[cinema] I Cavalieri dello Zodiaco - La Leggenda del Grande Tempio, recensione


E' un fenomeno sorto negli anni '80 ma arrivato da noi nel 1990. Hanno sbancato e fatto sognare milioni di ragazzi con una fortunata serie tv e poi col fumetto e il merchandising derivato.
Il marchio è tornato attivo grazie a nuove declinazioni cartacee, animate, videoludiche.
Un mito per molti, conosciuti da tutti: sono i Cavalieri dello Zodiaco.

E questo loro film fa cagare a spruzzo.



I Santi protettori della Dea Atena sbarcano nei cinema con un lungometraggio animato in computer grafica, sulla scia della operazione attuata con Capitan Harlock.
Una rilettura di una delle saghe più amate, quella del Grande Tempio, che catapulta lo spettatore direttamente all'interno dell'azione.
Riadattare per il pubblico odierno una storia ben scolpita nel cuore dei fans è sempre ardua impresa.
Pur potendo apprezzare vagamente sia la CGI usata con cognizione di causa sia una trama che cerca di raccontare il raccontabile (condensandolo in un'ora e mezza), è il film stesso a scontentare gli aficionados di vecchia data, probabilmente non riuscendo a far presa nemmeno sulle nuove generazioni: risibili sono infatti i risultati e i giudizi raccattati globalmente.

Ed è normale, persino logico, visto cosa contiene questa pellicola.
Molti personaggi non trovano il giusto spazio, specie quelli più amati; molti altri sono ridotti a macchiette imbarazzanti (il Cavaliere del Cancro  che goffamente canta una canzoncina che scimmiotta lo stile Disney); altri ancora si ritrovano caratteri del tutto stravolti rispetto all'originale (e persino un cambio di sesso...).

L'edizione italiana è rivolta ai fan della vecchia guardia, proponendo il cast storico di doppiatori e un adattamento non fedele all'originale ma in linea con quello che anni fa rese famosi i Cavalieri qui da noi.
Ma anche con questo accorgimento girellaro, agli occhi dell'appassionato il mito viene sistematicamente demolito.

Perdendo ogni bagliore dell'epicità che aveva contraddistinto l'opera in passato, il film racconta una storia priva di mordente che si riduce a una soporifera sequela di scontri, molti dei quali inutilmente fracassoni (complice la tecnica in CGI da sfoggiare). Per non parlare dei luoghi, che da templi greci diventano architetture improbabili, futuristiche e fantastiche. Si vomita.
Quando poi si assiste alla scena di Lady Isabel (incarnazione di una dea, sempre mostratasi algida e perfetta) che si muove con ai piedi le crocs rosa e al polso un tamarro orologio di gomma... allora si rivorrebbero indietro i soldi del biglietto.

Un film dove poco o niente può essere salvato, sperando che serva da lezione: è sempre meglio raccontare ciò che il fan ama davvero, anche perché l'opera di base è così potente da piacere anche a chi si imbatte in essa solo oggi.






10 commenti:

  1. Non ho mai capito, fin dai tempi del film di Kyashan, come facciano a rovinare delle storie praticamente già scritte.
    Capisco i tempi cinematografici ma cavolo, praticamente non devi fare altro che tagliare le cose meno importanti e basta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manco io lo capisco, davvero.
      Scontentano i fan di vecchia data e non si fanno piacere dalle nuove generazioni: lo fanno apposta, si impegnano a far cagare XD

      Moz-

      Elimina
  2. Ciao Miki.
    Sono d'accordo con ciò che hai scritto, un film brutto soprattutto non ho sopportato come viene rappresentato il cancro, hai ragione su tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbe essere un cavaliere cattivissimo, che ha ucciso chiunque (compresi i bambini) e qui diventa una macchietta comica... mah!

      Moz-

      Elimina
  3. E qui mi schiero a metà strada.
    Il film era penoso proprio a livello cinematografico, non ci sono dubbi, però io credo che la "vecchia guardia" avesse una visione un pochino "alterata" dei fatti.
    Ci sono delle discrepanze incredibili, vero.
    Alcuni pezzi, se pur buffi, si potevano evitare (non so che dirti, Cancer non centrava un cazzo ma a me è piaciuto come scena).
    Cambi di sesso (scorpio) e personaggi scomparsi (Fish esclama e muore).

    Però.

    Io ammetto di non aver visto l'anime e di aver letto la saga delle 12 case solo dopo aver visto il film.
    Ora dirò una bestialità e se vuoi puoi venirmi a cercare a casa per randellarmi ma..
    ....
    ...
    ...
    La saga delle 12 case dei cavalieri dello zodiaco faceva cagare già come fumetto.

    Cosa contiene?
    Disegni mediocri, testi terrificanti e privi di qualsiasi profondità (appena con la saga di Ade si hanno dei testi degni din ota) e, soprattutto, la stessa storia ripetuta identica per 4 (QUATTRO) volte, una per cavaliere di bronzo.
    Più Phoenix che fa la parte del figo di turno, offre randellate a tutti e poi muore ma, ehi, tranquilli, respawno fra 3 capitoli.
    La saga di Poseidone ha seguito grossomodo lo stesso filone e la stessa logica.
    Ripeto: è diventato un fumetto degno di nota solo con Ades (devo ancora leggere Lost Canvas: ce l'ho lì e mi ci applicherò, lo prometto).

    Detto questo.
    Ok, erano tutti in hype per il film perché l'anime era fichissimo ma contando che arrivare ad una casa era come attraversare il campo di holly e bengi ed un combattimento durava come un loro tiro in porta, di certo dal film non ci si poteva aspettare granché, io credo....

    Ok, ora fucilatemi pure XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna fucilata: il fumetto è davvero bruttino, non ha minimamente la forza espressiva della serie tv (ma quella aveva il character design di Araki/Himeno!).
      Il fumetto è palesemente il punto del progetto dove si nota di più la costruzione a tavolino del tutto, ossia fare in modo che si vendano i gadget.
      Perché i CdZ, per quanto ormai mito, questo erano.

      Ma la storia del Grande Tempio è sicuramente quella che in animazione è rimasta più impressa, rovinarla così -con questo orribile film- ha scontentato chiunque...

      Moz-

      Elimina
  4. Sai che sono sempre sul punto di vederlo ma rimando...ma per coerenza un giorno cercherò di vederlo nonostante faccia schifo, probabilmente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse finora ti sei salvato XD

      Moz-

      Elimina
  5. E' stata davvero una stronzata allucinante. Senza dimenticare che noi italiani abbiamo avuto un prodotto migliore dell'originale... Quindi la delusione è stata tripla :I

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Madonna, veramente...!
      Si sono pure impegnati a ricomporre il cast del 1990!!

      Moz-

      Elimina