°La Pasqua fa miracoli (la Salvezza)

"Io, quando tutto trema,
anch'io, sì, cerco il mio sistema...
Vivo dentro un incantesimo
come qualcosa di magico...
Viaggia dentro, viaggia dentro di me..."
(Incantesimo, Litfiba 1999)

Ogni tanto, certo ingenuamente, qualcuno mi dice sempre la solita cosa: "se tu non sei cattolico, non dovresti festeggiare in questi giorni, quindi dovresti andare a lavorare".
Premesso che il lavoro non ce l'ho, e la voglia manco, e premesso che ci sono cose imprescindibili dalla volontà di ciascuno, come le date rosse su un calendario, quale che sia la natura della festa..., premesse queste cose, è chiaro che quell'affermazione di quel qualcuno è banale e ignorante.
Perchè se c'è davvero gente che non avrebbe diritto di festeggiare, riposarsi, e respirare, in questi giorni, beh quelli sono proprio i cattolici. E non parlo solo dei cattolici di facciata, quelli che si presentano in chiesa a Natale o Pasqua, più tre domeniche assortite nel corso dell'anno, ed eventualmente qualche matrimonio o funerale. No.
Parlo dei cattolici in generale. Poveri di date, ma certo non poveri d'eventi (tra Bibbia e tradizioni, ne hanno di cose da raccontare...), però sicuramente con un malcelato senso di inferiorità (chissà perchè...) rispetto alle altre tradizioni, devono arrancare in modo bizzarro ed esilarante, e spesso sciocco e ridicolo, inventandosi degli avvenimenti per sostituirli a quelli dei culti precedenti.

Io sono un pagano. E non significa che prego Zeus: io non prego nessuno. Sarò in difetto, sarò impuro, e sarò condannato all'Inferno, ma oltre a sentirmi meglio di chi si professa cattolico e prende le vacanze dalla Chiesa in concomitanza con le date nere del calendario, ricordandosene solo in quelle rosse..., mi sento molto, molto meglio di chi ancora, nel 2011, bontà sua, crede e spende la sua forza spirituale per una religione che è un dato di fatto storico essere stata creata man mano a tavolino, e probabilmente inventata. Insomma, non c'è nessuna differenza, o quasi, tra la storia di Gesù e la carriera di Lady Gaga, o dei Finley.

Gesù non è niente altro che un archetipo che si ripete dagli albori del mondo. La nascita virginale, la morte, la resurrezione. Sono miti presenti in ogni tempo e cultura, e non potrebbe essere altrimenti perchè sono cose del tutto naturali: parliamo del sole che sorge e tramonta, parliamo delle stagioni che si ripetono, parliamo di solstizi ed equinozi.
Ma se a Pasqua in realtà festeggiamo la natura che Risorge, dopo l'inverno, questo è un dato di fatto imprescindibile: abbiamo la primavera a dimostrarcelo. Dimostratemi invece che Gesù è davvero morto e risorto, avanti!

Il mito della Ressurrezione è vecchio come il cucco. Ogni religione precedente ha qualcosa di simile. Sapete quanti messia hanno detto e fatto le stesse cose prima del Cristo? Più di venti. Direi che hanno maggior diritto loro, di essere ricordati, tra oggi e domenica, e non Gesù, che è il più giovane tra loro.
Sapete che la croce non è altro che un simbolo pagano di culti solari e fallici?
Ma i cattolici han pensato bene, evidentemente infischiandosene dell'accostamento "alla cazzo", di sostituire il palo della crocifissione con la croce che era... "dura" a morire nell'immaginario collettivo. E, per la stessa ragione secondo cui a Natale abbiamo ancora l'Albero, a Pasqua ci ritroviamo col coniglietto e le Uova. Che niente hanno a che fare col cristianesimo, ed è giusto così: perchè in fondo, nel cuore, tutti siamo pagani, tutti ci salveremo: non c'è inganno religioso che tenga, per fortuna. Per quanto vi sforziate di dire all'unisono con altre pecore un Pater Noster o un Mea Culpa (come se i peccati di ognuno avessero tutti lo stesso peso e durata), vi salverete da questo inganno d'ignoranza.

Inoltre, ho sempre trovato scorretto il modo in cui i cattolici cercano di far passare i Romani, tra un Ben Hur e un "morì sotto Ponzio Pilato". , pare che in chiesa i centurioni debbano passare come Hitler o Stalin. Hanno messo a morte un uomo, forse un dio. Embè?
Due conti se li saranno fatti pure loro: il più grande impero della Storia, gente così avanti che all'epoca "c'aveva già li froci quanno l'artri popoli sonavano ancora er tamburello", non poteva certo sbagliare così, nè essere in cattiva fede.
Io tifo per i Romani.

L'affermazione di qualcuno, che ho riportato a inizio post, quindi, non vale per me. Io festeggio la Pasqua perchè festeggio la rinascita, o Resurrezione -come ve pare- della Natura. Natura che rispetto, o perlomeno cerco di rispettare sempre. Che siano numeri neri o rossi, sul calendario, che sia estate, autunno o inverno. O Primavera.
Quel qualcuno potrebbe aver ragione sulla Pasquetta, il Lunedì in Albis, lunedì dell'Angelo. Forse questa sì, è una ricorrenza solo cattolica (pure se gli angeli sono dei messaggeri divini presenti anch'essi in ogni culto).
Ma quest'anno, voilà, anche la mia eventuale scampagnata è salva: guarda un po', Pasquetta coincide con la Festa della Liberazione. E io, oltre ad essere pagano, sono anche antifascista.

Buona Pasqua dal Moz o' Clock.

110 commenti:

  1. Bhe, non mi aspettavo altro da te Miki, un post ricco di tutto, ma soprattutto ricco di verità.
    Mi piace come ne parli, e soprattutto mi piace il tuo punto di vista sempre critico, spesso colorito ma sempre sai quello che dici a differenza di molti, ma anche di molti cattolici.
    Sono d'accordo con te praticamente in tutto, e godiamoci questa primavera!

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  2. Non so perchè questo discorso mi ricorda vagamente le chiacchiere di ieri sera e dei giorni precedenti! ;P
    Per quanto sia cattolica (anche se forse posso definirmi una " cattolica pagana"?), non posso sicuramente lanciarmi in una prosopopea a favore della Chiesa e di tante scelte alquanto discutibili, o trovate di convenienza che sono palesi ai più, e invisibili soltanto a chi non vuol vedere! Ma MIki sai come la penso sulla Chiesa cattolica e sarebbe inutile e troppo complesso parlarne qui in un commento!

    Nonostante la tua minaccia di poco fa di un "post cattivo sulla Pasqua" sinceramente non lo vedo proprio così!
    Anzi il tuo è un po' lo spirito che dovrebbe animare anche i cattolici praticanti soprattutto in questo periodo...ovvero serenità e tolleranza ( perchè tu non sei intollerante verso il cattolicesimo, bensì polemico) per godere della bellezza della Natura, o se vogliamo parlare in termini cristianocentrici della famigerata " bellezza del Creato" che in questo momento rinasce, che si voglia o meno credere alla Resurrezione di Gesù!

    Buono Spirito Pasquale e/o Buon respiro di Primavera!^_^

    RispondiElimina
  3. E' uno spaccato di ipocrisia umana.

    Ma sti discorsi sono vecchi. Anche di Natale è lo stesso.

    Tra i bisogni dell'uomo alcuni non possono non esistere.

    RispondiElimina
  4. Buona rinascita Miki!:P
    E non mangiare troppi superblob uaahauah..prrrrr =)
    un bacione:*
    Anas*

    RispondiElimina
  5. Miki, ti devi reincarnare in uno scarabeo stercorario! Ahahaahah auguri di buona Pasqua e felice anno nuovo!

    RispondiElimina
  6. Uff, ho riscritto questo post tre volte, mi accorgo sempre che è troppo lungo...praticamente un post! :P

    Comunque, il succo di quel che voglio dire è che hai perfettamente ragione.
    Sono cattolica, ma credo poco nella Chiesa, ahimè quasi per niente. Ma quello che dici tu è vero, sacrosante parole U_U
    Certo, paragonare Gesù a Lady Gaga...per carità, non per qualcosa...ma proprio a Lady Gaga devi paragonarmelo?? >.< Lady Gaga può essere paragonata solo ad una nullità...e mi spiace se c'è qualcuno a cui piace :P

    Buona Nuova Primavera!

    RispondiElimina
  7. caro miky con la y come piace a te devi sapere che il cristianesimo c'è da 2000 anni perchè non è una puttanata dinanzi al messaggio cristiano sono crollate tutte le filosofie e scienze le quali non sono mai riuscite e ancora non ci riescono a rispondere alle domande fondamentali della vita chi sono da dove vengo perchè vivo ecc Il cristianesimo si perchè non è una filosofia o una religione nel senso delle religioni naturali ma una esperienza di Cristo risuscitato nella propria vita ed è proprio qui concretamente nella tua vita che puoi sperimentare la pasqua passaggio dalla morte alla vita dal peccato che ci rende schiavi e produce la morte dell'essere la morte ontologica (provare per credere) alla vita che viene dall'amore non quello di una madre per un figlio o di un ragazzo per una ragazza o di un amico per un amico ma il più immenso fino a dare la vita anche per un nemico per i peggiori per l'assassino per il ladrone per l'ultimo della terra che tutti scansano, questo amore si chiama Cristo che ha dato la vita per noi per tutti fino alla morte e che morte morte di malfattore morte di peccatore morte di croce. Non conosco nessun Dio che si sia umiliato tanto (vedere la passione per rinfrescarsi un pò le idee)per amore della sua creatura e la cosa più bella è che anche tu puoi arrivare ad amare così perchè lui che per primo ha amato in questa forma che è la dimensione della croce ti dà il suo spirito che ha in se questo amore ora sappi che tutto finirà anche la tua primavera ma una cosa rimarrà per sempre anche dopo la morte perchè ha vinto la morte ed è precisamente questo amore e noi con lui se amiamo Cristo coraggio Gesù ti ama. By un anonimo

    RispondiElimina
  8. @ Anonimo (penso di aver capito chi sei, però puoi firmarti... anzi, firmarty, con la ipsilon!)

    Dunque, dici che il cristianesimo c'è da 2000 anni. Vero. C'è SOLO da 2000 anni. Un po' pochi, rispetto alle altre religioni.
    E comunque, spero non vada avanti ancora per molto: 2000, per questa storiella, sono pure troppi.

    Dici che ha risposto a tutte le domande fondamentali della vita, ma non è vero. O meglio, è vero solo se si ragiona come per tutte le altre religioni, ossia per dogmi e misteri della fede.
    Pure io posso inventarmi che dopo la morte c'è un mondo dove potrò vivere sempre leggendo Berserk, un mio paradiso. Ma ciò non significa che sia vero.
    E anche quando farò apparire una madonna che dirà che è così, non sarà provabile ugualmente.

    Gesù è inoltre solo l'ultimo dei moltissimi "messia" nati morti (in croce) e risorti, che han dato la vita per uno scopo più grande.

    Sono d'accordo con te sul concetto d'amore, infatti io ti amo (chiunque tu sia) ma se Gesù ama me, mi dispiace per lui, dovrà cercare altrove perchè purtroppo non è un amore ricambiato.

    Prima di lui dovrei amare gli altri 20 messia più originali.
    E sono anche bei maschioni, guarda Odino! ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  9. P.s. : gli altri mi scuseranno se ho risposto solo all'Anonimo, ma diciamo che è proprio... un caso "limite" :)

    Ad Arctic, Eliell, Marik, Anas, Sandrino e H.Q., va il mio sincero grazie per il commento :)

    Moz-

    RispondiElimina
  10. qualche volta non ascolti non si tratta di dogmi ma di una esperienza vissuta,se sei daccordo con me sul concetto di amore allora devi ammettere che è unico nel suo genere e quindi originale e questo fa originale anche Cristo per i 2000 anni mi rettifico sono circa 4000 mi pare o forse di più visto che il Cristianesimo ha le sue radici nell'ebraismo e infatti Gesù era ebreo

    RispondiElimina
  11. Ma l'esperienza vissuta è una cosa soggettiva, non oggettiva.
    Gli sciamani africani (tié :p) danno a queste esperienza nomi e qualità diverse...
    ...se fosse Gesù unico e per tutti, e soprattutto reale e tangibile e scientificamente provato, sarebbe una cosa universale, dal Giappone al Polo Sud.

    Le esperienze sono soggettive ed ovviamente sono parte del bagaglio socio-culturale di ognuno... se stavi in Giappone col cazzo che parlavi di Gesù ed ebrei, avresti detto che c'erano gli dei scintoisti ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  12. Sappi che il cristianesimo è in ogni parte del globo ci sono anche giapponesi cristiani inoltre l'esperienza di una persona può essere visibile ed oggettiva anche per gli altri quando vedi ad esempio un profondo cambiamento in qualcuno, una trasformazione,(vedere la vita di tanti santi),quando quell'amore di cui ti parlavo è in te e gli altri lo avvertono, avvertono che è autentico e non è una chiacchiera e un amore così non te lo puoi dare da solo ma viene da Dio trascende infatti le nostre capacità perciò se incontri uno con questo amore ecco la prova inconfutabile che Dio esiste, per esempio

    RispondiElimina
  13. Il cristianesimo per me è PURTROPPO è in ogni parte del mondo. Ma non dimenticarti che, anche se è la religione maggiore, anche le altre tipo l'Islam sono ovunque.

    Tu non parli di prove oggettive, ma di cose dove ognuno, col suo bagaglio culturale, può vederci quel che meglio crede.
    Io per esempio non parlerei di Dio o Gesù se vedessi un cambiamento (anche positivo): potrei parlare di uno Spirito X, di pazzia, di qualsiasi altra cosa.
    E non potrei dimostrarti di avere ragione, esattamente così come tu non puoi dimostrarlo a me. Altrimenti saremmo tutti OVVIAMENTE cristiani, così come io e te siamo, chessò, insidacabilmente italiani.
    Oppure già ti sei preso la cittadinanza africana? :p

    Moz-

    RispondiElimina
  14. Quell' amore assoluto, o infinito di cui parlate, esiste, ma ha ragion d' essere indipendentemente dalla religione che si segue.
    Nessuno ovviamente vieta a chi ha una determinata fede di ritenere che la presenza di quell' amore in un essere umano possa essere segno di una presenza divina in quella persona. Ma è appunto una questione di fede e non di verità imprescindibile per chi di quella religione non fa parte.
    Io che sono cattolica posso vederci un segno un segno di Cristo, per quanto in realtà sia più portata a pensare che sia un qualcosa insito nel genere umano (nonostante spesso religione e scienza concordino nel vedere l' uomo come un essere malvagio a priori, cosa con cui non concordo), perchè anche chi non crede, anche l' aborigeno più ignaro, l' ateo più convinto possono essere protagonsti di gesti di amore incondizionato, gratuito anche a costo della proprio vita.
    Che il vero "Dio" sia quell' amore di cui parliamo, che esiste a prescindere da religione o a-religione e cultura, che poi può arrivare a prendere il nome di Dio/Gesù, di Allah, di Budda, di Dea Madre o semplicemente di Fiducia nel genere umano e nelle capacità dell' uomo?

    RispondiElimina
  15. Il cristianesimo esiste da 2000 anni, cosiccome esiste l'oroscopo, per cui non è che se il cristianesimo ha 2000-4000 anni, e un'altra religione ne ha 850, vice quella che ne ha di più, perchè se l'età è una garanzia di veridicità di una religione...allora l'animale che esiste da milioni di anni vince!
    Io sono stato credente, ma poi ho avuto l'illuminazione e son diventato ateo - anticlericale, perchè essere relegato ad una religone, e ancora peggio, alla Chiesa, bhe...era un'offesa all'intelligenza.
    Una Chiesa che insegna l'amore e che violenta bambini, preti che evangelizzano tutto quello che loro non fanno, Chiesa che condanna la scienza e che a momenti è contro anche se prendiamo un oki per il mal di testa, Chiesa che ci opprime e religioni che ci soffocano, ecco dove viviamo e con chi viviamo!
    Non occorrono bibbie per volersi bene, o un Cristo per amare, queste cose, come ho detto spesso, ci vengono da dentro, perchè sennò le crociate? Le persone bruciate? Noi veniamo da una Chiesa che bruciava la gente, e che le ammazzava brutalmente, peggio di un olocausto, se non credevano alle cazzate in cui credevano loro, un esempio su tutti è quel povero Galileo che tra poco friggeva per aver CAPITO come cazzarola funziona questo mondo!!
    Non ci sono prove dell'esistenza di Dio, questo è quanto, e ancora ci si arrampica sugli specchi con le apparizioni e i messaggi di posti immacolati, mentre la gente ha bisogno di ben altro, no di 'ste panzane!
    La fede? Ok, l'unica cosa che mi sta bene, non la critico, anzi, so che è indispensabile per talune persone, è un ottimo placebo per i mali mentali e psichici, infatti, anche se son ateo, io MAI ho inculcato dubbi ai credenti ferventi, io voglio il bene per gli altri, anche se questi credono ai folletti che danzano con biancaneve, l'importante è il bene loro.
    Ma non ci venite a dire, che la Chiesa insegna l'amore, che Dio è amore ecc...perchè poi qua, mi incavolo!!!!
    Credete, praticate, pregate, inginocchiatevi, ma non rompeteci le uova nel paniere a noi che ci abbiamo capito qualcosa!

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  16. Io mi sento a posto, e in grado di amare davvero, anche senza Gesù o il suo esempio.
    Che sia un esempio o un messaggio corretto non lo nego mica, anzi.
    Ma non è che bisogna seguire per forza Gesù per essere buoni&giusti.
    Anche i folletti e biancaneve possono insegnare lo stesso.

    La religione cattolica è stata solo la più brava a inventarsi la storia migliore, tra sofferenze e speranze, ma è un archetipo che si ripete e ripeterà nei secoli dei secoli.
    Amen.

    Moz-

    RispondiElimina
  17. D'accordo per filo e per segno su quello che dici. Non ci servono le religioni per sentirsi a posto, o i santi, bastiamo noi con la nostra dignità.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  18. Il seguente commento me l'ha inviato l'Anonimo via mail, perchè con la connessione da terzo mondo che ha, non riesce a scrivere sul Moc, oggi...^^

    "se la verità sta nell'amare e amare di quell'amore più assoluto divino di cui stiamo parlando allora io non ho ancora capito quale amore hanno mostrato Allah maometto Buddah la dea Madre o quello che volete invece di Cristo si capisce benissimo,si credo che forse oggi ci sia ancora qualcuno capace di dare la vita per una giusta causa o per un amico o un famigliare forse per una persona da bene(e sono pochi)ma chi darà la vita per il nemico, per l'assassino, la prostituta,il pedofilo ecc perchè mi pare che il perdono è per tutti,credo possa farlo solo chi ha questo amore divino e che quindi può venire solo da Dio e l'unico Dio che lo ha mostrato mi pare sia solo Gesù.infine per capire che uno ti sta amando non mi sembra ci voglia la cultura lo capisci e basta se è autentico e io penso che venga da chi per primo lo ha mostrato cioè Cristo, invece tutti gli altri spiriti o quello che volete nessuno li ha visti e di certo non amare così,cmq come Gesù ha detto "Amatevi come io vi ho amati e siate perfettamente uno da questo riconosceranno che siete miei discepoli".Non si può fare di tutta l'erba un fascio riferito alla chiesa perchè ci sono o ci sono stati molti cattolici che aiutano il prossimo (come madre Teresa di Calcutta) certo non tutti ma il giudizio finale non spetta a noi infatti neanche Cristo è venuto a giudicare o a condannare ma a liberare e perdonare se qualcuno non segue o non ha seguito il suo esempio dovrà rendere conto al Padre eterno piuttosto voi che dite di non aver bisogno di Dio chiedetevi se siete capaci di amare come lui ci ha amati o di soffrire per un altro come lui ha sofferto per noi fatti non pugnette(rivedere Madre Teresa e tanti altri santi) sennò non avete capito proprio niente. Caro Miki voglio però cambiare discorso perchè noi saremmo capaci di continuare all'infinito,cmq la cittadinanza africana non l'ho presa rimango italiano ma in effetti anche cittadino del mondo,senti hai visto dylan dog,com'era?



    Mi raccomando stammi bene e a presto, baci dal tuo africano preferito.

    Anonimo"

    RispondiElimina
  19. Non sono assolutamente d'accordo, le religioni non occorrono a niente, solo per opprimerci, posso essere d'accordo sugli esempi che hai citato, come Teresa di Calcutta, ma possiamo citare anche Giovanni Paolo II, grande uomo dalle grandi virtù.

    Anche Gesù è un grande esempio, ma non è Dio, non ci sono prove di nulla dei suoi miracoli ecc...siamo noi che l'abbiamo promosso Dio, poi di crocefissi santoni nella storia ce ne sono moltissimi.... tornando sul fatto che Gesù non sia Dio è ovvio, il tutto è nascosto nel Vaticano, dove tengono i vangeli APOCRIFI, ovvero Vangeli che parlano di una vita con una donna di Gesù, e di altri fatti della sua vita, che non lo vedrebbero Dio, bensì un uomo normale, cioè, quello che è stato.

    Perdono, condanna, giudizio, oddio! Ste cose chissà perchè puzzano di muffa, un Dio che ci ama a vostro dire e che poi giudica e condanna.

    Se Dio è tanto buono perchè esiste il male? E se è onnipresente, vuol dire che si trova anche dove è il male, quindi Dio è anche male.

    Vabbè, chiaro che non esiste, comunque...condanne e giudizi, rimangono per me sotto metri di polvere di medioevo, amen.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  20. @ Matteo: come sai non siamo per nulla d'accordo nè mai potremmo esserlo.
    Se tu sei cattolico, e stai bene così, sono felice per te (anche se ti ripeto: si dovrebbe sempre avere una visione più aperta, della religione, dei culti, della vita).
    Ma non condivido nè l'evangelizzazione, nè la questione "totalizzante" del cattolicesimo.

    Solo io ho potuto evangelizzarti, portandoti il vero Verbo, ossia Berserk.
    E sappi che ti ho comprato il volumetto 69 ;)

    Sul film di DyD: non l'ho visto, l'ho giudicato osceno a priori, visto che persino la Bonelli l'ha disconosciuto. Non è ambientato a Londra, non c'è Groucho, nè Bloch. La trama verte su licantropi e vampiri, manco fosse Twilight, ma soprattutto manca una cosa: la metafore dell'orrore nel quotidiano, su scuola S. King, che ha sempre caratterizzato il fumetto, e nel film è del tutto assante.
    Sarebbero stati soldi sprecati, e comunque tempo sprecato. ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  21. Ovvio Miki, non potremmo mai essere d'accordo con lui, vabbè che non mi incantano per niente i suoi discorsi, ma non mi incanta proprio la religione e il cattolicesimo, quindi, questo Dio buono mi destinerà al fuoco dell'inferno, vedete quanto è buono?
    Comunque ognuno crede in quello che vuole, sti cavoli, ma non rompeteci le uova nel paniere con le vostre cavolate cattoliche - cristiane!

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  22. Dio non condanna nessuno siamo noi che ci autocondanniamo escludendoci dall'amore e il perdono che ci vuole dare, il male esiste perchè siamo liberi,Dio è onnipresente ma non per questo deve costringersi a stare dove non vuole, e non si tratta di lasciarsi incantare dai miei discorsi non è a me che si deve credere che sono un poveraccio e un peccatore ma allo Spirito che si dà attraverso la predicazione perchè la fede viene dall'ascolto e se uno non ascolta perchè ha chiuso il suo cuore e confida solo nelle sue forze non può ricevere nè lo Spirito nè la fede e rimarrà nel suo orgoglio ma vedremo queste persone cosa sapranno fare quando arriverà la prova.qua si parla di vangeli apocrifi ecc ecc voglio sapere se chi ne parla ha mai letto la bibbia o studiato sacra scrittura per poterne parlare dall'alto della sua cattedra,poi piacciono gli esempi di Madre Teresa e Giovanni Paolo II bè mi sembra che fossero cattolici e non mi pare fossero oppressi dalla loro religione piuttosto resi liberi vista la loro vita e ancora mi si accusa di scrivere cavolate allora perchè questo eminente scienziato non cerca lui di darmi il senso della vita chi sei da dove vieni dove vai perchè vivi? buon ateismo.Caro Miki allora non mi sono perso niente riguardo a dylan dog dico,meno male e grazie per Berserk in questo è vero mi hai evangelizzato ma ricorda la mia missione con te non è mica finita chissà magari alla fine darò la vita per te non io però ma lo Spirito di Dio che forse quel giorno sarà con me e tu ti salvi oppure io non mi salvo perchè sono peccatore peggio di te e mi salvi tu.Alla proxima

    RispondiElimina
  23. @Matteo: per me GP II non è nè un esempio nè mi sta simpatico. E' un papa, come tutti. Figura-burattino del Vaticano. Magari era una persona buona, ma questo indipendentemente dalla sua figura storica, che di divino ha sempre ben poco ;)

    Comunque, intanto ti ho salvato dalla visione di DyD, è già qualcosa.
    Comunque tra poco qui in Italia esce MACHETE di R. Rodriguez, finalmente: per quello spendo volentieri i sei euri...
    ..potrebbe interessarti, visto che c'è pure un prete molto cazzuto che salva le immonde anime peccatrici... a suon di fucilate XD

    Moz-

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. Caro anonimo, non mi conosci e si vede benissimo, ma devi sapere che io son stato un credente fervente ed anche in seminario, per cui sicuramente ho letto e studiato le sacre scritture, il mistero di cristo, il diritto canonico, la patristica, la mariologia e a piacere anche la demonologia e l'angelologia, ho fatto tutte le esperienze cattoliche di questo mondo, ho visitato santuari, ho conosciuto "miracolati" e pensa, son stato anche a medjugorie per diverse settimane.

    Inoltre ho incontrato gente di vario genere, ho fatto penitenza e digiuni, insieme ad innumerevoli ritiri spirituali, per cui, ripeto, so cosa vuol dire " dall'alto della mia cattedra" (come dici tu) la Bibbia, perchè l'ho letta, l'ho proclamata, e inoltre son stato anche lettore, catechista, volontario e chi più ne ha più ne metta, e se non ci credi, chiedilo a Miki che mi conosce benissimo.

    Detto e assodato questo, aggiungo, che mi son accorto che non avevo bisogno della chiesa e di Dio per essere "buono", anzi, dopo anni e anni, mi sono accorto che la causa dei miei mali era proprio la chiesa e Dio in generale, e poi, per fortuna, ho capito cosa vuol dire amare, e non grazie alla chiesa.

    I discorsi che fai tu io li ho fatti per anni e anni, anzi, i miei erano anche più convincenti XD ( se non ci credi chiedi a miki, pensa ho convertito gente che ancora crede e frequenta per "causa" mia, è buffo XDD ) e mai mi permetterei attaccare chi ha fede, perchè so quanto possa far bene questa autoconvinzione personale, è scientificamente testata.

    Son arrivato ad essere ateo utilizzando non la fede, ma la mente, e son diventato anche un anticlericale per diversi motivi, e nessuno come me, che viveva più in chiesa che in casa, può dirlo e divenirlo, tutto questo per dire che non ho bisogno di Dio per andare avanti, ho capito che questa è un'invenzione umana parecchie volte; vado avanti con le mie forze, forze che mi hanno sempre aiutato e sostenuto anche nei momenti più brutti della mia vita, che ho vissuto e combattuto, SENZA Dio o Dei.

    Come tu non incanti me, io non incanterò te, perchè ricordo benissimo che quando ero credente, nulla e nessuna poteva togliermi le mie convinzioni, e se qualcuno ci provava era solo tempo sprecato, per cui so benissimo che io ( lungi da me questo pensiero )non possa sviarti dal tuo cammino di fede, perchè ripeto, tu sei quello che io son già stato, e ti auguro di essere quello che io sono. XDD (era per completare il detto XD)

    Sono molto duro nei confronti della religione e della chiesa, perchè io so il male che fa, e mi auguro, di cuore, che presto il Vaticano possa crollare come un castello di sabbia, cui interno cardinali che fanno lotta nelle sartorie vaticane per chi ha la dalmatica più bella piuttosto che il piviale), e queste cose mi son state dette da persone amiche che operano nel Vaticano, senza parlare delle farmacie vaticane, che hanno medicine di cui SOLO LORO possono usufruire, ovviamente molto avanti delle nostre, e ripeto, testimonianze di persone che ci lavorano.

    Mi sono allontanato dalla fede e dalla chiesa, e mai mi son sentito così libero e contento in vita mia.

    Finisco dicendo che non bisogna essere credenti per andare in Africa, conosco persone atee che operano meglio di molti credenti, l'amore, ci viene da dentro, non ci viene dalla bibbia.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  26. @ Arctic e Matteo: diciamo che mi sento sicuramente più vicino al pensiero della Volpe Artica, molto simile al mio.

    E' vero, confermo, che Arctic era un "fottuto servo del Signore" (cit.), e una volta -apro gli archivi privati- abbiamo anche discusso in modo acceso sulla religione, e me ne ha dette di tutti i colori :)

    Però voglio dire una cosa, che ha detto Matteo, sulla salvezza. Ecco, la salvezza non si sa dove sia: lo sa solo Dio, semmai fosse comprovata la sua esistenza. Lo sa solo Dio, comunque, per chi in Dio ci crede.

    Io credo invece in una sola cosa: bisogna stare bene con sè e con gli altri, e anzi le due cose sono concatenate.
    Dio e il Diavolo esistono, ma in quanto allegorie.
    Invece esistono bene e male, o Bene e Male. L'importante è stare dalla parte giusta.

    Almeno in questo, penso, siamo sulla stessa barca. Sempre troppo vuota :)
    (mi metto fra i buoni :p)

    Moz-

    RispondiElimina
  27. Ecco, per cui Matteo, non è una bugia quello che ti ho detto, Miki ha confermato.

    Comunque Satana e Dio, due grandissime invenzioni, reggono come allegorie come dice Miki, ma non come realtà, o rivelazione in termini tecnici; perchè, se Dio è così tanto buono, perchè ha creato Satana? Ti rispondo (come ti avrei risposto da credente): perchè Dio rende liberi, e se Lucifero si è ribellato diventando Satana è per causa della sua libertà. E allora aggiungo: se Dio è Onnisciente sapeva che questo Lucifero si sarebbe ribellato, e avrebbe portato il male sulla terra, e perchè ha voluto tutta questa sofferenza? Allora Dio in realtà non è buono. E se conosce tutto, quindi anche le nostre scelte, dov'è il libero arbitrio? E se le nostre scelte non le conoscesse, dov'è l'Onniscienza?

    Chiaro che ci sono dei paradossi enormi, e poi, dire che siamo noi che scegliamo la nostra condanna ( cosa che dicevo anch'io quando ero credente, ma una scusa che non ha mai retto ), serve quasi per giustificare che Dio è talmente buono che non è lui che sceglie dove collocarti, in quale regno inseriti, ma sei tu a sceglierlo! BENE, tutti in Paradiso allora! E Dio ti dice: no, perchè sei stato brutto e cattivo1 Allora vedi che anche qua sei te che scegli per me?

    NON REGGE, non regge e non regge.
    Noi siamo l'unico Dio di noi stessi, non c'è nessuno sopra di noi, siamo noi unici e assoluti.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  28. Ti rispondo dicendoti che la tua frase "Noi siamo l'unico Dio di noi stessi, non c'è nessuno sopra di noi, siamo noi unici e assoluti" è già stata detta ed è l'inganno primordiale il peccato originale tu sei Dio MANGIA, e forse anche tu ma non lo so hai mangiato.Dio è onnipotente ma è anche amore perciò ha deciso per amore verso di noi che la sua onnipotenza finisse dove comincia la nostra libertà, Dio è onniscente ma per lo stesso amore non sa quale sarà il giudizio sopra di te finchè esso non avverrà e anche se lo sapesse è una tua scelta tu hai scelto di essere cattivo dando ascolto alla catechesi del demonio tu hai scelto per padre il diavolo(non tu però parlo in generale)e quindi sempre tu ti sei collocato all'inferno.

    RispondiElimina
  29. Ripeto, i discorsi che fai tu li ho fatti molto tempo fa, per cui conosco le tecniche incantatrici dei cristiani - cattolici, che cercano di impaurire (a me no, perchè uso la testa) la gente con la questione del demonio!
    Il demonio esiste per chi ci crede, punto. Io ci ho creduto, e tanto pure, tanto da studiare la demonologia e da leggermi tutti i libri di P.Amorth e tanti altri, per cui conosco benissimo l'argomento.

    Poi, è interessante come voi cattolici, riusciate a spiegare Dio in una maniera impeccabile, che Dio è se lo si riesce a limitare in qualche frasetta fatta e qualche libro di teologia? E' difficile, se esistesse, capirlo no?

    I cattivi vanno all'inferno, ma chi si intende come cattivi? Io questo voglio capire? Voi cattolici siete così bigotti, retrogradi, chiusi, medievali, limitati, ottusi e creduloni, che fareste andare all'inferno anche vostra madre se poteste, IL MALE siete voi, e non satana, siete voi che terrorizzate i poveri disgraziati, che condannate chiunque come se voi aveste l'Onnipotenza.

    Tutti precisini, perfettini, andate a messa, e poi ne fate di tutti i colori ( non parlo di te, parlo in generale ).
    Io mi vergogno di voi (sempre in generale) onestamente.

    Ma poi dico, un persona che sgobba tutta la vita per la famiglia, che ama i propri figli alla follia, e non va a messa, è cattiva perchè non è andato a messa?

    Ma dai, siete ridicoli!!! ( e lo son stato anch'io ai tempi), e visto che ci son passato per questi terreni, e so quello che dico, ora vi dico chi secondo la Chiesa e la Bibbia va all'inferno:

    1 - Chi non crede in Dio
    2 - Chi non va a messa
    3 - Chi bestemmia
    4 - Chi uccide
    5 - Chi commette adulterio, chi fa l'amore con la moglie/marito, e udite udite anche chi fa l'amore con sè stesso. ( per usare un eufemismo )
    6 - E poi tutti i tipi di fornicatori, peccatori, chi commette mancanze ecc....
    7 - Dimenticavo, anche gli omosessuali...e certo, anche loro vanno all'inferno, creature di Dio, create da Dio ma poi condannate per la loro natura, solo perchè amano un altro come loro...quindi, all'inferno perchè amano in maniera diversa.

    VERGOGNATEVI CHIESA E CATTOLICI!


    Praticamente tutti, compresi i preti, vescovi e cardinali ovviamente, chi non pecca? Ah giusto, c'è il pentimento!
    Come quel prete che vidi in tv, che violentò 100 bambini e disse:" ma io ora mi sono confessato, sto a posto"! Ora mi verrebbe da imprecare in maniera blasfema, ma mi mantengo, cioè, capito? Vabbè che la pedofilia che sta nella Chiesa è ripugnante, ma poi dico, si confessano e non è successo nulla!

    A bhe allora....è facile, è come se uno a scuola prende 2 per tutto l'anno, e il 31 Maggio prende 7 e recupera, promosso, laureato, dottore!!!!

    Basta con queste panzane, io ci son passato, e so che vuol dire, la fede si, perchè no? Alla fine si anche il cristianesimo, visto come tradizione però.
    Ma che voi vi potete permettere di giudicare, dire questo va all'inferno per questo e quell'altro NO!!

    Poi cosa ha scoperto la bibbia? L'acqua calda! I comandamenti? L'acqua calda! Perchè alla fine ci insegna in un certo senso il buon senso, cioè, non ci vogliono i 10 comandamenti per capire che non bisogna uccidere e cose varie...vabbè che esagera poi nel 90% delle cose, però!!!

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  30. @ Arctic: guarda che "seghe" nel mio blog, si può dire :)

    Comunque, è vero che la Chiesa, da che mondo è mondo, essendo uno Stato e un'Istituzione, ha sempre cercato di tenersi più gente possibile per sè. Dapprima con la forza anche violenta, poi sempre facendo leva su paure ataviche (tipo quella della morte...) o sull'ignoranza.
    Oggi invece è una sorta di ricatto morale.

    Ma questo è perchè tutti TUTTI abbiamo paura, chi più chi meno, del dopo. Anche Gesù sulla croce ne aveva, anche se era raccomandato dal papi. Figurarsi noi: possiamo credere anche che ci reincarneremo in Berlusconi, tra milioni e puttane e divertimenti, ma LA CERTEZZA NON L'AVREMMO MAI, nel nostro angolo più profondo del cuore.

    "Si vive una volta sola, altre certezze non ne abbiamo" (cit.)
    Ah, se leggeste Berserk!

    Mattè... ma tu lo leggi!!! :p

    Moz-

    RispondiElimina
  31. Convertitevi al culto della grande Iside e del suo eterno consorte Osiride; siete ancora in tempo e niente e' perduto. Lavatevi il capo per *censura* volte in un corso d'acqua sotto la luce della luna piena e la grande madre vi apparira' in tutta la sua magnificienza.

    RispondiElimina
  32. Ora senza reimpastare questo ridondantissimo discorso etico-morale-filosofico-teologico, vorrei solo dire che il tutto si può riassumere in un discorso di attaccamento ai sentimenti e ai ricordi gli uni verso gli altri.

    I riti, di qualunque natura, il discorso del Paradiso e così via sono collegati al fatto che l'uomo non può rinunciare ai ricordi dei cari ne accetta la loro scomparsa definitiva.

    E' più confortevole credere che esistano ancora in un altro posto e cosa ancora più importante LA LORO COSCENZA da umani(o da vivi).

    Una volta superato l'esame sulla terra, gli eletti che solcano i cancelli del regno dei cieli cosa sarebbero autorizzati a fare? Sarebbero ancora liberi? Incontrerebbero nuovamente i loro cari? "Vivrebbero"(ah giusto la vita non è tanto in sintonia con la staticità spirituale) un eternità in stile pianeta terra?

    Questi concetti, anzi UN concetto, lo penso da un pò ma lo serberò per un mio eventuale nuovo blog poichè merita un magno approfondimento.

    In ogni caso, sono d'accordo con Arctic Fox e con Miki.

    Io che ho studiato Archeologia e conosco le cività del passato, e pertanto le loro religioni e riti, so benissimi i corsi e ricorsi storici(come direbbe Vico) degli stessi.

    Solo perchè ogni uomo senziente ha il Bisogno di rapportarsi con un essere superiore a lui, che possa lenire le sue sofferenze, che possa amarlo PIU'(eh già) dei suoi simili a due zampe, che possa confortalo per una vita oltre morte, non significa questo bisogno potrà mai essere soddisfatto davvero.

    Ma come diceva Arctic Fox il solo crederci fermamente aiuta a vivere meglio.

    Il vero paradosso(altro argomento in cantiere) è che l'uomo desidera ricevere un amore superiore a quello che lui stesso può provare.

    In cuor suo sa che quello umano è limitato o ha una scadenza, quindi come per la vita, si necessita un amore infinito, che sia per sempre.

    RispondiElimina
  33. Yami ti amo!! XDD
    Perfettamente d'accordo con te, è anche vero che io e te, e poi anche nel mio blog di queste cose ne abbiamo parlato moltissimo, e ripeto, d'accordissimo con te.

    Elevo il mio desiderio di vedere un tuo nuovo blog in cui parlerai in pompa magna di questi argomenti che sai che mi piacciono moltissimo, poi tu li sai affrontare in modo molto particolare e originale.
    Ti prego, pensaci!

    Ciao!

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  34. Quanti commenti..devo affrontare questo tema anche sul mio blog..:P scherzi a parte..buon weekend Miki!E non diventare prete nè satanico..uahauah..=)
    un bacione
    Anas*

    RispondiElimina
  35. Commenti tutti dedicati a te Matteo. XDDD

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  36. Così la resurrezione dei morti:si semina corruttibile e risorge incorruttibile;si semina ignobile e risorge glorioso,si semina debole e risorge pieno di forza;si semina un corpo animale risorge un corpo spirituale(si intende anima e corpo).se c'è un corpo animale,vi è anche un corpo spirituale,poichè sta scritto che il primo uomo,Adamo(figura dell'essere umano),divenne un essere vivente,ma l'ultimo Adamo(Cristo)divenne spirito datore di vita.Non vi fu prima il corpo spirituale ma quello animale e poi lo spirituale.Il primo uomo tratto dalla terra è di terra il secondo uomo viene dal cielo.Quale è l'uomo fatto di terra così sono quelli di terra;ma quale il celeste così anche i celesti.E come abbiamo portato l'immagine dell'uomo di terra così porteremo l'immagine dell'uomo celeste.Questo vi dico o fratelli:la carne e il sangue non possono ereditare il regno di Dio,nè ciò che è corruttibile può ereditare l'incorruttibilità.Ecco io vi annunzio un mistero:non tutti,certo moriremo(qualcuno vedrà l'ultimo giorno)ma tutti saremo trasformati.é necessario infatti che questo corpo corruttibile si vesta di incorruttibilità e questo corpo mortale si vesta di immortalità.Quando poi questo corpo corruttibile si sarà vestito d'incorruttibilità e questo corpo mortale d'immortalità si compirà la parola della scrittura:la morte è stata ingoiata per la vittoria.dov'è o morte la tua vittoria?dov'è o morte il tuo pungiglione?Il pungiglione della morte è il peccato e la forza del peccato è la legge. Ripeto poi che nessuno giudica nessuno io non giudico nessuno la chiesa non giudica semplicemente non può perchè solo Dio può farlo tu però mi pare che giudichi e ci sono molti che vorresti vedere all'inferno credo, il cristiano vuole vedere tutti salvi anche l'uomo peggiore si può perdonare anche all'ultimo momento?Si ti dico, Cristo lo ha fatto con il ladrone purchè il pentimento sia sincero altrimenti è solo una farsa e Dio lo saprebbe, cmq anche se il peccato viene perdonato la colpa rimane e quella la devi prima scontare in questo mondo o nell'altro e non è poi tutto così facile come dici tu anche perchè se il peccato non lo riconosci non puoi pentirtene. Il Cristiano è colui che ama Dio con tutte le sue forze con tutta la sua mente e la sua anima e il prossimo, nemici compresi, come se stesso questi sono i primi e i due i comandamenti più grandi chi li compie vuol dire che compie anche gli altri sennò semplicemente non è Cristiano chiunque esso sia dal Papa alla vecchietta fedele perciò non si tratta di andare a messa o meno.Io non mi vergogno di essere cristiano (nel senso di appartenenza perchè di cristiano ho poco anzi niente peccatore come sono) perchè chi si vergogna di Cristo non è degno di lui,per quanto riguarda gli omosessuali la chiesa non condanna la persona ma il peccato ed è sempre così,perciò nessuno vuole mettere paura a nessuno ma le cose bisogna pur dirle e chi si spaventa è chi si sente in difetto e allora forse fa bene ad aver paura almeno significa che ha una coscienza.Meno male che la morte ci fa paura e che sentiamo il bisogno di un amore divino vuol dire che siamo uomini e non Dio come qualcuno ha detto che è la menzogna primordiale infine nessuno è cattivo come nessuno è buono perchè solo Dio è buono e chi è buono è perchè Dio glielo ha donato per aver ascoltato il cattivo invece lo è per aver ascoltato il solo cattivo cioè Satana

    RispondiElimina
  37. naturalmente vi ringrazio che mi state pure ad ascoltà ma giuro che non vi romperò più le scatole tra non molto
    perdonatemi se potete

    RispondiElimina
  38. Perdonato da buon ateo che sono!! XDD

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  39. Io non posso pensare che una persona sia buona o cattiva perchè ascolta ora Dio ora Satana: questo succede nei cartoons tipo Tom&Jerry o Paperino, quando appaiono l'angioletto e il diavoletto.

    Se fai del male, è troppo semplice imputare colpe a tentazioni diaboliche. No: fai del male perchè sei cattivo e stronzo.
    Non c'è nessun demonio che ti tenta, e nessun demonio a cui prestare ascolto.

    Così come, se si fa del bene, non è certo merito di Dio.
    E il bene di un credente non è certo meglio del bene di un non credente. E' bene e basta, e non è che, siccome si crede in Dio, è un bene più ispirato.

    Comunque Mattè, grazie per il dibattito, qui si accettano i punti di vista di tutti e non si perdona nessuno perchè mi piace pensare che siamo tutti (non) peccatori.
    Almeno, meno peccatori di Dio ;)
    Vedi di non sparire nell'entroterra africano, fatti vivo più spesso e vedi di tornare, per sempre, mettendo via ste puttanate! CI ASPETTA UNA CENA DI ARROSTICINI ;)

    Miki-

    RispondiElimina
  40. per le rostelle ci sarò sicuramente il poi si vedrà cmq da giovedì venerdì prossimo non avrò più la connessione perciò solo SMS fino al mio ritorno.Salutami il protocucciolo e non lo fa incazzà,il trio si ricongiungerà presto.

    naturalmente MATTEO

    RispondiElimina
  41. Beh Mattè, fino a giovedì-venerdì ti aspetto a scassare la minchia qui sul blog!! :)
    Mi risulta che ti connetti dal BURUNDI, lo sai? O__O

    Comunque ti saluto Stefano e gli altri, aspettando di vederti LIVE.

    Moz-

    RispondiElimina
  42. in verita' vi dico, cari fratelli e sorelle, che il dio adorato dai cristiani e cattolici che, come afferma giustamente Anonimo, ha origini ebraiche, altri non e' che il vero dio malvagio che odia gli esseri umani. I babilonesi, che tenevano in schiavitu' il popolo ebreo, adoravano un dio chiamato "signore degli abissi" (Enki), protettore dell'umanita' e dispensatore di saggezza e conoscenza che oso' ribellarsi al dio malvagio che ordino' lo sterminio dell'umanita' per mezzo del diluvio universale. Gli ebrei pensarono di sovvertirne il culto adorando per l'appunto il dio malvagio, in segno di rivolta contro i propri carcerieri... e questo dio malvagio sarebbe colui di cui si cantano le lodi la domenica mattina... di contro gli ebrei additarono il benevolo Enki con il nome Satan, nemico in ebraico. Come vedete, l'abitudine di ribaltare i credi antecedenti e' pratica molto antica e radicata che si trasmette come norma, violenta o meno, della chiesa cattolica che, come piu' volte sottolineato dal buon miki, ha operato lo stesso sistematico processo con i culti pagani europei (si veda il dio Pan trasfigurato in satana, ancora una volta).
    Meditate gente, meditate...
    Cordialmente,
    Ave Satani.

    RispondiElimina
  43. il diluvio universale ovviamente non c'è mai stato è una storia una specie di parabola o midrash come direbbero gli ebrei e vuole insegnare che quello è ciò che sarebbe dovuto capitarci per la nostra cattiveria ma non è successo perchè Dio ha preferito salvarci attraverso il sacrificio del figlio insieme al quale quindi ci ha mostrato quanto ci ama le acque del diluvio quindi non sono altro che figura delle acque del battesimo capaci di lavarci dal peccato che ci aveva resi schiavi e ci aveva resi passibili di condanna eterna perciò entra nell'acqua l'uomo vecchio e ne esce l'uomo nuovo non più schiavo del peccato e questo in virtù della morte e risurrezione di Cristo battezzato in acqua e sangue e che invia il suo spirito e lo effonde in queste acque.Infine chi voleva costringere al loro culto non erano gli ebrei ma i babilonesi vedere il trattmento riservato ai tre giovani nella fornace,il cantico di daniele quello che per l'appunto si canta nelle lodi della domenica. Medita Pinux medita

    RispondiElimina
  44. Posso una volta tanto lanciare la pietra della polemica?:P

    Mi è tanto sembrato di vedere, in questo accesso ed interessante dibattito, i due poli opposti quasi sfiorarsi,quanto meno nell' identicità di intenti:

    Il buon cattolico che tenta di convertire il povero ateo che non comprende...

    Il buon ateo che tenta di (S)convertire il povero cattolico credulone...

    per poi invece proseguire come due rette parallele che prolungate all' infinito non si incontrano mai!

    In conclusione, siamo tutti concordi su una cosa, ognuno è libero di credere o non credere in quel che vuole, e siamo tutti consapevoli che per l' ateo i credenti ( in generale) si autoingannino e che per il credente gli atei non riescano a comprendere!
    (Quella che fa commenti poco scontati)

    Matteeeeeè...voglio un reportage sulla mia Africa quando torni "a 'llesn"! *_*

    RispondiElimina
  45. @Anonimo: come giustamente hai sottolineato, furono i Babilonesi ad imporre ovviamente il culto dei propri dei agli ebrei, dall'alto della loro posizione di dominatori, come confermato dall'episodio del culto della statua di Nabucodonosor II da te citato. Tuttavia questo fatto mi pare confermare ancor piu' la teoria del culto _sovversivo_ della divinita' avversaria a Enki, Enlil (colui che ordino' il diluvio), culto predisposto dagli ebrei come unica arma di lotta spirituale contro il potere babilonese che li rese schiavi. Infatti non si puo' prescindere dallo status di coercizione del popolo ebraico nel discutere il movente storico dell'inversione del credo di Enki.
    E' innegabile, d'altronde, il fatto che la leggenda dell'arca e del diluvio sia precedente all'episodio biblico, anzi si potrebbe parlare in merito di un plagio vero e proprio. Infatti quello che tu riconosci come Noe', altri non e' che la versione ebraica dell'eroe babilonese Utnapishtim, che ricevette le direttive per l'arca proprio dal dio Enki, cioe' quello chiamato Satan dagli ebrei, successivamente! Come vedi, gran parte del mythos giudaico-cristiano e' di origine Babilonese! Unica e sostanziale differenza risiede nell'identita' del Dio benevolo, Enki per i babilonesi (e fedele alla tradizione primigenia), e Enlil (successivamente diventato Yehowa) per gli ebrei che, ripeto, trasfigurarono la divinita' per un certo qual senso di vendetta contro gli schiavisti!
    State adorando il dio sbagliato!!! Sveglia!!! Il vostro e' un dio malvagio!
    PS: ringrazio miki per la disponibilita' concessa sul blog, termino qui i miei commenti, anche per evitare eventuali toni polemici.
    Pace,
    Ave Satani.

    RispondiElimina
  46. A me piace NABUCODELCULODONOSOR.

    Comunque, la polemica può continuare tranquillamente... tanto siamo tutti civili, nessuno sarà cotto nei forni, e nessun altro verrà crocifisso.

    Ah, a proposito della crocifissione, dimenticatevi la T a cui tanto siete legati nell'immaginario: il termine deriva da stauròs, che signica "palo" "tronco [di albero]". E infatti la condanna di Gesù fu quella di essere "messo al palo", appeso al palo, fissato con chiodi.

    Ma siccome la croce era un simbolo già ampiamente usato nei culti precedenti, unione di maschile et femminile, e simbolo solare... hanno pensato bene di posizionarci un cadavere sopra, e voilà, la nuova icona è pronta.
    E, in oro, tra i peli del petto riccioluti di qualche zingaro bestemmiatore, ci sta alla grande.

    E questo vuole essere polemico, ma contro i satanisti, che usano la croce al contrario: è un simbolo che già nella sua origine positiva non ha significato nè forza in quanto inventato a tavolino... figuratevi rovesciato ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  47. Quello che si dice sul diluvio può anche essere vero gli ebrei possono aver copiato dai babilonesi la leggenda ma semplicemente per insegnare tuttaltro e questo Dio babilonese di cui tu parli non viene mai menzionato dagli ebrei e non se lo filavano manco i babilonesi ai quali interessava che fosse adorato come Dio il loro re e satana gli ebrei ce l'avevano prima ancora di venire deportati a babilonia infine come tu hai confermato se furono i babilonesi a imporre il culto agli ebrei e nelle maniere più crudeli e malvagie non penso ovviamente che gli ebrei di contro avrebbero dovuto battergli le mani e già tanto che si siano limitati a ritenere che fosse opera di satana in quanto appunto un opera malvagia senza alzare un dito contro i babilonesi e voglio concludere infatti che riconoscendo la bontà degli ebrei e quindi del loro Dio lo stesso Ciro re babilonese e quindi Dio del suo popolo li ha liberati.Per rispondere a miki mi pare che le croci su cui appendevano i romani fossero a T e cmq come saprai non è questo l'importante cioè se Gesù sia stato appeso a un palo(anche le scritture dicono maledetto colui che pende dal legno) o su una croce a T ma tutto il resto. sempre vostro Matteo

    RispondiElimina
  48. Carissima Eliell(Dayana) felicissimo di scoprire chi sei certo che avrai il tuo reportage quand'arving a llsn cmq io non penso che gli atei non possano comprendere anzi sono forse quelli che comprendono meglio anche perchè sennò qua sarebbe tutto fiato (caratteri) sprecato e come sai annunziare Cristo morto e risorto per i nostri peccati per amore a noi e per la nostra salvezza non lo è mai, infatti la mia parola dice il Signore non ritornerà a me senza aver compiuto ciò per cui l'avevo mandata perciò un qualche effetto, che solo Dio sa, ce l'ha sempre, quale che sia, forse lo scopriremo un giorno o forse no si vedrà, ma la forza del Kerygma che anche tu hai ricevuto e quindi sai di cosa parlo non si discute perchè è generato dallo stesso Spirito che è Dio.Matteo

    RispondiElimina
  49. ...per chi ci crede, ovviamente.
    :)
    Dio -per fortuna- non è universale, ma risiede solo in alcuni (tanti, forse troppi) cervelli e cuori.

    Io sono felice di avere il cuore e il cervello libero da queste catene :)

    Moz-

    RispondiElimina
  50. @Arctic Fox:

    Come ho ripetuto tante volte anche a Miki, prima di istituire il mio nuovo blog devo prima trovare la giusta grafica altrimenti non riesco a postare.

    La bellezza e l'estetica per me contato tantissimo, quindi per ora sto cercando dei templates.

    Come diceva Keats "la bellezza è verità, la verità è bellezza. Questo è tutto ciò che sapete sulla Terra, e tutto ciò che vi occorre sapere". Cosa che sposo da sempre, e che, se ognuno si fa una spicciola introspezione riconoscerà come vera.

    In ogni caso tornando(?) al discorso portante, voglio aggiungere che spesso l'uomo avendo la tendenza a dare forma all'ignoto, non potendo vivere senza delle risposte tende a inventarsele per vivere meglio.

    E poi, il tutto è così profondamente snaturato e settorializzato..sette, divisioni, scismi, decisioni a tavolino, interpretazioni di comodo, vangeli apocrifi, templari, segreti..Scegliete voi quello che vi fa vivere meglio.

    RispondiElimina
  51. @Miki: anche io sono felicissimo di essere libero da queste cose!

    @Yami: ok ok, già il tuo "vecchio" blog ha un'estetica che il mio si sogna, è bellissima. Comuque sappi che sono in fervente attesa dell'apertura del tuo nuovo blog!!

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  52. @Matteo: solo per concludere, aggiungo una piccola correzione storica, senza peccare di presunzione, se me lo concedi: dici il vero affermando che gli ebrei identificarono il Satan gia' prima della deportazione babilonese. Tuttavia era solo un principio e non era "personificato"; mi spiego. Agli albori della cultura religiosa ebraica il "male" nella sua interezza veniva interpretato come scaturito da Dio, perche' creatore di tutte le cose. Solo in seguito al contatto culturale con i popoli iranici e quindi con lo zoroastrismo, che storicamente e' da annoverare tra le primissime religioni ad aver identificato il concetto di "male" come "altro" e da se generantesi, gli ebrei separarono il principio. Ma si parla, come vedi, di concetti spersonificati. Con la deportazione babilonese invece avviene proprio il processo di "morfismo" del Satan che, come piu' volte ripetuto nei commenti precedenti, e' avvenuto ai danni del dio Enki (e del dio Pan in epoca cristiana).
    Converrai con me che il "morfismo", la personificazione di un Dio e' ben altra cosa rispetto alla teorizzazione del principio divino, alla identificazione.
    Cordialmente,
    Ave Satani (sperando di non infastidire nessuno).

    RispondiElimina
  53. @ Pinux: e c'è da aggiungere che lo Zoroastrismo è una delle primissime RELIGIONI RIVELATE, così come il Cristianesimo (che però ahimè è molto più giovane).

    In ogni caso è proprio brutto vedere il Dio Pan, il fauno, il satiro, baccanale divinità di culti licenziosi e buon vino (caciara ma sempre rispettosa), essere preso e trasformato nel capretto demoniaco.

    Non so se c'è un motivo preciso, forse è per il "panico", ossia lo stato emotivo che Pan induceva nella gente, quando lo si incontrava di colpo nei boschi, col suo fare furbo e malandrino che però non è quello satanico ma più da "mazzamauriello" :)

    Moz-

    RispondiElimina
  54. A me pare che sia gli ebrei che i cristiani abbiano personificato satana come l'angelo caduto perciò quello che vedevano nel Dio Enki, che certo non consideravano un Dio visto che per loro c'è nè uno solo, era una delle tante cose malvage(per quello che abbiamo già detto) dietro le quali si nascondeva satana l'ingannatore(cioè l'angelo) e lo stesso si può dire di Pan.Caro/a YamiMarik come qualcuno ha detto e forse sapete chi, la bellezza salverà il mondo e udite udite questa bellezza ha un nome Cristo in tutte le sue forme,al perchè l'uomo cerca delle risposte ho già risposto o per lo meno ciò provato per quel che mi è concesso, e non è giusto per vivere meglio, cosa che ritengo al quanto riduttiva ma piuttosto PER vivere e in eterno ora l'eterno viene dall'eterno che è Dio, il quale è amore (nella forma più pura la dimensione della croce di cui abbiamo già tanto parlato)che di conseguenza è pure esso eterno e se la verità sta nell'amare di questo amore che ci viene da Dio e ci rende eterni e che è la prima bellezza da cui scaturiscono tutte le altre allora mi sembra ovvio che l'uomo ne sia costantemente alla ricerca e se lo cerca è perchè non l'ha ancora trovato forse perchè cerca nel posto sbagliato tipo dentro se stesso ma siccome l'uomo non è Dio sennò si basterebbe da solo, in sè non lo trova e non lo troverà mai.Matteo

    RispondiElimina
  55. @ Matteo: sì, ma solo PER CHI CREDE nella tua stessa fede. Non è che PER TUTTI debba essere così. Tu ci credi, ok, ci credono in molti, ok... ma non è che PER TUTTI debba essere così, visto soprattutto che certezze non ve ne sono tranne in sentimenti e esperienze personali.
    Ma si sa che il SOGGETTIVO non può essere OGGETTIVO, altrimenti saremmo tutti insidacabilmente cattolici o credenti in Dio, così come siamo tutti insindacabilmente italiani!

    Comunque, se gli ebrei hanno ripreso Enki (e Pan, e altri ancora) tramutandolo nell'Avversario (Satana significa questo) perchè era un dio IN PIU' e quindi fasullo, allora perchè almeno UNO di quegli dei dei pantheon passati l'han reso nel DIO UNICO E GIUSTO? Non era comunque di un pantheon ingannatore, non era fasullo?
    Oppure ogni DIO è fasullo?

    Ricordatevi che, declinando in greco il termine/nome Zeus, al genitivo comincia a fare... diòs.

    ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  56. Mi sono astenuto finora a partecipare a questa discussione che pure mi interessa molto, ma so per esperienza che è abbastanza inutile intervenire in questo botta e risposta tra sordi, tra atei e credenti (e per fortuna che non ci sono interventi di atei devoti).
    Anche io sono sordo a questi discorsi, essendo refrattario a tutti i miti e le credenze cristiane / musulmane / etc... da un punto di vista religioso, ma dal punto di vista culturale e sociale è molto interessante.
    Dio, l'Amore, il Bene, il Male sono idee e concetti universali, poi ogni società e cultura li materializzano in modi diversi (su questo penso non ci siano dubbi).
    Guardare un campo fiorito a primavera, con il mio amato (come un dio) Gran Sasso, non è forse una manifestazione di amore verso noi uomini da parte di Gaia? Le gioie e le sofferenze della vita ci aiutano a crescere e migliorare, e il ricordo che noi lasceremo nei nostri amici, nella nostra società, nelle nostre famiglie, sarà la nostra garanzia di immortalità e vita eterna.
    "L'immortalità è il ricordo che si lascia nella memoria degli uomini. Quest'idea spinge a grandi imprese. Meglio sarebbe non aver vissuto che non lasciare tracce della propria esistenza.". Ovviamente le grandi imprese posso essere anche piccoli gesti quotidiani e scelte di vita coraggiose.

    Ma! c'è un ma che non riesco mai a sopportare: è la voglia e l'idea della chiesa di imporre le sue idee ed i suoi stili di vita a tutti noi cittadini italiani, credenti e non. Questa concezione dell'evangelizzazione totalitaria mi spaventa e mi spinge spesso a reagire polemicamente con i miei amici credenti. Inutile fare l'elenco degli interventi a gamba tesa della chiesa nella nostra vita politica e sociale ma bisogna sempre essere all'erta per vigilare sulle nostre libertà civili.
    Poi oggi assisto in tv (anzi non assisto proprio, osservo velocemente) le folle oceaniche a Roma per la beatificazione di GP II, la mitizzazione di un papa che in realtà è stato principalmente un grande esperto di media, forse il primo politico che ha intuito la potenza dei moderni mezzi di comunicazione.
    Dal punto di vista religioso invece, è stato un grande restauratore, specialmente sui diritti delle donne e sulle libertà civili. A differenza di quello che molti pensano, il suo papato è stato molto in chiaro scuro, anzi, molto scuro secondo me. Posso salvare la sua lotta contro il comunismo, il suo pacifismo e la sua propensione al dialogo con le altre religioni (ovviamente subito interrotto dal suo successore). Ma la sua lotta vittoriosa al comunismo in un certo senso è fallita, se guardiamo, da cosa è stata sostituita quella società? Dall'edonismo, dal libero mercato... un fallimento completo dal punto di vista dela chiesa.
    Chiudo questo lungo intervento (ma è il primo rispetto ai vostri :-), quindi siamo pari) con la mia citazione preferita dell'illuminismo, da tenere sempre a mente quando si discute, anche animatamente:
    "Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo". Buon primo maggio

    RispondiElimina
  57. Il Dio degli ebrei non era di un pantheon il Dio degli ebrei non ha un nome o meglio IO SONO è il suo nome perchè io sono il Dio di Abramo il Dio di Giacobbe, di Mosè sono il Dio dei vivi e non dei morti sono colui che sono che ha annientato il nemico la morte che ci circondava ed era in balia del Diavolo e ti ho fatto passare dalla schiavitù alla libertà dalla morte alla vita io sono colui che opera con braccio potente e questo braccio non si è seccato ma continua a salvare e dice coraggio io ti amo,amami anche tu,e sarete dei poichè così sta scritto voi siete Dei per l'unione con Cristo con il quale siete cristificati e sarete qui dove IO SONO. Matteo

    RispondiElimina
  58. Caro Gianluca di quello che hai detto naturalmente abbiamo già ampiamente parlato cmq la chiesa non ha fallito e non fallirà perchè le porte deglli inferi non prevarranno su di essa e non è una questione di numeri sono sufficienti pochi cristiani ma veri capaci di dare la vita per tutti perchè in grado di amare in una maniera nuova cioè amore al nemico amore divino e tutto il mondo sarà illuminato e salvato, xchè questa è la vera luce non l'illuminismo, e non si tratta di giudicare chi sbaglia o fa il male o se un papa era bravo e un'altro no ecc ecc il punto è, sai tu amare così o non ti interessa o credi di esserne già capace?Matteo

    RispondiElimina
  59. Matteo, mi riaggancio a quello che hai citato: "la porta degli inferi non prevarranno contro di essa", per chi non lo sapesse è una citazione di Gesù nel Vangelo di Matteo riferendosi alla Chiesa.

    E io credo una cosa: le porte degli inferi non prevarrà su di essa, perchè inferi è Chiesa è la stessa cosa! Potenza, ricchezza, totalitarismo, assolutismo; tornando al passato: crociate, uccisioni di eretici, al rogo le streghe (ovvero persone psico-lese), ricordo appunto che la Chiesa contrastava la diffusione di idee che si scontrassero con la propria dottrina proibendo la pubblicazione, la diffusione e la lettura di alcune opere letterarie e scientifiche, quindi la Chiesa è la REGINA dell'oscurantismo, aggiungo che è stata la Chiesa a dar luogo e vita all'antisemitismo, chiamando gli ebrei gli assassini di Cristo, poi amplificato col razzismo.

    Cosa dire ancora, vediamo un pò: è contro gli omosessuali, al preservativo ( della serie che è meglio abortire che usare un contraccettivo ), è contro ai rapporti sessuali non ai fini procreativi, ti condanna e ti giudica su ogni cosa....e vabbè; poi il bello è, che i pedofili che ha la Chiesa non li ha nessuno!!

    Preti che violentano bambini e poi si confessano e si sentono in pace, poi i preti pedofili mica vanno in galera, NO!! Li spostano in altre parrocchie, tanto si coprono tra di loro nel nome della misericordia di Dio che usano come un panno per cancellare ogni schifezza che fanno, li spostano e fanno le stesse cose nell'altra parrocchia.

    Cioè, fosse per me starei qui a scrivere per un mese dello schifo che ha fatto la Chiesa e di quello che ancora fa!!!! Ma fateli sposà questi poveri preti no? Fategli prendere famiglia! Almeno hanno esperienza da papà no da "padre", e sanno quello che dicono all'omelia, che cavolo vogliono insegnà se non fanno una mazza dalla mattina alla sera al di fuori di quelle due messe al giorno?

    Ma che vogliono insegnare? Poi almeno se si sposano si sfogano sessualmente e non fanno i porci con i bambini, voglio vedere loro se avessero dei figli cosa farebbero se glieli toccassero, se perdonerebbero nel nome della misericordi di questo *****!!! Lasciamo perde perchè poi qui perdo le staffe, io sono una persona tranquillissima, educata e rispettosa, ma quando vedo questo schifo.

    Una sera vidi un documentario sui preti pedofili, su quello che facevano ai bambini, di come si coprivano a vicenda ecc....mi veniva da vomitare!! Di quei porci!!!!

    Se l'inferno è esiste sicuramente sarà pieno di preti e l'inferno in terra è LA CHIESA, casomai Gesù voleva dire che nella Chiesa non prevarrà mai la luce della purezza e dell'amore, no gli inferi, visto che gli inferi è praticamente la Chiesa!!

    Chiudo qui, e spero che sia il mio ultimo commento, perchè quando penso a quei poveri bambini...mi verrebbe da lanciare una bomba al Vaticano!

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  60. Caro Arctic a tutto questo ti ho già risposto e poi come nei post precedenti ho detto il problema non sono gli altri ma noi, finchè non impariamo ad amare staremo sempre a giudicare agli altri invece di amarli e nel frattempo non cambiamo nemmeno noi inoltre da quello che tu dici traspare benissimo la difficoltà che abbiamo a perdonare e ad amare il nemico quello che invece ha fatto Cristo e che quindi come vedi l'uomo non può fare con le sue forze.Oso anche dire ma senza alcuna certezza che quello che ti ha fatto diventare ateo sia proprio lo scandalo dei peccati della chiesa(siamo esseri umani e passibili degli stessi peccati uomini di chiesa o no) ti ricordo però che Dio non si è scandalizzato dei nostri peccati ( guarda lo schifo che c'è nel mondo e non solo nella chiesa)nè mai lo farà infatti meriteremmo il castigo divino e invece lui ha scelto di amarci e perdonarci. Coraggio il Signore ti ama.Per quanto riguarda omosessuali e preservativo ti prego di non farmene parlare qui la cosa merita uno spazio a parte cmq ripeto che la chiesa non è contro gli omosessuali che sono sempre i benvenuti in chiesa ma è contro il peccato.Il problema poi non è che certi preti fanno quello che fanno perchè non sanno come sfogare infatti anche tra gli sposati ci saranno sempre tentazioni come tradimenti padri che violentano i figli ecc e poi la maggior parte dei preti non hanno di questi problemi perciò il vero problema è che quelli pedofili poverini hanno smesso di cercare Cristo o forse non l'hanno mai cercato veramente colui che li avrebbe amati e con questo amore li avrebbe riempiti e non avrebbero avuto bisogno di altro.Matteo

    RispondiElimina
  61. Caro (don) Matteo, hai perfettamente ragione. L'uomo VUOLE vivere in eterno, per questo esiste Dio.

    Questo sgomento di scomparire PER SEMPRE, in quanto esseri intelligenti ed emotivi è più forte e orribile di qualunque vincolo intelletivo.

    C'è BISOGNO di Dio. C'è bisogno di un Paradiso che sostituisca questo sporco mondo.

    Ad ogni modo la bellezza di cui parlo io è diversa da quella a cui alludi te.

    La bellezza del Cristo è immaginaria, la possiamo idealizzare e probabilmente sortisce effetti benefici per chi ci crede.

    Io invece parlo della bellezza materiale, che possiamo guardare, respirare e toccare.

    Parlo di ciò che la nostra emotività riconosce naturalmente come ciò che merita di essere amato. Anche se HA una fine.

    Perchè di questo si tratta, accettare la FINE di tutto.

    L'uomo è un codardo, un vile e un debole.
    Per questo decide di farsi sottomettere, e di farsi controllare con il terrore.

    Non ha il coraggio di guardare alla propria vita per quella che è, un attimo dell'universo. E' così arrogante che crede che vivrà in eterno(a fare cosa, poi?)

    Va bene, in questi ulteriori 5 miliardi di anni, se l'uomo sopravivverà, fino a che il Sole si stancherà e si mangerà la Terra le persone potranno sempre essere sotto esame per l'oltremondo.

    Quando questo universo finirà Dio lo reimpasta e si rinizia da capo, suppongo.(La cosa mi ricorda le stagioni...)

    RispondiElimina
  62. Marik poichè Dio esiste e ci ha creati non credo lo abbia fatto perchè divenissimo polvere per sempre, questo non sarebbe AMORE uno che ti crea e poi ti distrugge non ti ama e proprio l'amore come ti ho già detto è la bellezza da cui scaturiscono tutte le altre quindi l'uomo non vuole vivere in eterno per codardia ma per gustare di questo amore per sempre che è proprio quello che Dio vuole per noi e che Dio esiste lo dimostra proprio che questo amore si è fatto carne in Cristo quindi non è un ideale o un utopia ma verità viva se questo amore non esistesse allora tutto è vanità,la vita non avrebbe senso mangiamo e beviamo perchè domani moriremo e buon ritorno alla polvere dopo tutto polvere sei e polvere tornerai.Matteo

    RispondiElimina
  63. @ Matteo: Mattè, ma c'è un unico grande problema in quel che dici, ed è che tu parli e rispondi per DOGMI.
    Dai per scontato (e in fondo è anche giusto, visto che TU ci credi) che hai ragione perchè il tuo Dio ha ragione. Ma scommetto che se fossi stato indiano o musulmano, avresti detto LE STESSE COSE, con la stessa forza, citando dogmi... di quelle altre dottrine!
    Perchè anche loro dicono delle cose, anche loro temono l'ignoto e ambiscono ad una vita migliore dopo di questa, e anche loro hanno paura della morte...
    ...e anche loro hanno tutto il diritto di avere ragione, dunque.

    Ma la ragione, in fondo, è degli idioti: specie se si parla di religioni.
    Tranne quella musulmana, sennò mi ammazzano ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  64. Caro Miki non so che avrei fatto se fossi stato mussulmano o indiano sta di fatto che sono quello che sono e per fortuna Dio mi ama appunto per quello che sono e così ama tutti.un cristiano cmq non ha paura della morte o dell'ignoto perchè Cristo è risorto e se aver ragione vuol dire essere idioti e così sia dopotutto come dice S.Paolo ci si salva per la stoltezza(idiozia) della predicazione e della croce scandalo per i greci e i giudei e stoltezza per i pagani.Dimenticavo di dirti che ti amo anch'io,Matteo

    P.S:cmq la ragione è dei fessi

    RispondiElimina
  65. D'accordo di cuore con Miki e Yami, che c'hanno capito qualcosa1 XD

    @Matteo: no Matteo, non sono stati gli scandali della Chiesa a (ri)convertirmi, io quando ero credente ero come te, e anche peggio di te, parlavo come te: Dio ci ama, è misericordioso, la sua Parola è eterna, è Via, Verità e Vita ecc...tu manco ti immagini quante frasi fatte so a memoria dopo aver raso al suolo ogni libro cristiano-cattolico ecc...ma non mi rendevo conto ( e leggendoti è come se il mio io ateo rivedesse il mio ex io credente ) di quanto ero iodiota ( con tutto il rispetto eh ), dicevo cose insensate e per me scontate, ma per gli altri, erano delle cazzate!

    Cioè, quando tu dici ( e io dicevo ): il Signore ci ama, non si è scandalizzato dei nostri peccati, perchè il Dio di Isacco e Di Giacobbe ecc....ora, per me, e per tutti i non credenti, è come se dicessi: Biancaneve che ha voluto un grande bene ai sette nani, vuole costruire una foresta perfetta, dove tutti "vanno a lavorar", con il grande aiuto di Babbo Natale che ama tutti i bambini, e la Befana veglierà sempre su di noi, perchè proviene dal mondo delle fate....cioè, capisci? Non ha senso quello che dici, tu certe cose le dai per scontante (ed è giusto che sia così), e a noi di quello che dici non arriva un benemerito cavolfiore santo! XD

    Io diventando ateo, ho acquistato una pace, serenità, ma soprattutto una libertà, che prima non avevo, ero sempre vincolato da quello sguardo di Dio onnipresente che ti giudica, e ogni cosa che facevo la facevo con timore. Si, facevo finta di star bene, ma le confessioni che ho fatto io manco un santo le ha fatte! Un Dio che ci ama e che poi ci brucia nel fuoco della Geenna come diceva Cristo agli apostoli; son diventato ateo quando ho veramente cominciato a capire qualcosa, e solo ora mi rendo conto di quanto son stato stupido prima.

    Io non ce l'ho con i credenti, anche se la maggior parte sono ipocriti e ottusi, oltre che bigotti e limitati, perchè loro alla fine usano la loro faccia fresca e pulita, immacolata e benedetta, con quel sorriso beato e ci dicono: "Dio ti ama, convertiti o brucierai come un cane nel fuoco dell'inferno" - alla fine ci vogliono dire questo!

    Non tocco la fede di chi crede, perchè so quanto possa far star "bene" e aiutare nel momento del bisogno, ma io devo dire che son stato sempre e comunque una persona coerente sia prima che ora da ateo.

    Che dire, ognuno rimane della proprio idea.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  66. @ Matteo: mi ami, ok, ma la tua sporca religione ci vieta l'unione... altro che Roma, ci tocca andare in Spagna ;)

    Comunque fidati di me: siccome sei un "coccione", se fossi stato di qualsiasi altra religione avresti difeso l'altra fino allo stremo.
    Così come io difendo l'Italia nonostante tutto, e difenderei la Spagna se fossi spagnolo, la Francia se fossi francese, il Libano se fossi... er Dandi :)
    (questa è per pochi)

    Moz-

    RispondiElimina
  67. Caro Arctic se dici di aver vissuto il cristianesimo nel timore e sotto un costante giudizio sicuramente l'hai vissuto male e forse e sottolineo il forse non hai mai fatto esperienza di Cristo risorto nella tua vita concreta e personale, voglio dire non ti sei mai incontrato con questo amore di cui abbiamo tanto parlato e hai seguito solo una legge e la legge senza l'amore ti rende schiavo e quindi incatenato,uno che ha sperimentato un amore così grande e profondo come potrebbe separarsene?Ma io scrivo solo cazzate dopotutto perchè darmi retta e rispondermi in tanti?Gesù,io,la Chiesa e lo ripeto ancora una volta non giudica e condanna nessuno sempre accoglie il peccatore, il giudizio è stato il perdono non l'inferno,ora rimane se accettare o meno questo perdono;in ultima analisi si hai ragione quelle che dico rischiano di rimanere delle favole anche se belle se uno non ne fa una esperienza concreta. ringrazio tutti e soprattutto miki per questa bellissima discussione mi ha fatto piacere ascoltare le vostre opinioni che siete alla fine sicuramente persone migliori di me e lo penso davvero.vorrei concludere tutto questo casino che ho fatto e mi dispiace o forse è tutta colpa di Miki con il vangelo di oggi:Tommaso poichè hai veduto hai creduto beati quelli che pur non avendo visto crederanno.Grazie a tutti alla prox,Matteo

    RispondiElimina
  68. Matteo, con la mia esperienza è meglio che mi fermo qui, anche a parlarne sia qui ma soprattutto con te.

    Meglio così veramente...oddio se potessi dire tutto qui scoppierebbe un macello, quindi, hai ragione tu e buona mission impossible in Africa.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  69. @Matteo:

    "uno che ha sperimentato un amore così grande e profondo come potrebbe separarsene?"

    Quindi affermi di aver SPERIMENTATO tale amore..bene. Spero che tu non voglia proprio rifarti all'esatta etimologia della parola sperimentare, altrimenti scriveresti pura aberrità.

    E comunque hanno ragione gli altri, te parli dando a priori Dio come esistente, quindi già preponi un discorso che non si potrebbe porre. Come si dice "hai detto messa", ovvero una cosa dogmatica e insindacabile che va accettata così come viene predicata.

    Il Cristianesimo dice: Gesù, figlio di Dio. Ma non siamo anche noi figli di Dio?

    Quello che penso è che uno può credere in quello che vuole e in chi vuole, ma è davvero inaccettabile che esista LO STATO PONTIFICIO, con la sua ricchezza e il suo potere, sapientemente costruito nei secoli sfruttando il terrore e l'ignoranza della gente.

    Oggi hanno cambiato metodo, logicamente meno invasivo per forza di cose, ma mantengono tutte le loro usanze, compreso l'esercito del Papa(idiozia aberrante...come se Gesù avesse il suo esercito privato).

    Pertanto al di la della religione in se stessa, è ridicolo che ancora oggi la gente riverisca e veneri quasi come divinità semplici porci arrichiti in nome di Dio.

    RispondiElimina
  70. Il succo del discorso è in quello che scrive sapientemente Yami, con la sua cultura, ragione e intelletto, privo di superstizioni, credi e alcuna proprietà inquinante delle religioni.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  71. Io non parlo a priori ma in base a questa esperienza che ho fatta il dogma è dogma finchè non si sperimenta,la fede non è un salto nel vuoto ma un'esperienza cmq ringrazio arctic per il suo augurio riguardo alla missione e mi piacerebbe molto infine conoscervi tutti di persona forse Miki potrebbe organizzare qualcosa!!!
    Matteo

    RispondiElimina
  72. Matteo:

    AHHAHAhaha XD

    Va bene, dopo aver riletto alcune volte il tuo ultimo commento, penso sia come "dici". :D

    Ricapitolando:

    In base alla tua esperienza, il dogma è dogma finchè non si sperimenta,pertanto(=>) la fede è un esperienza.

    La fede si può sperimentare.. ma difficilmente si posso trarre conclusioni poichè l'uso della mente non è assolutamente previsto(salvo diventare atei), ma il DOGMA come lo si può sperimentare XD?

    E' un vero peccato. Chissà se tu sei una mente sprecata. Prendi Arctic Fox ad esempio, magari prima era il migliore oratore(o sofista dei giorni nostri) a indottrinare e a convincere(e a autoconvincersi ovviamente)le persone sulla fede e sulla religione. Invece ora dimostra di potersi sedere a un tavolo per pochi dove si produce in modo magnificente vera analisi di questo mondo.

    RispondiElimina
  73. @ Marik.Nella fede poichè è un'esperienza non solo è coinvolta la mente ma tutto l'essere ora se la stessa fede è un dogma nel momento in cui se ne fa esperienza "cessa" di esserlo ma semplicemente perchè quella persona ha visto che è vero quindi la natura e il concetto del dogma rimangono ma per colui che ne ha fatto esperienza acquista una nuova natura in quanto gli è stato rivelato.Il dogma quindi infine puoi sperimentarlo solo se si fa carne nella tua vita ad esempio come sperimentare Cristo resuscitato? Lo sperimenti se nella tua vita eri morto e parliamo di morte ontologica e risusciti torni alla vita era tutto perduto con le tue forze o di qualcun altro non andavi da nessuna parte le hai provate tutte finchè qualcuno ti ha aperto un cammino attraverso la morte e tu capisci che è Dio un pò come l'esperienza del popolo d'israele durante la fuga dall'Egitto dietro avevano il faraone e davanti il mar rosso chi ci libererà da questa morte certa dicevano e sai come è andata ora oggi gli studiosi possono dire non è stato Dio ma un evento atmosferico straordinario,bè ma se tu eri lì sai benissimo chi è stato e qli altri possono dire quello che vogliono cercare tutte le spiegazioni possibili pur di negare Dio ma tu eri lì quel giorno quando Dio ha aperto il mare facendoti passare all'asciutto liberandoti dalla morte e dalla schiavitù e questa esperienza nessuno te la potrà togliere.Spero di essermi spiegato un pò meglio Matteo

    RispondiElimina
  74. Voglio aggiungere in breve senza fare la storia della mia vita anche io ero morto non mi sentivo amato da nessuno non amavo nessuno la mia vita non aveva un senso non lo aveva la sofferenza niente, mia nonna l'unica da cui sentivo amore è morta di cancro alle ossa in casa mia tra atroci sofferenze ma con una fede incredibile sempre pregando, senza mai mormorare contro Dio, amando fino alla fine tutto della sua vita, mi sono chiesto che è amore è mai questo mi sono chiesto come non maledire Dio per una tal cosa, come trovare questo amore, lo voglio anche io e nella situazione di morte in cui ero dove sntivo anche di aver fallito in tutto ed ero vicino alla depressione mi è stato annunciato questo amore è ho voluto dare ascolto, ho cominciato un cammino di fede e mi ha liberato e io so che viene da Dio come lo sapeva il popolo d'israele, la gente può dire quello che vuole ma io c'ero quel giorno quando Dio mi ha aperto il mare. Matteo

    RispondiElimina
  75. Mattè, con tutto il rispetto, incarni perfettamente la tipologia di persona che HA PERSO TUTTO, o è debole, e ha trovato qualcosa a cui aggrapparsi, che è gratuita e lenitrice.

    Io mi preoccuperei molto più di cercare di farmi amare dal prossimo, che da un Dio che mi ama a priori.
    Mi preoccuperei più di svoltare la mia vita in modo concreto, piuttosto che aggiungere l'ingrediente "fede aprioristica".

    Ovviamente, magari sbaglio. E ovviamente non penso che tu non fossi amato o avevi una vita di merda.
    Anzi, forse ce l'avevi davvero, ma solo fino al 2002: anno in cui mi hai conosciuto, e hai cominciato la lettura del VERO VERBO :)

    Moz-

    RispondiElimina
  76. @ Miki: Riguardo l'amore del prossimo ne abbiamo già parlato e non è possibile senza l'amore di Dio e non è che nessuno mi amava solo io non lo avvertivo infine sono un debole?Si d'altronde questo mi ricorda che sono una creatura e non il creatore e mi ha permesso di incontrarmi con questo amore.Matteo

    RispondiElimina
  77. Classica prova che proprio nel momento del bisogno ci si deve agrappare a qualcosa, e la storiella di Dio tiene sempre e comunque, un Dio che ci ama a prescindere, bla, bla, bla...

    Ok, è la mia idea, io preferisco essere amato da altri che da Dio, e preferisco amare altri che Dio.

    E non è vero che è Dio che ci insegna ad amare, questa è una cosa falsa, dettata sempre dal buonismo dei credenti.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  78. Siccome ormai questo post è datato ma a 80 dobbiamo pur arrivarci voglio riportare una parola che mi è capitata oggi e che vuole riassumere un pò tutto sarà lunga ma chi se ne frega.
    C'era tra i farisei un uomo chiamato Nicodemo,un capo dei giudei.Egli andò da Gesù,di notte e gli disse:"Rabbi,sappiamo che sei un maestro venuto da Dio;nessuno infatti può fare i segni che tu fai,se Dio non è con lui".Gli rispose Gesù:"in verità in verità ti dico,se uno non rinasce dall'alto,non può vedere il regno di Dio".Gli disse Nicodemo:"Come può un uomo nascere quando è vecchio?Può forse entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?".Gli rispose Gesù:"In verità,in verità ti dico se uno non nasce da acqua e da Sppirito,non può entrare nel regno di Dio.Quel che è nato dalla carne è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito.Non ti meravigliare se t'ho detto:dovete rinascere dall'alto.Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce,ma non sai di dove viene e dove va:così è di chiunque è nato dallo Spirito".Replicò Nicodemo come può accadere questo?.Gli rispose Gesù:"Tu sei maestro in Israele e non sai queste cose?In verità,in verità ti dico,noi parliamo di quel che sappiamo e testimoniamo quel che abbiamo veduto;ma voi non accogliete la nostra testimonianza.Se vi ho parlato di cose della terra e non credete,come crederete se vi parlerò di cose del cielo?Eppure nessuno è mai salito al cielo,fuorchè il figlio dell'uomo che è disceso dal cielo.E come Mosè innalzò il serpente nel deserto,così bisogna che sia innalzato il figlio dell'uomo,perchè chiunque crede in lui abbia l vita eterna.Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo figlio unigennito,perchè chiunque crede in lui non muoia,ma abbia la vita eterna.Dio non ha mandato il figlio nel mondo per giudicare il mondo ma perchè il mondo si salvi per mezzo di lui.Chi crede in lui non è condannato;ma chi non crede è già stato condannato perchè non ha creduto nel nome dell'unigenito figlio di Dio.E il giudizio è questo:la luce è venuta nel mondo,ma gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce,perchè le loro opere erano malvagie.Chiunque infatti fa il male odia la luce e non viene alla luce perchè non siano svelate le sue opere.Ma chi opera la verità viene alla luce,pechè appaia chiaramenteche che le sue opere sono state fatte in Dio.Ma quanto mi piace essere cattolico!!!Matteo

    RispondiElimina
  79. @ Matteo: il record è raggiunto, ma resta nelle tue parole, sempre il problema di fondo che han sollevato anche gli altri: tu parli a priori, dai per scontato che tutti la pensino come te e che tu abbia ragione. Non è che non sia così, potresti davvero aver ragione, ma fino a prova contraria non è e non sarà MAI dimostrabile... Pure io potrei mettermi a parlare aprioristicamente snocciolando il credo dello zoroastrismo (religione rivelata e di molto precedente alla tua). Saremmo muro contro muro, perchè alla fine, senza possibilità d'appello, tutti e due avremmo (diritto alla) ragione. :)

    Moz-

    RispondiElimina
  80. Ancora più record! 82!

    RispondiElimina
  81. I passi citati da Matteo li conoscevo benissimo, ma oltre al fatto che possono essere storia inventate, anzi, sicuramente lo sono come tutta la Bibbia, non hanno nè significato nè un messaggio "arrivabile" a chiunque, infatti sono messaggi "sentiti" solo per una cerchia ristretta di persona, ovvero i cattolici, che accettano tutto senza prova, abboccano a tutto, dalle madri vergini, ai Dei trini e unico Dio...figuriamoci.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  82. intanto la cerchia ristretta dei, "cristiani", che mi pare siano circa 2000000000 ops mi sa che non è tanto ristretta e tra questi mi sa che ci siano e ci sono state menti talmente eccelse come Einstein che erano tutt'altro che creduloni forse tutt'al più gente che ha fatto un'esperienza vera e poi la Bibbia inventata, bè che grande invenzione direi che non sembra umana forse perchè viene da Dio,anzi senza forse.Matteo

    RispondiElimina
  83. "Per quanto siano diverse le parole che li descrivono, il sole rimane sempre il sole, e la luce è sempre la luce."Per quanto siano diverse le parole che li descrivono, il sole rimane sempre il sole, e la luce è sempre la luce.P

    ...Non trovo modo migliore per lasciare l' ultimo commento su questa discussione, che potrebbe tranquillamente dar origine ad un blog a tema!:P

    RispondiElimina
  84. @Matteo: se provenisse davvero da Dio, che l'ha "ispirata", come mai ci sono così tanti errori, incongruenze, ripetizioni... anche da una pagina all'altra dello stesso Libro?
    In Genesi (il Pentateuco è attribuito tutto ad un'unica mano) viene prima detto che Dio creò tutto e solo come ultima cosa il suo capolavoro: l'uomo.
    Peccato che nella pagina successiva (poche righe dopo) viene detto l'esatto contrario: Dio creò l'Uomo e poi per dargli compagnia e cibo, creò per lui animali e piante...
    Insomma, un Dio confuso, più che perfetto... :)
    E' questo è solo una delle mille cose che non quadrano... ma per me non è un problema, dopotutto parliamo della Bibbia, non della Divina Commedia o di Berserk che...

    ...@ Eliell: ammazza che citazione colta :)

    Moz-

    RispondiElimina
  85. Matteo ammirò la tua ingenuità che un tempo avevo anche io, e la tua stessa frase, cioè quella dei 2000000000 di persone la citavo sempre io, ormai erano come dei ritornelli per incantare i non cattolici, mentre si sa, che su una Chiesa gremita, se ci stanno due o tre credenti veri, coerenti e di cuore, è un'impresa (preti compresi)! (questa cosa me la diceva sempre un amico sacerdote di cui ti parlerò tra poco) Quindi fatti due calcoli, e screma tutti quelli che lo fanno per apparire, tutti quelli che predicano bene e razzolano male (il 95%), tutti quelli che lo fanno per impegno e non per passione, tutti quelli che lo fanno per abitudine, tutti quelli che lo fanno per tradizione, tutti quelli che lo fanno per accontentare altri ecc....e fidati che ce ne sono.

    Matteo, io quando ero credente ho conosciuto SOLO una persona che credevana quanto me, con una fede pazzesca che anche io avevo, e ora non sto qui a raccontare tutto quello che facevo, non mi serve....ma ho conosciuto solo una persona, e questa era un sacerdote che è morto qualche mese fa, giovanissimo, e ho perso un grande amico, e io mi chiedo: se Dio veramente esistesse, perchè prendersi un suo testimone così esemplare, che aveva riuscito ad avvicinare tanti "agnellini" al gregge della salvezza, un sacerdote che sapeva testimoniare Dio solo con lo sguardo, a differenza di altri preti che vivono fino a 90 anni e mettono imposte sulle messe dei defunti, o ad altri credenti che ti giudicano e credono di avere la verità in mano!
    Perchè? Perchè Dio non esiste, se esistesse avrebbe fatto vivere quest'uomo fino a 100 anni, perchè se è vero che Dio vuole che la gente si salvi, questo amico mio sacerdote lo stava facendo in un modo esemplare, e invece....invece niente!

    Dio non esiste, la Bibbia è una cazzata ( e non occorre l'intelletto per capirlo - lo posso anche spiegare perchè lo è ) e la fede è un'illusione bella e buona a cui cadono solo gli ingenui, e tutto si spiega che questa vita non guarda in faccia a nessuno, perchè qui si va avanti con le nostre forze, senza nessun Dio e madre vergine.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  86. Le conosco benissimo le percentuali
    ma come ho già detto basta un poco di sale per dar sapore a tutto il resto.quella che tu fai è la domanda dei secoli Xchè la sofferenza, diceva Nieczke dopo Auschwitz non si può più credre in Dio infatti se Dio esiste xchè non fa qualcosa,semplice xchè non c'è e se c'è e non fa niente allora è un mostro, sai tu risolvermi questo sofisma xchè di questo si tratta di un sofisma ma questi concetti come i tuoi sono vecchi come il cucco direbbe Miki ed è più facile credere ad essi che alla bibbia, troppo facile per una persona intelligente, sa di resa difronte al mistero della vita ma torniamo al sofisma,al Signore è piaciuto mostrarsi nella sofferenza, con dolori xchè? bè perchè nella sofferenza è più facile vedere l'AMORE, perchè l'uomo capisse non c'era altro modo, voglio dire se uno soffre per te dà la vita per te, è xchè ti sta amando e tu lo capisci meglio che in qualsiasi altra maniera in quanto quell'amore si fa segno esteriore e chi lo vede quindi si sente amato e vede Dio nel sofferente, nella sofferenza è Dio che ti sta amando, è Dio che ti dice guarda fino a che punto ti amo,il cristiano che soffre quindi sa che non soffre per se stesso ma dona la sua sofferenza per amore agli altri perchè non è più lui che soffre ma Cristo in lui. Ti racconto un fatto, durante l'olocausto in un campo di concentramento c'era un colonnello tedesco ateo che stava guardando una fila di ebrei tutti nudi che andavano alle docce ovvero le camere a gas si chiede in coscienza che dovrei fare forse dovrei con il mio potere di colonnello cercare di fermare tutto questo quando ad un certo punto sente una voce dentro che gli dice spogliati nudo e mettiti in fila con loro.Che significa questo è assurdo come per il mondo lo è la croce d'altronde, e questo colonnello non ha mai saputo darsi una risposta,però un cristiano ce l'ha, quello era il modo migliore per far presente l'amore, uno che si mette in fila con te di sua spontanea volontà e ti dice coraggio andiamo a amorire per il mondo per il Signore che anche ha dato la vita per noi muoriamo perchè con la nostra morte gli altri ricevano la vita,io sono con voi fino alla fine del mondo dice il Signore anche nelle camere a gas, se c'è l'amore c'è Dio e tutto ha un senso anche la morte(meglio l'amore che la vita,meglio l'amore che ha vinto anche la morte).ma se vuoi come tu dici questa è "robaccia" da cristiani cose futili in cui credere.Per quanto riguarda il tuo amico prete certo non posso parlarne lungi da me il farlo visto che non lo conoscevo, ma anche il mio prete è morto Don Gianni a 57 anni Miki se ne ricorderà e ti dico questo, con la sua vita e infine con la sua morte ha attirato tutti a se tutti quelli che Dio ha voluto proprio come Cristo che ha detto quando sarò innalzato attirerò tutti a me e a lui sono bastati solo 33 anni e forse potremmo dire solo quell'istante,ma queste sono solo parole di un povero peccatore cattolico che la fede ancora non ce l'ha.Con Miki non voglio sindacare anche perchè ci sarebbe troppo da dire perciò dirò solo che quello che conta è che la Bibbia ci insegna come arrivare ad amare così(e possiamo snocciolare tutti i libri e religioni e filosofie che volete ma questo amore non lo troverete da nessuna parte) per il resto possiamo fare tutte le chicchiere che vogliamo e se questo amore è la verità allora fate un pò voi.Con le proprie forze non si può amare così mi ripeto ancora come se non lo si voglia prendere in considerazione infatti chi amerà il nemico,l'assassino il pedofilo ecc ecc o forse questi sono esclusi dall'amore di Dio?Il quale ama anche il peccatore.Matteo

    RispondiElimina
  87. Io sinceramente preferirei vedere l'amore non attraverso la sofferenza ma attraverso un percorso sereno, giusto, e bello.
    Spesso la chiave su cui la Santa Madre (di chi?) Chiesa fa leva, è proprio la sofferenza, la frustrazione e il terrore (dell'ignoto, anche dopo la morte, anche se ci dovrebbe essere la sicurezza di una vita eterna).
    Perchè sono cose INNATE nell'uomo.

    Io preferisco una dottrina di amore attraverso le belle cose, e che dia alla sofferenza il giusto peso, e non lo specchio verso cui poter scorgere altro... che ci volete fare, sono un dandy ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  88. Moz, sei il mio sogno eretico!
    Ahauaahuaua!

    RispondiElimina
  89. Guarda Mattè, mi so fatto una grassa risata leggendo il tuo commento, perchè sono parole identiche a quello che usavo io, IDENTICHE PROPRIO, chiaro che abbiamo imparato delle belle frasi messe "in croce" per incantare gli altri...XD

    Morire per amore? Ma crepa te per amore, ma stai a scherzà? Cristo è morto sulla croce (che poi manco è vero e lo sappiamo benissimo, visto che è morto su di un palo, la croce è servita alla Chiesa per i suoi analogismi come sempre fa) ma quanta altra gente è morta dicendo che è Dio? Ohh quanta! Ce ne stanno di santoni come Gesù, certo, lui è stato scelto come il più papabile per fondare una religione.

    Oggi hai dato i numeri come un matematico agonizzante, come se 2000000000 di cristiani facessero una religione!! XDD Sai quanti credono in babbo Natale? Oppure quanti credono all'oroscopo? Miliardi e miliardi, e allora hanno ragione, se tu ragioni a numeretti!!!

    La Bibbia chi l'ha scritta? A me pare l'abbia scritta l'uomo nei secoli della storia, e infatti, visto che sia io che te abbiamo letto la Bibbia, ti sarai accorto (se il tuo amore per Dio non ti ha totalmente accecato) che nell'antico testamento DIO FOMENTA LA SCHIAVITU', fomenta gli omicidi, le condanne, le torture, poi non serve che io dica che l'A.T. sia totalmente MASCHILISTA!! Ma chissà perchè? O Dio era sessista, razzista, omicida e assetato di sangue, oppure perchè la Bibbia è stata scritta dagli ignoranti di quel periodo storico, ovviamente ottusi, sessisti ecc...non credo che un Dio fomentasse tutta questa merda!! APRI GLI OCCHI MATTE'....ma poi cosa succede?
    Poi arriva Gesù da un grembo verginale (se vabbè) e proclama AMORE...ovvero, tutto l'a.t. va nel cesso, Mosè diceva una cosa e Gesù ne diceva un'altra e così via...

    Nell'antico testamento c'è un Dio bruto,cattivo, assetato di sangue, uccideva, mandava diluvi (ovvio che siano falsi come tutta la Bibbia), sterminava Sodoma e Gomorra, diceva ai profeti di uccidere i propri figli...WOOOW!!!
    Poi quando si sono accorti che così non poteva andare, arriva povero Cristo, buono e amante degli uomini.

    Negli anni poi, nel nome di Cristo tantissimo omicidi da parte della Chiesa, crociate e roghi umani, condanne capitali e pene efferate!!! Quel povero Cristo che di sicuro non ha fatto niente di male, ma gli abbiamo dato più peso di quello che meritava, tanto che, i Vangeli che abbiamo oggi sono quelli di Matteo, Marco, Luca (sinottici) e Giovanni, vangeli scelti dalla Chiesa tra i più limpidi e incantatori dove trasuda un Cristo completamente puro, santo e bonaccione.
    E il vangelo di Filippo? Di Tommaso? Il Vangelo segreto di Marco? Il Vangelo di Basilide? Quello di Giacomo? Quello di Giuda? E NO!!! Quelli sono Vangeli reietti dalla Chiesa, perchè qui esce la vera identità di Gesù il Nazareno, un uomo con fratelli e sorelle, con moglie e figli addirittura, in fondo che c'è di male? Era un uomo, ma la Chiesa ha ritenuto opportuno eclissarli, CHISSA' PERCHE'?

    Io non ho nulla nei confronti di Gesù, che per me è solo un uomo vissuto 2000 anni fa, sicuramente con grande carisma e virtù, ucciso per quello in cui credeva, come succede ancora oggi, ma sicuramente non era Dio.

    Inoltre non c'è uno straccio di prova dei suoi miracoli, sempre inventati dai vangeli e farciti per bene dalla Chiesa.

    Poi chi sono i credenti in Cristo? NESSUNO!!! Pensateci. Se veramente qualcuno volesse credere e seguire Cristo, ricordate cosa disse Gesù? "Chi mi vuole seguire lasci tutto e mi segua" XDD E caro Matteo, su 2000000000 di persone, chi ha lasciato tutto, venduto tutto, denudatosi di tutto e averlo seguito? (Seguito dove poi)....arriviamo a 1000? Toh 2000, oggi ci sono gli sconti!!!

    Guardate, che sia una baggianata bella e buona il cristianesimo e cattolicesimo è lampante solo a chi ha sale in zucca, poi ognuno è libero di credere anche alle fate, molto più attendibili di Dio comunque, ma rendiamoci conto comunque che così non si va da nessuna parte!!

    RispondiElimina
  90. Stop stop stooop! Mi state dicendo che il Dio dell'Antico Testamento è violento, omicida, schiavista ma soprattutto SESSISTA E RAZZISTA???
    IO MI CONVERTO OGGI STESSO!!
    LO VOGLIO COME MIO DIO!
    *___*

    Sì, da oggi in poi sarò il più fervente dei religiosi... anche io voglio distruggere le Sodoma e Gomorra dei nostri tempi, anche io voglio che siano puniti gli uomini con flagelli, anche io voglio privilegiare solo UNA categoria, mandando morte e anatemi ai novelli egiziani!
    Sì, io STO CON DIO!
    Donna, partorirai con dolore!

    Moz-

    RispondiElimina
  91. @MIki più che il tuo Dio, quello descritto sei tu..nei tuoi sogni più sfrenati, durante i tuoi deliri di onnipotenza!:P

    Ho tentato di leggervi, ma vista la lunghezza dei post ho rinunciato! leggerò solo il 100 commento e poi abandonerò il vostro iperuranio!ghgh

    RispondiElimina
  92. @ Sandrino: ahaha grazie^^ Ma non svegliarti bagnato, anzi, appicciato (dalle fiamme dei roghi per eretici!).

    @ Eliell: beh, è il Dio dell'A.T., e... cavolo, mica avevo mai notato che fosse così figo! Bello tosto, duro, poco indulgente... Altro che Superman.
    Anzi, mi ricorda Batman: inizialmente cupo e senza remore, ora non si sa che piega ha preso...
    ..idem il Dio ebraico, ora è snaturato dalla deriva buonista, tipica degli anni '80. Non va, non va... lo rivoglio stronzo, cattivo e distruttore! :)

    Moz-

    RispondiElimina
  93. Come diceva il buon Friedrich Nietzsche, il cristiano non è altro che un essere intrappolato nel terrore di esistere. Di respirare, di aver paura e di vergognarsi dei propri impulsi.

    C'è una semplicissima frase; come diceva qualcuno "la religione è l'oppio dei popoli" ed è tremendamente vero.

    Inoltre sempre sempre citando il caro Friedrich.."che differenza c'è tra un uomo convinto e uno ingannato? nessuna se l'uomo è ben ingannato".

    Peccato che nel caso delle religioni non si sia neppure ben ingannati, poichè bastano delle letture NON EMOTIVE, NON SENTIMENTALI E NON DESIDEROSE di ascendere con la fantasia per capire che non esiste congruenza.

    Mi rendo conto che l'uomo è capace di un auto condizionamento enorme.

    L'atmosfera, gli echi, il silenzio, la ritualità hanno un determinato impatto emotivo.

    Perchè(altro argomento in cantiere che accenno) hanno un legame fortissimo con il dolore umano.

    Quei momenti evocativi, l'odore dell'incenso, mettono l'uomo di fronte alle sue limitazioni, alle sue paure e ai suoi bisogni di esorcizzare le stesse e di soddisfare gli stessi.

    Io mi chiedo e vi chiedo, la fede sarebbe la stessa senza la chiesa? La lettura di un vangelo o di un libro basterebbe davvero a credere in un Dio? Ma prima o poi tratterò la cosa.

    RispondiElimina
  94. Yami, ancora una volta mi inchino alla tua fine perspicacia, e senso della cultura e della tua sensibilità particolare nel trattare questi argomenti.

    Mi trovo di forte accordo con te, l'ambiente, il luogo, i momenti, le liturgie, influenzano molto la sensibilità delle persone.

    Dio è una pura invenzione costruita sui sentimenti dell'uomo, sulle sue debolezze e emozioni.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  95. P.S. - mi ero dimenticato di dire: Yami io scalpito all'idea di vedere il tuo nuovo blog, soprattutto di leggere i tuoi post di un interesse unico!!

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  96. Dunque potremmo dire che questo è un'altro sofisma da sciogliere.Dio ha scelto con l'uomo questa pedagogia che parte dall'antico testamento per manifestarsi ad esso entrando nella sua vita poco a poco e quindi adattandosi si può dire ai suoi tempi,mentalità,cultura ecc perchè Dio si fa conoscere poco a poco,e lo ha fatto con il popolo di Israele che non era neanche un popolo perchè fosse un esempio per tutti noi perciò a quei tempi quelle crudeltà che tu dici era roba all'ordine del giorno niente di nuovo,cmq questa pedagogia e quindi Dio stesso infine si è rivelata nella sua pienezza e in maniera definitiva in Cristo,e non possiamo neanche pretendere di spiegare Dio perfettamente, non lo fa neanche la Bibbia che si limita a raccontare una storia che è anche la nostra storia Dio infatti opera nella storia,non possiamo mettere Dio nella nostra testa altrimenti che razza di Dio sarebbe.Tutti i vari santoni esistiti invece non ci vuole uno scienziato per capire che erano nulla infatti non hanno lasciato niente e cmq non hanno amato alla maniera di Cristo.per quanto riguarda il "buon" Nietzsche lo sapete come è morto il gran maestro,e la dice lunga su di lui,bè in una delle sue folli perversioni sessuali ha tentato di fasi una vacca che si è giustamente ribellata sferrandogli un calcio e lasciandolo bello e che morto, altro che cristiano intrappolato nel terrore di vivere,piuttosto porca vacca è il caso di dire uno che non ha vissuto manco un pochino quello che diceva e che dalla sua morte si capisce che non ci credeva manco lui,un cristiano vero invece incarna perfettamente l'esempio di Cristo.Infine caro Miki puoi sempre sperare di vedere un Dio bello tosto quando sarà l'apocalisse chissà.Suggerirei di lasciare il numero 100 a Miki tanto per onorarlo del suo lavoro io non so se lo vedrò perchè domani è il mio ultimo giorno di connessione o forse non lo vedrò neanche domani ma spero di averne da Miki una copia in omaggio stampata quando torno,spero di poter fare i grandi saluti domani,Matteo.

    RispondiElimina
  97. @Matteo: beh domani allora aspettiamo tutti i tuoi saluti... dopo che ci hai scassato i coglioni coi predicozzi, MINIMO CI DEVI SALUTARE!^^

    E in ogni caso è stata una bella sorpresa averti qua... quando mai t'eri degnato di leggere e commentare! Si vede che non stai nel frenetico Abruzzo, ma in qualche posto sottosviluppato del terzo mondo dove te le gratti tutto il giorno!!^^

    E siamo a 99...

    Moz-

    RispondiElimina
  98. Frasi ancora che anche io conoscevo benissimo, perchè per giustificare il bagno di sangue che questo ipotetico e illusorio Dio ha fatto, si dice così: è un modo di manifestarsi pedagogico - progressivo!! XDDD Che cazzata se ci pensiamo, solo gli scemi possono accreditare questa giustificazione ridicola e di una bassezza intellettuale tale da far rabbrividire uno scimpazè!!

    Quelli che voi chiamate sofismi, non sono altro che la manifestazione di un'intelligenza che voi ottusi, bigotti e ipocriti (perchè lo siete come lo siamo anche noi) cercate ancora di soffocare; se Dio è padre, e come tale si comporta come genitore, io non ho visto finora un padre che uccide i figli ai fini pedagogici progressivi....sarà che io (noi) usiamo l'intelligenza, il genio, il sale...voi cosa usate? I dogmi! Cosa vale di più??

    Hai capito Matteo che non andremo mai d'accordo su questo punto, uno perchè conosco tutto della religione cattolica cristiana, visto che l'ho vissuta a 360° in ogni modo, quindi conosco tutte le filastrocche incantatrici, le belle parole e il vostro compito di terrificare (perchè alla fine fate questo), dicendo: Dio vi ama, convertitevi o brucierete!! Il succo è questo.

    Che dire? Auguri per il tuo cammino che spero si interrompa presto, riprendendo in mano il senso della vita, ma quello vero, ma soprattutto riacquistando una luce mentale e non tutto questo buio biblico che ti porti dietro come una zavorra e che ti rende, ahimè, spesso ridicolo e limitato, potresti veramente dare di più perlando CON LE TUE PAROLE, e non con quelle della Bibbia!
    Ancora auguri, l'importante è che tu sia felice.

    A proposito di senso della vita: tra qualche minuto parto per Roma per andare agli studios in Via Tiburtina, per la registrazione dell'ultima puntata del "senso della vita" con il grande Bonolis e Laurenti! Arctic Fox vi saluterà anche da lì!

    Ciao a tutti...

    ...e sin 101 XD

    RispondiElimina
  99. @don matteo:

    Ahahahhaahah! XD

    E' simpatico vedere che si trovano sempre mistificazioni da coloro che vivono solo delle stesse.

    Il caro Friedrich, negli ultimi anni della sua vita era affetto da sifilide, che lo ha condotto alla follia e morì sotto la cura della sorella, non di certo per il calcio di una vacca XD(altra storiella inventata dai cristiani inquisiti come te ahhaha).

    Ma poi, per quanto mi concerne, lui poteva anche essere zoofilo, omosessuale e poteva anche incularsi un elefante.

    Ma quello che ha detto lacera e recide impietosamente l'ebete espressione di pseudo felicità impressa sui volti dei cristiani.
    Ha perfettamente ragione, il cristiano ha paura di ciò che è. Ha paura di un erezione, ha paura di provare attrazione per uno del suo stesso sesso, vive intrappolato in un impasto di carne che non vede l'ora di abbandonare per assurgere(?).

    Se leggessi una mia risposta al blog di Arctic Fox sul senso della vita, forse anche tu capiresti qualcosa(perchè è evidente che la tua mente ne deve fare di rodaggio, soffocata dalla fede).

    Ma qui sarà più conciso; Ci sono due tipi di cristiani(secondo il mio pensiero collegato alla risposta sulla vita); C'è il cristiano che è tale per istituzione e quindi per potere, e c'è il cristiano alienato.

    Il cristiano da potere è quello più (inconsciamente) furbo.
    Il cristiano alienato è la pecorella fuori dal gregge, che quando realizza la miseria della propria vita, alza(naturalemnte) lo sguardo al cielo e giunge le mani.

    Tutti vivono per diventare parte qualcosa a questo mondo. Chi fallisce, si rivolge a Dio.
    (Come recitava la canzone...ALLA FINE di TUTTO.."ma lassù mi è RIMASTO Dio").

    Certo si può sempre tirare fuori la cosa che persone di successo e ricche hanno abbandonato tutto per inseguire l'ideale religioso, ma ciò è sempre rinconducibile al terrore dell'ignoto che da sempre spaventa l'uomo.

    Forse un giorno anche tu ti renderai conto di quanto sia umiliante vivere con un piede in due scarpe(leggi cervello e fede).

    RispondiElimina
  100. "Io, vagabondo che son io, vagabondo che non sono altro, soldi in tasca non ne ho, e quindi dico porco...!!!"

    Riassumendo in breve: per me l'uomo, anche il più fervente e convinto dei religiosi (non solo cattolici), teme, in quanto uomo (essere limitato, ma limitato da sè stesso) l'ignoto più profondo.
    Lo si vede dalle piccole cose: non esisterebbero razzismo e omofobia, ad esempio... se ci si ragiona sopra, è allucinante come questione: possibile che l'uomo discrimini un altro solo perchè è più nero-giallo-rosso di lui?
    Possibile che si venga discriminati per un gusto o una scelta sessuale (perfettamente adulta e naturale, in quanto si trova in natura in piante e animali) solo perchè si teme la diversità quotidiana?

    L'uomo è così, debole e meschino, ed è attratto dalla stessa paura che respinge.
    Rifletteteci un attimo: non vi sembra ASSURDO che esistano DISCRIMINAZIONI per questioni NATURALI come colore della pelle, sessualità, o scelte di vita come il proprio Credo?

    La religione (termina che deriverebbe da "relego" ossia "incatenare") nasce da queste cose.
    Dalle paure ataviche dell'uomo, che DEVE darsi una risposta lenitrice per il quesito finale, che è e rimarrà senza risposta nonostante le favolette.

    Per inciso, possiamo allora sempre credere che trovando le Sfere del Drago si possa risorgere, o che quando si passa a miglior vita si possono fare tornei di karatè nell'aldilà.
    Eppure, nemmeno Goku in fondo ci crede, e ha paura della morte.
    E anche Gesù, sulla croce (ops, palo) ne aveva: e lui aveva la resurrezione per direttissima, raccomandato da quel csgacazzi di suo padre :)


    Moz-

    RispondiElimina
  101. Naturalmente lo so che aveva la sifilide AHAHAHA chissà come se l'è beccata il pervertito(o poveraccio se preferite) e cmq il fatto della vacca è vero naturalmente certe cose è meglio non renderle pubbliche, ma veniamo ai saluti;
    @ Marik:se vuoi spiegare il senso della vita cerca di rispondere a queste domande chi sei da dove vieni dove vai e perchè vivi(tenendo conto che dovrai morire)e non rispondere con un semplice pensiero filosofico il pensiero rimane pensiero cerchiamo di essere più concreti
    @ Arctic:mi sta bene che tu abbia la tua visione della vita ma chi è che porta le catene ce lo dirà la storia e se uso le parole della bibbia è perchè in parte sono parte di me e della mia storia cmq sappi che io non trovo in me la paura di vivere o dell'ignoto ma forse questo dovrebbero confermarlo quelli che mi conoscono,un ultima cosa ti voglio dire da tutti i tuoi post quello che trasuda o che quanto meno è arrivato a me è rabbia e giudizio e non so con questi sentimenti come si possa convivere o vivere bene ed è proprio questo che ti rende poco credibile ma naturalmente mi starò sbagliando come sempre d'altronde.
    @ Eliell:ti dirò solo che è stato un piacere scoprire chi eri ma tanto noi ci rivediamo a llsn.
    @ tutti in generale:grazie soprattutto per la pazienza che avete avuto
    @ Miki:caro vecchio amico non credo che mi infilerò di nuvo in una cosa del genere,ma credo sia stato costruttivo ci vediamo in Italia e ci sentiamo via sms o e-mail quando possibile stammi bene.
    Avete tutti la mia stima e il mio bene per quello che vale,ciao a tutti e pace a voi. Cristo è veramente risorto e vi ama.

    RispondiElimina
  102. don matteo:

    Sentir parlare te di concrettezza è aberrante, ma ne prendo atto. :)

    E' evidente che sei la più squisita forma di contraddizione umana, ed è naturale che sia così, rispondi perfettamente alla macchina di carne quale sei, desiderosa di valere più di quel che pesi, desiderosa di non scomparire nel nulla, speranzosa che questa vita triste e cupa sia una prova divina.

    La tua fame di conoscenza è vecchia come il mondo è le religioni conseguentemente nate.

    Il mio scopo non è persuadere nessuno a cambiare credo o ad abiurare, le convizioni le si possono cambiare solo da noi stessi, nessuno potrà mai venirci a dire cosa credere.

    Come ti ho detto, spero che un giorno tu non scompaia con il rimorso di aver speso una vita a lenire una paura ancestrale. La dignità è un valore che si dovrebbe comprendere, ma è evidentemente 200000000 di persone non ne hanno. L'uomo è incline a queste perversioni dell'animo le chiamerei, a queste sofferenze autoinflitte in modo quasi masochistico.

    Buona sofferenza, quindi. Buona resurrezione. :)

    RispondiElimina
  103. @ Matteo: Mattè, guarda che con concetti meramente filosofici rispondi sempre e solo tu: sei tu che parli per dogmi, dando per scontato di avere ragione, dando per scontato che dio esiste per tutti. E se ti sbagliassi? In fondo, prove oggettive (tranne la tua esperienza, che è Soggettiva) non ne hai.
    E comunque, anche unì'esperienza soggettiva non è detto che ti avrebbe portato a credere in YHWH, ma magari ad Allah, a Buddha, a Goku.
    Quando soprattutto si tratta di argomenti del bagaglio socio-culturale di ognuno... perchè ripeto: se nascevi in Indocina, col cazzo che ti smagavi per YHWH, ma (conoscendoti) ti saresti fissato per qualche dio panzuto con gli occhi a mandorla mangiabambù.

    Chiudo dicendo una cosa: l'uomo è così (auto)limitato che prega un dio (chiunque sia tra gli dei) che lui stesso ha creato.
    E in nome di questa sua invenzione collettiva, ha ucciso e si è ucciso. Insomma, è un circolo vizioso allucinante, se ci si ragiona sopra.
    Uno sputo alla libertà.

    Sul messaggio in sè, invece, beh quello può essere condivisibile da tutti, in fondo è giusto.

    Comunque Mattè, ci sentiamo via sms, stammi bene, e grazie per questo dibattito.
    P.s. la sifilide non la prendono i pervertiti, basta solo inzuppare il biscotto in una fighettina sifilitica...
    ...ma attento che in Africa non c'è la sifilide ma l'AIDS, attento alle negrette che ti corteggiano XD

    Un bacione al gusto di cocco, melone e fragola,

    tuo Miki Conte di Cazzonia

    Moz-

    RispondiElimina
  104. @ Mattè: io ho sempre saputo invece che eri tu!:P Cmq appena torni indiremo un bel dibattito socio-religioso al terminal quando torni! Io faccio da moderatrice, tu e miki siete i due "dibattitori"...

    MI raccomando goditi la tua africa, e fai foto e prendi appunti!^^

    un bacio!

    @ per tutti gli altri: per i "lontani" che vorranno unirsi al dibattito potremo effettuare collegamenti in videoconferenza!:)

    RispondiElimina
  105. "cit. Matteo>>> @ Arctic:mi sta bene che tu abbia la tua visione della vita ma chi è che porta le catene ce lo dirà la storia e se uso le parole della bibbia è perchè in parte sono parte di me e della mia storia cmq sappi che io non trovo in me la paura di vivere o dell'ignoto ma forse questo dovrebbero confermarlo quelli che mi conoscono,un ultima cosa ti voglio dire da tutti i tuoi post quello che trasuda o che quanto meno è arrivato a me è rabbia e giudizio e non so con questi sentimenti come si possa convivere o vivere bene ed è proprio questo che ti rende poco credibile ma naturalmente mi starò sbagliando come sempre d'altronde."

    Rabbia, giudizio? Assolutamente no, se trasuda rabbia, hai capito male, l'unica cosa che trasuda da me è la voglia di vedere le persone ragionare con la loro testa, con la loro intelligenza, con le loro capacità e non ripetendo come una filastrocca le frasi bibliche di 2000-4000 anni fa, scritti da ignoranti, sessisti, zotici e bigotti, tutto qui.

    Quello che cerco io non è la credibilità, io non voglio far credere nulla a nessuno, siete voi che cercate la credibilità, il mio intento è far SAPERE alla gente cosa ne penso io (in virtù del post e della discussione copiosa successivamente scaturita) e non far CREDERE, ripeto, quelli a cui serve credibilità siete voi.

    Che dire? Abbiamo scandagliato questo argomento fino alla viscere, credo possa bastare, concludo ossequiando Miki e Yami, che a mio avviso, sono due persone con un'apertura mentale esemplare, Miki m'incanta per come riesce a trattare di tutto, con quella leggerezza e faccia tosta di cui solo lui è capace, senza omettendo quella dose di cultura che ha ma che umilmente nasconde, della serie: "sa quello che dice". Poi Yami...eh! Yami per me è stata una scoperta, se dovessi avere un idolo, un profeta, un Cristo sarebbe lui!! Proporrei una nuova religione: il "Mozzismo Yamitico", di cui Yami è Dio e Miki il profeta!! XD Scherzi a parte, Yami è anch'esso un pozzo di cultura, una persona profonda e di grandi virtù di dialettica, che riesce a sferrare una serie di colpi senza nemmeno ricaricarsi, un cervellone, una grande persona, riesce ad essere sè stesso, senza il bisogno di ricorrere alla religione, agli scritti ultramedievali, e alla idee di qualche santone, senza il bisogno di relegarsi a qualche Dio, praticamente un ateo! (come me d'altronde)

    Finisco dicendo che Yami per me è un esempio tutto da scoprire e seguire, e non vedo l'ora che apra un blog con le sue trattazioni sicuramente succulente; fremo al desiderio!!!

    Questo spero sia il mio ultimo commento in questo post soggetto ormai ad obsolescenza, e mi complimento con l'autore di questo post e di questo blog, che ha fatto di questo spazio un capolavoro.

    Arctic Fox

    RispondiElimina
  106. @Arctic:

    Ahahahah! Va bene allora aspetto la sezione "I vangeli secondo Moz". :D

    Comunque ti ringrazio ancora per le lusinghe, e aggiungo che la riapertura del mio blog è sicuramente incentivata anche da persone come te e Miki, che possono comprendere, analizzare e ampliare le mie analisi.

    Quando le persone realizzeranno che il loro vero valore è dato solo da loro stesse forse non ci saranno più religioni e inizieranno ad amarsi e ad apprezzarsi maggiormente, dal comparto emotivo a quello intellettivo.

    RispondiElimina
  107. Ammazza che elogio!
    Grazie :)

    Moz-

    RispondiElimina