> come evolvono le bufale



Mi imbatto sempre più in catene sui social dove nascono, crescono e purtroppo non muoiono le nuove leggende urbane.
Anzi, sarebbe meglio chiamarle bufale.
Bufale spesso pericolose.

Moltissime, in questi giorni di Isis-musei distrutti-prigionieri sgozzati-prigionieri bruciati vivi fanno leva sul mai sopito senso cattolico della gente.
Ho sempre ritenuto che l'85% delle gente sia mentalmente plebea. Lo sanno anche i politici, lo sapeva Silvio che furbescamente ha fatto i conti con l'ignoranza delle persone e lo sa, oggi, Salvini.
Politicanti e populismo, via gli zingari, musulmani terroristi, siamo tutti Charlie e via dicendo. Un mix che, se saputo gestire, riesce a incanalare la paura atavica e quindi probabili voti.
Ecco perché può prendere piede l'immagine che, tipo quella qui sopra, recita testualmente "Quadro della Madonna rimosso da scuola perché una mamma mussulmana non lo vuole".

Prima erano gli zingari gli ignari protagonisti dei racconti metropolitani. Poi i cinesi. Adesso, ora che serve unirsi contro l'invasore culturale, ecco che arrivano i musulmani. E quale collante può essere più funzionale del senso cattolico? Il feroce Saladino è tornato, e minaccia la povera madonnina.
L'Isis sarà pure a sud di Roma, ma a Roma e a nord di Roma c'è gente che ha colpito o era pronta a colpire obiettivi culturali. C'è gente che ha sciolto nell'acido bambini, che ha fatto saltare in aria un'autostrada per uccidere un magistrato.

E poi, francamente, non ricordo quadri della Madonna nelle scuole. Ma le tradizioni cattoliche sono tutte sempre lì, dalla preghierina al crocifisso, che non può essere tolto: come fanno altrimenti gli scolari a imparare la lettera T?

143 commenti:

  1. Bisognerebbe avere la voglia di documentarsi un pò prima di condividere selvaggiamente notizie false...
    I social sono una bella cosa ma spesso distorgono l'informazione.. spesso mi trovo a scrivere ad amici che condividono inorriditi certe bufale che prima di fare il clik su condividi bisognerebbe verifcare ... sennò un social di informazione diventa più pericoloso della televisione " pilotata" dei partiti a cui siamo ormai tristemente abituati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il vero problema è proprio questo.
      Ecco perché le bufale continuano a fiorire. E se ce ne sono alcune innocue, altre sono tendenzialmente pericolose. Tipo quella del quadro della Madonna, che vuol solo fomentare l'odio: una pratica adesso comune.

      Moz-

      Elimina
    2. La notizia è presa da qui, ma naturalmente, sarà una bufala!
      http://www.palermotoday.it/cronaca/rimosso-quadro-madonna-scuola-andrea-sole.html

      Elimina
    3. Ciao Nisa!
      Eh, infatti... va' a capire mo fino a dove è reale^^

      Moz-

      Elimina
  2. Che piaga. Comunque anche a me dà fastidio il crocifisso nelle scuole, ma non ho figli quindi per ora me lo tengo per me. Neanche io ricordo quadri del genere o.O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il crocifisso non l'ho mai sopportato, da piccolo ne ero terrorizzato: odio vedere la sofferenza così, sbattuta in faccia. Ma non me ne frega niente se c'è o meno, dopotutto capisco che siamo un paese laico solo su carta, mi sta anche bene e mi tengo la T :)

      Moz-

      Elimina
  3. in ogni caso ricordati delle parole del grande Arthur Fonzarelli detto Fonzie

    "sono le palle che fanno girare il mondo"

    RispondiElimina
  4. Io sul mio blog ne ho di queste cronache curiose, ma ci vuole molta intelligenza e sopratutto le cose che valgono devono avere un aspetto positivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che non ci vedo alcun aspetto positivo nell'inventarsi (e poi anche condividere) bufale che spingono verso l'odio...

      Moz-

      Elimina
  5. Sono consapevole che nei sociali ci sia il pericolo di incappare in notizie false o documentate male ecc infatti non condivido nulla di tutto ciò, così sono sicura di non diffondere notizie fasulle ;) .
    Bellissimo e veritiero post!
    A presto .. Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FB è la cloaca per quanto riguarda certe notizie. La gente condivide e basta, a volte senza pensarci e altre volte con intenzioni serie.
      Grazie mille, Dream :)

      Moz-

      Elimina
  6. Guarda, non c'entra a nulla con L'isis e questioni ben più gravi ma giusto in questi giorni è arrivata pure ai tg italiani la bufala del gattino che sarebbe morto perché tinto di rosa dalla padrona, una scrittrice russa. Io l'avevo presa per vera (come ho fatto a essere così cretina da pensare che se l'hanno fatto vedere in tv doveva essere verificato?), stamattina per fortuna ho scoperto che il micio è cresciuto ed è vivo (anche se sì, la padrona lo aveva realmente tinto di rosa -.- ).
    Ma i giornalisti si informano prima di far arrivare in tv cose del genere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo mai sentito di questa notizia, sai?
      Comunque, non è la prima volta che i giornalisti riportano delle bufale. Ma se negli anni '80 era anche (forse) giustificabile, oggi proprio no^^

      Moz-

      Elimina
    2. Guarda.. stamani quando ho visto il link al tuo post ho pensato pure io al gattino rosa... sono due giorni che scrivo selvaggiamente alle amiche su FB dicendo che è una bufala.. e nulla.. continuano a condividere questo link idiota... addirittura , visto che l'ha condivisa pure Francesco Facchinetti su twitter alcune amiche hanno scirtto :" ODDIO ALLORA E' VERO!!!! " ecco perchè insomma se lo dice Francesco Facchinetti bisogna che sia vero(Nemmeno fosse un Guru dell'informazione...) ... ma accendere il neurone e googlare " Bufala gatto rosa" e leggere un pò cosa esce è così complesso????? Che amarezza...

      Elimina
    3. Beh certo, Fuck-Inetti!
      Fenomeno... alimenta la bufala. Non ne sapevo niente di questo gatto rosa, ora sono curiosissimo XD

      Moz-

      Elimina
  7. si però quella cagnolino che piange, del pesciolino rosso che ride, dell' elefante che balla, del coccodrillo che...ma il coccodrillo come fa?!
    ;PP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è nessuno che lo sa!! :)

      Moz-

      Elimina
    2. neanche tu ?? o_O
      Mozzino che strano dio sei...

      Elimina
    3. Credo davvero non lo sappia nessunissimo, forse solo i vincitori dello Zecchino d'Oro XD

      Moz-

      Elimina
    4. e non eri tu il vincitore? strano ;PP

      Elimina
    5. Una volta volevo partecipare, sai?^^

      Moz-

      Elimina
    6. diciamo che me l'aspettavo...ma non so se i dodicenni li prendono :)

      Elimina
    7. Mi sa che avevo 9 anni all'epoca... tre anni fa, insomma XD

      Moz-

      Elimina
    8. Faccia attenzione a parlare di bambini con la signorina S. Ha insinuato che lei sia un pedofilo, figuriamoci. Il motivo? Semplice, sta in mezzo ai ragazzini. Se vuole saperne di più sulle bufale, la intervisti. Le confeziona personalmente.

      Elimina
    9. Dove lo avrebbe insinuato? Non ti seguo...

      Moz-

      Elimina
    10. Lo ha detto a me al telefono. E non ha parlato granché bene manco del suo amico frattaglia. Però, a leggerne i commenti sviolinanti, non si direbbe. Usanze virtuali.

      Elimina
    11. Ahaha, a tu sputtani così le confidenze telefoniche?
      In ogni caso, ci sono giorni che farei volentieri a meno di stare in mezzo ai ragazzi... ma il lavoro è lavoro :D

      Moz-

      Elimina
    12. Abitualmente non lo faccio, anzi, lo trovo orrendo. Sempre stata a comportamento stagni, nei rapporti personali. Ma l'ipocrisia di questa persona è insopportabile e le cose che ho sempre tollerato nella virtualità, faccio fatica a tollerarle quando l'esserino virtuale si trasforma nella voce di una persona al telefono. Cioè nella realtà.

      Elimina
    13. Credevo foste diventate più unite, vedevo fumetti ecc...

      Moz-

      Elimina
    14. MAI STATE! Io, con le donne non lego nella vita reale, figuriamoci in quella virtuale. Sono finte da capo a piedi, specie se bionde mechate.

      Elimina
    15. Tu sei rossa o mora?

      Moz-

      Elimina
    16. ho scoperto solo adesso, dove ha copiato incollato da kermitilrospo
      questa conversazione...non mi va di " sporcare" il tuo spazio
      se ritieni di saperne di più la mia risposta è da rospetto.
      Pago per la mia ingenuità, avendola telefonata davvero in tempi non sospetti e per aver difeso Xavier, contro anche quel mentecatto del suo compagno. Trai le conclusioni che ritieni più giuste, è la mia parola contro la sua. Scusami per l' OT.
      ciao

      Elimina
    17. Non preoccuparti, non ho conclusioni da trarre ;)
      Grazie mille, comunque!^^

      Moz-

      Elimina
    18. Bravo, non ci sono conclusioni da trarre. I fatti parlano da soli.ognuno li interpreta come vuole. Io sono splendidamente candida, signor Moz. In tutti i sensi tranne quello ginecologico.

      Elimina
    19. Ognuno interpreta anche il candido, come vuole^^

      Moz-

      Elimina
  8. Bufala o non bufala, da me in banca una vecchietta voleva sapere quand'è che si paga l'ISIS.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Isis, tra le tue poesie, ho trovato qualcosa che parla di me... :)

      Moz-

      Elimina
  9. Ho appena visto una pagina Facebook che si propone di spiegare le bugie dietro le bufale scientifiche (gente che cura il cancro con il limone ecc...) e poi leggo questo tuo articolo. C'è solo da sperare che l'informazione vinca sulla disinformazione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci sperare.
      Perché i bassi sentimenti hanno sempre il sopravvento sull'informazione reale... Purtroppo :)

      Moz-

      Elimina
  10. Argomento tosto questo, Moz...
    Per conto mio ci sono le bufale perchè ci sono i creduloni. Almeno.. anche per quello!
    Il problema a volte non è nemmeno tanto la bufala, soprattutto se non fomenta odio o razzismo o simili, quanto il fatto che la gente non ragiona! Le persone non hanno più voglia di porsi domande, di far funzionare il cervello. Leggono (di corsa magari) e poi il dito scatta sul like o sul +.

    Quanto poi a certi parolai (sì, parolai perchè i giornalisti veri dovrebbero comportarsi diversamente) si lanciano in qualsiasi notizia purchè faccia audience. Che gli frega se è vera o falsa. Anzi, se è falsa poi con la smentita doppi lettori.

    La colpa comunque non sta tutta dalla loro parte. FAcciamo almeno 50/50 visto che c'è chi inventa e chi ci crede...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, la colpa per me è di chi ci crede. Perché basta informarsi, tutti possono farlo esattamente come si condivide certa merda :)
      Ai giornalisti che ricondividono e riportano sulle testate queste bufale dovrebbero togliere il patentino.

      Moz-

      Elimina
    2. Concordo!

      ps ahhahhahaahahah scusa ma hio sbagliato a leggere l'ultima riga... non ti dico cosa ho letto... ahahahahahahah

      Elimina
    3. Dovrebbero tagliare il pisellino?? :p

      Moz-

      Elimina
  11. Vedi Moz, noi cattolici siam fatti così, crediamo a tutto quello che ci dice la gente. Per questo che a volte si approfittano di noi. Meno male che ci stai tu ad aprirci gli occhi...

    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, già il fatto che siete cattolici implica che credete a tutto quello che dice la Chiesa XD

      Moz-

      Elimina
  12. io pensavo fosse un post sull'evoluzione della mozzarella. mi hai ingannata :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, quelle evolvono sempre bene, specie sulla pizza^^

      Moz-

      Elimina
  13. E' veramente una piaga sociale. Che poi, è talmente semplice googlare una notizia per capire se è un fake oppure no, prima di condividerla al grido di GomBLoDDoooH!1!111!! (Recentemente c'era stata quella del seme fotoscioppato per farlo assomigliare ad un bubbone cresciuto sulla testa agli incauti che si lavavano i capelli con un certo shampoo. Ho avuto Facebook invaso da schifezze per settimane....)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so niente di questo seme!!
      Ma che shampoo era? Non hanno fatto causa? Oo

      Moz-

      Elimina
    2. http://www.focus.it/cultura/curiosita/la-bufala-dell-infezione-da-shampoo-che-circola-su-facebook

      Non vorrei sbagliare, mi pare Nivea. La cosa interessante è che dopo aver quasi vomitato davanti alla foto ho scoperto di essere "tripofobica" come molta altra gente che prova istintivo disgusto per i buchi. Io sono dovuta andare a cercare se la notizia fosse vera o no, mia madre invece ha visto la foto, non ha fatto una piega e l'ha dichiarata fasulla.

      Elimina
    3. Un fiore di loto! A me sembrava quasi una cosa di plastica, pensa tu :D
      Mi ricorda certi giocattoli di quando ero piccolo!
      Un'infezione del genere è roba da zombi XD

      Moz-

      Elimina
  14. Ogni momento storico ha il suo Golia, ma spesso ci dormiamo accanto nel letto... per dire!

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché è così che facciamo, sempre.

      Moz-

      Elimina
  15. Libero arbitrio e inferno: che invenzione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paolo, benvenuto a bordo!
      Eggià: invenzione perfetta per tenere a bada la gente :)

      Moz-

      Elimina
  16. Quanto mi piace questo post! :*
    Hai anche scrollato la mia lentezza ed ho inserito il Disinformatico sul blogroll e altri "informati" che seguo, avevo infatti letto del gattino di cui parla la tua amica MechanicalRose da Attivissimo. A proposito di alcune chicche imperdibili ho parlato qui ti piaceranno: http://lasantafuriosa.blogspot.it/2014/07/modena-la-luna-e-paolo-attivissimo-luna.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, corro a leggere allora :)

      Moz-

      Elimina
  17. Orwell aveva creato una società distopica in cui storia ed informazione erano manipolate a piacimento dai governi, questo nel '48.

    Le pagine di bufale sui social create da qualche sfaccendato bontempone o qualche fanatico senza cervello sono rischiose sì, ma io dubito anche di quello che mi fanno vedere ai telegiornali, che per inciso non guardo da più di un anno. Cosa è una notizia? Cosa è l'informazione? Siamo sicuri che ciò che ci propinano giornalmente sia lo specchio della realtà effettiva oppure è figlio di un'incredibile sceneggiata politico-militare in cui, però, le persone muoiono sul serio - quelle ignare of course - ?
    Non voglio essere catastrofista o complottista, ma a me le cose che 'mi' puzzano non convincono mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I telegiornali sono strumenti del sistema, primi veicoli di disinformazione.
      Così i rotocalchi e gli approfondimenti. Metti un tg qualsiasi e oggi troverai molte cose che hanno per protagonisti i musulmani.
      Io vivo come devo, per conto mio. Non faccio il loro gioco :)

      Moz-

      Elimina
  18. Facepalm, non aggiungo altro.
    D'altronde il mondo dei social è così veloce che la gente non va oltre il titolo di una (non)notizia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' veloce perché superficiale, e forse dipende anche dal fatto che sia proprio un mondo super-plebeo.

      Moz-

      Elimina
  19. Che poi a volte (quasi sempre?) sono bufale intrise di colossale ignoranza e superficialità: non dovrebbero semmai essere i cattolici a venir infastiditi da una cantante che si chiama così? Fossero almeno divertenti e ironiche, 'ste minchiate... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zio, ma difatti quella immagine che vedi qui è una mia creazione ad hoc, intrisa proprio delle cose che dici.
      Col doppio scopo di usare sia ignoranza e superficialità, sia magari di far indignare davvero qualche cattolico contro il nemico terrorista, quando invece i cattolici stessi dovrebbero essere indignati dal nome di quella cantante :)
      Sono stronzo, lo so. Ma non lo nascondo :D

      Moz-

      Elimina
    2. Non per salvarmi in corner, ma si vedeva che era troppo assurda per essere vera anche solo come bufala... Però sei stato bravo, perché sul web circolano un sacco di porcate non molto dissimili da quella da te immaginata. :)

      Elimina
    3. Eh, lo so. La mia, nello specifico, vuole fare il verso a quella della mamma musulmana di cui sopra, difatti ho giocato con la... Madonna.
      Ma ci sono cose ancora più assurde, per fortuna spesso innocue :)

      Moz-

      Elimina
  20. Ricordo il terribile crocifisso nella mia aula delle elementari! -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi non sono l'unico ad averne timore XD

      Moz-

      Elimina
  21. Bel post... sei tornato a bloggare alla grande *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso giudicarmi da solo, ma ve l'avevo detto che avrei odiato darvi zozzerie in pasto, quindi son felice^^

      Moz-

      Elimina
  22. PERO' LE VITTIME NON LO SANNO,
    MI PIACE QUANDO SEI POLEMICO!
    CRISTIANA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cris!! :)
      Beh, io sono stronzo e non lo nascondo, anzi lo dichiaro apertamente sotto ogni post XD

      Moz-

      Elimina
  23. credo che il troppo condividere e il condividere tutto sia un segnale di pigrizia, perché questi è notizie esercitano tanto fascino? Sono la rappresentazione moderna ed errata della vita sociale che diffonde pigramente e pericolosamente queste ... Bufale, appunto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo credo anche io che il tutto nasce dai tessuti sociali e dalla loro pigrizia.
      Si ricondivide con facilità, perché ci si indigna con altrettanta facilità. Per cose che fanno presa su sentimenti radicati, quasi archetipici...

      Moz-

      Elimina
  24. Sinceramente non so se Facebook e relativi social stiano aumentando o meno la portata delle bufale (un tempo erano solo racconti detti così, della serie "me l'ha detto un amico di un amico" mentre adesso, per renderle più succose inventano pure le prove!), ma ogni giorno mi capita di trovare qualche mio contatto in trepidazione perchè:
    -dall'1maggio per i rom i biglietti del treno saranno gratis
    -dal 30 gennaio Facebook sarà a pagamento a meno che non condividi questo messaggio bla bla
    -il kebab è fatto con le unghie dei piedi del kebbabbaro
    ecc ecc.!
    Insomma, ogni santo giorno c'è sempre qualcuno che ci casca (e non sto parlando di gente con la 3° elementare, ma di gente laureata che ostenta la propria cultura in ogni modo e con qualsiasi mezzo) e sinceramente mi sono rotta, specie se poi han pure il coraggio di lagnarsi di chi c'è al potere! C'è chi vi meritate, ecco chi c'è!
    Se solo si imparasse ad usare correttamente internet e si capisse come leggere tra le righe, cazzate del genere non girerebbero più e i siti che si nutrono di queste minchiate (meteoweb per primo) chiuderebbero!


    p.s. per quanto riguarda il crocefisso, ad esser sincera, non mi esprimo giacchè prima sarebbe bene preoccuparsi dell'annosa e talvolta obbligatoria ora di religione.
    Voglio dire, o fate TEOLOGIA (che è tutt'altra cosa) o fate qualcosa di alternativo per chi chiede l'esonero (e non costringete i non credenti a rimanere comunque in classe con una scusa o con un'altra così come fecero con le mie compagne evangeliste).

    Scusa lo sfogo, ma sto in fissa per un esame e ho bisogno di scaricare xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, parto dalla fine: l'ora di religione, a scuola, per me ci deve essere.
      Ma NON deve essere un catechismo della chiesa cattolica, sia chiaro. Religione, quindi Teologia, deve essere una materia culturale vera e propria, storica, sociale. Che parli di tutte le culture, le religioni, le sette, le società segrete.

      Quanto alle bufale, sono d'accordissimo con te. Ed è vero: a governarci c'è chi ci meritiamo, se nemmeno sappiamo controllare notizie in rete.
      Ma agli stessi politici, forse, fa comodo che non sappiamo farlo^^

      Moz-

      Elimina
  25. Ma poi sai cosa? La maggior parte delle persone si limita a leggere i titoli dei link senza nemmeno aprirli. Figuriamoci mettersi a fare due controlli sulla veridicità delle informazioni. Il pressapochismo è il nuovo stile di vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, purtroppo.
      Forse si condivide per indignarsi e essere parte di una società che ha bisogno di stringersi attorno a qualcosa che non si comprende (o vuole comprendere). E' il solito basso teatrino dell'umanità.

      Moz-

      Elimina
  26. Meno male che tu Mozzino con l'aria finto distratta e con la finta indifferenza, butti queste atroci verità a noi tutti, presi in giro da figurine ritenute blasfeme, mentre saltano in aria macchine, giustizia, magistrati, politici, tutta questa nostra povera Italietta che viene svicolata da queste ferite, per non vedere il bubbone che ci ammorba!
    Bacissimo mio caro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è questo, anche, un vero e proprio mezzo di distrazione di messa, o mezzo di controllo dell'opinione pubblica.
      I tg di questi giorni sono pieni di notizie (anche idiote) su musulmani, come a volerli dipingere lontani, incomprensibili.
      Se ci riflettiamo, è solo gente che crede in un altro dio. E' gente credulona esattamente come i cattolici.

      Moz-

      Elimina
  27. Ignoranza della gente più una sana dose di pnl e la fortuna in politica è assicurata. Berlusca, Renzi e Salvini lo possono confermare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così che agiscono le religioni, è così che agisce la politica.
      Sarà un caso che spesso (come in questo post) sono unite?^^

      Moz-

      Elimina
  28. Sottoscrivo in pieno il post!

    RispondiElimina
  29. Le bufale evolvono peggio dei pokemon! :/

    RispondiElimina
  30. Il crocifisso, per quanto mi riguarda, è un oggetto rappresentativo per chi ha la necessità di identificarsi in un pensiero e in un credo. Che ci sia o meno, in classe e in casa, non dovrebbe cambiare il modo di vivere la propria spiritualità. Sarebbe molto bello se a scuola venisse insegnata la teologia, la mistica cristiana , mussulmana etc. ma nutro davvero poche speranze in proposito.Credo che il lavoro più "importante" lo si debba fare a casa. Educare i propri figli alla curiosità , al desiderio di conoscenza e alla capacità di giudizio resta forse l'unica possibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta a bordo sul Moz O' Clock!
      la vedo come te: ma cosa possiamo aspettarci da un sistema d'istruzione che toglie la Storia dell'Arte?
      La scuola è davvero in crisi: già di suo è la più grande e pericolosa livella, poi annullano le cultura e la curiosità... e allora è fatta.

      Moz-

      Elimina
  31. Ma perchè Madonna è un NOME? tralasciando il doscorso di cattolico o meno...io oserei dire che è una specie di soprannome o di riverenza verso Maria la madre di Cristo, visto che Madonna significa MIA SIGNORA. Io ho sempre saputo che il vero nome era MARIA e poi, non vorrei sbagliare, ma mi sembra che anche i mussulmani adorano una certa Maryam non come noi cattolici ma c'è qualcosa di simile e se non sbaglio la chiamano con un nome che assomiglia a Madonna...Bisognerebbe fare ricerche sul web su questo. Io sinceramente non ne ho voglia perchè da credente continuo a credere nella Madonna e nel segno della croce e non negli oggetti appesi a pareti o nelle immaginette che si vedono sui libri o riviste. Ciao un abbraccio giovane amico.
    PS riguardo a FB rimango sempre dell'opinione che non è il social ad essere sbagliato ma l'USO che se ne fa ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, Madonna non è un nome ma significa solo "mia signora", nemmeno in senso religioso.
      Ho voluto giocare un po' su questa cosa, per scimmiottare la catena fb che vuole un quadro della Madonna (non la cantante, mi riferisco a quella meno famosa :p) che sarebbe stato tolto dalla scuola (ma quando mai?)
      Un abbraccione!

      Moz-

      Elimina
  32. Ci sono bufale che fanno sicuramente danni, ma che pure si evolvono: diventano punti fermi e verità. Purtroppo.
    Il guaio è, appunto, che l'informazione a portata di mano, senza attivazione cerebrale alcuna, è comoda e se supporta anche qualche becero istinto e idea folle, beh che fortuna!
    Ci sono pagine e gruppi FB dedicati a quanto fa bene l'olio di oliva, altro che la chemioterapia (e non discuto su quest'ultima... è argomento serio, anche laddove si volesse fare un ragionamento più ampio); ai vaccini, mortali sempre; alle scie chimiche ecc. ecc. ecc.
    A volte queste false notizie generano confusione proprio nel momento in cui ci sarebbe necessità di analizzare e mettere in discussione un argomento: sembrano fare il gioco della parte opposta, non so se riesco a spiegarmi. Eppure queste persone, che le supportano, non si accorgono di essere in qualche modo "pedine".
    Passa tutto per "diritto alla libertà, diritto di credere alle ca....e direi.
    Sul crocifisso, a me un po' intristisce manco per il simbolo religioso, quanto perché non capisco l'esigenza (la capisco, la capisco! XD) di comunicare sofferenza e sacrificio. Godetevi la vita, faceva troppo ribelli, eh? Bon vado all'inferno, ciao Moz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il crocifisso è un ricatto morale. Sbatterti un cadavere sul muso, sofferente, fa sempre effetto sui sensi di colpa.
      Quanto al gioco delle notizie, sì, è come dici: si crea un cortocircuito dove tutti sono pedine di una scacchiera grande. A volte gestita proprio per interessi.

      Moz-

      Elimina
  33. Io penso che la bufala ormai sia "generale" e che sia quasi impossibile sfuggirla.Penso anche che ci sia stato dato internet per assogettarci meglio ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo per dirigere certe opinioni...^^

      Moz-

      Elimina
  34. Notizie false in giro ci sono sempre state e conviene sempre fare una breve ricerca.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si ha tempo di fare ricerche, perché altrimenti non si avrebbe tempo per indignarsi :)

      Moz-

      Elimina
  35. hai ragione Miki, l'ignoranza regna sovrana. E' il problema del web. Tutte le notizie sono facilmente fruibili, anche troppo. Decisamente troppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A scapito di cose serie di cui non parla nessuno.

      Moz-

      Elimina
  36. Sul web gira di tutto, e quindi le varie "notizie" vanno prese con le molle. Ma questo vale anche per altri mezzi di informazioni o presunti tali, perciò bisognerebbe fare ulteriori ricerche o attenersi solo a fonti certe prima di prendere qualcosa per buono.
    Comunque si, i quadri della Madonna, a parte nelle scuole delle suore, io non li ho mai visti... e anche i crocifissi comunque negli ultimi anni in cui andavo a scuola già erano spariti, forse forse all'inizio c'erano (anni '90), ma poi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, io continuo a vedere crocifissi in locali pubblici. Non mi danno nemmeno fastidio, alla fine chissenefrega.
      Sull'informazione: spesso non deve informarci, ma dobbiamo informarci noi sulla sua veridicità :)

      Moz-

      Elimina
  37. Le storie metropolitane si sono trasferite nel blog da anni... a proposito, ma tu la sapevi la storia della famosa tipa che spaccò un lavandino appoggiandovisi sopra mentre viaggia in treno?
    Era una bufala di quando andavo alle medie... roba incredibile!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oo
      mai sentita! Racconta!
      Cosa sarebbe successo??

      Moz-

      Elimina
  38. I cattolici però non c'entrano nulla in questa vicenda. Né la cantante in questione ha avuto mai un contegno compatibile con la cattolicità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il senso cattolico, fin troppo radicato, a essere usato da chi vuol diffondere odio e razzismo...

      Moz-

      Elimina
  39. Siamo troppo inclini all'informazione facile, propinata nel quotidiano senza filtri. Dovremmo essere consumatori critici di informazione e saperla valutare con obiettività..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finché vediamo Studio Aperto la vedo difficile! :)

      Moz-

      Elimina
  40. Moz.....ripiegandomi su me stessa non faccio commenti.....Andrò a pagare l'ISIS!!!
    Sono anch'io antica1!!! Non so cosa pensi del mio nuovo blog "Il nido di nonna Birdye".
    Abbracci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho visitato quella volta via mail, poi data la mia assenza dalla blogosfera non sono più tornato... ci passerò presto^^

      Moz-

      Elimina
  41. Diciamo che bisognerebbe anche valutare da dove e soprattutto da chi arriva la notizia, ma purtroppo non tutti lo fanno e a volte è più facile puntare il dito che fermarsi a riflettere un secondo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, e tutto questo non mi sembra affatto una bella cosa, sinceramente...

      Moz-

      Elimina
  42. "Ho sempre ritenuto che l'85% delle gente sia mentalmente plebea"...

    E da quando hai iniziato a girare su facebook hai aggiornato il dato a 95?

    :D

    RispondiElimina
  43. Ciao Moz ! Mi sono letta tutto questo casino , a questo punto non capisco più niente.
    Io , le notizie le prendo sempre alla leggera . Mi dico ,può essere vero ,ma anche no
    quindi non mi lascio condizionare e penso con la mia testa . In fatto di religione ,sono credente ma non sono d'accordo su alcuni dogmi , appunto perchè non li trovo giusti
    e non li accetto .Riguardo le altre religioni , le rispetto ,ma pretendo rispettino la mia. Se ,come credo e spero c'è un Dio , è uno x tutti , oppure non c'è. Amen....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io temo non ci sia alcun Dio, ma chissà :)
      Le notizie vanno sempre verificate, specie se veicolate da social o siti di dubbio gusto...
      E' che la gente non verifica, ci casca, si indigna e condivide...

      Moz-

      Elimina
  44. Ciao, condivido in pieno tutto ciò che scrivi. Se poi il quadro della Madonna fatto rimuovere è quello che fai vedere tu, direi che son dei bei matti "gli Slamici" (come dice la mia vicina di casa). Io devo dire che ultimamente ho rivalutato molto la Madonna, ma ormai è troppo tardi. All'epoca, quando mi sarebbe servito, per fare il figo ascoltavo gli Smiths e Faust'O.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzitutto benvenuto! Sei un blogger?
      Ahaha, vero... Madonna è comunque una bella donna. E io non mi vergogno di dire che la ascolto sempre volentieri, ho anche un paio di cd.
      Certo, gli Smiths chi li batte? :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ciao, blogger no, commentatore logorroico semmai.
      Giusto, chi lo batte Steven Patrick (anche lui Moz)?...

      Elimina
    3. Eggià, condivido il nickname con il leader degli Smiths! Una persona profonda ma... vegetariana :p
      Beh, allora spero tu rimanga qui a commentare logorroicamente... ;)

      Moz-

      Elimina
  45. tra una madonna che cade e una che appare, chi si taglia la barba e chi allarga le braccia paventando miracoli, chi ancora crede che un uomo di bianco vestito rappresenti la purezza, chi attacca il crocifisso in alto e chi va alla posta a pagare i bollettini per i comboniani ... la vita è davvero troppo breve per sperare che la gente capisca che la religione è un orpello inutile e dannoso: aspettando l'isis per poter dire, siamo meglio noi:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La religione divide.
      E' un pretesto per diseguaglianze sociali e culturali, dal cortile della scuola alle guerre sante.
      Senza capire che i potenti sono l'unico vero Dio che domina tutte queste piccole pedine...^^

      Moz-

      Elimina
  46. fb è cosi...per questo lo uso solo per parlare con le perone lontane e al max per pubblicare qualcosa che mi piace ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sicuramente il peggiore tra i social, ma se si usa bene ha i suoi perché :)

      Moz-

      Elimina
  47. Be', di solito i buoni cattolici mettono il quadro della madonna sopra il letto nuziale, dove si fanno le porcherie ... forse, per mariti in crisi, andrebbe megli la tua foto sopra, per eccitarli un po' ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che io non riuscirei mai ad avere un qualcosa di sacro in camera? Sia perché mi fa schifo/impressione, sia per la cosa che dici: manco una sega ti puoi fare che la madonna o Gesù fanno i guardoni!!! Oo

      Moz-

      Elimina
  48. La Legione Imperiale (e gli Dei-Re, come Serse o i dittatori) insegna a far temere al soldato ciò che sta dietro le proprie linee più di quanto non tema ciò che sta difronte a sé, oltre le linee avversarie.
    I governi di ogni tempo insegnano a far in modo che il popolo odii maggiormente qualcuno al di fuori dei nostri confini, rispetto a quanto non odii chi lo governa.

    Far in modo che l'italiano medio (bue razzista) odii lo straniero del paese vicino (scegli un paese a caso e trovi perché lo odiano) è drammaticamente facile. Il trucco sta nel cambiare soggetto di volta in volta, così da rinnovare l'odio ed aver un sentimento sempre nuovo e fresco. C'è sempre qualcuno di nuovo da far odiare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, è proprio così. Incanalare l'odio verso altro per dimenticare la rabbia dei cazzi nostri.
      Però odiare i francesi per questioni culinarie è giusto :p

      Moz-

      Elimina
  49. ahaha hai ragione, purtroppo tra poco non distingueremo più la realtà dal web...e chissà, magari questa distinzione non avrà neanche senso di esistere

    Ciao! Qui il nostro blog www.musiquebuffet.blogspot.com

    https://www.facebook.com/pages/Musique-Buffet/188831517889597

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenute sul Moz O' Clock!
      Forse non ha già senso di esistere, la distinzione, tanto anche nella realtà ci beviamo le più grandi cazzate che ci vengono raccontate XD

      Moz-

      Elimina
  50. no ma guarda il "bello" è poi leggere i commenti sotto queste false notizie, la gente si indigna si arrabbia insulta, praticamente il nulla! Non so ma sembra quasi che queste bufale facciano venir fuori la bestialità dell'essere umano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Notavo, con un mio amico, che anche chi informa della falsità di queste notizie poi insulta... come se i commenti scatenassero la violenza verbale, hai ragione Oo

      Moz-

      Elimina
  51. Anche quando le notizie non sono bufale, basta vedere come vengono presentate... fai risaltare qualche aspetto, taci gli altri, aggiungi qualche commento becero, e il gioco è fatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mix per creare discussioni!! :)

      Moz-

      Elimina
  52. io non credo sia senso cattolico ma più molta paura del diverso, qualsiasi cosa sia diverso!

    RispondiElimina
  53. http://www.qelsi.it/2011/rimosso-un-quadro-della-madonna-dalla-scuola-dopo-le-proteste-di-una-mamma-musulmana/
    http://www.ilgiornale.it/news/palermo-unalunna-musulmanail-quadro-madonna-dallaula.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe, benvenuto!
      Guarda, sapevo che era una bufala a cui hanno abboccato anche diverse testate...^^

      Moz-

      Elimina
  54. purtroppo é vera , gli islamici ci impongono la dhimmitudine ovvero la sottomissione:
    http://www.qelsi.it/2011/rimosso-un-quadro-della-madonna-dalla-scuola-dopo-le-proteste-di-una-mamma-musulmana/
    http://www.ilgiornale.it/news/palermo-unalunna-musulmanail-quadro-madonna-dallaula.html
    p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e in ogni caso non serve essere musulmani per voler far togliere un quadro della madonna in una scuola laica XD

      Moz-

      Elimina
  55. sottovalutare il pericolo islamico, i Fratelli Musulmani (ce ne saranno due candidati con il PD e Sala a Milano, é da autolesionisti. Ovunque hanno preso la maggioranza hanno fatto la dittatura islamica, e la legge é la Sharia, da Iran a Arabia Saudita, a Pakistan, a Ciad, a Sudan, ecc.- D'altronde é il Corano che detta i comportamenti, perché l'Islam é soprattutto politico, in secondo luogo viene l'aspetto religioso. Più peicoloso del comunismo, e del nazionalsocialismo é il male in assoluto, perché condito da una pseudo religione scopiazzata da Antico Testamento. Maometto (ricordo che sposò Aisha una bambina di 6 anni e la deflorò a 9), é fonte di ispirazione per le legislazioni in molti Stati musulmani, q quindi troviamo le spose bambine dai 6 anni in alcuni Stati del Golfo, a 8 in Yemen e Arabia Saudita, 12 in Iran, e così via.
    Io non ho trovato la smentita della dirigente scolastica, quindi la notizia é stata confermata dai genitori, vecchi notizia a cui ce ne sono aggiunte altre mlto preoccupanti, tra cui diverse Jihad sessuali (come prescritto dal Corano per le non musulmane) in tutta Italia (e come non menzionare gli stupri di bambini dettati al Corano a Vienna, Oslo, Stoccolma, ecc, lo stupro su un uomo non musulmano, sempre dettato dal Corano, a Stoccolma. La tattica dell'Islam per marchiare il territorio, per le terre oggetto a conquista dal 620 dopo Cristo, ovvero l'Europa. Teniamo presente che l'Impero Ottomano fino a 130 anni fa aveva ancora colonie in terre europee, come Romania, Bulgaria, Grecia, Bosnia,....
    La reconquista dell'indipendenza , anche con l'aiuto di Austria e Russia, non deve terminare per i nostri fratelli dell'Est Europa.
    La dhimmitudine non deve trionfare.
    Buona serata
    giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho letto nulla delle notizie che citi (stupri su uomini ecc...) potresti indicarmi dei link che ne riportano qualche traccia? Thanks :)
      Sicuramente è una guerra culturale, ma forse non per tutti sanguinaria...^^

      Moz-

      Elimina