[racconto] 1992, colori



Oggi FB mi ha ricordato che due anni fa venne pubblicato, in una antologia della Delos Book (365 racconti d'estate), un mio racconto. Partecipai al concorso e il mio piccolo scritto fu selezionato dalla commissione. Il tema da seguire era l'estate, io ci abbinai quello dei colori, che amo.




1992, colori



La guardavo mentre se ne stava in piedi sulla battigia.
Indossava un pareo azzurrino, che svolazzava impertinente quando dal mare spirava la brezza dolciastra.
Lunghi capelli neri raccolti in una coda, aria distratta, un corpo che a me pareva da modella.
Bracciali dorati scintillavano al sole e, accostati alla sua pelle bruna, erano quasi diventati per me il simbolo stesso dell’estate.
Non so perché, ma se oggi ripenso a lei l’immagine che ho in mente è quella di un pallone colorato, da lei raccolto dopo la corsa che il vento gli aveva imposto.
Ricordo di come porse quella sfera gialla e rossa al bambino che la inseguiva divertito e disperato sin dal lido accanto al mio, quello con gli ombrelloni verdi.
Sorrise distrattamente e tornando a volgere lo sguardo al mare si sistemò una ciocca di capelli con le dita, mentre dallo stabilimento arrivava l’eco ovattata di una canzone al juke-box: lì, in quel preciso momento, mi innamorai di lei.
Ero undicenne, all’epoca.
Lei chissà.
Non la rividi più, negli anni seguenti.
Per un paio di estati la cercai con sguardo indagatore tra la folla vacanziera che popolava quel posto.
Gelaterie, negozi, tabacchi. E ancora, bancarelle, pizzerie, persino alle giostre. Niente.
Mi è sempre piaciuto pensare che fosse in attesa di qualcuno; luci o voci lontane da quella distesa d’acqua che le si parava innanzi come nella più bella delle cartoline.
Era l’estate del 1992. Quel mare è ancora blu, oggi come allora.

27 commenti:

  1. Ma daiiii! Ma è bellissimo Miki!!!!
    E ci tieni nascosti questi tesori???? Birbante! :*)
    Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah :)
      E' che sinceramente nemmeno so se potevo pubblicarlo XD
      Thanks :)

      Moz-

      Elimina
    2. ssssht!!! Acqua in bocca. Noi non diciamo niente! :))

      Elimina
    3. Ahaha bene bene :)
      Dai, la prossima cosa che scrivo è un romanzo, quello non potrò nascondervelo XD

      Moz-

      Elimina
    4. Ok,... io preparo la birra e i popcorn nellattesa.Tu scrivi :)

      Elimina
    5. Natale, se tutto va bene, lo facciamo uscire in qualche modo XD

      Moz-

      Elimina
  2. Bel brano, complimenti.
    Hai proprio "fotografato" certe emozioni adolescenziali estive, quando vedi qualcuno/a che ti riempie i pensieri, sai che non è della tua città e ti penti se non lo/a rivedi dopo la prima magica volta.
    Vabbè, io poi da idiota preferivo nutrirmi del primo ricordo piuttosto che cercarla ancora e scoprirla fidanzata di un altro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gas!
      Sì, era quello il senso... quando ti innamori di una persona idealizzata... perché in fondo sei piccolo.
      E... furbo tu, meglio tenerla per te che scoprirla con uno zoticone XD

      Moz-

      Elimina
    2. Zoticone che l'estate prima e l'estate dopo vedi con altre due ragazze, mentre tu avresti scelto solo e soltanto Lei...

      Elimina
    3. Ehhh ma siamo romanticissimi, caro Gas :)

      Moz-

      Elimina
  3. Ciao Miki!!!

    Molto bello questo racconto, breve ma davvero carico di vita reale.

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Maira!
      La brevità era una imposizione della casa editrice...^^

      Moz-

      Elimina
  4. E' scritto benissimo e lo sai che leggendo mi ha fatto venire in mente "La regina del celebrità"?.
    Ah, quanti amori perduti in uno sguardo tra sconosciuti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, vedi... l'ho sempre detto che Max ha già raccontato tutto :)
      Grazie mille, Paola :)

      Moz-

      Elimina
  5. Complimenti!
    Scopro sempre qualcosa - piacevole- che ti riguarda.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grassie Cri!
      Spero tu possa scoprire sempre cose piacevoli su di me :)

      Moz-

      Elimina
  6. Una piacevolissima sorpresa questa tua dote. Coltivata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo farò senz'altro!
      Grazie mille :)

      Moz-

      Elimina
  7. Lo sai, e non scherzo eh, che potrebbe essere un ottimo soggetto per un film questo? Davvero eh :)

    Un grande saluto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non c'è già passato Federico Moccia, sicuramente.

      Elimina
    2. Ahahaha, diciamo che Moccia lo trasformerebbe in un 3msc, cosa che non è :)
      Saluto a entrambi, guys ;)

      Moz-

      Elimina
  8. Ma che bel racconto :) delicato, nostalgico, "colorato". Anche un paio di anni fa (forse tre) ho pubblicato un racconto proprio in questa antologia della Delos, 365 racconti d'estate. E' stato divertente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo, praticamente noi blogger abbiamo assaltato quell'antologia^^

      Moz-

      Elimina
  9. Ah ma non stavi sull'Adriatico!?! ahahah...

    RispondiElimina