[incontri] C'era una volta la tv dei ragazzi


C'era una volta la tv dei ragazzi. E c'è ancora, in altri modi.
Ricevo e condivido volentieri l'invito all'evento organizzato dall'associazione Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile e Più Lib(e)ri, che si terrà questo mercoledì 7 dicembre al Palazzo dei Congressi dell'EUR, Piazza Kennedy 1 (Roma).
Un'occasione per parlare di tv che cambia, e di come è cambiata.

Non è la prima volta che parlo di Tv dei Ragazzi.
Di come ormai non esista (quasi) più, almeno sulle tv classiche.
Di come sopravviva a stento con repliche di classici (a volte reiterate a oltranza) magari solo di mattina.

Eppure la tv dei ragazzi c'è: esiste sui canali h24, non è più uno slot di due ore a pomeriggio.
Però, come tutti i canali tematici, è strapiena di roba e ci si perde. Rischia di non avere identità né altri tipi di funzioni.

Però la tv dei ragazzi è cult. Forse perché modernariato, legata a ricordi di appena l'altroieri, torna sempre in qualche modo. Prendete Bim Bum Bam, che sarà celebrato a breve.
Prendete l'iniziativa che vi sto presentando, una tavola rotonda sui programmi Rai dove interverranno autori, studiosi, giornalisti e docenti.

E mentre Italia1 propone cartoon a notte fonda (un tempo sarebbe stata una cosa all'avanguardia, oggi è un ghetto), ci prepariamo all'arrivo di Sailor Moon Crystal su RaiGulp e Dragon Ball Super sulle reti Mediaset.
Titoli, guardacaso, legati al passato.

Se ti interessa l'argomento, leggi anche:
La tv dei ragazzi: è ancora possibile?

40 commenti:

  1. Ottimo articolo! Sono molto interessata alla tavols rotonda annunciata! Noi del GSLG oltre a rievocare la "storica" tv dei ragazzi vogliamo anche essere propositivi per il futuro nello spiritodel PATTO PER LA LETTURA firmato il 24 maggio scorso dal Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ed i responsabili di Rai, Mediaset, Sky, ecc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna Maria, sono tutte ottime intenzioni e lettura e tv possono (e devono) convivere :)

      Moz-

      Elimina
  2. Ottimo articolo! Sono molto interessata alla tavols rotonda annunciata! Noi del GSLG oltre a rievocare la "storica" tv dei ragazzi vogliamo anche essere propositivi per il futuro nello spiritodel PATTO PER LA LETTURA firmato il 24 maggio scorso dal Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ed i responsabili di Rai, Mediaset, Sky, ecc.

    RispondiElimina
  3. Interessante lo è sicuramente però ormai non siamo più ragazzi, il nostro momento è già passato ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma ci sono altri ragazzi, no?^^

      Moz-

      Elimina
    2. Sì ma non saprebbero che farne e non riuscirebbero ad apprezzarlo, la nuova generazione è ormai fuori controllo..

      Elimina
    3. Io sono per il controllo delle masse, vedi tu :)
      Lo rendi un appuntamento immancabile, ci metti qualcosa che o la vedi o sei sfigato (e vieni bullizzato da tutti :p)

      Moz-

      Elimina
  4. anna maria de Majo4 dic 2016, 12:57:00

    E il "fanciullino" che è in noi di Pascoliana memoria? Io sono da 4 anni nel GSLG e sono del 1945 ed il nostro Presidente, che ancora scrive sulla rivista PAGINE GIOVANI è Domenico Volpi, lo storico direttore de Il Vittorioso che continua con entusiasmo il suo lavoro alla bella età di 91 anni! Occuparsi ei ragazzi mantiene giovani :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che confermare, cara Anna Maria.
      Per tre anni sono stato il responsabile di un centro di agg.ne giovanile, ed è così.
      Sono rimasto legatissimo a tutti i ragazzi che sono passati da lì, alcuni (ora cresciuti) sono miei cari amici.
      Pensa, proprio oggi ricorre il secondo compleanno del cortometraggio che girammo :)

      Moz-

      Elimina
  5. La tv dei ragazzi è morta quando hanno rubato il pupazzo di Uan dagli studi dell'allora Finivest.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ce ne sono molte altre copie, eh^^

      Moz-

      Elimina
  6. Non è la TV che non si occupa dei ragazzi, il problema è che non esistono più i ragazzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, forse proprio perché la tv odierna li fa crescere troppo in fretta. Se metti Uomini e Donne o Amici negli orari che furono dei cartoons, la gente guarda quelle merde, no? XD

      Moz-

      Elimina
  7. Una volta c'erano un o due canali che offrivano un po' di tutto e spazio era tenuto anche per i bambini/ragazzi, in seguito si è moltiplicato il tutto, adesso ci sono i canali tematici dove, come dici bene tu, ci si perde. Si ritornerà a fare un poco di ordine e fare una tele di qualità per qualunque età? Lo spero.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possiamo farci sentire.
      La tv degli anni '90 era il giusto compromesso tra quella doc degli esordi e l'innovazione commerciale anni '80.
      Poi tutto è finito.

      Moz-

      Elimina
  8. All'epoca mia c'era Febo Conti con Chissà chi lo sa! trasmesso al sabato pomeriggio.
    Ed era pure un premio pensa un po'... :))
    Ormai.... tablet, pc e quant'altro... cosa vuoi che ai ragazzini interessi la tivù? E poi per vedere cosa????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che almeno SailorMoon e DragonBall saranno visti con interesse...!^^

      Moz-

      Elimina
  9. O cielo io sono cresciuta con questa TV e diciamo anche invecchiata e ti confesso che quando ci sono programmi di questo genere in TV private me le guardo ancora. Il mio io diventa fanciullo e sopravvive in questo mondo così tecnologico. Abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo, perché per me è lo stesso.
      Ma giuro che occorrerebbe un bel canale amarcord, non solo di cartoons.

      Moz-

      Elimina
  10. Il sabato dello Zecchino e Pista!, qualcuno si ricorda questi programmi per ragazzi a cadenza settimanale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pista! no, però il nome non mi è nuovo.
      I programmi vari dello Zecchino... sì :)

      Moz-

      Elimina
    2. Pista lo conduceva Maurizio Nichetti, assieme a Daniela Goggi, Orsetta Gregoretti e Shirine Shabet (su questo cognome non sono sicuro). Alternava varietà e giochi per ragazzi ai cortometraggi della Disney. Credo ci furono due edizioni, il venerdì su Raidue.

      E poi c'era il cult "Tandem", con Fabrizio Frizzi, i videogiochi telefonici e il Paroliamo.

      Elimina
    3. Che poi ecco, una volta c'era anche uno slot solo Disney.
      Era quasi una cosa a parte, più di qualità se vogliamo. Ma aveva appunto programmi mirati e dedicati.

      Moz-

      Elimina
  11. ...ecco, quando penso alla tv dei ragazzi, mi viene in mente che sono proprio invecchiata vacca di quella gallina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici!
      Però tra un paio di settimane ci sarà almeno SailorMoon :)

      Moz-

      Elimina
  12. Mi state facendo aprire dei files pazzeschi :-D

    Ma il programma con Oriella Dorella e Memo Remigi che cantava la sigla con Topo Gigio???
    (A parte il disorientamento che mi dà scoprire che ci sono zone di memoria del mio cervello dedicate a Memo Remigi...bha!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah!
      Questo che citi non l'ho mai visto, ma ricordo altri programmi con Topo Gigio e all'epoca era davvero TV dei RAGAZZI :)

      Moz-

      Elimina
    2. Forse stai facendo confusione: Memo Remigi ha cantato una sigla tv con Topo Gigio in un programma per bambini nei primi anni Ottanta (m'è venuto il "flash" leggendo il messaggio) ma ha lavorato con Oriella Dorella in una delle prime edizioni di "Fantastico"...

      Elimina
    3. Non posso aiutarvi, non ero nato^^

      Moz-

      Elimina
  13. Io guardavo "La Melevisione", il tg ragazzi, oggi quei programmi sono completamente spariti.
    Buon lunedì!👋😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, quelli sono gli ultimi programmi di questo genere ad essere apparsi in tv... e già spariti.

      Moz-

      Elimina
    2. La Melevisione sono riuscito a vederla qualche volta! ;)
      Il Fantabosco ricordava vagamente "La fiaba quotidiana", solo che al posto degli animali fatti con cartone colorato c'erano persone truccate e travestite.

      Elimina
    3. Non era male, anche se davvero fuori target per me.
      Io Bim Bum Bam lo vedrei pure oggi, la Melevisione già non la vedevo ai tempi^^

      Moz-

      Elimina
  14. Per conto mio la tv dei ragazzi di un tempo assomiglia alla volgia di legger ei libri di una volta.
    Ora ci sono troppe cose e ci si perde!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il dramma della scelta.
      La libertà totale porta a questo :)

      Moz-

      Elimina
  15. Continuo ad andare a ritroso tra i miei ricordi...
    Sulla Rete 2 c'era una volta... "Supergulp", il contenitore di programmi per ragazzi del tardo pomeriggio! Presentava niente meno che... la banda di Nick Carter creata da Bonvi, e conteneva fumetti animati tipo Corto Maltese, Cocco Bill e Alan Ford, episodi de L'Uomo Ragno, le Sturmtruppen... Subito prima o subito dopo è andato in onda il telefilm "Tre nipoti e un maggiordomo", adatto a tutta la famiglia e quindi anche ai più giovani... Nel cast c'era Brian Keith (lo stesso giudice Hardcastle del telefilm poliziesco basato sugli inseguimenti automobilistici...).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Supergulp! so bene cos'è perché viene spesso celebrato. Lo vedevano sicuramente i miei genitori...
      Bei tempi, belle trasmissioni.

      Moz-

      Elimina
  16. Sono arrivato tardi, questo periodo sono stato fuori dal mondo :O

    RispondiElimina