[fiere del fumetto] Teramo Comix & Games 2016


E' una delle più grandi fiere del fumetto italiane a essere ancora gratuita.
Un appuntamento fisso da ormai parecchio tempo, che da qualche anno ha alzato l'asticella della qualità.
E quest'anno addirittura vanta una partnership con l'Università degli Studi di Teramo (che ci mette la location): è il Teramo Comix & Games!

All'interno della struttura universitaria, aule e corridoi sono diventati esposizioni e laboratori di fumetti, giochi, arte.
Il primo weekend di maggio porta in città la ventiquattresima edizione del Teramo Comix, inaugurata dal rettore Luciano D'Amico.
Una quarantina di espositori e diversi appuntamenti (ludici, artistici, tecnici) compongono l'intero programma della fiera, che per la prima volta si svolte nel campus universitario di Coste Sant'Agostino della cittadina abruzzese.

l'inaugurazione

Potevo mancare? Certo che no, e così ne ho approfittato per fare il consueto giro (nonostante sappiate già cosa penso delle fiere del fumetto).

L'aura "accademica" conferisce sicuramente maggior prestigio e certamente più serietà alla manifestazione, ma probabilmente la migliore location (dal punto di vista "pop") resta quella dell'edizione 2015: il palazzetto dello sport. Ma va benissimo anche così: dopotutto sport e nerd non vanno mai troppo d'accordo.

il rettore, Luciano D'Amico

Ricco il programma, tra cene con delitto, tornei, gare di cosplay e incontri con gli autori.
Ho incontrato Stefano Antonucci, disegnatore di QVANDO C'ERA LVI (il fumetto assalito al Romics e da me tiepidamente recensito).

MikiMoz e Stefano Antonucci

Gli ho detto la mia di persona, lui disponibilissimo e gentilissimo... mi ha anche dedicato un simpatico omaggio disegnato:

il disegno di Stefano Antonucci

C'è tempo per passare al convegno sul gotico, tenuto dal Dr. AntiHdemico con l'autore di Dampyr il maestro Maurizio Rosenzweig.

il maestro Rosenzweig e il Dr. AntiHdemico

E poi... sono andato via.
E' che, nonostante io ami il fumetto e tutto il suo mondo, alle fiere non riesco a starci troppo a lungo. C'è troppa roba e non sai cosa cercare, dove cercare, quando cercare. Che magari ti serve qualcosa su He-Man e non ti imbatti in niente su He-Man, e compri il cofanetto di Distretto di Polizia 5.
E' come avere la paytv piena di canali tematici: diecimila cose da poter vedere e non ne vedi manco mezza.
Dovrò provare a stare, per una volta, dall'altra parte della barricata.
Vedremo.

16 commenti:

  1. Cavoli, beato te. Non riesco mai ad andare a un comix.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non fa impazzire, devo essere sincero.
      Però qualcosina di interessante si trova sempre^^

      Moz-

      Elimina
    2. Più che altro è la curiosità, per il resto sono un cacciatore di bancarelle dell'usato, trovi sempre fumetti interessanti.

      Elimina
    3. La vedo come te, anche io preferisco le bancarelle dell'usato... :)

      Moz-

      Elimina
  2. Mi fa piacere che sta procedendo bene.
    Nel frattempo ti avviso che anche noi torneremo in fiera: il 28 e il 29 Maggio al Sirio Comics di Frosinone.
    Nonostante le distanze, l'invito a venire a trovarci te lo lascio lo stesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho visto!
      Beh, grazie dell'invito, apprezzo ;)
      E... in bocca al lupo!

      Moz-

      Elimina
  3. Non potevi affatto mancare...comunque molto bello ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo non ci sono tornato, oggi XD

      Moz-

      Elimina
  4. ...decisamente troppo lontano per me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, mi sa proprio di sì... :)

      Moz-

      Elimina
  5. Risposte
    1. Posso assicurarti che se ti piacciono queste fiere... ne vale la pena^^

      Moz-

      Elimina
    2. Di solito io ci vengo "trascinata", quindi se questo post passa inosservato niente "Teramo Comix" altrimenti mi sa che ci si becca lì l'anno prossimo! Ahahah!

      Elimina
    3. Beh dai... allora non facciamolo passare inosservato^^

      Moz-

      Elimina