[SERIE TV] Twin Peaks 2017 - riassunto e recensione parte 9


Siamo giunti a metà strada: una strada spesso tortuosa e volutamente confusa, fatta di salti temporali, arte visuale e strani mondi.

Twin Peaks è decostruito per essere ricomposto poco a poco, un'odissea che tocca storie e personaggi, ambienti e ricordi.
Il nono episodio è probabilmente quello che mette un "paletto" e fa da raccordo generale tra molte linee narrative aperte fino a ora.
Buon divertimento.



THE HATEFUL TWO

Bad Cooper, colpito da Ray, riesce a recarsi -con qualche ora di ritardo- nel luogo dell'appuntamento fissato con i suoi scagnozzi. Rivediamo Chantal -che si occupò di far sparire il cadavere di Darya- e finalmente conosciamo Hutch.
Tim Roth e Jennifer Jason Leigh si riuniscono dopo il film di Tarantino.
Bad Cooper si fa dare un cellulare pulito, invia un sms con scritto "attorno al tavolo la situazione è animata" e poi contatta il tizio di Las Vegas intimandogli di finire il lavoro al più presto (presumibilmente uccidere Dougie).
Bad Cooper lascia i suoi soci ordinando loro di far fuori il direttore Murphy. E poi si dovrà pensare a due tizi a Las Vegas.


TELEFONI E TELEFONINI

Sul volo di ritorno, Gordon Cole riceve la chiamata dal Colonnello Knox del Pentagono: è necessaria una deviazione in Dakota del Sud perché la questione riguarda il Maggiore Briggs.
Diane non è così felice di ritardare il suo ritorno a Filadelfia, e il suo cellulare appare bloccato.
Tamara Preston riceve un'altra telefonata per Gordon: il direttore Murphy avvisa l'F.B.I. che (Bad) Cooper è evaso dal carcere federale.
Arrivati a Buckhorn, Diane stessa riceve l'sms scritto da Bad Cooper.
All'obitorio, Gordon e Albert si rendono conto che il cadavere di Briggs ha qualcosa che non va sull'età. La dottoressa mostra anche la fede nuziale di Dougie rinvenuta nello stomaco.

A LAS VEGAS

Dopo l'attentato ai danni di Dougie, i detective Fusco indagano sull'uomo. Scoprono che prima del 1997 non esiste NIENTE su Dougie Jones: documenti, patente, tesserini sanitari.
Bushnell immagina che gli attentati ai danni dell'uomo possano essere riconducibili a ciò che Dougie stesso ha scoperto sulle truffe.
Facendo bere un caffé a Dougie, i Fusco ottengono un elemento per estrarre il suo DNA. Il loro uomo incaricato di eseguire le analisi inoltre porta i risultati delle impronte sulla pistola impugnata dal nano: è Ike the Spike, che viene circondato nel motel dove alloggia e arrestato, non prima di aver avvisato qualcuno per telefono.

GARLAND E COOPER

Al dipartimento, Lucy e Andy discutono sul colore di una poltrona che vogliono acquistare. Lui è costretto a dare ragione a lei ma lei di nascosto compra la poltrona che piace a lui: non cambiano mai.
Jerry Horne è sempre strafatto.
Jhonny Horne corre per tutta la casa fino a dare una testata contro il muro e ferirsi.
A casa Briggs invece, lo sceriffo, Hawk e Bobby chiedono alla madre di quest'ultimo delucidazioni riguardo l'ultimo incontro tra Garland e Cooper.
Betty sapeva che questo momento sarebbe arrivato, come predettole da suo marito, e consegna ai tre un contenitore cilindrico con all'interno due bigliettini: uno contiene orari, date, simboli; l'altro è un ritaglio del messaggio "spaziale" che vedemmo nella seconda stagione.
Al Geath Northern, Ben rifiuta (da galantuomo) le avances di Beverly.
Alla Roadhouse invece, due ragazzine sbandate parlano di droga e di lavoro.


CAMBIAMO BLOG

Sì, dovete uscire dal Moz O'Clock, amiche e amici.
Gordon Cole a questo punto intende interrogare il preside Hastings, incarcerato per il delitto della sua bibliotecaria (vedi parti 1 e 2).
Lui è il gestore di un blog: La ricerca della Zona.
Due settimane prima ha scritto un post dove ha descritto una realtà parallela. E rivela di esserci entrato e di aver incontrato il Maggiore Briggs (in stato di "ibernazione") che avrebbe chiesto a lui e alla sua bibliotecaria delle  
coordinate per cambiare zona.
Tornati lì, la testa di Briggs è fluttuata via dopo aver pronunciato "Cooper, Cooper", mentre Ruth è stata uccisa da certi esseri giunti in quel posto.
Poi, Hastings si sarebbe ritrovato a casa sua, come se tutto fosse stato solo un sogno.
Ma andiamoci, su questo blog. Cliccate qui: The Search for The Zone
Buon divertimento, ancora.

CROSSMEDIALITA' E CACCIA AL TESORO

Come ho sempre sostenuto, Twin Peaks è un grande puzzle che dobbiamo ricomporre. Lo era negli anni '90 e stavolta si sono spinti oltre. Non è certo il primo caso di crossmedialità (pensate, addirittura l'italianissimo Distretto di Polizia, nel 2010, aveva un blog metatelevisivo aggiornato in tempo reale).
Ma qui si è oltre: perché quel sito è esplorabile e contiene indizi e materiali.
A questo punto non è più solo televisione, non è più solo cinema, non è più solo romanzo.
E questo sì che è interessante. Twin Peaks diventa tutto.
E quando Albert, con la sua caustica ironia, domanda "cosa succede nella seconda stagione?", allora sì: Twin Peaks ha smesso ufficialmente di essere una serie tv, lascia questo ormai banale compito a tutti gli altri (che sono giunti dopo) per diventare qualcosa di superiore.
Ancora una volta, dopo 25 anni.

Leggi anche
Riassunto completo Twin Peaks 2017, parti 1-8

20 commenti:

  1. Twin Peaks è unica, punto e su questo non si discute. Ancora oggi Lynch è capace di rivoluzionare il piccolo schermo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, e lo fa ogni puntata di più :)

      Moz-

      Elimina
  2. Bellissima l'idea del blog, devo andarlo a leggere! :)
    Ho notato che in questo Twin Peaks molti personaggi "anziani" hanno un ottimo rapporto con computer e telefonini, vedi anche la Signora Briggs, forse che anche loro si sono evoluti come lo stile della serie!

    Il mistero Dougie/Briggs comunque si infittisce, eh... sempre più curiosa di capire come finirà (SE finirà) tutto... e di vedere Audrey! Tra l'altro, faceva notare un sito USA che molte delle donne che hanno a che fare con Cooper (Janey-E, Diane) hanno le scarpe rosse come quelle stiletto heel che Audrey metteva per conquistare Cooper (e come, penso io, Dorothy nel mago di Oz) e che proprio le scarpe rosse hanno attirato l'attenzione di Dougie/Coop... che Audrey e le calzature siano il modo per far tornare a casa Cooper?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh può essere Bollicina ^_^

      Elimina
    2. Le calzature: considerato che Cooper le ha perse, perché no? :)
      Dopotutto sappiamo che Oz c'entra eccome :)

      Moz-

      Elimina
  3. La vicenda del povero Maggiore Briggs mi intriga sempre di più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E', di fatto, la trama portante... XD

      Moz-

      Elimina
  4. Ciao a tutti. Scrivo per la prima volta e parto subito a razzo:

    spoiler:



    Mi sembra chiaro che al Jack's Rabbit Palace a 253 metri alle 2.53(l'evoluzione del braccio di Mike aveva detto "253 più e più volte") del 10/1(come detto da qualcuno aggiungendo un 3 dopo questa data si forma la parola BOB) e del 10/2 si apriranno le porte della loggia nera e li si incontreranno i due cooper e forse anche il vero Dougie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Santi, benvenuto a bordo! :)
      Ottime osservazioni, finalmente tutto sta per avere un senso.
      Penso anche io che quelle date siano una sorta di avviso per l'apertura, come fu la storia di Giove e Saturno in congiunzione...^^

      Moz-

      Elimina
  5. Tutto riporta finalmente e la decostruzione iniziale di Twin Peaks si sta lentamente ricompattando in una sorta di ricostruzione... come se un vaso di cristallo s'infrangesse in terra e poi, grazie ad una magia Potteriana, tutto pian piano tornasse al suo posto come in una moviola rewind. Come ti dicevo, la seconda stagione - così tanto bistrattata - tra una soap e l'altra, ha lanciato le basi per tutto questo.

    Qualche domanda inevitabilmente mi frulla per la testa... che quei 253 metri da Jack's Rabbit Palace sia esattamente il cerchio di sicomori di Glastonbury Grove o è un altro ingresso? E poi c'è una sequenza che non son mai riuscito a collocare sulla linea temporale di questa terza stagione, ed è proprio la visita al cerchio di sicomori da parte di Hawk quando gli compaiono le tende rosse della loggia... mai un accenno a quell'avvenimento, come se lo avesse sognato... ed ora Hawk sembra quasi sorpreso di sentir parlare di questi due Cooper o addirittura della loggia che Laura nomina nei fogli del diario ritrovati nel bagno della stazione di polizia. Hawk sa dove sia l'entrata della loggia e ce ne ha dato conferma con quella visita notturna della prima o seconda puntata, ora non ricordo... e perché non farne mai menzione? E poi fu proprio Hawk a parlare a Cooper dell'io ombra e della prova da affrontare una volta entrati in quel regno... non so, ma a me tante cose non tornano. Ci sono sbalzi temporali? Quello era il futuro o era il passato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Belle domande, ma ci sono varie cose lasciate in sospeso: il ragazzo morto di overdose su cui Bobby indaga, e il bambino morto su cui Andy indaga...
      E' come se tutto fosse sconnesso, non so perché... :)

      Moz-

      Elimina
  6. Io sto amando il modo in cui Lynch (e Frost, che poveretto non si caga nessuno) stiano facendo tornare quanto disseminato. Dici bene tu: prima decostruzione, poi ricostruzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E per fortuna che c'è Frost! :)

      Moz-

      Elimina
  7. Spesso viene detto che molte sottotrame sembrano andandosi perdendo. Anche nella precedente serie c'erano sottotrame che sembravano dei filler belli e buoni (non ho mai digerito quella di James totalmente senza senso). Non credo sia il caso di questa serie nuova, 18 episodi con questi ritmi e con tutta questa carne al fuoco non credo lascino spazio a filler. Noto con piacere che più si va avanti e più tutto converge di nuovo a Twin Peaks.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, più che altro mancando la struttura tipica delle serie tv, non ci sono trame continuative puntata dopo puntata.
      Questo fa perdere un po' la bussola.
      Comunque sì: tutto converge lì, poco a poco :)

      Moz-

      Elimina
  8. Confesso che mi sto un po' perdendo. :(

    Se non l'avessi letto qui, non avrei riconosciuto Johnny Horne nel ragazzo che va a schiantarsi contro il muro.
    Non sono tanto convinto che tutto si stia ricostruendo: troppe cose in sospeso si vanno accumulando, e la settimana di pausa forzata non ha aiutato.
    Intrigante la vicenda del maggiore Briggs, ma per il resto qualità a mio parere calata dopo due/tre puntate col botto.

    La questione del blog citato nell'episodio: ma... è curato dal vero William Hastings??
    Che poi di blog non mi pare abbia molto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno ha notato che l'aereo dell'FBI ha le scritte all'esterno ribaltate? Tipo ambulanza... Perché?

      Elimina
    2. Gas, tieni sempre d'occhio i crediti finali: lì puoi sapere chi siano i vari personaggi. E' una cosa voluta, come un indizio metatestuale :)
      Il blog è curato dai creatori della serie che si fingono Bill Hastings :)

      L'aereo F.B.I. ha MOLTE cose che non vanno, a partire dai finestrini XD

      Moz-

      Elimina
    3. I credits li leggo ma non è che dicano in che scena appare tale personaggio.

      Cosa hanno di strano i finestrini?

      Elimina
    4. No, però puoi ricavarne informazioni specifiche, tipo Johnny Horne e Sylvia Horne, che levano ogni dubbio sullo Johnny apparso... e credo sia proprio voluta, questa cosa dei credits, perché spesso indicano nomi, personaggi e "misteri" al pari della serie :)

      Moz-

      Elimina