> come finisce #LadyOscar



Come finisce?
Una rubrica che rivela i finali di serie cult, titoli ormai entrati nell'immaginario collettivo. Opere popolari, opere che tutti hanno sentito nominare, opere che se non avete visto... non recupererete mai nonostante le migliori intenzioni!
Riscopriamo assieme gli ultimi attimi di una serie: perché il finale è sempre diverso da come lo ricordavamo.

Oggi qui per voi il finale della serie animata Lady Oscar, La Rosa di Versailles!

L'OPERA IN BREVE
Oscar François De Jarjayes viene allevata come un maschio e a quattordici anni è scelta per proteggere personalmente la nuova regina di Francia, Maria Antonietta. Tra intrighi e scandali a corte, Oscar scopre l'amore, mentre fuori da Versailles si agitano i fuochi della Rivoluzione. André Grandier, da sempre innamorato di lei e solo in ultimo ricambiato, si mette dalla parte del popolo. Presto anche Oscar, da tempo malata di tisi, si accomiata dalla sua amata regina decidendo di sostenere la causa dei parigini...


Più triste di un lacrimarello-movie con Merola, l'epico finale della storia di Oscar comincia proprio con la dipartita dell'eroina francese.
Messasi alla testa dei cannoni della rivoluzione, ordina di sparare contro la Bastiglia, ma è facile bersaglio dei fucili nemici che la crivellano di colpi.

Oscar cade colpita dal fuoco nemico
Il suo ultimo pensiero è per l'amato André, deceduto il giorno prima, colpito al petto da un proiettile vagante.
Oscar raggiunge così l'uomo che ha capito di amare solo nel terzultimo episodio della serie, come tragedia comanda.
E' il soldato Alain a prendere il comando dei cannoni, e un'ora dopo la Bastiglia cade.

l'ultimo pensiero di Oscar è per l'amato André

La vicenda si sposta di cinque anni nel futuro.
Alain, ritiratosi su un promontorio, si è messo a zappare la terra. Un giorno riceve la visita di Bernard e Rosalie, due vecchi amici di Oscar e André presenti anch'essi nei concitati momenti del 14 luglio 1789.
Bernard intende scrivere un instant-book sulla Rivoluzione, e vorrebbe inserirci anche le figure di Oscar e André.

Alain, Bernard e Rosalie commentano la Rivoluzione

I tre ripercorrono i fatti accaduti dopo la presa della Bastiglia, con la famiglia reale costretta a lasciare Versailles e il Conte di Fersen che, mai dimenticata la sua Maria Antonietta, prova a salvare lei, suo marito e i suoi figli dalla rabbia del popolo, salutando poi per sempre la regina. La fuga sembra riuscire ma poco dopo i fuggiaschi vengono sgamati, e Maria Antonietta guadagna una lunga chioma bianca a causa dello spavento. Saint-Just e Robespierre non sentono ragione: per i nobili ci vuole la ghigliottina, punto.

Fersen saluta per sempre Maria Antonietta, suo unico amore

Luigi XVI viene giustiziato e presto tocca anche alla regina. Qui entra in scena Rosalie, che confida ad Alain come sia stata vicina a Maria Antonietta nei suoi ultimi giorni di vita. Tra una pettinata e una partita a carte, le due hanno avuto modo di parlare a lungo della loro defunta amica Oscar.
Appena prima di salire sul patibolo, la regina ha donato a Rosalie una rosa di stoffa bianca, realizzata pensando proprio a Oscar, chiedendo alla ragazza di colorarla con la sfumatura preferita dalla gloriosa comandante della Guardia Reale.

Maria Antonietta dona a Rosalie la rosa bianca

Rosalie si rende conto che in tanti anni di amicizia non ha mai chiesto a Oscar quale fosse il suo colore preferito, ma nemmeno Alain saprebbe ora come aiutare la ragazza, rispondendo che André avrebbe detto di lasciare in bianco la rosa di stoffa.
E così sarà.
Con una inquadratura che si allontana dall'alto, il narratore ci fa sapere che anche Saint-Just e Robespierre sono rimasti vittime della ghigliottina e che Fersen è stato linciato in Svezia.
Happy end d'antologia, praticamente.

Alain, Bernard e Rosalie nell'inquadratura finale

MA...


In Italia il successo di Lady Oscar non accennava a fermarsi. L'eroina protofemminista aveva fatto breccia nel cuore di molti, così nel 1983 vede la luce grazie a Fabbri Editori un romanzo dal titolo Il Ritorno di Lady Oscar. In questa storia assolutamente inventata e non ufficiale, si racconta di come Oscar sia sopravvissuta alla Rivoluzione e dopo aver incontrato ancora Fersen e pure Napoleone, decide di partire per l'America.
Certamente.

ANCORA MA...


E' Lupin III a omaggiare la storia di Oscar e André nell'episodio Folle amore a Versailles, in cui sfida la donna per rubare la corona reale. Oscar, alla fine, beve una pozione segreta che la pietrifica accanto all'amato André.

Lady Oscar vs Lupin III


Le immagini dell'articolo sono tratte dalle serie tv Lady Oscar e Lupin III, disponibili in dvd grazie a Yamato Video.

Se ti è piaciuto, leggi anche
Come finisce Dragon Ball

171 commenti:

  1. Ma solo a me non piaceva questo cartone?xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, secondo me anche altri diranno che non lo amavano, vedrai^^

      Moz-

      Elimina
    2. Non potevo mancare.. ;)) Ghigliottinatelaaaaaa!!!

      Elimina
    3. Idem! Credo di aver visto in tutto 3 puntate. Però amo la sigla italiana originale :D

      Elimina
    4. Franco, ahaha! Citazione disneyana^^

      Poiana, io l'ho conosciuta con la prima sigla ma ritengo quella Mediaset superiore come serietà :)

      Moz-

      Elimina
  2. a sto punto aspetto i finali di Georgie e Candy Candy. :-P
    Scherzi a parte, finale splendido, per quel che mi riguarda.
    Hai dimenticato di citare il film per la Tv di Lady Oscar, che non era neanche malaccio.
    Il Cross Over con Lupin è una delle mie puntate preferite dell'anime di Arsenio.
    Che dire: ottima idea quello di un post sui finali, spero abbia un proseguo. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Georgie, più in là, è previsto :)
      Quindi sì, la rubrica continuerà, ed è pensata per avere un riscontro a medio-lungo raggio piuttosto che nell'immediato: non mi aspetto molte interazioni, ma voglio vedere se otterrò -nel tempo- qualche visita in più XD

      Moz-

      Elimina
  3. Lady Oscar e'senza dubbio il mio cartone animato preferito...conosco ogni puntata a memoria! ora lo stanno trasmettendo la mattina presto a italia1...mi e'capitato di vedrerne qualche puntata e anche se ho superato i 30 anni, mi affascina ancora come quando ero bambina!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me Lady Oscar! E' il mio cartone preferito... premesso che ha una regia di alta classa, un character design da paura, musiche impressionanti... è proprio una storia bella e potente^^

      Moz-

      Elimina
    2. Io so' cresciuto a Wile E. Coyote e Road Runner.. capisci a me... anni luce avanti... ;)

      Elimina
    3. Sì ma io parlo di serie animate! Tra i cortometraggi animati anche io amo i Looney Tunes ma ancora di più i Disney o Tom & Jerry :)

      Moz-

      Elimina
  4. Io mi ricordo pochissimo, ero molto piccola e sapevo solo che quando qualcuno iniziava a tossire e il fazzoletto si macchiava di sangue la fine era vicina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, madonna che ansia le scene così! Che poi Oscar comincia a tossire sangue da metà serie!! Oo

      Moz-

      Elimina
  5. Scusa,ma questo finale l'hai visto solo tu???? :-D io non me recuerdo. :-D e neanche l'omaggio di Lupin, che pure seguivo. Mah...mistero ....:-D bello questo viaggio nel ricordo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, come ho scritto nell'incipit, "il finale è sempre diverso da come lo ricordavamo", ed è vero! Magari tutti ricordavamo che Oscar moriva, ma come vedi... c'era tutta un'altra puntata :)

      Moz-

      Elimina
  6. Maledetta Oscar... Come rovinare la psiche di una fanciulla in fiore ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, so che è stato un vero pugno emotivo per tutte le ragazzine dell'epoca^^

      Moz-

      Elimina
    2. Perché rappresenta un modello femminile fortissimo, mascolino, determinato.

      Moz-

      Elimina
    3. Sicuramente un prototipo di travestito.
      Ma non fu nemmeno il primo, nell'animazione: la Principessa Zaffiro, di Tezuka, fa la stessa cosa^^

      Moz-

      Elimina
    4. Ahahah prototipo di trans. Grande Franco.

      Elimina
  7. Già che ero allegra stamattina... tu mi ricordi anche il finale di Lady Oscar!
    Quanto ho pianto! Beh, addirittura pianto, no... perché io sono sempre stata un cuore di ghiaccio... però ci sono rimasta piuttosto male. E, nonostante ciò, ho riguardato la serie più volte ^^"
    Non sapevo, invece, dei due "finali alternativi".

    Rimane comunque un cartone a cui sono particolarmente affezionata. Anche perché (dato che sono sempre stata e sono tutt'ora un maschiaccio) le persone che mi conoscono mi hanno paragonata a tutte le possibili eroine letterarie e cinematografiche che si vestono o si comportano da uomo, tra cui anche a Lady Oscar :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, penso sia una grande cosa, per una ragazza, essere accostata a Oscar! :D
      Comunque, sì... gli ultimi tre episodi sono davvero da criminali... muore André, muore Oscar, muoiono Maria Antonietta e Fersen Oo

      Moz-

      Elimina
  8. Oh grazie Moz, almeno so com'era 'sto cartone. Io lo odiavo. Detestavo lei e tutti quelli che le ruotavano attorno. Ma almeno, ora, potrò parlarne ahaha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, puoi fare compagnia a Paola del primo commento XD
      Come mai la odiavi??

      Moz-

      Elimina
  9. Il più grande trauma della mia infanzia! Al di là del fatto che adoro il personaggio di Oscar, questo cartone ha allevato generazioni di bambini con un'infarinatura di storia (i fondali sono spesso pessimi, nel senso che presentano una Parigi post napoleonica, ma i fatti storici narrati nel cartone sono sostanzialmente esatti) e la consapevolezza che può anche non esserci il lieto fine.
    Due cose che a questa generazione di bimbi mancano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ci sono delle inesattezze storiche per quanto riguarda la Parigi riportata nell'opera. Tipico di storie così, anche Il Gladiatore, ad esempio, presenta lo stesso problema.
      Quoto tutto quello che dici, una volta i cartoon erano davvero più maturi e duri, oggi sono quasi tutti affogati nell'ottimismo più smielato.

      Moz-

      Elimina
    2. dissento...i cartoni di oggi hanno molto meno cliché di quelli dell' epoca.
      Anzi alcuni, rispecchiano fin troppo la realtà, con una massiccia carica di violenza, di gruppi di mostri (etnici?) che non fanno altro che combattersi
      per la supremazia sul mondo o su mondi e pianeti diversi.

      Elimina
    3. Moz, devo ammettere di dissentire anch'io. Devo ammettere che anche ai giorni nostri ci sono cartoni che fanno satira in maniera arguta, come Gumball che tratta temi come il bullismo o i social media o Adventure Time che è ambientato in un mondo post-apocalittico, dopo una guerra nucleare che ha distrutto praticamente del tutto la razza umana (l'unico umano rimasto è Finn, e anche un altro personaggio.. -che non è il maggiordomo, nel caso tu voglia saperlo- xDD). In Adventure Time si vedono spesso residui bellici, in un episodio c'è una coppietta morta e rimasta seduta in un divano nel fondo dell'oceano e in un altro episodio c'è un biscotto maschio che si crede una principessa e siccome non è accettato, vuole suicidarsi.
      Poi ci sono anche cartoni animati come Callie Sceriffa del West (cartone che ho adottato per recensirlo nel bene e nel male), che da una parte hanno violenza slapstick, dall'altra parte sono troppo buonisti (i buoni vengono perdonati anche se fanno azioni cattive, ma un buono non può permettersi di fare tutto quello che gli passa per la testa, ed è giusto spiegare ai bambini che c'è un po' di grigio in tutti noi).

      Elimina
    4. Sì, S. e Petralia, si parlava in generale.
      Oggi francamente noto l'assenza di opere pop simili a Ken il Guerriero o via dicendo. I cartoni di oggi o sono cult e relegati su reti minori, o sono spot coloratissimi per oggettistica e giocattoli.
      Poi sì, ci sono i cartoon con tematiche più adulte, ma non sono più tanto quelli che si rivolgono ad una platea vasta come succedeva tempo fa :)

      Moz-

      Elimina
    5. Capisco, nessun problema! xD
      Di anime non saprei dirti cosa c'è di buono di nuovo, a parte Miyazaki (che comunque ha smesso nel 2013 o l'anno scorso) e i film di Satoshi Kon (Tokyo's Godfathers e Perfect Blue sono quelli che ho visto).
      Per il fatto dei cartoni cult, ti do ragionissima: BOING e Cartoon Network sono due reti minori, e trasmettono un sacco di cartoni cult. Poi c'è My Little Pony che cade a metà tra il cult e lo spot coloratissimo, essendo un'ibrido dei due generi. E Littlest Pet Shop è uno spot caruccio ma sconsigliato a chiunque sia munito di cromosoma Y.
      Per quanto riguarda i cartoni USA per adulti, I Simpson ormai sono caduti nella melma più totale e i nuovi episodi vanno bene solo da guardare a pranzo o mentre si è occupati in qualcos'altro, I Griffin sono come My Little Pony e Spongebob, ovvero cartoni OK in mancanza di meglio, American Dad è figo anche se a volte spinge troppo sullo humor nero e Bob's Burgers l'ho visto solo una volta e mi ha seriamente inquietato (umorismo escatologico in un cartone da adulti).
      Okay, ora smetto di tediarti con queste cose amene xD

      Elimina
    6. Mio Mini Pony si è rovinato da morire, mi è capitato di vedere immagini odierne e non ha nulla a che vedere con il cartoon anni '80!
      Comunque mi riferivo a tutti quei cartoon che c'erano in tv una volta... paragonati alle serie popolari di oggi, erano una spanna sopra anche come tematiche e potenza visiva.
      La violenza di un Uomo Tigre o Kenshiro non si ritrova certo nei Pokémon, BeyBlade e via dicendo... solo questo^^

      Moz-

      Elimina
    7. Mai visto il cartone anni '80 dei Mini Pony, ma mi piacciono un sacco i disegni dei vecchi pony cicciottelli e cicciosi. Quelli nuovi all'inizio sono carini, poi ti accorgi che sono tutti fatti sulla stessa base (per non parlare di quelli di sfondo, riciclati). Il cartone è carino, per me, ma non è niente di troppo eccezionale.
      Per la potenza visiva concordo! La colorazione tradizionale è molto meglio di quella digitale
      Beyblade mi piaceva da piccola (solo la prima e la terza serie), forse rivedendolo adesso lo troverei una schifezza :(
      Pokèmon è un'occasione sprecata come anime, forse all'inizio si poteva capire il successo (era una novità), ma dopo 800 episodi e passa...è un Beautiful per bambini. però alcuni film della serie meritano e i videogiochi, devo dirlo, sono meravigliosi ;)

      Elimina
    8. Siamo proprio di generazioni diverse...! :D
      Tu sei esperta e si vede, e molte cose le conosci (o le hai addirittura recuperate), ma fidati se ti dico che molti tuoi coetanei sono cresciuti con effettive schifezze, perdendosi grandi titoli popolari dell'animazione... Pensa che adesso manco esiste più la striscia pomeridiana di animazione!! :(

      Moz-

      Elimina
    9. Grazie :3
      Quella cosa delle schifezze è vera, anch'io credo di averne viste un bel po' da piccola (dicono che Totally Spies fosse terribile e ripetitivo e anche la Disney aveva prodotto alcuni cartoni così così come The Replacements, poi c'è sempre l'anime dei pokèmon, che come serie ormai ha perso credibilità. Conoscendomi, se fossi stata una 21enne nel 2000, l'avrei guardato per curiosità, però ora come ora, quell'anime non si può vedere proprio, è privo di credibilità -non nel senso che un mondo popolato da mostri con poteri esista, ma nel senso che c'è un protagonista che verrà sempre ingannato da tre criminali idioti, che non vincerà mai...finchè i creatori dei Pokemon non sapranno più sfruttare i videogiochi). Anche le sit-com per ragazzi della Disney se le riguardassi, credo non mi direbbero più niente.
      Comunque vedendo il tuo post sui cartoni, mi sono accorta che l'unico che conoscevo bene era Ducktales (e che ho visto al 100%, tutti e 100 gli episodi).
      Per quanto riguarda la striscia pomeridiana d'animazione, dovrebbe tornare anche per me...i canali per ragazzi odierni ripetono sempre le stesse cose, un po' di varietà non farebbe male. Intanto, su Italia 1 hanno rimesso i cartoni la mattina. Mentre su Rai 2 il sabato ad orari impossibili facevano i cartoni prescolari (ma quale bambino può alzarsi alle 7 a vedere Jake il pirata e Sofia la principessa?!?), poi li hanno rimossi (grazie, nessun bimbo li guarda)...sarebbe bello tornasse un Disney Club per ragazzi delle medie, una mia amica di Milano ci aveva partecipato nel 2002 ;) Lei aveva quasi 11 anni, io 8 ;D

      Elimina
    10. E' che pare proprio sia cambiato il panorama generale.
      Ma i vecchi prodotti attirano sempre, e secondo me un Disney Club fatto di Ducktales, due cortometraggi, un cartoon moderno + tutti i vari giochi... farebbe ancora successo.
      Idem per Bim Bum Bam... per ora sono tornati i cartoon alla mattina, ma manca qualcosa che faccia da collante. E anche qui, dico: un mix di passato e presente andrebbe bene^^

      Moz-

      Elimina
  10. Si odia e si ama questo cartoon, ma c'è poi la via di mezzo?
    In Francia non è stato così, purtroppo. Niente mezze misure nella storia.
    Baci Miki.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo amo, so solo questo. In Giappone il fumetto è addirittura tra le letture consigliate in ambito storico nelle università (in effetti il fumetto è davvero molto più accademico, nel volume finale sono riportate pure le lettere di Maria Antonietta...)^^

      Moz-

      Elimina
  11. Scusa Miki, volevo aggiungere che la versione musicale per me migliore è:

    Lady Oscar (Versailles no Bara) di Riccardo Zara.
    Cantata da: I Cavalieri del Re. Anno: 1982

    Ribaci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella canzone, francamente, io non la sopporto molto.
      Fa sembrare ridicola Oscar, descrive la storia come fosse una cazzata.
      La sigla Mediaset invece restituisce epicità e serietà all'opera:
      "nell'azzurro dei tuoi occhi c'è l'arcobaleno, chi lo sa se un giorno poi tu l'attraverserai: dovrai riuscire, sai, a non cambiare mai"
      rispetto a:
      "Oh Lady Oscar, tutti fanno festa quando passi tu (ma quando mai?), come un moschettiere batterti sai tu!" :D

      Moz-

      Elimina
    2. Guarda che è vero.
      In alcune puntate, siccome lei era considerata un uomo, le donne l'adoravano e stravedevano per lei. E poi sapeva battersi molto bene.
      I nostri punti di vista sono diversi, pazienza.
      Ciao MIki.

      Elimina
    3. Sì, so che veniva adorata dalle dame a corte, ma è proprio il modo in cui sono descritte le scene che mi sembra molto puerile, specie se accostato al tenore dell'opera. Io amo i Cavalieri del Re, ma tra le due sigle di Oscar preferisco quella Mediaset, che ritengo molto più matura... ;)

      Moz-

      Elimina
  12. Ma te come lo hai recuperato questo cartone che non hai l'età?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così cult che viene replicato praticamente ogni anno, da quando sono nato ad oggi (stamattina è appena andato in onda un episodio). Poi, è il mio cartoon preferito, ho i dvd^^

      Moz-

      Elimina
    2. A me sembrava noiosissimo all'epoca

      Pensa adesso

      Elimina
    3. Adesso potrebbe appassionarti^^

      Moz-

      Elimina
    4. Non credo proprio. Meglio Ken il guerriero

      Elimina
    5. Francesco: apparirà anche lui qui su questa rubrica^^

      Franco: sai che sta per tornare, in episodi tutti ambientati in Italia?

      Moz-

      Elimina
  13. Un cartone ambientato in una delle tappe importanti della storia mondiale.
    Saluti a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Una delle pagine che hanno stravolto la Storia.

      Moz-

      Elimina
  14. grazie Moz che mi permetti di svagarmi un po'!!!
    Lady Oscar è uno tra i miei cartoni animati preferiti... l'ho amato sin dalla prima messa in onda!!! Il nostro prof di storia delle superiori era un cane, ma grazie all'anime qualcosa in più riuscivo a ricordarmi di tutta l'intera vicenda! Del seguito in cui Lady Oscar incontra pure Napoleone non me ne ricordo, la puntata di Lupin invece sì!! Aggiungo poi che dovrei aver visto anche il film fatto con attori inn carne e ossa per sfruttare il successo mediatico della serie... inutile dire che è una cagata pazzesca.. chissà in quale tra i miei 24616 dvd è andato a finire!!?? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà il film è stato fatto appena precedentemente, ma in Italia è arrivato dopo e han richiamato i doppiatori della serie tv.
      Comunque, spesso Lady Oscar ha salvato anche me per quanto riguarda le interrogazioni di storia :)

      Moz-

      Elimina
    2. ops.. non lo sapevo che il film era stato fatto prima!! grazie della correzione! Io mi ricordo solo dei terribili boccoli biondi che aveva la protagonista... brr!

      Elimina
    3. Sì, è stato realizzato sempre nel 1979, ma qualche tempo prima della serie tv (che io sappia). L'attrice coi boccoli è nientemeno che la McColl, che da noi ha avuto un certo successo nei cosiddetti B-movies :)

      Moz-

      Elimina
  15. A me Lady Oscar non piaceva da piccola perchè non riuscivo a capire come una donna potesse avere un nome da uomo... ho iniziato ad apprezzarlo qualche anno dopo (durante l'università) quando diventò un appuntamento fisso per me e le mie coinquiline... Comunque riguardo al post ti dico che mi è piaciuto un sacco! ;) Ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Natascia, ciao e benvenuta a bordo!^^
      Grazie mille, contento che il post ti sia piaciuto e spero ti piaceranno anche gli altri appuntamenti di questa rubrica! XD
      Vero, è sicuramente un cartone che si apprezza maggiormente da adulti!

      Moz-

      Elimina
  16. Risposte
    1. ..ecco.. era una delle prove dell'esistenza di Dio... aggiornate!!!

      Elimina
  17. Quante cose che sai Moz! Io ho un vago ricordo della morte di Oscar, ma non ricordavo quel sequel made in Italy!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la mia serie animata preferita ;)
      Il sequel made in Italy l'ho scoperto su un monografico italiano che analizzava l'opera in ogni frangente.

      Moz-

      Elimina
  18. Mi piace molto questa nuova rubrica! Sai che ho visto l'ultima puntata di Lady Oscar diverse volte ma non sapevo che finisse così? O meglio, mi ricordo la morte di lui e lei e basta, non ricordo il resto. Non ho capito cosa intendi quando dici che Maria Antonietta si è guadagnata la chioma bianca per lo spavento o.O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma infatti so bene che sono pochissimi i dettagli che ci restano impressi nella memoria. Ecco perché voglio ricordare con voi i finali delle serie più famose, ripercorrendone le scene^^

      Su Maria Antonietta: praticamente Fersen, che non aveva mai dimenticato la donna, appurato delle condizioni dei reali di Francia, decide di partire per Parigi. I due amanti si rivedono, e Fersen organizza una fuga per Maria Antonietta, Luigi XVI e i loro figli. Travestito da cocchiere, riesce a portarli fuori città, poi saluta per sempre Maria Antonietta e torna in patria.
      Ma i reali subito dopo sono scoperti e riportati a Parigi. Durante questo viaggio, a Maria Antonietta vennero tutti i capelli bianchi per la paura, perché continuamente in balia del popolo inferocito.

      Moz-

      Elimina
    2. Non ricordavo la scena in Lady Oscar quando lo studiai alle elementari, ti giuro che quando la maestra ci spiegò questa cosa rimasi quasi shockato. Ricordo perfettamente, come fosse oggi, la pagina del libro e il dipinto correlato al paragrafo... Oo

      Moz-

      Elimina
    3. Ah ma te l'hanno spiegato, non l'hai capito solo guardando il finale quando eri piccolo D: pensavo di non esserci arrivata io visto che ero solo una giovine marmocchia!

      Elimina
    4. L'ha raccontato la maestra spiegando la lezione di storia.
      Ma nell'episodio finale la scena viene perfettamente descritta dal narratore... dev'essere stata una cosa davvero epocale!

      Moz-

      Elimina
  19. IO, patita, di serie tv, mi sono lasciata prendere dalla curiosità e così ho cercato se la serie esiste in streaming, devo davvero essere diventata pazza. C'è!
    Non mi ha mai attratta, a differenza degli altri cartoni guardati dai miei figli questa proprio non riuscivo a seguirla, e dire che i ragazzi me lo dicevano che era interessante.
    Nel cercare la serie mi sono imbattuta nell'unica (?) scena censurata in italia.
    E' pure stata censurata... ma tu lo saprai già sicuramente!
    Ciao Moz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in Italia ci sono state piccole censure, nei primi anni '80, che sono rimaste anche oggi perché irrecuperabili. Una è la scena di Rosalie che credendo Oscar uomo, si getta ai piedi della sua carrozza per prostituirsi. In Italia parte della scena è stata modificata, e il dialogo restante alterato.
      Un altro dialogo alterato è quello del pensiero del pittore che intuisce la gravità della malattia di Oscar: in italiano non viene detto che deve sbrigarsi a ultimare il dipinto.

      Le altre censure sono più cose degli anni '90, che di volta in volta hanno tagliato nudi, scene d'amore, scene di sangue e via dicendo. Però l'edizione in dvd è fedele alla primissima edizione italiana, quindi con pochissime alterazioni audio/video. Inoltre, contenendo l'edizione originale, attraverso i sottotitoli è possibile gustarsi le scene nella loro interezza^^

      Moz-

      Elimina
  20. Lady Oscar...Versailles no Bara...Le rose di Versailles. Devo ammettere che l'anime non ho mai avuto occasione e...ahimè, voglia di vedere, in lingua italiana. Non perchè avessi pregiudizi sul prodotto, ma perchè se so che un'opera è censurata, mi passa la voglia di vederla. So che mi odierai per questo, però io un cartone/film/fumetto ho bisogno di godermelo integralmente, sennò è come se mi fossi persa qualcosa per strada...comunque, sapevo che l'ultimo episodio era inedito in Italia (almeno in TV), quindi ho chiesto a una mia amica perchè, e lei mi ha detto appunto che a Lady Oscar hanno sparato, quindi ho subito pensato "ecco perchè non volevano traumatizzare i poveri bambini italiani!" (io sono contraria alla censura, sia ben chiaro, però certa gente è bigotta e di mentalità ristrette). Però, arrivando alla fine di questo ottimo post (ottimo perchè soprattutto racconta la trama in modo molto chiaro e senza perdersi in fronzoli), ho visto che la serie è edita da Yamato in DVD, quindi mi auguro che sia priva di censure e integrale in quella versione, come Pollon.Tra l'altro, la mia amica ha il manga, non so se l'abbia riportato a casa sua in Puglia (spero vivamente di no), però ho visto che il manga è in una bella edizione rosa e curata, quindi prima o poi le chiederò di scroccarglielo.
    P.S.: lo sai che Lady oscar in Giappone all'inizio è stata un flop? In alcune prefetture l'avevano tolto dalla programmazione TV [fonte Settimana Enigmistica]
    P.S. II: qualche anno fa, girava una rivista chiamata CARTONI, nel numero di Settembre 2010 c'è un'intervista alla creatrice di Lady Oscar. L'autrice in particolare criticava l'eccessivo buonismo dei film Disney e diceva che la vita reale è molto più complessa ed è giusto spiegarlo ai bambini. Ti dirò, sono d'accordo con lei, e, se da una parte penso che il lieto fine sia d'obbligo nei film Disney, a volte vorrei che l'eroe uccidesse direttamente il cattivo e che il cattivo non cadesse dall'alto. Quindi vorrei un eroe non senza macchie e senza paura, ma con qualche macchia e qualche responsabilità ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, a dire il vero questo episodio non è inedito in Italia, anzi!
      Non è stato censurato nulla se non pochissimi dettagli (che ho elencato in un commento qui sopra), di certo non han tagliato il finale!
      La tua amica si riferisce ad un episodio che l'Italia non ha mai acquistato né doppiato, che è semplicemente un episodio riassuntivo dell'intera serie :)
      Il fumetto scende più nel dettaglio e a volte presenta molti particolari storici ricercati, ma il cartoon è a mio avviso più potente.
      So che in Giappone fu un flop, e poi grazie alle repliche (anche dopo qualche anno!) ebbe il meritato successo.
      Nei flm Disney pretendo il lieto fine esattamente come pretendo il bacio finale tra Diabolik e Eva :D

      Moz-

      Elimina
    2. grazie mille per le info ;) Mi stai invogliando a vedere la serie. La perdita dell'episodio riassuntivo allora non è tutta questa grande perdita (io detesto i clip show in generale, tranne per gli interstitials).
      Hai anche comprato i DVD di Lady Oscar?
      Ah, Diabolik ed Eva! Ho letto solo tre volumi di quel fumetto, quelli editi da Panorama, ma li ho adorati...dovrò recuperarne altre di quelle storie <3 Mio padre ne aveva un sacco di numeri di Diabolik da piccolo

      Elimina
    3. Diabolik è, assieme a Berserk, il mio fumetto preferito. Lo leggo da almeno 22-23 anni e non mi stanca mai!!^^
      Sì, ho alcuni dvd di Oscar (l'immagine che apre il post è una foto realizzata da me) ma devo comperarmi il box, prima o poi!

      Moz-

      Elimina
    4. da me a Trieste c'è un negozio di DVD e CD strafornito, hanno anche alcuni cofanetti di anime...chissà se otterranno mai Lady Oscar, potrei prenotarlo

      Elimina
    5. Diabiolik e Berserk... ma come si fa?!?.. qui non riesco a seguire Mozzino. Un capolavoro (il secondo) con una trashata montalbanosa (il primo). E' proprio vero che de gustibus.. non sputazzella.. ;)

      Elimina
    6. Petralia, sicuramente è disponibile. Per inciso, il cofanetto di Oscar, assieme a quello della prima serie di Lupin III, sono stati i primissimi dvd della Yamato Video (roba di anno 2000)^^

      Franco, che dire... uno mi piace perché assolutamente popolare, italiano, all'avanguardia (nello stesso anno in cui in USA nasce Spiderman, qua avevamo un ladro e assassino!), l'altro mi piace perché ritengo che sia l'opera scritta&disegnata migliore al mondo^^

      Moz-

      Elimina
  21. che bellissimi momenti, che intensissimi ricordi...
    de "Il ritorno di Lady Oscar" avevo preziosa memoria, e nemmeno l'episodio di Lupin mi è proprio proprio nuovo, sebbene non me lo ricordassi particolarmente bene!
    ti amo alla follia per questi tuffi alla memoria dell'infanzia più lieta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per apprezzare, cara Pata! :)
      Spero ti piaceranno anche i prossimi appuntamenti di questa rubrica^^

      Moz-

      Elimina
  22. A me faceva un effetto strano. Non sono mai stata una grandissima appassionata perché la rivoluzione francese mi stava un po' sui cosiddetti e da piccola vedere quelle scene in cui delle persone venivano prese e maltrattate in ogni modo mi dava fastidio, mi faceva stare male. Ricordo il momento in cui una donna di nome Jeanne veniva presa per i capelli e sbattuta in una prigione, mamma mia, rimasi con gli occhi sbarrati dalla violenza di quell'atto!
    E poi mi dava fastidio la vuotezza della corte, gli intrighi amorosi e quel povero Andrè che cercava sempre di sostenere Oscar, almeno per quello che mi sembrava vedendo qualche episodio sparso in tv!
    Conoscevo la fine perché una mia amica grandissima appassionata me ne aveva parlato.

    Io seguirò questa tua rubrica perché sono una curiosa di prima categoria e ho lasciato in sospeso tantissime cose! :°D
    Ciao Moz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per inciso, viene presa per i capelli, marchiata a fuoco e sbattuta in prigione.
      Era lei che provocò il famoso Scandalo della Collana, uno dei tasselli che anno dopo anno han portato alla Rivoluzione. Certamente è un cartoon con immagini molto forti (il duca D'Orleans che spara a un bambino, una bambina che si suicida perché costretta a maritare un adulto...) forse tra tutti i cartoon popolari è quello più maturo che si sia mai visto sulle nostre reti (la violenza di Ken è maggiore, ma mitigata dall'assurdità stessa delle scene)^^
      Comunque, contento che ti sia piaciuta l'idea di questa rubrica: tra serie tv (animate e non), serie cinematografiche e fumetti... cercherò di rivivere con voi i finali di tutti i titoli cult^^

      Moz-

      Elimina
  23. Lady Oscar mi piaceva un casino, perché per me da piccola aveva quel fascino misterioso del non riuscire a capire se fosse maschio o femmina xD mia madre poi da brava cattolica me l'ha boicottato... ma non ricordavo bene il finale, per proibizionismo appunto xD ti ringrazio *-* (come pure per Sailor Moon... troppo "oscuro" per la sensibilità di mia madre... aaaaah)

    Baci dalla Lola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, è vero che fino a tutti gli anni '90 c'era una implicita crociata contro l'animazione giapponese... non ho mai capito il perché... forse si aveva paura di storie non per forza rassicuranti? Boh!^^

      Moz-

      Elimina
  24. Mi piaceva moltissimo, sia per il contesto storico ben sviluppato (allora non lo sapevo... ma in seguito avrei intrapreso percorso di studi storico), sia per la figura di Oscar, una donna emancipata e forte, ma non per questo priva di femminilità. Una storia che ha ancora qualcosa da dire, visto che l'impegno nella vita pubblica per le donne "costa" ancora in termini di affetti e vita privata (certamente fatte le debite proporzioni).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente Oscar è diventata un modello fortissimo.
      Emblematica la scena del ballo a corte, quando per la prima volta indossa abiti femminili (sembra una dea) e incanta tutto il pubblico maschile presente (tra cui Fersen...)
      E' un'opera così potente che non mi stanca mai, poi ogni episodio ha un suo perché... Io comunque ne farei un telefilm.

      Moz-

      Elimina
    2. Be' da qualche tempo ormai le serie tv hanno toccato vertici mica male! Sono opere di tutto rispetto, ovviamente non tutte.

      Elimina
    3. Ci sono le eccellenze come anche le ciofeche, purtroppo.
      Ma è vero che il livello qualitativo generale si è alzato molto :)

      Moz-

      Elimina
  25. Moz, io ti devo dire grazie.
    Ho quasi pianto a leggere il finale di Lady Oscar, che avevo conoscevo grandi linee da wikipedia...
    Devi sapere che da bambina amavo questo cartone animato ma non ne ho mai visto la fine perché fu sostituito in medias res dai Pokemon! Per la me settenne fu una tragedia tale che per mesi mi rifiutai di guardare i Pokemon (cosa che comunque non mi ridiede indietro Lady Oscar, ma tant'è).
    Quindi, oggi più che mai: meno male che Moz c'è!
    E comunque LADY OSCAR E' MORTA; W LADY OSCAR!
    (e povero Andrè)

    Vale A

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ricordo che una volta fu interrotto per i Pokémon! Quell'anno era stato censuratissimo, ricordo dei fermo-immagine davvero fastidiosi su ogni rivolo di sangue, pugnalate e addirittura scritte su cartine geografiche!^^
      Oggi lo ridanno senza censure (se non quelle irrimediabili applicate nella prima messa in onda italiana)

      Moz-

      Elimina
  26. Troppo "mascolina" per i miei gusti, e poi ha anche il nome da uomo. A 'sto punto preferisco la Thatcher...

    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, colpa del padre se ha un nome da uomo... poverina! :)

      Moz-

      Elimina
  27. Ricordo la puntata di Lupin e l'episodio finale di Lady Oscar.
    Ho sempre pensato che "andasse in quel posto a tutti quanti", nonostante mostri la storia della Rivoluzione.

    Per il resto bravo Moz: hai fatto un ottimo lavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me come regia e animazione (non dimentichiamoci che dietro ci sono Dezaki, Araki e la Himeno...) è ancora oggi un'opera che si difende benissimo e addirittura supera di gran lunga molte delle stronzate odierne^^

      Moz-

      Elimina
  28. Geniale questa rubrica... ottimo!

    RispondiElimina
  29. Risposte
    1. Non sei la sola, a quanto vedo^^

      Moz-

      Elimina
  30. in pratica, tutti vissero felici e contenti (quelli che non sono morti!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, giusto due o tre personaggi... nemmeno principali :D

      Moz-

      Elimina
  31. Ero piccino e nella mia incostanza non ho mai visto tutta la serie, la guardavo perché la davano in tv, ma non era tra le mie preferite. Le storie di donne "che si comportavano come gli uomini" non mi piacevano tanto. Insomma, la difesa, la ribellione, la lotta erano "cose da uomini", alla quali le donne potevano contribuire, ma non affrontare standosene in prima fila. Mi chiedo perché la pensassi così, del resto quando uscirono i picchiaduro tipo Street Fighter II, Chun Lee mi faceva impazzire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Waaao, sei un maschilista DOC :D
      Chun Li ti faceva impazzire perché era bella XD

      Moz-

      Elimina
  32. Però se costretto a scegliere tra Lady Oscar e Twin Peaks, me rivedo Lady Oscar..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra poco rivedrai Twin Peaks pur di non essere emarginato :p

      Moz-

      Elimina
  33. Ciao Miky! Io ho imparato a conoscere la sigla....per il resto c'avevo da fa'......
    Buona giornata di riposo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Lucia! :)
      Avevi da fare la mamma, sicuramente^^

      Moz-

      Elimina
  34. Condivido la tua risposta a S. e Petralia. E poi è stata una rivincita. Per tutte le bimbe che da piccole avrebbero voluto una spada per giocare e invece ricevevano il dolce forno in plastica, neanche in metallo. Altrimenti lo avrebbero fuso per farne una lama ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha! Vedi? E' stata un prototipo del femminismo :)

      Moz-

      Elimina
  35. Condivido la tua risposta a S. e Petralia. E poi è stata una rivincita. Per tutte le bimbe che da piccole avrebbero voluto una spada per giocare e invece ricevevano il dolce forno in plastica, neanche in metallo. Altrimenti lo avrebbero fuso per farne una lama ;)

    RispondiElimina
  36. Un cult, assolutamente!
    Io l'ho adorato e lo adoro tuttoggi, tanto che appena mi capita a tiro lo guardo :D
    E pensa che piaceva anche a mia madre :-)
    Però non si può proprio leggere questa cosa del seguito che hanno pubblicato, mamma mia che roba O_o

    Buona domenica Miki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Operazioni commercialissime ma comprensibili, specie all'epoca.
      E' comunque una cosa tutta italiana :)
      Io anche lo rivedo sempre, e piace pure a mia madre!^^

      Moz-

      Elimina
  37. ahahaha uno dei miei cloni sfuggito al controllo e neanche originale: copia! Non capisco il doppione da dove sia saltato fuori. Da Moz può accadere di tutto;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su blogspot succede spesso! No prob, Santa :)
      Buona domenica^^

      Moz-

      Elimina
  38. conoscevo bene la canzone sigla, ma il cartone per me allora era una cosa da femminucce

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse all'epoca in molti lo han pensato... :)

      Moz-

      Elimina
  39. Moz ho cominciato a vedere Twin Peaks... mi sto rompendo molto, non mi piace è noiso.
    Per quanto riguarda Lady Oscar so che moriva lei, Fersen, Andrè... quasi tutti, una tristezza infinita, da non guardare in giornate no.

    Miaoo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo so... se non sei abituato ai ritmi dei telefilm più pacati, TP può non piacere... Continua, magari... poi dimmi^^
      Lady Oscar è una tragedia greca, anzi francese :p

      Moz-

      Elimina
  40. Candidamente ti confesso che ho letto un pò poi ho abbandonato e sono emigrata su ftNews... ho trovato articoli ben scritti che dimostrano che gli autori sono molto preparati. Complimenti a te...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahha, beh... visto che scrivo anche lì, grazie comunque ;)

      Moz-

      Elimina
  41. Non guardavo Lady Oscar, mentre ero un grande appassionato di Lupen III, non mi perdevo una puntata (ma non mi ricordavo dell'incontro con Lady Oscar, azz). Bella rubrica, ne diventertò un lettore fedele ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, contento che ti sia piaciuta! Parlerò sicuramente ancora di animazione, e visto che si tratta di titoli cult... saranno proprio le serie anni '70-'80-primi '90 :)

      Moz-

      Elimina
  42. Ho le lacrime agli occhi... il mio cartone preferito, quanti ricordi! E che tragedia! Ha senso che Lady Oscar muoia prima di Maria Antonietta, era il suo angelo custode. Grazie mille per questo trip down memory lane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lisa!
      E' vero, ha un senso. E anche la morte di André che innesca tutto il resto, sebbene Oscar fosse già malata da tempo.
      Thanks!

      Moz-

      Elimina
  43. Ma sai Mozzino che ho sempre sentito questa storia dal nome, ma non l'ho mai seguita e dal tuo racconto mi viene voglia di riprenderla , perchè l'ho trovata bellissima, non stucchevole e molto attuale..
    Ora riesci anche a farmi amare questo tipo di cose..
    Un fenomeno, quando sei nato , hanno gettato lo stampo!++++++

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella :)
      Sì, sicuramente è attualissima, e riesce ad appassionare sempre. Poi è di un'eleganza mai vista, con una regia d'autore e il character design realizzato dal duo Araki/Himeno che sono stati la coppia d'oro in questo contesto :)

      Moz-

      Elimina
  44. il mio proposito per questo anno ha, per il momento, solo un titolo e qualche bozza/bozzetto/abbozzo
    "la mia vita tra lady oscar, Simone de beauvoir et luoise bourgeois"
    e ho detto tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, è la tua tesi??? **

      Moz-

      Elimina
    2. mi piacerebbe ma non ho niente in cui laurearmi al momento:-)
      ne farò un'opera buffa o lieve dramma in tre atti e qualche scultura. ad uso rigorosamente personale:-)

      Elimina
    3. Ahaha, fico!! Un'idea bellissima! :)

      Moz-

      Elimina
  45. Reminiscenze di bambina... cosa hai riportato a galla! Incredibile!
    Non tanto il finale di Oscar, ma la puntata di Lupin III in cui appare!
    Fantastico!
    Lupin.
    Ovvio! u_u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, io quell'episodio l'ho beccato in tv solo una volta (in edizione integrale) e una seconda, attorno al 1999/2000 molto censurato (Oscar, alla fine, resta completamente nuda)

      Moz-

      Elimina
  46. Io ricordavo perfettamente tutto e anche quella assurda puntata di Lupin.. ma siccome amo Lupin, non me ne lamento! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, ma tu sei del mestiere ;)

      Moz-

      Elimina
  47. il finale non me lo ricordavo più. In verità non mi è mai piaciuta Lady Oscar.
    Cmq trovo interessante e simpatico l'intreccio con Lupin.
    ciauz Fratellastro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è stato un simpatico omaggio per i fan di due colossi dell'animazione nipponica^^

      Moz-

      Elimina
  48. hihi bellissimo questo post, io che ho adorato Lady Oscar non posso che apprezzare. Ma non sapevo nulla né dell'episodio di Lupin, né del romanzo! Rimediare subito!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta a bordo! :D
      Sì, hanno scritto, prorpio in Italia, quel seguito spurio di Oscar... ma a detta di tutti è un'opera davvero trascurabile XD

      Moz-

      Elimina
  49. L'omaggio di Lupin è ormai storico ma non sapevo del romanzo Il ritorno di Lady Oscar. Una bestemmia simile per quello che è il Capolavoro dell'animazione nipponica non si può sentire!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, purtroppo lo han scritto... Che vuoi farci, credo comunque sia passato inosservato ai più... la storia di Oscar è questa e solo questa^^

      Moz-

      Elimina
  50. Il mio anime preferito in assoluto. Lo amo ma al contempo non riuscirei a rivederlo, o almeno le ultime puntate, anche mentre leggevo il post mi si stringeva un nodo alla gola T.T
    Comunque bella l'idea degli omaggi, mi strapiace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti giuro che prende male pure a me... e dal terzultimo episodio, dove tutto comincia a precipitare... XD

      Moz-

      Elimina
  51. Non ricordo il finale di questo cartone, che ho amato molto...lo avrò rimosso?
    Ora che mi ci fai pensare non ricordo nessun finale di cartoni che adoravo... perchè? Mi hai messo un tarlo....!
    Smak

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poco male, Pink! Così potrai venire a seguire questa rubrica, che parla proprio dei finali dimenticati^^

      Moz-

      Elimina
  52. Non ricordo il finale di questo cartone, che ho amato molto...lo avrò rimosso?
    Ora che mi ci fai pensare non ricordo nessun finale di cartoni che adoravo... perchè? Mi hai messo un tarlo....!
    Smak

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai rimesso lo stesso commento di ieri? :)

      Moz-

      Elimina
  53. Risposte
    1. Uno dei più sfortunati in assoluto... era pure diventato cieco a un occhio! Oo

      Moz-

      Elimina
  54. Il fatto che fosse una donna nei panni di un uomo non mi ha mai granché turbata, ricordo.. Per me era magnifico, lo sapevo a memoria, lo registravo e lo riguardavo mille volte! :) adesso rifuggo il tocco mélo, ma rimane comunque un cult della mia infanzia! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, è comunque un'opera potente, che certamente resta impressa!
      A me anche oggi risulta tra i cult/capolavori^^

      Moz-

      Elimina
  55. Mi riporti all'infanzia! All'epoca davano in contemporanea Lady Oscar e il Tulipano nero, versione più "pacata " della rivoluzione francese.
    Ho amato Lady Oscar, finalmente una donna forte come un uomo. A rivederlo oggi però non so, dovrei provare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, credo che funzioni sempre, anche come modello forte... all'epoca fece sognare molte bambine proprio perché non era la donna fornelli&pulizie^^

      Moz-

      Elimina
  56. Versailles no Bara è un'opera straordinaria, io l'ho sempre adorata, come ho sempre apprezzato il personaggio di Lady Oscar, donna forte, impavida e determinata ma alfine consapevole della propria femminilità. E parteggiavo per Andrè, la sua lealta' ed il suo rispetto per le scelte dell'amata sono sempre state toccanti ma il culmine della stima giunge proprio quando viene meno il suo ruolo silente e fedele accanto alla donna. Oscar aveva bisogno di una doccia di realtà e consapevolezza e lui non si è tirato indietro. Il finale è tristissimo soprattutto perché il coronamento del loro amore è brevissimo, prima muore Andrè ed a breve la stessa Oscar fra i tumulti della presa della Bastiglia. Devo ammettere che ho iniziato a seguire con maggior piacevolezza, la rivoluzione francese, proprio grazie a questo anime. In seguito ho letto anche il manga, anch'esso bellissimo. E devo ammettere inoltre che non ricordavo il finale ma soltanto le morti dei due finalmente amanti.
    Grazie Miki :)
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Mary!^^
      Sì, devo ammettere che anche io mi sono poi appassionato della Rivoluzione Francese dopo la visione di questo cartoon XD

      Moz-

      Elimina
  57. Per me quest'opera e' una pietra miliare , tant'è che quando sono finalmente riuscita a leggere l'intero manga su internet e ho potuto fare il dovuto paragone con la versione animata mi si è aperto un mondo! Esempio: sapevi che nel manga Andre' diviene cieco ben prima della battaglia finale , fingendo di non esserlo con l'appoggio di quel furgone di Alain (che nel manga approfitta di una debolezza di Oscar per limonarsela duro) ; certo che la figura dell'amante perfetto -Andre'- non poteva che essere creata dalla penna di una donna. Saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha ciao e benvenuta! XD
      André amante perfetto ma Oscar donna stronza XD
      Sì, conosco le differenze tra fumetto e cartoon, devo rileggere il manga però, visto che è una vita che non lo faccio^^

      Moz-

      Elimina
  58. Sinceramente ho sempre odiato Lady Oscar non tanto per la storia, la Rivoluzione francese mi ha sempre affascinato, ma perché non capivo come facevano a non accorgersi che era una donna!? Ricordo bene il finale nel film di Lupin, forse il miglior finale possibile...

    RispondiElimina
  59. Uh, noto questo post e non posso fare a meno di leggere e lasciare un commento. Per me, che sono stata un'appassionata cronica di serie tv a cartoni, questa è una pietra miliare assoluta. Sapevi che la prima volta che andò in onda furono tagliate molte scene, ritenute "forti", e perfino l'intero finale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le scene tagliate all'epoca sono rimaste così purtroppo anche oggi. Tipo Rosalie che vuol prostituirsi (e non chiedere elemosina) o qualche battuta su Oscar... Ridoppiarlo mi pare però quasi sacrilego^^

      Moz-

      Elimina
  60. ...a me è piaciuto sin da subito e anche se sono passati tre decenni abbondanti sono An ora pia piacevolmente coinvolto dalla storia di Lady Oscar!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un vero e proprio capolavoro, storia eccelsa e sempre al massimo!!

      Moz-

      Elimina
  61. ...a me è piaciuto sin da subito e anche se sono passati tre decenni abbondanti sono An ora pia piacevolmente coinvolto dalla storia di Lady Oscar!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quindi... benvenuto sul Moz O'Clock :)

      Moz-

      Elimina