[blogging] come iniziare a bloggare in 5 punti


In rete girano decaloghi, liste infinite, consigli più o meno utili su come iniziare a fare blogging.
In realtà l'ingrediente è uno e solo uno: la voglia.
Voglia di scrivere, di bloggare.
Si pensa sempre a grafiche, nomi, strutture, idee... ma ci si perde in chiacchiere non iniziando mai a fare il primo, vero, semplice passo: scrivere.

Tuttavia, riducendo all'osso gli step da compiere per avere un blog funzionale, ho individuato cinque voci essenziali:

1 - SCEGLIERE LA PIATTAFORMA PIU' ADATTA


Io ad esempio sono su Blogspot e mi sono sempre trovato bene. Ce ne sono anche altre, trovate quella a voi più congeniale.


2 - SCEGLIERE ARGOMENTI MICRO E MACRO


Un blog deve avere una sorta di "linea editoriale", che può adattarsi a un tema specifico (cucina, moda, cinema...) o meno.
Il mio blog non ha un tema specifico ma abbraccia tutti i temi "pop".
L'importante è sapere ciò di cui si vuol parlare e come farlo.


3 - TENERE UN TACCUINO DOVE SEGNARE LE VARIE IDEE


Un consiglio che mi piace dare sempre a chi mi domanda come si inizia a bloggare è proprio questo: usate carta e penna. Prendete un quaderno, una agendina... e buttate giù le varie idee.
Io appunto di tutto, dai titoli ai contenuti dei vari post che poi svilupperò.
Anche questo post è stato appuntanto -tempo fa- prima su carta.

4 - ISCRIVERSI COME FOLLOWER AI BLOG CHE CI INTERESSANO; FREQUENTARLI E COMMENTARLI


Ora che abbiamo il nostro blog, è necessario cominciare a vivere il blogging.
Dunque, nel web possiamo individuare gli spazi simili al nostro, che trattano di argomenti affini... e seguirli, frequentarli, interagire con i vari blogger. Da cosa nasce cosa, gli scambi di idee portano a nuovi rapporti virtuali e poi anche a amicizie.

5 - INSTALLARE IL WIDGET DEI FOLLOWERS


Inserire questo gadget permette di farsi seguire dagli altri utenti (bloggers e non), in modo tale che questi siano sempre aggiornati sui nostri nuovi post.

Ah, un ulteriore consiglio: per rendere l'interazione veloce e funzionale, io eviterei la moderazione preventiva dei commenti.

Buon blogging!

43 commenti:

  1. Ciao Moz, hai perfettamente ragione, pochi passi e tanta passione per ciò che si scrive. Competenza o quantomeno evitiamo la superficialità, è importante essere credibili.
    Se mi permetti, voglio sottolineare un punto che mi sta a cuore, rispondere agli eventuali commenti, è triste lasciare un pensiero ed essere ignorati (cosa che non succede MAI nel tuo blog).
    Buona giornata, a presto.
    Romualdo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, ed è proprio il punto che comincia a succedere qui, visto che al giorno ho soli dieci minuti per bloggare...
      Non so ancora se disattivare i commenti, proprio perché è triste non rispondervi...

      Moz-

      Elimina
  2. Tutto giusto, però io improvviso...non ho mai usato carta e penna! AHAHAHA
    Petralia Alaskana e Clementina Calabrese: la coppia più gaya di Blogger Italia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va bene anche improvvisare, l'improvvisazione è tutto^^

      Moz-

      Elimina
  3. Manca il sesto punto. Bisogna crederci.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, se non si crede in ciò che si fa (o sta per fare...) che senso ha?

      Moz-

      Elimina
  4. Secondo me il punto 3 non è poi così tassativo: un file Word intitolato "scaletta prossimi post" mi basta e avanza ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ovvio che va bene anche su pc o telefono... sono io a essere all'antica^^

      Moz-

      Elimina
  5. Tutto perfetto, questi cinque punti sono essenziali! Soprattutto SCRIVERE E ANNOTARSI LE IDEE!😊 Buona Pasqua e Pasquetta!
    Vanessa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho pensato appunto a cinque punti essenziali!
      Buone festività pasquali (in ritardo) anche a te^^

      Moz-

      Elimina
  6. faccio tutto
    sono la migliore delle blogger, sempre sospettato
    ...tuttavia, la linea editoriale, ecco...
    mmmh...
    dai Mozzino lo sai che io scrivo sempre un po' troppo alla cazzo porcaccia la miseriaccia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' anche quella una linea editoriale^^

      Moz-

      Elimina
  7. Linea editoriale...linea editoriale.....
    Aspetta, giuro che ce l'avevo, una volta...
    Ah, sì...
    Volevo aprire un blog serio ma mi è scappato da ridere e da allora ho lasciato che il mio blog fosse un fiume in piena, arginato solo dai miei pensieri e dalle mie emozioni.

    Come dice sempre mia madre "Non fare nulla che io non farei".
    Io ascolto e penso che prima o poi troverò a cosa si riferisca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, appunto... anche quella è una linea da seguire, l'impronta che hai voluto dargli^^

      Moz-

      Elimina
  8. Punti importanti, tutti dierei. Sono un po' carente sulla linea editoriale, pubblico in base all'umore. In merito alla moderazione dei commenti mi trovi concorde, io personalmente non la uso, per gli altri blog ne deve valere veramente la pena altrimenti passa la voglia di intervenire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quello che intendo.
      Se c'è la moderazione, si perde l'istanteneità della comunicazione... anche tra i vari ospiti^^

      Moz-

      Elimina
  9. Regole ineccepibili... Purtroppo la mia unica esperienza di blogger risale a quasi 10 anni fa, su Splinder, e chiusi i battenti dopo pochi mesi per scarsità di partecipazione. Del resto ritengo migliori i forum dei blog, che continuo a vedere entità che tolgono visibilità ai loro stessi contenuti meno recenti via via che il blogger lo aggiorna...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sei arreso troppo presto!!
      Il Moz O'Clock non ha visto partecipazioni al di là di amici... per anni XD
      Io vengo dai forum, comunque... e ti capisco.

      Moz-

      Elimina
    2. In realtà il blog era nato in coppia con un'amica, ma alla fine gli articoli li postavo soltanto io, e già questo mi scoraggiava... Poi forse era deprimente l'argomento trattato: testimonianze che prima era tutto meglio, non a caso il blog si chiamava "Va sempre peggio"...
      Fu interessante lo scoop quando dimostrai che il progressivo posticipo dell'inizio della prima serata televisiva ebbe origine con l'arrivo di "Striscia la notizia", presto contrastato da vari preserali di Raiuno ("Il fatto", "La zingara"...), dal Tg2 portato alle 20.30, e via dicendo. Quella mia erudizione televisiva fu citata in un sito web dedicato alla tv italiana, e finché ho avuto modo di seguirlo, non ha mai avuto una smentita. Quindi se ora un film finisce alle 23 passate fregandosene della tua sveglia di domattina, ringrazia Antonio Ricci! :D

      Elimina
    3. Wao, era un blog interessante!
      Mai pensato di "riciclarlo" come rubrica fissa?
      Se vuoi, posso ospitarti qui ogni tot tempo... :)

      P.s., conoscevo anche io la situazione televisiva, ottimo che tu sia stato citato!^^

      Moz-

      Elimina
    4. Mah, nel caso ti faccio sapere, grazie.

      Elimina
    5. Di niente, l'idea mi piace^^

      Moz-

      Elimina
  10. Aggiungerei mettere una filtro di ricerca per etichetta che aiuta i nuovi lettori a districarsi.
    Di questo passo prossimamente potrai pubblicare l'enciclopedia del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, vero... altra cosa fondamentale sono le etichette... in modo da tenere tutto in ordine^^

      Moz-

      Elimina
  11. Non ho taccuini né agende e non mi segno le idee. Ho però un quaderno dove copio le parti che mi colpiscono dei libri che leggo. Molti dei miei post partono proprio da queste trascrizioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che più o meno il principio è il medesimo^^

      Moz-

      Elimina
  12. Infatti finché ci sarà la voglia io continuerò a scrivere, comunque credo di aver già seguito i tuoi consigli in pieno ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella è tutto, poi dopo se manca e si scrive a forza... i lettori se ne accorgono^^

      Moz-

      Elimina
  13. Ciao Mozzino!!! Auguri in ritardo, mi perdoni? :*)

    Il mio blog... qualcuno sopra ha scritto "ho lasciato che il mio blog fosse un fiume in piena"; qualcun altro "scrivo secondo l'umore".
    Ecco! Hanno descritto il mio blog. Non pianifico niente. Scrivo quello che mi viene in mente e al limite programmo i post.
    Il quadernino per rendere appunti ce l'ho, anche più di uno dipende da dove sono. Poi... magari pensavo di fare una cosa ma me ne è venuta in mente una più... "importante" e la faccio passare davanti, Tanto tra di loro i miei post non litigano. Li ho educati bene ahahahhah

    Una cosa che non mi manca, anzi due, sono la voglia e la passione! Ci sono... ci sono!!!!
    Tutti i tuoi punti comunque sono validissimi. Se ne mancasse uno, il castello penderebbe da una parte :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La voglia e la passione fanno tutto, il resto vien da sé e forse non è nemmeno necessario che ci sia in una forma precisa^^
      Anche io ho post in coda dal... umh, 2010?^^

      Moz-

      Elimina
  14. Interessante post anche se avrei qualcosa da ridire sull'ultima tua frase:
    Ah, un ulteriore consiglio: per rendere l'interazione veloce e funzionale, io eviterei la moderazione preventiva dei commenti.
    Ma non mi sembra questo il posto adatto, non vorrei annoiarti tanto già sai il perchè feci questa scelta.
    Oggi come oggi, grazie ad alcune prove che Gus ha fatto sul suo blog (io ne ho approfittato per "rubargli" in parte l'idea) ho adottato un nuovo metodo che sembra funzionare perchè finalmente ho trovato la pace che mi permette di fare blogging.
    Ciao amico mio e buon proseguimento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, se proprio hai dovuto... lo capisco perfettamente.
      Anche a me scoccerebbe avere casini fissi con qualcuno, quindi ti capisco^^

      Moz-

      Elimina
  15. Ottimi consigli Mozzino!
    Tutto dipende dal tipo di blog che uno vuole aprire, se creare contenuti strutturati e ricercati, o cose scritte di getto, di certo il sistema di segnarsi le idee è sempre efficace per "non farle sfuggire via".

    Ciao Mozzino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quello era il senso: le idee fuggono, c'è poco da fare, ecco perché è meglio appuntarsele :)

      Moz-

      Elimina
  16. Per me la cosa più importante è avere voglia di scrivere e cercare di rendere quel che si scrive interessante per gli altri, oltre che per noi.
    Interazione tra blogger ok.
    Linea editoriale? E che cos'è? Io scrivo perché mi scappa da scrivere e basta.
    Prendo appunti sulla mia agendina che poi ( a volte ) diventano nuovi post.
    E fino a quando mi andrà di farlo ci sarò.
    Potrebbe essere già domani il giorno in cui potrei smettere. Non posso saperlo.
    Sono assolutamente imprevedibile.
    Abbraccio Moz.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il senso dell'agendina è proprio quello: appuntarsi idee che magari potremmo dimenticare :)
      La vedo come te sul bloggare e sullo smettere, anche io -se non avrò più voglia- smetterò, per rispetto verso me stesso e i miei lettori^^

      Moz-

      Elimina
  17. Sottolineo il 4 e il 5 che sono la base per farsi conoscere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, altrimenti si resta nel proprio mondo...!

      Moz-

      Elimina
  18. La voglia di scrivere e il farlo è una grande leva. Cercavo disperatamente la soluzione al problema del tempo. Ma forse è un mio limite ;) Un caro saluto Moz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, ho avuto questo problema (del tempo) in questo periodo.
      Ora sono riuscito a ritagliarmi 10 min al giorno per bloggare: ok, non potrò più passare da voi né esserci come prima, ma pian piano sto riprendendo il ritmo... :D

      Moz-

      Elimina
  19. Seguiti tutti da sempre eccetto per il punto 3..per quello uso Evernote ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, io uso quello del telefono (ormai sono sempre in giro), ma appena rincaso... trascrivo tutto^^

      Moz-

      Elimina