[CINEMA] addio a Carlo Vanzina, re dei cinepanettoni e cinecocomeri (quelli belli, però)


Ci lascia Carlo Vanzina, che col fratello Enrico ha proseguito -dalla fine degli anni '70- il corso della commedia all'italiana.
Figlio d'arte (suo padre, Steno, è colui che avrebbe dato il via al genere poliziottesco, anni prima), ha lavorato con tutti i più grandi attori italiani.
Sceneggiatore, regista, produttore: lo si ricorda soprattutto per aver creato il famigerato genere dei cinepanettoni, poi effettivamente scaduto -però in mano di altri- verso il trash.
Ma lui non era trash, ecco perché.


Spesso Vanzina è stato preso come modello di un certo cinema facilone e sguaiato, ma se in realtà si va a scavare nella sua filmografia notiamo come la maggiorparte dei suoi film siano semplici e pure commedie, addirittura arrivate a essere cult.
Siamo lontani, quindi, dai Natali a/sul/nel, ma si sa: è sempre più facile fare di tutta l'erba un fascio.

due cultissimi, per fortuna già rivalutati da tempo

I fichissimi, Eccezzziunale... veramente (primo e secondo capitolo), Viuuulentemente mia, Il ras el quartiere.
Sapore di Mare, Vacanze di Natale, Vacanze in America: titoli che hanno rinverdito il filone "vacanziero" già di moda in passato.
Vari generi con Sotto il vestito niente (e il sequel del 2011), Yuppies, I miei primi 40 anni.
E poi il ritorno alla commedia negli anni '90, con I Mitici - Colpo gobbo a Milano, Selvaggi, S.P.Q.R., A spasso nel tempo.
Si permette di riprendere il marchio Vacanze di Natale nel 2000, di dare un sequel a Febbre da Cavallo (firmato da suo padre), di omaggiare un genere con Il ritorno del Monnezza.

Gli ultimi anni sono caratterizzati da una produzione che viaggia sempre sul classico, tra cineombrelloni e richiami (2061 - Un anno eccezionale, Le barzellette, Mai stati uniti).
Dunque, ciao Carlo.
Ultimo vero baluardo della genuina commedia all'italiana, quella vecchio stile.
E ora mi chiedo quanti radical chic, improvvisamente, riscopriranno questo personaggio e la sua sterminata produzione. Che a ben guardare ha davvero poco di trash.

58 commenti:

  1. Carlo Vanzina ha molti meriti, nel filone della commedia italiana (I fichissimi, Eccezzziuna Veramente e Arrivano i gatti per me sono dei cult assoluti), ma credo che dopo il 1995 il suo modo di fare cinema abbia conosciuto un declino irreversibile (come d'altra parte la commedia italiana in generale). Dopo Selvaggi, che aveva il merito comunque di ironizzare su usi e costumi dell'Italia di metà anni '90. Ad esempio Eccezzziunale Veramente 2 è un film improponibile, salvo la divertente prima scena con i tifosi milanisti.

    Forse colpa anche degli attori che non hanno mai avuto il carisma di quelli del passato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo pure io che sia colpa degli attori, ormai solo macchiette televisive che ripropongono frasi fatte sentite mille volte in tv...

      Infatti l'unico sequel decente è "La mandrakata", dove i protagonisti sono gli stessi dell'originale (Proietti e Montesano).

      Elimina
    2. La mia idea è che semplicemente abbia seguito il filone di quegli anni.
      La commedia si è via via fatta sempre più meno maliziosa e più volgare seguendo il trend di ciò che ha fatto successo negli anni '90 in Tv.

      Elimina
    3. La vedo come te sul sequel di Eccezzziunale.
      Non mi piace granché.
      Ma la Mandrakata è davvero carino, e sono con Andrea.
      Pirk: il filone si segue e si asseconda, a volte si crea... in un mix delle tre cose. Vero. Forse oggi siamo slo un po' più sciapi e i film non hanno quella forza (colpa anche degli attori, come dicono Riccardo e Andrea).

      Moz-

      Elimina
    4. Forse la società italiana è diventata così caricaturale che è impossibile fare film efficaci come si facevano a fine anni '70-'80. Perché i film 'cult' non erano certo film dalle grandi ambizioni di scrittura e di recitazione. Eppure entravano nell'immaginario collettivo.

      Qualcuno di voi si ricorda mai stati uniti?

      Elimina
    5. Io lo ricordo perché lo vidi per Memphis, ma in effetti i film così, degli anni 2000, sono appannatissimi rispetto a titoloni anni '80 e '90.
      Qualcosa è indubbiamente successo.

      Moz-

      Elimina
  2. Riky mi fa notare che mi hai preceduta.
    Sei fortunato, Moz. La domenica sono fuori e senza pc.
    Ma non ho resistito. Due parole volevo spenderle, ed ho usato il cell.
    Scherzi a parte, ho smesso di guardare i cinepanettone molti anni fa, ma riconosco i meriti di questo regista.
    Buona domenica a te e buon viaggio a lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha mica è una gara, io poi ho voluto trattare questa cosa solo perché amo questo personaggio, non per scrivere un articolo di cronaca :D
      I cinepanettoni veri sono finiti con l'ottimo Vacanze di Natale a Cortina del 2011, che tra l'altro era della linea Vacanze di Natale iniziata proprio da Vanzina... Il resto, i precedenti degli anni 2000, li ho sempre considerati film per minorati mentali :)

      Moz-

      Elimina
    2. No, no.. Che gara.
      È solo che Riky sfotte, ma lo fa solo per legittima difesa. Quindi è colpa mia.
      Non potrei mai sentirmi in competizione con chi apprezza le canzoni del "mio" Zecchino d'Oro. 😜

      Elimina
    3. Ahahaha, ma infatti! :)
      W goccia dopo goccia :)

      Moz-

      Elimina
  3. Pestenerizzati8 lug 2018, 13:29:00

    Post interessante ma leggendolo mi sono sentita...radical chic
    Ora sono curiosa
    Grazie per essere sempre interessante e al contempo provocativo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Curiosa di cosa?
      Grazie a te! :)

      Moz-

      Elimina
    2. Lo sai già chi sono8 lug 2018, 16:32:00

      Di vedere film che altrimenti avrei snobbato

      Elimina
  4. Nemmeno a farlo apposta, due giorni fa stavo vedendo su Youtube un video di uno spezzone di Selvaggi...che risate :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Selvaggi, grandissimo film con grandissimo cast :)

      Moz-

      Elimina
  5. Io sarò anche radical-chic, però considero Sapore di mare uno dei miei cult comici personali.
    E voglio bene pure a diversi altri suoi film come Vacanze in America e lo storico S.P.Q.R.
    In qualche modo ha lasciato il segno in tutti noi, anche i più insospettabili. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti: sono tutti film onesti, gli si vuole bene. Di trash hanno poco e niente, Vanzina ha sempre pagato per tutti (per le vere merde tipo i Natali a..., ovviamente NON suoi) e oggi -da morto- forse capiranno chi era davvero e quali film ha fatto.
      Perché secondo me in tanti ridono con film suoi, senza sapere che fossero suoi.

      Moz-

      Elimina
  6. Io non lo riscopro davvero.. ho amato Eccezionale veramente, ma ci fermiamo davvero là. E come ti accennavo su Facebook.. dai un'occhiata ai film de Les Charlots..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è una gara tra generi, Vanzina ha fatto il suo ed era forte in questo :)
      Io non posso fermarmi a Eccezzziunale, perché dopo vengono per me tantissimi cult degni di nota :)

      Moz-

      Elimina
  7. Forse si è accomodato un poco sui suoi successi ma Eccezziunale Veramente resta nel whalalla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse negli anni 2000 sì, si era in una fase più scialba ma probabilmente perché era un'altra epoca.
      Però anche lì ho trovato film godibilissimi :)

      Moz-

      Elimina
  8. I primi film di Diego sono indimenticabili, poi dal 2000 in avanti ha dovuto adeguarsi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendi quelli comici, immagino.
      Perché con Salvatores, Abatantuono ha fatto Io non ho paura, in un ruolo che spacca.
      Ma ripeto, io con Vanzina lo apprezzo anche in 2061... :)

      Moz-

      Elimina
  9. A proposito, come t'è venuto quel "ha lavorato con tutti i più grandi attori italiani"?!? Daje su...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha aiutato in regia Amici Miei e Brancaleone, ha recitato con Totò, lavorato con Monicelli e Sordi. Mi posso fermare qui ma ti cito ancora Michele Placido, Abatantuono, Brega, Nicheli, Virna Lisi, Licinia Lentini, Riccardo Garrone... e potrei continuare ancora.
      Mi sa che occorre ripassare un po' di storia del cinema italiano, eh! :D

      Moz-

      Elimina
  10. Per me sono cult anche Yuppies 1 e 2 :) Oltre a Sapore di mare, Vacanze in America, Vacanze di Natale (il primo.. a si è ovviamente Arrivano i gatti e pure Una vacanza bestiale, và! diciamo che c'erano ancora Boldi, De Sica, Calà al massimo della forma..forse negli ultimi film, come ha scritto qualcuno, mancavano dei mattatori simili..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto probabile. Attori appannati, storie appannate e società stessa italiana che non è più la stessa.
      Ah, ovviamente viva Yuppies :)

      Moz-

      Elimina
  11. Ogni volta che leggo un tuo post imparo un po' di cultura pop!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è una bellissima cosa, questa che mi hai detto, grazie :)

      Moz-

      Elimina
  12. Una parola sola: SELVAGGI.
    Ciao Carlo!

    p.s. mettete mi piace nella pagina facebook "diventati ignoranti con il film selvaggi": non immaginavo che quel cult avesse un così grande fandom

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CORRO.
      Io amo quel film :)
      E siamo negli anni '90, a riprova che la verve non si era esaurita con i cultissimi del decennio precedente!!

      Moz-

      Elimina
  13. Fatica, moooolta fatica.
    Senza nulla togliere al fatto che dia stato un professionista eccelso e che, dal punto di vista sociologico ed antropologico, abbia centrato un certo tipo di italianità, comunque mi fermo a questo.
    Più in là di così gn'a fo'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io nemmeno gli imputerei questi valori sociologici, anzi.
      Vanzina era un ludico, i suoi film dovevano divertire, e solo in seconda battuta -quasi di rimando- riflettevano un po' di italianità. Ma non aveva affatto certe pretese, che lascio, appunto, a ben altri pretenziosi :D

      Moz-

      Elimina
  14. Il termine "cinepanettone" è talmente sinonimo di scadente che i suoi film non mi sento di catalogarli così!
    Comunque la pensiamo tale e quale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È diventato sinonimo di scadente per colpa del fatto che tutti i film vacanzieri natalizi siano stati gettati nel medesimo calderone.
      Ma come si fa a considerare scadente un film con Sordi (parlo del terzo Vacanze di Natale)?
      Ce ne vuole di coraggio... ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Già...
      Inoltre aveva la decenza di ambientarli in luoghi freddi, se invece voleva ambientare la vacanze in posti più caldi, gli cambiava nome, senza infilare la parola che riporta alla mente solo posti innevati.

      Elimina
    3. Esattamente.
      Vabbè, godiamoci ancora e ancora i suoi film, dagli anni '70 a oggi :)

      Moz-

      Elimina
  15. Mah. L'unico film che ho visto e apprezzato è stato "Sapore di mare", il primo dei due. Forse perché erano gli anni Ottanta ed era un film perfettamente in linea con la mia età adolescenziale (dopotutto parlava di amorazzi estivi, ci poteva stare). Il resto, a mio avviso indiscutibilmente trash. Ho fatto più di un tentativo di vederli, ma la demenzialità non aveva sempre motivazione. Mi infastidiva anche il nugolo di starlette e presunti attori che gravitavano attorno a 'sto film, i tormentoni, bleah.
    Probabilmente hanno scoperto un genere che al botteghino andava benissimo e hanno cavalcato l'onda. Sinceramente avrei voluto che esprimessero il loro talento in altri generi, perché credo che un qualche talento devono averlo avuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so, sicuramente tue rispettabilissimi opinioni, ma non mi trovano d'accordo... ben poche volte c'erano scene demenziali (ad esempio, ti sfido a trovarne in Vacanze di Natale, Vacanze in America, per dirne due famosi), mentre starlette e attori sono ovviamente parte integrante della questione.
      Però dai, se comunque hai apprezzato un Sapore di Mare, che pur essendo ambientato negli anni '60 ti ha catturato, qualche merito deve averlo avuto^^

      Moz-

      Elimina
  16. In effetti, Carlo Vanzina ha lasciato un enorme contributo al cinema italiano. Un immenso patrimonio di film, magari commerciali, che probabilmente non gli hanno portato i premi che avrebbe meritato, ma non c'è dubbio che abbiano ricevuto un grande riconoscimento di pubblico, ed è ciò che conta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, sicuramente sono stati (quasi) sempre un grande successo di pubblico.
      Chi conosce davvero Carlo Vanzina -e, ho notato ieri, sono davvero in pochi- sa quale contributo ha apportato al cinema italiano.

      Moz-

      Elimina
  17. A parte qualche rarissima eccezione non mi è mai piaciuto il cinema di Vanzina; ho sempre trovato la sua comicità abbastanza "stupida"...poi sai, sono opinioni personali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una comicità semplice, questo sì. Ma mica per forza dev'essere un male: penso peggio di chi fa comicità pretenziosa.
      In ogni caso, il brutto è che si pensi a Vanzina SOLO come autore di film comici...

      Moz-

      Elimina
  18. va bene, quando si muore scatta l'apprezzamento postumo, si sa. tra l'altro Vanzina come persona non era affatto stupido. ma spacciare i suoi film per neorealismo o commedia all'italiana, beh questo no cazzo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, terribile se scattasse l'apprezzamento postumo. Spero solo che la gente si informi su di lui, perché stando a quel che ho letto, davvero in pochi sanno cosa ha fatto.
      Di neorealismo non credo abbia mai parlato qualcuno, mentre non è sbagliato parlare di commedia all'italiana, tecnicamente in primis: perché di quello si tratta.
      Anzi, storicamente i suoi film del 1983/84 segnano proprio il passaggio tra la vecchia e la nuova generazione di attori della commedia italica :)

      Moz-

      Elimina
    2. no, direi neanche commedia all'italiana. quella era tipico del trittico Sordi/Manfredi/Tognazzi (già Gassmann era roba più complessa)

      Elimina
    3. Sicuramente era tipica degli anni '50 e poi sviluppatasi fino ai '70, ma un certo genere vanziniano ne era la prosecuzione diretta (tanto che in Sapore di Mare e Vacanze di Natale sembra quasi esserci un passaggio di testimoni). Poi, ovviamente, il genere termina qui, su questo hai ragione.

      Moz-

      Elimina
  19. Infatti, se non ultimamente (negli ultimi 10 anni), le sue commedie erano davvero belle e certamente non trash, dopo però il cinema italiano è cambiato, le commedie sono diventate banali e superficiali...rimarranno di lui comunque nella memoria tanti piccoli cult ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, diciamo che nell'ultimo periodo è cambiato molto intorno al tutto... Da un lato il genere si è appannato, dall'altro le idee originali venivano meno...

      Moz-

      Elimina
  20. In tutta sincerità il suo nome non l'ho mai visto un valore aggiunto che mi convincesse a vedere un film, anzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo perché è stato spesso accostato -ingiustamente- a un cinema trash. Genere che ha frequentato solo di striscio, tra l'altro.
      Ho notato che quasi nessuno conosce la produzione vanziniana e in molti credono sia (ad esempio, non parlo certo di te!^^) l'autore dei cinepanettoni :)

      Moz-

      Elimina
    2. Le prime commedie con gente in vacanza e vicende eroticomiche che si intrecciano mi pare siano sue. Non vogliamo chiamarli cinepanettoni, ma di quel genere d'intrattenimento parliamo.

      Elimina
    3. Non proprio: il genere vacanziero era vecchio, lui l'ha solo svecchiato e riaggiornato, trovando una formula di successo comunque originale. Ma intendevo dire che la gente crede che lui abbia fatti i cinepanettoni (in realtà ne ha girati due e scritti un altro paio), e sono quelli non trash... :)

      Moz-

      Elimina
  21. In Italia vieni apprezzato solamente dopo che sei morto !!

    A me i suoi film piacevano molto, specialmente quelli anni '80 e '90. Poi è normale, come capita a tutti, la parabola è anche discendente e non sempre per colpa sua.

    Vuoi che gli attori non erano più quelli di una volta e vuoi che l'Italia da raccontare non era più interessante come una volta ci sta che qualche film non sia il top.

    Ciao Carlo !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, credo sia stato quello: gli attori un po' appannati e anche l'Italia ormai indefinibile...
      Però ci ha lasciato autentici cult, e va bene così^^

      Moz-

      Elimina
    2. Che rivedo sempre con grande piacere.

      Elimina