[list] i cartoni animati giapponesi più censurati


La moda di modificare i prodotti giapponesi eliminando riferimenti, cambiando nomi e alterando concetti è pratica antichissima, fin dall'arrivo di Ufo Robot Goldrake.
Magari per importazione indiretta, magari per motivi diversi, il 90% degli anime arrivati sulle nostre reti ha subìto modifiche ora leggere ora pesantissime: opere come Lady Oscar, Georgie, Occhi di Gatto, Dragon Ball, Lupin... nessuno è passato indenne!
Questa lista elenca i casi più eclatanti di serie tv animate censurate.

I CAVALIERI DELLO ZODIACO
Tranne alcune sequenze eliminate dagli stessi giapponesi per esportare il prodotto (l'orecchio di Cassius, il petto sfondato di Pegasus...) sui nostri canali regionali l'anime arrivò di fatto integro.
Ma furono modificati pesantemente nomi e dialoghi, per rendere gli stessi poetici e altisonanti.
Persino l'eliminazione del "nome civile" di alcuni personaggi fu messa in atto per semplificare l'opera, pratica si dice richiesta dalla Giochi Preziosi che doveva vendere le action figures dei Cavalieri.
Al passaggio su Italia 1, anni e anni dopo, anche le scene che prima erano rimaste integre vennero tagliate o alterate graficamente.

immagine web

DETECTIVE CONAN
Un cartoon giallo, che quindi ha come ingredienti principali crimini e delitti, ha visto -nelle prime stagioni- eliminare completamente parole come "uccidere" "assassino" "sangue". Sembra assurdo, ma è così.
Poi, le scene più cruente sono state rese in bianco e nero, al fine di non mostrare il rosso del sangue.

immagine web

ONE PIECE
Durante il primo passaggio su Italia 1, gli adattatori abusavano del filtro seppia o b/n per non mostrare il rosso di nemmeno un rivolo di sangue. Resterà negli annali l'episodio della saga di Alabasta tutto filtrato in un fastidiosissimo seppiato.
Altra genialata degli adattatori: al fine di semplificare il nome del protagonista (Monkey D. Luffy) hanno stravolto lo stesso in Rubber, senza immaginare che la D. presente nel nome fosse importantissima per la trama... e recuperandola con salti mortali solo in seguito.

SAILOR MOON
Oltre al cambiamento dei nomi di tutti i personaggi o quasi, a essere stata colpita nell'adattamento italiano di Sailor Moon è la sessualità di alcuni di questi.
Un paio di nemici -da uomini che erano- sono stati trasformati in donne, affibbiando loro un doppiatore femminile. La relazione tra Sailor Uranus e Sailor Neptune è stata annacquata, e l'ultimo episodio della serie, il n. 200, risulta così tanto modificato (tagli, fermo immagine, sequenze ripetute) da detenere il record. Motivo? La protagonista combatteva senza veli.

immagine web

YU-GI-OH!
La versione arrivata da noi è quella importata dall'America: per una volta ci han pensato oltreoceano a massacrare una serie. Modifiche digitali alle carte da gioco, ai concetti presenti nell'opera e alterazioni grafiche al fine di eliminare armi o simboli esoterico-religiosi.
Facevano prima a ridisegnarselo tutto da zero.

ROSSANA
In origine Kodomo no Omocha (Il giocattolo dei bambini), ha avuto una certa fama anche da noi.
Sono state modificate diverse situazioni ritenute eccessive per il nostro pubblico, come la storia dell'abbandono di Rossana da parte della vera madre.

immagine web

CARD CAPTOR SAKURA
In questo caso, nonostante vi fu un grande passo in avanti (dopo anni, furono mantenuti i nomi originali giapponesi e non venne nascosta l'ambientazione nipponica della serie...), l'adattamento alzò l'età dei protagonisti che da preadolescenti divennero adolescenti, a causa delle relazioni tra vari personaggi.
Qualsiasi accenno a simpatie tra persone dello stesso sesso fu inoltre eliminato.

F-MOTORI IN PISTA
Uno degli anime più censurati della storia: eliminando ogni riferimento al Giappone, gli adattatori hanno dovuto fare un lavoro impressionante, tagliando via qualsiasi sequenza o immagine in cui comparivano scritte orientali.

HANAYORI DANGO
Acquistato da Mediaset sul finire degli anni '90, è stato trasmesso solamente sul satellite e sul digitale terrestre. Ad oggi mai passato su una rete in chiaro, è un anime abbastanza stravolto rispetto al senso originale: due episodi non sono mai stati mandati in onda

E' QUASI MAGIA JOHNNY
Due episodi completamente omessi nel passaggio televisivo, oltre che nomi cambiati e sequenze tagliate.
Il top? La scena in cui i protagonisti sono seduti sulla panchina, scena cult... vista decine di volte nella sigla italiana dell'anime ma eliminata durante l'episodio. Un'assurdità, praticamente.

immagine web

MARMALADE BOY
Qui siamo di fronte a un qualcosa di particolare: in sostanza, la serie animata originale fu praticamente riscritta da zero, diventando di fatto un altro prodotto. Un'altra storia, un altro anime.
Piccoli problemi di cuore vede stravolgere del tutto la storia delle due famiglie "scambiste".
Era previsto anche un seguito, "Miki e Yuri, questo è amore", tagliando e ricucendo altri episodi. Mai andato in onda.

ALPEN ROSE
Al passaggio televisivo su Rete4 nel 1986, Rosa Alpina fu letteralmente massacrato: data l'ambientazione storica della serie (che si svolge durante la Seconda Guerra Mondiale) gli adattatori italiani tagliarono ogni riferimento al conflitto, ritenendolo poco adatto al pubblico di bambini.
Un intero episodio, il quindicesimo, fu saltato.


Se ti è piaciuto, leggi anche
Le migliori sigle di Cristina D'Avena
Le sigle cartoons meno conosciute

30 commenti:

  1. Questa poi, non l'avrei mai detto. Non mi intendo di Anime, forse è successo perché non sono nati come cartoni o fumetti per bambini?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente.
      Certo, il discorso è molto articolato (e presto lo approfondirò in un articolo a sé), ma è come dici.
      Per tutte gli ovvi sottintesi del caso, specialmente economici.
      In Italia hanno livellato tutte le serie tv, che in Giappone sono destinate a fasce d'età diverse.

      Moz-

      Elimina
    2. In Giappone, terra di origine degli anime (e di tutti i tentativi d'invasione terrestre😃), un cartone animato è come da noi una fiction... Fino a qualche anno fa il record d'ascolti televisivo fu una prima serata con "Maison Ikkoku" seguito dall'ultima puntata di "Ken il guerriero"! Altro che festival di Sanremo e finale di Champions!
      Inoltre, in Giappone è vietata ogni forma di pornografia filmata o fotografata, TUTTO viene censurato in post produzione (le scene ci sono ma le parti intime vengono coperte tipo servizio di Striscia che occulta le facce). In cambio, hanno libertà di espressione con l'animazione: ovvio quindi che producano anime che da noi vengono stravolti!

      Elimina
    3. E infatti: da loro l'animazione è un'arte NON per forza (anzi, spesso poche volte) destinata ai bambini piccoli.
      Da noi invece c'è ancora il binomio cartoon=bambini.

      Moz-

      Elimina
  2. Vorrei soffermarmi sui Cavalieri dello Zodiaco e YugiOh.
    Alla fine credo fortemente che l'adattamento italiano (compreso anche di censure) abbia giovato all'anime stesso, creando una sorta di mito. Dopo aver letto il manga, tutti rimangono schifati da due cose:
    - i disegni orripilanti di Masami Kurumada;
    - ma sopratutto dalla minchiaggine dell'opera stessa. Perchè fanno e dicono cose assurde. Altro che termini aulici, nella versione originale i protagonisti hanno lo stesso carisma di un mattone!
    Quindi per una volta l'adattamento ha dato qualcosa in più. E me lo tengo volentieri: anche con le censure.

    Su Yugioh volevo dire un fatto curioso, così per arricchire il post.
    Nell'edizione italiana parlano sempre del "Cuore delle Carte": come se i giocatori chiedessero aiuto allo spirito del proprio mazzetto.
    Questo è un'adattamento italiano, perchè nella versione Giapponese non esiste questa cosa.
    Mi hanno fatto notare che tutte le pescate fondamentali, che fanno vincere i nostri protagonisti, sono in realtà dettate da prodigiose BOTTE DI CULO!
    Nel gergo di Magic sia chiama la "Topdeckata": cioè quando non puoi fare niente e ti affidi alla prima pescata di turno. In poche parole ti affidi alla cieca fortuna!
    A sto punto mi tengo il "Cuore delle Carte ahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Partiamo da SaintSeiya: come si suol dire? Moglie bella e infedele o brutta e fedelissima?
      Ecco, un po' riassume quel che abbiamo coi Cavalieri: doppiaggio con eccessi di libertà ma bello e particolare, però appunto... non originale.

      Il Cuore delle Carte è, invece, invenzione Usa: noi abbiamo avuto l'edizione 4Kids, che è americana e che ha censurato, riadattato e in taluni casi stravolto quest'opera :)

      Moz-

      Elimina
  3. Di E' quasi magia Johnny ho visto tutte le puntate (48) nell'originale e non censurata versione che Man-ga mandò tempo fa con il titolo originale Capricciosa Orange Road...e comunque di censurabile non c'era assolutamente niente di scabroso ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho le vhs senza censure :)
      Per l'epoca, molte cose erano censurabili... dalla cugina lesbica di Johnny fino alle scene dove si vede biancheria intima XD

      Moz-

      Elimina
  4. City Hunter ti sei dimenticato ^^
    Comunque censurare Detective Conan... bah ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ma City Hunter di fatto -a parte cambiare nomi e omettere il set giapponese- non ha subito alcun taglio video, sai?

      Moz-

      Elimina
  5. domanda, ma è possibile recuperare episodi integri, senza censure, distribuiti già doppiati? tipo di sailor moon, che è sempre la mia prediletta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dalla seconda metà degli anni '90 qualche casa editrice ha recuperato le serie in passato martoriate dalla censura, tipo Orange Road (Jhonny).
      SailorMoon fu in parte ridoppiato da zero ma poi per questioni legali (legati alla disegnatrice) questi dvd vennero sospesi.
      Ora ne han fatti altri con audio televisivo ma senza censure video (che comunque furono pochissime, escluso l'esempio/scempio dell'ep. 200).

      Moz-

      Elimina
  6. Moz sei illuminante!!! Di Conan mi chiedevo sempre perché tutte quelle scene in bianco e nero, ma non ci pensavo. Ma soprattutto in È quasi magia Johnny mi chiedevo sempre come fosse stato possibile essermi perso quella scena della panchina!!! Ci hanno cresciuti a pane e puritanesimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, esatto!
      A volte gli episodi di Conan erano TUTTI in b/n... anche quelli di One Piece. Dava un fastidio assurdo XD

      Moz-

      Elimina
  7. Ciao,è una pratica che non conoscevo,ma non mi meraviglia in Italia da sempre si tenta di censurare tutto forse perché i politici spinti dai cattolici oscurantisti credono che noi cittadini dobbiamo vivere sotto tutela.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto più materialistico il discorso: si tratta di soldi. Se trasmetti alle 16 un cartone come Lupin (in origine destinato a un pubblico NON di bambini) è ovvio che devi censurare certe scene per permetterne la visione a tutti e quindi infilarci spot e gadget da vendere... :)

      Moz-

      Elimina
  8. E io che pensavo che avessero tagliato solo i riferimenti al sesso! Pure le scritte per non far capire che la serie era ambientata in Giappone! Questa è geniale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, sì... oltre a cambiare i nomi, che da giapponesi (vedi Kyosuke) diventano americanofrancoitaliani (tipo Johnny, Sabrina, Tinetta...)

      Moz-

      Elimina
    2. XD che poi da bambina mi chiedevo ma se sono Giapponesi perché hanno nomi italiani??? XD XD

      Elimina
    3. Eheh, mi sa che ce lo chiedevamo tutti XD

      Moz-

      Elimina
  9. OGGI sono contrario a qualsiasi censura, sebbene il cambio dei nomi non mi vede così contrario (oltre a non essere censura in senso stretto IMHO)...

    cioè se sono nomi di fantasia (Goku, Vegeta...) o comunque chiari anche in ambito europeo (Ranma, Akane) per me sta bene tenerli altrimenti in barba alla fedeltà meglio adattarli! perchè spesso mi trovo a vedere degli anime e ci sono personaggi che hanno nomi che suonano così simili che ad un certo punto li chiamo con la perifrasi "tizio da doppiato da" (vedi gli OAV ridoppiati di Saint Seiya dove ci stanno Ikki, Kiki e Ichi, oppure Shiryu e Shun)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cambiare nomi è di fatto la cosa meno peggio, se ci pensiamo è pratica sempre esistita (Mickey Mouse non è forse Topolino?)
      Certo, è brutto quando un Hiroshi lo fai diventare Nellino, sembra una presa per il culo XD

      Moz-

      Elimina
  10. Bei tempi quando Pollon in barba alla censura ed alla Valeri Manera, spacciava tranquillamente cocaina. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, e perché, Anna dai capelli rossi coi suoi "due grammi di felicità?" XD

      Moz-

      Elimina
    2. E il latte di nuvola di Heidi? XD

      Elimina
    3. E la canna fatta di magia di Sampei?
      Insomma, generazione lsd :p

      Moz-

      Elimina
  11. Perché non hai citato Lady Oscar e Georgie?

    Di One Piece hanno censurato molti dialoghi (lo so perché lo guardo anche in japanese)oltre che quasi tutti il combattimento tra Luffy (non riesco proprio a chiamarlo "rubber") e Rob Lucy, su Enies Lobby. :-)

    Altra cosa: Popeye mangiava spinaci e diventava forte, ma in gergo marinaresco lo "spinach" è la marija! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe quindi Braccio di Ferro si faceva di ganja!!?? XD

      Lady Oscar e Georgie hanno sì subito censure, ma non possono rientrare nella lista dei più censurati o assurdamente censurati... dopotutto a loro è andata piuttosto bene^^

      Moz-

      Elimina
  12. Non so se hai mai visto HunterXHunter, ma c'erano intere puntate di cui non si capiva un accidente perché dei passaggi fondamentali erano stati censurati. Sono dovuta andare su Wikipedia per capire che senso avessero quelle scene!
    Posso vagamente capire la censura sugli anime per bambini (anche se non così esagerata come l'ha fatta Mediaset), ma censurare degli anime per adolescenti/adulti per renderli adatti ai bambini non ha senso. In Giappone non tutto ciò che è a fumetti/cartoni animati è per bambini, anzi, ma in Italia tanta gente deve ancora capirlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha senso perché qui ogni cartoon viene destinato a un pubblico giovane, questione di pubblicità varia.
      HxH è un caso particolare: all'inizio, per sbaglio, mandarono in onda la versione senza censure. Poi si accorsero dell'errore XD

      Moz-

      Elimina