[SERIE TV] Twin Peaks 2017, recensione episodio 14


Ok, ricomponiamoci tutti.
Voi maschietti via le mani dal pisellino; voi femminucce giù le mani dalla patatina.
Lo so che questa Parte 14 di Twin Peaks 2017 è da autoerotismo a gogo, lo capisco.
Ma ricomponiamoci un attimo e proviamo a riassumere, comprendere, speculare.

Si è visto di tutto. Di tutto e di più: è forse la puntata con più ricca mai mostrata fino a ora.
La trama va avanti (e porta altri misteri e personaggi), molte citazioni, molti eventi.
Gente, siamo solo a -4. Oltre a questa, mancano solo 4 puntate per chiudere tutto ciò!


PASSAGGIO A SUD OVEST

Buckhorn, Dakota.
Gordon chiama lo sceriffo Truman a Twin Peaks, credendo di parlare con Harry. Già qui c'è una piccola citazione del pilot (1990) quando Lucy passa la telefonata a Frank Truman. In ogni caso, da Twin Peaks rivelano a Cole che sono state ritrovate alcune pagine del diario di Laura Palmer dove si fa riferimento all'esistenza di due Cooper.
Albert racconta a Tammy la storia della Rosa Azzurra: siamo nel 1975, a Olympia. Due giovani agenti, Gordon Cole e Philip Jeffries, sono sulle tracce di Lois Duffy, una ricercata. Quando trovano il luogo dove si nasconde, rinvengono la donna a terra, morente. Dopo aver pronunciato la frase "sono come la Rosa Azzurra", Lois sorride e scompare. Ma c'è un'altra Lois, lì con loro. E non è una gemella. E se pensiamo che nelle intenzioni iniziali Josie doveva avere una gemella (Judy), ci si può speculare sopra.
Ecco cos'è la Rosa Azzurra: ciò che essite oltre la natura.
Tulpa
, dicono poi. Che è un concetto tibetano (ricordate quanto era citato il Tibet negli episodi degli anni '90?).
Diane raggiunge gli altri e Gordon -dopo essere stato quasi assordato da un lavavetri- chiede alla donna se Cooper le abbia mai parlato del Maggiore Briggs l'ultima volta che i due si sono visti. La risposta è sì.
Albert spiega che il cadavere di Briggs aveva all'interno una fede nuziale. A sentire i nomi Janey-e e Dougie, Diane riconosce la sua sorellastra Jane e il marito Douglas Jones, di Las Vegas.
Colpo di scena soapistico.
Gordon contatta subito la sezione FBI di Las Vegas per far sì che la coppia sia rintracciata e fermata.

FUOCO CAMMINA CON MONICA

L'ultima volta che ho visto Monica Bellucci recitare in una serie tv è stato in Ris Roma - Delitti imperfetti.
E recitava nel ruolo di se stessa. Lynch arriva secondo, in questo caso: anche in Twin Peaks la bella attrice è semplicemente Monica Bellucci, in un sogno -che ha tutta l'aria di un codice- dove incontra Cole e gli dice "siamo come il sognatore che sogna e vive dentro al sogno: ma chi è il sognatore?".
Cole, ricordando il sogno con i presenti -tranne Diane- spiega che nella sua visione notturna appariva anche Cooper ma non riusciva a vedergli il viso. Poi, voltatosi dietro, Cole rivive una scena del passato, di quando Cooper gli stava parlando di un sogno e di colpo apparve Jeffries a indicare l'agente speciale. "Chi diavolo credete che sia lui?". Ecco, oggi forse bisogna rispondere a questa domanda.
Noi viviamo dentro un sogno, diceva Jeffries. Ma chi è il sognatore? chiede Monica.

PIC-NIC COL GIGANTE

Ricordate quando Harry, Hawk, Cooper e il dottor Hayward si avventurarono nei boschi alla ricerca dello chalet di Jacques Renault? Ecco, ritorniamo a quei bei pic-nic lì. Un po' più strani.
Del quartetto lasciamo Hawk; sostituiamo Harry col fratellone Frank e portiamo con noi Andy e Bobby. Non prima di aver arrestato Chad, tenuto sott'occhio da diverso tempo.
Proprio Bobby guida gli altri verso il Jack Rabbit's Palace, mentre nel bosco risuona il ronzio dell'elettricità. Arrivati in una zona che fu la base di una postazione d'ascolto del Maggiore Briggs (ora del tutto smantellata), i nostri giungono al tronco che nella fantasia di Bobby era il Palazzo. Seguiti gli ordini lasciati dal Maggiore, i quattro proseguono fino a trovarsi di fronte un banco di fumo elettrico, dove all'interno giace nuda Naido, la donna orientale che vedemmo finire alla deriva nello spazio nella Parte 3.


Sono le 2:53, è l'orario indicato sugli appunti. Ed ecco il vortice extradimensionale, che fa sparire Andy.
Il poliziotto si ritrova al cospetto del gigante, nel salotto anni '30. Il gigante rivela finalmente la sua identità, così nei credits non lo chiamano più ????????: lui è il Vigile del Fuoco.
Ora, per piacere immaginate Patti Smith che canta la sigla di Fuori Orario perché ci risiamo con il cinema d'avanguardia old-style: Andy riceve tra le mani un oggetto che sembra un frutto meccanico, sopra di lui si addensa del fumo, quindi si apre un lucernario-oblò che funge da schermo. Quel che vede Andy al suo interno è questo:
-la madre/l'esperimento, che vomita quella poltiglia di cui abbiamo già parlato;
-il convenience store;
-il boscaiolo nero che chiede di accendere;
-l'elettricità;
-la scena del pilot con la ragazza che urla nel cortile del liceo;
-il volto di Laura Palmer da ragazza con due angeli custodi ai lati;
-Naido nel bosco;
-i due Cooper;
-se stesso che si aggira con Lucy al distretto per mostrarle qualcosa;
-ancora Naido;
-il famoso palo della luce n. 6.
Andy viene riportato indietro e anche gli altri tre si ritrovano al Jack Rabbit's Palace, sicuri che sia avvenuto qualcosa che però non ricordano. Andy tiene Naido in braccio e esorta gli altri a tornare in città per portarla al sicuro, perché la donna è in pericolo e la vogliono morta.

SCIMMIE E GUANTI

Naido viene portata in una cella, poco distante da quella ove è rinchiuso Chad. C'è però un altro ospite, un ubriacone col volto ferito che, vomitando sangue, si diverte a fare versi scimmieschi che infastidiscono Chad.
Andiamo al Great Northern. James (che festeggia il compleanno) lavora qui come addetto alla security, assieme a un giovane ventitreenne inglese di nome Freddie. Che altri non è che il tizio dal guanto verde visto nella Parte 2, e siccome i due parlano di andare alla roadhouse dove James dovrebbe vedere Renee, potrebbe anche essere che quella scena venga dopo di questa.
Ma questa è ancora lunga e va raccontata: Freddie dice di essere stato risucchiato da un vortice e di essersi ritrovato al cospetto del Vigile del Fuoco. Costui gli ha indicato come procurarsi il guanto e da lì in poi il destino del ragazzo sembrava segnato, con tanto di biglietto sola andata dall'Inghilterra a Twin Peaks.
Ah, il guanto ha donato una super-forza alla mano destra di Freddie.
James si alza per controllare il locale caldaie e proprio lì anche lui sente quella strana risonanza, che forse proviene da una vecchia porticina.

SARAH(AH), VIVA LA SINCERITA'

Elk's Point Bar #9, un localino per camionisti da qualche parte attorno a Twin Peaks.
C'entrerà qualcosa l'Elk's Club citato negli anni '90? Chissà.
Sarah Palmer entra e ordina un bloody mary. E la situazione si fa bloody sul serio, anzi horror.
Un cafone importuna la signora Palmer che, stanca di starselo a sentire, gli mostra cosa nasconde oltre il viso (come fece Laura con Cooper, solo che per Sarah c'è un'inquietante oscurità in cui si intravede una mano con l'anulare tumefatto e un sorriso). A questo punto la donna uccide con un morso al collo il povero buzzurro, e si discolpa davanti al barista.

TORNA A CASA LISSIE

Finiamo alla roadhouse dove due ragazze sembrano citare nomi a caso -nella migliore tradizione di quest'opera- tipo Paula. Salvo poi nominare Billy. Che ha scavalcato una rizzata ed è corso dentro casa di una delle due, che si trovava con sua madre e forse con lo zio.
Billy poi è andato via. Scopriamo che il nome della madre della tizia è Tina: ed ecco che torna la trama di Audrey e Charlie.
Non si capisce se lo zio era presente alla scena o meno: manca lo zio, e secondo me se manca lo zio è anche questo un Codice Gordon.
La musica del locale -tale Lissie- ci allieta per tutti i titoli di coda, dove leggiamo la dedica al sommo duca Bowie.


80 commenti:

  1. io la vedrò tra poco, che sia benedetto il torrent xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha! Poi fammi sapere che te ne pare^^

      Moz-

      Elimina
  2. Maro' che ingarbugliamento!!! (non del riassunto ovviamente, ma della puntata proprio).

    Andy quindi ha una rivelazione importante...pensavo svenisse o morisse di infarto...ahahah.

    Comunque c'è troppa carne al fuoco, troppa, troppa.

    L'originale Twin Peaks aveva la trama principale infarcita di giallo e soprannaturale, poi tutte le trame secondarie.

    Questa ha un miliardo di trame principali :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andy come Briggs nella serie 1990!
      Vero, comunque: è proprio un modo diverso di raccontare, questo. Diversissimo dal linguaggio televisivo utilizzato negli anni '90.
      Vedremo come andrà a finire!^^

      Moz-

      Elimina
  3. Adoro le tue recensioni! 😊
    Puntata super!
    Bacio

    RispondiElimina
  4. Quanto manca al prossimo episodio? 6 giorni da ora? Bene, perché sono i giorni che mi necessitano per riprendermi dallo shock, ovviamente più che positivo. Vedendo questo quattordicesimo episodio, ho sentito a tutto campo gli effetti del vero “the Return” a Twin Peaks… questa serie ci ha resi tutti dei bambini sperduti, dei viaggiatori nei sogni che si sono persi e che stanno ritrovando la via di casa… e oramai la via di casa è questa, l’abbiamo imboccata e riusciamo quasi a vedere il cartello “Welcome to Twin Peaks” all’orizzonte.

    Quello a cui abbiamo assistito stanotte è stato un insieme dei culmini delle puntate più intense, potenti, commoventi e rivelatorie… è come se fosse stato estratto il nettare più puro di ciascuno dei 13 episodi precedenti, e il 14° episodio ne fosse stato pienamente inondato, tramortendoci, frastornandoci e facendoci ridestare dopo le ultime due parti che sono state definite “anticlimatiche”. Ma certo, è ovvio… noi siamo come Dougie ed anche come Audrey… non capiamo spesso cosa ci accade attorno, e solo qualche stimolo può farci fare un inconscio collegamento, anche se dubitiamo del nostro spazio, del nostro tempo ed anche di noi stessi.

    A me questo episodio ha reso davvero felice, come se sentissi finalmente e completamente l’aria di casa (Twin Peaks)… Lynch ci dice: state davvero tornando a Twin Peaks, e non è uno scherzo… vi state avvicinando alla velocità della luce, in un momento che forse non avevate considerato possibile come il momento di un’accelerazione improvvisa, pronti a tornare LI’!

    Oramai ci siamo ragazzi… stiamo tornando a casa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, noi siamo Dougie ma anche Cooper.
      Noi siamo Audrey che vuole andare alla roadhouse.
      Noi siamo il sognatore che sogna e vive dentro un sogno.

      Moz-

      Elimina
    2. Ma chi è che sta sognando? Siamo nel sogno di qualcuno o siamo noi stessi il sogno?

      Elimina
    3. Siamo il sogno, e il sogno di noi stessi.
      Stàccati da Matrix XD

      Moz-

      Elimina
    4. Matrix non l'ho mai visto. XD

      Elimina
    5. C'è pure la Bellucci XD

      Moz-

      Elimina
    6. Denny,Moz. Che puntata. Accellerazione pazzesca. Lynch conosce i suoi polli e ci sta rosolando per bene. Un giorno ci da il bastone e l'altro la carota. Noi prendavamo in giro Andy e lui ce lo spara in faccia.. e Lucy? Ci rimangeremo tutto su questi due :). Matrix era un mio pallino. Se dovessimo portare Matrix a Twin Peaks qualcuno ora si svegliera' e capiremo che tutto quello che abbiamo visto è un sogno. Il sogno di Dale Cooper che si sveglierà nella camera 315 e i 25 anni non sono mai passati....:)

      Elimina
    7. Eheh, che stiano giocando con noi non ci sono dubbi :)
      Quanto a Matrix, potrebbe svegliarsi e i 25 anni sono passati in modo diverso, o magari tutto è diverso dal 1989.
      Secondo me con TP3 non esiste più il confine tra realtà, finzione e finzione nella finzione.
      Niente realtà, cinema e metacinema, è tutto fuso assieme.

      Moz-

      Elimina
    8. Ragazzi, dico una sola cosa: non siamo preparati a quello a cui stiamo andando incontro. Andy nella loggia bianca? Non ci avremmo mai scommesso nulla, tutte le scommesse ricadevano su Hawk e invece...? E poi chi si aspettava una puntata del genere? Dopo due episodi quasi soporiferi, ecco che ci ridesta con una scossa elettrica nel vero senso della parola... un giorno riguarderemo questi post e commenti e ci faremo tenerezza, perché questi giorni di attesa e di esperienza stanno per finire. Come? Ce lo ridiremo il 4 settembre. :)

      Elimina
    9. Io voglio capire cosa stanno guardando Andy e Lucy in quella scena che il gigante fa vedere a Andy. Entra Dale Cooper dalla porta o forse ne entrano due. :)

      Elimina
    10. O forse riguarda loro figlio, o la poltrona beige :)

      Moz-

      Elimina
  5. Sto/a per tornare e allora non vi basterà la fantasia per ciò che accadrà a Twin Peaks. L'Agente Speciale Dale Cooper sta/o per uscire da lì e allora il caffè sarà insufficiente. GORDON!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei l'anagramma di Agente Cooper in effetti ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Sono l'Agente Cooper e sto tornando ed è ora che vi prepariate per questo. Accadrà a Twin Peaks. GORDON? GORDON???! GORDON!

      Elimina
    3. Agente Cooper! Quindi ci stai dicendo che ti risveglierai a Twin Peaks? Gordon sta arrivando comunque. :D

      Elimina
    4. Dicono che il risveglio potrà esserci nella parte 3x15, visto che è 315.
      Chissà.
      Di certo avverrà, ma io mi aspetto il cartello Welcome to Twin Peaks come scena finale :)

      Moz-

      Elimina
    5. Potrebbe essere che il risveglio sia davvero imminente questa volta, perché Lynch ha ingranato la quinta di colpo e il cerchio a questo punto deve per forza chiudersi, non c'è più tempo. E' necessario secondo me che Coop sia sveglio per parlare all'FBI e magari alla polizia di Twin Peaks degli intenti del suo doppio, perché questa volta tutti sono davvero al corrente di ciò che sta succedendo e non più come 25 anni fa, dove Coop si ritrovò nella loggia nera senza che nessuno potesse davvero aiutarlo, a parte i sacri e saggi retaggi di Hawk.

      Il cartello Twin Peaks io non credo lo vedremo alla fine, perché tutti sono diretti a Twin Peaks: da Bad Coop all'FBI, ma prima l'FBI deve recuperare Dougie/Coop e riportarlo lì, quindi immagino che il cartello lo vedremo al prossimo episodio, o al massimo all'ep. 18.

      Elimina
    6. Mi correggo: volevo dire che il cartello, al massimo, lo vedremo nell'episodio 16. ;)

      Elimina
    7. Io penso che il risveglio non sia "di botto", che voilà Cooper torna in sé.
      Il fatto che ci siano Janey-E e tutta questa situazione mi fa pensare che molti, in realtà, devono tornare in sé e forse l'odissea è per tutti.
      Penso che rivedremo Cooper, al cento per cento delle sue facoltà, solo nel finale. Anche nel confronto con il suo doppelganger me lo immagino "guidato" dalla Loggia come fu contro Ike the Spike.

      Moz-

      Elimina
    8. E' per questo che davvero Coop potrebbe svegliarsi solamente davanti al cartello di Twin Peaks. Quindi non è detto che una volta che Gordon, Albert e Tammy lo raggiungano ecco che si sveglia... se il ritorno è a Twin Peaks, è lì che deve risvegliarsi e prepararsi allo scontro finale, perché è lì che il suo doppio lo sta aspettando.

      Elimina
    9. Secondo me non sarà mai un risveglio completo, del tipo "hop" mi alzo la mattina. Me lo sento, ci lasceranno intendere che Coop si riprenderà poco a poco...^^

      Moz-

      Elimina
    10. Mh... chissà. Magari lo vedremo lucidissimo solo l'ultimo minuto. :p

      Elimina
    11. Probabile, mentre si allontana da TP o resta a TP per rifondarla.

      Moz-

      Elimina
  6. Alle prime righe mi sono buttato per terra dalle risate XD XD
    Moritz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha!
      No, ma davvero, è stata una puntata da sturbo XD

      Moz-

      Elimina
    2. Già!
      Moritz-

      Elimina
  7. Ma dov'è SANTI dopo tutto questo? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai invocato i Santi e sono arrivati, proprio qui sotto XD

      Moz-

      Elimina
    2. :D il sorriso di BOB :)

      Moz-

      Elimina
  8. Questa è stata la puntata che gli amanti delle prime due stagioni volevano. Questo è il ritorno di Twin Peaks. Qui ci colleghiamo a tutto. C'erano le prime due stagioni, c'era fuoco cammina con me, c'era the missing pieces, c'era la Loggia Bianca e quella nera. Dobbiamo capire chi sta sognando e chi è il sognatore. Ci aspettavamo Hawk e invece ecco Andy. Lui sembra il prescelto dal pompiere/gigante come a suo tempo fu il maggiore Briggs(allora quando veniva rapito credo fosse al cospetto del gigante/pompiere). Naido sembra tanto Josie Packard imprigionata in quel pomello di legno del cassetto, quella che deve essere difesa, quella che puo' staccare l'elettricità fra questo mondo e l'altro e quello in cella con lei e Chad sembra essere il Billy(non ho guardato i titoli di coda) di Audrey con il volto sanguinante le cui gocce perforano il cemento e i versi ricordano un animale(animal life). Sarah e Laura(madre e figlia sulla terra) nascondono cose ben diverse dietro al volto, luce per Laura, tenebre per Sarah(continuo a pensare che sia quell'insetto rana e lei la ragazza del 1956). Il palo numero 6 sembra essere l'ingresso primario di tutte queste entità che viaggiano attraverso l'elettricità(Ormai è chiaro). Non so se c'entri molto ma il modo in cui si sono aperti questi portali che dovrebbero essere in antitesi(Gordon con i woodsman e Andy con il gigante/pompiere) è identico: eletricità, vortice, dissolvenza, con un unica differenza, Andy viene catturato da una luce bianca, Gordon stava per essere risucchiato in un buco nero. Quel suono viene dalle "caldaie" sotto il Great Northern Hotel. Dietro quella porta ci potrebbe essere un portale o qualcosa che porta dritto a Laura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti immagini se dentro le caldaie si rivede la scena di BOB che viene sparato da MIKE (di fatto, mai vista nella serie tv ma solo nel pilot internazionale).
      Naido anche a me ricorda Josie, non so perché però prendere un'altra orientale, evidentemente non devono esserci parallelismi.
      Anche Freddie è finito nel vortice.
      Cosa sta succendendo?

      Moz-

      Elimina
    2. BOB e MIKE. Parlando di lui Mike disse "Indossa un sorriso". Un sorriso è quello che abbiamo visto dentro Sarah Palmer. Alla fine Bob, il figlio prediletto della "madre", potrebbe essere dentro Sarah(sotto forma di insetto rana ?) perchè sapeva che il gigante/pompiere avrebbe mandato Laura(colei che dovrebbe spegnere il fuoco nero) nel grembo di Sarah. In ogni caso Sarah potrebbe avere avuto, dentro di se, sia Bob che Laura, la luce e le tenebre. Freddie, cosa dire. La mano e' un elemento importante in twin peaks. L'anello verde che indossano le vittime nel dito di una mano. L'anulare che compare insieme al sorriso dietro il volto di Sarah. Magari dovrà sfidare bad cooper a braccio di ferro :)

      Elimina
    3. Prevedo grandi dosi di wtf trash e robe grottesche di cui sono sempre stato fan e che TP mi ha sempre fornito nella giusta misura **

      Moz-

      Elimina
    4. @Santi: ho controllato i crediti e non compare nessun Billy così come non è comparsa ancora Linda... credo che quel soggetto sia qualcuno che l'altro mondo ha vomitato in questo, come per Naido, woodsmen e personaggi inquietanti, come la donna in auto con la bambina posseduta. I mondi, come avevamo previsto, si stanno rovesciando uno sull'altro, prima di un nuovo e definitivo (?) equilibrio. Se ti va, leggi il mio guest post che si intitola "Twin Peaks come Jumanji?", mi interesserebbe la tua idea lì.

      @Miki: ma la scena nel locale caldaie con Bob, non era ambientata nel locale caldaie dell'ospedale di Twin Peaks? Comunque io credo che rivedremo la stanza 315, sappiamo che quel set fu costruito (ci girò John_Malkovich) e McLachlan durante le riprese di tp3 postò una foto con il pesce imbalsamato che c'è in quella stanza, scrivendo "superato il limite"... secondo me ci sarà una scena cruciale nella 315 del Great Northern.

      Elimina
    5. Su Naido ho un idea differente, non mi sembra una a caso. Altri personaggi sono la sovrapposizione dei mondi, lei sta "incarnando" qualcuno o qualcosa che conosciamo. Lei ha staccato la "corrente" da quello che sembra essere un accumulatore elettrico(presente anche nella Loggia Banca). Il gigante ha detto che deve essere difesa, non e "caduta" a caso. Vado a leggere il tuo guest :)

      Elimina
    6. Sulla stanza 315 sono d'accordissimo. La stanza dei sogni, la stanza dove si presentò il gigante, la stanza in cui Cooper sognò(ma forse era realta) Mike che diceva «Nell'oscurità di un futuro passato il mago desidera vedere.
      Un uomo canta tra questo mondo e l'altro.
      Fuoco, cammina con me». In questa frase di Mike, detta e sognata in quella stanza, secondo me, c'e' tutto quello che stiamo vedendo, questo futuro che sembra passato e questo fuoco/elettricità che permette il passaggio fra questo mondo e l'altro.

      Elimina
    7. Certo, lei di sicuro non è una a caso, è molto importante tra questo mondo e l'altro e ora è nel nostro. Come agirà visto che non può né vedere e né parlare?

      Elimina
    8. Non può parlare ne vedere. E' imprigionata dentro se stessa, come lo era Josie. Poi c'è quell'altra che alla 2.53 dice a Cooper di andare, stesso taglio di capelli.... E se fossero Josie e Judy ?

      Elimina
    9. Quell'altra era Ronette Pulaski, o almeno l'attrice è lei.

      Elimina
    10. Naido potrebbe anche essere Laura sparita succhiata via dalla Loggia.

      Moz-

      Elimina
    11. Mmm... non credo fino a questo punto. Sono due entità diverse e distinte... però ecco, non esistono logiche con Lynch. ;)

      Elimina
    12. Naido cade nello spazio e subito dopo la testa del maggiore Briggs compare dicendo "Rosa Blu". Se dobbiamo specularci sopra come hai detto tu Miki, io speculo. E'una fra Lois e Judy, comunque collegata alla "Rosa Blu" e a Phillip Jeffries.

      Elimina
    13. Judy non l'hanno ancora nominata, ma io ci spero davvero che quel mistero venga risolto.
      Cavolo, è intrippantissimo.
      Potrebbe anche essere Lois stessa, comunque collegata a Judy :)

      Moz-

      Elimina
    14. E in tutto questo: come sta Annie? ;)

      Elimina
  9. Giusto, Santi.La stanza 315 potrebbe significare per noi il ritorno totale a Twin Peaks per l'agente Cooper. Da lì potrebbe originarsi quel suono che avverte Ben o addirittura potrebbe risvegliarsi Cooper. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedremo, mancano pochi giorni^^

      Moz-

      Elimina
  10. No vabbè, devo assolutamente condividere con voi una mia piccola follia senza alcuna pretesa che possiate o meno essere d'accordo, e pertanto la metto in questi termini:

    Come reagireste se...?

    Dunque.. Ho provato a tralasciare trame e sottotrame varie. In un certo senso ho provato ad allontanare un attimo lo sguardo per avere una prospettiva più ampia e "paradossalmente" andare così più a fondo.
    Non molto tempo fa ho letto di una frase di Lynch il cui succo era fondamentalmente questo: "Twin Peaks è qualcosa che ho sempre avuto con me, che è sempre stata nel mio inconscio".

    Dopo aver visto l'episodio mi è tornata in mente proprio questa frase.

    Come mio solito non mi dilungherò, o proverò a non farlo e, ricollegandomi alla domanda di cui sopra, vi chiedo.. E se David Lynch (che sono certo ci avrà riservato un finale totalmente SORPRENDENTE) avesse fatto un'operazione alla Stephen King inserendo SE STESSO all'interno di TP, proprio nei panni del SOGNATORE che "sogna e vive all'interno del suo stesso sogno"?

    Io non conosco l'individuo Lynch a tal punto da stabilire se sia o meno capace di fare una cosa del genere.

    Lo trovo un modo folle ma originale di chiudere COMPLETAMENTE il cerchio. Twin Peaks, dopotutto, è una storia attraverso cui Lynch racconta una miriade di aspetti dell'umanità, e quindi del mondo, soffermandosi spesso su quelli più oscuri e inspiegabili.

    E allora ritorno al punto di partenza.. Se per assurdo così fosse, come reagireste?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Artemis, qui ogni teoria è grasso che cola e che posso dirti...? Nell'ultimo episodio, quando Gordon rimembrava il sogno e lo raccontava ad Albert e Tammy, io ci ho visto esclusivamente David Lynch... lì per me Gordon non esisteva, quello era semplicemente Lynch che raccontava un sogno a due amici e mi sembrava di rivedere una scena di "The art life". Potrebbe accadere ciò che pensi? Potrebbe... e non avrebbe precedenti forti. King parla di sé nei suoi romanzi (che amo), c'è quasi sempre uno scrittore nei suoi racconti e spesso ci racconta di sé, ma mai King si è risvegliato King in un suo romanzo, quindi perché no? Lo accetteremmo? Siamo arrivati fin qui e abbiamo accettato tutto, quindi potremmo accettare anche questo, il punto è: come ci verrà servito?

      Elimina
    2. Mi riferivo a "La Torre Nera". Lì King inserisce sé stesso. C'è una parte della storia in cui King incontra il "Pistolero", personaggio che lui crede di aver creato (nel libro), quando in realtà King non è altro che "la voce" di GAN, un Dio che attraverso lui racconta quella storia. Nel libro, e se lo hai letto, Danny, lo ricorderai, King diventa un personaggio cruciale, e il Pistolero va a casa sua per convincerlo a CONTINUARE a scrivere la Torre Nera, o lui non arriverà mai alla Torre. (Inserisce cronologicamente l'evento dopo un incidente, periodo in cui accarezzava l'idea di continuare proprio "La Torre Nera).

      Quanto a Lynch, e a questo finale (ragioniamo sempre per assurdo), direi che lo farebbe con un'immagine (o una serie di immagini) fortemente allusive.

      Elimina
    3. Sai che potrebbe essere?
      Dopotutto ormai TP ha trasceso ogni forma, non è più finzione, non è più realtà, non è più metatelevisione/metacinema.
      E' come se Invito all'amore si sia riversato nella realtà degli Stati Uniti, nella realtà di Lynch che è Cole (e, forse, il Sognatore: sì).

      Io reagirei bene :)

      Moz-

      Elimina
    4. Se non ci fosse stato Frost in questa serie, poteva pure essere plausibile un finale in cui Gordon Cole rivela che lui è il sognatore e Twin Peaks il suo sogno. Ma a fine Ottobre lo stesso Frost esce con il suo libro "Twin Peaks. The final dossier". Dovrebbe parlare di quello che è successo in questi 25 anni ai protagonisti. Non credo ci verrà a dire che Twin Peaks era un sogno di Gordon Cole.

      Elimina
    5. Ottima osservazione anche questa. Non può finire tutto così, in una voluta di fumo, quindi escludiamo questa ipotesi, poiché Twin Peaks ha lasciato e lascia segni indelebili praticamente da quasi 300 anni se consideriamo il libro di Frost.

      Ora quel che è certo è che non sappiamo come possa svilupparsi ancora la storia... Lynch ci sorprende di colpo e non ci prepara a nulla di ciò che vediamo. Ora ciò che dovrebbe accadere è più o meno questo:

      - L’FBI si dirige da Dougie e scoprono che in realtà è niente popò di meno che l’Agente Cooper

      - Risvegliare Dougie

      - Capire chi sia Naido

      - Vedere le prossime mosse di Bad Coop

      - Richard e Linda?

      - Vedere le prossime mosse di Philip Jeffries

      - Capire Diane come e con chi sta giocando

      - Vedere che fine farà Sinclair con le testimonianze che ha promesso a Bushnell

      - Prossime mosse del Vigile del Fuoco dalla Loggia Bianca

      - Prossime mosse di Mike e il Braccio dalla Loggia Nera

      - Trovare Laura...

      ... poi tutte le storyline minori e contorni di trama. Se ho dimenticato qualcosa segnalatemelo, ma a grosso modo è questo ciò che dovremmo vedere e ovviamente non in quest’ordine. Mancano ancora 2 episodi “solitari” e saranno quelli dove soffriremo di più, perché poi il finale di stagione sarà un bel binomio pazzesco di episodi che ci sorbiremo uno dopo l’altro, per cui nelle prossime due domeniche potremmo non vedere ciò che immaginiamo potrebbe accadere subitamente. Vediamo la terra ferma, ma siamo ancora in balìa di un mare purpureo e oscuro. :)

      Elimina
    6. In effetti ci sono un sacco di cose in sospeso. Un sacco.
      Non ho idea di come faranno a gestire tutto questo, ma ho fiducia!^^

      Moz-

      Elimina
    7. Eehehe, appunto: la terraferma è lì e ancora non sappiamo come e quando riusciremo ad arrivarci. Be', chi vivrà vedrà. :D

      Elimina
    8. Tanto manca poco, e forse Putin già sa tutto XD

      Moz-

      Elimina
    9. Mi fai venire in mente la conclusione de La montagna sacra...

      Elimina
    10. Eheh, qui si scomoda addirittura Jodo.
      Ma secondo me infatti tra gli artisti del Movimento Panico e l'arte di Lynch non c'è troppa differenza^^

      Moz-

      Elimina
  11. Ho notato un altra anomalia. La scena che abbiamo visto con Andy dovrebbe essere quella descritta dal bigliettino lasciato da Briggs e dovremmo essere al 10/1 (uno ottobre) un altra apertura dovrebbe esserci dopo 24 ore il 10/2 sempre nello stesso posto. In quel bigliettino c'era la testa con antennine (madre?) Tutto lasciava presagire che sarebbero stati ingressi nella loggia nera con 2 o 3 cooper, invece era la loggia bianca, almeno il primo ingresso sicuro. Questo significa che le coordinate trovate sul braccio di Ruth Davenport portano a Twin Peaks ma in un altro luogo, oppure significa che questa distorsione del tempo è una continua lotta fra logge che cambiano anche gli eventi che dovevano accadere e potrebbero cambiare anche quelli che sono accaduti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella osservazione. Sinceramente non so cosa pensare, ma credo che rivedremo i dodici sicomori.
      Forse i due ingressi sono anche una cosa sola, chissà.

      Moz-

      Elimina
    2. Secondo me dovremmo rivedere la continuazione della visita di Hawk al cerchio di sicomori... a me quella scena non ha mai convinto.

      Elimina
    3. Molto probabile che quella scena sia in realtà qualcosa... nel futuro rispetto a ciò che stiamo vedendo^^

      Moz-

      Elimina
  12. "253 (2:53) più e più volte"... a quanto pare sì, il 2/10 dovrebbe accadere qualcos'altro lì ed è forse ciò a cui è interessato Bad Coop? Quello è il nostro posto ed anche il posto di Bad Coop probabilmente, ma ricordiamoci che il doppio di Dale dovrebbe andare dall'Olandese (Dutchman), che sembrerebbe essere un posto più che una persona. Potrebbe uscire la madre da lì? Se così fosse, Sarah Palmer da chi è posseduta? Cosa succederà se la madre si rivelasse totalmente e spietatamente a Twin Peaks?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, belle domande. Davvero non so nemmeno se tutto ciò sarà spiegato! XD

      Moz-

      Elimina
  13. Le domande si moltiplicheranno e sono quasi certo che il 4 settembre ne avremo più di ora.

    RispondiElimina
  14. Ma a voi non dispiace un cifro che tra poche puntate è tutto finito? Non vorreste ce ne fossero ancora 100? Io continuo a pensare che Lynch ha allungato un pò troppo, ma loperdono se uscirà un TP4

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che mi dispiacerà però no, non ne vorrei altri 10, al massimo potrei desiderare un film ma nient'altro. Questo Twin Peaks a quanto pare avrà un finale chiaro (così ci promette McLachlan) e Lynch ha avuto la libertà di 18 episodi per esprimere tutto ciò che voleva mettere in video/suono e così sia. Finirà purtroppo, ma avremo anni per parlarne ancora, ancora e ancora, tra rewatch, romanzi (il secondo su Twin Peaks in uscita a fine anno) e qualche saggio. E poi c'è questo blog... sembra poco? :D

      Elimina
    2. In effetti io continuerei solo con qualche spin-off o prequel (immaginate un prequel su Leland, o uno su Cole e Jeffries giovani, o ancora uno sulla storia di Twin Peaks...)
      Per il resto, sperando che la fine sia... fine, mi va bene così^^

      Moz-

      Elimina
  15. Stasera ho scoperto cosa sia, anzi, CHI sia il Dutchman - l'olandese, che Bad Coop dice di conoscere... non è altro che il Gigante (Vigile del Fuoco). La domanda è: ma come ci sei arrivato? :p Be', l'attore Carel Struycken che interpreta questo personaggio guarda caso è olandese (Lynch fonde personaggio e attore come lui fa con Gordon), quindi è da lui che il doppio di Cooper deve andare. Chissà cosa cazzarola può succedere a questo punto! Si accettano teorie. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No abbiamo parlato in privato: che dire? Se ci hai preso... significa che davvero realtà e fantasia non sono più distinte e TP è davvero la storia di tutti :)

      Moz-

      Elimina