> estati abruzzesi


PRATICA N. 883
ANNI: DAL 1988 AL 2001
LUOGO: ISOLA DEL GRAN SASSO (TE)
TASSO DI DANNO: 78%


Eccoci ad un nuovo appuntamento con Mikiricorda, la rubrica che racconta le mie (dis)avventure a spasso per questo pianeta. Oggi (e la prossima estate) non parlerò di un episodio unico, ma di un insieme di ricordi.
In questa occasione fisserò qui sul Moz O' Clock quelli delle estati passate in Abruzzo, dalla fine degli anni '80 all'inizio del nuovo millennio. Quando tutto era ancora spensierato e i divertimenti erano genuini!
Buona lettura!

MASTERS OF THE UNIVERSE

Quando ero piccolo, i Masters of the Universe viaggiavano sempre con me. L'intero cesto di action figures. Dalla Puglia all'Abruzzo. E lì, dove potevo giocarci all'aperto, cercavo di ricreare le scene che apparivano nelle pubblicità dei giornalini. Sassi, pozzanghere, erba... e He-Man che se le suonava con Skeletor.
Inutile dire che i Masters erano così perfetti da fare presa su chiunque, tanto che ci giocavo sempre con due amichette. La cosa bella era che prima si vedeva assieme l'episodio di She-Ra su Italia7 TVQ, e poi si scendeva a dar battaglia per la conquista di Grayskull.


LABORATORIO DI CHIMICA

Con le stesse amiche, qualche anno dopo fu la volta del laboratorio di chimica. Mutuato da un'idea già messa in pratica in Puglia, ricreammo nel fondaco di casa mia un piccolo stanzino per gli esperimenti. Comperai anche il Piccolo Chimico (ovviamente anni dopo sarei addirittura stato rimandato, in quella orrenda materia) e tra brick e cannucce costruivamo delle serpentine.
Una volta ingoiai per sbaglio una polvere contenuta in una boccetta del Piccolo Chimico, sono ancora terrorizzato e penso che io possa morire per questo.

CACCIA AL TESORO & GIOCHI DA TAVOLO

Ma per ora sono ancora vivo e quindi vi dico che, altre mie due grandi passioni, con queste amiche ho anche creato diecimila cacce al tesoro e giocato interminabili pomeriggi ai giochi di società.
Ero in fissa con la caccia al tesoro. Leggevo i cartelloni degli eventi estivi e bramavo di partecipare a quel gioco per grandi (che oggigiorno organizzo: vedete voi il Karma...) e così ce lo inventavamo cotto e mangiato: bigliettini, qualche enigma e un po' di fantasia!
I giochi da tavolo più amati erano invece Brivido, La Ruota della Fortuna e Indovina Chi?. E un altro, stupendo, in cui dovevi comporre frasi di senso più o meno compiuto con delle carte che ti uscivano a caso.

TARTARUGHE NINJA

Oltre ai Masters, vi fu presto un'altra grande passione: le Teenage Mutant Ninja Turtles. Doppio appuntamento con il cartoon, episodi vecchi sulla Mediaset e quelli nuovi sulle tv in syndacation.
E poi le action figures, e io avevo il mitico TartaDirigibile. Mio cugino andava pazzo per le Tartarughe Ninja, tanto che mi telefonava perché io gli cantassi via tel "per la pizza vanno pazze sai e ne mangian sempre più che mai... ohohoho il gruppo dei ninja, ohohohoh coraggio ci dà!"

VIDEOGAMES AL BAR

Il massimo della trasgressione era poter andare al bar e affondare i soldi ai videogames.
SuperMario Bros. il più gettonato, assieme a Mortal Kombat e al cabinato delle Ninja Turtles dove potevi giocare addirittura in quattro contemporaneamente. Una volta litigai con un bambino per SuperMario, e mio nonno decise di non portarmi più al bar di sera. Ma poi mi ci portò ancora. Avevo ragione io, dopotutto.

CASE ABBANDONATE & CO.

Crescendo, ci fu il periodo dei bagni al fiume e delle passeggiate. E quello delle avventure dentro le case abbandonate del centro storico.
Poi le serate passate a giocare a nascondino, quelle passate a raccontare storie paurose vere o presunte, qualche giro in bici e le prime vere uscite serali per andare in qualche locale della zona.
I primi interessi sentimentali, feste di 18 anni a cui ti imbucavi, corse in scooter, film in vhs noleggiati e visti mentre fuori l'aria bolle a 40°...

Insomma, sostanzialmente molte di queste cose le faccio anche oggi. Vuol dire che mi sono piaciute davvero tanto.

105 commenti:

  1. Più ti leggo e più penso che in fondo non siamo tanto diversi :)

    RispondiElimina
  2. oddio sto sul podio? Secondo? e chi me smuove più?
    Bei ricordi e comunque sappi che stasera in tuo onore dopo una ventina e più di anni ho rimangiato un Winner Taco...l'ho comprato per tutta la famiglia e al barista quando glielo ho chiesto e mi ha risposto che lo aveva, beh quasi volevo abbracciarlo e baciarlo....ma credo che non avrebbe capito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza, hai speso dieci euro di gelato XD
      Spero vi sia piaciuto... io dopo la febbre iniziale ho diradato l'acquisto in favore di altri gelati, ma ogni tanto godo ancora con un buon Winner Taco :)

      Moz-

      Elimina
  3. Ciao Moz,come passatempi,sei nato in un periodo fortunato,il mio lo era un po meno o forse era solamente colpa mia che non sapevo socializzare ,ero timido con le ragazzine e prepotente con i maschi,per queste ragioni me ne stavo spesso da solo,in riva al mare,seduto sulla barca dei miei,leggendo troppi libri e sognando improbabili avventure marinare.Fortunatamente con gli anni sono un po cambiato.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di certo ho avuto una bella infanzia, ho avuto tutte le comodità e tutti i divertimenti del caso. Poi, per fortuna sono sempre stato un tipo che difficilmente trova il tempo per annoiarsi, quindi ci ho sempre messo il massimo del fancazzismo in tutto XD
      Però guarda, anche io amavo (e amo) leggere, e anche io sognavo con la lettura^^

      Moz-

      Elimina
  4. L'estate abruzzese non può prescindere dagli arrosticini.. a proposito! A quando un sandwich cogli arrosticini? Con tutto lo spiedino di legno.. ahah.. p.s. le corse in scooter portato da altri o anche tu hai sulla coscienza qualche pedone ignaro? p.p.s per stavolta addio podio.. e se poi c'è il mitico Emidio del resto, non c'è posto per altri.. ahahah.. bastard inside

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che questo weekend sancirà l'inizio delle arrosticinate.
      A Isolstizio li cuoceremo, poi però toccherà a noi mangiarli! XD
      Un sandwich con gli spiedini si potrebbe anche fare, sai? :D
      Lo scooter rigorosamente portato da altri, non ho mai messo sotto nessuno... e tu? :p

      Moz-

      Elimina
    2. Si, una gallina... e un altro po' mi ci ammazzo pure... (.che a Roma è pure difficile... ahah.. però ero ancora in semiperiferia..)

      Elimina
    3. Sei un borgataro allora :p
      Hai ucciso una povera gallina... vale almeno quanto cento umani col cervello ancora più piccolo di quello dell'animale da cortile! :p

      Moz-

      Elimina
  5. Io voto per un post sulle "avventure dentro le case abbandonate del centro storico". Mentre tutto il resto bene o male lo conosco, questa proprio mi è nuova :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, va bene, segno questa richiesta! :)
      Non sei mai entrata in una casa abbandonata?^^

      Moz-

      Elimina
  6. Già ora quando canti via whatsapp mi fai morire dal ridere, non oso immaginare da piccolo con le tartarughe :) Le case abbandonate e i giri ovunque erano una costante anche delle mie estati, ne ricordo due in particolare: la casa dei gatti, una villa enorme e distrutta che era piena pienissima di gatti, e la casa delle streghe, che era in una zona piena di campi e torrentelli. Non ricordo proprio cosa ci fosse dentro. Niente bagni al fiume poi, però ci camminavamo dentro contro corrente per vedere fino a dove arrivava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, io per bagno al fiume intendevo entrarci dentro, non farci il bagno tipo piscina (anche perché i luoghi per farlo sono pochissimi e piccoli).
      Le case abbandonate in effetti meriterebbero un post a parte... :)
      Uohohoh il gruppo dei ninjaaaa :)

      Moz-

      Elimina
  7. mai cambiare le abitudini soprattutto se sane

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, e penso che siano queste le cose che mi fanno restare dodicenne XD

      Moz-

      Elimina
  8. La differenza generazionale fra noi due, Miki, si sente. Tra il 1988 e il 2001 viaggiavo molto in Italia e all'estero, componevo musica (credendo che sarebbe stato questo che avrei fatto da grande: il compositore) e scrivevo già anche se solo per mio diletto personale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi sei un compositore? E' una bella cosa!!
      Beh, in ogni caso... credo che se spostiamo di qualche anno in giù le lancette del tempo, immagino che anche tu abbia fatto avventure al fiume, entrate nelle case abbandonate, giochi di società... o sbaglio?^^

      Moz-

      Elimina
    2. Pensavo l'avessi sentita la vecchia composizione che ho pubblicato sul mio blog nel post di Pasqua...
      E sì, anche nella mia vita ci sono state le cose che descrivi, ma bisogna spostarsi un pò indietro nel tempo.

      Elimina
    3. Ahhhh, sì sì giusto! :)
      Memoria corta & confusione... pardon! §

      Ma adesso componi ancora?

      Moz-

      Elimina
    4. No, ho smesso per consegnarmi tutto nelle braccia della scrittura. Da questo punto di vista sono rigorosamente monogamo. XD

      Elimina
    5. E' possibile ascoltare altre tue cose?

      Moz-

      Elimina
    6. Può darsi che in futuro, in occasione di altre ricorrenze, pubblichi altre cose. Il problema principale è la pessima qualità delle poche registrazioni che ho. Per esempio ho tre brani registrati per voce e pianoforte che mi piacciono molto, ma anche quelli sono stati registrati durante delle prove e la cantante stonicchia qua e là :-|

      Elimina
    7. Uh, cazzarola,,, è un peccato! Non hai avuto modo di poterle registrate in formato migliore?

      Moz-

      Elimina
    8. Magari... a quest'ora probabilmente esisterebbe un cd a mio nome.

      Elimina
    9. Lo puoi creare tu :)

      Moz-

      Elimina
  9. Ma quanti giochi avevi!?! Belli questi ricordi, anche io vorrei che ci raccontassi di più sulle case abbandonate. Da noi in campagna ce n'era una nel gruppo di case delle mie amiche, loro ci entravano, ma io ero la più piccola e non avevo il coraggio. Ora l'hanno restaurata ed è una belle villetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, sì... devo proprio farne un post apposito... cerco di metterlo in programma entro l'estate! :)
      Ne ho di cose da dire!! :)

      Moz-

      Elimina
  10. tutte cose che pagherai da grande, quando supererai i dodici anni

    RispondiElimina
  11. Se ancora le fai oggi vuol dire che ancora sai divertirti. Ed è molto bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, il mio motto è "nel dubbio, divertiti!" :)

      Moz-

      Elimina
  12. Oh, io detengo il titolo nazionale di campionessa di giochi da tavolo...sfida? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando vuoi, Lila!
      Quando vuoi!

      E sai che io sto scrivendo un gioco di società? :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ma va? E su che genere?
      Comunque quando ti servirà un tester sai chi chiamare ahahah

      Elimina
    3. Ehhh vuoi sapere troppo XD
      E' un po' videogame e un po' gdr XD

      Moz-

      Elimina
  13. Fantastico Mozzino :-DD
    Il mio preferito è nascondino per il centro storico!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello lo facciamo tuttora... e il giorno dopo ci sentiamo le cazziate "ma che fate alle due di notte??" :p

      Moz-

      Elimina
  14. Mi è rimasto impresso il caso del piccolo chimico, perché anch'io per sbaglio da piccola mangiavo cose che non dovevo mangiare (alle volte anche non per sbaglio) e mi chiedevo sempre se sarei morta tra due giorni, due mesi o due anni. Una volta decisi che non ne potevo più di rischiare così tanto e che prima dovevo far provare quello che avrei mangiato agli altri, così avrei capito se fosse mortale o no xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaah! Oddio, a me fu proprio uno sbaglio, ricordo ancora dov'ero e il terrore di andare a dormire la notte credendo che non mi sarei svegliato.
      Secondo me, quando morirò, la colpa sarà degli effetti della schifezza chimica che ho ingoiato XD
      Insomma, tu manco scherzi... addirittura le cavie umane! :p

      Moz-

      Elimina
  15. Io le estati degli anni 90 le ho fatte purtroppo in ospedale, però ricordo che anche a me piacevano moltissimo le Tartarughe ninja (la mia preferita è Michelangelo, non so la tua!), era sempre un piacere vederle!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michelangelo è per me il più simpatico, ma amavo anche Donatello.
      Odio per Leo e Raph.
      Potere Tartaruga!

      Moz-

      Elimina
  16. Se ci aggiungi i Transformer ed il set in scatola del piccolo mago, direi che abbiamo passato un infanzia piuttosto simile, visto che condividiamo tutti i giochi del periodo. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Transformers non li avevo ma ci giocavo a casa di un amico (d'inverno). Il set del piccolo mago forse ce l'ho ancora da qualche parte ma anche quello usato principalmente in casa, in inverno... Mentre in estate mi dilettavo coi trucchi con le carte :)

      Moz-

      Elimina
  17. caccia al tesoro e brivido delle case abbandonate forever, anche se ci sono diversi anni che ci dividono, i miei giochi erano molto simili ai tuoi e l'estate non finiva mai ;9

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ma sai perché? La modernità non intacca mai queste cose così archetipiche, secondo me :D

      Moz-

      Elimina
  18. Risposte
    1. Ahaha ti aspettavo al varco!! :)

      Moz-

      Elimina
  19. sebbene tu sia più vetusto, siamo proprio coetanei...
    lo vedo anche nei modi similissimi che avevano di divertirsi, i nostri io da piccoli...
    le tartarughe ninja, max pezzali, il piccolo chimico... ecco, io avevo "gira la moda" e le barbie... ma alla fine sempre di infanzia ben vissuta si va trattando...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto... non c'è molta differenza tra le Barbie e He-Man!
      Il concetto è quello :)
      Siamo proprio figli degli 80's :p

      Moz-

      Elimina
  20. Quando ero in campagna da mia nonna il gioco più gettonato era il nascondino. Peccato solo che avevamo pochi posti dove andare (era assolutamente vietato abbandonare da sole il cortile), per cui finivamo a infilarci in vecchie cantine, stalle, strane stanze di proprietà di vicini dall'aria truce e pollai (tra l'altro tutti, tranne dove c'erano le galline, pieni di vecchi strumenti pericolosi e rugginosi XD). Mia sorella era la fifona del gruppo ed era facile beccarla perché nei posti più imbucati non ci entrava mai XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io amo il nascondino, davvero... ma deve essere una sfida tipo guardie a ladri... XD
      Bellissimi i posti in campagna, credo sia la zona che amo maggiormente... il rurale... ricco di tante suggestioni.

      Moz-

      Elimina
  21. uuuh i giochi da tavolo! Io impazzivo per Indovina chi!!!
    vogliamo parlare di Monopoli?! *sbavo*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello fu il gioco delle mie vacanze marinare! ;)

      Moz-

      Elimina
  22. bello questo post!!!
    Comunque se non sei morto sul colpo, se non ti hanno fatto una lavanda gastrica e se vivi mangiando schifezze credo che possiamo affermare che la polverina e stata smaltita trasformando il tuo stomaco in un super contenitore per cibo.
    Per me le estati negli anni '90 sono state tutte uguali, spiaggia privata con ombrellone, cabina e sedia sdraio. Io che andavo al mare ascoltando le song del Festivalbar sulle cassette comprate da papà, ne rompovo sempre una e lui si arrabbiava un po'. A mere giocovo a calcio da tavolo, ascolto la musica nel jukebox, qualche tuffo, dormitina sulla sdraio, ultimo bagno alle sette di sera e poi, dopo qualche settimana, Francia, freddo e giardinetti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, lo penso anche io: la polverina ha fatto del mio stomaco un macchinario d'acciaio XD
      Beh, anche io avevo delle estati "meccaniche", tra Puglia e Abruzzo.
      In Francia ci arrivavi bella abbronzata^^

      Moz-

      Elimina
    2. sempre, oltre alle persone di colore ero l'unica con la pelle nera ;)

      Elimina
    3. Ma anche noi siamo di colore: colore bianco! XD

      Moz-

      Elimina
  23. Anch'io nelle estati della mia giovinezza esploravo case abbandonate. Ce n'era (oddio, c'è tutt'ora, credo) una bellissima nel bosco giusto a dieci minuti da casa mia. Effetto collaterale: mi sono poi laureata in archeologia (disciplina su cui piove il lavoro a catinelle...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha... pensa, a me il Piccolo Chimico mi ha fatto prendere il debito in Chimica XD
      Siamo proprio agli antipodi XD
      Belle le case abbandonate, ne farò un post.

      Moz-

      Elimina
  24. Io una volta mi feci trascinare in un'avventura notturna fra le macerie di una non so cosa, non mi ricordo se fosse una chiesa o qualcuno la stava sparando grossa solo per rendere il tutto più oscuro e pericoloso :°D
    Ovviamente io ero una caca-sotto totale quando si trattava di correre dei rischi, quindi lo feci, ma sempre cercando di fare meno danno possibile, alla fine è stato divertente! :°D
    Qualche tempo fa ero una nostalgica di quel periodo anche perché la scuola che frequentai come liceo è stata una delle esperienze più belle che poteva capitarmi con tutto quello che mi ha portato a vivere, adesso sono più serena e lo ricordo con tenerezza, ma senza la voglia di tornare indietro!
    In fondo l'ho vissuto ed è questo che già mia ha arricchita! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi non era più il 90 ma per me si andava già dal 2000 in poi, nell'adolescenza!
      L'infanzia la ricordo fra Sailor Moon, chiaccherate con i mie compagnetti sull'NBA e la mia vecchia stanza nella mia vecchia casa che adoravo! :D
      Ed estati al Lido, ovviamente!

      Elimina
    2. Oddio, per me SailorMoon era '95-'96... e l'NBA attorno al '94... però vedi, bene o male le cose son le stesse.
      Comunque, riguardo alle avventure nelle case ecc... ti dico per esperienza personale che un po' grossa la si spara sempre... per accentuare le cose XD

      Moz-

      Elimina
  25. ahahah ma che tipo che sei! Perchè ti immagino con l'intero cesto di action figures e poi a fare il piccolo chimico! :D Dalla Puglia all'Abruzzo! :)
    Sempre creativo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre cazzaro, dovresti dire! XD
      Il cestone ne ha fatti di viaggi... mamma mia! Con tutto il Castello di Grayskull *__*

      Moz-

      Elimina
  26. Mi sembra proprio di vederti...
    Mike buongiorno sul tabellone ce l'avevo anch'io, che meraviglia!!! :°)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me c'era Paola Barale con Mike... era proprio la primissima edizione!! :)
      Bel gioco^^

      Moz-

      Elimina
  27. Ma perché quando è successo che abbiamo smesso Moz? :-)

    RispondiElimina
  28. Io adoravo infilarmi nei posti abbandonati, anche se avevo paura. Vicino casa mia c'era una fabbrica chiusa da anni, il portone era chiuso con una catena ma c'era un po' di gioco e siccome ero un'acciughina riuscivo a infilarmi insieme a una amica secca pure lei. Mi sembrava di vivere delle avventure fantastiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco perfettamente: io amavo esplorare gli hotel.
      Sì, gli alberghi hanno un cazzo di fascino strano, per me... non lo so.
      Ricordo che una volta mi addentrai fin dentro un corridoio... era stranissimo, buio, ma ne ero attratto.

      Moz-

      Elimina
  29. Che ricordi che mi ricordano e a loro volta mi fano ricordare!
    C he meravigliose memorie quelle che hai appena descritto...
    Le scorribande per rovine, i giochi di " Società" etc etc ..
    Ma la cosa che mi ha più intrigato è il laboratorio di chimica...
    Avrei voluto esserci..
    Non fai più nulla di questo genere Mozzino mio?
    Sarebbe simpatico vederti in un divertente esperimento a danno di chi ci rompe le cosiddette che ne dici?
    Bacionissimo festoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha di esperimenti non faccio nulla, per il resto posso dire che faccio tutto: addirittura adesso le organizzo ufficialmente, le cacce al tesoro^^

      Moz-

      Elimina
  30. Bei ricordi..intere giornate a giocare al pallone, e poi al mare a fare il bagno e lì a cercare i ricci, o le patelle..Che belle estati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. W le estati, non c'è che dire! :)
      Deduco che tu sia un tipo molto marino^^

      Moz-

      Elimina
  31. Hai ingoiato la polvere del piccolo chimico?! Ahia! Un giorno potresti svegliarti morto! Ma io sono qui pronto a darti l'antidoto: devi sciogliere delle caramelle Pop Rocks nella Coca-Cola e bere il tutto. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, se sciolgo quelle caramelle nella CocaCola mi esplode lo stomaco! Ma se me lo avessi detto quel giorno del 1992-93... l'avrei fatto sicuramente, visto che ero terrorizzato pensando di morire! :)

      Moz-

      Elimina
  32. Credo che faresti bene a tornare indietro nel passato, precisamente a oggi pomeriggio e cambiare il link su blogantropo. Immagino ci sia stato un "qui pro quo", intanto, però, adesso sappiamo pure cosa ascolti...

    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, ho visto... Rape me, my friend! :)
      Sai che è successo? Siccome sto organizzando un evento mi sono portato avanti coi post della settimana, e Rape Me apparirà nel prossimo.
      Su Blogantropo mi piacerebbe lasciare tutto così... dev'esserci un senso, a tutto questo :)

      Moz-

      Elimina
    2. Con muy very gusto...

      :-p

      Elimina
    3. Ahaha, mi stupreresti con molto gusto?? :p

      Moz-

      Elimina
  33. Le belle abitudini non si cambiano maiiiiiiiiiiiiiii. Soprattutto se sono anche divertenti!!!! :-D
    Smuackete!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto sono d'accordo.
      E io odio la gente che si annoia solo perché non vuole divertirsi! :)

      Moz-

      Elimina
  34. Moz
    ogni volta che ti leggo mi fa fare un salto indietro nel passato... i videogiochi al bar le 200 lire che non entranvano... i gettoni al banco...
    altri tempi
    ora c'è a PsVIta sembra una polizza invece di un video game

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ahahaha! Mamma mia... ok che anche noi avevamo le nostre console portatili, ma oggi davvero tutto è troppo virtuale :)
      Spero facciano anche i gettoni che non entrano... in forma virtuale^^

      Moz-

      Elimina
  35. Case abbandonate nel centro storico? Interessante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne farò un post, più in là :)

      Moz-

      Elimina
  36. Mi sono dimenticata di dirti Moz, che in estati abbruzzesi sono espertissima. Avendo passato in zona parecchie estati (bellissime) della mia vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove sei stata, di preciso??

      Moz-

      Elimina
    2. Al sud. Verso il Molise. In provincia di Chieti.

      Elimina
    3. Ah, quindi più verso la mia altra regione, la Puglia XD

      Moz-

      Elimina
  37. io invece mi portavo dentro sempre le barbie :) ricordo una volta sul lago di Misurina per me un'enorme piscina per la mia bambola! invece in campagna mi inventavo mille storie che bei ricordi mamma mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, è bello inventarsi le storie con sfondi naturalistici^^

      Moz-

      Elimina
  38. Ciao Moz, DOMY
    Caccia al tesoro Mon Amour <3
    Negli anni 90 l'amministrazione comunale del mio paese ne organizzava di fantastiche. Vinta due anni di seguito, io e i miei amici eravamo fortissimi.
    Mai giocato al piccolo chimico, in compenso alle superiori ero un asso in materia.La presentai agli esami di maturità insieme a storia dell'arte;altra mia passione. Giocato poco ai videogiochi, preferivo il caro vecchio flipper. :)
    Ti abbraccio e aspetto con ansia il prossimo Mikiricorda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il prossimo Mikiricorda sarà tutto pugliese^^
      Eheh, le cacce al tesoro io le amo... adesso spesso mi tocca organizzarle (e di fatto organizzo ogni anno il grande gioco per ragazzi) E' fighissimo^^

      Il flipper tutta la vita, è il mio gioco da bar preferito!

      Moz-

      Elimina
  39. Tanti ricordi sono legati all'estate.
    Saluti a presto.

    PS

    Mi aggiungo volentieri tra i tuoi lettori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi Cavaliere! Benvenuto sul Moz O' Clock! :)
      Grazie per il following^^

      Moz-

      Elimina
  40. Ciao Miki!
    Occhio alle case "abbondonate"...potresti trovarci dei tossici poco socievoli. Giuro che è capitato ad alcuni miei amici. Per il resto credo di aver fatto tutto quello che dici..eccetto il piccolo chimico. Avevo anche i Transformers e i Lego. Roba che se non gli avessi regalati tutti, avrei da parte un piccolo tesoretto :D
    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ma il rischio di trovarci tossici poco piacevoli credo sia inerente più alle grandi città che ai paesini :)
      Hai regalato i tuoi giochi?? Nooo!

      Moz-

      Elimina
  41. Ma riuscirò mai a commentare?

    RispondiElimina