> viaggio nel tempo


MOOZIK - 1985 (BOWLING FOR SOUP)

Che rapporto avete col tempo?
Per me è un argomento affascinante.
Scorre, passa, cambia, lenisce, aiuta, fa precipitare, fa invecchiare.
Ho dedicato il mio blog a questo elemento. Il tempo è una costante, qui. Ricorre sin dal titolo.

Il Moz O' Clock è concepito per essere una macchina del tempo: passato, presente, futuro.
Abbiamo fatto viaggi nel passato e nel presente. In mondi diversi, sconosciuti. Dove il tempo scorre in altri modi.
Abbiamo avuto visitatori del futuro, e prima o poi faremo anche noi una capatina nel mondo che verrà.
Io penso che il tempo si possa cavalcare. E' lì, per tutti.
Ma è necessario vivere il presente, badando (molto) al passato e costruendo il futuro.
La chiave di tutto è forse nei momenti che furono. Secoli, anni, mesi o anche solo pochi secondi fa. Le fondamenta per quello che viviamo ora e vivremo tra poco.

Io amo viaggiare nel tempo. Ho esplorato il passato, e al passato sono molto legato.
No, non sono di quelli che si lamentano col "prima si stava meglio". E' assodato che alcune cose erano migliori, ma sono il tipo che conserva il vintage per applicarlo all'oggi, affiancandolo a ciò che di buono abbiamo adesso.

Io ho esplorato gli anni '50.
Eccomi, sarei stato un Asso Merrill all'amatriciana.

ehi, pupa!
la mia Marlboro


Gli anni '70.
Qui sarei stato o un criminale o un poliziotto. Oppure un gran cazzaro.

settebello
dico a te, mi hai rotto i coglioni!

Gli anni '80 (che ho vissuto realmente per sette anni).
Sono stato un bambino, in quell'epoca.
Ma tornandoci, sarei stato un glam-rocker di strada, edonista e fluo.

troppo giusto!
truly outrageous!

Gli anni '90 (che realmente ho vissuto tutti).
Lì ero un ragazzino e poi adolescente, ma tornandoci sono stato un beverlyhillsaro de noantri.

what's up?
Brendon e Dylan, fate spazio!

Voi? Siete ancorati al passato, vivete il presente o guardate al futuro?
Quale viaggio nel tempo credete sia più giusto affrontare?

135 commenti:

  1. ...io non lo vivo il tempo, lo rincorro...
    dannatissima io!
    ciò detto, secondo me vivere negli anni 20 sarebbe stato alquanto strepitoso...
    però negli anni 90 ce la si è divertita parecchio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, io vorrei vivere in un perenne momento che mixa gli anni '70.'80 e primi anni '90 :)

      Moz-

      Elimina
  2. Anche io sono molto legata al passato, ma in senso negativo. Non riesco a lasciarmelo alle spalle, rimugino in continuazione sia sulle cose belle che sulle cose brutte che ho fatto.

    Oh, comunque per la festa degli anni '70 eri STU-PEN-DO. La "trasformazione" che preferisco fra quelle che hai mostrato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci tengo a dire che i miei non sono travestimenti: uso abiti ed accessori adatti e mi faccio barba e capelli come sarebbero dovuti essere in tale epoca ;)

      Anche io comunque spesso ripenso al passato, credo sia normale. Ed è anche normale che non si riesca a lasciare mai del tutto alle spalle... basta non lasciarsi sopraffare troppo da questo :)

      Moz-

      Elimina
    2. Sì, hai ragione :) riguardo i non-travestimenti, mi hai ricordato una bellissima festa a tema anni '70 a cui ha partecipato Massimo qualche anno fa: si è fatto prestare i vestiti degli anni '70 del padre che erano anche della sua stessa taglia, meraviglioso XD

      Elimina
    3. Esatto! Anche io uso vestiti e accessori dell'epoca.
      Ad esempio, il vestito anni '90 era tutto fatto di cose mie reali dell'epoca. La giacca Energie è del '97-'98, per dire.
      E' bellissimo indossare cose realmente usate in altre epoche^^

      Moz-

      Elimina
  3. appena vista la foto di te vestito da anni '50 ho pensato: e che cavolo, pure il Moz al Summer Jamboree?!?!? (se non sai cos'è... googlalo!!! ;) )
    Scherzi a parte, a costo di sembrare una vecchia patetica che vive di luoghi comuni, mi viene davvero da dire che il tempo passa tanto in fretta... forse troppo... che aiuta a mitigare brutti ricordi.... rivelandosi la migliore medicina (fidati, so di cosa sto parlando)... oppure... ci sfugge proprio... io poi ne spreco tanto, lo ammetto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì che so cos'è :)
      No, noi in realtà facciamo una festa a tema ogni anno: nel 2011 abbiamo fatto gli anni '80, nel 2012 gli anni '90, nel 2013 gli anni '50 e lo scorso anno gli anni '70. Per ora abbiamo terminato e passeremo ad altre tematiche^^

      E' vero che il tempo è la migliore medicina, spesso ci è alleato. Quanto a sprecarlo, io sto cercando di farlo il meno possibile!

      Moz-

      Elimina
  4. Ciao Miki,
    una frase che cito spesso, ma non ricordo chi l'ha scritta e mi piace molto, recita.
    "Nascere è cadere dentro il tempo", rende l'idea, vero?
    fFata C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, rende perfettamente l'idea.
      Il tempo stesso è la vita :)

      Moz-

      Elimina
  5. Io al passato guardo pochissimo. Sono nel presente ogni tanto e più spesso proiettata nel futuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io l'ho sempre detto che tu stai avanti, Mar!!! :D

      Moz-

      Elimina
  6. Bah data la mia età credo che di non vivere più in funzione del futuro, piuttosto del presente.
    Anche se confesso, dalla mia pensione, ho trovato delle difficoltà a viverlo pienamente.
    Sì prima correvo, facevo, rincorrevo il tempo. Il padrone di lavoro spesso me lo gestiva lui per 8 ore consecutive. Oggi me la prendo più con comodo, ma riorganizzarmi la vita con il suo relativo tempo non è stato facile almeno agli inizi...
    Buon fine settimana :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' brutto che un padrone ti organizzi il tempo... cioè, ci ho visto una cosa triste in quella frase.
      Per fortuna adesso, anche dopo un rodaggio iniziale, puoi ricalibrare tutto a tuo piacimento^^

      Moz-

      Elimina
  7. Da buon nostalgico vivo con il pensiero rivolto al passato ( fine anni '80 primi del 90 in particolare), ma con il corpo ben ancorato nel presente.

    RispondiElimina
  8. bel viaggio per questo Carnevale :) io sono assolutamente nel presente, sempre. proprio ieri sera rivedendo Kung Fu Panda ho rispolverato il detto pronunciato dal maestro Oogway: ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono. per questo si chiama presente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una frase stupenda, purtroppo è anche vero che questo dono non riusciamo quasi mai a vederlo. Quasi mai.

      Moz-

      Elimina
  9. Presente e futuro. Il passato mi mette solo che malinconia.
    E poi io sono Pierfect e la perfezione non ha tempo.

    Sarei voluto vivere negli anni 30 in verità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, ti ci vedo a Parigi negli anni '30 :p
      W la perfezione senza età ;)

      Moz-

      Elimina
  10. Il passato è passato. Lo ricordo ma indietro non ci tornerei mai!
    Il futuro? Spero di averne tanto davanti.
    Il presente è quello che vivo ed è a quello che mi dedico.
    Certo un occhio indietro ogni tanto lo butto. Un occhio verso il futuro anche. E' indispensabile per rimediare ad errori vari, compiuti o di semplice valutazione.
    Ma la vita è oggi. E' qui.

    Citando un filosofo del terzo millennio ( filosofo conosciuto solo da pochi fortunati)

    "è necessario vivere il presente, badando (molto) al passato e costruendo il futuro.
    La chiave di tutto è forse nei momenti che furono. Secoli, anni, mesi o anche solo pochi secondi fa. Le fondamenta per quello che viviamo ora e vivremo tra poco."

    Ciao Miki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza, non l'ho mai studiato questo filosofo... direi di scuola classica, eh :p
      Pat, ovviamente la vedo esattamente come te. Il passato è passato e ci si può giocare, si può ricordare anche con affetto... ma abbiamo qui e ora da vivere, anche magari con le cose belle del passato stesso^^

      Moz-

      Elimina
    2. Certo! Quelle belle come ricordi piacevoli e insegnamenti lieti. Anche quelle brutte però come esperienza e crescita personale.
      La vita però è il momento attuale, quello che stiamo vivendo!

      ps Miki una tiratina di orecchie! Non studiavi abbastanza a scuola per non conoscere quel filosofo!!!!!! :)))
      Dimenticavo!!! Scuola Mozziana!!!!

      Elimina
    3. Vero, anche io penso che "tutto occorra", per formare quel che siamo e quel che saremo.
      Quanto alla scuola, è vero che al liceo sono stato un asino: domani, non qui ma da Ivano Landi, parlerò anche di questo ;)

      Moz-

      Elimina
    4. Studiavi poco??? Bene!!!! Così non mi sento più sola!!!!

      Vado subito da Ivano allora.....

      Elimina
    5. Pochissimo. Ho rischiato più volte di essere bocciato XD

      Moz-

      Elimina
  11. Questo è un post coi controcoglioni, proprio per lo spessore della trattazione e per la delicatezza con cui l'hai argomentato.

    Io amo il tempo, e proprio oggi, camminando sulla riva del mare, mi son detto: "cazzo, è il 2015! Sembra ieri che partorivo lo stesso pensiero cambiando la data col 2012." Ma, per fortuna... il tempo non è una costante, ma è relativo e quindi me la prendo meno. ^^ Sono singolari gli effetti del tempo che, sulla mia persona, ancora non vivo come un invecchiare, anzi, finora ogni anno è un continuo migliorarmi e di questo son felice, ma sono i pensieri che mi fanno avvertire lo scorrere del tempo. L'anno scorso il pensiero ricorrente era uno, due anni fa ce n'era un altro e così via... ecco, vivendo proprio questo spostamento dell'asticella del mio interesse che avverto il passare del tempo. Sì, poiché certi pensieri che fanno parte di un momento della tua vita, li avverti come se fossero eterni... mentre invece non è così.

    Ma non voglio scrivere oltre, altrimenti ne viene fuori un post che mi vorrò giocare molto presto. ;)

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, allora aspetto di leggere il tuo post! ;)
      E' vero, comunque. Anche io ho questo vizio di credere che ogni volta sia un po' di più. Un po' meglio, si spera. Chissà!

      Moz-

      Elimina
  12. presente, anzi è più corretto dire "vivo il giorno" ...quando il proprio passato, è stato talmente intenso, tanto da racchiudere più vite, più posti dove si è vissuti e, per un soffio si è stati catapultati dalla morte alla vita, non si può fare altro che vivere il giorno, anzi le ore...
    😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow! Che bel commento, signorina.

      Il futuro non esiste e la fantascienza mi annoia oltre misura. Il presente è come essere nell'occhio del ciclone: succedono un sacco di cose, intorno a te, ma te ne accorgi soli quando il ciclone è passato. Il passato è l'unico tempo che sia esistito veramente, quindi è preziosissimo. Per il resto, il tempo è una convenzione: c'è solo una morta gora tra la nostra nascita e la nostra morte e la maggior parte della gente ha la presunzione di riempirla di stronzate in modo costruttivo, dopo che nella prima fase di vita ci ha pensato qualcun altro, a riempirgliela costruttivamente. In realtà, poco prima di chiudere gli occhi definitivamente, non si ricorderà un accidente delle cose costruttive. Negli occhi scorreranno rapidamente istantanee di luoghi, persone e situazioni che hanno contato davvero qualcosa. Tutto il resto, tentativi di miglioramento (ma de ' che?!) inclusi, saranno finiti nel dimenticatoio. Motivo per il quale io il tempo lo ammazzo prima che lui ammazzi me, sprecandone un'indescrivibile quantità in stronzate, cosa che considero un vero lusso. Sicuramente più di occuparlo a mo' di criceto nel vano tentativo di migliorare me stessa. Sono perfetta così, io, non c'è proprio niente da migliorare. Chi non è d'accordo, può anche schiattare!

      Elimina
    2. Avrei voluto vivere in epoca barocca. Detesto gli orologi e non li porto. Tanto, se ho bisogno di sapere l'ora, c'è sempre qualche cretino che non vede l'ora di sfoggiare il suo o uno stupido telefonino. Almeno lo faccio sentire utile a qualcosa. Ho finito.

      Elimina
    3. Hai avuto una vita (o più d'una?) avventurosa, da come ho capito!!

      Moz-

      Elimina
    4. Mi son perso i post di Silver, il primo commento è riferito a S. ovviamente!

      Silvan, che dire... un po' drastica sugli orologi ma ci sta.
      Quanto al discorso tempo-convenzione... la vedo assolutamente come te!
      Alla fine... conterà davvero poco!

      Moz-

      Elimina
  13. Io vivo il presente, non sono una persona nostalgica e non mi piace guardare indietro... Ogni tanto mi faccio paranoie sul futuro, ma è appunto nel presente che posso cambiare le cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero: il futuro è ciò che stiamo facendo oggi. O non facendo. Insomma, sarà sempre colpa nostra XD

      Moz-

      Elimina
  14. Ciso Moz,DOMY
    "Il tempo corre sul filo segnando il nostro cammino,.....Duello duro col tempo con il passato e il presente......IL MIO FUTURO È NEL PASSATO E NEL PRESENTE"....
    Mi sono goduta appieno il tempo trascorso fin'ora con alti e bassi,ovvio. E anche io come te "conservo il vintage affiancandolo a ciò che di buono abbiamo adesso"����
    W gli anni '80! Pure i primi '90 non sono stati male! ;)) E anche se ero una bambina,i miei anni '70 li ho vissuti appieno avendo due giovani genitori "rivoluzionari" impegnati politicamente anche se poi ognuno ha preso la sua strada.Credo di essere una delle prime bambine figlia di genitori divorziati....... Loro hanno guardato al futuro lasciandosi il passato alle spalle....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, grande Piero con quella frase!
      Se devo essere sincero, anche io penso che gli anni fino al '98 siano stati migliori di quelli arrivati dopo, come tutto... Magari è solo uno sciocchezza, ma ora vedo decadenza nelle cose che amo...^^
      I tuoi genitori hanno sicuramente fatto una scelta all'epoca coraggiosa, ma anche sicuramente onesta!

      Moz-

      Elimina
  15. Grande post, Miki!
    Anche il mio blog è tutto dedicato al tempo (Cronache del Tempo del Sogno, giustamente). Io sono follemente innamorato del passato perché sono un conservatore nel senso pasoliniano del termine e ho vissuto gli ultimi scampoli di quella cultura tribale che lui (Pasolini), come me, non si stancava di celebrare.
    Il presente mi interessa solo nella sua dimensione potenziale di atemporalità.
    Avanti così, Miki, che ci fai innamorare *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza.
      Tu ti innamori, ma io mi sono già innamorato del tuo concetto di presente inteso come potenziale atemporalità.
      Una volta hanno detto di me che ero un essere (!) senza tempo. Nel senso che era anche impossibile definire i miei anni. Chissà se è vero.
      Intanto mi piace molto la tua concezione della cosa ;)

      Moz-

      Elimina
  16. Dannatissimo tempo ingrato! Che rifugge e non si lascia acchiappare. Non si concede se non quando gli sei indifferente e non appena te ne accorgi.. zac... t'ha rubato 10 anni! Bastardo!
    Io ho un buon rapporto col tempo (u_u), vivo con estrema curiosità tutto quanto mi sia intorno... per questo motivo tendo a prenderne anche quando non ne ho.
    Non so se ho letto proprio su questo blog un post in cui la domanda chiedeva ai lettori quale superpotere avrebbero voluto avere... ecco, se avessi risposto probabilmente avrei voluto poter riavvolgere il tempo a mio piacimento per rivivere ciò per cui sarebbe valsa la pena. Non andare avanti, non cancellare, non tornare indietro e far lo spettatore, ma rivivere ciò che il tempo ha regalato!
    E' un grande amico, quel gran pezzo di melma! u_u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah! Dimenticavo... non dirmi che hai un orologio Thun, che mi cadono le palpebre (perché sono signorina e solo quelle possono!)! *_*

      Elimina
    2. L'orologio Thun è a casa mia in Puglia :)
      Comunque, sì... sono io che nelle MozInterviste pongo la domanda del superpotere.
      E ti giuro che anche io vorrei rivivere le cose belle del passato, magari assaporandomele di più... ma sarebbe giusto? Non so...
      Io ho questo ricordo, e anche adesso, rispondendoti, mi tornano alla mente moltissimi momenti piacevoli.

      Moz-

      Elimina
  17. Sono poco legata al passato. Tendo a non pensarci, a sentirlo estraneo e pure a dimenticarlo. Quando mi dicono "ma ti ricordi quella volta..." è una disfatta; ho imparato ad annuire con espressione vacua, sperando che si abbandoni l'argomento. Quando sono giù di corda, però, mi capita di guardare indietro per passare in rassegna le cose buone. Ne traggo forza, insomma, quando il presente sembra povero, ma tendenzialmente sono proiettata in avanti. Cerco comunque di vivere intensamente il presente. Come dice il mio maestro di yoga, passato e futuro non sono più e non sono ancora vita. Non vorrei perdermi il bello. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vediamo in maniera simile, ma non uguale.
      Anche io traggo forza dal passato, o meglio dalle cose belle del mio vissuto. E non è un male nemmeno provare a riapplicarle. Una canzone, un gusto, ecc... perché no?
      Ma poi, ovvio... il presente è da vivere, ma è anche già passato e già futuro: è già vita.

      Moz-

      Elimina
  18. Molto legato all'infanzia, cerco di non scordare nulla di quel che ho vissuto, così come dei primi anni di adolescenza. Quanti quanti bei ricordi... Potessi tornare indietro credo rifarei i 13/14 anni.
    Comunque guardo molto indietro, vivo il presente senza forse gustarlo sempre, anche se mi impongo di farlo, e il futuro è una grande incognita per ora. Non sono nemmeno sicuro di quel che voglio fare ''da grande''.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io so solo che da grande voglio:
      -continuare a scrivere
      -continuare a divertirmi
      -continuare a cazzeggiare.
      Io anche cerco di non scordare nulla, difatti ho creato il blog anche per fissare le cose che altrimenti ...puff! avrei dimenticato.

      Moz-

      Elimina
  19. Caro Miki, ne abbiamo parlato se non erro in altre occasioni, pure da me: io "vivo" molto il mio passato. E' difficile staccarmi da ciò che p stato, lo confesso. Questo portato all'estremo ovviamente non va bene, infatti di fondo io sono una persona malinconica, al di là dell'apparenza sorridente. Non che non sia felice in generale della mia vita, ma il passato ha un valore alto, fin troppo alto per me. Il ptresente non lo godo appieno, questo è il punto. Mi riesce assai difficile.
    Il futuro non lo considero più di tanto, invece. Un pò mi inquieta il pensiero di tante incognite che miriguardano personalmente, ma fino ad un certo punto. Le vere tensioni che ho pensando al futuro sono per i miei figli, so che lo comprenderai bene sapendo la situazione.
    Se dovessi scegliere di fare un viaggio nel tempo, vorrei vivere negli anni a cavallo tra i '50 e i '60, quando tutto era in fermento, quando stando ai racconti che mi facevano i miei genitori c'era una spinta verso il futuro con più speranza e voglia di cambiamento, dopo i terribili anni della guerra e immediato dopoguerra.

    Ciao, un abbraccio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso capire i tuoi crucci per il futuro, ma guarda, se posso permettermi... per ora non ci pensare (troppo, magari), perché ti rovini il presente pensando a qualcosa che sarà il tempo stesso ad aggiustare, vedrai.
      E' vero, ci sono giorni in cui nemmeno io mi godo appieno il presente, ma davvero sto imparando a non perdere tempo e a non guardare avanti o indietro in modo controproducente!
      Un abbraccione!

      Moz-

      Elimina
  20. Prima una domanda, per svelare il segreto, di che anno sei? :O
    Dell' 83, se ho capito bene (?)
    Vabbé, dirai "fatte li razzi tua" ma non sono il tipo.
    Dimmi il tuo segreto!!
    wahwahwahwahwahwah

    Io cerco di vivere il presente, ma ho notato che quando ( per fare un esempio ) ascoltiamo incessantemente delle canzoni di un periodo passato al quale siamo legati, significa che stiamo fuggendo dall' oggi.
    Nella mente, son convinto di vivere nel presente, ma non vivo assolytamente il futuro per neanche un minuto e nella reale realtà, mi accorgo di scivolare spesso indietro, ma solo per nostalgia...
    Roba brutta e difficile sa?

    Ciao Mozzino!! Buon fine settimana a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daniele, nessun segreto: sono proprio del 1983 :)
      Considerato che ho 12 anni fissi, siamo nel 1995: questo per rispondere al tuo commento. Nel senso che anche io amo molto il passato, vorrei anche riviverlo a tratti... ma ho trovato questo modo, per poterlo fare: scrivere e ricordare.

      Moz-

      Elimina
    2. Ed è un bel modo. Tornare indietro non si può, ma possiamo ancora provare a smussare gli angoli di questo presente poco "anni 80-90"

      Elimina
    3. Vero, possiamo. E poi... non vedi quante cose di quell'epoca sono tornate?^^

      Moz-

      Elimina
  21. Grande moz-rassegna attraverso i decenni!
    La DeLorean però adesso riportamela in garage che mi serve. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, ma la mia DeLorean è il Moz O' Clock stesso! Lo vuoi tu? :D

      Moz-

      Elimina
  22. Giorno per giorno Miki. Assolutamente sì'! A volte mi diverte pensare a cosa avrei fatto è come sarebbe stata la mia vita in un'altra epoca. Con una predilezione ai '50. Ma gonne a ruota e tacchi a spillo. Più' chiodo sulle spalle... Uhm mm ma quello è' Grease! No aspetta , anche coroncina tra i capelli, lungo abito da sera di Balenciaga, occhiali da sole che nascondono i bagordi della notte .Una bellissima colazione all'alba di fronte alle vetrine del mio negozio preferito... Uhm mm gia' fatto... Bello, tutto in un attimo e poi? No, la vita è qui ora! Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, punti l'accento su una cosa importante: per quanto tempo varrebbe la magia di un ritorno al passato? Poco, forse. Perché non ci appartiene.
      Ecco perché i miei viaggi nel tempo durano poco: ne prendo solo il lato piacevole!

      Moz-

      Elimina
  23. Yeah! Con quel ciuffo alla Brandon Walsh sei imbattibile!! Hahaha mitico. Io usavo tre chili di lacca e mi facevo la frangia bombata a più piani... priceless :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ricordo che nei primi anni '90 avevo la passione per il gel. Per fortuna durata poco, ecco perché i capelli ancora (r)esistono, seppur pochi e radi!! XD

      Moz-

      Elimina
    2. Allora è vera la leggenda che il gel fa cadere i capelli? Al mio ragazzo non glielo potevano dire prima?!? :)

      Elimina
    3. Ahaha, non lo so se sia vero, ma di certo certe schifezze bene non fanno :p

      Moz-

      Elimina
  24. Vivo nel presente rincorrendo il domani. Mi perdo nel passato, nei meandri della mia memoria. Ciao Moz. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao capo, e benvenuto sul Moz O' Clock!^^
      Anche io amo perdermi nella memoria, ma prima che si perda lei, la fisso qui!

      Moz-

      Elimina
  25. Grande Moz, interpretazioni dei decenni che passano come sempre impeccabile. Il mio rapporto con il tempo direi è positiva (a parte i capelli che perdo). Mi piace il cinema più di ogni altra cosa, dove il tempo lo senti, lo vedi, ci sei dentro, e ho sempre amato film che si interrogano sul tempo. Non solo Ritorno al futuro, ma anche Ricomincio da capo con Bill Murray (e anche la versione italiana con Albanese), un vecchio film di René Clair Accadde domani ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu pensa, io quei film li odio. In compenso, adoro quelli che parlano di incomunicabilità e di condizionamenti sociali, pieni di dialoghi.

      Elimina
    2. I capelli purtroppo sono tarati per diminuire volta per volta... che palle!! :D
      E' vero, Alli... il cinema è una potente macchina del tempo... e Accadde Domani è bellissimo (sin dal titolo)!

      Silvan, esempio?

      Moz-

      Elimina
    3. L'età dell'innocenza e Lezioni di piano, per dire. I protagonisti sono fortemente condizionati, loro malgrado, dal contesto sociale e dall'epoca in cui vivono. Mi interessa molto il tema della volontà dell'individuo distorta dagli individui che lo circondano. Il prezzo da pagare è sempre molto alto e va dall'isolamento all'ostracismo vero e proprio. È il motivo per cui adoro e stimo a prescindere i ribelli. So che hanno pagato un prezzo altissimo per essere quello che sono, anche senza conoscere la loro storia personale. E, per lo stesso motivo, disprezzo i conformisti teorici del compromesso necessario. Che non esiste, se non per i vigliacchi senza palle. Purtroppo, la maggioranza.

      Elimina
    4. Beh sì, è una tematica affascinante.
      La gente che forse è fuoritempo, o addirittura controtempo.
      Una nota (piacevolmente) stonata.
      Ma forse non è necessario soffrire e pagare prezzi alti, io non la vedo così tragica^^

      Moz-

      Elimina
    5. Questione di punti di vista. La limitazione delle possibilità è sempre una tragedia, per quanto mi riguarda. Che sia auto o allo-indotta.

      Elimina
    6. Non è stimolante? In me nascerebbero mille idee per bypassare il problema XD

      Moz-

      Elimina
    7. Dice che è un problema? Io non lo considero tale. È fisiologicamente determinato dall'esistenza di altri umani. Le dice niente il fatto che in paradiso ci stessero solo Adamo ed Eva e tanti animali? Erano in due e hanno combinato un bel casino. Figuriamoci in sette miliardi. Il problema è il prossimo. Se lei sa come risolverlo ne deduco che sia un serial killer. Quanto vuole per sterminarmi 6.999.999.998 persone? Se vuole, può rimanere, ma solo se se ne sta nell'altro emisfero.

      Elimina
    8. Emisfero della luce o dell'oscurità? :)
      Ma dai, ti sono così antipatico? Mi ritieni così ripugnante?
      E pensare che questa pittrice che insegna matematica comincia a starmi simpatica!! ;)

      Moz-

      Elimina
    9. Una pittrice che insegna matematica, bah, che accoppiata poco credibile. Una pittrice filosofa, poetessa o musicista mi sta bene, ma la matematica proprio no. E poi non dipingo. Ho dipinto giardini, non quadri.

      Non è antipatico. È altro da me. E siccome sono lunare, preferirei l'emisfero diurno.

      Elimina
    10. Sei una fiorista?
      Ok, io mi prendo l'emisfero notturo^^

      Moz-

      Elimina
  26. Guarda caso, Moz, proprio stamane ho incontrato un vicino di casa che era andato via da ragazzo una cinquantina di anni fa. Abbiamo parlato di persone che vivevano qui a quei tempi e che adesso "non sono più". Si ricordava perfettamente com'era il rione, le case, le strade, i giochi che facevamo. Era come se per lui una parte del suo tempo si fosse fermata ad allora. Ecco, forse in ognuno di noi c'è quello "spicchio di tempo" che a un dato momento si ferma, poi se ne ferma un altro, e dopo un altro ancora. Ogni tanto uno questi spicchi di tempo ti rincorre e ti raggiunge. È proprio in quel preciso momento che tu ti senti più vecchio...

    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più vecchio, forse... ma permettimi di dire anche "più contento". Pure se si tratta di malinconici ricordi.
      E' vero, secondo me lasciamo degli idealizzati spicchi di tempo dietro di noi: situazioni in cui concentriamo solo il bello.

      Moz-

      Elimina
  27. Mi piace molto il tuo post. Ho sempre avuto un rapporto di amore ed odio col passato, dettato più dalla nostalgia che da altro. Nessun rimpianto, nessun rimorso, forse è anche ancora presto per averne. Solo quella sensazione che ti ricorda che alcune cose non possono più tornare. Ma non è detto che le rivoglia. Non saprei vivere nel presente: di notte sto sveglia a programmare il futuro, di giorno, ad occhi aperti, ho flashback e recrudescenze di non so cosa.
    Insomma, non mi annoio mai con me stessa, eheh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il presente secondo me lo vivi già guardando al futuro e ricordando il passato. Il presente dopotutto è già passato ed è anche futuro, no?
      Però, appunto: nessun rimpianto e nessun rimorso, accettiamo tutto e andiamo annànz!^^

      Moz-

      Elimina
  28. Ti ho già detto che sono affascinata dalle tue foto Vintage :) mi piacciono da morire Moz e poi sono invecchiata da pochissimo anche io quindi posso ritenermi davvero più retrò anche senza capelli cotonati però :) un bacio dal passato Etain :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Etain! :)
      Siamo tutti, dunque, un po' retrò! Ma cosa c'è di male se ciò significa guardare alle cose belle del passato -che ci han fatto stare bene- e tentare di riproporle adesso? Il tempo alla fine è tutto qui^^

      Moz-

      Elimina
  29. Che devo dirti Miki,io vivo giorno per giorno,meglio che non pensi nè al passato nè al futuro.Quando avrai la mia età capirai...Olga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che andando in là negli anni ci si godrà maggiormente il presente?

      Moz-

      Elimina
  30. Che belle le feste a tema! mi fa paura il tempo che passa, ma cerco di non pensarci troppo, penso a star bene nel mio presente!
    Buon weekend:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la chiave giusta per affrontare tutto. Io non ho paura del tempo che passa, però a volte... ammetto che ci penso davvero e dico... "cavolo...!"

      Moz-

      Elimina
  31. Non avverto cesure tra passato e presente; il futuro è attesa, speranza. Invece, lo scorrere del tempo (come "misura") è più problematico, legato a stati d'animo e contingenze. :D

    Ciao Moz! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai fatto venire in mente una cosa: quando ero più piccolo, il tempo sembrava non passare mai. Ricordo che ad esempio avevo appuntamento con qualche amico alle 16, ed erano le 15. Un'ora sembrava interminabile. Un'ora di noia. Quanto tempo sprecato, se ci si riflette.

      Moz-

      Elimina
    2. Sì -_- Hai capito perfettamente quel che cercavo di dire!
      A me è accaduto anche con periodi decisamente più lunghi, un peccato davvero!

      Elimina
    3. Dai, penso si possa sempre recuperare!! :D

      Moz-

      Elimina
  32. Sono un fan marinettiano "futurista", avrei voluto vivere in epoca dada, tra quelle menti rivoluzionarie ancora oggi (pensa che fatica all'epoca..), invece son qui che mi godo il futuro da plasmare e il passato da rievocare mentre il presente mi si scioglie sottomano a forma di commento. Adoro tutti i film spazio temporali, mi sono goduto ieri La teoria del tutto mentre ripensavo a Interstellar e ai mille intrecci che ci vedono di fugace passaggio. Mi sono storto alquanto perché Predestination non viene ancora distribuito in Italia ma lo sarà in futuro. Quel futuro che ricamo attimo dopo attimo con un occhio al passato, per godermi i déjà vu ricominciando ogni volta da capo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, bel commento a suon di tempo.
      La vedo come te... e poi, è vero che ognuno di noi ha le sue personali macchine del tempo. Molti pensano sia fantascienza, o magia. Wormhole, disgregatori molecolari ecc... E invece basta ricordare. Ricordare il passato migliore.

      Moz-

      Elimina
  33. ciao Moz e sì, sono d'accordo con Ispy 2.0: questo post è sti .azzi! Un viaggio nel tuo tempo con le tue leggerezza e creatività che adoro! Per quanto riguarda me sono, vivo, sento, respiro ogni istante del presente, del momento, del qui e ora. Perché il tempo vola e in un batter d'occhio ti ritrovi con un candido capello, una testa e un cuore che hanno l'energia di quando eri bambino ma la carta d'identità dice che hai superato il mezzo secolo da un po' e chissenefrega di ieri e domani :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, quindi confermi anche tu che per assaporare il presente bisogna continuare a crescere! Ma in fondo è vero: più sei piccolo, più pensi al futuro senza goderti il presente, poi... pensi al passato e infine pensi al presente. Sono le tre fasi della vita, credo XD

      Moz-

      Elimina
  34. Sono molto ancorato al passato e sono anche un nostalgico, paradossalmente vivo bene la mia età perché ho sempre la speranza nel futuro. Ciò che accaduto, le vecchie storie, i vecchi costumi, sono cose che mi appassionano molto: ricordare com'eravamo ed ipotizzare quello che saremo e quello che sarà, anche senza di me. Non a caso la storia del mio blog parte da un passato recente che si protrae anche più in la' e poi arriverà nel futuro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi anche tu hai fatto del tuo blog (o della storia che racconti in esso) una macchina del tempo... Perfetto!
      Anche io sono appassionato di passato... ha un fascino incredibile, e io ne sono appassionato specie per quanto riguarda il pop XD

      Moz-

      Elimina
  35. A parte i '50 e i '70, abbiamo vissuto gli stessi anni! ;-)
    Devo ammettere che sono legato al passato, ne parlo anche troppo spesso!
    Però sono anche sempre stato uno che guarda al futuro... senza perdersi nulla del presente ovviamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il passato ha il suo fascino, c'è poco da fare.
      Viverci? No, non credo sia giusto. Ma si pò portare qui nel presente quanto di bello c'era allora...! Certo, il bello è soggettivo, ma anche il viaggio nel tempo è personale!!

      Moz-

      Elimina
  36. Ma queste foto da cosplayer da dove escono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono un cosplayer, assolutamente! :D
      Sono i MikiMoz degli anni '50, '70, '80' e '90 :)

      Moz-

      Elimina
  37. Io vivo nella dimensione del presente e ricordo con amore il mio passato imparando dalle esperienze che ho vissuto, sul futuro non faccio progetti! Mi muovo e cammino e vedremo dove andrò a finire! :D

    Io ho vissuto gli anni '90 ed i 2000 in pieni (ero troppo piccola negli anni '80!) e di entrambe le decadi ho dei bei ricordi d'infanzia e di adolescenza, ma è bello perché rivedo sempre me anche se con diverse sfumature! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, dal passato si impara.
      Oddio, nemmeno sempre, visto che spesso ricadiamo negli stessi errori! XD
      Però, in linea di massima... è così. Viviamoci il presente!

      Moz-

      Elimina
  38. Ma cosa sei bello versione anni 50?
    Vediamo un pò, io ho una concezione di tempo a flusso, come quello descritto da Joyce perciò non esiste passato, presente o futuro e la parola "adesso" ha molteplici sfaccettature.
    Bacioni

    ps: la prossima volta vestiti da Toga party!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, thank Meli!
      Forse ha proprio ragione Joyce... e io dico che il tempo è personale, ognuno crea il proprio flusso, forse^^

      P.s. Il tema della festa non posso deciderlo io!^^

      Moz-

      Elimina
  39. ho riesumato una foto vestita da caramella con tanto di fioccone e ciuffo anni ottanta che di più non potrei vergognarmi.
    no, anzi, il premio vergogna lo vince la foto sulla patente con tanto di permanente che sembravo gloria gaynor (a parziale discolpa va detto che avevo pure 39 di febbre!)

    ecco, una cosa che mi piace del tempo è che ti cambia lo guardo sulle cose.

    se penso ad un'epoca passata una Chigago "bulli e pupe" non mi sarebbe dispiaciuta, anche se su tutte vince sempre, a mani basse, la belle époque parisienne!

    ciò detto, esco dal tempo del sogno e torno nel tempo reale che scorre inesorabilmente ed io devo studiare, preparare il sugo per il pranzo e finire 6 report SEI entro le 18.00 che poi è anche domenica e qui a Milano, di domenica, si prende l'aperitivo e quindi entro le 19.15 devo riuscire assolutamente a rendermi vagamente presentabile.

    Bon courage mes amis, bon courage :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sai che adesso sarebbe cosa buona e giusta mostrare quelle foto XD
      Eh... è una domenica dura, a quanto vedo. E la cosa più dura sarebbe per me proprio fare l'aperitivo a comando XD
      Dai, buona giornata e... buon tempo!!

      Moz-

      Elimina
  40. Risposte
    1. Ahaha, ti piace proprio questa frase!! :D

      Moz-

      Elimina
  41. Sei un po' inquietante nelle tue incarnazioni del passato! Avendo a disposizione una macchina del tempo mentale io preferisco spaziare nel passato andando ben più indietro degli anni '50. Del resto viaggiare (mentalmente) nel tempo è un modo per amplificare il nostro e vivere più vite insieme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, perché inquietante?
      Comunque, se ce ne fosse stata occasione, avrei esplorato fisicamente anche altre annate... non è detto che ciò non avverrà, in futuro. Per il resto, mi godo le epoche remote in altro modo^^

      Moz-

      Elimina
  42. haha! Forte questo post! ^^Dico sempre di avere un'anima antica, forse è per questo che mi sarebbe piaciuto vivere gli anni '50, '60, e '70 . Io purtroppo sono una persona che guarda molto al passato, più che al presente .. lo trovo un rifugio, anche se non è sempre una cosa favorevole. Adoro i tuoi post!
    A presto ... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dream, grazie mille!
      Forse ho anche io un'anima ancorata al passato. Ma a quello idealizzato: perché, per quanto io ami gli anni '80, che pure in parte ho vissuto, non credo fossero tutti rose&fiori, anzi. Però ne abbiamo un ricordo particolare, pop... e su quello ci basiamo. Idem per le altre epoche. Ecco perché penso sia meglio prendere il bello e declinarlo all'oggi. Che poi, tutto torna, sempre e comunque... ;)

      Moz-

      Elimina
  43. bel tema caro fratellastro e altrettanto belle domande.
    Io cerco di vivere il presente anche se è difficile farlo perchè il presente è sempre colmo di ricordi legati al passata e voglia di scoprire il futuro, pianificare, progettare.
    Se potessi però viaggerei nel tempo e lo farei per vivere tutte le le cose importanti che mi sono persa.
    p.s. sempre circondato da belle donne. cambi tempo, ma tu non cambia mai nonostante l'abito diverso ;P ahuahuahau scherzo!!!
    buona domenica fratellastro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, è un caso, giuro! Mi sono accorto solo ora che ho messo foto dove sono in compagnia di ragazze!! XD
      Comunque, sarebbe bello tornare a vivere le belle cose che ci siamo persi, ma sarebbe giusto? Me lo chiedo sempre.
      E ciò, poi, non cambierebbe quel che siamo ora? Chissà...^^

      Moz-

      Elimina
  44. Per me il passato è passato.. ogni tanto gli do un'occhiatina ma cerco di non darci troppo peso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, una donna protesa al futuro!! :D

      Moz-

      Elimina
    2. Più che dal futuro credo di essere presa dal presente anche se resta qualcosa di praticamente inesistente!

      Elimina
    3. Il presente, dopotutto, è già passato e già futuro^^

      Moz-

      Elimina
  45. Non parliamo di tempo, che oggi compio gli anni (e divento sempre più vecchio)!
    Forse sto bene dove sto :)

    PS: belle le foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza, Marco... AUGURONI! :)

      Moz-

      Elimina
  46. Io? Perennemente nel passato.
    Tutto quello che faccio e che costruisco per il mio futuro lo faccio in funzione di quello che ho vissuto nel passato.
    Eternamente nostalgica ed anacronistica col rischio di essere "fuori tempo",per gli altri, ma è il mio equilibrio oramai consolidato.

    Buona giornata Mic-
    Enza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, cara Enza... se è il tuo equilibrio, allora va bene! Significa che stai bene! :D

      Moz-

      Elimina
  47. Eccomi nel tuo passato post. "Questo rende possibile viaggiare nel tempo... il flusso canalizzatore!" E come per Ritorno al futuro, adesso vado nel tuo futuro post.
    Ho trovato il modo di viaggiare nel tempo. Potrei andare e poi tornare :D Buona settimana Moz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, potrebbe essere proprio questa la chiave.
      Un blog permette di viaggiare facilmente nel tempo, basta leggere e commentare cose del passato per poter rivivere quei momenti^^

      Moz-

      Elimina
  48. Santo cielo! quelle epoche le ho proprio vissute tutte in pieno, inevitabile quindi non voltarsi ad osservare il passato.
    Nata negli anni 50,infanzia anni 60, adolescente anni 70, genitrice anni 80 e 90....
    gioventù? ORA!
    l'epoca della maturità? A sentire mia madre MAI, non approfondiamo!
    Il mio passato me lo godo tutto quanto ma ancora di più il mio presente, il futuro mi è sempre venuto incontro fino al giorno che si stancherà di farlo.
    Un salutone MOZ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, la vedo come te! E abbasso la maturità a tutti i costi!! :D
      Goditi la gioventù di adesso, perché è quella sicuramente più bella e completa^^

      Moz-

      Elimina
  49. Hai dimenticato il quarto tempo... i momenti che potrebbero. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ma potrebbero solamente o... si concretizzano? ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Potrei spiegartelo con un po' di fisica... ma poi temo che impugnereste torce e forconi urlando "prendete lo stregone!" :P

      Elimina
    3. Qui certe materie sono BANDITE! :p

      Moz-

      Elimina
  50. Io sono una di quelle che pensa così tanto al passato e al futuro, da non godersi NULLA del presente... Già non è che ci sia granché da godersi, ma quel poco che potrei non riesco ad annusarlo, ad amarlo... E la cosa peggiore è che è sempre stato così... Pochi giorni fa ero a letto con l'influenza e ho trovato dei cd di backup (si, non ho ancora un disco esterno perché non mi fido tanto, per esperienza) e dentro c'erano video di quando avevo dai 16 ai 19 anni circa... Beh ero felice... Ero felice e non lo sapevo!!! Lo so ora, ma a cosa serve? Ormai quei momenti sono passati, non torneranno più, e io stupida non li ho apprezzati quando potevo...
    In ogni caso mi sarebbe piaciuto nascere in un'altra epoca... Sarei voluta nascere intorno al 1950, per vivere la mia gioventù negli anni 60-70...
    E invece mi è toccato un misero 1990, che culo!

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, hai vissuto pienamente gli anni '90, però! :D
      Anche io ho dei cd backup dati, e ogni tanto mi capita di guardarne il contenuto. Cosa trovo? Un periodo forse inconcludente, come quello descritto nel mio ultimo post... Però anche gioia. Ieri ricordavo con un amico le serata di 8-9 anni fa... molto più spensierate, ma sempre a puzzle che si sfasciano.
      Meglio goderci il presente, sì^^

      Moz-

      Elimina
  51. Nessuna ancora al passato (ho pure la memoria corta!) qui e ora e futuro che non c'è sono il mio orizzonte. Però il passato c'è perchè ne vivo gli effetti...
    Baci <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, il passato sono gli effetti del presente che si fa già futuro! E' proprio così^^

      Moz-

      Elimina
  52. io avrei voluto vivere negli anni 20 al tempo del proibizionismo, poi negli anni 70 e vivere l'epoca dei figli dei fiori e più indietro all'inizio del 900 ^_^ ora cerco di vivermi il presente più che posso senza farmi angustiare dal futuro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli anni '20 sarebbero piaciuti anche a me, lo ammetto!! :)
      Il presente però... è ciò che davvero voglio vivere, e cazzo, voglio farlo a moccicate XD

      Moz-

      Elimina