[PERSONAGGI] Eva Kant: 55 anni di avventure


A pochi mesi dal suo compagno, che ha festeggiato il compleanno a novembre, anche Eva Kant spegne 55 candeline.

E mentre la redazione di Diabolik ci porta in edicola una storia incentrata sulla bionda complice del Re del Terrore, io vi racconto chi è Eva Kant.
Un personaggio rivoluzionario.


MARZO 1963

Eva Kant debutta nel terzo numero della collana Diabolik. Presentata come una nobile vedova dal passato un po' fosco, attira le attenzioni di Diabolik che vuole rubarle il favoloso Diamante Rosa.
Ma lei è furba. Diabolik resta spiazzato. E il Diamante Rosa non avrà più alcun valore (visto anche che è un falso): da questo momento c'è in gioco l'amore.

marzo 1963, terzo albo

EVA KANT

Atletica, bionda, occhi verdi.
Sensuale o materna, ragazza e donna. Eva è una pantera nobile, e non solo perché è stata la moglie di un lord.
Quel che si sa di Lady Kant, appena tornata in Europa, non è proprio lusinghiero. Ricattata dalla malavita sudafricana, minacciata dal funzionario George Caron che la vuole in sposa (altrimenti rivelerebbe il torbido passato della donna), a Eva -che era stata cantante, segretaria, spia industriale- accade anche che si innamori di Diabolik. Ricambiata.
E qui succede l'evento che sovverte le regole.
Diabolik viene scoperto e destinato alla ghigliottina.
Eva non si perde d'animo e riesce a mettere su un piano infernale, degno del criminale stesso.
In un solo colpo si libera del seccatore George Caron e strappa alla morte il suo amato, di cui diventa insostituibile complice.

DONNE E RIVOLUZIONI

Eva Kant (il cognome è un omaggio al celebre filosofo) è un personaggio rivoluzionario. Eva Kant è la leale compagna di un criminale, abile e spietata quanto lui. La creatura dove le autrici, Angela e Luciana Giussani, hanno inserito tutta la modernità. Un femminismo vivo, reale, non urlato con slogan o sottopancia da telegiornale.
Eva è una donna emancipata, colta e avventuriera. Ma che ha sempre avuto rispetto della sua femminilità: lontana da bassezze e volgarità, sa essere sexy senza bisogno di mostrarsi di più.
È la perfetta trasposizione di due donne "avanti", le Giussani: tra le prime ad avere patente e brevetto di volo, in una Italia proiettata al futuro ma ancora mentalmente rurale.
Diabolik stesso, sociopatico e solo, si trova in difficoltà con una donna così, suo pari. Ma, albo dopo albo, anno dopo anno, sarà Eva a vincere la battaglia.

IL PASSATO

Eva è la figlia illegittima di Lord Rodolfo Kant e di Caterina, una plebea. Tuttavia, quando Rodolfo vuole rivelare la realtà dei fatti sposando la donna, il cugino Anthony Kant ordisce un piano che porta Caterina al suicidio, Eva in collegio e Rodolfo alla morte.
Eva riesce comunque ad appurare la verità, e dopo un periodo infernale nell'istituto di Morben, comincia a viaggiare in giro per il mondo, arrivando in Sudafrica. Qui diventa involontaria complice di un criminale, motivo per cui sarà ricattata, ma al contempo è anche una spia industriale.
Cantante in un night club, ha modo di incontrare nuovamente Lord Anthony Kant. L'uomo si innamora di lei, e lei decide così di vendicare sua madre: lo sposa, ottiene legalmente il cognome che le appartiene, e durante la prima notte di nozze rivela la sua identità al marito.
Anthony non ci sta e tenta di uccidere Eva, imprigionandola in una arena sotterranea usata come zona di caccia. Ma la ragazza riesce a salvarsi e fa in modo che sia il marito a finire sbranato dalla belva.
Ricattata dalla gente del suo passato nonché da George Caron, decide di tornarsene in Europa, dove incontra Diabolik.
Ma tante cose del suo passato sono ancora vaghe e fumose.
Sappiamo ad esempio che durante la sua permanenza al collegio di Morben si innamorò di un ragazzo, Manuel, con cui organizzò una fuga. Ma lui tradì Eva, usandola come diversivo e riuscendo a scappare. Un episodio che non ha più avuto seguito.
Fino ad oggi: in edicola scopriremo come finirà tra i due, dopo tanti anni.


Se ti è piaciuto, leggi anche
Perché leggo ancora Diabolik

66 commenti:

  1. Ottimo articolo!
    Conosco pochissimo Diabolik, ma mi ha fatto piacere leggere questa "summa" di un personaggio principale ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, grazie mille :)
      Diciamo che ti ho svelato un po' tutto il background di Eva :)

      Moz-

      Elimina
  2. Auguri alla bionda più bionda del fumetto italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E più bella, in assoluto^^

      Moz-

      Elimina
    2. Se non sbaglio ispirata alla splendida Virna Lisi!
      Guarda un po'!

      Elimina
    3. Grace Kelly, mi dicono...

      Moz-

      Elimina
    4. Ok mi sbaglio... 😁
      Un po' dipende anche dal disegnatore...

      Elimina
    5. Beh, anche se cercano di uniformare il disegno quanto più possibile, è chiaro che ognuno ci mette del suo^^

      Moz-

      Elimina
  3. La cosa più facile da dire è che si porta molto bene i suoi anni ;-) Bellissima celebrazione, non poteva mancare su questa pagine il compleanno di Eva Kant. Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, infatti: ho preparato il post da giorni XD
      Eva? Se li porta benissimo... ne dimostra almeno 20 in meno XD

      Moz-

      Elimina
  4. Da piccola quando tornavo da scuola e mangiavo dai nonni mi chiudevo in camera di zio allora ragazzino e non ti dico quanti di questi fumetti ho letto oltre a monello intrepido e...ehm ...qualche altro tipo di fumetto. Lei mi è sempre risultata antipatica , cosi in forma , perfetta altera...ed è bello leggere di lei qui .grazie , sei una risorsa preziosa . P.s. dai....quando ti occuperai della Pippi ??? La mia preferita . Un abbraccione nevoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, lei è perfetta, ma non sempre.
      Ad esempio, è superstiziosa. E poi si scontra spesso col compagno perché lei ha un animo un po' più da giustiziere XD
      Pippi? Ci devo pensare bene perché non sono espertissimo, come ti dissi. E poi, ti svelo, mi sta proprio antipatica XD

      Moz-

      Elimina
  5. La mitica copertina dell'albo con la ghigliottina...ti chiederò di raccontarmi quella storia nel dettaglio! Io da bimbo ero affascinato dalla ghigliottina XD. In fondo ho sempre avuto un gusto per l'horror! E' bellissima Eva Kant nel primo disegno, davvero. Ottima analisi sul personaggio Miki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In pratica ho già raccontato tutto qui:
      Eva Kant torna dal Sudafrica e va in un hotel. Diabolik si sostituisce al cameriere personale di Eva, per rubarle il Diamante Rosa.
      Una notte, mentre Eva è fuori, impegnata a rifiutare le avances (leggi: ricatti) di George Caron (segretario di un ministro che ama Eva e la tiene in scacco visto il suo passato in Africa), Diabolik scopre la combinazione della cassaforte nella suite ma a causa di un rumore improvviso si accorge che Eva è tornata in stanza. La donna -dopo un attimo di paura- non si scompone e "sfida" Diabolik faccia a faccia, rivelandogli che il diamante è falso (quello vero è stato venduto perché era ricattata dai criminali di Johannesburg) e che rivuole la copia perché deve andare dai duchi di Belmont a una cerimonia.
      Diabolik resta sorpreso, poi analizza il gioiello e scopre che è davvero un falso. Così, sempre nei panni del cameriere, lascia sul comodino la copia del diamante. Eva non è cretina e ha capito tutto, così inizia a fare strane domande al cameriere, riguardo questo fantomatico Diabolik. Al che, vistosi scoperto, Diabolik si rivela alla donna, svelando per la prima volta a qualcuno il suo vero volto. I due si baciano, scoprendosi innamorati.
      Ma c'è un dettaglio: Diabolik, che si faceva passare per l'affarista Walter Dorian, aveva già intrapreso una relazione con una donna, tale Elisabeth Gay. Comunque già stufo della semplicità della ragazza, proprio da lei avrà la peggiore delle sorprese: Elisabeth, gelosa e sospettosa, credendo che il suo Walter abbia un'altra, scopre il rifugio di Diabolik e lo fa arrestare da Ginko.
      Ne segue un lungo processo, tutto il mondo viene a conoscenza del vero volto del criminale.
      Eva legge la notizia mentre sta per ripartire, e decide di andare al processo. Qui nota che Diabolik ha uno strano tic agli occhi, che giudici e psichiatri pensano derivi dalla sua follia criminale. Eva invece comprende che si tratta di alfabeto morse, e infatti così Diabolik comunica alla donna l'ubicazione di un rifugio segreto.
      Ginko tuttavia intuisce qualcosa, ma Eva è furba e lo depista. Trovate maschere e soldi, Eva riesce a corrompere due secondini e facendosi passare come amante di Diabolik, paga per poterlo rivedere di nascosto un'ultima notte. I due non immaginano minimamente cosa può fare Diabolik, però. Perdipiù assieme a Eva, da ora sua complice.
      E così il piano criminale si compie: la mattina seguente un Diabolik stordito si reca sulla ghigliottina, e gli viene tagliata la testa. Ginko capisce troppo tardi: è George Caron, drogato, con addosso la maschera di Diabolik.
      I due criminali sono liberi.

      Moz-

      Elimina
    2. Grazie per il riassunto. E' una storia esaltante non solo per la ghigliottina XD

      Elimina
    3. Di niente.
      Ma comunque Dk è finito sulla ghigliottina un'altra manciata di volte, negli anni... e se l'è sempre cavata XD

      Moz-

      Elimina
    4. Siii guardavo prima su google immagini XD. Devi farmi un post con tutte le ghigliottine di Diabolik :D

      Elimina
    5. Eh, rischierei sicuramente di tralasciare qualcosa.
      A ricordo:
      L'arresto di Diabolik
      L'ombra della ghigliottina
      L'ora dell'esecuzione
      La vittoria di Ginko (non si vede in copertina)
      Giustiziato!
      L'ombra del giustiziere
      Fermate la ghigliottina!
      Ovviamente, tutte le volte, la scampa.

      Moz-

      Elimina
    6. Ti ringrazio anche io per tutte queste interessanti notizie e per la sintesi della storia. Ma tu hai quel fumetto con la ghigliottina? Deve essere un pezzo da collezione.
      Mitica Eva Kant!

      Elimina
    7. Essì, ce l'ho, ma ovviamente in edizione ristampa...! Purtruppo non la prima versione del 1963... :)
      Grazie a te :)

      Moz-

      Elimina
  6. La grande Eva...me gusta di più Diabolik, non so perché. 😁
    Buona giornata Miki.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, è sicuramente pure più "forte" di Dk, a volte^^

      Moz-

      Elimina
  7. Lessi la storia del suo debutto una vita fa, non ricordo niente...
    Donna comunque tosta e capace di rialzare la testa fieramente dopo ogni caduta... Meglio non averla per nemica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diabolik stesso in una occasione ha detto che Eva sa essere ancora più spietata di lui XD
      Comunque qui sopra, in risposta a Riccardo, ho riassunto la storia del debutto di Eva XD

      Moz-

      Elimina
    2. Non sono molto colto nello specifico ma un bel po' di volte i personaggi femminili della narrativa sono capaci di compiere gesti "forti" che in un uomo sono più spesso connessi col loro ceto sociale, la professione... Se non ricordo male i primi assassini nei thriller di Dario Argento erano più spesso donne che uomini, per esempio.

      Elimina
    3. Grazie del riassunto ma preferirei recuperare il fumetto in qualche modo. 😉

      Elimina
    4. Per recuperare la storia ti consiglio il recente Grande Diabolik dal titolo L'arresto di Diabolik - il remake (che remakeizza gli albi 3 e 4, operazione atta soprattutto a uniformare i primissimi albi al resto, correggendo errori e tutto il resto).

      Verissimo quel che dici, la donna comunque anche nel mito è sempre stata forte :)

      Moz-

      Elimina
  8. Vegana Nordcoreana1 mar 2018, 11:05:00

    la mia amica sana di mente ha un'esclamazione che usa sovente: "Puzzola Eva!"
    e leggendo questo post anch'io confermo che come lei conosco molto poco Diabolik però quell'universo è davvero fighissimo e ad entrambe ci piace questo femminismo che è quello che il femminismo deve essere "uomini e donne sono uguali" (come diceva una famosa canzone KPOP che hai sentito anche tu) e non quei personaggi forzati che te lo sputano in faccia ogni 2 per 3.
    Oddio...starai pensando...la vegana scrive cose serie?
    Aspetta...
    ti confesserò...
    la mia amica in realtà dice Porca Puzzola Eva quando si arrabbia.
    Quindi (sporca specista, ALF!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) impreca contro il figlio di un incrocio di due animali.
    Beh, però per salvare i maiali ed evitare i prosciutti (tranne per Peppa Pig, lei deve morire e risorgere all'infinito, tanto finirà sempre prosciutto! IL KARMA!!!! ALF!!!111) potremmo creare il puzzoiale (o puzzorcello), un ibrido così puzzolente che nessuno vorrà mangiarselo.
    Il suo primo esemplare lo chiameremo EVA.
    Bella idea, no?
    ALF!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Eva come PRIMO esemplare mi sembra una ottima e biblica scelta! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Vegana Nordcoreana1 mar 2018, 14:18:00

      VISTO? SONO PIU' GENIALE DI STEVE JOBS!!!!
      ALF!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  9. Il disegnatore dell'albo speciale chi è? Mi sembra di conoscerlo, ma forse la copertina è ad opera di un altro ancora.. Comunque un numero sicuramente da collezione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Copertina e alcune tavole interne sono di Giuseppe Palumbo, autore che solitamente si occupa appunto degli albi grandi (primaverili) che vertono sul passato remoto dei personaggi (in sostanza, storie ambientate idealmente negli anni '50 e '60).
      Il resto dei disegni dell'albo, la parte ambientata ai nostri giorni, sono di Di Bernardo :)

      Moz-

      Elimina
    2. Il grande Palumbo! Ha presenziato un corso di fumetto a mezz'ora da dove vivevo io, ma non lo sapevo perché in quel periodo ero preso da un corso di Autocad a Bari... 😥

      Elimina
    3. Argh... meglio il disegno vero che quello su computer XD

      Moz-

      Elimina
  10. Ottima analisi :D
    DI Diabolik ho letto solo pochi albi, ma mi affascina sempre come ne parli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché è un fumetto che ha fatto epoca... :)

      Moz-

      Elimina
  11. Mi piace. 55 anni e non li dimostra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno tra altri 55 anni li dimostrerà :)

      Moz-

      Elimina
  12. Eva, così come Althea, mi sono sempre piaciute tantissimo.
    Le donne delle Giussani sono fantastiche :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché ci hanno messo dentro tutto loro stesse^^

      Moz-

      Elimina
  13. sì, belli post. il lato femmile del tuo blog ringrazia^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe ci tengo sempre a voi donzelle, io sono ancora per i generi, senza mettere asterischi tipo ciao a tutt* e cazzate varie XD

      Moz-

      Elimina
  14. Mi piace questo personaggio, come l'hai descritto e che la sua rivoluzione duri da così tanto fa ben sperare: Rivoluzione permanente, in tutti i sensi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero: un percorso graduale che ha portato Eva da subalterna a pari (a volte anche più) di Diabolik^^

      Moz-

      Elimina
  15. Ma che bello questo articolo!
    Come sai non sono un'assidua lettrice di Diabolik (anche se in casa ne ho tanti!) ma Eva mi piace molto! Bella, furba, intelligente, con una fortissima personalità... e, come hai detto tu, ragazza e donna, sensuale E materna (tu perché hai scritto "O"? 😊) Pensi che una cosa escluda l'altra? 😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, assolutamente: perché sa essere sensuale o materna, indipendentemente dalla situazione. Intendevo questo^^

      Moz-

      Elimina
  16. La Eva Kant che è in me ti ringrazia per il bel post!

    RispondiElimina
  17. Quando mi capitano vecchie copertine con quei prezzi, 150 lire, mi sale una nostalgia impossibile perché sarei nato una ventina di anni dopo... che cosa strana!
    Sarà che alla fine degli anni 80 non era impossibile imbattersi in fumetti di due decenni prima (dal barbiere leggevo Topolino anni 70/primi 80).

    Ma quindi Eva si sposa col cugino del padre? Chissà se avrà consumato con un cugino di secondo grado.

    Eva è arrivata un po' troppo presto, ho adorato il Diabolik privo di legami dei primi due numeri, raccontati talmente bene che leggerne 2, 20 o 100 cambia poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, la cosa bella è che Eva non ha mai consumato il matrimonio con Anthony. Ha rivelato il suo piano proprio durante la prima notte di nozze, e ha fatto venire un collasso al lord.
      Questi se l'è tenuta buona per non macchiare col disonore del divorzio il nome dei Kant. Ma ha progettato di ucciderla.
      Comunque, ci sono diversi numeri con Dk pre-Eva, uno esce a fine aprile in grande :)

      Moz-

      Elimina
    2. Vero, ci sono le storie ambientate nel passato del Grande ma come forse ricorderai, non amo quel format per le troppe pagine e le 3 righe a pagina anziché due.
      Faccio rare eccezioni. Sono indeciso se recuperare il 21 che consiglia Lucius, legato a questo terzo numero del '18.

      p.s. grazie per i chiarimenti su Eva!

      Elimina
    3. Ecco, appunto: il Grande Dk è imprescindibile, perché le sue storie si intersecano con la serie regolare.
      Poi, il passato dei personaggi è narrato solo lì... anche l'albo precedente (il doppio episodio terminato con L'Esca) ha riferimenti a un GDK... Devi superare questo blocco :D

      Moz-

      Elimina
  18. Senti, io chiedo a te: Ma è possibile innamorarsi di un personaggio fantastico dei fumetti? Ebbene, sono follemente innamorato di Eva Kant. Mi raccomando, non dire niente a Diabolik ... :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, ok ok, tengo la bocca cucita, ma ti capisco alla perfezione^^

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo intervento!