[MOZINTERVISTA SPECIALE] Delux: il più giovane tra i pop bloggers!


Riprendono le MozInterviste e lo fanno con un appuntamento fuori programma.
Negli ultimi mesi si è affacciato nella blogosfera un "ragazzino qualunque", come si definisce lui stesso: Delux. Molti di voi lo hanno già incrociato, addirittura alcuni vi hanno collaborato.

Resta che Delux (al secolo Daniele) mi ha stupito perché giovanissimo ma soprattutto ottimo conoscitore di cultura pop.

Dunque, avendolo designato come mio successore e avendo capito che probabilmente è un bambino creato in laboratorio, ho deciso di intervistarlo perché può essere un esempio per tutti: si dice sempre che il blogging sta morendo, ma fino a che ci saranno persone come Delux... possiamo ben sperare!


Moz: sei il più giovane tra i blogger che conosco, sicuramente il più giovane tra coloro che trattano certi argomenti: come ti fa sentire questa cosa?



Delux: Come mi sento ad essere uno tra i blogger più giovani a trattare di fumetti/serie TV/musica? Fiero! Anche se mi sono accorto di ciò solo negli ultimi mesi, quando, a partire dal tuo, ho cominciato a scoprire tutti gli altri blog. Non mi ero mai interessato di quello che chiamate “bloggoverso”. D’altronde ho comunque sempre immaginato di essere abbastanza “giovvvine” per un sito simile, ma non ho mai inserito quanti anni avevo proprio per non sentirmi dire soltanto “per la tua età…” , che alla lunga pensavo di trovare abbastanza fastidioso. Volevo essere riconosciuto solo per il “ragazzino” del titolo.

Moz: ecco, giovane età: come fai a conoscere prodotti pop che in realtà non dovresti aver nemmeno sentito nominare?
Delux: Tanta passione, interesse e ricerche! Ho una grandissima curiosità, e appena riesco a leggere qualcosa di “vecchio” cerco di documentarmene il più possibile. Credo che ti stia riferendo particolarmente a quel post riguardo Topolino in: ho sposato una strega, in cui parlo senza problemi di una storia di vent’anni fa! In realtà, dietro c’è stata un po’ di fortuna. Casualmente infatti, il numero di Topolino in cui è presente quella storia è l’unico Topolino che c’era a casa dei miei nonni! Dopo averla letta, ho visionato tantissimi articoli al riguardo, interviste e discussioni nei forum. In generale per quasi tutti i post in cui parlo di fumetti (o serie TV e film) un po’ datati devo ringraziare internet e vari siti specializzati che offrono davvero tantissimo materiale per documentarsi.

Moz: e come nasce la passione per prodotti della cultura pop?
Delux: La mia passione per i fumetti è nata prima delle elementari, con qualche numero di Topolino e qualche storia a puntate che mi spinse a comprarne vari altri. Ricordo tantissimo Topolino e il signore dei cerchi, storia che proprio non capivo (mi mancavano vari episodi) ma che mi affascinava (e inquietava un po’) o La Rapina del Millennio, grandissima storia della Ziche. Da bambino inoltre avevo una grande passione per l’Uomo Ragno; alle elementari divoravo di tutto, tra libri e anche vari Tex. La passione per il cinema (in particolare quello d’animazione) è una cosa che coltivo da poco, continuazione più “seria” della fissazione per certi cartoni animati, che in fondo erano l’unica cosa che si poteva vedere. Ho la camera piena di fumetti, ma allo stesso tempo devo leggere ancora tantissimo, compresi molti capisaldi nel genere.


Moz: com'è il rapporto coi tuoi coetanei? Hai con chi condividere queste passioni o c'è la paura di essere "ghettizzati"?
Delux: Certo che ho con chi condividere certe passioni! Ho vari amici a cui piacciono fumetti e musica, e spesso alcune idee per post poco seri mi vengono proprio nelle nostre varie discussioni sceme. Di certo, avere un blog mi permette di parlare di tutto quello che mi passa per la testa senza particolari vincoli. Leggere fumetti è un mio hobby, e quando faccio amicizia mi capita parlarne. E poi oramai credo le cose siano cambiate, in fondo basta parlare del fumetto di “The walking dead”, “The Big Bang Theory” o qualsiasi cosa appaia  su Netflix per essere comunque “fighi”.

Moz: ormai ti vedo perfettamente integrato nella cerchia dei bloggers di cui facciam parte: come ti senti a rapportarti con noi più "anziani"?
Delux: Non ho mai avuto particolari problemi nel rapportarmi nei commenti di vari post con blogger più grandi. Comunque, cerco  di imparare il più possibile da voi “vecchietti” (:D), che magari utilizzate la piattaforma da anni e sapete bene come funziona. E in ogni caso noto che ci tenete davvero molto ai nuovi arrivati, almeno dal bel trattamento che ho avuto io :)

Moz: cosa ti ha spinto ad aprire un blog, e non -magari, visto che tra i giovanissimi tira di più- un canale Youtube?
Delux: So che YouTube tira molto di più ma pensavo e penso che quella piattaforma non fosse quello che cercavo per divertirmi, sfogarmi, allenarmi e crearmi uno spazio tutto mio. Youtube ha bisogno di un grande lavoro dietro, tra idee, montaggio e altro (mentre col blog posso pubblicare anche in pigiama!) ma soprattutto ci vedo sempre poco legame tra il video e i commenti.  Un blog era quello che più sembrava adatto per i miei scopi, perché lo trovavo come una specie di diario del tempo libero.
Ho quasi sempre avuto paura di sprecare il mio tempo senza concludere niente, soprattutto negli ultimi anni. E’ una sensazione strana e spesso molto fastidiosa, di cui ho trovato la soluzione col blog. Prima di creare il blog ho fatto parte del team del sito MangaInside, in cui tenevo una rubrica
e scrivevo news e recensioni. Mi piaceva ma allo stesso tempo trovavo la cosa troppo “seria”, e questo a volte fa sentire limitati. E quel “.blogspot” nel link, io l’ho sempre trovato un segnale per far capire a chi lo apre che “hey, qui ci trovi in tutto e per tutto la testa di una persona, col suo linguaggio, il suo modo di parlare e tutte le sue follie più strambe”. Ed era quello che volevo.

Moz: cosa vedi nel futuro del blogging e del tuo blog?
Delux: Vedo spesso dire che il blogging ormai è morto. Seppur questo non è completamente vero, davvero le persone non vogliono avere più uno spazio personale nel web? Semplicemente, credo, ora

vanno di moda altri mezzi, come Facebook o Youtube, appunto.
Per me, un buon modo per non far morire il blogging sono progetti come la tua futura Geek League!
Nel futuro del mio blog? Tantissime cose, anche se il tempo permette sempre meno: sicuramente molti post a tema Disney, tra cui quelli dedicati al nuovo DuckTales. E poi altre idee tutte appuntate sul bloc notes. Finché mi divertirà andrò sempre avanti, e per ora mi sto divertendo davvero tanto!

Dunque, Clockers, cosa aspettate? Correte da Delux sul suo blog superpop!

84 commenti:

  1. Ehi! Ma che bello sapere che ci sono giovanissimi blogger come Delux :)))
    Visiterò senz'altro il suo diario del tempo libero (quanto mi è piaciuta questa espressione! mi ci ritrovo!).
    Non sono appassionata particolarmente di fumetti, ma di musica assolutamente si e anche abbastanza di serie TV e film.
    E poi non mi sento affatto vecchietta, nonostante sia entrata da qualche annetto già negli "anta", per cui mi piace stare a contatto anche con le nuove generazioni ;)

    Bravo Miki ad aver dato spazio qui da te al giovane amico Delux!

    Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho dato uno spazio "extra" a Daniele proprio perché secondo me è un esempio.
      La descrizione che fa del blogging è sincera e giusta.
      Vecchietti? Naah, il tempo non esiste, qui^^

      Moz-

      Elimina
  2. L'ho inserito subito nel blogroll.
    Complimenti per l'intervista ed anche per la giovinezza.
    Io ufficialmente ti invidio per la seconda. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo invidio anche io per la giovane età, anche perché non è che è solo giovane, ma è pure completamente immerso nel pop della nostra generazione (e poi secondo me è tipo uno di quei bambini speciali col q.i. alto)^^

      Moz-

      Elimina
    2. Grazie per avermi inserito nel blogroll:D

      Elimina
  3. Grande Dani, un piacere leggerti qui sul Moz o' Clock. Certo che sei stato fortunato a trovarti quel Topolino 'cult' (anche se all'epoca, i Topolino secondo decennio anni '80 erano tutti cult :P). Mi ha fatto sorridere leggere i Topolino del periodo delle elementari!

    Certo che nessuno può 'ghettizzarti', anche perché nel caso può mollare qualche colpo di Karate :D.

    Comunque la vostra chiacchierata ha concentrato la mia attenzione in particolar modo su due passaggi.

    Il primo è quello riferito ai cambiamenti sociali relativi alla fruizione di serie e fumetti (cito: in fondo basta parlare del fumetto di “The walking dead”, “The Big Bang Theory” o qualsiasi cosa appaia su Netflix per essere comunque “fighi”). Ma anche qui c'è una differenza. La persona 'fighetta' viene investita dalle mode e ora è di moda guardare le serie tv (con questa sfumatura intendo il passaggio di 'ti fa stare bene', canzone di Caparezza, nella fattispecie 'delle sere chiuso per la serie culto'), noi Geek invece la moda non la subiamo: per noi è sempre stato normale leggere fumetti e guardare serie. Un po' di ghettizzazione ci sarà sempre: a me fanno sorridere (o piangere) certi personaggi fighetti che si vantano di aver passato 8 ore di fila davanti alla tv per guardare 'Il trono di spade' (da qui la frase di Caparezza).

    Il secondo passaggio è riferito a quello della presunta morte del blogging. Io nei blog vedo una buona evoluzione dei vecchi forum: si creano dei circuiti, ci si conosce, si scambiano post, commenti e impressioni. E non si urtano le sensibilità altrui. Nel senso: se su Facebook metto una nota, con tanto di foto, dove commento Topolino, ipotizzo che Moz, Dani, Ema vengano a leggere e commentare. La gran parte ignorerebbe, qualcuno ci rimarrebbe male! Il blog fa sbarramento all'entrata. E permette di trovare altre persone che condividono certe passioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ghettizzazione è ufficialmente terminata con Dragon Ball Z, in Italia.
      Lo guardavano tutti. Poi con la PlayStation, ci giocava chiunque.
      Tutti si sono riscoperti "bambini".
      (ma di questo ne parleremo in un post apposito).
      Daniele è figlio di questa nuova generazione, dove nessuno ti dice più niente se leggi fumetti o guardi una serie, anzi è probabile che a essere ghettizzati sono coloro che non fanno queste cose.
      Poi, come hai detto tu, lui pratica arti marziali, quindi è un geek non "sfigato" alla Fuga dalla scuola media. Diciamo che è... moderno. E, probabilmente, normalissimo.

      Sì, il blog è diverso dai social per questo motivo. Già tematico all'ingresso, attira solo chi è interessato :)

      Moz-

      Elimina
    2. In realtà ho scritto pure io di questo fenomeno. Solo che l'articolo è pianificato per Marzo...

      Elimina
    3. E mettilo prima, no? Cinque mesi so' tanti XD

      Moz-

      Elimina
    4. Grazie a te per essere un lettore fedele da tempo :D
      "...in fondo basta parlare del fumetto di “The walking dead”, “The Big Bang Theory” o qualsiasi cosa appaia su Netflix per essere comunque “fighi” l'ho scritto comunque più per constatazione materiale che per altro: mai fatte neanche io quelle maratone assurde, è una cosa folle, né ho mai visto The Walkind Dead :D La frase di Caparezza al riguardo è infatti giustissima, e diventa ancora più forte pensando all'evoluzione che può aver avuto come persona (basti riascoltare La Mia Parte Intollerante...Ma ne abbiam già parlato sul tuo blog :D)

      Elimina
    5. @Ex: non so neanche se sarò vivo a marzo XD.

      @Miki: Dragonball in effetti lo guardavano più o meno tutti, ma non so se effettivamente sia stato quello il momento della svolta.

      @DDL: sono felice di essere un 'comunellista' non dico della prima ora, ma comunque tra i più 'esperti' del tuo blog.

      Elimina
    6. Quello, la Play e KillBill.
      Un mix dal 1998 al 2004: l'inizio della moda.

      Moz-

      Elimina
    7. Pensate che io smesso di seguire DB dopo la fine della prima serie, da fantasy avventuriero demenziale con le arti marziali che fanno da cornice, con Z diventa un picchiadiro amianto, 'na merda, so come procede solo perché ho letto il manga, mai guardato un solo episodi di Z o GT. In pratica da quando è passato a Merdaset con quelle schifezze di sigle! La morte di Dragon Ball. Vanni devi morire male!

      Elimina
    8. Ahaha, Vanni è un grande interprete, purtroppo all'epoca andava di moda la dance per truzzi.
      Sentilo sulla sigla di He-Man, che è rockettara: https://www.youtube.com/watch?v=OVxePr8mgSc

      Comunque anche io ASSOLUTAMENTE sono per Dragon Ball ironico e avventuroso!**

      Moz-

      Elimina
    9. Mi spiace, non ce la faccio a farmelo andare giù, lo odio proprio.
      Bellissima musica ma il testo è scemo come quello di ogni sua canzone (e non è giustificato perché tratta cartoni già famosi), con la sua solita voce odiosa.
      Fossi un dittatore "brucerei" ogni suo album e lo esilierei in Antartide con un sacco a pelo e 3 barattoli di fagioli!

      p.s. picchiaduro ANIMATO, no amianto, correttore di merda!

      Elimina
    10. Ahah ma il testo non lo scrive lui... A scrivere questo, nello specifico, è Cheope, importante paroliere italiano.
      Le canzoni dei cartoon sono così, immediate e a volte sciocche. Per fortuna ormai lontane da cazzate come "libri di cibernetica e insalate di matematica" 😂😂😂

      Moz-

      Elimina
    11. Direi più un pallottoliere!
      E non mi toccare quella strofa, è pura poesia! Se gli italiani hanno accettato "ogni tanto mangio un fiore, lo confondo col tuo amore", posso anche accettare un robot che mangia insalata di matematica!!! 😂

      Elimina
    12. Ahaah, in effetti sì!! 😂

      Moz-

      Elimina
  4. Spero veramente che il mondo dei blog non stia morendo... io stessa, da ieri, mi sono ripromessa di tornare a pubblicare almeno una volta a settimana! Oggi esistono moltissimi social ma nessuno ti permette di esprimerti come un blog!
    Bellissima scoperta questo ragazzo... visiterò sicuramente il suo blog!
    Buona settimana! 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benedetta, ieri ho effettivamente visto un aggiornamento ma... poi non mi risultava nessun post nuovo! :o

      Vero, sul blogging: qui ancora si scrive e si produce con una certa cura, al di là della velocità da social.
      Thanks e buona settimana a te!

      Moz-

      Elimina
    2. Ieri in effetti ho avuto dei problemi con internet (capita spesso quando abiti in mezzo ai boschi! 😊) ma poi ho risolto!
      😘😘😘

      Elimina
    3. Eh ecco! Allora passo subito :)

      Moz-

      Elimina
  5. Lo sai già chi sono23 ott 2017, 10:01:00

    bell'intervista e blog interessante e simpatico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Good! :)
      Vero, Daniele ha dalla sua anche la simpatia!

      Moz-

      Elimina
  6. Lo stavo già seguendo, non avevo capito che fosse così giovane! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non puoi immaginare QUANTO.
      Ti giuro, quando ho capito la sua età, ci sono rimasto!! :)

      Moz-

      Elimina
    2. A me ci rimangono quando dicono quanti anni ho io, ma per l'età avanzata :D

      Elimina
    3. Ahaha, a me non danni -per fortuna- mai gli anni che ho, credendo sia più giovane. Arrivano a darmene anche dieci in meno **

      Moz-

      Elimina
    4. Fatti crescere bene la barba Miki, poi ne riparliamo XD

      Elimina
    5. Giuro, pure con la barba! :o

      Moz-

      Elimina
  7. Ah, è giovane! Non lo avrei mai detto!
    A me capitava negli anni 2000 che si meravigliassero per l'età, gente dei primi 70, per musica, serie TV e film ma io sono della generazione repliche a raffica e non lo trovo particolare più di tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovanissimissimo.
      Eheh, noi poi siamo stati fortunati perché negli anni '80 abbiamo visto e sentito anche tutto degli 70's :)

      Moz-

      Elimina
  8. Buon per lui, che ritiene che il blogging ancora qualcosa da dire a dispetto di forme di comunicazione sociale più immediate.
    Forse la crisi dei blog di cui parlavi mesi fa, Micky, sarà destinata a essere solo passeggera, tipo una fase.

    Marco

    P.S. = Decritto il messaggio misterioso a metà intervista:
    "Moz: cosa ti ha spinto ad aprire un blog, e non -magari, visto che tra i giovanissimi tira di più- un canale Youtube?"
    Beh, alla fine non era poi così misterioso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho notato che a me appare semplicemente scritto in un altro font (questo, forse, perché Daniele mi ha scritto su un file Word che ho copiato/incollato).
      La crisi dei blog? Esisterà sempre perché in molti vedono il blogging come moda, ma io sono tra i primi a dire che NON esiste nell'effettivo^^

      Moz-

      Elimina
    2. Nella versione mobile si legge normalmente. Comunque con blogspot bisogna incollare come testo, altrimenti mantiene il font da cui copi.

      La crisi personalmente l'ho notata nella prima metà di questo decennio, spesso mi imbattevo in blog abbandonati che però avevano vecchi articoli molto frequentati, cercavo disperatamente qualcuno che oltre a me ne facesse ancora uso. Sfortunatamente in quegli anni non mi sono imbattuto nel Moz O'Clock, giusto per darmi fiducia. Comunque ho continuato a scrivere, tra lunghi periodi di abbandono, imperterrito, nonostante mi sentissi solo!
      Oggi quella fase mi sembra del tutto superata, i blog vanno di nuovo alla grande, a differenza dei forum che non si sono più ripresi dall'avvento dei nuovi social, merdbook su tutti.

      Elimina
    3. Io ho copiato e incollato normalmente, ha sfallato solo quel pezzettino, diocaro! :o
      Sì, c'è stata crisi nei primi anni '10, non lo nego: crisi nel senso che in molti hanno abbandonato.
      Io stesso nel 2010 (quarto anno di blog) fui molto poco presente (tipo solo una ventina di post durante tutto l'anno, il mio record negativo).

      Dico la verità: ultimamente mi sto divertendo un sacco proprio perché sembra essersi creata una sorta di "lega" tra noi, una cosa che voglio concretizzare nella Geek Leauge :)

      Moz-

      Elimina
    4. Vero, mi diverto molto anche io per lo stesso motivo!
      Per ora sta funzionando senza avere una base, è tutto lì anche se non è "tangibile", figuriamoci quando avremo una casa!

      Elimina
    5. Manca veramente poco. Novembre sarà il mio Popvember, mese dove festeggio il compleanno del blog e dove lancerò due novità.
      La Geek League è una di queste, l'altra è anche top secret (anche, manco a farlo apposta, proprio Delux la conosce!)^^

      Moz-

      Elimina
    6. Frequento il mondo dei blog solo da quando ho iniziato io ma dico la mia. La crisi di cui parlate non è tanto da imputare ai social, che comunque hanno la loro parte è innegabile, ma ai blogger stessi. In questi miei quattro anni da blogger ho visto tantissimi blog nascere e morire nel giro di pochissimo tempo, semplicemente perché molti pensano che non ci voglia niente, ti iscrivi qua, scrivi due cavolate e via. Lo fai una volta, due... alla terza già non sanno più di che parlare e niente iniziano a postare sempre più di rado fino ad abbandonare il tutto.

      Elimina
    7. Questo è assolutamente vero: c'è stata, tipo due anni fa, un'ondata di nuovi bloggers forse arrivati sulla scia di qualche puttanella famosa o cazzone altrettanto vip -non so-, e ovviamente nessuno è sopravvissuto.
      La gente crede che posti e subito commentato. Crede che devi essere letto a prescindere (da chi?).
      Crede che si guadagni.

      Moz-

      Elimina
    8. Diciamo che le nuove leve pretendevano tutto e subito ma anche qualche vecchia leva, magari notando un calo nel proprio spazio personale, ha deciso di abbandonare.

      Comunque devo a entrambi una pizza, il mio blog è decollato solo grazie a voi due. Però se oggi fosse ancora privo di commenti, continuerei imperterrito, magari con meno argomenti pop ma sicuramente senza saltare un articolo sui fumetti che leggo.

      Elimina
    9. Nessuna pizza!
      Semplicemente sai cosa è successo? Hai iniziato a interagire con dei blog similari al tuo, e che tengono al blogging: ossia ti rispondono, vengono a vedere -di rimando ma non per sterile scambio- cosa scrivi, fanno "rete" e vivono la blogosfera non in senso unico (col proprio blog) ma in senso più completo.
      Io, almeno, ragiono e sono così.

      Moz-

      Elimina
    10. Concordo, se non avessi mai interagito nessuno mi avrebbe mai cagato, però una pizza per uno, una birra in più ad Arcangelo perché è nato tutto da lui, ve la offro uguale! A Roma siete miei ospiti! E pure se interagire coi vostri blog non avrebbe portato a nulla, la pizza è offerta uguale perché mi siete troppo simpatici!

      Elimina
    11. E dopo 'sto "avrebbe" vado a chiudere e cancellare il mio blog! Addio! Un nazigrammer che scrive 'sta porcata... vi ricorderò sempre con affetto!

      Elimina
    12. Ahaha, uno l'hai azzeccato, nella prima frase, quindi ok :D
      Va bene, vada per questa pizza :)

      Moz-

      Elimina
    13. Arcà, ci tocca mangiare la pizza mi sa :)

      Moz-

      Elimina
  9. Ma perché alla domanda su Youtube vedo dei geroglifici? :D
    Comunque seguo già da un po' Delux e continuerò ovviamente, perché mi piace l'impegno che ci mette sempre nei suoi "esuberanti" post ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda, decrittata qui sopra da Marco, è questa:
      "Moz: cosa ti ha spinto ad aprire un blog, e non -magari, visto che tra i giovanissimi tira di più- un canale Youtube?"
      Il tutto è successo per via del file word su cui Dani ha risposto XD

      Moz-

      Elimina
    2. Grazie per "esuberante", per me è un gran complimento! :D

      Elimina
  10. Sempre interessanti e piacevoli le tue interviste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks! E siete anche omonimi :)

      Moz-

      Elimina
  11. 'sto giovanotto mi gusta anche per quanto è prolisso. Viva i prolissi, viva chi viene incontro ai poveracci come me che leggono la roba in frettissima!
    Bravo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha ho dovuto sforbiciare le sue risposteeeee XD

      Moz-

      Elimina
    2. se intervisti me ti ci vuole il tosasiepi.

      Elimina
    3. Per fortuna le MozInterviste regolari hanno uno schema standard e telegrafico, e nel regolamento c'è scritto che bisogna essere quanto più diretti possibile XD

      Moz-

      Elimina
    4. allora vedo poche chance di essere intervistato, temo

      Elimina
    5. Ma no, Videogiocatore: basta prenotarsi e la MozIntervista si farà :)
      Ma essendo standardizzata, uguale per tutti, anche i suoi parametri devono esserlo^^

      Moz-

      Elimina
    6. Ho iniziato a leggere un articolo di ex a luglio... ancora lo devo finire!

      Elimina
    7. Quello di oggi è piuttosto breve.

      Elimina
  12. Prima di tutto voglio ringraziare Moz per avermi intervistato, è davvero un onore!
    E un grazie a tutti quelli che ora curiosi hanno aperto il mio blog o lo apriranno, anche magari per guardare la grafica del titolo e fuggire :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'onore è tutto mio, grazie per aver accettato e partecipato, ed esserti messo al centro dell'attenzione :)

      Moz-

      Elimina
  13. "E poi oramai credo le cose siano cambiate, in fondo basta parlare del fumetto di “The walking dead”, “The Big Bang Theory” o qualsiasi cosa appaia su Netflix per essere comunque “fighi”."

    Ha effettivamente ragione. Non nascondo di aver seguito le prime stagioni di TBBT con entusiasmo, ma col tempo sono finito in quel club di haters dello show di Sheldon e compagni.

    Oggi il termine "nerd" è un pochino sdoganato. No, lungi da me lanciarmi in un invettiva ai danni dello sdoganamento della sopracitata parola, ma è indubbio che oggi dire di essere geek o qualsivoglia fa un po' tendenza.

    Tutto questo per dire che col tempo ho odiato TBBT, nonostante lo show abbia spinto in qualche modo tante persone a riconsiderare un certo tipo di cultura.
    Intervista davvero molto carina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Rento :)
      Vero, oggi è di moda, e secondo me chi non è geek per moda (ma, in fondo, io potrei definirmi tale? non lo so nemmeno...) può sfruttare questa cosa per reinserirsi nella normalità :)

      Moz-

      Elimina
  14. Potresti aprire il ricchi'o'clock con il tuo nuovo amichetto.Emile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emile e benvenuto.
      Mi sa che te ne intendi più tu di queste cose che io, però.
      😉

      Moz-

      Elimina
  15. Giovani leve avanzano, bravi e bravo Moz-

    RispondiElimina
  16. Ottima iniziativa! Il pischello mi sembra anche simpatico e preparato. In pratica abbiamo uno dei giovani titani! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, esatto: nella Geek League lui sarà tipo un Robin :)

      Moz-

      Elimina
  17. Sicuro sia un ragazzino qualunque? Ha tutta la mia ammirazione, trovo che la curiosità sia il motore di tutto. Complimenti Daniele.
    Ho fatto una breve visita al Blog... da Paura ;)
    E complimenti Moz per l'intervista davvero Delux.
    Oramai sulla strada per la rubrica Talent Scout

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, io ormai lo chiamo bambino-creato-in-laboratorio, perché proprio qualunque non mi sembra :)
      Thanks, Santa :)

      Moz-

      Elimina
    2. Grazie per i complimenti, mi fanno davvero piacere :D

      Elimina
  18. E bravo Delux!
    Buona fortuna per il blog :)
    E' bello vedere nuove leve che mandano avanti la community.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, è bello. Vuol dire che un minimo di fermento "serio" c'è :)

      Moz-

      Elimina