato a bucarsi per stare meglio dopo la paura indotta dallo spot.
Se guardo la pubblicità della Campagna contro l’AIDS, quella con la musica di sottofondo DUDUDUDUDUDU… con la gente in b/n che si droga/scopa/contamina ottenendo in cambio una simpatica aura viola… beh, ancora oggi mi fa un po’ paura.
E mi fa credere che io non abbia l’AIDS perché non ho l’aura viola attorno a me.

Il video di Like a Prayer mi spaventò moltissimo. Oggi lo considero uno dei migliori video della storia della musica. E che dire del senso di inquietudine che mi faceva venire l’ascolto della Toccata e Fuga in Re Minore di Bach? Forse dipende dal fatto che durante una recita alle elementari, la maestra la usò nel momento in cui Marcellino incontra Gesù Crocifisso.

Ecco, il crocifisso: quando è grande e dettagliato nelle ferite, mi fa ribrezzo.
Odio vedere il volto contratto dal dolore, mi fanno schifo le piaghe dei chiodi e della corona di spine, e le ferite del trekking sul Golgota, rese con vivaci pennellate di rosso.
Ma sono sincero. Ho sempre provato una sorta di sdegno per ogni figura ritraente Gesù.
Col suo pizzetto a doppia punta, il suo sguardo penetrante e femminile, i suoi capelli da hippie anni '70... mi ha sempre spaventato.
In prima elementare avevo una maestra che era suora laica. Dalla Terrasanta un giorno ci riportò l'immagine famosa del Gesù "coi raggi laser", come la chiamo io. E' quella dove c'è il Cristo in posa figa da rockstar con la tunica bianca da cui dietro partono i flash violacei.
Mia mamma la mise in cameretta, e a me dava così tanto fastidio che ogni giorno la facevo cadere a faccia in avanti per non dovermi subire le occhiatacce del figlio di Dio.

Le statue dei santi mi danno solo sensazione di sporco e di puzza di chiesa. Le sante invece sono più inquietanti.
Cioè, mai che San Giuseppe pianga sangue, per dirvi. Sono sempre le femmine a perdere sangue. Dagli occhi o da altrove. Ma solo loro hanno questa prerogativa horror.

Anche voi ave(va)te paura per qualcosa di irrazionale?
Ad esempio, avete paura di quella signora in bianco che vedo adesso dietro di voi?

120 commenti:

  1. Mah Mozzino, le paure hanno tutte un discreto fondo di irrazionalità.
    A me non piacciono le bambole di ceramica, mi ricordano i film horror...
    Oppure quelle case di anziani con gli arredi cupi e foto di santi e madonne in ogni dove. Mi danno i brividi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le case degli anziani... ce ne sono di solari, vintage, rurali e belle... e -brrrr- quelle che dici tu. Fanno scagare anche me. Sembra che siano pregne di ricordi negativi.

      Moz-

      Elimina
  2. ma quanti anni avevi ai tempi di like a prayer ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 5, quando uscì.
      Ma il fatto si riferisce a qualche anno più tardi, attorno ai 7-8 anni. Stavo aspettando l'episodio di He-Man ma prima davano un programma tipo Intervallo, con video musicali. E questo mi colpì tantissimo: lei con le stimmate, la statua del santo mulatto che prende vita... insomma Oo

      Moz-

      Elimina
    2. Madonna (è il caso di dirlo), io non ero neppure un ovulo :-))

      Elimina
    3. Ho appena visto due fonti, una riporta 1988, l'altra 89.
      Quindi avevo 5 o 6 anni a seconda della faccenda.
      Life is a mistery... :p

      Moz-

      Elimina
  3. Le statue dei Santi fanno proprio schifo, effettivamente!
    Io paure così "strane" non ne ho, o almeno non mi vengono in mente. Le mie sono più concrete, ad esempio: ho paura che quando sono sull'orlo di qualcosa (un marciapiede che dà sul lago/mare, i binari del treno o della metro) qualcuno arrivi e mi spinga giù!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una sorta di vertigine... indotta!
      Ora che ci penso, anche io provo quel brivido quando mi trovo sull'orlo del precipizio... come se sentissi un formicolio dietro la schiena XD
      Andiamo a rinchiuderci assieme?? XD

      Moz-

      Elimina
  4. No Mozzino, non ho paura...ma ho terrore della pioggia e della solitudine....
    Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Della solitudine credo sia la paura più grande dell'uomo moderno. Della pioggia... come mai??

      Moz-

      Elimina
    2. Mi ha sempre dato una sensazione di fine, di morte, di lacrime e di cattivo augurio...
      Non chiedermi pechè, dovremmo chiederlo prima ad Hemingway che provava la stessa sensazione e la metteva pure in parecchi suoi scritti." Addio alle armi" per esempio!
      Smack con il sole...

      Elimina
    3. C'è in effetti una pioggia che potrebbe proprio far pensare a quel che dici, ma c'è anche la fresca pioggia luminosa e rinfrescante! :)

      Moz-

      Elimina
  5. Eh già... chi non ha paura di qualcosa? Tutti... possiamo aver paura di un ragno - aracnofobia - o provare sdegno (paura?) per due ragazzi che si baciano - omofobia - solo che nella prima sei normale, nella seconda opzione sei un coglione, per citare Freeman. ;)
    Se ci mettessimo a parlare di fobie non ne usciamo più, ne sono state classificate a centinaia, partendo dalla comune paura dei ragni, dei serpenti, del buio, a quelle più bizzarre, come l'ambulofobia, ovvero la fobia di camminare, oppure l'edonofobia, ovvero la fobia di provare piacere fisico... che dio ci liberi da quest'ultima fobia! :p
    Personalmente a parte la claustrofobia e l'ofidiofobia (fobia dei serpenti) non ne ho altre, e se la seconda non mi provoca molti impedimenti la prima è un po' più invalidante, perché devi evitare molte situazioni, fuggire da vari contesti spesso ludici... credo che per me andare in un concerto rimarrà una chimera affinché non attuo la tappa dell'esposizione alla fobia, ovvero viverla e affrontarla, tanto che la mente, progressivamente, accetterà la cosa vivendola, senza che rimanga solo un'idea distorta e irrazionale nelle proprie idee.

    Miki, tu a quanto pare sei agiofobico, ma che male c'è? Se lo dici ad un prete ti dirà che è satana che opera dietro questo dettaglio, se lo dici a me ti dico: grazie al cazzo: santi, madonne, sangue, oli secreti da statuine, gocce strane, apparizioni di volti femminei e sofferenti all'altezza della scrivania XD... vorrei dire, nemmeno Dario Argento! :D

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se è proprio Dio a non volere il piacere fisico! :p
      Ahaha, mi è apparso Gesù vestito da rockstar, ti ha invitato al suo concerto... per farti passare la claustrofobia!! :p
      Belle le parole di Freeman!^^

      Moz-

      Elimina
  6. Che paura quegli spot sui drogati, ancora me li ricordo! Invece con santi e crocifissi non ho particolari timori, sarà che non li vedo mai da vicino o, anche quando lavoravo come restauratrice in chiesa, i colori dei santi erano brillanti e senza scene terrificanti, l'unica cosa è che a volte in chiesa veniva una ragazzina "posseduta" e faceva stani versi XD
    Sai che invece al Museum of London c'è una sala scura con i manichini e gli abiti del 700 che ogni volta mi fa venire i brividi, perché non li vedi finchè non ci inciampi dentro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspéééé! In che senso ragazzina posseduta? Aahaha!
      Ecco, sono sincero: se si tratta di opere di grandi artisti non mi fanno schifo, ma anche di artisti minori. Mi fanno schifo nel contesto, forse. Di certo un quadro di Gesù che gronda sangue, pure che fosse firmato Picasso, non ce lo metterei mai dentro casa XD

      Moz-

      Elimina
    2. Eheheh.. Accadono cose incredibili quando lavori in chiesa.mquesta veniva ogni tanto accompagnata dai genitori a parlare col prete, noi la sentivamo quando entrava perché iniziava a miagolare... Fa un po' paura quando sei da solo a lavorare su un soppalco di sei metri e sotto vedi lei che miagola :-D

      Elimina
    3. Ma magari non era indemoniata, era semplicemente Catwoman! :)
      Comunque, che brutto che nel 2000 la gente si rivolga ancora a... un prete, per cose simili ù__ù

      Moz-

      Elimina
  7. Non lo so. Da piccolo avevo paura del buio e non lo dico in maniera ironica. Credevo ci fosse davvero il diavolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ti assicuro che io non sto mai al buio.
      Mi hai incontrato altrove, invece. In chiesa, magari :)

      Moz-

      Elimina
  8. Molto carino questo post!
    Le tue paure mi hanno fatto venire in mente quanto trovo inquietanti certe chiese medioevali-gotiche, con quell'atmosfera cupa, una certa morbosità nelle rappresentazioni sacre e nelle reliquie, e l'odore di incenso e muffa. Brrrr...
    No, la figura bianca dietro di me non mi spaventa, mi incuriosisce di più lo gnomo appollaiato sulla tua scrivania... :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, ma quanto amo i miei lettori? :)
      Comunque, sì.. ecco! Si tratta di morbosità nel rappresentare certe cose, ad esempio scene di martirio. Chissà perché la religione fa presa su cose così oscure. Un motivo esiste, ed è antropologico... ma oggi non è meglio che diventino più solari e pop?^^

      Moz-

      Elimina
  9. Cosa mi fa paura? Il circo, i pagliacci mi terrorizzano, li odio, mi fanno venire i brividi, per me i clown sono tutti assassini. Va là che ho detto la mia.
    Ciao Moz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I pagliacci a me fanno... pena. Nel senso di tristezza. Perché sembra gente che deve ridere per forza, e far ridere per forza, con una comicità slapstick da film anni '30 che sembra essere sospesa nel tempo e nello spazio... Hai ragione, possono essere inquietantissimi^^

      Moz-

      Elimina
  10. Come sai ho paura degli alieni e di volare.. disagio di volare, dai. Anzi, paura di dover prendere l'aereo, ma poi quando ci sono sopra sto abbastanza bene.
    Altre paureee... di essere dimenticato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sulla buona strada per esser dimenticato da me :p
      Gli alieni a me stanno simpatici, ti giuro che uno dei miei sogni è potermi scopare un alieno tipo quello di Roswell... *__*

      Moz-

      Elimina
    2. Grazie al cazzo! Era una bionda stragnocca... anche se preferivo Liz Parker. Comunque so che tu ti riferivi ai fratelli maschi alieni ;)

      Elimina
    3. Ahaha, mai cagato quel telefilm... intendevo proprio alieni tipo Grigi^^

      Moz-

      Elimina
  11. Ciao fratellastro,
    un bel post il tuo, riflessivo e veritiero. Non è facile confessare determinate paure perchè, perdonami il gioco di parole, si ha paura di risultare ridicoli. Invece, poi, si scopre che spesso non si è gli unici a provare determinate sensazioni che per altri possono sembrare assurde. Credo di aver paura di tante cose: del buoi, di quello che non conosco del futuro, timori che condivido sicuramente con altre persone. Poi ho delle paure strane: paura delle bambole della signora che abita sopra casa di mia nonna, mi fissano mi spaventano, ho delle scarpe, sono fighissime e non riesco a non metterle (un'impresa) poi ho paura che non escano più dal piede e già immagino mio padre con la sega elettrica pronto a liberarmi. ahuahauhauhau

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, mi rendo conto solo ora che posso passare per ridicolo... ho scritto tutto senza pensarci minimamente! XD
      Ma che importa! Tanto tutti hanno le loro paure irrazionali!
      Le bambole vedo che sono comuni a molti... in effetti sanno essere inquietanti^^
      Quella delle scarpe... ahaha, e di che sono, d'acciaio?? XD

      Moz-

      Elimina
    2. no, in pelle... -.-' ma che posso farci è una paura ahuahuahuahua :P

      Elimina
    3. Ma che tipo di scarpe sono?

      Moz-

      Elimina
    4. stivale in pelle con punta in ferro lavorato stile texani ma molto più particolari e lavorati (non pensare a una roba da pagliaccio sono chic)

      Elimina
    5. Ah, ecco... sono stivali!! :)

      Moz-

      Elimina
  12. Io sono ipocondriaca (ma non per modo di dire, ipo vera) e quindi ho una paura fottuta della morte e tutto ciò che la provoca. Malattie, in primis. Un mal di testa, un dolore ad un fianco, una fitta, un formicolio e vado nel panico. Mi manca solo fare testamento. Che brutta vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, come dico sempre io... "nel dubbio, divertiti!". Perché in fondo siamo tutti ipocondriaci, alla morte ci pensiamo^^

      Moz-

      Elimina
    2. Scusate se mi aggiungo... ma il commento di La Princess mi ha incuriosito: io della morte me ne fotto proprio! XD La temo sui miei cari, e questo è ancestralmente ovvio, ma sulla mia persona non me ne frega più di tanto; a volte temo di avere qualche cosa di brutto quando avverto dolori, fitte... sono sincero perché spesso credo di morire, ma non mi fa scaturire paura o terrore, ma totale menefreghismo, anche se sono curioso di sapere cos'abbia... ma sono ancora qui.

      P.S. Io non ho scritto testamento perché non ho alcunché di mio, ma ho scritto le mie ultime volontà, ho la carta del donatore degli organi... a dirla tutta, sarei già pronto per andarmene... ma credo che mi sto un altro po'. ;)

      Ispy 2.0

      Elimina
    3. Ma dove vuoi andà? Statti qua che si sta bene, nonostate fitte e dolori, nonostante guerre e crisi, nonostante lavoro che non c'è e fottimenti del quotidiano! :)
      E' l'unica cosa che abbiamo, io me la giocherei... sempre divertendomi^^

      Moz-

      Elimina
    4. Infatti sono d'accordo! :p

      Ispy 2.0

      Elimina
    5. Evviva il divertimento, allora^^

      Moz-

      Elimina
  13. Molto interessante questo post, mi è piaciuto. La pubblicità con l’aura viola la ricordo benissimo, anch’io sono rimasto colpito dal quello schifoso messaggio ipocrita e bacchettone. Da vomitare per lo sdegno.Per quanto riguarda Gesù è l'iconografia (anche questa molte volte parto di menti malate) è lugubre: però, se non sei credente e lo pensi come un personaggio magari appartenuto alla storia, è simpatico..
    Chiudo sulle paure..Ho paura di rimanere senza una lira e non potere aiutare i miei figli.. Ed è molto vicino alla realtà di tanti.Ti saluto, Moz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La crisi ha prodotto forse una delle paure maggiori, è vero.
      Non credo in Gesù come figura storica, quindi sarà per quello che provo sdegno se lo vedo come cadavere appeso... :(

      Moz-

      Elimina
  14. A me più di tutto faceva paura Lon Chaney Jr nei panni dell'Uomo Lupo. Dracula e Frankestein (Lugosi e Karloff) invece mi facevano proprio ridere ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bela Lugosi aveva fascino, però :)
      L'Uomo Lupo a me non fa tanta paura... ma immagino che all'epoca potesse essere inquietante^^

      Moz-

      Elimina
    2. L'uomo lupo di Ciuffettino, poi. Spaventosissimo!

      Elimina
    3. In uno dei miei prossimi post la risposta... se hai la pazienza di aspettare ;) Anche se in verità è un post che ho parcheggiato tra le bozze da mesi e che non mi sono mai deciso a portare a conclusione...

      Elimina
    4. Ehehe, certo!
      Ho tutto il tempo del mondo ma non metterci troppo che ora sono curioso^^

      Moz-

      Elimina
  15. Ah! Post ricco mi ci ficco!!! :-D ho paura dei cani, dei gatti..roba che inizio a tremare e sembro la morte ti fà bella da quanto mi si gira il collo! Degli scarafaggi..dei topi..delle malattie..ma posso capire le tue..anche se per le pubblicità si può parlare di disgusto piu che di paura. Mi fai venire in mente una battuta che feci a mio pà: all'ennesimo film su Gesù , papà esclamò:è uguale a Gesù. E io: perché pà l'hai conosciuto??? :-D ps il film di gibson , quello sulla passione maciullazione di cristo si che mi ha disgustata! Ciao moz!!!! Complimenti come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film di Gibson è insostenibile, anche se l'ho visto più volte senza troppi problemi^^
      I gatti li adoro, i cani grossi mi spaventano un po'... :)

      Moz-

      Elimina
    2. "Il film di Gibson è insostenibile, anche se l'ho visto più volte senza troppi problemi^^" perché vedere più volte qualcosa di insostenibile? C'è un premio alla fine? ;))

      Elimina
    3. Si vince il materassino il cappellino l'orologione zazà! :)

      Moz-

      Elimina
  16. Irrazionalmente io ho un terrore atavico delle statue viventi per strada. Le odio, passo loro distanti dei kilometri e se proprio dovessi fare l'elemosina a persone conciate così tirerei loro i soldi con la fionda, sperando di beccarli in fronte.
    E pensare che, con tutti gli horror che guardo, dovrei avere ormai il coraggio di Leonida! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahah, vedi.... i film horror non mi fanno alcun effetto (tranne Stigmate che non riuscirei mai a vedere solo).
      I mimi sanno essere inquietanti, è vero! Non per niente ci fanno delle candid camera^^

      Moz-

      Elimina
  17. Quella pubblicità è terribile: io stessa, da piccola, ne ero terrorizzata. Un'altra cosa che mi inquieta moltissimo è la colonna sonora di "Chi l'ha visto", specialmente quando accompagnata da immagini macabre e da quelle fotografie trash. Infine, al ristorante devo essere rivolta verso la sala e, possibilmente, avere la schiena verso la parete. Mi da fastidio avere persone alle spalle. Più in generale posso dire che davanti agli occhi ci deve essere uno spazio maggiore rispetto a quello che ho dietro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Madonna... la signa di Chi l'ha visto? è brrrrrr!! Una volta vidi un servizio su una giornalista che aveva delle foto inquietanti!
      Quanto a quel che dici del ristorante, a me succede se studio: odio avere le spalle rivolte alla porta.

      Moz-

      Elimina
    2. Anche la faccia della mia collega incazzata mi fa un po' paura...

      Elimina
    3. I colleghi: gente su cui usare le bamboline voodoo :)

      Moz-

      Elimina
  18. Moz
    intanto ho controllato dietro non si sa mai... sinceramente non saprei, ultimamente mi spaventano le situazioni in cui non posso fare niente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso di aver capito anche a cosa ti riferisci.
      Quanto a dietro, appena ti sei voltato la dama bianca è apparsa ai signori della guerra.

      Moz-

      Elimina
  19. Ciao Moz.
    Amo l'arte in tutte le sue manifestazioni con una predilezione per la pittura Barocca, dove ,per volere dei mecenati, gli artisti dell'epoca dovevano raffigurare eventi sacri o meravigliosi nudi,ne questi ne gli altri mi spaventano e nemmeno soffro alla vista della bugiarda immagine del Gesù crocifisso,una rappresentazione falsa,non esistono palestinesi biondi,sempre che non accettiamo l'idea che il Cristo sia il figlio di un millantatore straniero, fattosi passare,dall'ingenua Maria, per Arcangelo.
    Ho solo un terrore,andare dal dentista.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, il fatto è che hanno usato l'ideale di bellezza occidentale perché è alla gente occidentale che in primis la religione si rivolge.
      E quindi vai di Brad Pitt a manetta^^

      Moz-

      Elimina
  20. Io avevo paura dei fantasmi e della dama bianca della casa.. paurissima!!!
    Da quando ho il gatto che dorme con me, non ci penso nemmeno che potrebbe esserci qualcosa nel buio della notte.
    ..cmq evito il film di fantasmi.. meglio essere prudenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gatti sono i guardiani tra questa porta e l'altra, quindi sì... nessuna dama bianca con loro!^^

      Moz-

      Elimina
  21. Oddio che ridere! Io ho paura di fare il bagno nel mare quando sotto non vedo il fondo, oppure vedo il fondo ma ci sono rocce o alghe, perché ho paura che qualcosa arrivi da sotto e mi tiri giù. Praticamente posso fare il bagno sono in Sardegna, in Grecia e in piscina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mare senza che si veda il fondo fa paura anche a me, sono sincero... è l'ignoto, quindi, a spaventarci! :)
      W la piscina, quindi... ora e sempre^^

      Moz-

      Elimina
  22. Ciao Moz, un post bellissimo e interessante anche nei vari commenti. Io ho delle paure assurde per esempio ho una paura incredibile dello specchio che c'è in camera di mio fratello, quando eravamo bambini lui mi aveva raccontato che dentro c'era lo spirito di Napoleone, ovviamente ora non credo più alla sua storia ma la paura è rimasta. Poi ho una terribile paura dei topi e delle malattie legate alla loro presenza e anch'io una grande paura del dentista.
    Ciao e ancora complimenti per il post.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anto, thank u! :)
      Felice che il post ti sia piaciuto!
      Gli specchi: a casa di mia nonna in Puglia c'è una stanza con uno specchio enorme, di quelli con la consolle... ho sempre associato quello specchio a qualcosa dove apparivano madonne e santi. Ecco, sì, io ho proprio paura mista a ribrezzo per i personaggi che riguardano la chiesa XD

      Moz-

      Elimina
  23. Dovrei esserci abituata, invece continuo a sentirmi a disagio quando sono al cinema da sola (non a vedere il film, dato che ci lavoro). Diciamo che quando faccio il giro delle sale e delle cabine di proiezione per chiudere il cinema ho quella vaga sensazione di non essere sola.
    Ecco, ora che l'ho detto stasera mi diverto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mhh... brrr! Oo
      Immagino che sia un posto abbastanza angosciante, perché vi hanno risieduto emozioni e fantasie di diversa gente... forse è energia che stagna XD

      Moz-

      Elimina
  24. ahahahah scusami se rido, ma hai un modo di raccontare unico! Io schiatto dal ridere quando passo da te!
    Ed è per questo (collegandomi all'articolo che hai commentato sul blogging e sull'eccesso di blogger) che hai conquistato un tuo pubblico fedele.
    Io ormai ti seguo da un anno e mezzo. E chi ti molla :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è per questo, anche io ti seguo perché hai un modo unico di fare blogging... che mi piace :)
      Mi fa piacere che l'articolo sia stato di tuo gradimento^^

      Moz-

      Elimina
  25. Le cantine! Ho sempre paura che ci sia qualcuno (il vecchio "uomo cattivo" della mia infanzia) che si nasconde!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cantina a casa dei nonni in Puglia mi terrorizza ancora. Ti capisco.

      Moz-

      Elimina
  26. pure a me il video di like a prayer dava un po' di timore.. mi faceva paura anche il video dei pink floyd another brick in the wall! ancora adesso mi fa un certo che :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono video di forte impatto, specie con chi è giovane... inutile nasconderlo... :)

      Moz-

      Elimina
  27. "Sono sempre le femmine a perdere sangue. Dagli occhi o da altrove" Ora, se tu mi conosci un poco.. puoi comprendere che sull'altrove sarei discretamente curioso.. sempre che non si tratti di un ovvio naso... eheh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, diciamo che la donna paga col sangue in comode rate mensili, come dice una famosa barzelletta :p

      Moz-

      Elimina
  28. che mi hai fatto ricordare con le ferite di Gesù! il video dei REM Losing my religion c'è una scena in cui un tizio infila un dito in una ferita aperta di non so quale santo! Odio quel video!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brrr... sì, ora che me lo hai detto ci ho ripensato! XD
      Un tempo i video erano molto più d'impatto!!

      Moz-

      Elimina
  29. A me fa una paura boia quando vedo un polso che si tende, per esempio quando solleviamo qualcosa di pesante e vedi le ossa del polso, quello mi fa paura perché mi sembra che debbano scoppiare le vene o che altro, stessa cosa quando le vene delle mani pulsano, orrore D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le vene fanno impressione anche a me, sai?
      Specie quando si gonfia quella del collo! Oo

      Moz-

      Elimina
  30. Ciao Moz, DOMY
    della strana paura che mi assale quando assisto a processioni religiose con annesse statue te ne ho già parlato in un altro post. Pure i pagliacci mi mettono a disagio.Ma quel che mi fa più paura sono quelle bambole con gli occhi spalancati,tipiche dei film horror, che le mie due zie zitelle (buonanime) avevano in bella mostra sul divano.Da bambina ho passato pomeriggi di vero terrore in quella casa, in compagnia di quelle strane presenze......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, ora qui scatta la domanda-riflessione: ma secondo te la gente che viva in case lugubri, buie, tappezzate di merde santistiche o che appunto tiene oggetti angosciosi... si rende conto?
      Cioè, vive bene in quel contesto?
      Io ricordo di quando andavo a vedere i film a casa di un amico che aveva un crocifisso dietro il divano... mi dava un fastidio assurdo avere quel cadavere appeso dietro di me! Oo

      Moz-

      Elimina
    2. Ah Moz le mie zie certo nn vivevano bene ,in quella casa nn mancava niente: crocifissi di tutti i tipi,statue di santi sol comò(quelle nelle teche di cristallo), madonne con acqua santa di Lourdes, rosari a appesi al letto e poi quelle odiose bambole..........Sarà per questo che son morte zitelle???..... XD
      Una cosa però la sapevano fare: cucinavano benissimo.

      Domy^^

      Elimina
    3. Oddiooooo i santi dentro le teche... cose tipiche del sud perché altrove non ne ho mai viste. Madonna che senso di... di... schifo? Sporco? Ribrezzo? Non so manco io... anche se vederli in case anonime mi affascina anche, eh. Ma non voglio averci niente a che fare!
      Beh, se cucinavano benissimo... si riscattano così: il cibo sopra tutto^^

      Moz-

      Elimina
  31. Bellissimo post davvero!
    Una signora in bianco?.... ma hai guardato bene?
    Non ricordo di aver avuto paure irrazionali... forse tempo fa avevo paura di morire da sola... non tanto il fatto di morire, ma di essere sola. Ora so che non succederà (di rimanere da sola, so che morirò presto o tardi)... la figura dietro di me mi segue e non mi abbandona, anche se non è una signora! ;-)
    Ciao Moz, è sempre bello passare di qua!
    Un abbraccio dei miei!
    -Alwy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, e cosa c'è dietro di te? XD
      Il restare soli, in qualunque modo o frangente, è una delle paure più concrete per ogni persona, immagino.
      Spero che nessuno sia davvero... solo.
      Grazie mille, un MozAbbraccio tutto per te!

      Moz-

      Elimina
    2. Ma come, non lo vedi? Ah che ti perdi!!
      Vero, la paura della solitudine è pazzesca e deleteria e fa fare cose assurde, come accontentarsi di chiunque pur di non stare soli! Grazie a Dio quella non ce l'ho più!
      No, nessuno è solo, noi siamo la compagnia più bella che possa esserci!!
      :-)
      Grazie dell'abbraccio!!

      Elimina
    3. Ma grazie a te!!
      E grazie anche per queste tue parole: noi siamo la nostra compagnia, ed è vero. Se ci amiamo davvero è così!^^

      Moz-

      Elimina
  32. Ognuno di noi ha le proprie paure e spesso sono immotivate.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oppure le motivazioni sono così profonde da essere i solchi con cui è scritto il nostro Io.
      Chissà :)

      Moz-

      Elimina
  33. Le mie zie certo nn vivevano bene,erano fissate;in quella casa nn mancava niente:crocifissi di ogni genere,statue di santi sul comò (quelle nelle teche di cristallo), madonne con acqua santa di Lourdes, rosari appesi alla testiera del letto e poi quelle odiose bambole.....
    Sarà per questo che son rimaste sole e son morte zitelle...... XD
    Una cosa però la sapevano fare: cucinavano benissimo.

    Ciao comparuzzo :*

    Domy``

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa Miki, non so cosa è successo ho pubblicato 2 volte. La prima volta mi è comparsa una pagina con un messaggio di errore. Boh!!!. 😮 :(

      Domy.

      Elimina
    2. Le solite cose di blogspot, no prob! :)

      Moz-

      Elimina
  34. Anche io non sopporto molto il crocifisso o le statue dei santi sparse in giro, fuori dalle chiese intendo. Quelli dentro le chiese a volte sono pure belli, ma se mi metti il crocifisso in una stanza mi innervosisco. Per fortuna i miei non hanno mai avuto il coraggio di mettermene uno in camera, penso che avrei avuto gli incubi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, stessa fortuna tua... tranne per l'episodio di Gesù rockstar... subito fatto sparire. Via di qui, spiriti malvagi! XD

      Moz-

      Elimina
  35. io del buio e dei ragni.
    Il buio specialmente mi fa davvero star male...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando guardi nel buio, il buio ti sta rivolgendo lo sguardo ;)

      Moz-

      Elimina
  36. La tua ultima frase mi ha fatto salire un brivido lungo la schiena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sono riuscito nell'intento :p

      Moz-

      Elimina
  37. Le mie paure sono tutte razionali purtroppo...
    Per questo che vado dallo psicologo :)

    Scherzi a parte: ho paura dei rospi! Mi fanno un ribrezzo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cra Cra! :)
      Anche a me gli animali viscidi fanno ribrezzo... sembra che non abbiano la pelle! Un maiale lo tocco senza problemi, ma serpenti-rospi-cazzivari no^^

      Moz-

      Elimina
  38. Bel post, bravo! Chiese gotiche e barocche, santi, reliquie e corollari vari mi mettono molto a disagio.Ma....quell'incappucciato dietro di te...non è Macchianera? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Frà! :)
      Ahaha Macchianera, sì... visto che io mi chiamo come il suo più celebre nemico! XD
      In realtà dietro di me c'è una cosa davvero: BOB di Twin Peaks, col manifesto dei ricercati. E direi che è davvero inquietante!^^

      Moz-

      Elimina
  39. L'ultima frase che hai scritto mi ha fatto paura!! Mi sono voltata di scatto come una molla ahahaha.
    Le paure sono irrazionali ad esempio quella cosa delle lenzuola... quella dove devi per forza dormire tutto imbacuccato - anche in estate con 40° - perché qualsiasi cosa rimanga al di fuori della "tana" rischia di essere divorata dal mostro che dimora sotto al letto... beh... sai... io ancora ci credo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, io al mare mi copro quando sento le zanzare che rompono il cazzo col loro bzzzzzz attorno alle orecchie.
      Per uccidere il mostro sotto il letto metti una radice di mandragora :p

      Moz-

      Elimina
  40. Vere "fobie" non credo di averne o forse "ho paura di avere paura" perché non appena si presenta un evento portatore di angoscia e sgomento, mi metto subito all'opera al fine di ovviare al problema. Riguardo poi la "signora in bianco", da ragazzo mi è apparsa (sul serio) per salvarmi da un cane feroce che voleva sbranarmi... per cui, a me non fa paura, anzi...

    :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio... e chi era tale signora?? Oo

      Moz-

      Elimina
    2. E chi lo sa, Moz. La donna scomparve nel nulla, da dove era apparsa, subito dopo aver allontanato il "bestione" con il solo sguardo. Eravamo in due ragazzi, usciti da scuola, tornavamo a casa. Avevamo preso una scorciatoia, una stradina solitaria di campagna. Ancora oggi ricordiamo questo evento. I nostri genitori ci dissero che la descrizione corrispondeva alla proprietaria del terreno in cui era accaduto il "fattaccio", deceduta da qualche decennio...

      ^_^

      Elimina
    3. P.S.: Ovviamente, "qualche decennio" prima di quando ci apparve...

      Elimina
    4. Certo che è un fatto strano, eh!
      Però almeno vi ha fatto del bene :)

      Moz-

      Elimina
  41. Terrorizzata dalle vespe e dai ragni oltre che da tutto ciò che vola...e poi mi spaventano i manichini... mia nonna era sarta e in soffitta da lei ne aveva uno con le ruote.. Un giorno giocavo in soffitta e nn so come quel disgraziato di manichino si mosse da solo... venendo verso di me.. credo di non essere morta x puro caso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio... ahaha immagino che cazzo di paura ti sei presa!!
      I manichini da sarta mi fanno pensare a De Chirico XD

      Moz-

      Elimina
  42. Le statue delle sante... va beh, mi fermo qui. Non sai che discorso mi sono dovuto sentire al riguardo qualche settimana fa da una matta maniaca religiosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, dimmi dimmi!! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ma no, 'sta matta si è messa a leggere la vita di una ragazza morta in giovane età di TBC, che poi è stata fatta santa, e che scriveva di quanto le sarebbe piaciuto venire martirizzata e descriveva tutte le violente pratiche che le sarebbe piaciuto sperimentare. Non so dire se era più matta questa o lei che ce lo stava leggendo estatica.

      Elimina
    3. L'ho sempre detto che martirii e santità di questo tipo vanno a braccetto con una forte sessualità castigata e da castigare.

      Moz-

      Elimina