[ricordi] pericolo satana!


Sin da quando ero piccolo ho sempre amato l'horror, il paranormale, le storie strane (vere o presunte tali).
Credo sia una cosa comune a molti.
Ma ci fu un periodo della mia vita in cui a casa credettero stessi diventando... satanista!

Di solito, il picco di questi interessi si manifesta nell'adolescenza e nella preadolescenza. E così fu anche per me, nonostante siano argomenti che amo sempre, anche oggi.
Però, volete mettere la curiosità di scoprire nuove cose, rispetto a ora che le cose già le sai?

E così, ovviamente Stephen King divenne il mio scrittore preferito.
Oggi non mi piace più manco per il cazzo, salvo rari casi, ma all'epoca era un dio.
E, di riflesso, amavo anche i film tratti dai suoi romanzi (guardacaso, oggi ritengo molti di questi di gran lunga superiori agli originali cartecei...).
E i film horror in generale.
Che poi era il tempo dove venivano mitizzati i vari Freddy, Jason, Micheal Myers...

Andare con gli amici in videoteca a caccia di qualche vhs mai vista, qualche classico dell'orrore o b-movie slasher.

Ero fissatissimo con le case infestate, luoghi dove probabilmente (si diceva...) compissero riti strani.
Mi incantavo quando sentivo i racconti di chi, andando a fare una passeggiata nei boschi, diceva di aver visto cerchi di pietre: davamo per scontato fossero rituali satanici, mica pensavamo potessero essere fuochi delle notti precedenti!

Insomma, una fissazione.
Me lo ricordo: non facevo altro che guardare i murales con la croce rovesciata e il 666. Ne ero attratto e piacevolmente spaventato al tempo stesso.
Al mare, restavo impressionato dalle locandine dei party sulla spiaggia, locandine a tema horror.
Un mio vicino di casa, più grande di me, mi faceva ascoltare gruppi metal.
E sia io che lui avevamo nelle nostre librerie Dylan Dog.

Questo mix di cose, in effetti, sembra una fissazione che va al di là della normale passione.
Un giorno mia mamma trovò un fumetto in cameretta, X/1999 delle CLAMP, in cui appariva una ragazza crocifissa e trafitta con uno spadone da un ragazzo con le ali demoniache.
Lì cominciò a preoccuparsi un po' di questa mia mania, nonostante sapesse che musica-fumetti-riviste non inducono certo al Male.

Il bello sapete qual è? Che avevo smesso di interessarmi così intensamente del fenomeno, e la scena di quel manga era solo un incubo di una protagonista, non indicativo del contenuto del fumetto stesso.
La cosa finì lì, avevo altri interessi a cui dedicare la mia attenzione. Tipo i Litfiba, con la loro El Diablo.

Ma non ho mai dimenticato il fascino di Satana.
666.

54 commenti:

  1. Mi sono sempre tenuto alla larga dal Diavolo... Sul piano letterario-artistico mi intriga, ma preferisco mai approfondire l'argomento. Ci sono certe cose che mi spaventano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io alla lunga ho capito che è più spaventoso e pericoloso il suo eterno rivale YHWH.
      In fin dei conti, la cattiveria che ha perpetrato quest'ultimo non ha davvero eguali XD

      Moz-

      Elimina
    2. Questo è quello che a Satana conviene che tu creda... ;)

      Elimina
    3. Beh, allora il dio giudeo ha un pessimo reparto marketing, mi sa... XD

      Moz-

      Elimina
    4. Per caso hai letto "Lo straniero misterioso" di Mark Twain?

      Elimina
    5. E' un libro che mette un po' in discussione le figure che popolarmente associamo al bene e al male. Perché comportarsi bene in vita per poi finire nel regno dei cieli dove vige una monarchia assoluta che appena non sei d'accordo su qualcosa finisci al centro della Terra e a testa in giù?
      Interessante anche "Il diario di Adamo ed Eva", sempre di Mark Twain.
      E non si tratta di narrativa per ragazzi!

      Elimina
    6. Beh, questi non li ho mai letti, potrebbero interessarmi davvero! :D

      Moz-

      Elimina
  2. Io oltre il 666 non ho approfondito xD Anzi, a dire il vero, dicevo che la mia gatta era posseduta e mi ero immaginata la scena di un esorcismo in cui le lanciavano acqua benedetta e Satana le usciva dal corpo.
    Questo 4 anni fa...ora non è più posseduta xD
    P6tr6li6 Al6sk6n6

    RispondiElimina
  3. Credo che sia un periodo che attraversiamo tutti. A qualcuno passa, ad altri no... i satanisti ci sono e infatti quanti gatti neri spariscono, poverini!

    Io però, sinceramente preferisco non sapere. Mi godo la mia ignoranza in materia e non voglio nemmeno più vedere quei film horror di cui facevo indigestione da ragazzina. Basta!
    Ora ho una fifa blu!!!!!
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I satanisti che fanno riti simili sono cretini sbandati, mica satanisti veri! :)
      Paradossalmente, io ora sono immune alla paura da horror...

      Moz-

      Elimina
    2. Che son cretini è indubbio!

      Elimina
    3. Che son cretini è indubbio!

      Elimina
  4. Anch'io ho sempre amato l'horror - soprattutto cinematografico - fin da bambino e lo amo tuttora.
    King non mi dispiace, ma sono d'accordo con te che vari dei film tratti dalle sue opere sono più riusciti del cartaceo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shining e Stand by Me... su tutti.
      Ma poi, a pensarci, anche i film-tv tipo IT, meno verboso e inutilmente complesso dell'originale cartaceo... più semplice e diretto, ecco.

      Moz-

      Elimina
    2. Ma anche "La zona morta" del grande Cronenberg!

      Elimina
    3. Eggià! Insomma diversi grandi registi si sono cimentati con gli scritti del Re... :)

      Moz-

      Elimina
  5. Forse nella mia vita ho visto si e no 2 film horror....per non dormire poi..,non è il mio genere, inutile sentirsi stupidi. Ecco..invece l'esoterismo che mi ha sempre spaventata..ora mi affascina. Come si cambia! E menomale :) ciao collega ! ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, c'è sempre quel non so che di affascinante nell'esoterismo; che poi uno pensa sempre a chissà quali stranezze diaboliche, e invece possono essere cose tranquillissime!
      Ma insomma... tu che lavoro fai di preciso? :D

      Moz-

      Elimina
    2. Oh..che c'è pure scritto nel titolo del blog :-P BOH diario di bordo di una CUOCA che ama scrivere .... :) si.,è vero...io pensavo che l'esoterismo fosse chissà cosa..e invece..,vedi a volte ignorare le cose rende ignoranti :)

      Elimina
    3. Sì, che cucini l'avevo capito...
      Intendevo come dove quando XD

      Moz-

      Elimina
  6. Io amo ancora l'horror, le case infestate, le leggende, le cose strane.
    Mi ricordo quando con le mie vicine di casa tentammo alle medie di registrare le voci bianche con un vecchio registratore. Fantasmi diciamo. Qualcosa di strano per noi successe XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se ricordi il fenomeno delle Number Stations che vi presentai qui in autunno...
      Amo molto anche io la questione "registrare con radio", e so che diverse persone lo hanno fatto.
      Tu cosa hai registrato?

      Moz-

      Elimina
  7. Paura! (detto alla Lucarelli imitato da De Luigi).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, che mi hai fatto ritornare in mente!!^^

      Moz-

      Elimina
  8. Io sono cresciuto nel paranormale, tra avvenimenti strani e inquietanti ne ho da raccontare per giorni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sai che ora dovrai raccontarceli?^^

      Moz-

      Elimina
  9. Hai praticamente fatto la mia descrizione, anche se per fortuna in casa non mi hanno mai creduto una satanista!! Ancora oggi l' horror mi piace, nonostante sia una fifona, è un genere che esercita un fascino irresistibile su di me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'horror è un genere che va a toccare corde profonde, anche se in modo semplice: funziona sempre :)

      Moz-

      Elimina
  10. ahi ahi ahi, vabè finchè restano sul tema film horror, libri, fumetti e musica non fa mai male eh? xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non fa male nemmeno il satanismo reale, secondo me. Non più del cattolicesimo XD

      Moz-

      Elimina
  11. Anche io ho passato la stessa fase in giovinezza, quando ho scoperto l'heavy metal. Ovviamente è stata una fase breve, anche perché in fondo solo chi è superficiale fa il collegamento tra metal e satanismo. In realtà c'è molta, moltissima più carne al fuoco in questo genere; e poi, gran parte dei "satanisti" del metal usa satana come metafora o semplicemente per provocare, sono pochi quelli che ci credono davvero.

    E così, ascolto metal da anni ma di sicuro non ho più da tempo il fascino per l'occulto o per satana. Anche se forse qualcuno lo crede, specie quando vado in giro con maglie di gruppi che sono, diciamo, equivocabili :D .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in effetti Satana è spesso solo un simbolo: del materialismo, della ribellione, della vita sulla terra rispetto alle promesse spirituali.
      A me comunque il metal non piace XD

      Moz-

      Elimina
  12. Io l'horror lo amo tuttora, quindi con me sfondi una porta spalancata. :-P
    Io ed i miei amici abbiamo passato una fase satanista anche se per gioco, non preoccupandoci delle conseguenze che essa potesse avere.
    In pratica frequentavamo una stazione in disuso nel mio quartiere per poter stare tranquilli ed in solitudine per fumare di nascosto, e ci eravamo presi il vizio di scrivere poesie e versi satanici sui muri oltre che veri e propri disegni ( alcuni veramente blasfemi ).
    Era semplicemente uno scherzo che però fece il giro del quartiere tanto che ritinteggiarono subito la stazione e cominciarono a fare domande, e quindi smettemmo immediatamente.
    Volevamo andare oltre le classiche frasi d'amore di rito sui muri o quelle tipiche delle stazioni, ma mi sa che esagerammo.
    Che poi erano tutti disegni presi dai miei fumetti o da riviste dei videogiochi, mica chissà quale diavoleria. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, e non sono mai riusciti a risalire a voi??
      Siete riusciti a mantenere il segreto per tutti questi anni??^^

      Moz-

      Elimina
    2. Era una stazione frequentata da tantissimi giovani/coppiette che andavano ad imboscarsi o a ripararsi dalla pioggia, quindi poteva essere stato chiunque.
      C'era chi scriveva frasi d'amore, chi poesie per emulare Jim Morrison e chi ci andava per scopare, ubriacarsi o prendersi semplicemente i treni locali.
      La stazione era in disuso poiché non vi erano ferrovieri o la polfer ma funzionava, ergo chiunque poteva scrivere o graffitare quei muri.
      Che poi erano stronzate fatte per lollare, si vedeva lontano un chilometro che i disegni erano copiati da riviste o persino fumetti Marvel.
      Scrivevamo in quei muri per motivi risibili e perché lo vedevamo fare ad altri ( i muri erano pieni di scritte e graffiti od inviti a succhiare ecc.ecc. ), però quando ritinteggiarono smettemmo immediatamente per paura ma anche perché non ci sembrava il caso.
      Eravamo ragazzini con poco sale in zucca, per non dire coglioni. :-P

      Elimina
    3. Beh, eravate ragazzini e basta, queste cose si fanno... anzi penso che vadano fatte e basta! :)
      Grazie per la spiegazione^^

      Moz-

      Elimina
    4. Quindi per far ritinteggiare i muri di una stazione occorre scrivere cose sataniche? Sono davvero più pericolose per un bambino che vedere disegni e scritte pornografici?

      Elimina
    5. Ahaha, forse abbiamo trovato la soluzione XD

      Moz-

      Elimina
    6. Si potrebbe fare a società: un gruppo imbratta le stazioni con graffiti satanici, un altro si propone di tinteggiare le pareti, poi si divide l'utile a metà!

      Elimina
  13. L'occulto esercita con sua stessa natura una logica attrazione verso i curiosi.
    Cosa può attrarre un curioso più di qualcosa che è occulto di nome?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero.
      Dopotutto è così semplice...

      Moz-

      Elimina
  14. A me il mondo dell'horror e dell'occulto mi ha sempre affascinato, ma soltanto perché non ci credo, quando guardo un film dell'orrore difficilmente mi spavento, riesco sempre a sopportare...basti sapere che giochi di mostri e zombie ne ho tantissimi, solo per il gusto di farli fuori tutti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sai... un po' lo stesso è per me: scettico di natura, non sono spaventato dalle rappresentazioni horror.
      Gli zombie e i vampiri, però, mi hanno quasi sempre fatto cagare XD

      Moz-

      Elimina
  15. Apprezzo l'horror letterario, non quello cinematografico, anche se non ho mai nutrito attrattive verso cose sataniche: secondo me il Male può esistere anche senza di lui, ne è intrisa la nostra cronaca quotidiana... L'orrore è un po' quello raccontato da Sclavi e Casertano in una breve storia di Dylan Dog intitolata appunto "L'orrore".

    Ho scritto dei racconti, anche, dove l'orrore ha generalmente un'origine antropica o aliena, ispirandomi soprattutto a quelli che ritengo i due massimi scrittori del genere, E. A. Poe e W. H. Hodgson... che Stephen King non lo vedono neppure! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Poe è tra i miei autori preferiti... nun se bbatte!
      L'orrore come storia l'ho letta, ed è vero: l'orrore è nel quotidiano, un concetto che ha esplorato anche King e che pure Lynch esplora a modo suo...

      Moz-

      Elimina
    2. Hodgson è un Dio.
      Ho da poco letto una sua breve raccolta di racconti, e dà ancora le piste a parecchi autori contemporanei.

      Elimina
    3. Devo informarmi, thanks^^

      Moz-

      Elimina
    4. Su Ebay si trova abbastanza facilmente un vecchio "100 pagine 1000 lire", "L'orrore del mare", con sei suoi racconti.
      Di recente è stato ristampato anche "Carnacki", il ciclo di avventure del suo cacciatore di fantasmi, anche se il suo capolavoro, tra quello che ho letto, è "La casa sull'abisso", che poi Lovecraft ha preso a modello per i miti di Chtulhu...

      Elimina
    5. Wao, boys... mi state dando una marea di info^^

      Moz-

      Elimina
  16. Anche io ho passato un periodo in cui adoravo gli horror e S. King! (I più vecchi sono i libri migliori...best in assoluto per me è Misery... Ora ho ricominciato da poco a leggerlo, ma sempre cose abbastanza datate)... Tu satanista non ti ci vedo...chi ti conosce sa che sei tanto cazzaro! XD (magari non al 100%, ma preoccuparsi è un altro paio di maniche)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Misery uno dei pochi che considero quasi meglio il romanzo che la trasposizione video^^
      Comunque siccome la mia era una fissazione, ci credo che mamma si era preoccupata un poco...

      Moz-

      Elimina