[CARTOONS] Woo-oh! Sono tornate le DuckTales!


A due anni dall'annuncio, finalmente ieri in America è arrivata l'ora delle DuckTales, le avventure di paperi che reboottano la serie storica Disney con protagonista Zio Paperone!
La curiosità era alle stelle, così come qualche timore (il design dei personaggi e ambienti è diverso da quello classico).
Come sarà andata?

"Woo-oh
", titolo dello special televisivo che funge da premiere-pilot, giunge in questo agosto per anticipare la serie regolare in onda da settembre.
Il DuckTales del 2017 -da ottobre disponibile anche in Italia- appare moderno, fluido, con animazioni che funzionano bene.
Non tradisce lo spirito dell'opera originale ma anzi prova a alzare il tiro, perlomeno nella trama.

Appare subito chiaro che questo nuovo DuckTales non vuole essere solo una serie episodica con trame verticali, storie d'avventura e mistero che iniziano e finiscono nel giro della puntata.
No: DuckTales 2017 si fa forte di una continuità narrativa -non sappiamo ancora quanto marcata- ma che sicuramente legherà orizzontalmente i vari episodi.
C'è un mistero di fondo, infatti, che riguarda la famiglia dei paperi.



La storia riprende il modello classico e lo svecchia un poco, con qualche libertà: Paperon De' Paperoni e suo nipote Paperino non si parlano da anni, dopo che assieme andarono in giro per il mondo a caccia di tesori e avventure.
Qual è il segreto che si cela dietro al loro allontanamento?
Non voglio fare spoiler ma sappiate che riguarda un celebre personaggio della Banda Disney, mai apparso in versione animata, di cui si sa sempre troppo poco.
Pssst, ascoltate: se fate un giro su Il blog di Delux, i blogger Daniele e Andrea ci parlano proprio di questo personaggio in uno dei post più recenti. Ma io non vi ho detto niente.

DuckTales è colorato (vivace e pastello), dinamico, attuale nella sua grafica squadrata e fumettosa (c'è anche un uso di retinatura che richiama modelli old-style).
Alcuni passaggi sembrano disegni di libri illustrati, gli sfondi sono sempre dettagliatissimi.



Paperino è costretto a lasciare i nipoti Qui, Quo e Qua da Zio Paperone. Da qui (da quo e da qua) in poi si scatenano l'avventura e il mistero.
Famedoro, Gaia, la Tata, Jet McQuack e anche la presenza di Paperino stesso (sacrificata nel vecchio DuckTales) ci fanno intuire vagamente cosa ci attende in autunno.

Già presenti molti agganci e rimandi (citate, ad esempio, la St. Canard di Darkwing Duck e la cittadina di Ecco Pippo!).
Inoltre i fan più attenti possono intravedere, all'interno dello special, qualche omaggio al passato (oggetti, citazioni...).
Qui, Quo e Qua guadagnano un look e un carattere che li differenzia al di là del colore (in linea con quanto fatto anni fa per la serie Quack Pack), e anche Gaia diviene meno "iaia" rispetto al passato mostrando di essere all'altezza dei tre fratelli paperi.

Abbiamo visto solo quaranta minuti, ma già possiamo intuire che l'autunno sarà assolutamente paperoso!

Se ami il mondo delle DuckTales, leggi anche:

Guida alla serie animata classica
Sezione DuckTales del blog

33 commenti:

  1. Che brutte rappresentazioni dei paperi. E c'è chi a suo tempo criticava Giuseppe Perego!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A vederli animati rendono molto meglio e non noti quasi la differenza (o, per meglio dire, ti ci abitui subitissimo: riesce a mantenere un moddo disneyano che non allontana^^)

      Moz-

      Elimina
  2. Le Ducktales...giustissimo...da piccolo dicevo sempre I ducktales come se Tales fosse riferito al gruppo di paperi :D.

    Sono contento che Gaia non sia più la bambina della vecchia serie, per il resto attendo con curiosità di vedere il tutto. Certo Paperino e Zio Paperone che non si parlano è una bella rivoluzione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che adesso si riparleranno XD
      Molto interessante la storia del passato, col segreto che coinvolge il destino -ignoto- di un personaggio.
      Secondo me questa trama portante -più vari agganci- potranno creare una serie diversa nella struttura narrativa^^

      Moz-

      Elimina
  3. Nickname no grazie13 ago 2017, 11:33:00

    Bello lo vogliooooooo vedere appena ho di nuovo il wifi!
    Speriamo che le voci italiane non siano odiose come nel vecchio doppiaggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha perché odiose?
      Secondo me all'epoca fecero un gran bel lavoro (chissà se qualche doppiatore del passato tornerà anche per questa serie, in Italia!)^^

      Moz-

      Elimina
    2. Son diego ti spiego ma non sono un trans è solo un nickname temporaneo13 ago 2017, 12:01:00

      Perché secondo me Qui Quo Qua e Gaia avevano voci da gnegnegne...e anche un po' i Bassotti, troppo caricaturali.

      Elimina
    3. Le voci date ai personaggi Disney le ho sempre trovate anche io inadatte a come li "sento" parlare leggendo i fumetti. Voci caricaturali che nei fumetti andrebbero scritte con delle particolari convenzioni grafiche anziché in "semplice" maiuscolo...

      Elimina
    4. Beh, sono tipici personaggi che comunque si prestano a voci più caricaturali, per così dire.
      Certo, su Paperino poi dobbiamo fare un discorso a parte (non ho idea di come risolveranno se davvero in DuckTales uscirà Paperinik^^)

      Moz-

      Elimina
    5. La voce dello zione spaccava, ma purtroppo lo storico doppiatore è morto...

      Elimina
    6. Vedremo cosa scelgono. La attuale versione USA ha belle voci! 🍉

      Moz-

      Elimina
    7. A me invece le vecchie voci piacevano un sacco... in particolare quella di Zio Paperone!
      Era azzeccatissima secondo me!

      Elimina
    8. Sì, Zio Paperone sì, sapeva essere dolce e rude/combattivo, a seconda dell'occorrenza :)

      Moz-

      Elimina
    9. Noooo! Non lo sapevo fosse morto il doppiatore di Zio Paperone 😭
      Insieme a Bruno Cattaneo, che non è morto ma si è ritirato da anni in Inghilterra, un altro mito della mia infanzia che non c'è più... ancora oggi quando leggo i fumetti, nella mia testa lo zione ha quella voce!
      Comunque anche a me piaceva il doppiaggio italiano, adoravo anche la voce di Jet, forse l'unica odiosa era quella di Gaia. Ma credo dipendesse anche dal personaggio.

      Elimina
    10. Sì, il grande Gigi ci ha lasciati due anni fa!
      Credo anche io che Gaia fosse odiosa e la sua voce, quindi, perfetta.
      La nuova Gaia è un po' meno gnegne :)

      Moz-

      Elimina
  4. Questo post smuove le mie corde sentimentali. Da zia, mi piacerebbe che la mia nipotina si appassionasse, come una sorta di eredità :D
    Ovviamente hai smosso anche la mia curiosità ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, da ottobre è su Disney Channel, scommetto che -come successe con noi trent'anni fa- anche tua nipote potrà appassionarsi agilmente alla banda Disney^^

      Moz-

      Elimina
  5. Visto. Bello,bello,bello. Più che sull'avventura in se (la ricerca e la scoperta d'Atlantide) la puntata si concentra sull'umorismo e sulle catarrizzazioni dei personaggi. La cose migliore però restano le relazioni... Sono l'elemento che alza l'asticella! Appena posso ne parlo sul mio blog!

    (Il colpo di scena finale é uno SBADABANG pazzesco)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, caro Delux, come vedi manco ho mai citato la questione di Atlantide, perché per me è stato solo un pretesto per presentare tutto il resto (e lo hanno fatto meravigliosamente!^^)
      Aspetto il tuo post!

      Moz-

      Elimina
  6. Avevo dei dubbi e lo sai ma ho appena finito di vederlo e, se continuano così, è ufficialmente un capolavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, mi fa piacere che ogni dubbio sia ora dissolto^^

      Moz-

      Elimina
  7. Bella l'idea del filo conduttore tra tutte le puntate!
    Non vedo l'ora di vedere le nuove puntate e spero che a Sophia piacciano quanto piacevano a me da piccola! 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente le piaceranno, ne sono convinto^^
      Sì, una storia in progress è sicuramente molto godibile^^

      Moz-

      Elimina
  8. Quando torno dalle vacanze e avrò di nuovo una connessione decente, me lo guarderò.
    Spero che questo ritorno paperoso convinca pure me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ti convincerà: non del tutto, ma ti convincerà :)

      Moz-

      Elimina
  9. Spero davvero che è bello come dici perché ad ottobre certamente non mi perderò una puntata ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è, lo è, e sicuramente lo sarà ancora di più negli episodi successivi^^

      Moz-

      Elimina
  10. Mmm.... credo di aver capito il personaggio...
    Gladstone Gander????
    (Che poi é Gastone :-P)
    Moritz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui ci sarà ma non è quello a cui faccio riferimento :)
      Basta andare sul blog di Delux, ne ha parlato nell'ultimo post ^^

      Moz-

      Elimina
  11. Doppio episodio delizioso... Promosso a pieni voti il nuovo Ducktales :D

    RispondiElimina
  12. Eccomi, sono tornato dopo aver visto (e scritto un articolo subito dopo) questo doppio episodio.

    Sulla trama mi trovi d'accordo, ancora di più sulla presenza di Paperino. Anche su Gaia e sul carattere differenziato dei gemelli (a "chi è il gemello cattivo?" sono morto!). Sulla grafica proprio no, sono stato spietato! 😈

    Per il personaggio misterioso intendi quello che appare nel quadro alla fine? Dici che la colpa sia sua? Non ho avuto questa sensazione, più un "mi sono rotto di essere portato in giro rischiando la vita per 'sto taccagno" ma probabilmente mi sbaglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che Della (dai, possiamo dirlo) è o sarà il motore centrale dell'azione, almeno della prima stagione. Un piccolo mistero che legherà le varie puntate.
      Corro a vedere cosa dici tu^^

      Moz-

      Elimina