[rip] Steve Dillon e Pete Burns


Questo funesto 2016 ci ha portato via tanta gente.
Nel giro di due giorni è toccato a Steve Dillon e Pete Burns.
Il primo, disegnatore. Il secondo, leader dei Dead or Alive.

Il primo, col suo tratto pulitissimo, preciso, netto, quasi cartoonesco. L'unico giusto per i testi di Ennis (Preacher, Punisher...).
Il secondo, col suo look ambiguo direttamente dagli anni '80. Ci farà girare, sempre, come un disco.



16 commenti:

  1. Ho scoperto ora di Pete Burns, il suo look in quel video era una delle cose più matte mai viste, anche per la media dei look assurdi degli anni ’80.
    Su Steve Dillon sai come la penso, ho letto ieri il ricordo di Garth Ennis all’amico, brividi. Comunque è ufficiale odio il 2016. Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo... super outrageus, anche per gli stessi anni '80!
      Bellissime le parole di Garth, me le immagino pronunciate da Jesse o da Cassidy.

      Moz-

      Elimina
  2. Scopro solo adesso della scomparsa di Pete Burns, sapevo invece da qualche giorno di Dillon...Avevo apprezzato il suo tratto in Preacher, inutile dire che per me in quanto lettore di fumetti è una gran perdita, di quelle difficilmente quantificabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Davvero un grande: anche io l'ho scoperto con Preacher e poi apprezzato in altri prodotti che... ehi, alla fine lui e Garth ERANO precher sempre e comunque, qualsiasi cosa facessero.

      Moz-

      Elimina
  3. Mi fa strano perché io i volumetti di Preacher a spizzichi e bocconi li sto collezionando adesso, ed adoro il tratto espressivo e quasi essenziale di Dillon ( anche di più nella sua run su The Punisher).
    Brutta perdita, anche quella di Burns.
    La morte di un'artista è sempre un lutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un lutto grave, direi.
      Perché mo vattelo a trovare un altro Steve.
      Per fortuna ci resta la sua arte, con quei colori precisi e quel tratto così fottutamente anni '90.

      Moz-

      Elimina
  4. L'idea che Dillon non possa più deliziare il pubblico con la perfezione dei suoi disegni, che praticamente parlavano da soli, mi intristisce oltre ogni dire. Che 2016 di merda...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Madonna veramente, eh.
      Quest'anno, proprio per essere bisesto, è funesto.

      Moz-

      Elimina
  5. Un 2016 che sta portando via tanti grandi artisti.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo sì... ho perso il conto, cazzo... :(

      Moz-

      Elimina
  6. Ciao Moz,non amo molto i cartoons ma amo il disegno e Stiven Dillon era un meraviglioso poeta della matita.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, un tratto pulito, perfetto e funzionale.

      Moz-

      Elimina
  7. Ma dai, non sapevo nulla di Pete Burns.
    Artista legato ai miei "favolosi" anni 80'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eggià... purtroppo anche lui ci ha lasciati...

      Moz-

      Elimina
  8. Ma davvero è morto Pete Burns? Lo scopro solo ora da te :I

    RispondiElimina