[MOZPLOITATION] Annozero: il 1980


Mozploitation diventa Annozero. Cinque anni (1970, 1980, 1990, 2000, 2010) da ripercorrere attraverso i grandi avvenimenti della cultura popolare.
Oggi tocca al 1980, annata che apre una delle mie decadi preferite: ma questi 366 giorni sono ovviamente anche uno strascico della decade precedente.
Tante cose sono successe nel 1980, belle e brutte.
Andiamo a ricordarle...

Nel 1980, sul pianeta, eravano in 4,4 miliardi.
Cosa facevamo?

IN TELEVISIONE

In America debuttano Dallas e Magnum, P.I., mentre noi vediamo la nascita del programma musicale Pop Corn e del rotocalco Mixer.
Inoltre, sulle tv regionali italiane, arriva Candy Candy: è subito un successo.



SPORT

I Los Angeles Lakers con Kareem Abul-Jabbar vincono il campionato NBA contro i 76ers.
Si tengono i Giochi Olimpici Invernali, a febbraio, in America.
Le Olimpiadi invece si svolgono a Mosca, ma diverse nazioni le boicottano.
In Italia, il calcio è travolto dallo scandalo delle calcioscommesse, mentre l'Inter si becca il suo dodicesimo scudetto.


MUSICA

Le hit dell'anno sono A woman in love della Streisand, Fame di Irene Cara e Call me dei Blondie.
Gli AC/DC pubblicano il loro grande successo, l'album Back in black.
In Italia nasce la rockband Litfiba (trovate tutto QUI), mentre il Festival di Sanremo è vinto da Toto Cutugno.
L'8 dicembre, invece, John Lennon viene ucciso a colpi di pistola.



CINEMA

Il 1980 segna la scomparsa del regista Alfred Hitchcock.
Nelle sale, quell'anno, i cult sono Shining, The Blues Brothers, The Elephant Man e Saranno Famosi.



INVENZIONI

Negli uffici arrivano sia i primi macchinari fax, sia i primi post-it.



FUMETTI

Dago inizia le sue avventure nell'Europa rinascimentale, mentre in Giappone iniziano Gigi la trottola, Maison Ikkoku, Il cuore di Thomas e Dr. Slump.
Nelle nostre edicole arriva rivista Frigidaire.




GIOCHI

Il Cubo di Rubik diventa il passatempo rompicapo che fa impazzire milioni di persone.
Ma, sul lato videoludico, è l'arrivo di Pac-Man della Namco a farla da padrone.



NARRATIVA 

Umberto Eco pubblica la sua opera più famosa: Il nome della rosa (ne abbiamo parlato QUI).
Milioni di copie e un successo enorme di critica e pubblico.



AVVENIMENTI

La mafia uccide, a Palermo, Piersanti Mattarella (fratello del dodicesimo Presidente della Repubblica), che ricopriva la carica di Presidente della Regione Sicilia.
Sempre a Palermo, sui cieli sopra Ustica, un aereo di linea venne abbattuto da un missile durante un combattimeno tra terze parti. Dopo tanti anni, non è ancora chiaro cosa sia successo davvero.
Il 2 agosto un bomba alla stazione di Bologna causa 85 vittime e oltre 200 feriti.
Una strage che segna l'ultimo atto della strategia del terrore, attuata da forze occulte con l'aiuto del terrorismo di destra e criminalità organizzata.
Circa 3000 morti e migliaia di sfollati fu invece il triste risultato del terremoto che a novembre colpì l'Irpinia.



Voi c'eravate nel 1980?
Cosa ricordate e cosa sapete di quell'anno?

76 commenti:

  1. Rivedi il codice perché i vari "QUI" sono senza link...

    Ricordo buona parte degli eventi elencati qui: nel 1980 compivo 5 anni. 😀
    Dallas approdò in Rai, prima che Fininvest ci mettesse gli occhi addosso per mostrare lei gli intrighi di John Ross Junior, meglio noto come J.R., ben presto parodiato in uno spot di detersivi...
    Mixer lo seguivamo, anche se in quel periodo Raidue dava un taglio cupo e precario alle scenografie in studio; curioso che nel corso del programma inserissero il vecchio telefilm di Flash Gordon...
    Lo sport lo ignoravo (iniziai a seguire qualcosa quattro anni dopo con le olimpiadi di Los Angeles e Carl Lewis pigliatutto), mentre di musica ascoltavo solo quella italiana e mi piaceva Anna Oxa.
    Non andavo nemmeno al cinema e di fumetti conoscevo bene Braccio di Ferro sul quale imparavo a leggere.
    Ricordo Ustica, la strage alla stazione di Bologna e il terremoto in Irpinia... Il presidente era Sandro Pertini e al Vaticano Giovanni Paolo II: sono contemporaneo a due personaggi storici. 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yeah, avevo già provveduto coi "Qui", ora dovrebbero andare (ma io mica uso codici, se c'è già l'opzione bella pronta 🤣)!

      Dallas in America si fa serie dopo essere stata minisaga, ma da noi arriverà solo nel 1981 (sulla Rai, vero, ma con episodi casuali... Mah!)
      Hai detto bene per quanto riguarda Mixer... Quel tipo di programmi era MOLTO cupo, con scenografie che sottolineavano ancora di più questa cosa... incutevano timore. Molta della TV di questo periodo era così, anche per le sigle...

      Moz-

      Elimina
    2. Anche io uso la barra multifunzione per formattare gli articoli ma le varie opzioni agiscono sul codice della pagina. 😜

      Elimina
    3. Sisì, lo so, ma per dire che non uso direttamente il codice (che pure funzionerebbe, con l'opzione HTML)
      🤓

      Moz-

      Elimina
  2. Ricordo tante cose di quell'anno. Tra gli eventi sportivi mi piace ricordare anche la medaglia d'oro olimpica di Mennea sui 200 metri. Per me fu un anno memorabile soprattutto per l'esame di maturità classica e la lunga e pigra estate, piena di mare e sole che seguì. Un caro saluto a te e tanti auguri per una serena Pasqua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, estate lunga e pigra e col sole... Che bello! ☀️
      Pietro Mennea mitico!
      Grazie mille, Volt, buona Pasqua anche a te!

      Moz-

      Elimina
    2. Grande Mennea. 💪
      Un anno prima stabilì quel memorabile 19",72 che, coi mezzi dell'epoca, considero tutt'ora il vero record sui 200 metri piani.

      Elimina
    3. Per me (e per una mia amica) Mennea rimarrà sempre una battuta legata al film L'estate del mio primo bacio :)

      Moz-

      Elimina
  3. Cosa ricordate e cosa sapete?

    Praticamente un quarto di quello che hai scritto te...come ricordi: Candy e il cubo di Rubik.
    Pac-man forse ,ma non son sicuro.
    Avevo dieci anni sulla carta ma nove in corpo perché son nato a fine anno del 69.
    I tg li guardavo perché costretto ( ma a te i tg a dieci anni piacevano?) ma non mi restavano dentro le notizie...lo confesso non me ne fregava niente di cronaca , politica , sport ma solo di cartoni .
    Quindi non ho ricordi dei fatti successi perché è vero che c’ero nel 1980 ma li ho conosciuti quei fatti successivamente maturando con l’eta.
    Pure di Sanremo potrei dirti che per me comincia dal 1981 perché ho ricordi musicali solo da quell’anno in poi.
    Non dico che ero troppo piccolo perché Gas aveva 5 anni allora e ricorda bene Ustica ,il terremoto Irpinia..io probabilmente non avevo ancora il cervello formato ahahah!!!😀
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma anche per me è lo stesso: ricordo una volta alle elementari ci diedero un tema sulla guerra nel Golfo. Non so cosa scrissi perché ovviamente me ne sbattevo altamente (io guardavo He-Man contro Skeletor, non Bush contro Saddam) ma per farti capire... anche io ero come te! XD
      Mi colpivano le notizie di cronaca più "vicine", diciamo... tipo rapimenti di bambini o cose simili.

      Moz-

      Elimina
    2. Infatti, io dal post ho capito che te analizzi un determinato anno e chiedi a noi i ricordi che abbiamo.
      Chiaro che dovevamo esserci come si evince dalla tua domanda: C’eravate nel 1980?
      Quindi quelli che si ricordano quegli eventi quando avevano quattro -sei anni hanno veramente una memoria di ferro.
      Cosa che io non ho.
      O contano balle..scegli te😀
      Poi sul ricordarsi determinati fatti di cronaca più che altri vale anche per me al di là della simpatia per i Tg..e l’interesse che potevano riscuotere su un ragazzino di nove anni.
      Anch’io ricordo un tragico fatto di cronaca come fosse ieri avvenuto nel 1981 ma te ne parlerò quando farai il post dedicato a quell’anno.
      Lasciami dire che chi fa una carrellata di cose avvenute nel decennio degli 8O come leggo nei vari commenti, per me è andato fuori tema.
      Senza polemica eh..😂

      Elimina
    3. @Max io ricordo la cronaca perché alle 20 c'era il Tg1 fisso da ascoltare in religioso silenzio perché mio padre aspettava già da allora aggiornamenti sull'età minima per andare in pensione. 😁

      @Moz: tu ci hai fatto il tema, io ci ho scioperato con le altre scuole per via della Guerra del Golfo, ma sicuramente non ti sei degnato di citarmi tra i pacifisti attivi. 😁 Che poi era una scusa per non entrare in classe, così come quando voleva approdare a Taranto la "nave dei veleni" (al secolo Deep Sea Carrier), o lo sciopero tradizionale per avere la palestra...

      Elimina
    4. @Gas
      Fai parte di quelli con la memoria di ferro.
      Io dei miei cinque anni non ricordo niente.
      Figuriamoci le notizie del tg.
      Poi se che ne so hai sentito le scosse del terremoto...son ricordi che restano .
      Ciao

      Elimina
    5. Ricordo un lieve terremoto da bambino, ma non saprei se lo stesso dell'Irpinia, vivendo al confine tra Puglia e Basilicata...

      Elimina
    6. Max, due mesi fa ho trattato il 1970 e in entrambi i casi io non c'ero... mi divertirò coi prossimi tre di quest'anno (1990, 2000, 2010).
      Per il 1981 dovremmo aspettare.
      Comunque, il senso del post è tutto, anche dire cose che ho mancato io, certo mi fa piacere chi condivide ricordi e riflessioni... :)

      Gas: ovvio, tutti gli scioperi sono per non andare a scuola :D

      Moz-

      Elimina
    7. Allora, da bambino come tutti non ero granché interessato alla politica o cronaca, però fatti importanti mi sono rimasti impressi come la guerra del Kosovo soprattutto per la questione dell'uranio impoverito che mi inquietava non poco...

      Per quando riguarda i ricordi io ritengo valido tutto quello vissuto dalla 3^ elementare in poi... Quasi non considero più la 1^ e 2^ elementare. Invece ogni cosa vissuta dalla terza in poi appartiene al mio bagaglio culturale e merita di stare mea mia hall of fame 😂

      Aspetto con piacere il 1990 e 2000.......

      Ma il 2010 lo ritieni proprio necessario? Brrrr... Già immagino cosa scriverai... Connessioni più potenti, affermazione dei social network, tablet, digitale terrestre a gogò... Dio ci scampi 😂😂

      Gli anni '10 del 2000 coadiuvati dalla seconda metà dei '00 sono la peggior cosa esistente! Ma non solo essi sono la distruzione di tutto quello che di bello c'era prima!!

      Elimina
    8. Ehehe, se ci pensi, il 2010 era comunque dieci anni fa... sembra strano ma è così... ma comunque servirà anche a fare dei paragoni con tutte le altre annate :)
      Anche io comunque penso che parte degli 00 e dei 10 siano terribili.

      Moz-

      Elimina
  4. Io ricordo il grande successo dei Buggles con Video Killed The Radio Star, che però a rigor del vero era stata pubblicata alla fine del 1979. Da tutti comunque viene considerata parte degli anni 80 poiché Trevor Horn ha in seguito prodotto i Frankie Goes To Hollywood, i Propaganda, gli Yes di Owner Of A Lonely Heart, insomma eighties a manetta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, era di un anno prima... ti rendi conto? Potremmo parlarne tra nove anni! XD
      Però sì, è stato l'inizio di un certo mood ottantiano!

      Moz-

      Elimina
  5. Un anno bisestile con la terribile strage di Bologna ma anche cose piacevoli, un anno nell'insieme positivo. Altro che quello in corso… Magnum P.I. mi piaceva un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, quello in corso ha solo 4 mesi e direi che almeno ci ha regalato un bel Sanremo e l'inquinamento sparito... può ancora riprendersi :)

      Moz-

      Elimina
    2. Il 2020 ci ha regalato anche altro di positivo in questi 4 mesi, sto preparando un articolo da me... 😉

      Elimina
    3. Ottimo, non vedo l'ora di leggerlo^^

      Moz-

      Elimina
  6. Tra le poche cose positive l'uscita in Giappone del manga di Maison Ikkoku,
    per il resto il 1980 mi sembra proprio un anno nefasto. Un proseguimento della cupezza degli anni '70... Almeno io vedo così quel periodo...
    Poi per fortuna gli anni
    '80 si lasceranno alle spalle i seventies
    cambiando notevolmente atmosfera...
    Probabilmente gli anni '80 sono stati la decade dell' intrattenimento pop, sportivo e sociale più bella del '900!

    P. S. Nulla contro gli anni '70 decennio della giovinezza di mio padre che me li racconta sempre con nostalgia... A me di quel decennio piacciono molto le canzoni di Alan Sorrenti e tante altre cose... Però mi rattristano... Opinione personale nulla di che.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, non sbagli: gli anni '70, ruggenti per certi versi (diciamo negli ambiti che tendevano agli '80) erano cupi e pure disperati da altri.

      Moz-

      Elimina
  7. Io nell'80 non c'ero ancora, però ho fatto l'università a Bologna e ho visto che alla stazione l'orologio è rimasto fermo da quel giorno :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, ci sono passato proprio l'estate scorsa ala stazione di Bolo e confermo... È ancora così e rimarrà tale, un pensiero per non dimenticare una strage impunita.

      Moz-

      Elimina
    2. Io so anche che treno hai preso dalla stazione di Bologna! 😂

      Elimina
    3. Oddio in realtà nessuno, ero in macchina ma il treno l'ha preso mia sorella!

      Moz-

      Elimina
    4. Com'è allora che mi desti precise indicazioni per raggiungere la fumetteria di Modena procedendo dalla stazione? 😲

      Elimina
    5. Ma dalla stazione... di Modena, appunto! Non di Bologna :D
      A Bologna ci sono stato a fine agosto, a Modena (in quella fumetteria) era marzo o aprile ^^

      Moz-

      Elimina
    6. Ok, ho fatto confusione io, ricordavo che fosse stato tutto un viaggio, incluso un inesistente Bologna-Modena in treno. Sorry!

      Elimina
    7. L'anno scorso a Modena peraltro ci salii in macchina (e ripartito in treno). Poi la questione Bologna è di qualche mese dopo^^
      Ho viaggiato abbastanza, in effetti... ahaha!

      Moz-

      Elimina
  8. Avevo 7 anni (o meglio li ho compiuti il 7 settembre di quell'anno) e quindi nonostante fossi ancora una bambina già ho ricordi ben definiti.
    Di ciò che citi tu nel post ricordo benissimo Candy Candy :) ma era prevedibile, no? Tutte le mie amichette (anche negli anni successivi in cui abbiamo rivisto più volte il cartone) innamorate perse di Terence o Anthony... invece adoravo Albert.
    Poi ricordo la strage della stazione di Bologna, nonostante non capissi i motivi e tutta la situazione, ma le notizie e le immagini al TG in televisione mi colpirono moltissimo.
    Ma, da irpina, purtroppo un ricordo va a sovrastare tutti gli altri: il 23 novembre sera la terra tremò per 90 interminabili secondi e fu il finimondo. Io,ringraziando il Cielo, non ho avuto perdite nè tra familiari nè tra amici e questo ha fatto sì che i miei ricordi poi siano per fortuna legati più a tutto il "contorno" vissuto quella sera stessa e nelle settimane seguenti, ma ciò non toglie che sono momenti che non potrò mai, mai dimenticare.
    Un abbraccio, Miki.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non voglio manco immaginare cosa è per 90 secondi. Cioè, una cosa che non finisce più :o
      Pensa che tanti, da allora (40 anni!) ancora vivono dentro i container. Assurdo...
      Parlando di cose più belle... direi che Candy fu la prima vera soap a cartoni animati!

      Moz-

      Elimina
  9. Beh, devo dire che sono pochi i periodi spensierati della mia vita ma gli anni '80 rientrano tra quelli. Ho vissuto ogni cosa che hai elencato tra gioia e dolori.
    Tranne lo sport che allora proprio non consideravo, ma comunque conoscevo per via di mio padre molto preparato in materia.
    Ricordo cartoni, musica, film e libri (ho adorato Eco in seguito, altrimenti lo avrei portato al mio esame di maturità, mannaggia...).
    Comunque mi ha fatto troppo sorridere Maris. Candy era il mio cartone preferito, più di Lady Oscar e come lei adoravo Albert. Invece mi stava terribilmente sulle scatole Terence...ahahahahah...
    La strage di Bologna...che tristezza.
    Il terremoto è una piaga terribile che abbiamo avuto e subito. La mia famiglia ha perso molto, parenti e luoghi di grande bellezza che non abbiamo più, purtroppo. Comunque ci sono i ricordi e sono tutti bellissimi.
    Bel post del quale ti ringrazio. Abbraccio e bacio, ciao Mk!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe quindi due a zero per Albert!
      Mi spiace per le perdite umane e non di quarant'anni fa... un vero peccato. Sopravvive il ricordo, certo.
      Grazie a te per aver condiviso i tuoi ricordi, piuttosto^^

      Moz-

      Elimina
  10. P.s. odiavo pac-man perché non riuscivo a salire molto di livelli...ahahahah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha! Io ho adorato PacMania :)
      Ma mi sa che ne parliamo domani!

      Moz-

      Elimina
  11. mancavano ancora 7 anni alla mia nascita, quindi non posso ricordare niente xD

    Eppure gli anni '80 sembrano l'inizio della post-storia, un po' come l'aveva teorizzata Hegel: fa impressione sapere che siano passati 40 anni (!!!) quando sono così vicini!

    Per fare un esempio: tra il '68 e l'80 sono passati solo 12 anni, eppure quanto è cambiato il mondo? Ora facciamo lo stesso discorso su di un periodo quasi QUADRUPLO (cioè appunto dall'80 al 2020)... io faccio fatica a vedere le stesse differenze!
    Per carità, ci sono state (caduta del muro di berlino e del comunismo in tutta l'Europa dell'Est con quel che ha comportato), ma se pensiamo a cosa era il mondo nel '40 e quanto è cambiato nei 40 anni successivi, sembra che il mondo abbia rallentato clamorosamente, se non proprio fermatosi...

    sì, lo so, pippe da filosofo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che ci sono state velocizzazioni su altri piani... specie quello virtuale/tecnologico.
      Comunque sì, fa strano pensare al '68 (che considero vintage) e l'80 (che è solo retro, ma per me è MASSIMO 20 anni fa XD).
      Chissà perché questa percezione...

      Moz-

      Elimina
    2. in realtà è come se gli ultimi 15-20 anni ci siano stati anagraficamente ma non in termini tecnologici o sociali, dato che il mondo come era nel 2000 è grossomodo ancora oggi, solo più evoluto: internet, per esempio, c'era già all'epoca assieme a tutti i prototipi degli odierni siti di ecommerce, di streaming, le console, film e telefilm ecc... oggi è tutto un filo più prestante, ma non sono rivoluzionari come poteva essere il mondo pre e post internet o pre e post vhs o pre e post playstation 1...

      credo che sia questo che cambia la nostra percezione del tempo...

      Elimina
    3. Diciamo però che internet e tecnologia dell'epoca non possiamo paragonarle a quelle di adesso... in un certo senso, oggi la nostra vita e le nostre abitudini sono cambiate proprio a casa di questo. All'epoca erano invece un "plus" alla normale quotidianità :)

      Moz-

      Elimina
    4. @Andrea87 & MikiMoz

      Il mio pensiero equivale alla somma dei vostri pensieri...

      Da una parte concordo con Andrea87 perché il mondo al 1°gennaio 2000 sembra visto con gli occhi di oggi una versione molto ridotta dell'attuale presente. Dall'altro la penso come MikiMoz, non solo non può essere paragonata ma la cultura era completamente diversa!

      Basta anche solo pensare alle abitudini quotidiane delle famiglie di vent'anni fa. C'era ancora una televisione focolare che era il centro dell'intrattenimento serale, la maggior parte dei nostri genitori non sapeva usare internet, non c'era ancora la moda dei social network con annessa psicosi dell'apparenza...
      Gli edicolanti facevano ancora tanti soldini, così come le videoteche erano ancora molto frequentate, sempre in tv venivano trasmessi programmi, film e cartoni dal successo travolgente...

      Poi piano piano ma inesorabile le cose sono cambiate sempre più...

      Elimina
    5. Sì, ecco: diciamo che il vero cambiamento è stato sulla comunicazione, sui sistemi di comunicazione e sui supporti...

      Moz-

      Elimina
  12. La sera del 23 novembre 1980 ero con mia moglie (anche lei "vesuviana", da 2 anni sposati), a Ostia Lido, nella nostra casa (allora prestavo servizio all'EUR alla Criminalpol). Stavamo cenando quando vedemmo muovere il lampadario. Corremmo in strada, dove trovammo altre persone. Poi la notizia del terremoto che aveva devastato la Campania. Le linee intasate - non riuscivamo a contattare le nostre famiglie. Un incubo che ancora mi porto dietro... brutta annata 😦

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dev'essere stato terribile anche a distanza, proprio per ciò che dici.
      Le comunicazioni interrotte gettano in un incubo ancora più grande...

      Moz-

      Elimina
  13. Nel 1980 avevo cinque anni, ma ricordo benissimo la maledetta serata del 23 novembre, quando un terremoto ha sconvolto l'Irpinia e non solo.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello ha segnato davvero l'annata, assieme alla strage di Bologna.

      Moz-

      Elimina
  14. Io avevo 3 anni e tanta cose le ricordo ma ovviamente conoscite dopo quando ero più grande.Non mi ricordavo che Hitchcok fosse morto nell'80.

    RispondiElimina
  15. Io ero un'adolescente nel 1980 e ricordo quasi tutto (a parte gli eventi sportivi che non mi hanno mai interessato). Magari non ricordavo esattamente che certe cose fossero successe proprio nel 1980, per esempio, visto che mi sto riguardando Candy Candy in questi giorni, mi chiedevo giusto in che anno fosse arrivata in Italia et voilà!
    Ho in particolare un ricordo molto vivido della strage di Bologna. Ero seduta nel buio del salotto, alla viglia della partenza per le consuete vacanze in montagna, e quando sentii la notizia al telegiornale corsi subito a informare i miei genitori. Rimanemmo tutti increduli davanti al televisore; probabilmente la cosa ci solpì tanto più perchè Bologna è vicina a dove abito, ci si è sempre recati spesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è così: più le cose sono vicine, più le "sentiamo".
      Certo quando succedono eventi simili, stragi capaci di uccidere molte persone, è assurdo. Da un lato, se lo fa la natura, forse lo si accetta di più... ma se avviene per oscure trame politiche, allora no...

      Moz-

      Elimina
    2. Verissimo, agli eventi naturali bene o male ci si arrende e ci si rimbocca le maniche più facilmente per ricominciare... Quando invece c'è di mezzo terrorismo o matti che sparano all'impazzata... 😥

      Elimina
    3. Ecco, quello non è giusto. Non è giusto che la gente paghi per oscure trame, circostanze sfortunate o altro...

      Moz-

      Elimina
  16. Che bellissimo post. 1980, avevo 24 anni ed ero entusiasta e grata alla vita (meno male che lo sono ancora).
    Ricordo quasi tutti gli avvenimenti che hai citato.
    Su “quel” treno, il Bologna, dovevo esserci anch’io, per un disguido non l’ho preso.
    Il terremoto, stavo uscendo per una serata con gli amici e arrivò la notizia.
    “Quel” libro ha fatto storia.
    Il cartone mi piaceva tanto.
    E i post-it hanno invaso le scrivanie di mezzo mondo.
    E il giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre, un grande artista ci lascia.
    Buon pomeriggio Miki.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, i post-it... incredibile quella invenzione.
      Ha davvero colorato le scrivanie di ogni ufficio, le cucine e le camerette di ogni casa :)
      Comunque... 1980, anno sicuramente frenetico, forse la coda degli anni '70 per le cose brutte, e l'inizio degli anni '80 per le cose migliori... :)

      Moz-

      Elimina
  17. Denis: escono anche L'impero colpisce ancora, Atmosfera Zero,I cavalieri dalle lunghe ombre, American Gigolò, Venerdi 13, come canzoni ricordi queste Biko, Winner takes it all, In alto mare, Reality, Amour Solitaries.
    Di serie tv del 1980 ricordi solo queste: Boomer, Flo e Galactica.
    Di cartoni ricordi questi: Trider G7, Sampei, Don Chisciotte.
    In uno show Hulk Hogan come Heel (cattivo) effetua una body slam su Andrè The Giant e un falso storico quella effetuata nel '87 a Wrestlemnaia 3.
    Cara Dolce Kyoko proprio un bel cartone animato.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. In che senso un falso storico quella del 1987? Hanno semplicemente riproposto la scena di sette anni prima?
      In alto mare!! Mitica :)

      Moz-

      Elimina
    2. Denis:Nel senso che era gia stato sollevato Andrè e pure in Giappone sempre da Hogan, e proprio un canovaccio dei match tra face e monster heel, il face fa fatica ad alzare il gigante di turno e alla fine c'è la fa, anche John Cena faceva cosi contro Big Show

      Elimina
    3. Ah ecco, diciamo... una trama già vista. Sarà un cliché...

      Moz-

      Elimina
  18. Che bella questa rubrica.
    Adoravo Candy Candy, come anche la canzone della Streisand.
    Peccato per Lennon e curiosa l'invenzione dei post-it. Onestamente credevo fossero più antichi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, invece è giusto che siano degli anni '80! XD
      La canzone della Streisand è bellissim!

      Moz-

      Elimina
  19. Maison Ikkoku sarà la mia prossima visione "anime" terminato Virtua Fighter. Sono curioso, anche se tra serie e oav, sono oltre 100 episodi :).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona scelta! A me piace molto.

      Elimina
    2. Io la vidi tutta, ho anche il manga. Una bella storia, delicata e quotidiana^^

      Moz-

      Elimina
  20. Non c'ero, non ricordo ma ne sapevo qualcosa, ora ancor di più, comunque un anno di morte, ma anche di nascita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì: la morte del brutto degli anni '70, la nascita del bello degli anni '80 :)

      Moz-

      Elimina
  21. In quell' anno non ero stato ancora progettato XD

    Veramente interessante come rubrica. Una domanda: il significato di "Mozploitation" (Moz sì, ma ploitation?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, è un gioco di parole con moz e exploitation.
      Ossia "sfruttamento", che è un concetto specie del cinema b, da cui si sviluppano varie correnti: bruceploitation (film che sfruttano la figura di Lee), ozploitation (film australiani), blaxploitation (film per la comunità negroamericana, alcuni famosissimi), sexploitation, naziploitation, gayploitation ecc ecc...

      Siccome questa mia etichetta vuole "sfruttare" dove possibile cose che ho già scritto o comunque argomenti che tratto, ne faccio una sorta di racconto :)

      Moz-

      Elimina
    2. Ah, interessante! Ho scoperto una cosa nuova! :O

      Elimina
  22. i post it <3 pensavo esistessero da molto più tempo!

    RispondiElimina
  23. A parte la terribile strage di Bologna, io ricordo la morte di John lennon, e di un mio amico che piangeva come una fontana. Era la fine di ogni speranza, che i Beatles tornassero insieme
    Ciao Miki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, posso davvero immaginare cos'abbia significato per i fan...

      Moz-

      Elimina

grazie per il tuo commento :)