[VIDEOGAMES] 20 anni di Castlevania: Symphony of the Night


Votato come uno dei più bei giochi per PlayStation, Castlevania: Symphony of the Night prosegue il racconto della grande saga vampiresco-videoludica famosa negli anni '80 sulle console Nintendo.
A vent'anni dalla sua uscita europea (novembre 1997), il gioco Akumajō Dracula X: Gekka no yasōkyoku -distribuito in Giappone solo qualche mese prima- arriva oggi sul blog pronto per essere riscoperto.
Tredicesimo episodio della serie Castlevania, SOTN ci riporta in Transilvania all'interno del misterico castello di Dracula.

LA STORIA

Castlevania: Symphony of the Night è diretto sequel del precedente Castlevania: Rondo of Blood, e si svolge esattamente cinque anni dopo gli eventi di quel videogame.
Siamo nel 1797, e iniziamo a giocare proprio rivivendo il finale del titolo precedente: rivestiti i panni del cacciatore di vampiri Richter Belmont, sconfiggiamo -in maniera facilitata e "obbligata"- il boss finale, Dracula.
Il castello viene distrutto assieme al suo padrone, se non fosse che Richter svanisce nel nulla e dopo quattro anni riappare assieme al maniero, dichiarando di esserne il nuovo proprietario.
Maria Renard, cognata da Richter, indaga sull'accaduto e scopre che il cacciatore di vampiri è sotto l'influsso di un sacerdote del male.
Noi, nei panni del tenebroso Alucard (leggetelo al contrario), figlio di Dracula ma schierato con gli umani, siamo chiamati a esplorare l'intero castello per sconfiggerne i nemici e porre fine alla maledizione.

i personaggi della storia


MODALITà DI GIOCO

Castlevania: SOTN non è più solo un platform. Nonostante lo stile rimanga il medesimo del famoso Castlevania per Nintendo, con scorrimento 2D alla beat 'em up, da questo titolo viene introdotta una funzione che richiama il genere action RPG.
Dunque anche gioco di ruolo, con oggetti da recuperare, spese da affrontare, equipaggiamenti cui munirsi per attraversare ora questo ora quell'ostacolo.
E una certa crescita costante del personaggio, che acquisendo punti esperienza, ottiene maggiore forza in vari aspetti.
Non mancano le reliquie che permettono la trasformazione in lupo, pipistrello o nebbia; addirritura è possibile evocare i famigli, ognuno con le proprie abilità.

Alucard in azione

IL CASTELLO

Castlevania è di fatto l'esplorazione del leggendario castello del Conte Dracula.
Rispettando quello già mostrato nei precedenti titoli, in SOTN abbiamo una enorme mappa tutta da giocare, tra sotterranei, sale principali, torri e corridoi.
Ogni zona della fortezza è caratterizzata da un brano della splendida colonna sonora ad opera di Michiru Yamane: una fusione di musica classica, new age, jazz, addirittura rock e techno, tutto in salsa gothic.
Così come i nemici: tutto il campionario dell'horror è qui riunito per difendere il castello dall'intruso. Zombie, licantropi, fantasmi, golem, ghoul, demoni, bambole... troverete di tutto.
Non mancano ovviamente altri personaggi cardine della storia -che però non è l'elemento centrale del gioco, ancora molto "ludico" e poco strutturato in tal senso-: la malvagia Succubus, il grande Mastro Bibliotecario, l'oscuro prete Shaft.
Tra i boss di "fine livello" abbiamo anche una sorta di mostro di Frankenstein.

la mappa del Castello

IL GIOCO

Nel 1997 Castlevania: SOTN è stato eletto come gioco dell'anno dalla rivista PSM; nel 1998 ottiene lo stesso riconoscimento dalla rivista Electronic Gaming Monthly. Appare sempre ai primi posti in ogni classifica sui migliori videogames per PlayStation.
Nel 1998 Castlevania: SOTN esce per Sega Saturn con alcune aggiunte: due nuovi spazi visitabili della mappa e la possibilità di giocare pilotando Maria Renard.

Se ti è piaciuto, leggi anche:
I migliori videogames per PlayStation
I migliori videogames arcade
I migliori retrogames per pc

36 commenti:

  1. Dopo aver visto la serie animata, rimpiango un po' di non conoscere il brand 'Castlevania'.

    Mi piace l'idea di vestire i panni del misterioso Alucard, ma Belmont alla fine del videogioco torna normale o viene ucciso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La maledizione viene tolta: era sotto l'influsso del malefico Shaft.
      Il bello (a me però non piace) è che quando arrivi alla camera centrale, sede-tomba-base di Dracula, e sconfiggi definitivamente il nemico... il castello si ribalta e tu puoi continuare a giocare riesplorandolo tutto da zero, ma specularmente.
      Ripeto, a me faceva cagare a spruzzo.

      Moz-

      Elimina
    2. Però potresti uccidere Belmont: senza un accessorio, una roba tipo occhiali sacri, non puoi vedere la sferetta della maledizione sopra Belmont e dunque non puoi attaccarla (credo).
      In quel caso, ammazzi Belmont e il castello si sbriciola, fine del gioco.

      Elimina
  2. Sai che al gioco Castlevania originario devo averci giocato pochissimo? Non so perché..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io anche, eh.
      Lo conosco, ora ce l'ho, ma è SOTN quello a cui ho giocato di più *__*

      Moz-

      Elimina
  3. Non sono un'appassionata di videogames e questo in particolare non lo conosco proprio... ma, come sai, ti leggo sempre volentieri!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che Castlevania da pochi mesi è diventata anche una serie animata?
      Prova, magari ti piace: è bella cruda, violenta e cattiva :D

      Moz-

      Elimina
    2. Faccio autopromozione :D, nel bazar c'è la mia recensione.

      In alto a destra sotto la mia faccia c'è l'opzione etichette, clicca su cartoni animati e il primo post è proprio quello su Castlevania :D

      Elimina
    3. Potevi linkarla, così fai fare la caccia al tesoro XD
      (io comunque l'ho letta ai tempi^^)

      Moz-

      Elimina
    4. Grazie Riccardo!
      Vado a leggere la tua recensione! 😉
      Non sono molto tecnologica e sono reduce da un mezzo disastro con i messaggi di blogger... ma dovrei riuscure a trovarla! 😊

      Elimina
    5. La colpa è di Riccardo che non l'ha linkata :p

      Moz-

      Elimina
  4. Un gioco davvero insuperabile per tantissimo tempo. L'ho comprato sul PS Store perché l'edizione fisica ha costi proibitivi. Oggi i tanti emuli del genere hanno migliorato la solidissima base su cui si fondava il gioco. Il suo valore storico però lo pone tra i dieci migliori videogiochi di sempre (per me).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ha un notevole valore storico, e poi adesso grazie alla serie di Netflix, Castlevania sta conoscendo una seconda giovinezza^^

      Moz-

      Elimina
  5. Videogiochi?
    Sono inidonea.
    È un fatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, ci può stare^^

      Moz-

      Elimina
    2. Non è tanto difficile, giusto le combinazioni di tasti per qualche incantesimo potrebbero dare problemi ;)

      Elimina
  6. Io ho letto i fumetti che hanno realizzato e visto la serie animata: stupende entrambe!
    Il videogioco no, sinceramente i videogiochi non mi sono mai piaciuti.
    Alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fumetti non li ho mai letti, la serie l'ho vista (e aspettavo anche il film, che poi però è stato cancellato... diventando la serie animata).
      Il videogame lo ricordo con molto affetto^^

      Moz-

      Elimina
  7. Il miglior metroidvania di sempre.

    RispondiElimina
  8. Sono un fan della serie solo dall'ultimo Lord of Shadows ma mi piacerebbe recuperare questo titolo e tu non hai fatto che accrescere il mio desiderio.
    Non avevo mai notato che Alucard al contrario fermasse quel nome, personaggio che ho avuto modo di conoscere solo in CLoS Mirror of Fate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco altri che sono fan della saga solo dagli ultimi titoli treddì, ma davvero, per me non c'è nulla di meglio di questo castello 2d tutto da esplorare^^

      Moz-

      Elimina
    2. Io amo il 2-D, ne parlavamo stamattina da me!
      Comunque quello che ti ho linkato è bidimensionale a scorrimento orizzontale, se ti capita provalo, ne vale davvero la pena, anche se la storia è legata a LoS.

      Elimina
    3. E su che dispositivo?
      Dalla tua rece ho capito che l'hai preso online o sbaglio?

      Moz-

      Elimina
    4. Su PS3.
      Hai capito bene, non è retail ma dovrebbero averlo aggiunto all'edizione speciale del primo LoS, se ricordo bene, altrimenti sul PS Store.
      So che sei fermo alla PSX, infatti dicevo "se ti capita" inteso da qualche amico.

      Elimina
    5. La Ps3 mi sa che ce l'ho a casa... in Puglia XD

      Moz-

      Elimina
    6. Ah ma ce l'hai! Allora al prossimo viaggio recuperela perché ci sono tanti indie per cui sono certo impazziresti!

      Elimina
    7. È di mio fratello, io non so manco come si accende 😂😂😂

      Moz-

      Elimina
  9. Credo di essere rimasto al capostipite, che comunque per l'epoca era un giocone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo, giuro, non rovina il ricordo: anzi^^

      Moz-

      Elimina
  10. Gran bel giocone, forse il Castlevania che mi sia piaciuto di più, tra i pochi giocati ;)
    La cosa del castello speculare mi ha divertito, il castello funzionava in entrambi i versi, quindi si sono ingegnativa progettare i livelli con cura <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non piaceva proprio fare tutto a rovescio, davvero... :o

      Moz-

      Elimina
  11. ~ L'idea del castello invertito fu fatta per aumentare la longevità del gioco e perché non avevano più tempo per sviluppare il titolo. È possibile portare la percentuale di completamento fino a 206,6% XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Conte, e benvenuto a bordo! :)
      Grazie per l'info: un peccato che non abbiano potuto ultimare, forse è per questo che su Saturn ci sono due "quadri" in più, tipo il giardino sotterraneo??

      Moz-

      Elimina
  12. E' stato il primo gioco che provai alla Playstation. Ho sempre apprezzato l'introduzione che rievoca il capitolo precedente. Dopo arriva il gioco tosto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì: c'è un altro gioco che fa la stessa cosa, ossia Wonder Boy III, la cui introduzione ti spinge a rivivere i fatti di Wonder Boy II. E secondo me Castlevania ha proprio ripreso l'idea...^^

      Moz-

      Elimina