[fumetti] Battaglia - Il Pio Padre


"Stiamo andando sul Gargano, a San Giovanni Rotondo, a trovare Padre Pio che ci porta fino a Dio..."
Così canta Gigione, così possiamo cantare anche noi leggendo questa nuova impresa dell'immortale Pietro Battaglia, il vampiro che si trova sempre coinvolto nelle pagine più oscure della italica Storia.

Ed è tornato, dopo qualche mese di assenza nelle edicole. 
Ed è tornato assieme alla salma di Padre Pio,  col tour che l'ha portata fino a Roma.

Ma dall'inverno 2016 si deve fare un bel salto indietro nel tempo, alla fine degli anni '60.
Forse voi conoscete Padre Pio solo per essere il fraticello dei miracoli, burbero ma giusto, vicino al Signore.
Ma ci sono tante voci sul santo con le stimmate: voci dell'epoca, voci nascoste, voci interne alla stessa Chiesa, voci che riaffiorano.
E Battaglia si trova proprio a doversela vedere con una "maldicenza" che di tanto in tanto spunta fuori: il presunto legame tra Padre Pio e il fascismo.

Battaglia era già stato assoldato da Benito in persona, in una delle sue avventure. I nuovi fascisti, però, non sono così contenti di lui. E avendo agganci col beato Pio da Pietrelcina, lo portano in Puglia per un esorcismo purificatore.
Sarà -ovviamente- una strage.

Una storia deliziosamente blasfema, ricca d'azione e cattiveria.
Certo, magari susciterà alcune polemiche (guai a toccare Padre Pio, che è al primo posto nella top 10 del cristianesimo nonostante egli stesso non volesse essere venerato), ma ogni nuova avventura di Battaglia è irresistibilmente (s)corretta.

E se poi è ambientata nella città in cui risiedi (e mica è tanto facile che facciano un fumetto ambientato a San Giovanni Rotondo, oltre il mio MOZ LAB!) allora la lettura diventa quasi obbligatoria.
Fascisti, Chiesa, esoricismi, inseguimenti, passione e morte.
Firmano Roberto Recchioni e Leomacs, come sempre.
Lasciato il formato Diabolik, stavolta si è scelto quello Bonelli.
Al prossimo bagno di sangue!

11 commenti:

  1. Preso stamattina, devo ancora leggerlo quindi ho saltato tutta la tua recensione! Quel "Firmano Roberto Recchioni e Leomacs" così in evidenza mi spinge però a segnalarti che i due sono solo gli ideatori (Recchioni ha curato soggetto e revisione, Leomacs penso la copertina) ma materialmente il fumetto lo hanno realizzato un altro sceneggiatore e un altro disegnatore (due disegnatori se ricordo bene il colofon letto di sfuggita, visto che per le ultime pagine Nizi si è fatto aiutare da una disegnatrice per i layout).
    Ma magari lo avevi pure scritto nella parte non evidenziata che io ho sorvolato per evitare spoiler :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Luca, hai ragione: ho corretto citando tutti gli autori. Avevo semplicemente voluto citare chi campeggia in copertina (gli ideatori) ma infatti è giusto elencare tutti coloro che hanno creato questa storia.
      In ogni caso le mie rece sono sempre spoiler-free, puoi andare tranquillo^^

      Moz-

      Elimina
  2. Trovo conferma che Recchioni è un autore che mi suscita fastidio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io ci ho pure litigato. Sopravvalutatissimo.

      Elimina
    2. Gas: secondo me Battaglia è una creatura riuscita... perlomeno mi trovo molto più a mio agio col vampiro siciliano che con Dyd.

      Anima: non mi ricordo se l'avevi già raccontato... Com'è successo?

      Moz-

      Elimina
    3. Sì, l'ho raccontato ai quattro venti ogni volta che qualcuno elogiava tale personaggio. Alla fine è stata una bisticciata su FB, nata perché lui difendeva il suo Orfani e le scelte della Bonelli di far ristampare tale serie alla BAO, prima ancora che la stessa fosse finita. Io ho detto la mia, facendogli sapere con tranquillità che Orfani non lo avrei mai preso per diversi motivi, primo tra tutti il fatto delle ristampe in formato cartonato ultra figo da parte di BAO, fatte uscire dopo pochi mesi che la serie era in edicola. In quel modo, per come la vedo io e altri del settore, quelle ristampe (volute fortemente da lui) sminuiscono il mercato dei collezionisti, perché o seguo la serie in edicola oppure prendo le ristampe fighe che escono ogni tre mesi. Se il tutto fosse stato fatto al termine della serie, non avrei avuto nessun problema, ma così, dove i poveretti che spendevano 5 euro per un fumetto, se lo ritrovavano in versione cartonata con materiale inedito e tutto quanto un paio di mesi dopo, la trovo davvero una presa per il culo. E il Rrobbe mi ha detto che se tutti la pensavano come me, il mondo del fumetto sarebbe morto. Ha seguito poi un lungo dialogo fatto di frecciatine velate e non, al termine della quale gli ho detto che comunque il suo Orfani non lo avrei preso comunque, nemmeno se fosse stato il fumetto più bello del mondo, perché sarei stato eternamente indeciso su quale versione prendere. Ho saputo che in una lezione alla scuola del fumetto di Torino ha parlato di questo suo scambio di opinioni su FB, cercando di far capire alla classe che c'è in giro della brutta gente - come il sottoscritto- che non compra i suoi fumetti. Che comunque ho pure preso, ma proprio non capisco dove sia tutta questa genialità che hanno fatto di lui il nuovo messia del fumetto italiano. Ah, pure Sio mi sta sui cojoni.

      Elimina
    4. Non la sapevo questa storia!
      A me Recchioni non dispiace, in fondo ci si è sempre impegnato a realizzare qualcosa di diverso.
      Battaglia, poi, mi piace davvero un casino proprio come personaggio, e non vedo l'ora che ne escano altre storie.

      Quanto alla questione delle ristampe, sì, sono d'accordo con te in generale, bisognava forse aspettare più tempo...

      Moz-

      Elimina
    5. Per chi bazzica in forum e social di fumetti, è facile imbattersi in autori e/o disegnatori che credono gli sia dovuto ogni rispetto e l'accensione di un braciere d'incenso se si legge un loro intervento... A loro dev'essere concesso di andare off-topic, insultare, violare regolamenti... Sono pochi gli admin di forum di fumetti che bannano un "vip"...

      Nel caso specifico di Recchioni non ho avuto nessun attrito personale, semplicemente:
      - ho letto dei suoi interventi arroganti, contro alcune serie Bonelli (azienda che all'epoca non gli passava ancora il pane!) e i rispettivi autori
      - ha rovinato "John Doe", forzando troppo la mano come per sfogare alcuni suoi istinti a lungo repressi, invece di raccontare storie per intrattenere il pubblico
      - l'hanno messo al timone di "Dylan Dog" senza che abbia mai neppure lontanamente uguagliato le storie di Sclavi, ma lì è l'azienda che sceglie chi ritiene essere il "meno peggio" sulla piazza... A me che me ne cambia? Nulla, solo che piuttosto che metterci lui, io avrei chiuso la testata che oramai è l'ombra del Dylan Dog che fu.

      Elimina
    6. Ebbe un certo (e meritato) successo con Mater Morbi di Dylan Dog, un albo che in quel periodo sembrava davvero richiamare le prime atmosfere.
      Forse anche per quel motivo, sembrava avesse incarnato lo spirito originario, l'hanno messo al timone. E non mi dispiace, eh.

      Moz-

      Elimina
  3. Amigo MikiMoz ¿conoces un link donde pueda descargar este comic del Padre Pio? Muchas gracias y un gran abrazo desde Argentina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hola Mario, bienvenido en el mundo del Moz O'Clock!
      Lo siento, pero no conozco link o websites donde escargar a este comic. Puedes intentar con un link de torrent pero tienes que saber que Battaglia es un comic nicho, no muy conocido...

      Moz-

      Elimina