[FUMETTI] Street Fighter Zero 2


Nel 1997, prima del più famoso Street Fighter III, dalla Cina con furore arrivò Street Fighter Zero 2, fumetto basato sull'omonimo videogioco (Alpha 2 per l'occidente).
I tipi della Jade/Dinasty lo pubblicarono in due eleganti albetti con sovraccoperta e carta lucida.
Il prezzo? 3.500 lire.
La storia era particolare: si apriva con una panoramica dello stage che faceva da sfondo nel videogame, parlandoci della storia dei personaggi. E così scopriamo le vicende dei due fratelli Gouki e Gouken alle prese col loro maestro; ma anche tutto l'allenamento di Ken e Ryu (e di come costui ruba il nastro dei capelli del primo e ne fa la sua fascia...).


Certo ci sono anche delle libertà non da poco, vedi Rose che qui abita in Inghilterra -quando dovrebbe essere di Genova!- però nonostante tutto gli autori si attengono abbastanza all'opera originale Capcom rispetto al fumetto Street Fighter III, che seguirà.


CONOSCI STREET FIGHTER III DI CHUNG HING E KING SUM? SCOPRILO QUI!

L'edizione italiana è negli standard dell'epoca della casa editrice, che nella seconda metà degli anni '90 ebbe un certo successo proprio coi personaggi del celebre videogioco.
Mentre in copertina il titolo è (erroneamente e volutamente) Street Fighter II, all'interno degli albi si legge quello vero:



Ma c'è di più: leggendo quei due albetti, la trama restava vagamente aperta; era come solo una grande presentazione della storia, ma quello era tutto: 1 di 2, 2 di 2, amen.
E invece, due anni dopo, la Jade sorprende tutti con un terzo volume.
Che all'epoca, per motivi vari (di diritti, pare...), non si era potuto pubblicare:


Stesso formato ma con carta semplice e copertina con alette, la storia prosegue lì dove si era interrotta e ci porta allo scontro totale tra tutti gli street fighters, considerati i pericoli del comandante Vega (da noi Bison) e del malvagio e oscuro Gouki (da noi Akuma).
Non fu nemmeno facile recuperare questo volume, scoperto per puro caso (anche perché dopo due anni mica stai ancora a pensare ai primi due albi!).
Strano, eh?

28 commenti:

  1. Bei disegni, a vedere lo screen dello scontro tra Ryu e Ken. Oggi hai tirato veramente una bella chicca :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I disegni di queste opere sono sempre stati molto dinamici ed esplosivi.
      Le trame erano un sacco particolari (in SF III specialmente, dove i rapporti tra personaggi venivano reinterpretati con libertà a volte eccessive XD)

      Moz-

      Elimina
  2. Street Fighter III me lo ricordo, forse stavo anche per comprarlo, questo per niente!
    Dovrei avere anche io qualcosa del genere, un manga di presentazione di un videogioco che in effetti non aveva una fine precisa... vado a controllare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho controllato, non aveva una fine precisa perché... è stata interrotta la pubblicazione! XD

      Elimina
    2. Aspetta, Orso: non ho capito. Quale hai tu?
      Strett Fighter III?
      Sì, quello non ha una fine in Italia e comunque pare manco in Hong Kong...

      Moz-

      Elimina
    3. No no, intendevo che anche io un manga, si chiama Culdcept, tratto da un videogioco. Pensavo non finisse perché era una specie di introduzione al videogioco.
      Street Fighter volevo prenderlo ma non ricordo cosa mi bloccò!

      Elimina
    4. Culdcept? Comprai il primo volume, una estate.
      Poi lo continuò mio fratello, che ha TUTTI i volumi e... sì, mai finito :)

      Moz-

      Elimina
  3. La mia cultura in materia si ferma al videogioco (versione II estesa) come spettatore, al cartone animato "Victory" e al film d'animazione.
    Ho sempre sperato che le storie tratte dal videogioco trattassero più alla pari i vari combattenti del videogioco, ma siccome ogni volta ho trovato personaggi mancanti o poco più di un loro cameo, mi sono scocciato.

    "Victory" resta carino sebbene la faccenda di Vega e Chun-Li venga riproposta in flashback esageratamente.

    Non so quanto il formato tipico dei manga, anzi dei manhua essendo roba cinese, sia adatto a tavole che immagino molto dinamiche...

    "scontro totale tra tutti gli street fighters"
    Insomma la Civil War questi se la mettono nel taschino? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me:
      film d'animazione, grandioso (fedelissimo, rispecchia al 100% la trama del videogame).
      serie tv: davvero divertente, pur con le sue libertà.
      Street Fighter III fumetto cinese: molto bello ma alla fine usa solo i nomi, reinventando quasi tutto, però combattimenti epici.
      Scontro totale per dire... che se le danno tutti di santa ragione.

      Di SF c'è una bellissima serie dal vivo sul web, davvero ottimamente realizzata, ma manca una serie animata fatta come si deve (per me avrebbe lo stesso potenziale di un Dragon Ball Z, per dire!)

      Moz-

      Elimina
    2. Ho visto sia il film d'animazione che la serie Victory, tutti e due molto validi. Miki, ci vorrebbe una tua recensione :D

      Elimina
    3. Sì, prima o poi sarà anche il mese SF, dove concentrarmi su quello.
      Ma più di tutte, mi premerà presentare la serie animata AMERICANA tratta vagamente dal film con Van Damme **

      Moz-

      Elimina
    4. Se non ricordo male, nel film d'animazione Blanka e Zangief fanno ben poco rispetto ai soliti Ryu e Ken...
      Mi aspettavo qualcosa di più corale, tutto qui.

      Elimina
    5. Sì, lottano come show per ricchi, tutto qua.
      Vero, alcuni fanno ben poco (T. Hawk, ad esempio) mentre altri giusto più di un cameo (Dee Jay), ma il pregio del film è mostrarceli tutti in modo fedelissimo :)

      Moz-

      Elimina
  4. Fumetti never covered... incredibile quale fucina di sapienza riuscite a sfornare attorno a queste pubblicazioni... io al massimo Monello e Intrepido (e sognavo gli occhialini che facevano vedere le donnine senza vestiti)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto gnente, franchì! Monello e Intrepido grandissime riviste :)

      Moz-

      Elimina
  5. Leggendo questo post mi è venuto in mente un fumetto che non so che fine abbia fatto. Alan Ford? Più o meno era questo il suo nome, credo. Mi piaceva tanto.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' in edicola, oggi come ieri :)

      Moz-

      Elimina
    2. Davvero? Credevo fosse sparito. Grazie mille.
      sinforosa

      Elimina
    3. Alan Ford è uno dei tanti fumetti mai letti che però mi stuzzicano, di quelli che almeno una raccolta di storie devo recuperarla... Fosse uscito un volume nei Classici di Repubblica avrei risolto! :D
      E' ancora in edicola, mi pare con una caterva di ristampe tipo Diabolik e Tex, oltre all'inedito.

      Elimina
    4. Esatto, è in edicola tra episodi vecchi, vecchissimi e nuovi XD

      Moz-

      Elimina
  6. Non vorrei dire una cavolata ma non sono cinesi ma coreani questi albi.
    Comunque... e vuoi che non li abbia letti all'epoca? XD Ma certo che si! Disegni da paura, strani ma da paura. Ho letto anche parte di Street Fighter III che se non ho capito male è rimasto pure quello incompleto, la Jade mi sa che chiuse i battenti, peccato perché i loro fumetti erano delle chicche mica male.

    Arcangelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono di Hong Kong, manhua quindi.
      SFIII è rimasto incompleto anche mondialmente, nel senso che esiste un ultimo volume e chiude solo parte delle trame, lasciandone moltissime in sospeso. Poi ci fu un seguito, ma anche lì molte cose quasi non corrispondevano...

      Moz-

      Elimina
    2. Si, hai ragione, ho verificato subito dopo e aggiunto il commento ma si deve essere perso nell'etere XD Mi devono aver ingannato i nomi degli autori che sembrano coreani. Tra l'altro ho letto che la Jade non aveva i diritti della saga ed è per questo motivo che la storia era completamente diversa e quindi io mi domando... come potevano pubblicarla? e pure all'estero come qua. Stando a Wiki SF III ha superato i 100 volumi a HK ma qua ne sono stati pubblicati meno di 40. Peccato.

      Arcangelo

      Elimina
    3. Ti spiego:
      SFIII era settimanale in Cina, con piccoli episodi da 25-30 pagine.
      Un nostro volume raccoglieva tre episodi a volta.
      SF III era pubblicato col benestare della Capcom (infatti il copyright Capcom è riportato sul logo), ma pare di ricordare che in un passato (forse anni '80) ci furono in effetti fumetti su SF senza autorizzazione, ma quelli non uscirono mai dai confini hongkonghiani^^

      Moz-

      Elimina
  7. Anch'io come Franco non conoscevo questi fumetti. Leggo i tuoi post e faccio conoscenza con nuovi personaggi di quel mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è sempre un enorme piacere :)

      Moz-

      Elimina
  8. Mi dicono qualcosa, ma non credo di averli mai incrociati nel mio peregrinare tra edicole e fumetterie varie di quegli anni.
    Non che li avrei mai presi, eh.
    D'altronde in quel periodo leggevo già troppe sciocchezzuole che pubblicava la Marvel. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, bene bene :)
      Io questi li presi in fumetteria, erano i tempi in cui ne giravo un sacco. In edicola invece SF III ;)

      Moz-

      Elimina