[RICORDI] le mie estati a Francavilla al Mare


Essendo io per metà pugliese e per metà abruzzese, va da sé che abbia passato le mie estati anni '80 e '90 (ma anche 2000) in entrambe le regioni.
Eppure c'è un luogo ancora più particolare, una quarta dimensione, un posto che per me fonde Abruzzo e Puglia: Francavilla al Mare.
Provincia di Chieti ma praticamente un continuum con Pescara, è una cittadina dove ho anche vissuto per motivi universitari.
Ecco i miei ricordi; ecco perché Francavilla è così speciale, non solo per me.

FRANCAVILLA E' SPECIALE, PER ME

Vi parlavo di quarta dimensione e fusione tra due regioni: Francavilla è in Abruzzo ma la casa apparteneva ai miei nonni pugliesi, senza alcuna connessione coi parenti abruzzesi. Poi d'estate praticamente mezza provincia di Foggia si riversa lì. Un cortocircuito che mi ha sempre fatto vedere Francavilla al Mare come zona d'intersezione tra le mie due realtà.
Ci ho passato le vacanze ma ci ho anche studiato, e soprattutto ci ho festeggiato tanti compleanni.

FRANCAVILLA E' SPECIALE, PERCHE'

Francavilla è particolare perché è una località perfetta per famiglie e anziani ma non annoia i giovani: c'è Pescara a pochi passi.
A rendere questo luogo "fuori dal tempo" sono anche nomi e costruzioni: dannunziani o epici i primi (nomi di strade, viali, ma anche dei lidi marini), affusolate e morbide le seconde, quasi "aliene" (celebri le case "a fungo").

MARE

Passeggiare sulla battiglia attraversando tutti i lidi, riconoscibili dal colore degli ombrelloni.
Ogni tanto passava l'aeroplano rosso con in coda il lungo banner pubblicitario; era poi sempre bello arrivare fino agli scogli col pedalò.

SALA GIOCHI

Sotto il mio appartamento c'è stato di tutto: dal tabacchi alle mostre d'arte, dall'alimentari al negozio di vestiti, passando per i centri abbronzanti e parrucchiere. Ma a me interessava solo la sala giochi. Grande, popolata fino a notte fonda, aveva persino una piccola pista all'aperto per piccole macchine a gettoni.
Per tutta la giornata si sentivano i rumori tipici dei videogiochi e delle piccole giostre.
Ho giocato a Street Fighter, Metal Slug, Pacmania, Turtles, Simpson, C.O.W.-Boys of Moo-Mesa. Ma soprattutto ai flipper: Dracula, Shaq Attaq, Theatre of Magic.

SCOPRI QUALI SONO I MIEI VIDEOGIOCHI ARCADE PREFERITI! CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA!

PASSEGGIATE

E' facile imbattersi in locali tipici di zone marine come night club e cabaret, oltre che tutti i ristoranti e le pizzerie del caso. Passeggiando raggiungi la piazza principale dove in agosto si svolge il mercatino dell'antiquariato. Un tempo, in direzione sud, si arrivava presso un parchetto dove stazionavano fisse alcune bancarelli di libri. Immancabili i bar per il gelato. Negli anni '90 si andava a caccia di schede telefoniche: le zone balneari erano ideali per metter su una raccolta niente male.

HAI MAI VISTO LA MIA COLLEZIONE DI SCHEDE TELEFONICHE? CLICCA QUI!

NEGOZI E ATTIVITA' COMMERCIALI

Tra i miei must: due edicole (entrambe molto fornite), un bar vicino casa (d'estate per il gelato alla liquirizia, d'inverno per la mia colazione prima dell'università), la videoteca (negli anni '90 mi ha visto metter su gran parte della mia collezione di vhs Disney), un piccolo negozietto di generi alimentari.

VIDEOCASSETTE WALT DISNEY: GUARDA LA MIA COLLEZIONE, CLICCA QUI!

AMICI E PARENTI

Ritrovarsi lì, magari vedersi solo in quei giorni d'estate -nonostante nel resto dell'anno si abitasse nella stessa cittadina- era naturale.
Ricordo grandi partite a Monopoli, letture di fumetti (tra cui Diabolik, conosciuto proprio a Francavilla) e visite ad amici di famiglia che vivevano nelle campagne limitrofe.



se ti è piaciuto, leggi anche
Le mie estati abruzzesi
Le mie estati pugliesi

35 commenti:

  1. Ah ecco, avevo confuso Francavilla al Mare con Francavilla quella che è in Puglia :D, la cui squadra di calcio ha recentemente giocato una gara di Coppa Italia con il Palermo.

    E' bello avere una seconda "patria" in cui si sono passate tante vacanze, la mia la conosci ovviamente :).

    Anche io ricordo da piccino, in spiaggia, l'entusiasmo che accompagnava il passaggio dell'aeroplano con gli slogan pubblicitari...e altre piccole cose, come la buonissima spianata, merenda di metà mattina (era fatta tipo girella, ma ovviamente era spianata senza altri ingredienti :D).

    La sala giochi al mare non poteva mancare :D nella tua giovinezza, ma mi colpisce la descrizione del paese ricco di attività. Ecco, ci pensavo proprio durante il mio soggiorno pesarese: una volta c'erano più negozietti e potevi trovare di tutto. Nella via di mia nonna c'era una buonissima pizzeria al taglio, una cartoleria, negozi di abbigliamento, parrucchiere, mini market e anche un videonoleggio...adesso sono sopravvissuti solo il parucchiere e la grande gelateria "tutto gelato". Il resto? Tecnocasa, bar malfamato con slot, compro oro, una macelleria etnica, una lavandaia cinese, negozi sfitti...Sarò un retrogrado, ma non ho tutta questa simpatia per i centri commerciali :D. E poi sì, le edicole! La storica edicola della via adesso è praticamente un negozio vero e proprio, c'è di tutto. Ma ora ha la vetrina e devi entrare dentro, quando ero piccolo era invece affacciata sul marciapiede, come le vecchie edicole..bellissima.

    Quindi anche tu facevi raccolta di schede telefoniche?

    ps nella prima foto non ti ho proprio riconosciuto, nella seconda invece...sei proprio tu :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, intendevi forse Francavilla Fontana :)
      No, no, è Francavilla al Mare, la Miami d'Abruzzo :)
      Bello avere dei ricordi in comune: come merenda ricordo le albicocche o la pizzetta del lido (quanto cazzo è buona?)
      Vero quel che sottolinei: oggi anche Francavilla è cambiata molto rispetto agli anni '80 e '90. La sala giochi non esiste più, il night ha cambiato nome -e forse oggi manco è più night-... evoluzione che stravolge i ricordi.

      Le schede telefoniche? Ne ho tantissimissime, come puoi vedere! Tu pure?
      Nella seconda foto stavo conducendo Colpo Grosso XD

      Moz-

      Elimina
    2. Bellissima la tua collezione di schede telefoniche! Io non so dove l'ho messa, ma sicuramente è mooolto più modesta. Avevo però le schede telefoniche stile figurine panini di alcuni calciatori.

      Elimina
    3. Sì quelle le ho anche io, forse addirittura di diverse annate (servivano proprio come figurine Panini: erano i giocatori che nel frattempo avevano cambiato casacca XD)

      Moz-

      Elimina
    4. Bravo, e' vero, erano i famosi trasferimenti del mercato invernale relativo al campionato '97-'98. Io avevo Ganz del Milan ed Edmundo della Fiorentina, ad esempio.

      Elimina
    5. Esatto, se non sbaglio erano sei o otto schede :)

      Moz-

      Elimina
  2. Bellissimo post, mi ci ritrovo. Purtroppo però non ho apprezzato l' uso degli strilloni rosa "clicca qui ", capisco i collegamenti ipertestuali, ma secondo me dovrebbero essere meno rumorosi dal punto visivo e grafico. Così, mi spiace dirtelo, sanno da Novella 2000 o Di più, il che è un peccato, perché l 'articolo, anche se dei più semplici, è valido ed evocativo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, è già un anno che li uso in quel modo, comunque sempre come esperimento per vedere se funzionano. Mi piaceva l'idea di uno strillone colorato (si adatta ai colori del blog), magari se non vi piace l'idea evito... però non penso che un link possa inficiare la validità di un articolo :)

      Moz-

      Elimina
    2. Lo sai già che non mi serve un nickname - ma sono vegananordcoreana inside8 ago 2017, 18:08:00

      Capisco!
      Comunque non è che solo perché non piace a me devi cambiarla come idea. Se piace agli altri va benissimo
      ;)

      Elimina
    3. Vediamo come va, se piace e se porta frutti :)

      Moz-

      Elimina
  3. Le tue estati mi hanno ricordato molto le mie estati d'infanzia che trascorrevo a Eraclea Mare, ugualmente un posto tranquillo per famiglie (almeno un tempo) di cui conoscevo a memoria ogni singola sala giochi e giostrina..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, i bei periodi d'oro **
      I luoghi di mare sono magici.

      Moz-

      Elimina
  4. Tenerino il Mozzino!!! Comunque dovrebbero assumerti alla proloco :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio parte di cose analoghe, mo chiedo il trasferimento per Francavilla :D

      Moz-

      Elimina
  5. A Francavilla al mare abitava mia nonna con la figlia Gilda. La conosco bene per le tante volte che portavo in una casa affacciata sul mare mia madre.
    Ora tutto è finito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La figlia Gilda è tua madre o tua zia? :o
      Comunque è finito tutto anche per me... per ora -aggiungo- :)

      Moz-

      Elimina
  6. Ti capisco perché ho vissuto gli stessi decenni a Viserba (Rimini), posto in cui torno quando posso e in cui porterei eventuali figli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non portarli, portali più a sud :D. Pesaro è meglio!

      Elimina
    2. Ahaha, guerre pro-loco XD

      Moz-

      Elimina
    3. Mi ero perso questa risposta 😁
      Purtroppo parli con un tradizionalista e conservatore, difficilmente mi affeziono al nuovo.
      Pensa che i miei genitori lo scorso anno e probabilmente ripeteranno il prossimo, sono andati a luglio (sacrilegio, si va solo ad agosto!!!) in un altro albergo e zona di Rimini (doppio sacrilegio), insieme a mia sorella, consorte e neo nipotino.
      "Per quest'anno (solo questo?), non cambiare, stessa spiaggia e stesso mare." Con questa strofa mio padre mi prende per il culo fa quando ho 4 anni (ed io ho ripreso da lui).
      Una volta cresciuto, ho variato posti, con amici, fidanzate, cugini... Ma mai nessuno mi rimarrà nel cuore come Viserba. Ci sono tornato 2 anni fa, a fine agosto, fa schifo, una tristezza unica, il tempo sempre una merda, un quinto della gente confronto agli anni 80, 90 e primi 2000 ma che ci posso fare, sento sempre il bisogno di tornare!

      Elimina
    4. Purtroppo sì, nulla è come negli anni '80 e '90, manco Porto Cervo o Cortina (l'inverno).
      Però nei nostri ricordi sarà sempre tutto come allora :)

      Moz-

      Elimina
  7. MI hai fatto venire in mente la mia infanzia a Scauri (Tirreno.. dove c'è il mare, quello vero..), cinquant'anni di estati passate tra sale giochi, ciambelle calde dopo il bagno, uva rubata in bicicletta, mozzarella di bufala coi fiori di zucca, primi amori, prime litigate, primi amici... e ancora oggi, che ci torno solo qualche weekend a trovare i miei che comunque ci passano un mese intero, ripasso davanti a quella sala giochi ormai sparita e trasformata nell'ennesimo appartamento da affittare, e mi pare di sentire ancora i rumori di sottofondo, e rivedere le ore a trafficarci e a stupire... belli i ricordi. E grazie a te che non perdi occasione per sfrucugliarceli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frank, per me è sempre un piacere ricordare e far ricordare, quindi ricordare assieme.
      Grazie dunque per i tuoi ricordi di estati vintage e sicuramente bellissime.

      Moz-

      Elimina
  8. Cavolo! Mi sa che il mare abruzzese è ed è stato molto popolato di villeggianti...e ci ritroveremo tutti lì l'anno prossimo. Abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, è una meta comunque molto turistica, zonapiù zona meno. Francavilla attira molti villeggianti dal sud, provincia di Foggia e provincia di Napoli in primis :)

      Moz-

      Elimina
  9. Ciao Moz,tanti ricordi,io la Puglia l'ho conosciuta solo nella brutta,si fa per dire,stagione,ma è una regione bellissima.
    Un caro saluto,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Asp asp asp, questa Francavilla però è quella in Abruzzo!
      Ma confermo: la Puglia spacca **

      Moz-

      Elimina
  10. Dovrebbero candidarti come assessore al turismo, visto che sei riuscito a " vendere " benissimo il paese.
    Scherzi a parte, è uno di quei classici post di rimembranze e di forte aspetto empatico in cui alla fin fine ci ritroviamo un po' tutti anche se in location differenti. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari ci penso su per le prossime eRezioni comunali! :)
      Vero: alla fine molti han vissuto vacanze e villeggiature così, e il bello è proprio questo^^

      Moz-

      Elimina
  11. Non ci sono mai stato, ma so benissimo il perché ci sei affezionato, lo sono anch'io di Castellaneta Marina, luogo di infinite vacanze, giornate e ricordi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, immagino che abbiamo vissuto proprio le stesse sensazioni/emozioni^^

      Moz-

      Elimina
  12. Avendo vissuto per anni in un luogo di villeggiatura estiva, non ho mai collezionato ricordi di questo tipo, connessi a una "seconda casa per le vacanze"... Piuttosto ho scorci di alcuni posti dove ho villeggiato una sola volta o due per qualche giorno o un paio di settimane... Credo mi sarebbe piaciuto aspettare che finisse la scuola per tornare in un luogo amico ricorrente, invece di vedere arrivare amici in ferie nel mio paese, che poi man mano sono tutte cose sfumate via, delle quali non mi restano che ricordi finiti male e luoghi deturpati o modificati da un'amministrazione comunale piuttosto che da un cambio di target dato a un certo lido o villa comunale dal gestore in concessione di turno... :(

    Comunque articolo ben organizzato, con tue foto di quando non eri ancora dodicenne ^_^ , e link ad articoli precedenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Gas, contento che il post ti sia piaciuto!
      Beh, che dire, tu hai vissuto la cosa al contrario: non partivi ma vedevi la gente arrivare e ripartire, saranno stati momenti magici anche quelli, dopotuttoto l'estate è fatta per modificare sempre la routine^^

      Moz-

      Elimina
  13. Mi hai fatto venir voglia di farci una gitarella 😉 Bel bimbetto che eri ! 😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, grazie mille^^
      Beh, guarda, se capiti nella Miami Adriatica NON TE NE PENTIRAI^^

      Moz-

      Elimina