[MISTERI] falsi storici: una delle spiegazioni per l'Effetto Mandela?


Torniamo a parlare di Effetto Mandela, un argomento che l'anno scorso ha avuto qui un inaspettato successo e che è sempre più di dominio pop, con tanto di episodio della nuova stagione di X-Files dedicato a questo fenomeno.
Ne parliamo oggi, due giorni dopo la Festa della Donna. Perché?
Perché ritengo che una delle spiegazioni del Mandela Effect risieda proprio nei falsi storici

Nozioni spesso perpetrate sui banchi di scuola, spacciate come fossero vere. E torniamo quindi all'8 marzo: che non è nessuna ricorrenza di una tragedia avvenuta in una fabbrica tessile...

Di falsi storici è pieno il mondo: storielle che abbiamo imparato a scuola, citate -in assoluta buona fede- dagli insegnanti stessi. E che, una volta confutati, potrebbero generare un Effetto Mandela in chi non si aggiorna.

NOTA: L'Effetto Mandela si chiama così perché in molti ricordano i funerali di Nelson Mandela negli anni '80, mentre il leader politico è morto nel 2013.
Ecco i falsi storici più famosi:
  • la regina Maria Antonietta non ha mai pronunciato "non hanno pane? Che mangino brioches!". La frase fu creata ad arte dai rivoluzionari, prendendo spunto da uno scritto di Rousseau.
  • Gabri D'Annunzio non si fece togliere le costole per l'autofellatio. Non c'è riscontro anatomico nel togliere due costole e riuscire quindi a ciucciarselo.
  • lo Ius primae noctis non consisteva certo nel far giacere la sposa col feudatario, durante la prima notte di nozze. Chi si sarebbe sposato più? Piuttosto era una tassa simbolica, in danaro.
  • il naso della Sfinge non lo hanno rotto i napoleonici, come testimoniano immagini precedenti. Noi lo sappiamo: è stata colpa di Aladdin e Jasmine a bordo del tappeto volante. Il mondo è miooo...
  • quella di Guglielmo Tell è una leggenda. La mira perfetta, la mela sul capo del figlio... una storia non solo svizzera, ma anche danese, olandese e via dicendo.
  • non erano certo 300 gli spartani intervenuti a fermare i persiani. Storiella utile nelle versioni di greco al liceo e per un fumetto di Frank Miller da cui hanno tratto un famoso film.
  • Galileo, abiurando, non ha mai detto "eppur si muove", che se ti sentono i preti ti bruciano lo stesso. A far dire questa frase a effetto, degna di un "Hasta la vista, baby", fu un giornalista nel 1757.
  • il Ratto delle Sabine non è avvenuto come si racconta, ossia la festicciola e i romani che rapiscono e si ingroppano le donne altrui. Semplicemente vivendo fianco a fianco, le razze si sono mischiate da sé.
  • il san bernardo non porta il fiaschetto di brandy appeso al collo. Un'immagine fumettistica ma che se messa davvero in pratica peggiorerebbe la situazione della persona soccorsa.
  • Houdini non è morto eseguendo un pericoloso numero di escapologia. Semplice peritonite, perché si fece dare un cazzotto in pancia da un boxeur, per testare i suoi addominali.
ecco chi ha rotto il naso della Sfinge

Ecco, ho messo gli esempi più pop.
Ma quanti sarebbero disposti a giurare che queste cose siano avvenute? Leggende urbane e auto-convincimenti sorti in determinati ambienti circoscritti.
Basta poco per passare dalla realtà A a quella B, che poi è la realtà effettiva. Ma se oggi sappiamo per certo che la Festa della Donna non ricorda alcuna donna morta, chiusa a chiave in una fabbrica di New York dal padrone cattivo mentre lo stabile brucia (ma perché poi?), andatelo a dire a chi ha sempre vissuto con questa convinzione nella testa.
Se sentirà la verità, si vedrà vittima di un Effetto Mandela.

il vero incendio di una fabbrica tessile a NY: ma avvenne dopo l'istituzione della Giornata della Donna

Come chi scopre che Lentamente Muore non l'ha scritta Neruda, eppure così è (era?) riportata da tutti.
Come chi scopre che Maracaibo non l'ha cantata la Carrà, eppure c'era un video su Youtube che attribuiva il brano alla bionda star televisiva.
Insomma, un falso storico perpetrato è un errore che può essere corretto: una delle spiegazioni possibili per l'Effetto Mandela.
Assieme a prodotti che cambiano (davvero!), bufale e soprattutto falsi ricordi anche collettivi.
Quando qualcosa viene corretta, è una semplice correzione: non ha alterato la realtà precedente.
Chissà se Micheal Mozzati è la vera identità di MikiMoz; chissà se anche questo post veicolerà qualche Effetto Mandela.

se ti piace l'argomento, leggi anche
EFFETTO MANDELA: la spiegazione razionale

90 commenti:

  1. http://unimperfettobenfatto.blogspot.it/2018/03/8-marzo-perche.html?m=1
    Per te Miki, interessante post.
    Abbraccio e buon fine settimana. Ciao.

    RispondiElimina
  2. Ricordo che sulla forma del naso della Sfinge, hanno avuto un ruolo fondamentale anche Asterix e Obelix, ecco è l'effetto Mandela in azione! :-P Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo, mi hai bruciato lo scherzo!! :o

      Moz-

      Elimina
  3. Maracaibo impossibile pensarla una canzone della Carrà :D.

    Curiosa quella del San Bernardo: ero convinto fosse vera la cosa XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, con Paperino è vera... a lui viene dato il brandy per farlo scongelare XD

      Moz-

      Elimina
  4. non sapevo che esistesse l'effetto mandela, credevo fossero semplici bufale storiche... e ammetto che su alcune pure io sono vittima dell'effetto mandela!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste nel senso che è un concetto esistente, non che sia una cosa reale.
      Certo, molti sono pronti a giurare che esista, io ho fornito la mia spiegazione^^

      Moz-

      Elimina
  5. Moz, la bellezza di questo fenomeno è che sembra protrarsi su due fronti, il concetto di dualità che governa il mondo in cui viviamo, il "se non è questo, è quell'altro".

    Molti casi sono stati dimostrati come banali falsi storici, ma ti assicuro che altri (paradossalmente) sono rimasti irrisolti proprio perchè si è potuto dimostrare la loro variazione impercettibile nel tempo.

    E qui non parliamo di fenomeni paranormali, anzi al contrario, sono fenomeni governati dalle leggi della fisica.

    La probabilità che qualcosa avvenga è legata all’atto dell' osservare e si realizza con ciò che prevediamo di vedere. Immaginiamo che ci venga servito il piatto di spaghetti che abbiamo ordinato al ristorante; soltanto quando il cameriere solleverà la cloche, noi vedremo gli spaghetti. Finchè la cloche copre il piatto, si manifestano in modo del tutto random infinite pietanze e infiniti sincronismi. Siamo noi a determinare ciò che si verificherà e sperimenteremo la cosa attraverso il nostro punto di osservazione.

    E questo non lo dico io, ma la fisica quantistica. Credo quindi che si tratti di un fenomeno del tutto fisico, basato sull'osservazione e la coscienza di massa. Le mutazioni avvengono realmente e sono impercettibili al momento del loro cambiamento. Ce ne accorgiamo soltanto quando sono già accadute.

    Una delle tante limitazioni dell'essere umano, così come lo è il concetto di infinito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante quel che dici, una visione probabilistica che appoggio, da scettico, nel senso che sono convinto anche io che la verità sta nella coscienza collettiva condivisa, o in fenomeni collettivi.
      Infatti, quando sono gruppi di persone a ricordare una cosa, è perché il loro cervello agisce secondo uno stesso meccanismo. Questo ci dovrebbe far capire quanto meccanici siano tali eventi.
      Non sbagliano dunque psichiatri come Freud e Jung a catalogare avvenimenti mentali, esperienze. Sono condivise.
      Per me quindi... le mutazioni avvengono realmente, ma nella mente di chi le credeva diverse.

      Moz-

      Elimina
  6. Dai miei recenti studi di psicologia del giudizio posso dare qualche informazione in più circa questo tipo di eventi.
    La nostra mente genera automaticamente dei falsi ricordi per comprendere più facilmente la realtà e verso negli anni'30 del '900 un gruppo di psicologi l'ha dimostrato con un esperimento.
    Hanno fatto vedere un video a degli uomini dove c'era una donna giovane ed attraente che camminava per strada da sola.
    La maggior parte dei soggetti all'esperimento ha "visto" la donna accompagnata da un altro uomo perché all'epoca era troppo strano vederne una camminare sola soletta.

    Il cervello crea dei falsi ricordi per razionalizzare ciò che vede, quindi forse, oltre alle false notizie, entra in gioco anche questo fattore puramente cognitivo ;)

    Spesso crediamo a ciò che ci sembra più giusto, non a ciò che effettivamente lo è ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente: altro modo per spiegare l'Effetto.
      Insomma, è tutto nella nostra mente, sempre. Per un motivo o per un altro. E succede anche in fenomeni condivisi.
      Cito ad esempio il caso del nome di Madonna, che si chiama (Madonna -come la madre) Louise Veronica Ciccone. Ma in tantissimi sono pronti a giurare che prima si chiamasse Maria, e che "Madonna" sia un nome d'arte per sbeffeggiare la religione.
      C'è infatti un documento (italiano) che riporta Maria, ma è uno sbaglio del giornalista, influenzato dalla diceria popolare. Infatti, un precedente filmato Rai del 1987 parla di Madonna come Madonna Louise Veronica Ciccone^^

      Moz-

      Elimina
    2. Su Madonna abbiamo detto già... Se non sbaglio ti ho procurato via mail anche la foto di un articolo d'epoca dove è chiamata "Louise Veronica Ciccone" (senza Maria o Madonna); restano da trovare testimonianze (che ricordo) dove nel nome intero risulta Maria.

      Elimina
    3. Eh, un articolo con Maria lo trovò Lucius Etruscus, sempre un anno fa :D
      https://nonquelmarlowe.wordpress.com/2017/03/09/leggende-nane-il-nome-di-madonna/

      Moz-

      Elimina
    4. Già ma io ricordo un articolo dov'era riportato Maria Louise Veronica Ciccona.

      Elimina
    5. Non saprei dirti, allora... :o

      Moz-

      Elimina
  7. Devo dire che a molte di queste cose non ho mai pensato XD O meglio ad esempio il san bernardo con la fiaschetta ho sempre dato per scontato che non gliela mettessero al momento di mandarlo a salvare persone. Oppure Maracaibo, non l'ho mai sentito dire che l'abbia cantata Raffaellona. Quella sulla festa delle donne me l'ha detta pure mia madre l'altro giorno ma l'ho subito corretta. È che la gente legge una cosa e si fissa, io personalmente se voglio sapere qualcosa non mi lascio convincere da un solo articolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E aggiungo, visto che mi è venuto ora in mente: ma a chi frega di come è morto Houdini XD!? Cioè perché dovrei sapere come ha fatto a morire e raccontarlo in giro XD??

      Elimina
    2. Eh, perché comunque Houdini era una personalità di spicco nel secolo scorso, visto ciò che ha rappresentato per la magia escopologica. Dunque, la diceria collettiva ha fatto nascere un mito, da un mezzo evento reale (perché il mago si fece effettivamente prendere a pugni per dimostrare quanto i suoi addominali fossero forti). Una morte "stupida" seppur riferita al suo lavoro, così probabilmente la gente ha trasformato il tutto in un grande trucco di escapologia non riuscito.
      Si mitizza la realtà, lo facciamo sempre.
      La Festa della Donna idem: è più bello e d'effetto raccontare di un sopruso finito in tragedia che non di un pacifico sciopero.
      E così, quando brucia una fabbrica (con dentro ANCHE delle donne), si trasforma il tutto in un padrone cattivo (uomo) che chiude a chiave le donne scioperanti e il fuoco che le fa morire... da lì la celebrazione. Con lo sdegno di chi dice "altro che festa, oggi si ricordano donne morte", altra cosa che fa effetto^^

      Moz-

      Elimina
  8. Lo sai già chi sono10 mar 2018, 12:41:00

    non sapevo un sacco di cose, questo post è stato davvero istruttivo (tranne per Aladdin, li mi hai strappato una risata). L'8 marzo continuerò a festeggiarlo perché gli uomini e le donne sono uguali ^_^
    La vegana è incavolata nera perché credeva che Guglielmo Tell fosse un'esclusiva elveticoreana e invece no -_-
    La cosa del finto funerale di Mandela ha un che di inquietante :O
    Sei un grande Moz!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che finto funerale, semplicemente alcune persone nel mondo credevano che Mandela fosse morto negli anni '80 e ne ricordavano il funerale (ovviamente sappiamo che non è così). Queste persone -o meglio, i loro cervelli; o meglio ancora certi loro meccanismi cerebrali- hanno preso una notizia simile o parallela e l'hanno affiancata (anzi, sovrapposta) a Mandela.
      Per spiegare l'Effetto Mandela basta una cosa: studiare i meccanismi onirici. È tutto uguale^^

      Moz-

      Elimina
    2. Lo sai già chi sono10 mar 2018, 17:44:00

      oddio che figata!
      anche se...è alquanto inquietante :O

      Elimina
    3. A 'sto punto è lecita la domanda: Di chi era allora quel funerale degli anni Ottanta attribuito a Mandela?

      Elimina
    4. Di qualcuno associato a Mandela, magari per i diritti degli africani... Una cosa simile, che il cervello ha sovrapposto :)

      Moz-

      Elimina
    5. In fatto di associazioni, ce ne sono di quasi demenziali, tipo un commento che lessi quando morì davvero Mandela: "Me lo ricordo, bravissimo ne Le ali della libertà tratto da un racconto di Stephen King!"
      Cioè a confondere il personaggio politico con l'attore che l'ha interpretato in "Invictus"...

      Elimina
    6. Esattamente, cito lo stesso episodio più sotto: è MANDELA stesso, attraverso questo esempio cinematografico, a spiegarci come funziona l'Effetto Mandela^^

      Moz-

      Elimina
  9. Interessante assai!
    Spezzo però una lancia a favore degli spartani. Non ho la possibilità di recuperare l'articolo studiato per l'esame di storia greca, ma mi pare di ricordare che non fossero tanti di più, 500 al massimo, finiti lì un po' per caso, presi alla sprovvista tra una festa religiosa, un accordo che non avevano voglia di rispettare e una sottovalutazione dell'effettivo pericolo. Insomma, il tutto meno eroico, ma non erano tanti più di 300 e hanno fatto una pessima fine, che poi è il succo della storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, ecco... altra versione ancora (io sapevo che erano tipo 2-3000) ma che comunque non è così eroica come ci volevano far credere Miller e le noiose versioni di greco XD

      Moz-

      Elimina
  10. Se non sbaglio nell'elenco ci sono solo leggende (che un buon testo di storia scrive sempre "si dice che/si narra che", non vengono spacciate per vere) o falsi storici dovuti figli dell'ignoranza e della pigrizia di chi non vuole verificare se ciò che gli ha detto sui cuGGino o un professore (oggi abbiamo i social che incrementano le cazzate).
    L'effetto mandela io lo vedo più come una cosa che hai vissuto, sei convinto che sia avvenuta così ma non esistono prove. È tra le teorie del multiverso, mi sa che la settimana prossima ci scrivo qualcosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che io non credo nei multiversi (mi sa di cazzata Marvel/DC XD), ma è così come dici: convinzioni di qualcosa che poi scopriamo non essere così. Anche collettive :)
      Aspetto il tuo posht :)

      Moz-

      Elimina
  11. Un altro falso storico è quello di Giulio Cesare. La frase "tu quoque Brute, fili mi" è stata infatti inventata da Shakespeare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo! Disse qualcosa a Bruto, del tipo "pure tu!", rassegnato!
      Ci vediamo a Filippi XD

      Moz-

      Elimina
    2. Anche questo... Ce l'avevo riportato in una enciclopedia!!!

      Elimina
    3. Eheh, il grande William condiziona anche le enciclopedie...^^

      Moz-

      Elimina
  12. Ci sono tanti falsi storici, spesso uno ci casca anche in buona fede.
    Ciao Moz a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Specie quando è la scuola a perpetrare certe bufale!^^

      Moz-

      Elimina
  13. Unod ei falsi storici più attuali è quello del pappagallo Charlie di Winston Churchill che la danno (eh sì, Charlie era femmina) ancora viva nonostante la famiglia Churchill abbia apertamente smentito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, sarebbe bellissimo però... dopotutto i pappagalli vivono davvero più a lungo degli uomini XD

      Moz-

      Elimina
  14. Mi ricordo molto bene di quando ne avevi parlato.
    Non conoscevo per nulla la questione e poi ho approfondito. E mi ero incuriosita sui falsi storici dedicati alle frasi dei film.
    Ad esempio in Casablanca, Ingrid Bergman non pronunciò mai la frase "suonala ancora Sam" ma è diventata di dominio pubblico nonostante tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, dice semplicemente "Suonala, Sam!".
      Suonala ancora forse è confuso con Provaci ancora, Sam.
      O conmla battuta che i Casablanca di Topolino fanno sempre al pianista Pippo: suonala ancora, Sam!^^

      Moz-

      Elimina
    2. Infatti anche Cavazzano ha "sgarrato"... :D

      Elimina
    3. Eggià... chissà se per alcuni di noi deriva proprio da quella storia a fumetti, l'idea sbagliata^

      Moz-

      Elimina
  15. Bellissimo post, non conoscevo questo fenomeno, cioè conoscevo le "bufale" storiche, ma non quella di Mandela, io ricordo il funerale giusto, forse ho sempre vissuto in questo Universo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, siamo in due a vivere nell'universo giusto :)

      Moz-

      Elimina
  16. Quante belle bufale! :D
    Se non sbaglio, l’idea del San Bernardo dispensatore di cognac nasce da un dipinto ottocentesco di un giovane inglese, dedicato a due cani che salvano un escursionista in difficoltà. Nella tela uno degli animali è, appunto, raffigurato con un piccolo cilindretto metallico al collo… avrebbe potuto contenere qualsiasi cosa… ma si è preferito far credere che fosse un liquorino… quello che ti rifilano in ogni rifugio alpino ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente: era un dipinto che fece il giro del mondo e da lì tutti si sono accodati XD

      Moz-

      Elimina
  17. A me sconvolse quando scoprii che il pollice verso mostrato al gladiatore non decretava la sua condanna a morte, bensì la sua sopravvivenza (perché era il simbolo che il suo avversario poteva rinfoderare la spada)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, esatto: e pensa che oggi il simbolo del pollice verso significa proprio dissenso XD

      Moz-

      Elimina
  18. Se è per questo ci sono presunti storici che sostengono che le commedie di Shakespeare,in realtà sarebbero state scritte da altri.

    RispondiElimina
  19. Qualche tempo fa mi ero fissato su questa teoria cospirativa dell'effetto Mandela: mi sono sempre chiesto da dove avesse avuto origine questa falsa credenza della morte di Mandela! Forse anche qui qualche giornale avrà riportato notizie strane?
    La cosa mi aveva affascinato così tanto che tempo fa mi era venuto in mente di girare un cortometraggio sull'argomento, cosa che non ho mai fatto (...poca disponibilità di mezzi ^^')

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me sarà successa qualcosa a Mandela, e contemporaneamente avvenne la morte di qualcun altro assimilabile a questo leader, per i più svariati motivi.
      La gente ha sovrapposto le cose.
      Dopotutto, quando morì Mandela per davvero, la gente ha creduto che fosse morto Morgan Freeman XD
      Oh, il cortometraggio DEVI girarlo^^

      Moz-

      Elimina
  20. Davvero interessante! Ebbene, un caso eclatante di falso storico, probabilmente, con l'intento di creare appositamente tra la gente un effetto simile al "Mandela", si ebbe in Francia, nei primi anni del '900. Dopo la scoperta dei raggi "X" da parte dei tedeschi, alcuni eminenti scienziati francesi organizzarono la bufala dei raggi "N", a loro dire, una scoperta che avrebbe apportato conseguenze inimmaginabili all'umanità, che poi dovettero smentire, ma, intanto, la notizia aveva già fatto il giro del mondo. A quando i raggi "Moz"?? :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo... insomma, battaglie industriali e scientifiche.
      Dopotutto anche tra USA e URSS si dice sia successa qualcosa di simile: i russi mandano Gagarin nello spazio, e l'America risponde con l'allunaggio (considerato una bufala da molti...^^)

      Moz-

      Elimina
    2. L'allunaggio è autentico: gli appigli dei contestatori sono stati smontati uno a uno. Ne so qualcosa perché tempo fa mi si insinuò il dubbio, visto che dopo la corsa alla Luna le missioni spaziali hanno rallentato di molto...

      Elimina
    3. Sì che è vero, ma davvero qualcuno non ci crede. E poi ci sarebbe anche la teoria su Shining di Kubrick, che denuncia la questione tra le righe...^^

      Moz-

      Elimina
  21. E di Moby Dick ne parliamo?
    A parte che scientificamente, vista la descrizione, era un capodoglio ma in ogni caso per come ne scrive Melville doveva trattarsi di un'orca o di uno squalo molto aggressivo.
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, vero, vero... il terrore degli oceani! Per fortuna poi i cartoons di Hanna-Barbera gli hanno dato giustizia^^

      Moz-

      Elimina
  22. Come il suicidio di Salgari, che è in realtà un omicidio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho trovato particolari fonti riguardo questa cosa, anche io ho sempre creduto si trattasse di un suicidio, mi spieghi meglio?

      Elimina
    2. Pure io vorrei saperne di più... :o

      Moz-

      Elimina
  23. Articolo interessantissimo ma che riesco a commentare soltanto adesso!

    Ricordo nitidamente, come fosse ieri, la maestra delle elementari che mi spiega l'origine della festa della donna come scaturita da una protesta femminile in seguito a una tragedia avvenuta in una fabbrica! Eccazzo, passi che mi semplifichi la geografia dicendo che "Al nord fa freddo, e al sud c'è il sole ma anche meno lavoro", ma la disinformazione fu grave! Come ancora più grave fu che delle origini di tale festa non ricordo se ne sia parlato più negli anni e nelle scuole a venire! Questa è l'istruzione italiana! E ci si preoccupa di togliere i crocifissi dai muri delle aule...

    Anche lo "ius primae noctis" mi risulta(va) fosse il diritto di un nobile locale di trascorrere con la neo sposa (di un altro) la prima notte di nozze. Altra leggenda che cala la maschera quindi! E questa falsa notizia risale all'epoca delle scuole medie!

    Le altre notizie, bene o male, sapevo fossero leggende metropolitane. Ma ritengo grave che nelle scuole si trasmettano falsi storici! Che ca##o di maestri e professori ho/abbiamo avuto?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo erano notizie riportate anche dai manuali... quindi non è colpa dell'insegnante, che magari anche solo ingenuamente ripete qualcosa che gli hanno insegnato a sua volta.
      Lo ius primae noctis esiste, e appunto si diceva fosse una cosa sessuale... ma se ci pensi, che senso ha? Nessuno si sarebbe sposato...! XD

      Moz-

      Elimina
    2. Proprio sul contesto sessuale io e i miei compagni di classe rimanemmo sconvolti (quelli attenti almeno... :D), e la professoressa disse che per un servo della gleba era un sacrificio necessario in quanto unico modo per avere una moglie. Nessun dubbio sull'autenticità della notizia.

      Elimina
    3. Ahahah, mamma mia, allora mi sarei sposato di proposito delle cesse a pedali, per farle scopare dal feudatario... voglio vedere se se le faceva davvero! XD

      Moz-

      Elimina
  24. Di Mandela non sapevo niente anche perché mi ricordavo bene che fosse vivo.
    L'altro giorno ho scoperto che non è vero che gli eschimesi hanno otto triliardi di parole per definire la neve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, io però ho otto triliardi di parole per definire il DIVERTIMENTO^^

      Moz-

      Elimina
    2. Ahahah, mitico...e continua ad allungare la lista!

      Elimina
    3. Puoi giurarci, baby!^^

      Moz-

      Elimina
  25. Hai una scrittura molto fluida e colloquiale, quindi piacevole da leggere 😀 complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, mi hai detto una cosa bella :)

      Moz-

      Elimina
  26. Ripensando all'effetto Mandela e alle notizie false, mi è tornato in mente un passo estratto da "Illusioni Perdute" di Honoré de Balzac (1843), che descrive perfettamente il processo che porta alla nascita dell'effetto Mandela... in pieno ottocento.

    "«Non mettiamoci a emulare i grandi giornali costituzionali che hanno i cassetti pieni di Canards,» rispose Vernou.
    «Di Canards?» chiese Luciano.
    «Chiamiamo canard,» gli rispose Ettore, «una notizia che ha l'aria di essere vera ma che invece inventiamo per colorire la cronaca di Parigi quando è scialba. Il canard è una trovata di Franklin, che ha inventato il parafulmine, il canard e la repubblica. Quel giornalista ingannò così bene gli enciclopedisti con i suoi canards d'oltremare, che nella Storia Filosofica delle Indie Raynal ha incluso due di quei canards prendendoli per fatti veri.»
    «Non lo sapevo,» disse Vernou. «Quali sono i due canards?»
    «La storia di quell'inglese che vende la sua liberatrice, una negra, dopo averla resa madre per ricavarne più denaro. Poi la sublime arringa della giovane incinta che vince la causa. Quando Franklin venne a Parigi, confessò i suoi canards a Necker, con grande confusione dei filosofi francesi. Ed ecco come il Nuovo Mondo ha corrotto due volte il vecchio.»
    «Il giornale,» disse Lousteau, «tiene per vero tutto ciò che è probabile. Noi partiamo di là.»"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo: la nascita storica di una bufala.
      Magari con qualche sentore di verità, qua e là. Poi correggiamo la notizia ed ecco che uno dice "ma io sapevo che la negra aveva vinto la causa!" Et voilà, un Effetto Mandela^^

      Moz-

      Elimina
  27. poi ci sono quelle notizie che speri siano falsi storici come i Jalisse vincitori di Sanremo.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AAHAHAHAHAAHAHHAHA!
      Fiumi di parole tra noi :)

      Moz-

      Elimina
    2. L'altro giorno mi è capitato un quiz in uno di quei giochi per smartphone... Foto di Valerio Scanu, Marco Carta, Marco Mengoni e domanda: "Chi di loro ha vinto per primo il festival di Sanremo?" Io manco sapevo chi fossero i tre tipi raffigurati! :D

      Elimina
    3. Ahaha, il secondo è stato completamente dimenticato mi pare... il terzo è un cantante di discreto successo, mentre il primo è ora più nello spettacolo che nella musica se non sbaglio^^

      Moz-

      Elimina
  28. "Non c'è riscontro anatomico nel togliere due costole e riuscire quindi a ciucciarselo.".... davvero? A questo punto bisognerebbe che qualcuno provi e poi ci faccia sapere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti SLURP dico SLURP tra SLURP poco

      Moz-

      Elimina
  29. L'unica cosa che riscontro è che ogni volta mi faccio sempre una bella risata con questi post ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, anche solo riuscire a far ridere è bello^^

      Moz-

      Elimina
  30. Anche solo quella dell'8 marzo è un falso storico clamoroso.
    Ci sono stati alcuni colleghi a scuola che hanno fatto riferimento al fantomatico rogo, ignorando totalmente la verità dei fatti. Dobbiamo aggiornarci, ragazzi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo una tragedia fa sempre più presa rispetto a un banale sciopero pacifico... È sempre meglio avere qualcosa di tragico da insegnare^^

      Moz-

      Elimina
  31. Uh mamma! Ma quella di Dannunzio (che ignoravo) è assurda!! :D
    Confesso che quella dell'8 marzo e delle operaie morte nella fabbrica fino a pochi anni fa la credevo vera anche io :(

    E' sfizioso scoprire quante bufale di questo tipo esistono!

    RispondiElimina