> mostroni: sentai e dintorni



Ve l'avevo detto: ero stato chiamato per un progetto "mostruoso" che avrebbe coinvolto più blog.
E così eccomi a cominciare questa avventura. Sì, perché tocca proprio a me aprire le danze, come potete vedere dalla locandina qui sopra.
E allora, si parte!
Gli altri articoli del blogtour sono
Letter Bee - Prevalentemente anime e manga
Il poderoso Gamera! - Gioco Magazzino / Sicilianamente
Perché amiamo Monster Hunter! - TimberManiacs
Ultraman, in lotta con le proprie paure - Ilmioamicopanda
Kingo of Tokyo - Gioco Magazzino
Godzilla save the Earth - Anima Nerd
Evangelion e l'evoluzione del mecha vs kaiju - Il bizzarro blog di Gianfro
Poesia, fanciullezza, mostri giganti ed eroi in un giochino per 3DS - Timber Maniacs
Avete presente Godzilla, Gamera e compagnia? Creature di gommapiuma che se le danno di santa ragione tra palazzoni e montagne, distruggendo quanto più possibile.
Mi è stato chiesto di partecipare a "Mostroni: Kaiju e dintorni" con un articolo riguardante questo particolare genere cinematografico tutto nipponico.
Non sono un grande esperto in materia, ma ho subito pensato che -ehi!- io amo qualcosa che contiene diverse scene con i mostri di gommapiuma, esplosioni e distruzioni: i Super Sentai.
Super Sentai, letteralmente "super squadrone", è quel genere nato negli anni '70 in Giappone sulla scia degli eroi di Shotaro Ishinomori. E' del 1975, infatti, la prima serie che vede in azione un supergruppo in tutine colorate: Himitsu Sentai Goranger.

Goranger - immagine web
Il genere è ancora vivo e vitale, ogni anno ne viene prodotta una nuova stagione (che di volta in volta cambia protagonisti, tematiche, location, trama, persino epoca) ma non solo: dal 1993 anche l'America si fregia di una serie derivata, che elimina le sequenze con gli attori orientali mantenendo quelle d'azione tra tute e robot. Parlo dei Power Rangers, ovviamente. Un fenomeno degli anni '90 che ha portato chiunque a conoscenza di questo particolare sottogenere televisivo.

i Power Rangers - immagine web

Elemento caratteristico di una serie Super Sentai è appunto una squadra di giovani eroi che, indossate suit colorate e ottenuti poteri legati a un particolare potere che varia a ogni stagione (ninja, dinosauri, magia, pirati, treni...) cerca di difendere la Terra dagli attacchi del nemico di turno. Che invia un mostro a ogni episodio con il consueto intento di conquistare il pianeta o nuocere allo stesso. E qui entrano in scena i mostroni di gommapiuma: impersonati da un attore chiuso all'interno del pupazzo, come il Gabibbo, affrontano il supergruppo venendo immancabilmente sconfitti a suon di karate acrobatico e arsenali assortiti.

un mostrone contro un Ranger - immagine web

Ma non finisce certo così: c'è ancora sofferenza per i mostroni! Quasi da subito, infatti, le serie Super Sentai scoprono i robottoni.
Proprio come in Mazinga o Goldrake, gli eroi devono pilotare un robot per fronteggiare definitivamente il mostro, divenuto un gigante nell'ultimo tentativo di strappare la vittoria sui terrestri.
Ed ecco il superscontro, in ambienti urbani o rurali.
Come per Gojira, anchi qui i grattacieli di cartone o i monti di cartapesta diventano teatro della battaglia definitiva. Esplosioni, crolli, goffe arti marziali e sciabolate. E tra mille fuochi d'artificio, il mostro è distrutto e la Terra è salva.

il mostro gigante e il robot - immagine web

Le serie Super Sentai nascono per ampliare la gamma di eroi dopo il successo di Kamen Rider, il motociclista mascherato che però ha sempre agito in solitario. Una sequela di colori e personaggi che ancora oggi non conosce sosta, e che di tanto in tanto celebra il passato con episodi speciali e crossover, facendo la gioia dei fan di vecchia data. Anche i Power Rangers, dopotutto, non si risparmiano in questo genere di omaggi, come avvenuto nel 2014 grazie all'adattamento della serie Gokaiger che celebrava un anniversario dei Super Sentai.

una superbattaglia - immagine web

Sebbene fuori dal Giappone il genere fosse limitatamente già conosciuto, è proprio col successo senza precedenti dei Power Rangers che il fenomeno trova una incontenibile eco.
Vengono quindi adattate opere analoghe non sempre parte dei Super Sentai (Masked Rider, VR Troopers, Beetleborgs, SuperHuman Samurai...) che, qui in Italia, assieme agli originali Megaloman, Ultraman ma anche Winspector, Goggle V e altri, hanno contribuito a cristallizzare i mostroni nell'immaginario pop collettivo.
Lo sanno bene i ragazzi di gruppi come Italian Sentai Subranger o The Crows che da tempo si impegnano nel fansub di serie tokusatsu: dateci un'occhiata... o magari presto arriveranno loro!


tre mostri insieme! - immagine web

Se ti è piaciuto, leggi anche

Guida all'universo dei Power Rangers

72 commenti:

  1. E si da così il via alle danze! Complimenti per il post, Moz, hai inaugurato degnamente il progetto! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille e grazie per avermi coinvolto nel progetto!! :)
      W i mostroni!! :D

      Moz-

      Elimina
  2. Al che mi sovviene che dei miei amici, a Lucca, fecero un simpaticissimo cosplay dei Power Rangers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh ora è necessario mostrare la foto!! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ci sono i video! Parte 1 e 2. Da qualche parte è girato da un'altra posizione, penso si possa trovare con una permutazione oculata dei termini di ricerca. Buona visione!

      Elimina
    3. Ahahaha, fenomenali, e sono entrati con la tipica mossa dei Rangers Lost Galaxy!
      Parlano un po' medievale "dov'è finito il marrano", ma sicuramente simpatici^^

      Moz-

      Elimina
  3. Manca Megaloman, il mio preferito.
    Ottimo excursus comunque, seguirò certamente questo mega cross over tra blog. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho citato, l'ho citato... come avrei potuto dimenticarlo?? :)

      Moz-

      Elimina
  4. Credo che ricadano nella categoria "super eroi in costume" e, quando appare il costumino, la mia sospensione dell'incredulità (che sopravvive benissimo a elfi, draghi, astronavi, jedi, maghi, vampiri, licantropi e a tutto un serraglio di bestie parlanti) va a farsi friggere. Non ce la faccio proprio a guardarli mantenendomi seria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma alla fine sono così tanto ridicoli rispetto a chi si mette una calzamaglia da ragno o un costume da pipistrello?^^

      Moz-

      Elimina
  5. Ottimo post Moz.
    I Super Sentai non li seguo da tempo, ma non ti nego che da ragazzino la prima serie dei Power Rangers mi coinvolse.
    C'era di tutto: robottoni, mostri pupazzosi, eroi in costume e buoni sentimenti.
    Come potevamo resistere? :)

    Ottimo articolo d'apertura Moz.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco, ciaoz!
      Io dei PR ho le prime due stagioni complete in dvd, purtroppo non continuai (almeno la terza era d'obbligo). Li amo, pure più degli originali giapponesi^^
      Aspetto il tuo post :)

      Moz-

      Elimina
    2. Eheheh dai magari trovi l'occasione e recuperi tutto!

      Spero bene per i miei post.... non ti nego che sono emozionato!

      Elimina
    3. Andranno sicuramente benone! Non vedo l'ora di leggerli!
      Scusa il ritardo nella risposta, ma a causa neve non ho avuto la luce né rete da ieri pomeriggio! :O

      Moz-

      Elimina
  6. La mia infanzia è stata felicemente accompagnata da Megaloman e Koseidon *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici! Io amavo questi serial, poi però i Power Rangers han cancellato tutto il resto: l'America trionfa :p

      Moz-

      Elimina
  7. Quell'immagine dei Goranger è stata per molto il mio sfondo sul pc :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuto a bordo!
      Scusa il ritardo nella risposta, ma da ieri pomeriggio -causa maltempo- non avevo né luce né internet.
      Beh, allora ti ho ricordato il tuo vecchio schermo :)

      Moz-

      Elimina
  8. Di Super Sentai non ne ho visti moltissimi (tempo limitato, purtroppo) ma quel poco che avevo visto l'ho trovato piuttosto gradevole. La pupazzosità dei mostri e dei cattivi è talmente pupazzosa che li rende simpatici :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti quando nei PR molti mostri storici sono morti, ci sono rimasto malissimo!!! XD

      Moz-

      Elimina
  9. Posso solo dirti... fatti onore Miki!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai è già andata, questo è tutto!^^

      Moz-

      Elimina
  10. Io non li conosco quindi seguirò con interesse!
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io conosco molto poco di questo mondo, forse giusto le nozioni basilari. Quindi anche io seguirò con interesse il progetto :)

      Moz-

      Elimina
  11. Ma dai! Complimenti!! Ti seguiremo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' già tutto qui il mio contributo, in questo articolo!
      I restanti post sono opera di terze persone, come si legge dalla locandina :)

      Moz-

      Elimina
  12. Post coi controcazzi Moz! Bella roba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Ale :)
      Contento che ti sia piaciuto!

      Moz-

      Elimina
  13. Ohhh ecco cos' era il progettone :)
    comunque mi faceva sempre strano che il mostro ad ogni puntata diventasse enorme, che gli zord singolarmente non servissero a un cazzo, e che nella battaglie finali distruggessero mezzo mondo nell'intento di salvarlo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il prezzo del sacrificio, una costante nelle opere giapponesi.
      Anche il fatto che l'unione fa la forza e gli zord non servissero a niente è uno dei concetti giapponesi XD

      Moz-

      Elimina
  14. Mmmm non mi piacciono i mostri..ma ti lascio molto volentieri un saluto!!!
    Buona serata
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un (sotto)genere molto particolare, sì.
      Grazie mille, ricambio il saluto!^^

      Moz-

      Elimina
  15. Quando io ero piccolo (io sono del '75) nelle reti private giravano parecchie pellicole del genere Kaiju, oltre a Godzilla i miei ricordi più vividi sono però legati al serial di Megaloman.

    In più ho una curiosità legata al genere che mi tormenta da tempo e magari qualcuno dei partecipanti a questo progetto potrà aiutarmi. Ricordo di un film del genere che veniva all'epoca passato in tele molto di frequente dove il protagonista era una specie di pupazzo ma di dimensioni molto ridotte che veniva ritrovato in una scatola. Poi, non ricordo come e perché, questi assumeva proporzioni gigantesche per combattere il cattivo di turno.

    A qualcuno dice qualcosa? Mi piacerebbe molto recuperare il film ma non ho più idea di che film si tratti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, così non mi sovviene... ma possiamo fare ricerche!
      Io amavo UltraLion, madonna quanto mi piaceva!! **

      Moz-

      Elimina
    2. Forse ti riferisci a SPECTREMAN... Una serie mitica...

      Elimina
    3. Grande, sì... ora ricordo e penso tu ci abbia preso! :)
      Ah, benvenuto sul Moz O' Clock :)

      Moz-

      Elimina
    4. Grazie mille per il tentativo, Spectreman lo ricordo vagamente ma quello a cui mi riferisco io sono quasi certo (quasi) che fosse un film e non una serie... comunque anche Spectreman è stato un bel ricordo recuperato :)

      Elimina
    5. Mmh, vediamo un po' se qualche altro esperto interviene a darci una mano!

      Moz-

      Elimina
  16. Miki, ecco dunque il famoso progetto...mostruoso!! Mostruoso nel vero senso della parola, quindi ;-) :-)
    Anche se non sono esperta per niente di mostri vari, sono contenta di aver letto questo tuo post di "apertura delle danze".

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, grazie mille! Ho cercato di essere più introduttivo possibile, così da prepararmi (e prepararvi) al tour^^

      Moz-

      Elimina
  17. Congratulazioni a te per l'apertura di questo progetto! Ammetto di non essere ferratissima in materia e solitamente tendo a zittirmi per rispetto all'argomento trattato (e anche per non usciremene con qualche figura di merda tipo: ma le tartarughe ninja valgono come "super squadroni"?).
    Stendiamo un velo pietoso, va... -_-'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai detto certo una cazzata, sai?
      La Saban, che in America produce i Power Rangers adattandoli dalle serie straniere, negli anni '90 fece una serie simile proprio sulle Turtles, quindi... mostroni di gommapiuma! :)

      Moz-

      Elimina
  18. Oddio Megalomen. Ancora rido al ricordo! Ma allora non siamo poi così lontani! E bravo Moz!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, certo che no! Forse io vedevo le repliche, ma comunque lo abbiamo guardato entrambi! Megalomaaaan :)

      Moz-

      Elimina
  19. BAM!
    https://www.youtube.com/watch?v=vw5vcUPyL90
    Un corto che mi è arrivato dal nulla e che condivido con te che già lo conoscerai.
    I Power Ranger erano meravigliosi eroi famosi per scintille, corsa spastica e robottoni che facevano più danni dei nemici che combattevano!

    Mentre scrivo questocommento, sto cercando un altro video molto importante su un altro telefilm (?!) sul genere che mi era capitato per le mani via web (ma di cui la cronologia non sembra aver memoria)

    Ecco, la mia (notare, la mia, non quella del pc) ha ricordato il titolo del film: Danger 5
    https://www.youtube.com/watch?v=TF2IbaQdvFA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il corto sui PR lo conosco, me lo ha passato Cervello Bacato giorni fa (prima che lo togliessero e rimettessero, secondo me marketing a gogo in vista del nuovo film).
      Danger 5 invece proprio zero... ho visto il video e mi sembra una parodia del genere... mi informerò anche su questo :)

      Moz-

      Elimina
    2. E comunque la prima serie dei PR era particolare...

      La gialla era l'orientale.
      La rosa la femmina.
      Il nero era nero.

      Cioé, dai...

      In ogni caso, il mio preferito era quello nero e blu

      http://www.bestmovie.it/wp-content/gallery/the-dress/12.jpg

      Elimina
    3. Ahaha, amo quel meme! Geniale e ti giuro che pure io -allo scoppio di thedress- ho pensato al white ranger!
      Comunque sì, la prima stagione era così... forse per semplificare idealmente le cose :)

      Moz-

      Elimina
  20. Complimenti per il progetto!! :)

    Ovviamente non ho mai conosciuto le origini nipponiche del genere... mi sono soffermata a rifare gli americani Power Rangers, quand'ero piccolina XD (avrei voluto essere uno di loro, ma non ricordo chi... o.o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente Kimberly, il Pink Ranger! XD
      Io amo i PR ma amo anche le serie originali... però i PR di più :D

      Moz-

      Elimina
  21. Grandissimo Moz! :D
    Effettivamente mi chiedevo che cosa avessi portato come articolo, come ho fatto a non pensare alla tua passione per i Power Ranger? Ahah!
    R.i.p. Power Ranger Giallo ç_ç

    Non avevo mai pensato però a questo fenomeno come genere televisivo, più che altro è simpatico il fatto che un genere cinematografico si sia evoluto in anime e serie televisive!

    Io ho onorato la sacra regola dell'ultimo minuto, ma ce l'abbiamo fatta e siamo pronti per il 10! :°D

    Ciau Moozz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contentissimo che anche tu farai parte del progettone!! **
      Sì, ho portato qui la mia passione per i Power Rangers... certo impura rispetto agli originali, ma sempre mostroni giapponesi sono!
      La prima ranger gialla è morta, sì ;__;

      Moz-

      Elimina
  22. I mostri proprio non mi piacciono, quando li guardavano i miei figli in tv, facevo il possibile per distoglierli.
    Ora abbiamo tanti mostri in giro e purtroppo non sono cartoni :-(
    Comunque tu hai fatto un post ...alla grande!
    Un caro saluto.
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo che ai tempi si diceva che show simili erano violenti e diseducativi, io sinceramente non li ho mai considerati tali. Un po' di arti marziali e qualche gioco pirotecnico sono lontani anni luce dalla violenza... nella Bibbia c'è di peggio XD

      Moz-

      Elimina
  23. Bello, da piccino i film di Godzilla anni 70 li vedevo al cinema... avrei voluto un piccolo Anguirus (il mostro-armadillo) da tenere al guinzaglio.
    Un caro pensiero per i disgraziati in tuta di gommapiuma, che tocca fa pe' na ciotola de riso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh davvero eh! Chissà quanto si soffre lì dentro!
      E chi impersona i robottoni? Con quelle corazze assurde? Mamma mia... -_-

      Moz-

      Elimina
  24. Coi Power Rangers ci sono cresciuta, anche se non li amavo particolarmente. Guardavo i combattimenti continuando a chiedermi se i mostri - tutti - fossero telecomandati o meno. Per non parlare dei personaggi che pigliavano le botte e volavano chissà dove. Troooppo divertenti, mi scompisciavo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, nessun radiocomando! Come vedi, solo gente che pazientemente indossa questi astrusi costumi! :)
      Comunque sì, spesso sono (in)volontariamente ridicoli, ma è anche questo il bello^^

      Moz-

      Elimina
  25. Ragazzi mi scuso per il ritardo nelle risposte e nella mia scarsa presenza, ma causa maltempo sono sommerso dalla neve, non ho avuto né luce né rete internet e tuttora la cosa è precaria...
    Grazie a tutti, ci sentiamo prestissimo!

    Moz-

    RispondiElimina
  26. Introduzione interessante Moz, non sapevo che i Power Rangers avessero dei predecessori. Sono davvero curioso per i prossimi post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gius!
      Sì, i Power Rangers esistono solo dal 1993, ma prima -dagli anni '70- ci sono altre serie analoghe^^

      Moz-

      Elimina
  27. Ciao fratellastro, ma che bella iniziativa avete avuto, davvero un gran bel progetto, molto interessante.
    Certo che in materia sono proprio ciuccia, non conoscevo tutte queste terminologie e informazioni. Buona serata e buon weekend ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ripeto, io sono solo stato invitato, non ho ideato il progetto -che mi sembrava valido e perciò ho aderito- ;)
      Se ti ho incuriosito almeno un poco, con questo articolo, son contento!! ;)

      Moz-

      Elimina
  28. Quando nei primi anni '90 tutti guardavano i Power Ranger e si compravano le gomme, le biro, gli astucci e via dicendo, nella mia classe si aggirava il classico bimbo scalmanato di turno che tutti (me compresa) temevano e che aveva il solo obiettivo di distruggere qualunque gadget legato a questa serie televisiva e picchiare chiunque li amava...
    Una volta una maestra che non riusciva a farlo stare attento gli si era messa a urlare a pochi centimetri da viso "Powerrangerpowerrangerpowerranger" e lui paonazzo in volto e con gli occhi pieni di lacrime le disse "vaxxancxxo".
    Inutile dire che questa scena mi ha segnato in modo in modo indelebile ;P

    Buona serata ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, non so se è stata più cattiva la maestra o il bambino, sai?? Oo

      Moz-

      Elimina
  29. Bel post "anni ruggenti" (parlo poi per me). Io li ho sempre trovati di una comicità "da piegarsi in due", per darti l'idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io facevo le scuole medie ai tempi dei Power Rangers XD
      Comunque sì, sicuramente erano (involontariamente?) comici... a rivederli oggi fanno tenerezza ma li amo ancora!

      Moz-

      Elimina