Pagine

[CINEMA] bellissimi coetanei (i miei dieci film preferiti del 1983)


Prendo in prestito questo post di GramonHill per provare a stilare una classifica (personalissima) dei film miei coetanei che amo di più.
Quindi, nonostante io sia un vampiro che gira almeno dal sedicesimo secolo, i miei documenti ufficiali odierni dicono: 1983.
E allora ecco i miei film preferiti di quell'anno!


UNA POLTRONA PER DUE

Simbolo del Natale, ormai è un classico imprescindibile.
Lo rivediamo ogni 24 dicembre su Italia 1.

ACQUA E SAPONE
Cult del cinema italiano, quarta regia per Verdone.
La baby modella americana Sandy arriva a Roma e le viene affidato un tutor particolare...
Colonna sonora degli Stadio:



ZEDER
Il mistero del Terreno K è al centro di uno dei capolavori esoterico-horror di Pupi Avati, scritto con Antonio Avati e Maurizio Costanzo.

WARGAMES - GIOCHI DI GUERRA
Altro stracult degli anni '80, uno dei primissimi film sulla figura dell'hacker, con il rischio di una guerra missilistica.

VACANZE DI NATALE
Primo cinepanettone della storia, cast azzeccatissimo, ottima musica e personaggi indimenticabili.
Un importante tassello della buona commedia all'italiana.

VIDEODROME
Cronenberg, nel suo classico stile, racconta le trasformazioni causate dall'esposizione prolungata alla violenza televisiva. Viva Cinic Tv!

AMORE TOSSICO
Primo film di Caligari, è un gioiello neo-neorealista. Il mondo della droga nei primi anni '80, tra il caldo estivo di Roma e Ostia.


SCARFACE
Miami, traffici di droga. E Tony Montana diventa un'icona del cinema. Dirige Brian De Palma con un Al Pacino entrato negli annali.

CORAGGIO... FATTI AMMAZZARE!
Quarto episodio dell'epopea di Callaghan, in italiano porta il titolo di una celebre frase pronunciata da zio Clint, che in originale era "avanti, dà un senso alla mia giornata" ma da noi si trasforma e diventa culto.

SLEEPAWAY CAMP
Ancora inedito in Italia, è uno degli slasher movie più interessanti di sempre. Un campeggio, ragazzini vari e un assassino. Con il colpo di scena finale più bastardo di sempre.


altri che amo comunque, o che sono degni di nota

IL RITORNO DELLO JEDI, terzo (sesto) episodio di Guerre Stellari, avrebbe dovuto dirigerlo Lynch.

FIRE AND ICE, capolavoro in rotoscope di Bakshi, su personaggi di Frazetta e dello stesso Bakshi.

FLASHDANCE, la storia della saldatrice che diventa ballerina.


ZELIG, non amo Allen, ma questo suo finto documentario spacca.

I RAGAZZI DELLA 56a STRADA, cast stellare per un Coppola che dirige lo scontro tra due bande giovanili nell'America anni '60.

LA GUERRA DEL FERRO - IRONMASTER, fantasy tutto italiano diretto dal mitico Lenzi.

FURYO, buon Natale Mr. Lawrence: un prigioniero di guerra in mano ai giapponesi e un Bowie leggendario.

IL MONDO DI YOR, noto fumetto argentino, è una trasposizione originariamente televisiva firmata dal nostro Antonio Margheriti.

MONTHY PYTHON - IL SENSO DELLA VITA, celebre serie di sketch che attraversano le varie fasi della vita. Un piccolo capolavoro.

Quali sono i film vostri coetanei che amate di più?

105 commenti:

  1. Io purtroppo ho visto solo Flashdance... E che film! Un musical pazzesco!

    RispondiElimina
  2. Coscritto sei una sicurezza ;-) Hai scelto alcuni dei miei film preferiti, penso che seguirò l’esempio, mi sembra un giochino molto divertente, nel dubbio di to 83 cinque alti ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh non avevo dubbi! Attendo il tuo posssst :)

      Moz-

      Elimina
    2. Mettendoci come al solito il mio tempo, sappi che ho colpito anche io ;-) Cheers!

      https://labaravolante.blogspot.com/2019/07/bellissimi-coetanei-i-miei-film.html

      Elimina
    3. Ho visto, ancora non riesco a leggere ma ci riuscirò :)

      Moz-

      Elimina
  3. Ehi non sono 10 😠, hai barato! 😁

    Di film del 1975 ho presenti solo "Profondo rosso" e "Lo squalo".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come no! Sono dieci precisi, da Una poltrona per due a Sleepaway Camp! :)
      Hai due filmoni, nel '75... Anche Roma a mano armata mi sa che è di quell'anno :)

      Moz-

      Elimina
  4. Ne ho visti al massimo quattro, ma li boccio tutti.
    Avresti dovuto cercarne qualcuno tedesco per conquistarmi. Ahahahah :P

    RispondiElimina
  5. Ho visto una poltrona per due, Flashdance e Il ritorno dello Jedi, mi sono piaciuti tutti e tre!😊 Se trovo 10 film che amo del 1996 faccio un post sul mio blog!

    RispondiElimina
  6. film coetanei mi viene in mente GENTE COMUNE..regia Robert REdford..lo adorai.mi ritrovavo molto nel ragazzo..
    anche se è un pò precedente essendo dell'80.(sono andata a vedere).

    prossime volte starò più attenta alle date..non le guardo mai!!

    star wars l'ha trasmesso tutto italia 1..ma non sono arrivata al sesto.
    non ho retto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non ho capito,sei dell'80 o dell'83? :o
      Star Wars non riesco nemmeno io, mi ci devo proprio mettere...

      Moz-

      Elimina
    2. non sono nè dell'80 nè dell'83..
      un po'dopo..

      Elimina
    3. adesso però mi confondi..
      dici non reggi star wars ma hai scritto che il ritorno dello jedi è uno dei tuoi film più amati dell'83!!

      Elimina
    4. No, no: i miei dieci film preferiti del 1983 sono quelli che vanno da Una poltrona per due a Sleepaway Camp: gli altri, come scritto, sono film del 1983 che amo (e non sono di un soffio in classifica) o sono comunque degni di nota per qualche ragione (il caso di Star Wars)... :)

      Moz-

      Elimina
  7. Adesso però voglio vedere Sleepaway Camp, che credo di non aver mai visto.

    RispondiElimina
  8. Che anno stupendo! Li ho visti tutti, alcuni li adoro, altri meno, ma comunque super titoli.

    Io per il mio anno naturalmente ho dovuto andare a cercare in rete, e in mezzo a un botto di film erotici (andavano di brutto) ho scoperto che nel mio anno sono usciti:
    Profondo rosso
    Lo squalo
    Qualcuno volò sul nido del cuculo
    Quel pomeriggio di un giorno da cani
    Barry Lyndon
    The Rocky Horror Picture Show
    I tre giorni del Condor
    Fantozzi
    (e aggiungo con affetto) L'esorciccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti enormi capolavori: Kubrick, Spielberg, Argento... **
      Mamma mia, era davvero proprio un altro cinema!

      Moz-

      Elimina
  9. Ciao Moz.i tuoi film di classe non li ho visti tutti,ma per quelli che ho visto concordo.
    Dei miei che dire,siamo al cinema muto o quasi.
    Ciao fulvio
    ..

    RispondiElimina
  10. Ehi, Una poltrona per due è anche tra i miei 10 film in generale preferiti. Della mia classe (1952), ve ne sono alcuni veramente tosti: Don Camillo; Totò a colori e il mitico Mezzogiorno di fuoco. Devo dire che sono felicissimo di non essere nato in concomitanza de: La corazzata Potemkin, se no mi facevo fucilare. 😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhhh, ahaha! Ti immagini??
      Comunque, anche tu non scherzi in quanto a capolavori del passato!

      Moz-

      Elimina
  11. Credo potrei scegliere facilmente dieci film cult del mio decennio, i 60's, ma del mio anno di nascita (1960) me ne viene in mente solo uno: Il villaggio dei dannati.

    RispondiElimina
  12. Io, 1994,Pulp Fiction, Leon e Forrest Gump! ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per i primi due potrei volerti scopare *__*

      Moz-

      Elimina
    2. Allora io dico l'altra:
      "Adoro questi brevi momenti di quiete prima della tempesta...mi riportano sempre a Beethoven..."

      Elimina
  13. E poi Flashdance ohhhhh...eh ohhhhh...
    Che dire Miki. Qui...bella scelta. Notte.

    RispondiElimina
  14. Volevo aggiungere...Mr Ink complimenti per le scelte. Ciao Miki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui è fortunato: 1994, ha dalla sua un cinema hollywoodiano che spacca.

      Moz-

      Elimina
  15. Il "nostro" anno, Moz!! Go away....make my day! 😉😉😉
    Li ho visti quasi tutti e quelli che ho visto mi sono piaciuti tutti... Zeder una perla del Pupacchione nostro 😍 ...Wargames ❤❤❤ ... Non ho visto "Fire and ice", Zelig (perché Allen proprio non riesco a digerirlo) e il Mondo di Yor. Sapere che ti piacciono i Monty Python non fa che accrescere la mia stima nei tuoi confronti!! Io li adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zeder un capolavoro, senza dubbio, e io ci ritrovo qualcosina ina ina del futuro pupacchiesco Voci Notturne (capolavoro della televisione italica).
      Manco io amo Allen. I Python non li adoro ma guardo i loro sketch-movie sempre volentieri. Ovviamente Il senso della vita è nella mia videoteca :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ottimo!!
      "Toc - toc ....Sono il tristo....mietitore....io sono...la Morte!"
      "E' venuto per la siepe?"
      😂😂😂😂🤣🤣🤣🤣

      Non so se l'hai visto ma "E ora qualcosa di completamente diverso" bene o male raccoglie diversi loro top sketch delle 4 stagioni andate in onda in tv fra fine 60 - metà 70, ti potrebbe piacere 😊😊

      Elimina
    3. Yes, li ho praticamente visti tutti! :)

      Moz-

      Elimina
  16. Zender e Videodrome non credo di averli mai visti e sento il bisogno di recuperare ASAP! Il primo c'è completo su YT.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qua urge una retrospettiva su Avati..., l'unico che ha messo mano (anche se non da regista) a una serie tv italiana che vale DAVVERO la pena di essere vista.

      Moz-

      Elimina
    2. Vai con la retro del Pupi, Moz!! 👏👏👏👏

      Elimina
    3. Vai vai, appoggio anche io! Anche perché Avati lo conosco poco. Degli anni 80 mi trovi più ferrato su Bava. Mentre Argento mai sopportato.

      Elimina
    4. Nooo come mai non lo sopporti???
      🤣💪🤩

      Moz-

      Elimina
    5. Bravo Ema, io sono un fulciano!
      Avati è la casa delle finestre che ridono, novantesimo minuto, regalo di Natale..e ovviamente Zeder.
      Se fai una restrospettiva su di lui, mi gasi!
      Tornando a Zeder lo scelgo senza esitazioni come il mio preferito tra tutti quelli che citi (Sleepaway Camp è comunque uno slasher notevole, finale shock!).
      Il finale di Zeder è meno a sorpresa (soprattutto se pensiamo alla casa delle finestre che ridono), ma il film è fantastico nel trasmettere inquietudine e paura partendo come sempre da scenari realistici, tra la campagna e le colonie del mare.

      Elimina
    6. @Moz: me lo hanno sempre pompato fin da quando ero piccolo e puntualmente ogni pellicola mi ha deluso. E manco parlo di quando ha iniziato a far lavorare la figlia, lì ha raschiato il fondo.
      Non ho mai capito la sintonia col maestro Romero.

      @Riky: Fulci mi piacerebbe riscoprilo, mi mancano varie sue pietre miliari.

      Elimina
    7. Argento non ha inventato nulla, ma ha innovato tanto.
      Nove mosche di velluto grigio è un capolavoro, per me superiore anche all'ottimo profondo rosso.
      E poi Suspiria.
      Mi piace lo splatter di Inferno.
      Ma dei film dell'epoca moderna di Argento..preferisco stendere un velo pietoso.

      Elimina
    8. Dunque, provo a dire la mia:
      Profondo Rosso resta forse quello più maturo e tecnicamente ineccepibile.
      Tra Roma e Torino, ricostruzione del bar di Hopper, musiche, suggestioni, ville abbandonate: ha davvero tutto.
      Suspiria è colorato, mosche, L'uccello e gli altri sono ottimi gialli ma per me Profondo Rosso ha quel qualcosa in più.
      Infatti, io penso che il trittico Profondo Rosso, La casa dalle finestre che ridono (Avati) e Non si sevizia un paperino (Fulci) sia il top del giallo all'italiana.

      Moz-

      Elimina
    9. Ecco, metti le mosche al posto di Profondo Rosso è il trittico è perfetto :D.
      La casa delle finestre che ridono, quanto amo quel film. L'ho visto una dozzina di volte.

      Elimina
    10. Eheh, quindi Profondo proprio non ti va giù XD

      Moz-

      Elimina
    11. La casa dalle finestre che ridono e L'arcano incantatore ...top!!!

      Elimina
    12. @Emanuele: di Fulci puoi provare "e ti vivrai nel terrore....l'aldilà" potrebbe interessarti 😊

      Elimina
    13. *tu vivrai (maledette dita mia incapaci sul touchscreen!! 😆)

      Elimina
    14. L'arcano incantatore forse l'unico vero film spiritico esoterico italiano. Irraggiungibile.
      L'aldilà visionario.
      La casa dalle finestre capolavoro del giallo.
      E vi consiglio la serie VOCI NOTTURNE.

      🧡😎

      Moz-

      Elimina
    15. Come direbbe la Pina: "Moz, io....ti stimo moltissimo!!" 😂😂😂😂

      Elimina
    16. @Dave: ok, me lo segno 😉
      Anzi, mi segno tutti quelli che avete nominato di Avati e Fulci!

      Elimina
    17. la Pina la dj?
      Comunque stiamo nominando una marea di capolavori! 😍😍😍

      Moz-

      Elimina
    18. Ahahah ma nooo, la Pina di Fantozzi!! 😉😄

      Elimina
  17. Denis: In Iron Master c'è Pamela Prati e George Eastman, più una bellissima attrice francese bionda morta all'età di 40 anni, I ragazzi della 56esima strada ha un cast stellare Patric Swayze, Emilio Estevez ma ricordo di più Rusty il selvaggio,
    Videodrome cult con Debbie Harry, Scarface l'ho recensito e c'è pure il videogioco uscito su Ps, Wii, Psp per il resto grande lista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è anche Ralph Macchio ne I Ragazzi della 56sima strada!
      Scarface, esatto, uno dei pochi cult del passato ad avere una deriva (video)ludica recente^^
      Ma recensito dove?

      Moz-

      Elimina
    2. PEZZONE OTTANTA'S https://www.youtube.com/watch?v=3-3Yok5D3Aw

      Elimina
    3. Pompante al massimo. Pezzaccio coi fiocchi.

      Moz-

      Elimina
  18. Denis:su Lo Zinefilo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, perfetto!!
      Allora forse ho confuso Denis, ti avevo preso per l'amico di Gracula! O sei sempre tu?

      Moz-

      Elimina
    2. Si sempre l'amico del Conte Gracula, ma non sono un'uccello prima scrivevo su Lo Zinefilo, poi sono diventato free agent

      Elimina
  19. Anche Fred e suo fratello amano molto Una Poltrona per due, io invece non l'ho mai potuto soffrire :)
    Buon week end.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, quindi è qualcosa a cui rinunci, sotto Natale?? XD

      Moz-

      Elimina
    2. Più che rinunciarci, gli sto attentamente alla larga :)
      A Natale mi piace "Miracolo sulla 34°Strada".

      Elimina
    3. Sei sognatrice/romantica! Un bel film, sì! 😍

      Moz-

      Elimina
  20. Strano a dirsi ma ne ho visti solo la metà, anche perché l'altra metà mai sentita...strano proprio.

    RispondiElimina
  21. Preferiti della mia annata ( 1969) è una parolona.
    Comunque del 69 è il Mucchio selvaggio e Easy rider .
    Quelli due li ricordavo da me.
    Di Italiani ho guardato sul web è il primo titolo uscito è Orgasmo di Lenzi 😀
    Scorrendo la lista ...non ne conosco nessuno.
    Dei tuoi: I ragazzi della 56 strada , Flashdance e Vacanze di Natale su tutti.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto niente: Il mucchio selvaggio e Easy Rider, due capolavori, due manifesti veri e propri...
      Oh, per te ci ha pensato Tarantino, con un 1969 da sballo presto al cinema :)

      Moz-

      Elimina
    2. Davvero?
      Sai che visto che parli di Tarantino c’avevo una citazione da Pulp fiction che calzava a pennello su quello che vedo da un po’ nei vari post spin-off nati dai tuoi essenzialmente!
      L’ultimo era quello di Claudia sul successo di un blog.
      Secondo me quella citazione riassume perfettamente il nocciolo di tutta la questione.
      Va ben...”pensiero ad alta voce”
      Spettiamo questo 1969
      Ciao

      Elimina
    3. Oddio, non ho capito a quale citazione ti riferisci, tratta dal film: dimmi pure^^

      Moz-

      Elimina
  22. Alcuni titoli, vere pietre miliari.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  23. Fra tutti questi, e molti altri di quell’anno che non sono in questo elenco, quello che ancora guardo ogni volta che lo trasmettono (e ci passiamo il messaggio via wazz sul gruppo famiglia) è “Una poltrona per due”: bellissimo. Ciaooo
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh non è da tutti i film riuscire in questa impresa di "avvicinare" anche solo idealmente, anche solo un istante, la famiglia! 🌞😉

      Moz-

      Elimina
  24. Zeder. Visto a un festival horror in quel di Nettuno parecchi anni fa a subito apprezzato. Grande esempio di cinema di genere italiano, ammesso che questa locuzione significhi ancora qualcosa per il nostro cinema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste esiste ancora e significa ancora qualcosa, specie ultimamente. Il cinema di genere non è morto, dopo un lungo periodo di coma.
      Vogliamo altri film così, come Zeder.

      Moz-

      Elimina
  25. Tutti film molto interessanti, alcuni mi mancano e dovrò recuperarli...Credo che copierò anch'io questo post...

    RispondiElimina
  26. E' incredibile che Sleepaway Camp non sia mai arrivato in Italia. Parte come Venerdì 13, ma poi ha un finale scioccante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non me lo spiego nemmeno io. Se avessi soldi e una piccola tv, sarebbe il primo film che farei doppiare per trasmetterlo, giuro.

      Moz-

      Elimina
  27. nel mio anno di nascita quelli che preferisco sono:
    - Rain Man
    - Chi ha incastrato Roger Rabbit
    - L' orso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ultimo non lo conosco! I primi due sono capolavori assoluti! **

      Moz-

      Elimina
  28. Mi hai messo tanta curiosità che sono andata a guardare la mia annata... ci sono cose niente male! Tipo Il silenzio degli innocenti, Terminator 2, La bella e la bestia, Thelma e Louise, La famiglia Addams, Una pallottola spuntata 2½, mentre in Italia uscivano Abbronzatissimi (non apprezzo Jerry Calà ma questo è un cult sempre trasmesso in tv), Johnny Stecchino e Sembrava amore... invece era un calesse.
    Da noi non è Natale e non si mangia se prima la tv non è impostata su Una poltrona per due xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza... capolavori su capolavori, quando il cinema era ancora in grado di far sognare SEMPRE. Abbronzatissimi stupendo, non c'è che dire. Commedia leggera vecchio stampo^^

      Moz-

      Elimina
  29. Che figata di post!
    Qui serve un post dedicato, mi hai messo grande curiosità e non ho la minima idea di cosa possa essere uscito nel 1968.
    Metto in lista pure questo 😜
    Dei film che hai citato...
    - Una poltrona per due, non è certamente il mio genere, ma certamente simpatico, a Natale va sempre bene
    - Acqua e sapone, adoro Verdone e questo è proprio storia
    - Wargames Giochi di Guerra, come no! Me lo ricordo benissimo. All'epoca mi era piaciuto un sacco
    - Vacanze di Natale, visto mille volte, film perfetto per il genere, riuscito, divertente, grande cast, con mio fratello facevamo la parodia, ho bei ricordi legati ad esso, ma è stato anche l'unico cinepanettone che sono riuscita a guardare, forse perché era una novità
    - Al Pacino e Clint sono mostri sacri del cinema... Loro grandiosi sempre, in questi e in altri film... Inutile commentare
    - il ritorno dello Jedi, all'epoca non mi interessava minimamente il genere, ma in anni recenti ho visto tutti i film di Star Wars, con figlio e senza, un must
    - Flashdance... Potrei averlo visto al cinema... Ovviamente mi era piaciuto un sacco... Figurati, ero alle medie... 😂
    - Zelig... Ho il sospetto di essere stata trascinata a vederlo da una parente anziana... Non era certo una cosa da ragazzini... 😂... Mi ha aiutato però a sviluppare il rigetto totale per Allen, di cui non ho avuto più il coraggio di guardare nulla
    - i ragazzi della 56 strada... Sicuramente l'ho visto, ma non ho alcun ricordo, boh, rimosso
    Tutti gli altri non li ho visti oppure non li conosco proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, anche io rigetto totale per Allen!!
      Beh, allora aspetto anche questo tuo post!
      Vacanze di Natale è effettivamente bello: dopo di questo, i cinepanettoni hanno perso freschezza quasi subito :)
      Flashdance dev'essere stato un supercult! :)

      Moz-

      Elimina
  30. Grande annata cinematografica il 1983, e Gran bella lista! Landis, Cronenberg, De Palma, Allen, i Monty Pyrhon... Semplicemente fantastici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sam, benvenuto! :)
      Sì, il 1983 forse è stato l'inizio dei cult anni '80 :)

      Moz-

      Elimina
  31. Che titoloni… Zeder e Videodrome, poi!
    Però vacanze di Natale no ^^'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, è un filmone della nostra commedia giovanilistica, per me è un cult molto ben scritto :D

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo commento :)