[il Megariassunto] #SquadraAntimafia


Sta per arrivare sugli schermi con l'ottava stagione, e inoltre sono già in corso le riprese dello spin-off tutto dedicato alla protagonista Rosy Abate.
Squadra Antimafia è una delle serie tv italiane più amate, che ha conosciuto sì alti e bassi in termini di qualità (un gioiellino le prime due edizioni, poi si sfocia nel fumettone -che piace-) ma continua ad appassionare il pubblico.
L'ottava edizione segna quasi un nuovo punto di partenza, farà luce sui misteri lasciati in sospeso ma guarderà al futuro: ecco il riassunto per quanti volessero fare un ripasso o mettersi a pari con la storia.

LA STORIA


La squadra Duomo di Palermo è la sezione speciale dell'Antimafia che ha catturato Bernardo Provenzano.
Pochi anni dopo, nel 2009, il capo della sezione Stefano Lauria chiama in Sicilia la sua amica Claudia Mares, anch'essa poliziotta con un passato da agente a Palermo.
Proprio la Mares è rimasta in contatto con Rosy Abate, figlia di una famiglia mafiosa fuggita in America qualche anno prima: Claudia salvò la vita a Rosy durante l'attentato che uccise i suoi genitori. Da allora, le due ragazze sono diventate amiche e il destino vuole che anche la Abate stia per rientrare a Palermo.

Di Meo, Mares e Rosy

Stefano Lauria viene ucciso appena prima che possa parlare alla Mares di ciò che ha scoperto: una lista segreta di nomi importanti coinvolti in loschi affari con la mafia.
Claudia Mares è messa a capo della Duomo e da qui fa partire le indagini. Tuttavia dovrà presto scontrarsi proprio con la famiglia Abate, desiderosa di riprendere il potere a cui dovette rinunciare anni prima.
Inoltre, la presenza dell'ambiguo vicequestore Ivan Di Meo -sospettato di essere un colluso, in realtà infiltrato- scombussola spesso i piani di tutti.
Come se non bastasse subentrano diversi personaggi, tra cui il misterioso Filippo De Silva, membro dei servizi segreti (deviati). Lui in primis, muovendosi con fini imperscrutabili, riesce a tessere spesso delle trame oscure in cui sembra peraltro restare impigliato più volte. In ogni caso, non è mai chiaro a che gioco stia giocando.

la Duomo prima del trasferimento a Catania

Dopo l'ingresso nella Duomo di Domenico Calcaterra e l'arresto di Rosy Abate, la scena si sposta a Catania, tra nuove famiglie mafiose e vecchi nemici sempre pronti a tornare in scena.

Calcaterra, Tempofosco e Cantalupo

I PERSONAGGI


CLAUDIA MARES
Innamorata di Ivan Di Meo, è a capo della Duomo. Amica di Rosy Abate, ne diventerà la principale rivale quando quest'ultima prenderà in mano gli affari mafiosi della sua famiglia. Le due avranno modo di riconciliarsi, nonostante tutto, tanto che Rosy affiderà suo figlio alla Mares.
Claudia, dopo la morte di Ivan Di Meo per mano della Abate, si lega a Domenico Calcaterra con cui concepisce un bambino. Durante la gestazione, però, accade qualcosa che spinge la donna a tenere lontano l'uomo che ama, arrivandogli a dire che il bambino che porta in grembo non è suo.
Prima di potersi spiegare, però, la donna perde la vita in un attentato rivolto alla Abate.
Il segreto della Mares resta tuttora un mistero insoluto.


DOMENICO CALCATERRA
Subentra alla Mares quando questa viene temporaneamente allontanata per motivi disciplinari.
Inizialmente malvisto dai suoi uomini, si rivela un poliziotto capace.
Instaura una relazione con la Mares, fino alla morte della donna. In seguito, si legherà a Rosy Abate durante la protezione in segreto di quest'ultima. Ha anche una storia con il vicequestore Lara Colombo di Catania, tuttavia si intuisce che l'amore della sua vita resta Rosy Abate.
Colpito in testa da un proiettile, diventa bipolare e assassino. Viene quindi rinchiuso in una clinica specializzata.


ROSY ABATE
La "Regina di Palermo" vede presto morire i suoi amati fratelli. Prende in mano gli affari di famiglia scontrandosi con l'amica poliziotta Claudia. Concepisce un figlio con Ivan Di Meo che chiama Leonardo in onore del fratello scomparso.
Arrestata, diventa collaboratrice di giustizia ma appena ne ha l'occasione vendica la morte di Claudia Mares e fugge, per riapparire a riprendersi suo figlio, lasciato in custodia in una casa protetta.
Il rapimento del suo bambino la porta a Catania, ma qui Leonardo viene ucciso da Achille Ferro e Veronica Colombo. Rosy quindi impazzisce dal dolore e viene momentaneamente tenuta in una clinica psichiatrica. In seguito, decide di prendere i voti diventando suora.
Quando Calcaterra rischia la vita nel 2015, fugge dal convento e da allora tutti perdono le sue tracce.


FILIPPO DE SILVA
Agente corrotto dei servizi segreti, è il personaggio più enigmatico della storia.
Si conosce poco del suo passato, si sa che ha avuto modo di girare il mondo in missioni militari più o meno segrete.
Non sono ancora chiari i motivi delle sue azioni, si sa solo che da sempre tesse in segreto i fili paralleli delle varie storie, alleandosi ora con questa ora con quella famiglia mafiosa tra Palermo e Catania.
E' stato membro della loggia massonica chiamata Crisalide, per cui ha lavorato ma che poi ha tradito, e sembra prendere ordini da un misterioso Mr. Smith.
Ha un legame speciale con Calcaterra, con cui ha modo di incontrarsi/scontrarsi in diverse occasioni, e a cui salva la vita nonostante sia dalla parte sbagliata della giustizia.


RACHELE RAGNO
Ambiziosa e senza scrupoli, è una mafiosa di Catania che, con i suoi fratelli e cugini, costituiva il clan dei Ragno.
Ha cercato di diventare la nuova regina di Cosa Nostra, ma nella sua strada ha trovato dapprima Calcaterra e poi De Silva: un'alleanza che le è risultata quasi mortale.
Ferita gravemente dallo stesso, è ora in galera apparentemente senza più alcuna conoscenza che possa ritornarle utile.


DOVE ERAVAMO RIMASTI

Calcaterra e la pm Ferretti sono stati catturati dal clan dei Maglio e dalla ex politica Veronica Colombo. Il loro scopo è quello di ottenere la chiave che apre l'archivio di Crisalide.
I loro piani falliscono anche grazie all'intervento di De Silva.
Rachele Ragno si allea con i Corvo ma De Silva le scombina i piani.
Alla Duomo arriva Davide Tempofosco che chiama in squadra l'esperta finanziaria Anna Cantalupo.
La squadra perde improvvisamente il vicequestore Lara Colombo, ucciso dall'ultimo membro di Crisalide, Giovanni Spagnardi.
Calcaterra, a seguito di una grave ferita, sviluppa una sorta di bipolarismo che lo porta a diventare assassino. Rosy Abate fugge via dal convento dove era rinchiusa e fa perdere le sue tracce.
De Silva deve difendere sua figlia Sara dai nemici, i Ragno e Spagnardi.
Rachele Ragno viene quasi uccisa da De Silva, che riesce a fuggire.
La Duomo riesce a riportare la tranquillità per le strade di Catania e a fermare l'affarista bancario Saverio Torrisi, mentre Calcaterra affronta Spagnardi.
Il vicequestore è poi arrestato e rinchiuso in una clinica, quando si scopriranno i suoi delitti.
Ma qui, in una visione o forse no, rivede Rosy Abate e forse scappa via con lei...

Se ti è piaciuto leggi anche

Squadra Antimafia 7, giudizio finale
Guida a Distretto di Polizia e Squadra Mobile

4 commenti:

  1. Concordo sulle prime due stagioni, poi -secondo me- si sono un poco persi per strada.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nikke!
      Sì, le prime due stagioni erano un'altra cosa, tutt'altra cosa. Poi si è virati verso il fumettone, ma per due ore di svago alla fine va bene così. Per inciso, l'ottava stagione -da come è partita- sembra meglio delle ultime.

      Moz-

      Elimina
  2. Non sono una fan di "Squadra Antimafia" ma questa ottava stagione mi piace particolarmente!😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal primo episodio sembra ingranare bene... speriamo! :)

      Moz-

      Elimina