[fumetti] Qvando c'era Lvi, recensione


Ha fatto molto parlare di sé, questo Quando c'era Lui, per l'aggressione subita a colpi di Coca Cola durante l'ultimo Romics.
Fumetto satirico della Shockdom, scritto e disegnato da Antonucci, Fabbri e Perrotta (i primi due già autori di Gesù - La trilogia e altre opere analoghe).
Cosa c'è che ha fatto arrabbiare alcuni fascisti?
La storia vede tre camerati -ricalcati sull'abusato cliché del fascista ottuso e vandalo- che hanno una idea: riportare in vita zio Benny, unico che forse potrebbe rimettere in sesto questa Italia in cui non ci si capisce più nulla.
L'idea non è certo malvagia, sicuramente meglio un po' di Dux che altri anni di Renzusconi a Cinque Stelle, e così grazie a un dottore tetesko e nazista, riescono nell'impresa.
Con un piccolo -colorato- problemino. Le cui conseguenze scopriremo a luglio 2016.

Tutto qui.
La satira è satira, ma il fumetto per ora sembra essere l'ennesima storia creata solo per inanellare battute su luoghi comuni (fascisti, in questo caso).
Divertente, sì, ma come lo erano i programmi della Dandini e Guzzanti. Di fine anni '90.
L'ironia è quella.

Disegni funzionali, apparato redazionale carino (con finto angolo della posta, finte rubriche, finti spot), e poi vedremo come evolverà.
Basta piangere sulla Coca Cola versata, che pure ha fatto l'effetto pubblicità.
Le battute antisemite presenti sono la parte che davvero fa più ridere.
Ma non lo dico, perché non è politically correct.
Quando c'era lui i blog postavano in orario.

22 commenti:

  1. L'autore è stato aggredito con la Coca Cola? Mi dispiace per lui, ma dall'altra parte, caspita, sembra una cosa stra-surreale.
    Comunque avevano fatto un film chiamato Fascisti sv Marte. Dopo vn po' le gag svlle v e svgli anni in nvmeri romani mi erano venvte a noia, boh, mi annoiai nel vederlo (avevo 13 anni quando lo diedero su sky)...
    Petralia Alaskana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, peggio.
      Hanno gettato della cocacola sullo stand, logorando i fumetti della Shockdom. Il video è di un patetico unico, quasi triste... Nemmeno ti arrabbi per quanto sono stati penosi.
      Inoltre gli autori nemmeno stavano nello stand! C'erano i commessi della casa produttrice...
      Una cosa becera davvero!

      Elimina
    2. @Petralia: beh, non è bello che lo stand sia stato aggredito, è pur sempre satira e sinceramente -che sia cocacola o altro- non ci vedo molte differenze di forma con l'Isis che si incazza per le vignette di Charlie.
      Quel film lo conosco, e difatti è della cricca Guzzanti. Divertente, per lo meno a me piacque :)

      @Marco: il video manco l'ho visto, fessi loro a essersi pure filmati...!
      Ma cosa volevano dimostrare?

      Moz-

      Elimina
    3. Certe aggressioni dovrebbero farle a "Porta a porta" quando diventa la vetrina di libri scritti dal figlio orgoglioso di Riina...
      Non per dire, ma tra mafia e fascismo...

      Elimina
    4. Io non ne sapevo nulla, caspita, non credevo che avessero davvero gettato coca cola sui libri dell'autore (non stavo ironizzando prima, mi sembrava una cosa troppo surreale per essere vera...non credevo avessero fatto tutto questo disastro, quindi ne chiedo scusa)...
      Per quanto riguarda il film dei Fascisti su Marte, io forse ero un po' piccola per capirlo quando lo vidii.

      Il libro di Riina invece è una vergogna nazionale: sììììì che bello Sicilia=Mafia, e anche i tedeschi sono tutti nazisti!!!111 Yeeeh viva gli stereotipi O_o Che schifo davvero -_-" all'estero poi la gente da alle pizzerie i nomi di Al Capone e di altra gentaglia del genere...

      Elimina
    5. @Gas: eh, in quel caso ci faremmo paladini della libertà di espressione, o ci metteremmo dalla parte degli aggressori antimafia? ;)
      JeSuisTotò, già me lo immagino XD

      @Petralia: Al Capone è una marca di sigarettini che fumo se capita... sarà che i criminali stranieri sono più cool^^

      Moz-

      Elimina
    6. Mmmm...strano che una marca come Al Capone sia arrivata in Italia o sia stata creata in Italia...sarà perchè non fumo (mio cugino mi ha fatto solo sniffare una volta del tabacco quando avevo 13 anni -NON scherzo-), ma non l'avevo proprio sentita nominare. In generale però mi dispiace che ci sia gente che ancora fumi nel 2016, però comunque ognuno si gestisce a modo suo in questo.
      Petralia Alaskana

      Elimina
    7. Non so, non ci vedo nulla di strano nel nome^^
      Il fumo è sicuramente un brutto vizio, quando è un vizio.
      Per me, che fumo un sigaro ogni cent'anni, è un piacere... esattamente come bere un bicchiere di buon liquore ;)

      Moz-

      Elimina
    8. L'etimologia di certi nomi non sempre emerge, e la gente tende a dimenticare, disinteressarsi o addirittura negare periodi storici.

      Elimina
    9. Negare mai, rivederli sotto nuove luci, col senno di poi e analizzando il senno di allora, magari sì :)

      Moz-

      Elimina
  2. Da me è successo una cosa assurda.
    La mia fumetteria di fiducia l'ha esaurito, mentre l'edicolante di fiducia non l'ha preso... Perchè? Diciamo che si sente offeso dall'opera... Ho detto tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, non c'è nulla di cui offendersi, sono sincero.
      Prende in giro un gruppo, ecco.
      Non mi offenderei se facessero un fumetto che prende in giro i blogger... solo che, diciamo, le battute sono proprio cliché dei cliché... :)

      Moz-

      Elimina
  3. Da come lo hai recensito, non mi ispira un granché.
    Cioé, non ci vedo nulla di sufficiente a renderlo un fumetto da avere/leggere.
    Se voglio luoghi comuni, leggo Hetalia, non trovi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco Hetalia :D
      Comunque, penso che lo continuerò a comperare, almeno per vedere dove va a parare.
      Non è male, sia chiaro.
      Prova a leggere il primo numero^^

      Moz-

      Elimina
  4. L'Italia è piena di luoghi comuni e poi su questo argomento ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, cose già viste e riviste... :)

      Moz-

      Elimina
    2. Nulla vieta che cose "viste e riviste" possano essere fatte bene e risultare comunque godibili, sebbene non innovative nè tanto meno rivoluzionarie.

      Elimina
    3. Vero, è che a parer mio per ora non è godibilissimo... ma puro gusto personale, eh.
      E non c'entra la politica o quel che racconta, ma come lo racconta (idem per Suore Ninja)^^

      Moz-

      Elimina
    4. Far peggio di suore ninja (sia per grafica sia per trama/storie/battute) credevo fosse impossibile.

      Elimina
    5. Siamo a quei livelli di cliché, utili a inanellare battute su battute in quello stile...
      Ah, comunque benvenuto sul Moz O'Clock ;)

      Moz-

      Elimina
  5. Giusto per capire... quante pagine formano il primo albo. Ha l'aria di essere sottile quanto una velina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trentadue pagine di cui 26 a fumetti. Sottilino, sì :D

      Moz-

      Elimina