[LIFE] vita con un gatto


Qualche giorno fa, dopo diciotto anni di morbida e pelosa compagnia, Fiocco ha lasciato la mia famiglia e questo pianeta.
Diciotto anni sono tanti: per un gatto corrispondono a 90 anni umani. Per un umano sono una porzione indimenticabile.
Per noi sono stati un'avventura che solo chi ha un gatto può immaginare.

Sì, perché si tende sempre a minimizzare la vita con un gatto rispetto a quella -per esempio- con un cane.
Lo avverto dai commenti generali.
Forse perché il gatto non è mai del tutto un animale domestico (tecnicamente non lo è).
Quindi viene visto come qualcosa che sfugge alle logiche (umane), come qualcosa di sempre un po' selvatico.

Ma forse, proprio per questo -fidatevi- la vita con un gatto è una vita d'avventure.
Poesia, filosofia, qualcosa di alieno, lontano, matematico e esoterico.
Se l'uomo è padrone del cane, il gatto non ha padroni o probabilmente è egli stesso padrone dell'uomo.
La vita con un gatto è un rapporto paritetico.


Fiocco è un membro della mia famiglia, ha avuto i suoi spazi come chiunque altro in casa: semplicemente prendendoseli.
Funziona così, e dal momento che un gatto entra in famiglia è bene che si conosca questo aspetto, che si accetti questa cosa, altrimenti meglio qualsiasi altro animale (o nessun animale, meglio ancora).

Fiocco mi ha visto preparare gli Esami di Stato.
Fiocco ha passato interi pomeriggi sul tavolo, accanto ai miei fratelli che studiavano per le elementari, le medie, il liceo.
Ci ha visti andare e tornare nei periodi universitari.
E' stato con noi ovunque, sempre in viaggio, anche in vacanza al mare.

L'abbiamo visto crescere, invecchiare.
Fino a quando ha deciso che il tempo era giunto. Il tempo di ricongiungersi a quello spazio profondo, all'altro mondo dal quale solo i gatti provengono.
Grazie di tutto, ciao Fiocco!

104 commenti:

  1. Miki mi dispiace. Non dico altro...spero ti possa almeno consolare il mio abbraccio virtuale. Ciao.

    RispondiElimina
  2. Ciao Fiocco, eri davvero bellissimo!
    Ti capisco e mi dispiace tanto, Margot ha vissuto con noi per 15 anni e quando ci ha lasciato ho pianto come un bambino per giorni, anzi, quando ripenso a lei ancora mi commuovo... tipo adesso. :-)
    Ora con me c'è Virgola da 3 anni e posso dire con certezza che la vita con gatto e cane è completamente diversa ma fare paragoni è inutile, non c'è un meglio o un peggio, c'è solo tanto amore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti: non serve fare paragoni o sminuire la vita con un gatto.
      Si tratta di una compagnia, un'amicizia molto particolare^^

      Moz-

      Elimina
  3. Mi ha toccato moltissimo questo post, perché di gatti ne ho avuti anche io e ce l'ho tuttora ma non hanno mai vissuto età così longeve, quantomeno con me... i più saranno scappati semplicemente. Vivendo a stretto contatto con la campagna qui i gatti è quasi impossibile tenerli in casa perché diventano liberi professionisti e tornano in casa solo per le crocchette, quindi il rapporto è distaccato e quasi dignitoso. Il cane invece "ti si compra" come si suol dire... si prostra a te ed è fatta anche per un duro di cuore... come si dice? Date al gatto un territorio e al cane un padrone.

    Ma gli animali sono pezzi di vita, della nostra vita. Quantificare gli affetti anche in questo campo non è né possibile e nemmeno giusto secondo me. Quasi 20 anni insieme non sono un giorno e i ricordi sono fortemente contaminati dalla presenza di una bestiola soprattutto se è vissuta con te, ed è inutile razionalizzare. Io stesso a volte scindo i paragrafi della mia vita in relazione alla bestiola che avevo in quel periodo... fanno parte di noi in qualche modo, senza umanizzarli ma rispettandoli.

    Mi permetto di augurare buon viaggio all'energia del tuo gattino che tanta te ne avrà regalata in questi anni e che ora verrà magnetizzata in un universo o nell'altro. Un abbraccio, mi dispiace davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :)
      Vero, 18 anni sono una vita, o almeno una grande porzione della stessa. Impossibile dimenticare.

      Moz-

      Elimina
  4. Mi dispiace.
    Come sai ho due gatti e so cosa vuoi dire.
    Io ormai non riesco proprio a immaginarmi senza.

    RispondiElimina
  5. Ciao Moz mi dispiace tanto, so cosa vuol dire perdere i nostri amici pelosi, abbiamo appena sepellito Puccio il cane dei miei suoceri comunque arrivato alla veneranda età di 15 anni che andammo a prendere da cucciolo io e mia moglie all'epoca ancora "morosi"! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, capisco.
      Come vedi, ogni ricordo è legato ai nostri amici :)

      Moz-

      Elimina
  6. Un gatto davvero bellissimo Fiocco. So perfettamente cosa significhi la vita con un gatto e mi manca molto, visto che da anni non ne ho nessuno che gira in casa. Ho accettato l'amicizia non invadente eppure sempre attenta e presente della mia alter ego, Bunnister, una gatta che sapeva riconoscere un mio stato d'animo ancora prima che lo provassi,ma anche gatte come Pilly Mac Collins che appena ha compiuto un anno ha deciso di andare a vivere da sola. È stato durissimo accettarlo, ma con un gatto si vive come dici tu : sono loro che decidono se amarti o meno. Ti insegnano la libertà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, bellissimo quel che dici.
      Un gatto è uno spirito libero, non ha bisogno di padroni ma di un amico alla pari. E' per questo che lo preferisco agli altri animali e... sì, ti insegna la libertà :)

      Moz-

      Elimina
  7. Un gatto davvero particolare anche, ma davvero, mi dispiace tanto perché quando ci si affeziona a qualcuno è sempre difficile dimenticare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda, io non voglio assolutamente dimenticare: Fiocco è qui per sempre, in diciotto anni di ricordi bellissimi :D

      Moz-

      Elimina
    2. Volevo dire lasciarli andare in verità perché sicuramente non lo dimenticherai mai ;)

      Elimina
  8. Adoro i gatti proprio perché sono spiriti liberi e indipendenti, sono eleganti, bellissimi e sono loro che decidono se volerti bene. 😽 Mi dispiace per la perdita di Fiocco, ti mando un grande abbraccio!💛

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Vanessa! :)
      Vero: il gatto non ha bisogno di nessuno e decide da sé :)

      Moz-

      Elimina
  9. Purtroppo non mi è mai stato permesso di tenere gatti, e ancora non mi è permesso averne. Ma adoro i gatti, sono in assoluto i miei animali preferiti - anche quelli sviluppati come i leoni, i puma e le tigri! Per questo sono convinta che un gatto in casa sia un'esperienza unica, come bene hai raccontato.

    Mi dispiace per Fiocco, l'unico difetto che hanno gli animali domestici è quello di avere una vita troppo breve rispetto alla nostra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, verissimo: tigri e leoni sono gatti cresciuti.
      Vero, comunque: gli animali in sé vivono troppo poco rispetto a noi...
      Grazie :)

      Moz-

      Elimina
  10. Ciao Fiocco <3

    Hai pienamente ragione. I gatti sono sottovalutati, probabilmente perché ci riesce impossibile accettare che non possano essere sottomessi.
    Ma la vita con loro è un meraviglioso rapporto di amicizia alla pari. E ti conoscono e capiscono come pochi esseri umani sanno fare.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, Ade.
      Secondo me molta gente non accetta ciò e vede il gatto come opportunista. Ma semplicemente si tratta di persone che vogliono avere tutto sotto controllo.

      Grazie ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Beh, che siano opportunisti ci sta poco da fare, almeno col mio gatto titolare (dico "mio" non perché mi appartiene ma perché è l'unico dei tre che ho scelto io di tenere, gli altri due hanno scelto loro di inserire casa mia nel loro territorio). Ho scoperto di recente che sono molto empatici, chi più chi meno... Uno di loro, se per qualche ragione non sto bene e resto al letto, si piantona ai miei piedi e scende solo per mangiare e usare la lettiera; se invece sto bene sa che non c'è bisogno di lui. Sembra una spugna che assorbe i malanni.

      Elimina
    3. Una cosa bellissima, sai?
      Hanno dei "poteri", di certo non cose extraumane, ma particolari^^

      Moz-

      Elimina
    4. Sono caratteristiche tipiche che la loro specie ha sviluppato... Già il fatto che una specie diversa dalla nostra interagisca pacificamente con noi innesca una positività cui ci abituiamo e che diamo per scontata.

      Elimina
    5. Infatti per me sono veri e propri alieni :)

      Moz-

      Elimina
  11. Non ho mai condiviso spazi di casa con animali domestici, ho i cani, ma hanno la loro dependance in giardino :)

    Ma hai descritto molto bene il gatto, la sua volontà di prendersi spazio, il suo non farsi sottomettere, anche se mi piacerebbe approfondire ciò che dice Ade nel commento sopra il mio, sul fatto che il gatto capisca molto bene l'essere umano.

    concludo con un saluto a Fiocco. Hai fatto un bel post, ma di questo te ne parlo in pvt :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo intendesse che il gatto è molto "spirituale" ed empatico, quindi comprende gli stati d'animo (ma anche altro, eh: i gatti avvertono -secondo me- anche flussi vari...)

      Grazie mille :)

      Moz-

      Elimina
    2. Esatto: tempo fa lessi che avvertono certe sensazioni attraverso le vibrisse, e agiscono di conseguenza.
      Per chi conosce Star Trek, si può dire che i gatti sono Betazoidi. :D

      Elimina
    3. Ahaha non sono un trekkie ma immagino questa razza :p

      Moz-

      Elimina
  12. Mi spiace per la tua perdita Moz, sono un grande amante degli animali e so che per quanto questi momenti siano dolorosi, l’altra faccia della medaglia è una vita di ricordi di ogni tipo da conservare gelosamente, un abbraccio. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Cass.
      Infatti io ho 18 anni circa di ricordi meravigliosi.
      E questo è :)

      Moz-

      Elimina
  13. Mi spiace tantissimo e il tuo post è la rilettura della vita del mio Muci, gatto di diciotto anni come Fiocco. Il gatto, e i felini in genere, è un animale meraviglioso, anch'io mi domando come reagirò alla morte del mio peloso, che ha percorso un pezzo non irrilevante della vita di famiglia.
    Ciao Miki. Ciao Fiocco meraviglioso.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille anche a te, Sinfo.
      Guarda, non chiederti quella cosa: è nella natura, che ciò avvenga prima o poi.
      E il gatto, che della natura è meccanismo -anche oltre- saprà farsi ricordare sempre.

      Moz-

      Elimina
  14. Mi dispiace davvero tanto.
    So come è salutarsi dopo 19 anni di vita insieme...
    Ti abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  15. Un bacio grande a te.
    La gatta di mia mamma è morta il mese scorso dopo 14 anni ed è stato un trauma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo immagino, davvero.
      Grazie mille, e un abbraccione!

      Moz-

      Elimina
  16. Anche gatta Bedelia è così, infatti concordo con tutto quello che hai scritto.
    Povero micione, ma sono sicura che abbia avuto una vita splendida e poi vivo nella convinzione che i gatti tenuti bene e amati tornino sempre in virtù delle 9 vite!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io non so cosa è bene per un gatto, se è buono tenerlo in casa o è giusto che sia libero.
      Però posso assicurarti che Fiocco ha vissuto una vita (o 9) da nababbo... :)
      Thanks!

      Moz-

      Elimina
  17. Splendide parole.

    Capisco benissimo quello che si prova. La nostra Birba se n'è andata all'inizio di quest'anno, dopo 16 anni nella nostra famiglia. :(

    Un ciao a Fiocco anche da parte mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, davvero.
      Posso immaginare: queste sono perdite grandi, al pari di quelle umane.
      Il rapporto è fortissimo.

      Moz-

      Elimina
  18. Caro Miki hai descritto molto bene cosa significa vivere con un gatto, quanto è bello amarli per quello che sono, e che la loro perdita lascia un segno. Gli ultimi che ho avuto avevano 17 e 19 anni, e sono stati incredibili. Il loro supporto manca tantissimo, perché il legame con un gatto è qualcosa di speciale.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero.
      E il loro legame è particolare, perché va diversamente da come vorremmo e sanno loro come gestirlo, ma sono comunque presenti.

      Moz-

      Elimina
  19. Che tristezza...ma anche che fortuna aver avuto un compagno felino per ben 18 anni
    Da gattofila non posso che comprendere appieno il rapporto che s'instaura col gatto di famiglia e che tu hai descritto così bene nel post.
    Fiocco era davvero bellissimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Giulia.
      Sì, il rapporto è un rapporto particolare, che si gestisce alla pari. E questa è una figata.

      Moz-

      Elimina
  20. Gatto, cane, pesce, criceto, coniglio... la differenza non c'è. Quando leghiamo la nostra vita a un amico a tot zampe, è un legame unico.
    Io ho avuto due gatte e le ho perse entrambe, perciò comprendo cosa provi.
    Chissà, magari adesso Fiocco giocherà con le mie amate micie nella grande prateria felina!
    Un abbraccio e non dimenticarti che Fiocco sarà sempre nel tuo cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente adesso è come dici!! <3
      E, fidati, impossibile dimenticarmi di lui!

      Moz-

      Elimina
  21. Mi dispiace tanto Moz.
    Vivrà nei tuoi ricordi. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente.
      E' proprio così :)

      Moz-

      Elimina
  22. Ha vissuto davvero una bella vita.
    Ciao Fiocco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho detto sopra, io non so se lui (in quanto gatto) ha vissuto bene.
      Ma noi gli abbiamo dato tutto :)

      Moz-

      Elimina
  23. La mia era tutta nera e ha vissuto con me per 19 anni e so cosa si prova quando viene a mancare. Sono rimasta talmente male che non ho più voluto animali in casa. Ci si affeziona troppo. Un abbraccio caro amico di solidarietà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Farf, grazie.
      E ti dirò: nemmeno io (per ora?) vorrei altri amici animali.
      Insomma, non è che se muore un nonno lo sostituisci, no?
      Per me vale lo stesso.

      Moz-

      Elimina
    2. Il nonno non lo puoi sostituire, ma puoi sempre ritrovarti affezionato a un altro vecchietto che ti vuol bene. :) Non sostituisci: dai e ricevi affetto, energie...

      Elimina
    3. Vero, vero. Però, per ora, va bene così.
      Insomma, l'energia di Fiocco è ancora qui :)

      Moz-

      Elimina
  24. Mi dispiace tanto :(
    Ma di sicuro vi verrà a trovare nei vostri sogni, i miei gattidefunti ogni tanto risorgono di notte, mentre dormo, e nella mia mente sono ancora con me.
    Un abbraccio e un <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non serve la notte, ne sono sicuro.
      Lui c'è sempre :)
      Thanks!

      Moz-

      Elimina
  25. <3
    La gatta di mia mamma è mancata a 20 anni... una vita insieme a noi, era come una sorella.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh posso immaginarlo davvero.
      Una grandissima porzione di vita, enorme.
      In 20 anni (come in 15, 18) succede di tutto, cambiano cose e accadono eventi.
      Grazie mille :)

      Moz-

      Elimina
  26. Sigh. Tristezza grande quando i nostri pelosi amici se ne vanno. Farebbe una bella coppia con il mio Nerone :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro si potranno incontrare! :)
      Thanks!

      Moz-

      Elimina
  27. Sigh. Tristezza grande quando i nostri pelosi amici se ne vanno. Farebbe una bella coppia con il mio Nerone :(

    RispondiElimina
  28. Fiocco (che viste le dimensioni era più una valanga) sono sicuro abbia avuto una bellissima vita, e avete avuto la fortuna di averlo vicino davvero tanto tempo. Una grande mancanza 💙

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma infatti altro che fiocco, era una bestia XD
      Spero anche io che con noi si sia divertito, io lo ringrazio per quello che ci ha dato^^

      Moz-

      Elimina
  29. povero gatto, posso immaginare la tua tristezza, ci sei praticamente cresciuto con questo gatto ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, e i miei fratelli più di me: ti lascio immaginare.
      Grazie^^

      Moz-

      Elimina
  30. Caspita, che bel gattone flocculoso era!
    Ma è un effetto della foto o aveva gli occhi di due colori diversi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era proprio così: un occhio celeste e uno giallo :)

      Moz-

      Elimina
  31. Che importa di che razza o specie siano, un animale domestico non è mai soltanto un animale, come certa brutta gente pensa. Dici bene, anzi benissimo: un animale è un membro effettivo della famiglia. Quindi condoglianze.
    Ha avuto una vita lunga e felice, il tuo Fiocco, siete stati fortunati ad esservi trovati (essere amati da un gatto è un'impresa!)
    PS: bellissima la sua eterocromia <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Maya!
      Verissimo, il rapporto con un gatto non è semplice, è qualcosa che spesso travalica la concezione meramente umana.
      Hanno una filosofia tutta loro :)

      Moz-

      Elimina
  32. Ti capisco benissimo! La mia micia (che è sempre stata solo Micia) mi ha lasciato dopo 21 anni e ancora quando torno dai miei mi aspetto di vederla appisolata da qualche parte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cazzarola, 21 anni, tantissimissimi.
      Ci credo che te la immagini ancora lì. Ma chi ci dice che NON SIA PROPRIO ancora lì?^^

      Moz-

      Elimina
  33. Nipotone mio, mi spiace tanto, e tu sai quanto ami gli animali specialmente i gatti.
    No io non riuscirei a stare senza un pelosino amico...ho ancora il mio Ciuccio che mi tiene compagnia.
    Ti abbraccio, e ti capisco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, zia! :)
      Io per ora mi godrò il ricordo di Fiocco, non so se vorrò un altro animale, sinceramente^^

      Moz-

      Elimina
  34. Comprendo....

    Mi sento di scrivere: Ciao Fiocco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Fiocco ringrazia ;)

      Moz-

      Elimina
  35. Come ti dicevo, mi dispiace tantissimo, e oltretutto era di una bellezza assurda questo Fiocco. Quegli occhi li avevo visti solo sulla copertina dell'ultimo romanzo della Yoshimoto! Certo, ha avuto una vita lunga. Certo, avrai tanti ricordi, e sarà più difficile abituarsi all'assenza. Ciro (il mio gatto), resisti anche tu 18 anni, su. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh ma sai che di ritorno dal Trentino, in un autogrill, ho visto proprio quel libro? un tempo amavo la Yoshimoto, ho tutto fino a Honeymoon, ora non so se mi piace ancora :/
      Grazie mille, davvero.
      Una strizzata di coda a Ciro!!^^

      Moz-

      Elimina
  36. Moz mi dispiace davvero tanto, un abbraccio grande ♥

    RispondiElimina
  37. Mi dispiace tanto e comprendo il dolore che state provando.
    Un abbraccio grande a tutti voi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille anche a te, Ofelia! :)

      Moz-

      Elimina
  38. Il tuo bellissimo Fiocco sarà sempre con te, Moz, nel tuo cuore! Adesso per lui era giunto il momento di riposare un po'. Magari tornerà sotto diverse spoglie, chi può dirlo? Il gatto è uno spirito libero, un maestro che ci insegna a stare al mondo, un essere speciale e, forse, quando ci lascia dopo averci accompagnato così a lungo significa che anche per noi deve avere inizio una nuova fase dell'esistenza. Un bacio a Fiocco, ovunque sia e un forte abbraccio a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Clem! :)
      Sì, anche io credo che il gatto sia uno spirito libero la cui visione della vita sfugge quasi del tutto a noi umani.
      Magari è davvero l'inizio di una nuova e bellissima fase per tutti, in famiglia.
      Grazie ancora :)

      Moz-

      Elimina
  39. Un animale domestico è un membro della famiglia a tutti gli effetti. I gatti a volte li diamo per scontati perché ci considerano al loro servizio o se ci va bene, membri della sua famiglia (e non viceversa); conoscendoli si scopre che non ne esistono due uguali.
    Ciao Fiocco, e un abbraccio a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Gas!
      E' vero: come ho detto sopra, il gatto è padrone dell'uomo, probabilmente :)

      Moz-

      Elimina
  40. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so da cosa dipenda, succede anche a me...

      Moz-

      Elimina
    2. Poi si è risolto, infatti ho cancellato il messaggio.

      Elimina
  41. Non mi stupisce il tuo dispiacere, anzi.
    Io ho dovuto dire addio a un gatto persiano molto simile al tuo, di nome Birba (ma chiamato da mio padre Ettore) e poi a un pastore tedesco e a un meticcio.
    Sì, membri della famiglia, importanti in proporzione ai mille momenti vissuti insieme. Rappresentano pezzetti del nostro vissuto ed è per questo che è difficile lasciarli andare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, pezzetti o pezzi più grandi. Insomma, parti della vita che non possiamo dimenticare.
      Grazie mille Luz :)

      Moz-

      Elimina
  42. Mi dispiace molto, credimi. Personalmente non ho animali a casa, ma mia sorella ha preso qualche mese fa un cane che tiene a casa sua e mi ci sono affezionato molto nonostante lo veda al massimo due volte a settimana.
    La sua perdita mi renderebbe molto triste e quindi posso un po' capire il tuo dolore anche se ancora non l'ho provato.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, davvero, ti auguro di provarlo il più tardi possibile: goditi la compagnia di quel cane, quando riesci a vederlo^^
      Thanks!

      Moz-

      Elimina
  43. Davvero un bel gattone Fiocco :-)
    Io non ho mai avuto gatti (a parte qualcuno in campagna da papà che sono molto più "randagi" di quelli che vivono nelle case) e mi hanno sempre affascinato per la loro spavalda indipendenza. Sono dolci, e al tempo stesso capaci di ammazzarti con uno sguardo, ma proprio per questo ancora più amorevoli :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, i gatti sono così: un mondo a parte.
      Anzi, un vero e proprio universo.
      Mistero, eleganza, comportamenti anche buffi...^^

      Moz-

      Elimina
  44. Ciao Miki...
    Lo leggo solo ora :-(
    Condoglianze.
    Ciao Fiocco!
    Moritz-

    RispondiElimina
  45. E pensa che un mese fa é morto il mio carlino :-( si chiamava Jules...
    Ancora condoglianze Miki.
    Era un gatto davvero bello :-((
    Moritz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh allora condoglianze anche a te!
      Un abbraccio! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Grazie Miki!
      Moritz-

      Elimina